RYANAIR news

tutto quello che riguarda i vettori
FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda FlyCX » mar 08 nov 2016, 18:56:06

spanna ha scritto:...
Io mi chiedo se alla magliana questi numeri li leggono e che cosa ne pensano. Forse se li leggono pensano che MOL stia scherzando. Credono veramente che basti tagliare una quindicina di aerei alla fine di quest' anno per tornare in attivo? Credono veramente di poter continuare ad operare a LIN con costi da major e ricavi da LC? MOL andra' avanti come un carrarmato schiacciando tutto quello che gli si para davanti. Tutto cio' che non e' strettamente feed sull'hubbe di fiumiscino sara' semplicemente spazzato via. Strettamente feed significa che anche il mercato PTP verso FCO sara' preda di FR. Le briciole che gli sfuggono - finche' gli sfuggono - le raccoglieranno volotea, blue air et similia. Esayjet fara' quello che potra' per non farsi travolgere, vedremo che conti presentera' questo trimestre. Certo che un tempo U2 stava negli aeroporti principali e FR in periferia, oggi U2 sta al T2 e FR al T1, ed apre una base a FRA.

Analisi ben fatta.
Il mercato P2P su FCO è limitato ed Alitalia lo cura con tariffe salatissime quando non ha concorrenza, mentre se ci sono competitors sbraca alla grande ed in effetti alcuni poi desistono dalla concorrenza, non FR.
Se pensiamo ai transiti a FCO lo scenario è ancora piu' cupo: le poche destinazioni su cui l'hub è "di strada" stanno svanendo (sponda sud del Mediterraneo, Grecia, Turchia ...), rimane solo Tel Aviv, almeno finchè quelli d'Israele non litigano con EY, cosa sempre possibile e già vista per la manutenzione.

Ryanair si sta pesantemente posizionando sugli scali principali ed anche EZY potrebbe essere messa in ombra, richia di rimanere schiacciata su poche roccaforti: Parigi, Ginevra e piu' o meno basta. Forse qualche briciola ad Amsterdam.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

Valery75
Messaggi: 150
Iscritto il: dom 24 apr 2016, 01:10:41

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda Valery75 » mar 08 nov 2016, 19:52:51

FlyCX ha scritto:
spanna ha scritto:...
rimane solo Tel Aviv, almeno finchè quelli d'Israele non litigano con EY, cosa sempre possibile e già vista per la manutenzione.


O fino al 2018, quando ci sará l´opensky con Israele. Sará interessante vedere se reggeranno i 4 daily su TLV.

spanna
Messaggi: 2994
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda spanna » ven 11 nov 2016, 12:34:58

dal 2018 opensky con israele? Ottima notizia, non lo sapevo :applausi:
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three

pulcino
Messaggi: 101
Iscritto il: mar 20 apr 2010, 08:19:59
Località: Montano Lucino (Como)

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda pulcino » dom 04 dic 2016, 09:46:51

CHI PAGA VERAMENTE I BIGLIETTI E I COSTI RYANAIR

Il recente annuncio di Ryan 'O Leary, che nel giro di qualche anno offriranno biglietti gratis mette in luce quella che a tutti gli effetti è la strategia commerciale di Ryanair: far pagare il costo del trasporto non al passeggero, ma per la maggior parte possibile ad altre entità, ivi comprese autorità pubbliche dove quindi chi paga è il contribuente.

Sappiamo infatti che Ryanair si fa sponsorizzare da vari enti:

- aeroporti, direttamente mediante contratti o indirettamente mediante pubblicità a pagamento sul suo sito

- enti del turismo o associazioni collegate al turismo, direttamente o indirettamente

- Ryanair inoltre, che risulta essere il maggior datore di lavoro in termini di nuove assunzioni nel settore aeronautico europeo, fa sostenere i suoi costi di selezione del personale e di addestramento dalle famiglie dei giovani piloti in cerca di lavoro:

a) dopo un primo test telefonico gratuito, se si viene convocati a Dublino per il secondo round, questo è a pagamento (biglietto aereo, spese di vitto e di hotel più la quota per avere accesso al colloquio di valutazione)
b) e soprattutto il corso di "type rating" per abilitare il pilota sui Boeing 737 è a pagamento, e parliamo per ogni pilota di una cifra tra i 30mila e i 40mila Euro.

Naturalmente non è Ryanair in prima linea nel farsi pagare per assumere i giovani piloti, si avvalgono di società di servizi aeronautici, ma resta il fatto che mentre molte compagnie cosiddette "major" hanno programmi per i piloti cadetti dove la compagnia copre quei costi, la Ryanair invece si fa finanziare dalle famiglie.

Anche qui Ryanair applica lo stesso concetto: far pagare il costo ad altri.

Io non so se tra i nostri soci ci siano dei legali, ma mi chiedo: tutto ciò è corretto, non c'è nessuna distorsione del mercato ? Non sarebbe corretto imporre che il servizio di trasporto debba essere pagato esclusivamente da chi ne vuole usufruire ?

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25210
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda I-Alex » dom 04 dic 2016, 10:10:35

Se sta bene a chi vola, a chi gestisce gli aeroporti e a chi vuol diventare pilota, io non vedo il problema.

Loro son furbi e chi vola con loro o per loro accetta...
Malpensa airport user

KL63
Messaggi: 2472
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda KL63 » dom 04 dic 2016, 12:23:17

deve essere posto però un divieto assoluto ai finanziamenti, sconti, co marketing ecc. che provenga, direttamente od indirettamente, dal pubblico, quindi dalla maggior parte delle società di gestione aeroportuali, camere di commercio ecc.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25210
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

RYANAIR news

Messaggio da leggereda I-Alex » dom 04 dic 2016, 14:49:49

in tal modo anche gli sconti fatto a Easyjet dovrebbero essere vietati a Mxp.
Per me il divieto dovrebbe sussistere se il gestore aeroportuale non chiude i bilanci in pareggio almeno da 3 anni
Malpensa airport user

KittyHawk
Messaggi: 4433
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda KittyHawk » dom 04 dic 2016, 18:59:51

L'idea dei voli gratis è vecchia di almeno 15/20 anni, per chi si ricorda di affermazioni in tal senso di Michele.
Il concetto base è "io ti porto i clienti (per il tuo negozio, il tuo albergo, il tuo autonoleggio, il tuo ristorante etc. etc.) e tu mi paghi il servizio di trasporto".
Di per sé l'intuizione non è sbagliata, l'importante è assicurarsi che quello che si paga per avere i potenziali clienti venga poi ampiamente ripagato dai guadagni ottenuti da loro. Cosa che nel pubblico, in Italia, non si è sempre controllata.

Del resto la proposta di FR è una versione tecnologicamente più aggiornata delle organizzazioni che anni fa, con vecchi pullman e poche migliaia di lire, portavano casalinghe annoiate a fare gite in giornata in località turistiche, offrivano loro un pranzo in trattoria e organizzavano dimostrazioni dove un imbonitore cercava di vendere loro padelle e affini.

spanna
Messaggi: 2994
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda spanna » dom 04 dic 2016, 20:13:30

quando usiamo google usiamo un servizio gratuito, eppure qualcuno lavora tutti i giorni per farlo funzionare. Su internet ci sono una marea di servizi gratuiti che qualcuno produce ma chi ne usufruisce non paga un centesimo. Perche' per il trasporto aereo dovrebbe essere diverso? Se MOL riesce a farsi pagare da altri ed offre il servizio gratis, bravo lui e stupidi gli altri che non ci hanno pensato o che non sono capaci. Quanto ai finanziamenti pubblici, ci sono gia' le leggi europee che vietano aiuti di stato. Queste leggi prevedono alcune modalita' che, quando rispettate, consentono di finanziare con denari pubblici le compagnie. Quindi niente di strano neanche qui.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three

pulcino
Messaggi: 101
Iscritto il: mar 20 apr 2010, 08:19:59
Località: Montano Lucino (Como)

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda pulcino » dom 11 dic 2016, 19:15:17

L'esempio di Google non è calzante, nel senso che Google è una impresa privata, che si finanzia con la pubblicità e non usa strutture pubbliche. Lo stesso vale per l'esempio delle gite in pullman con vendita di pentole abbinata.

Se tutto si facesse in ambito privato nulla da dire, ci mancherebbe. Il sistema messo in atto da Ryanair invece usa strutture che a volte sono pubbliche, gli aeroporti, e si fa finanziare in vari modi da enti pubblici.

Per la natura pubblica di certi finanziamenti, in pratica il cittadino Mario che se ne sta a casa sua, senza saperlo paga - sia pure in parte - il costo del viaggio del cittadino Giuseppe che invece decide di viaggiare con Ryanair.

Non conosco le leggi italiane e/o europee che regolano questa materia, non sono un legale, ma questo sistema a me non sembra corretto nel momento in cui vengono usati soldi pubblici, e questo indipendentemente da presunti o reali ritorni dell'operazione.

Che il contribuente debba pagare parte dei biglietti di chi vola con Ryanair, scusate ma non mi sta bene, come non mi sta bene che si siano dovuti buttare una marea di soldi pubblici per l'Alitalia.

Possibile che un sistema così subdolo sia perfettamente legale ?

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 11925
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda malpensante » dom 11 dic 2016, 21:33:41

Anche io pago per la RAI, anche se non guardo la TV.
And Malpensa is going to be our Hub

KittyHawk
Messaggi: 4433
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda KittyHawk » dom 11 dic 2016, 22:10:05

@pulcino
Il milanese Mario paga anche per Gennaro che percorre gratis la Salerno-Reggio Calabria, o il romano Orazio che gira sul Grande Raccordo Anulare oppure per il lombardo Giovanni che fa il pendolare usando autolinee private sovvenzionate dalla Regione.

Il problema non è se il pubblico paga/sovvenziona il privato, bensì se la spesa/investimento "rende". Per intenderci, se pago Ryanair 10 milioni di euro, ma grazie ai passeggeri che trasporta nella mia città incasso 20 milioni di tasse e imposte in più allora è, per me, un buon affare. Che queste siano dirette, pagate dai passeggeri, o indirette, pagate dal maggior giro d'affari di alberghi e ristoranti a me non importa.
Il fatto è che troppo spesso queste sovvenzioni non servono ad alimentare il traffico in entrata, ma quello in uscita, oppure a giustificare la presenza di un aeroporto che altrimenti sarebbe vuoto. È in questa situazione che si sprecano i soldi pubblici.

spanna
Messaggi: 2994
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda spanna » mer 04 gen 2017, 09:42:31

http://corporate.ryanair.com/news/news/170104-ryanair-dec-traffic-grows-20-to-9-0m-customers/?market=en
Ryanair, Europe’s favourite airline, today (4 Jan) released December traffic statistics as follows:

Traffic grew 20% to 9.0m customers.
Load factor rose 3% points to 94%.
Rolling annual traffic to Dec grew 15% to 117m customers.




Dec 15 Dec 16 Change

Customers 7.5M 9.0M +20%

Load Factor 91% 94% +3%



Ryanair’s Kenny Jacobs said:

“Ryanair’s December traffic grew by 20% to 9.0m customers, while our load factor jumped 3% points to 94%, on the back of lower fares in December and the continuing success of our “Always Getting Better” customer experience programme.

Customers can look forward to even lower fares for summer 2017, so there’s never been a better time to book a low fare flight on Ryanair and we urge all customers who wish to book their summer 2017 holidays to do so now on the Ryanair.com website or mobile app, where they can avail of the lowest fares in Europe.”
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three

spanna
Messaggi: 2994
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda spanna » mer 04 gen 2017, 15:23:15

http://www.milanofinanza.it/news/ryanair-20-passeggeri-a-dicembre-201701040951445274

Il 2017 sarà l’anno di maggior crescita in Italia per Ryanair, che prevede di trasportare 4 milioni di passeggeri in più. La ragione, spiega una nota della compagnia, è da ricercarsi soprattutto nella decisione del governo di annullare l’incremento di 2,5 euro della tassa municipale a partire dallo scorso ottobre. Inoltre, da aprile 2017 Ryanair aprirà una nuova base a Napoli (la sedicesima in Italia), dove saranno basati 3 aeromobili e dalla quale opererà 17 nuove rotte, trasportando 1 milione di clienti nel primo anno di attività.

“Il nostro traffico crescerà passando da 32 a 36 milioni di clienti", ha detto Michael O’Leary, chief executive officer di Ryanair, "e creeremo oltre 3.000 nuovi posti di lavoro presso gli aeroporti italiani nel 2017. Apriremo una nuova base a Napoli e continueremo a crecere fortemente in altri aeroporti tra cui Milano Bergamo, Milano Malpensa e Verona. In un momento in cui altre compagnie aeree stanno chiudendo basi e riducendo rotte in Italia, Ryanair continua a investire e a far crescere traffico, turismo e posti di lavoro. Abbiamo inoltre offerto un aiuto ad Alitalia per il feederaggio dei suoi voli a lungo raggio da Roma Fiumicino e da altre basi, e ci auguriamo che Alitalia risponda positivamente a ciò che crediamo sia un tentativo onesto e genuino da parte di Ryanair di aiutare la compagnia aerea italiana a ridurre le sue perdite sul corto raggio e sul federaggio”.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three

KittyHawk
Messaggi: 4433
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda KittyHawk » gio 16 feb 2017, 09:28:49

Interessante analisi di apertura e chiusura delle rotte Ryanair negli ultimi 10 anni.

http://www.anna.aero/2017/02/01/best-most-worst-ryanair-bases/

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 11925
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda malpensante » sab 18 feb 2017, 14:18:51

Copio e incollo belumosi da altri lidi


INTERVIEW: Ryanair chief executive Michael O'Leary


  • 16 FEBRUARY, 2017
  • SOURCE: FLIGHTGLOBAL PRO
  • BY: OLIVER CLARK
  • BRUSSELS
What is the greatest threat facing Ryanair? For chief executive Michael O'Leary, it's not the risk of creeping protectionism across Europe post-Brexit, or overcapacity in the short-haul market, or the challenge posed by disintermediators. Rather, it lies closer to home, he suggests – in characteristically robust language.

"The biggest danger is we will f*** it up," he told FlightGlobal in an interview in Brussels on 8 February. "We will do something stupid: mergers and acquisitions, start taking honorary doctorates, knighthoods, s*** like that. We will start being f****** members of the community.
"If we don't keep challenging ourselves, and we don't keep challenging them [rival airlines], and we don't commit to keeping driving down prices, then we will become fat, numb and stupid like the rest of the industry."
By most indicators, O'Leary appears to have little to fear. The Dublin-headquartered airline continues to cement its dominance across the continent, becoming the largest carrier in Europe - even than rivals at a group level - for the first time in 2016 in terms of passenger numbers. It carried 117 million passengers, on an earned seat basis, in the 2016 calendar year.
Despite its latest quarterly results revealing a dip in profits, O'Leary says Ryanair is "on track" to make a €1.3 billion ($1.37 billion) profit for the full financial year and will double in size over the next eight years to carry 220 million people by 2024.
The business model has, however, changed dramatically over recent years.
Historically, Ryanair operated to Europe's secondary airports, and revelled in being the outsider reviled by competitor and customer alike. Now, with Frankfurt Main set to join its network next month, Ryanair has a presence at just about every primary airport on the continent, barring London Heathrow.
The "Always Getting Better" campaign, via which the carrier has sought to become more customer-friendly, has been a "revelatory process for both for me and for Ryanair", O'Leary acknowledges, and has led to a rethink of the entire passenger-processing procedure and onboard operation. O'Leary summarises the new approach as one of being "nice to passengers".
In Dublin, an IT centre called "Ryanair Labs" has been opened, while in Wroclaw the airline now has a "Travel Labs" site. These have given Ryanair the infrastructure to revamp its website and a mobile app.
As its seeks to boost ancillary revenues and offer more travel-related products through its website, O'Leary predicts that in years to come Ryanair will be "a very large airline, with a brilliant website [and] mobile app attached". At that point, he adds, "the website and app will be producing as much revenue for us as the airline – it could be that big".

FEEDING RIVALS
The most recent example of the changing face of Ryanair has been the talks it has held with airlines such as Aer Lingus and Norwegian toward agreements under which the Irish carrier would feed its rivals' long-haul routes.
O'Leary says a deal with one or other of these two carriers will be in place by the summer. Meanwhile, talks have also been conducted with Alitalia about a similar arrangement, O'Leary reveals, adding he is waiting for a definite decision by the Italian flag carrier.
"Alitalia is an obvious case: Alitalia is in turmoil financially, I mean they are just blowing every gasket they have. The only way forward for Alitalia is to do more long-haul flying and do less short-haul flying," argues O'Leary.
He sees the shift toward low-cost carriers working with legacy carriers as "inevitable" rather than any "revolutionary change" to the European aviation landscape.
Ryanair, he says, will seek to avoid the "complexity" of formal interline or prorate arrangements. Instead, the crux of the proposition is that Ryanair will simply offer rivals cheaper short-haul seats than they themselves can provide. "We offer them far more routes, a lower feed cost – €50 as against €100 – and we would help them to lower the cost of their feed,” he says.
He cautions that such co-operation would be limited. For example, Ryanair could potentially feed Lufthansa's "20 least-profitable routes" without taking over the entire short-haul network.
"I think it is [an] inevitable development, but they will never give up the top 20 trunk short-haul routes: Madrid-Frankfurt, Frankfurt-Rome, Frankfurt-London... But Porto-Frankfurt could well be done by a low-cost carrier – us, EasyJet or something like that – because we can do it cheaper for them," says O'Leary.
So how will these agreements work in practice? O'Leary says Ryanair will only take the revenue for the short-haul leg of the journey, but it's the other partner that carries the can because they "keep all the long-haul revenue". Ryanair will deliver the passenger's baggage "at the designated point" at a hub airport, but that is where the airline's responsibility ends, he indicates.
"There will be issues when the customer connections fail," O'Leary admits. "I don't mind putting them on the next Ryanair flight, but if there's a difficulty there: you have all the long-haul revenue, he's your passenger, you look after him."

LONG HAUL
Despite his admission that Ryanair is working with Boeing on a 757 successor - the so-called middle of the market (MOM) aircraft - O'Leary denies that he has become what he would term an aerosexual.
"No, I couldn't care less," he says of the "technical side" of aviation. "All I want to know is the cost per seat."
O'Leary says Ryanair is working with Boeing "on a whole range of possible aircraft types", including the "MOM". While he does not see himself as the driving force behind this co-operation, he believes that "ultimately" the US manufacturer needs an aircraft "that is pitched at around 300 seats, with long range".
For O'Leary, "the tragedy was they ever stopped making the 757 – it became the kind of aircraft of choice".
On the well-worn subject of whether and when Ryanair might start long-haul operations itself, O'Leary reiterates a familiar caveat as he notes the lack of production slots for suitable aircraft.
"If there is availability of a 787 in reasonable numbers at a reasonable price, we will take the 787. If there is a replacement aircraft for the 757 that can reach the West Coast [of the USA], we will take that."
He adds: "What we need to be able to have is the availability of 40 or 50 units at a low price. And because the orderbooks are stuffed to the gills, there's no low price, long-haul aircraft out there."
So could Ryanair simply buy one of its rivals such as Norwegian to secure the aircraft? No, says O'Leary.
"Then I'm overpaying. I'm not looking for a quick way into long-haul. I want a long-haul, low-cost aircraft to order," he says. "I'm very happy to wait until the market turns, the Gulf carriers blow themselves up. Something will happen."

MAX POTENTIAL
Appropriate widebodies might be not be available, but Ryanair does have orders for a hundred 737 Max narrowbodies and options for another 100. Could the Irish carrier replicate what Norwegian is planning to do by putting them on transatlantic routes? Again, O'Leary is dismissive.
"No, the idea you can use the Max for long-haul... The Max can only get you from, say, Ireland or the UK to Boston and New York – that's not a transatlantic operation," he says.
"If you are going to do transatlantic, you need to have an operation that can fly from Poland to the West Coast [of the US] and everywhere in between. Otherwise, you don't have the scale."
But he has nothing but praise for the new narrowbody, which will be delivered to Ryanair from August 2019, and which he describes as a "game changer" for the airline's business.
"It has 4% more seats – 197 as against 189 – and it has a 16% lower fuel consumption, guaranteed. Its probably going to be more like 20%," he says. "It transforms the business."
This brings O'Leary on to a fundamental point about the Ryanair business model.
"You see some airlines who can never make money. They do ASKs [available seat-kilometres] and CASKs [cost per available seat-kilometre]: it's all bollocks. It's your cost per seat [that matters], because the seat is what you sell."
Emphasising his point, O'Leary says he will order Airbus aircraft "any time that their cost per seat is 5% below Boeing's".
Flight Fleets Analyzer shows that Ryanair's all-737 fleet currently includes 370 in-service -800s, and that it has another 92 of those on order.

BREXIT
O'Leary emerged as one of the staunchest supporters of the "Remain" campaign in the build-up to the UK's referendum on EU membership last year, and has been an outspoken critic of the "Leave" side both before and after the vote.
He concedes that Brexit will have an impact on his airline. Not only will Ryanair cut its growth plans for the UK this summer, it might also be forced to create a new operating entity and gain a UK air operator's certificate in order to continue to operate its domestic routes in the country.
But O'Leary says the impact on Ryanair will be much less than it will be for UK-based airlines such as IAG and EasyJet.
He sees no inherent threat of the Brexit vote powering a tide of protectionism across Europe, and believes the UK will struggle to show others keen to separate from the EU that it can make separation a success.
"The great challenge for the Brexiteers is going to be what happens when all of a sudden low-cost air travel to and from the UK begins to be threatened by the UK leaving open-skies. Then there's going to be a big f****** backlash," he says.
"The UK has been talking to itself for the last four months. They haven't been talking to the Europeans. I think they are going to get quite a shock when they start talking to the Europeans about just how bad Brexit is going to be. I fundamentally believe the UK will change course in two years when they realise they are going to walk off a f****** cliff."

OVERCAPACITY
Though he sees European aviation suffering from a bout of "too much capacity", O'Leary says Ryanair will continue to expand across multiple markets this year.
In addition to serving Naples and Frankfurt Main for the first time this year, the airline will add multiple new routes from Poland, Bulgaria, Germany and Israel.
"We can expand in every market: we are expanding in Wizz's markets, in EasyJet's markets, in IAG's markets," he says. "We are profitable in all these markets. I think the challenge is how are these other airlines that are ordering aircraft going to compete with Ryanair when we enter their markets, and the reality is they can't."

DISINTERMEDIATORS
O'Leary meanwhile continues to keep "disintermediators" in his sights. "We want to steal the market back from TripAdvisor, or Booking.com – all these people who exist on the back of the airlines. If we can take all of those services, those disintermediated services, and put them back on an airline website or a mobile app, then they don't exist. Those are the business models we want to disintermediate."
What keeps him awake at night? "Safety, management discipline. Safety and execution, risk – those are the two things I worry about."
O'Leary is proud that safety levels remain "excellent" at Ryanair, noting the airline's "industry-leading" 30-year record. "But we have to keep building on that," he says. "We have to keep investing in new aircraft, in simulators, in pilot training, and we continue to invest very heavily in that."
He adds: "We recently announced an order for 14 fixed-base simulators, which will take us up to 20 simulators across the network. So we are continuously doing controlling and doing all of our own training."

TIME TO LEAVE?
O'Leary has now been at the helm at Ryanair for 23 years, in which time has made an extraordinary impact, turning a tiny Irish regional outfit into Europe's largest carrier by passenger numbers and its foremost low-cost.
By his own admission, he now does things that he would have found unthinkable years before, such as attending aviation conferences and last year joining with Europe's legacy airlines to form a new lobbying group – Airlines for Europe (A4E) – with Air France-KLM, Lufthansa, Norwegian, EasyJet and IAG.
"I have to slap myself very roughly before I go into these A4E meetings [in order] not to get contaminated, and then I get fumigated on the way out of the door," he quips. "But we continue to fight the good fight...
"Seriously, there are areas where we do need to work with the other airlines. We are now the biggest airline in Europe, and we have much more voice if we – with Lufthansa, Air France, IAG – sing from the same hymn-sheet."
So with all the changes that have been made at the airline, is it time for the 55-year-old to stand down?
"Jesus, no," he says. "We are going to make €1.3 billion this year, we're about to double in size over the next eight years. We are doing incredibly exciting things with the website, the mobile app; the whole Ryanair Labs has transformed the business. What I've said is: look, when we stop growing rapidly, doing exciting things, then I'll be the wrong guy to run the place.
"When it becomes a dull, boring, f****** growing-at-two-to-three-percent-a-year [airline], dealing with f****** unions and strikes and all that kind of s***, I'll be gone. But we are not there yet."
And Malpensa is going to be our Hub

kco
Messaggi: 4262
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda kco » sab 18 feb 2017, 14:58:21

L intervista è stata rilasciata di recente su flightglobal. Sempre su quel sito si parla da un anno a questa parte di rallentamento del mercato dei wide body. A330 e 777 hanno dovuto tagliare la produzione. Quindi quella di mol è una scusa

Inviato dal mio ASUS_Z00VD utilizzando Tapatalk

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda FlyCX » sab 18 feb 2017, 17:56:07

"If we don't keep challenging ourselves, and we don't keep challenging them [rival airlines], and we don't commit to keeping driving down prices, then we will become fat, numb and stupid like the rest of the industry."

Questa frase è un capolavoro da manuale di management!

Inizia alla grande e finisce ad effetto, ma contiene una lieve sottovalutazione dei concorrenti: può essere un errore. Al momento è solo una sfumatura.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda FlyCX » sab 18 feb 2017, 18:00:36

kco ha scritto:...Sempre su quel sito si parla da un anno a questa parte di rallentamento del mercato dei wide body. A330 e 777 hanno dovuto tagliare la produzione. Quindi quella di mol è una scusa

No, non puoi comprare aerei vecchi, tutte le cost di lungo raggio serie hanno i 787, come fai a fargli concorrenza con i 777?

La prima opportunità che vedo all'orizzonte sono i 330neo tra almeno 5 anni.
Per allora però i 321neo potrebbero averli messi fuori mercato sulle rotte entro il loro range.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

kco
Messaggi: 4262
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda kco » sab 18 feb 2017, 19:13:35

FlyCX ha scritto:
kco ha scritto:...Sempre su quel sito si parla da un anno a questa parte di rallentamento del mercato dei wide body. A330 e 777 hanno dovuto tagliare la produzione. Quindi quella di mol è una scusa

No, non puoi comprare aerei vecchi, tutte le cost di lungo raggio serie hanno i 787, come fai a fargli concorrenza con i 777?

La prima opportunità che vedo all'orizzonte sono i 330neo tra almeno 5 anni.
Per allora però i 321neo potrebbero averli messi fuori mercato sulle rotte entro il loro range.


Iniziano a esserci dei buchi anche sulla linea del 787 e pure il 777X non ha una schedula di produzione così fitta. Infatti il recente ordine di SIA è stata una discreta manna dal cielo. Considera poi che non tutti i 330neo sono in consegna nei primissimi anni. Fai conto che per ora hanno ordini che coprirebbero 2-3 anni a pieno ritmo, vuol dire che buchi già ci sono. Io credo ancora che le vere motivazioni per non scendere sul lungo raggio prescindano in buona parte dall'approvigionamento degli aerei.

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2676
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda belumosi » sab 18 feb 2017, 20:46:56

MOL sta solo bleffando. Gli aerei sono una foglia di fico.
Il punto è che nel LR non ci sono i margini per stracciare la concorrenza che a suo tempo FR ha trovato sul CMR. Dove un tempo i ricarichi necessari a mantenere gli apparati elefantiaci delle compagnie di bandiera erano osceni.

KittyHawk
Messaggi: 4433
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 18 feb 2017, 23:22:16

Più che i margini, la difficoltà è che nel LR non si possono applicare alcuni dei principi che hanno fatto la fortuna delle LCC.

Ad esempio gli equipaggi non tornano a dormire sempre a casa, perché dopo una tratta transatlantica devono riposare dove sono arrivati, non riesci a sfruttare a fondo le macchine, perché alla fin fine un velivolo ti fa solo una a/r sul Nord Atlantico, né più né meno di quello che fanno le full service, ti tocca gestire i bagagli, perché probabilmente ti porti dietro qualcosa più di un trolley se vai a NYC. Sommando tutti gli extra praticamente obbligatori è facile che il costo finale del biglietto non si discosti molto da quello delle compagnie tradizionali.

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2676
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda belumosi » dom 19 feb 2017, 00:53:02

Intendevo proprio questo.

Mauz®
Messaggi: 1857
Iscritto il: gio 10 lug 2008, 18:41:39
Località: Milano

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda Mauz® » dom 19 feb 2017, 10:13:51

Si può dire quello che si vuole di MOL, ma l'approccio che ha al business è encomiabile.

Conscio che il minimo passo falso può costargli carissimo, si muove, ma senza mai rischiare più del necessario. Sta marginando profitti più che ragguardevoli, ma è cauto e ricettivo come se fosse sul filo del break-even!

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
Stiamo monitorando attentamente la situazione. (Claudia)

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: RYANAIR news

Messaggio da leggereda FlyCX » dom 19 feb 2017, 20:54:38

Mauz[emoji768] ha scritto:Si può dire quello che si vuole di MOL, ma l'approccio che ha al business è encomiabile.

Conscio che il minimo passo falso può costargli carissimo, si muove, ma senza mai rischiare più del necessario. Sta marginando profitti più che ragguardevoli, ma è cauto e ricettivo come se fosse sul filo del break-even!

È semplice: quando sei il migliore pensi solo a migliorarti, non guardi la concorrenza. È alle tue spalle, mentre tu guardi avanti!
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa


Torna a “COMPAGNIE AEREE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti