presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

progetti e lavori in corso
KittyHawk
Messaggi: 5229
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda KittyHawk » gio 07 gen 2021, 11:13:58

Riguardo al rumore, se si cerca di paragonare quello nei pressi dell'aeroporto ai "disagi" di Milano, Varese o Como (???) si nota che anche qui non si ha il polso della situazione. Questo comunque è un problema riconosciuto nei pressi di tutti gli aeroporti del mondo, non considerarlo è impossibile.
I nuovi aeromobili civili sono molto silenziosi, e comunque molto più silenziosi di altri velivoli. Un paio di anni fa ero in visita in una delle più grandi basi USAF in Europa e mentre eravamo verso la testata pista sono atterrati un 747 cargo non di primo pelo e un F16. Mentre il 747 non si è quasi sentito, l'F16 era perfettamente udibile anche quando non era ancora in vista. Prova ad abitare nelle vicinanze di un aeroporto militare operativo e poi rimpiangerai Malpensa tutta la vita.

Nelle grandi città, dipende tutto da dove abiti. Io a Milano. Ho passato oltre 30 anni della mia vita a circa 300 metri da una caserma dei pompieri. Posso assicurati che attaccavano la sirena quasi prima ancora di aprire il portone, giorno e notte indistintamente. Dove abito adesso sono sotto le rotte di avvicinamento a MXP (di notte anche quelle di decollo cargo), dalla finestra vedo 6 corsie stradali di ingresso/uscita dalla città percorse dai milanes ariùs, ambulanze, pompieri, carabinieri e polizia in urgenza senza tregua e, per completare il quadro, non mi mancano neppure gli elicotteri del 118 a bassa quota, visto che l'ospedale dista un paio di chilometri in linea d'aria. Eppure in giardino ho gli scoiattoli e i ricci e volatili vari e non mi lamento.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13723
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda malpensante » gio 07 gen 2021, 13:56:54

Bisognerebbe allontanare i residenti dalle zone limitrofe all'aeroporto, come si fece, purtroppo solo parzialmente, a Case Nuove.

Chi vuole prende i soldi e scappa, chi non vuole resta e tace.

La serietà della situazione è ben spiegata dal fatto che, a Case Nuove, al posto delle case ora ci sono tanti alberghi, dove estranei vanno apposta a dormire, evidentemente riuscendoci, altrimenti quegli alberghi sarebbero sempre stati vuoti. Se ne deduce che i residenti sono delle lagne in cerca di commiserazione o di soldi.

Dove abito a Milano in parecchi decenni ho sentito il rumore dei tacchi di chi camminava sul marciapiede e l'abbaiare dei cani soltanto durante il lockdown primaverile 2020. Altrimenti da sempre, anche nelle giornate di blocco del traffico, di Stramilano o di Giro d'Italia c'è abbastanza rumore da dover tenere chiuse le finestre (doppi serramenti ciascuno con doppi vetri). Ciononostante la mia vicina di casa ha recentemente venduto il suo appartamento in meno di una settimana, perché se ti piace ci vieni, ci stai e ti adatti, altrimenti cambi zona. Sicuramente non stai a lamentarti o a pretendere che chiudano la strada alle auto o fermino i tram.

KL63
Messaggi: 2764
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda KL63 » ven 08 gen 2021, 08:19:58

Sarò brutale.
Ma quando i signori residenti hanno comprato casa sotto ai sentieri di decollo ed atterraggio o bord du piste, l'aeroporto c'era o no?
Sapevano i signori residenti che gli aerei fanno rumore ed inquinano o no (peraltro ora molto meno di una volta)?
Quando le amministrazioni comunali hanno fatto redigere i PRG e li hanno approvati in giunta, sapevano della presenza dell'aeroporto o no?
Quando incassavano gli oneri di urbanizzazione per le belle nuove residenze sapevano della presenza dell'aeroporto o no?
Non sapevano che fin dagli anni cinquanta dell'ultimo secolo si parlava della grande Malpensa o no?
Sapevano che un campo di volo con tanto di fabbrica di aeroplani esisteva a cascina Malpensa fin da prima della prima guerra mondiale o no?
Ed ora ci si lamenta?
Se compro casa lungo la tangenziale, la pago un po' meno, però mi becco sia il rumore che l'inquinamento.

MUSICA
Messaggi: 4021
Iscritto il: mar 24 nov 2009, 14:34:11

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda MUSICA » ven 08 gen 2021, 13:13:41

La vergogna italica (sì, solo nostra perché siamo un popolo di furbetti) si ripete.

Nonostante tutto hanno continuato ad approvare, costruire e vendere negli anni 70, 80, ma anche 90 e 2000 !!!!!!

Se andate in fondo alla 35L vedrete delle villette sul sentiero di discesa che hanno circa 20 anni o meno di vita.

A Tornavento, nel mezzo di un potenziale posto per la terza pista ci sono nuovi condomini, bar, ristorante e pizzeria !!!

La terza pista gliela farei (a filo ma ci sta con una via di rullaggio) a sinistra di DHl e la superstrada.
Eventualmente in fondo a Sud (se servisse) con una sopraelevata sopra la superstrada.

Bisogna finirla con la finta democrazia: 10-20 anche 100 o 1000 persone che precludono lo sviluppo di milioni di persone.

Se non capiamo questo saremo sempre più Maghreb (sì, in senso negativo di disordine ed arretratezza socio culturale)
che Europa.

Avatar utente
hal
Site Admin
Messaggi: 8283
Iscritto il: gio 04 ott 2007, 21:13:47
Località: MXP

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda hal » ven 08 gen 2021, 13:49:44

Sarò brutale.
Ma quando i signori residenti hanno comprato casa sotto ai sentieri di decollo ed atterraggio o bord du piste, l'aeroporto c'era o no?
Ricordo indelebile, credetemi.
Tanto tempo fa al seguito dei miei genitori arrivai da Busto in quel di Case Nuove (epico viaggio) per far visita ad una signora amica d'infanzia di mia madre. Non si vedevano da quando erano entrambe ragazze. Di fronte al rombo dei motori, mia madre chiese all'amica come facesse a sopportare tanto trambusto.
Risposta: " Non ti preoccupare, tra un anno due allargano l'aeroporto, hanno detto che ci daranno una pacca di soldi e ci rifaremo una casa nuova da altre parti. D'altronde abbiamo costruito qui perchè il terreno costava pochissimo".

Poi passammo a vedere la immagini in bianco/nero parecchio sfumate alla TV; trasmettevano un filmino d'un certo Abraham Zapruder girato a Dallas. Assassionio di Kennedy avvenuto in quei giorni...
Il maggior nemico della conoscenza non è l’ignoranza,
è la presunzione della conoscenza.


Stephen Hawking

Il_Residente
Messaggi: 93
Iscritto il: gio 13 set 2018, 14:30:45

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda Il_Residente » ven 08 gen 2021, 17:06:30

Sarò brutale.
Ma quando i signori residenti hanno comprato casa sotto ai sentieri di decollo ed atterraggio o bord du piste, l'aeroporto c'era o no?
Ricordo indelebile, credetemi.
Tanto tempo fa al seguito dei miei genitori arrivai da Busto in quel di Case Nuove (epico viaggio) per far visita ad una signora amica d'infanzia di mia madre. Non si vedevano da quando erano entrambe ragazze. Di fronte al rombo dei motori, mia madre chiese all'amica come facesse a sopportare tanto trambusto.
Risposta: " Non ti preoccupare, tra un anno due allargano l'aeroporto, hanno detto che ci daranno una pacca di soldi e ci rifaremo una casa nuova da altre parti. D'altronde abbiamo costruito qui perchè il terreno costava pochissimo".

Poi passammo a vedere la immagini in bianco/nero parecchio sfumate alla TV; trasmettevano un filmino d'un certo Abraham Zapruder girato a Dallas. Assassionio di Kennedy avvenuto in quei giorni...

Rispondo per punti.

Ho vissuto in vari luoghi sia all'estero che in Italia. Quando era a Milano mi trovavo su viale Fulvio Testi con le ambulanze del Niguarda a tutte le ore. Posso dire tranquillamente che il rumore non era minimamente paragonabile a una serie di aerei che ti sorvola il tetto. Se veramente pensate una cosa del genere evidentemente non avete il polso della situazione.

Che i nuovi aerei siano più silenziosi è vero (i vecchi e cari MD ce li ricordiamo benissimo), ma non è che se uno ti ha preso a calci nelle balle fino a ieri e oggi ti prende sberle ti dici "Ah che figata, ora sì che si sta meglio". :lol:

Le città intorno all'aeroporto ci sono da più tempo di Malpensa (a meno che non abbiano costruito castelli medievali ultimamente), che la pianificazione in Italia non esista non lo si scopre oggi, altrimenti non avremmo un Parco Naturale con all'interno un aeroporto.

Che le case/terreni costino poco attorno all'aeroporto è una balla, controllate pure i prezzi e comparateli con quelli dei paesi vicini.

Che i residenti si lamentino per ottenere dei soldi è un'altra balla gigantesca (ma veramente pensate che i cittadini si lamentino per avere qualche risarcimento?) al massimo quello lo fanno i sindaci/comuni per ottenere compensazioni visto che non hanno soldi (ed è tutta un'altra storia).

Può anche essere che qualcuno abbia approfittato della delocalizzazione, ma in ogni caso questa è avvenuta solo a Case Nuove (e in parte a Lonate) quindi anche qui stiamo parlando di numeri minimi.
Hal, da piccolo ha frequentato brutta gente, mi creda :D

Per concludere, a me sinceramente di convincere qualcuno qui dentro frega meno di niente. Il mio obiettivo è sempre stato quello di dare il punto di vista di qualcuno che vive nel territorio. Se volete convincervi che gli aerei non si sentano fate pure. :lol:

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13723
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda malpensante » ven 08 gen 2021, 17:20:03

Anche il Parco Naturale è nato dopo l’aeroporto, più di mezzo secolo dopo. Mi chiedo a che cosa pensassero quando non ne hanno tenuto conto. Deve essere stata una delle tante cretinate massimaliste dei poco favolosi anni ‘70.

Il_Residente
Messaggi: 93
Iscritto il: gio 13 set 2018, 14:30:45

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda Il_Residente » ven 08 gen 2021, 17:30:47

Anche il Parco Naturale è nato dopo l’aeroporto, più di mezzo secolo dopo. Mi chiedo a che cosa pensassero quando non ne hanno tenuto conto. Deve essere stata una delle tante cretinate massimaliste dei poco favolosi anni ‘70.
Dopo l'aeroporto, ma prima dell'approvazione dell'ampliamento per Malpensa 2000 (che è degli anni '80).
Da una parte progettavano un hub e dall'altra istituivano un Parco Naturale, cosa poteva andare storto?

Avatar utente
hal
Site Admin
Messaggi: 8283
Iscritto il: gio 04 ott 2007, 21:13:47
Località: MXP

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda hal » ven 08 gen 2021, 18:36:52

Immagine
Riporto la didascalia in alto a dex

Elaborazione inviata al ministero dei trasporti Febbraio 1972
a seguito delle determinazioni del Consiglio Superiore
del LLPP del 17/12/1971

Conclusione,,,, dell'ampliamento dell'aeroporto si parlava già dalla metà anni 60.

Sig Residente le sue effermazioni mi fanno sorgere il sospetto (solo sospetto, per carità) che non conosca bene il perchè l'aeroporto sia dov'è.
Gli strumenti per colmare tale (eventuale) lacuna sono facilmente reperibili.

La rassicuro che le mie frequentazioni da ragazzo (non piccolo! Almeno ragazzo) non hanno determinato nessun degrado fisico/etico/morale. Ho raccontato un episodio assolutamente vero. Se tale accadimento non rientra nei suoi canoni, spiace, è un problema che non mi riguarda. :mrgreen:

Chiuso excursus storico.
Il maggior nemico della conoscenza non è l’ignoranza,
è la presunzione della conoscenza.


Stephen Hawking

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13723
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda malpensante » ven 08 gen 2021, 18:46:28

Dopo l'aeroporto, ma prima dell'approvazione dell'ampliamento per Malpensa 2000 (che è degli anni '80).
Da una parte progettavano un hub e dall'altra istituivano un Parco Naturale, cosa poteva andare storto?
Visto che l’aeroporto esisteva dagli inizi del secolo ed era l’unico con due piste a nord di Roma e nella zona economicamente più importante del Paese, includere l’aeroporto e l’area ai suoi confini nel Parco è stata una imperdonabile idiozia, ma nel 1974 si sognava la Rivoluzione e nulla di logico andava di moda.

Dopo quasi cinquant’anni però sarebbe il caso di smettere di menarsela. Il Parco va dal lago Maggiore al Po e non sono i quattro chilometri di aeroporto che lo compromettono, se non per gli esaltati come certi Jimmy a Casorate.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26529
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda I-Alex » ven 08 gen 2021, 19:06:17

visto che i prezzi a Nord di Malpensa (dove gli aerei radenti fanno svegliare Il Residente e i residenti dei paesi) mi chiedo perché allora non vendano casa e non si rifugino in zone assai più tranquille.

Se si passa il ponte di Oleggio, a Cameri o Mezzomerico i prezzi sono persino da super affare!

Andare a vedere le mappe degli anni 70 (ci sono persino fotografie aeree che se ho tempo cercherò di recuperare)... a dir poco c'era 40% in meno di abitazioni

@Hal

Confemo su Casenuove, ai miei genitori negli anni '80 una amica che abitava nella frazione continuava a invitarli alla Domenica per fargli comprare i terreni, prezzi irrisori...
Mio padre era scettico sia per la scomodità sia perché si parlava da tempo della grande Malpensa... "ma stai tranquillo che al massimo ti danno i soldi per andare via e ti pagano bene..."

Ovviamente non era così stolto da cascarci e nemmeno così sfacciato da provarci, in compenso io passavo i pomeriggi a bordo rete a vedere e sentire quei mezzi volanti, se andava bene un paio a Domenica
Malpensa airport user

KL63
Messaggi: 2764
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda KL63 » ven 08 gen 2021, 19:44:12

Nemmeno io devo convincere qualcuno.
L'espansione urbanistica intorno all'aeroporto, a questo, ma anche ad altri, compreso Linate, è stata scellerata, ma ci si lamenta seriamente sempre e solo di Malpensa.
Io ho due amici, uno che abita a San Donato, vista laghetto, quindi in corto finale della pista e l'altro a Milano 2 a Segrate. Entrambi sono interessati dal rumore provocato dagli aeroplani di Linate, ma non li ho mai sentiti lamentarsi.
Pensa che da quello di Milano 2 ci facevamo delle bellissime grigliate (prima del Covid) sul lastrico solare che ha, con contorno di kerosene e rumore.
Detto questo che ci fossero dei vecchi paesi, prima dell'aeroporto è noto, ma il grosso dell'urbanizzazione è avvenuta in anni recenti e comunque dopo che c'era Malpensa ed erano noti i suoi piani di espansione.
Io sarei stato contrario a pagare più del prezzo di mercato della sua casa a chi è stato "delocalizzato", perché in tantissimi hanno fatto i furbi.
E comunque l'interesse di pochi dovrebbe venire dopo l'interesse di molti, ed avere un grande aeroporto che ci connetta direttamente con il mondo, dovrebbe essere interesse di tutti.
Quando i signori residenti comprano qualcosa ci pensano che magari quel qualcosa arriva dalla Cina o no? E quanto ha inquinato quel qualcosa per arrivare dalla Cina ed essere colà prodotto?
Torniamo tutti ad una bella economia medievale come nei bei tempi antichi.

Avatar utente
hal
Site Admin
Messaggi: 8283
Iscritto il: gio 04 ott 2007, 21:13:47
Località: MXP

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda hal » ven 08 gen 2021, 20:45:10

Poi prometto mi ritiro:

Immagine

Immagine

Immagine
Il maggior nemico della conoscenza non è l’ignoranza,
è la presunzione della conoscenza.


Stephen Hawking

MXP3000
Messaggi: 1046
Iscritto il: sab 29 dic 2007, 15:53:46
Località: DFW metroplex - USA

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda MXP3000 » sab 09 gen 2021, 07:46:52

Rispondo per punti.

Ho vissuto in vari luoghi sia all'estero che in Italia. Quando era a Milano mi trovavo su viale Fulvio Testi con le ambulanze del Niguarda a tutte le ore. Posso dire tranquillamente che il rumore non era minimamente paragonabile a una serie di aerei che ti sorvola il tetto. Se veramente pensate una cosa del genere evidentemente non avete il polso della situazione.

Può anche essere che qualcuno abbia approfittato della delocalizzazione, ma in ogni caso questa è avvenuta solo a Case Nuove (e in parte a Lonate) quindi anche qui stiamo parlando di numeri minimi.
Hal, da piccolo ha frequentato brutta gente, mi creda :D

Per concludere, a me sinceramente di convincere qualcuno qui dentro frega meno di niente. Il mio obiettivo è sempre stato quello di dare il punto di vista di qualcuno che vive nel territorio. Se volete convincervi che gli aerei non si sentano fate pure. :lol:
Residente, vieni qui negli USA a vedere nelle citta' che cosa e' il rumore e poi ne riparliamo.
Abituarsi a lamentarsi troppo fa male perche' diventa un vizio (anche se un po' di fastidio puo' esserci).

Ho abitato per due anni e mezzo in uptown Dallas (Texas) esattamente sul sentiero di decollo e atterraggio dell'aeroporto di "Dallas - Love Field", aeroporto cittadino usato dalla Southwest Airlines (maggiore compagnia low cost americana). Voli parecchi, rumore ovviamente un po', ma ne' io ne' nessuno altro ha mai osato lamentarsi.
Francamente parlando, esageri.

Anzi, e' un po' una vergogna che penalizziate con consumo di carburante aggiuntivo le compagnie aeree per richieste eccessive (da parte dei comuni) in termini di rotte antirumore. Ma tu pensi che al Dallas Love Field gli aerei girino solo per non far rumore sulla citta'? No! Tirano dritti come nulla fosse lungo la rotta dritta e ottimale.
E non solo: all'epoca (6 anni fa) moltissimi degli aerei erano 737 della serie 300 che sono molto piu' rumorosi dell'aereo medio che parte da MXP oggigiorno.

Il mio suggerimento e' quello di rilassarti, e vedrai che a poco a poco il rumore, col lungo andare sempre piu' ridotto grazie ad aerei piu' moderni, diventera' un'innocua abitudine. Pensarci troppo fa male.
MXP3000... sognando un hub...

easyMXP
Messaggi: 4577
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda easyMXP » sab 09 gen 2021, 11:05:48

Le città intorno all'aeroporto ci sono da più tempo di Malpensa (a meno che non abbiano costruito castelli medievali ultimamente), che la pianificazione in Italia non esista non lo si scopre oggi, altrimenti non avremmo un Parco Naturale con all'interno un aeroporto.

Che le case/terreni costino poco attorno all'aeroporto è una balla, controllate pure i prezzi e comparateli con quelli dei paesi vicini.
I paesi immediatamente intorno all'aeroporto ci sono da prima dell'aeroporto (chiesa e quattro case in croce), ma il grosso delle case è degli ultimi 40 anni (villetta selvaggia anni 80 e 90 e condominio prezzi da urlo poi). Comprare casa lì e poi lamentarsi è da imbecilli.

Però il tuo post involontariamente dà una chiave di lettura diversa: se i prezzi sono in linea con quelli dei paesi non disturbati dal rumore, evidentemente alla stragrande maggioranza delle persone il rumore non dà fastidio.
Quindi che la ristretta minoranza metta i vetri antirumore, al posto di pretendere che il principale aeroporto del nord Italia venga castrato per loro.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13723
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda malpensante » sab 09 gen 2021, 11:19:44

Però il tuo post involontariamente dà una chiave di lettura diversa: se i prezzi sono in linea con quelli dei paesi non disturbati dal rumore, evidentemente alla stragrande maggioranza delle persone il rumore non dà fastidio.
Quindi che la ristretta minoranza metta i vetri antirumore, al posto di pretendere che il principale aeroporto del nord Italia venga castrato per loro.
Quindi che la ristretta minoranza venda la propria casa e ne compri un'altra più lontano dall'aeroporto, non perderebbe soldi se i prezzi sono uguali.

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1807
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda mattaus313 » sab 09 gen 2021, 17:29:03

Il problema vero è che per come si sono sviluppate le cose un ampliamento significativo dell'aeroporto non poterebbe comunque benefici diretti proporzionali ai cittadini e più in generale al territorio. Prima di poter parlare di "castrare" l'aeroporto è necessario che quest'ultimo abbia vagamente all'orizzonte una concreta saturazione.

Il masterplan 2035 riporta una capacità attuale di 290k mov/anno, nel 2019 ce ne sono stati 234k con il bridge, e con miglioramenti sull'infrastruttura attuale, si legge sempre sullo stesso documento, che si potrebbe arrivare a 350k mov/anno. Chiaramente servirebbero i dovuti distinguo dal momento che il traffico non è uniforme ne durante la giornata ne durante l'anno. Sempre cercando in rete però da alcuni documenti Sea emerge come l'utilizzo delle piste durante i picchi sia poco sopra l'80%. Parlare di picchi però ha senso - soprattutto - se c'è in gioco l'approdo di un hub carrier, e visti gli sviluppi degli ultimi vent'anni e le incertezze dei prossimi (almeno) dieci direi che le lamentele (condivisibili o meno) dei residenti supportano abbastanza bene l'idea di non sprecare ulteriori soldi pubblici inutilmente, dato che ahimè ci sono già altre partite aperte (non necessariamente anch'esse giustificabili).
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Avatar utente
D960
Messaggi: 1361
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda D960 » sab 09 gen 2021, 17:46:18

Il problema vero è che per come si sono sviluppate le cose un ampliamento significativo dell'aeroporto non poterebbe comunque benefici diretti proporzionali ai cittadini e più in generale al territorio. Prima di poter parlare di "castrare" l'aeroporto è necessario che quest'ultimo abbia vagamente all'orizzonte una concreta saturazione.

Il masterplan 2035 riporta una capacità attuale di 290k mov/anno, nel 2019 ce ne sono stati 234k con il bridge, e con miglioramenti sull'infrastruttura attuale, si legge sempre sullo stesso documento, che si potrebbe arrivare a 350k mov/anno. Chiaramente servirebbero i dovuti distinguo dal momento che il traffico non è uniforme ne durante la giornata ne durante l'anno. Sempre cercando in rete però da alcuni documenti Sea emerge come l'utilizzo delle piste durante i picchi sia poco sopra l'80%. Parlare di picchi però ha senso - soprattutto - se c'è in gioco l'approdo di un hub carrier, e visti gli sviluppi degli ultimi vent'anni e le incertezze dei prossimi (almeno) dieci direi che le lamentele (condivisibili o meno) dei residenti supportano abbastanza bene l'idea di non sprecare ulteriori soldi pubblici inutilmente, dato che ahimè ci sono già altre partite aperte (non necessariamente anch'esse giustificabili).
A me ricorda tanto quelli che non vogliono il quadruplicamento della Rho-Gallarate ''perché ci sono fasce libere''. In realtà non funziona così, perché se alla fine esistono i picchi è perché la domanda è più alta in quelle fasce orarie, indipendentemente dalla presenza di un hub carrier, la cui presenza aggraverebbe la situazione. Certamente ora come ora non serve in virtù del Covid, ma il periodo del Bridge si è rilevato utile per effettuare degli stress test. Non consideri poi che all'aumentare della saturazione della capacità, l'efficienza della struttura diminuisce, ovvero maggiori ritardi e quindi ulteriori soldi che i vettori devono spendere. Si chiama dimensionamento per un motivo e non dev'essere al ribasso. Volente o nolente la struttura crescerà, con o senza benedizione dei territori attorno.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1807
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda mattaus313 » sab 09 gen 2021, 18:16:18

Chiaramente servirebbero i dovuti distinguo dal momento che il traffico non è uniforme ne durante la giornata ne durante l'anno. Sempre cercando in rete però da alcuni documenti Sea emerge come l'utilizzo delle piste durante i picchi sia poco sopra l'80%.
Lato mio, ti invito a rileggere, ne ho tenuto conto. Evidentemente la saturazione in quei picchi non è tale da giustificare ad oggi l'investimento. In SEA, come in tante altre realtà, credo che degli errori siano stati commessi, ma personalmente reputo il masterplan al 2035 sensato. Ripeto, di hub carrier all'orizzonte non se ne vedono, quindi a Malpensa rimangono sostanzialmente tre tipologie di compagnie: LCC, FSC e Cargo.

Le prime sono nate per rivolgersi ad una clientela price sensitive abituata a "orari poco felici" (per non dire altro), il fatto che poi a Milano abbiano saputo intercettare più per carenze altrui che per meriti propri un traffico con maggiore capacità di spesa è un altro discorso. Per quanto spendi però, sai che se viaggi con alcune compagnie l'orario folle comunque lo metti in conto.

Le FSC aspirano, punto. E il loro modello di business non potrà mai apportare vantaggi concreti ad un territorio che servono se non una frequenza e qualche posto di lavoro in più ma che neanche lontanamente giustifica determinati investimenti.

Sul cargo nemmeno penso ci sia molto da dire, cosi come aggiungo, il charter.

Quindi no, non è la stessa cosa. La Rho-Gallarate è vicina alla saturazione completa e letteralmente in crisi nei picchi, quindi è fuori discussione che in quel caso un quadruplicamento è necessario e i residenti dovrebbero capire che sono i primi beneficiari di un potenziamento della Linea.

Malpensa è ben lontana dal considerarsi satura, al momento non ci sono grosse prospettive di andare in stress soprattutto dal momento in cui il mix di utilizzatori che si è visto durante il bridge difficilmente sarà replicabile in un orizzonte concreto.
Ribadisco, credo che questo masterplan sia stato fatto con un pò di sale in zucca. E' credibile.
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Avatar utente
D960
Messaggi: 1361
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda D960 » dom 10 gen 2021, 21:28:36

La terza pista è stata momentaneamente messa in stand-by non solo perché SEA tende ad andare al risparmio ma anche perché il masterplan uscito potesse essere più facilmente accolto. Il tuo ragionamento mi sta bene fino a un certo punto ma è rigoroso e da manuale, soprattutto non considera la poca celerità con cui le opere sono implementate. Per riportare un esempio, anni fa proprio su questo forum ci si chiedeva se sarebbe servito il terzo/terzo dopo il dehub di Alitalia; alla fine ci si è ritrovati nell'ultimo triennio con i passeggeri che aumentavano a botte di 2 milioni fino a non trovare spazio per i wb nelle fasce orarie di punta. Per quanto mi riguarda, sono dell'opinione di investire oggi per domani e non arrivare con l'acqua alla gola e sentire il fiato sul collo, idem per quanto riguarda il T1XL.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26529
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda I-Alex » lun 11 gen 2021, 07:05:48

La terza pista è stata momentaneamente messa in stand-by non solo perché SEA tende ad andare al risparmio ma anche perché il masterplan uscito potesse essere più facilmente accolto. Il tuo ragionamento mi sta bene fino a un certo punto ma è rigoroso e da manuale, soprattutto non considera la poca celerità con cui le opere sono implementate. Per riportare un esempio, anni fa proprio su questo forum ci si chiedeva se sarebbe servito il terzo/terzo dopo il dehub di Alitalia; alla fine ci si è ritrovati nell'ultimo triennio con i passeggeri che aumentavano a botte di 2 milioni fino a non trovare spazio per i wb nelle fasce orarie di punta. Per quanto mi riguarda, sono dell'opinione di investire oggi per domani e non arrivare con l'acqua alla gola e sentire il fiato sul collo, idem per quanto riguarda il T1XL.
concordo in pieno, si chiama programmazione che nel campo dell'aviazione e delle grandi opere non puoi fare oggi per domani e fermarti ai progetti per dopodomani.
Malpensa airport user

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1807
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda mattaus313 » lun 11 gen 2021, 10:21:12

Infatti mi sembra di aver detto che trovo il master plan 2020-2035 equilibrato. Garantisce capacità aggiuntiva quanto basta a coprire il fabbisogno dell'aeroporto nel periodo indicato, senza contare che tolta AirItaly si è liberato spazio. Inoltre non vedo molti vettori interessati ad aprire. Chiaramente, questo non esclude che in un futuro qualcuno possa auspicabilmente aggiungersi alla lista, ma ciò non determina una impellente necessità di ulteriori piazzole in cat. E. Dopo i 787 e i 350 non sono stati ancora introdotti sul mercato WB più efficienti e a Malpensa non si è insediato nessun vettore capace di inserirsi in una delle JV e alimentare massivamente dei partner, quindi su quel fronte purtroppo si seguiranno i normali trend di mercato che sono ben lontani dal rendere necessari ulteriori JB per WB in quantità. Sicuramente il satellite D, se realizzato, dovrebbe bastare per un bel po'.
Sulla crescita di Malpensa ultimamente hanno inciso molto le LCC e da quel lato i remoti non mancano.

Inviato dal mio ONEPLUS A6013 utilizzando Tapatalk

"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Il_Residente
Messaggi: 93
Iscritto il: gio 13 set 2018, 14:30:45

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda Il_Residente » lun 11 gen 2021, 12:09:35

Ultimo post sull'argomento poi vi lascio al vostro confronto.

Io mi sono permesso, partendo da un post che parlava del rapporto aeroporti/comuni limitrofi, di dirvi quale sono le criticità più sentite: traffico, ambiente e inquinamento acustico.
Ognuno può giustamente disinteressarne o minimizzali, ma non si può far finta che non esistano altrimenti certi atteggiamenti dei Comuni limitrofi divengono incomprensibili.

Potete convincerci che degli aerei che passano sopra l'abitazione abbiano lo stesso impatto acustico dei tram e di una corsa podistica, ma non è vero è il problema sarà sempre lì. Potete dire che questo problema ce l'ha solo Malpensa, ma basta inserire il nome di qualsiasi aeroporto seguito da "noise" su internet e vedrete che ovunque ci sono le stesse dinamiche.
Per quanto riguarda i prodotti "cinesi" dei residenti è molto più probabile che siano arrivati via mare che in aereo, o forse sono arrivati a Duisburg via treno.

Possiamo disquisire se siano nate prima le città, il Parco o l'aeroporto, ma ad oggi sono tutti lì e nessuno di questi è abusivo quindi non cambia nulla. Senza alcuna polemica, le lettere inviate da Hal sono da parte di SEA verso un Comune, dimostrano sicuramente che erano presenti dei progetti (questo è assodato), ma un'azienda non può vincolare un Comune a non costruire in aree di sua competenza (anche perché ogni giunta poi fa il suo PGT e lo varia a piacere), quello può farlo lo Stato che è il vero assente in tutta la questione.

Detto questo, Malpensa ad oggi e nel prossimo futuro è un'aeroporto che può gestire il traffico che gli è richiesto. La terza pista al momento è un costo ambientale e economico inutile. Su Linate non ci sono previsioni di chiusura, quindi è inutile starne a parlare, e mi pare che comunque il Bridge abbia dimostrato che i passeggeri non si riverserebbero tutti a Malpensa.

Con il tempo sono certo che la tecnologia ci porterà ad aerei silenziosi e con impatto ambientale quasi nullo, quindi i problemi si attenueranno, ma ad oggi questa è la situazione.

Buona giornata

milmxp
Messaggi: 1723
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda milmxp » lun 11 gen 2021, 14:01:58

Infatti mi sembra di aver detto che trovo il master plan 2020-2035 equilibrato. Garantisce capacità aggiuntiva quanto basta a coprire il fabbisogno dell'aeroporto nel periodo indicato, senza contare che tolta AirItaly si è liberato spazio. Inoltre non vedo molti vettori interessati ad aprire. Chiaramente, questo non esclude che in un futuro qualcuno possa auspicabilmente aggiungersi alla lista, ma ciò non determina una impellente necessità di ulteriori piazzole in cat. E. Dopo i 787 e i 350 non sono stati ancora introdotti sul mercato WB più efficienti e a Malpensa non si è insediato nessun vettore capace di inserirsi in una delle JV e alimentare massivamente dei partner, quindi su quel fronte purtroppo si seguiranno i normali trend di mercato che sono ben lontani dal rendere necessari ulteriori JB per WB in quantità. Sicuramente il satellite D, se realizzato, dovrebbe bastare per un bel po'.
Sulla crescita di Malpensa ultimamente hanno inciso molto le LCC e da quel lato i remoti non mancano.

Inviato dal mio ONEPLUS A6013 utilizzando Tapatalk
In realtà le LC di norma usavano (e oggi ancora di più) le piazzole dei finger con imbarco a piedi togliendole alle compagnie FSC che spesso erano ai remoti.
Il problema si accentuerà notevolmente se easyJet rimarrà al T1, per cui, a mio avviso, anche un satellite D potrebbe non essere sufficiente (ma anche senza U2, ipotizzando un ritorno del traffico ai livelli del 2019).
Una via di mezzo sarebbe avere il sat B bisex in modo da poter usare i gate per schengen e non schengen in base alle necessità.
Lasciando perdere la situazione eccezionale di adesso, gli investimenti vanno fatti per tempo e non sempre correndo all'ultimo (e nel mentre ci si accontenta di quello che c'è). A maggior ragione se già con un'operatività a regime si è dimostrato che ci sono criticità.
Non è che perché non arriva un Hub carrier, allora si deve lasciare l'aeroporto così com'è o fare le cose al minimo.

MUSICA
Messaggi: 4021
Iscritto il: mar 24 nov 2009, 14:34:11

Re: presentato nuovo Masterplan Mxp 2035

Messaggio da leggereda MUSICA » mar 12 gen 2021, 23:46:31

l
Ultima modifica di MUSICA il mer 13 gen 2021, 00:46:47, modificato 2 volte in totale.


Torna a “PROGETTI e CANTIERI”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti