Ah! gli yield, gli yield...

le news dagli aeroporti non lombardi
KittyHawk
Messaggi: 4723
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Ah! gli yield, gli yield...

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 11 gen 2020, 02:33:02

Girovagando in rete mi sono imbattuto in una statistica del 2018 che riporta i dati dei voli tra Boston e Chicago e l'Europa occidentale. Suggerisco di soffermarsi sulle ultime colonne, quelle degli yield, e vedere come si piazzano Milano e Roma nei confronti degli altri aeroporti europei e tra di loro.
https://docs.wixstatic.com/ugd/859c15_f1df5ff2bb034159943d53ddb7564d1b.pdf

Poi, se avete tempo, potete pure esaminare le statistiche del volo Milano Ginevra di AZ del 2° semestre 2019.
https://0f4acc0e-a18d-48fd-b272-c5b130ab79fd.filesusr.com/ugd/859c15_69bb824b67094db7b95e2e625f8f6242.pdf

Infine ricordatevi di Babbo Natale e dei 400 milioni regalati alla compagnia di bandiera laziale.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25834
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Ah! gli yield, gli yield...

Messaggio da leggereda I-Alex » sab 11 gen 2020, 09:52:14

Molto interessante grazie
Malpensa airport user

BAlorMXP
Messaggi: 1529
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO
Contatta:

Re: Ah! gli yield, gli yield...

Messaggio da leggereda BAlorMXP » sab 11 gen 2020, 10:08:50

Spunto molto interessante. Grazie Kitty


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

kco
Messaggi: 4627
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Ah! gli yield, gli yield...

Messaggio da leggereda kco » sab 11 gen 2020, 11:01:13

Si conferma che mxp ha numeri medi e proventi unitari medi, non abbastanza per avere un hub specie se dispersi il traffico su 3 scali... Come dice LH.
Su Roma è inutile parlare, i risultati si vedono da az. Un hub che sta in piedi se pagato dal contribuente.

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk

BAlorMXP
Messaggi: 1529
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO
Contatta:

Re: Ah! gli yield, gli yield...

Messaggio da leggereda BAlorMXP » sab 11 gen 2020, 11:21:22

kco ha scritto:Si conferma che mxp ha numeri medi e proventi unitari medi, non abbastanza per avere un hub specie se dispersi il traffico su 3 scali... Come dice LH.
Su Roma è inutile parlare, i risultati si vedono da az. Un hub che sta in piedi se pagato dal contribuente.

Inviato dal mio ANE-LX1 utilizzando Tapatalk

Yield comunque più alti della media con una discreta base laddove vi fosse l’intenzione di aprire le due città. Numeri comunque non tanto diversi rispetto agli hub “medi” di BRU, VIE e anche se non proprio troppo medio, MUC.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12891
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Ah! gli yield, gli yield...

Messaggio da leggereda malpensante » sab 11 gen 2020, 11:45:43

Dati che vogliono dire tutto e niente. In primo luogo ci sono le approssimazioni derivanti dai transiti, perché non c'è un modo "intelligente" di scomporre gli yield di un biglietto Chicago-Londra-Milano. Per convenzione si calcola il pro rata basandosi sulla lunghezza delle singole tratte, ma così facendo un itinerario con transito verso una destinazione a basso yield (es. ORD-LHR-FCO) abbassa lo yield medio calcolato per la tratta ORD-LHR.
Poi è ovvio che più alto è il mix J/Y e più alto è lo yield, ma si possono fare soldi anche con i passeggeri di Y, se il volo è pieno e i biglietti sono venduti bene, se l'aereo è configurato solo Y. Altrimenti i charter non sarebbero mai esistiti.

Alitalia ha una quota più bassa di posti J, il suo guaio è che non li riempie e che ha una stagionalità enorme. A influire sugli yield, oltre alla ricchezza delle nazioni, c'è la congestione aeroportuale. Gli yield di Heathrow si abbasserebbero se ci fossero altre piste, perché l'aumento dell'offerta farebbe scendere i prezzi. E poi c'è la politica del Paese, la Svizzera volente o nolente (e la Germania con le menate sui sorvoli per gli atterraggi a Kloten contribuisce) ha di fatto una politica restrittiva che serve a proteggere Swiss tenendo alti i prezzi.

Non è una novità che SEA sia risentita con SACBO perché la dà via gratis, come si dice in francese e l'abbandono di Malpensa da parte di Alitalia non solo ha obbligato SEA ad abbassare le pretese, ma ha stimolato un'offerta la cui espansione si è basata parecchio sull'economicità dei prezzi. Nonostante la forte attenzione alla qualità del prodotto, ho pochi dubbi che la strategia di Air Italy nella fase di startup conti molto sul prezzo.

Alla fine della fiera la determinante principale è la tipologia di traffico, perché i turisti si muovono quando ci sono le vacanze e c'è la bella stagione, quindi con picchi elevati e valli di vuoto, mentre per affari e altro ci si muove tutto l'anno. Poi ovviamente c'è, se c'è, il cargo.

P.S. La crescita recente degli aeroporti lombardi è in gran parte turistica, ma va bene perché prima l'inbound mancava e non si può dire che Londra e Parigi non abbiano turisti. Il guaio è quando ci sono solo quelli e si pretende di fare la linea aerea tradizionale.
Et exspecto resurrectionem mortuorum


Torna a “AEROPORTI NEL MONDO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti