Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

progetti, cantieri futuri e lavori in corso a Mxp
I-GABE
Messaggi: 988
Iscritto il: sab 23 mag 2009, 18:35:41
Località: London, UK

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda I-GABE » ven 02 nov 2018, 22:15:45

Continuiamo a riferirci a quanto di peggio come riferimento e vedrete che saremo tutti sempre contenti!

Suvvia: abbiamo ambizioni internazionali di primo livello? E allora cerchiamo di esigere il meglio!


Sent from my iPhone using Tapatalk

romaneeconti
Messaggi: 1849
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda romaneeconti » ven 02 nov 2018, 22:49:59

Se per qualcuno Malpensa e' a posto cosi' non e' un problema. L'importante sono i numeri che crescono con le infrastrutture aeroportuali che restano al palo….cosi' i passeggeri pagano,non hanno servizi adeguati, sono tutti dei pirloni e debbono star zitti...idem le Compagnie, che sbarcano a Malpensa in quantita' industriale anche senza pontili per l'imbarco. Volemose bene!

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2676
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda belumosi » sab 03 nov 2018, 09:14:44

I-Alex ha scritto:Forse qualcuno è troppo giovane e qualcun altro ha memoria corta ma fino al 2007 (e in parte 2008) Malpensa era hub di Alitalia e gli imbarchi erano frequenti coi bus che portavano i passeggeri ai WB posteggiati intorno allo scheletro del sat Nord attuale o ai remoti dalla torre a cargo city..
Oggi giorno siamo diventati così schizzinosi se qualche volo verrà imbarcato o sbarcato ai remoti?

Quoto. Nel 2007 si sono gestiti 268k movimenti contro i 192k di quest'anno. E senza il 3°molo del T1.
I problemi sono ai filtri della sicurezza (che SEA utilizza in quantità morigerata) e al controllo passaporti, dove verranno ridotti grazie ai nuovi varchi automatizzati.
Terrei anche presente che l'attuale crescita a 2 cifre di MXP, è anche frutto di eventi non ripetibili.
FR (e qualcosina IG) è senz'altro l' artefice del boom sul nazionale, dove il +26.6% di pax dei primi 9 mesi del 2018, fa seguito all'altrettanto rampante +18.9% dello stesso periodo del 2017. Ma una volta stabilizzati gli operativi e i prezzi, la crescita sarà presumibilmente a livelli più ridotti.
E una riduzione della crescita si è già verificata sull'internazionale dove negli stessi periodi è passata dal +14.3% del 2017 all'attuale +8.2%.
Terrei anche presente che LIN ben difficilmente resterà sottoutilizzato per sempre.
L'offerta di U2 per AZ, secondo me nasconde la volontà di acquistare un ramo d'azienda della compagnia italiana con attaccati tutti gli slot di LIN tranne quelli necessari per la navetta (presumibilmente ridotta). E trasferire tutto o quasi da MXP a LIN, per tentare di riprendersi quegli yield che l'arrivo di FR a MXP ha fatto precipitare.
Vista da AZ, una prospettiva del genere avrebbe solo vantaggi: potrebbe monetizzare slot per lei non strategici, togliere tutto il traffico pregiato nazionale/europeo ad IG e impedire alle altre major di aumentare i feed da LIN.
Va da se che in quel caso a MXP ci sarebbe il T2 semivuoto e non servirebbe costruire nulla.
Infine aggiungo che SEA potrebbe trovare più conveniente riempire entrambi gli scali senza spendere nulla, piuttosto che puntare sul sempre più incerto hub di IG.
In ogni caso prima di fare qualsiasi cosa, è opportuno aspettare la stabilizzazione di AZ. Perchè le scelte che verranno fatte, si ripercuoteranno giocoforza anche sugli scali milanesi.

kco
Messaggi: 4262
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda kco » sab 03 nov 2018, 09:22:43

belumosi ha scritto:
I-Alex ha scritto:Forse qualcuno è troppo giovane e qualcun altro ha memoria corta ma fino al 2007 (e in parte 2008) Malpensa era hub di Alitalia e gli imbarchi erano frequenti coi bus che portavano i passeggeri ai WB posteggiati intorno allo scheletro del sat Nord attuale o ai remoti dalla torre a cargo city..
Oggi giorno siamo diventati così schizzinosi se qualche volo verrà imbarcato o sbarcato ai remoti?

Quoto. Nel 2007 si sono gestiti 268k movimenti contro i 192k di quest'anno. E senza il 3°molo del T1.
I problemi sono ai filtri della sicurezza (che SEA utilizza in quantità morigerata) e al controllo passaporti, dove verranno ridotti grazie ai nuovi varchi automatizzati.
Terrei anche presente che l'attuale crescita a 2 cifre di MXP, è anche frutto di eventi non ripetibili.
FR (e qualcosina IG) è senz'altro l' artefice del boom sul nazionale, dove il +26.6% di pax dei primi 9 mesi del 2018, fa seguito all'altrettanto rampante +18.9% dello stesso periodo del 2017. Ma una volta stabilizzati gli operativi e i prezzi, la crescita sarà presumibilmente a livelli più ridotti.
E una riduzione della crescita si è già verificata sull'internazionale dove negli stessi periodi è passata dal +14.3% del 2017 all'attuale +8.2%.
Terrei anche presente che LIN ben difficilmente resterà sottoutilizzato per sempre.
L'offerta di U2 per AZ, secondo me nasconde la volontà di acquistare un ramo d'azienda della compagnia italiana con attaccati tutti gli slot di LIN tranne quelli necessari per la navetta (presumibilmente ridotta). E trasferire tutto o quasi da MXP a LIN, per tentare di riprendersi quegli yield che l'arrivo di FR a MXP ha fatto precipitare.
Vista da AZ, una prospettiva del genere avrebbe solo vantaggi: potrebbe monetizzare slot per lei non strategici, togliere tutto il traffico pregiato nazionale/europeo ad IG e impedire alle altre major di aumentare i feed da LIN.
Va da se che in quel caso a MXP ci sarebbe il T2 semivuoto e non servirebbe costruire nulla.
Infine aggiungo che SEA potrebbe trovare più conveniente riempire entrambi gli scali senza spendere nulla, piuttosto che puntare sul sempre più incerto hub di IG.
In ogni caso prima di fare qualsiasi cosa, è opportuno aspettare la stabilizzazione di AZ. Perchè le scelte che verranno fatte, si ripercuoteranno giocoforza anche sugli scali milanesi.
Giusto, Sea avrebbe convenienza a impalarsi portando Linate a 20ml di passeggeri e azzerare tutto il lungo raggio su Malpensa. Tanto a Linate ci si gira comodi comodi, un terminal del genere merita almeno 30ml di pax, per l occasione faremo 20.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2676
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda belumosi » sab 03 nov 2018, 09:44:51

kco ha scritto:Giusto, Sea avrebbe convenienza a impalarsi portando Linate a 20ml di passeggeri e azzerare tutto il lungo raggio su Malpensa. Tanto a Linate ci si gira comodi comodi, un terminal del genere merita almeno 30ml di pax, per l occasione faremo 20.

U2 a LIN sarebbe ininfluente sul LR a MXP. Semmai potrebbe essere un argine verso nuovi feed più solido di quello attuale by AZ.
L'unica a pagare un prezzo, sarebbe probabilmente IG, condannata a trasportare pax nazionali/europei a 30€ a botta. Cosa chiaramente insostenibile.

kco
Messaggi: 4262
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda kco » sab 03 nov 2018, 10:28:14

belumosi ha scritto:
kco ha scritto:Giusto, Sea avrebbe convenienza a impalarsi portando Linate a 20ml di passeggeri e azzerare tutto il lungo raggio su Malpensa. Tanto a Linate ci si gira comodi comodi, un terminal del genere merita almeno 30ml di pax, per l occasione faremo 20.

U2 a LIN sarebbe ininfluente sul LR a MXP. Semmai potrebbe essere un argine verso nuovi feed più solido di quello attuale by AZ.
L'unica a pagare un prezzo, sarebbe probabilmente IG, condannata a trasportare pax nazionali/europei a 30€ a botta. Cosa chiaramente insostenibile.
Non conta nulla adesso, ma in un mondo in cui FR sperimenta sempre di più i transiti potrebbe diventare importante fra qualche anno. E comunque non condivido l opinione secondo la quale con U2 a Linate questa riuscirebbe a trasportare tutto quello che fa oggi AZ più tutto tutto il T2. E non condivido manco che Linate abbia questi sterminati margini di crescita da dire che oggi è sotto utilizzato. Il terminal è e rimarrà piccolo e voglio vedere infilarci 18ml di pax perché questo vuol dire fare la somma di T2 e Linate. Sempre poi che U2 si pappi AZ e francamente non credo.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 11940
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda malpensante » sab 03 nov 2018, 11:00:13

Dovendo scegliere di che morte morire, uno spezzatino di Alitalia che dia slot di Linate a easyJet sarebbe il minore dei mali, perché:

1) leverebbe ad Alitalia l'enorme peso politico che ha a Linate direttamente e su tutto il sistema lombardo indirettamente
2) sarebbe la soluzione che che più di tutte farebbe di Linate un aeroporto point-to-point e non l'aspirapolvere di un sistema di hub esteri
3) aumenterebbe il numero di passeggeri all'Idroscalo di una bella cifra, ma senza diminuire i passeggeri intercontinentali con fughe da Linate.
Worldwide by easyJet non sarà mai come un feed e, se lo diventasse, lo stesso avverrebbe anche a Malpensa
4) non credo che nel lungo periodo ci sarebbe un trasloco di pax easyJet da Malpensa a Linate
5) si tratterebbe di una mossa difensiva contro Ryanair, che a sua volta dovrebbe investire di più a Malpensa (e meno a Bergamo).
6) ovviamente meglio Linate a easyJet che a Lufthansa
7) SEA sarebbe più competitiva rispetto a SACBO
And Malpensa is going to be our Hub

romaneeconti
Messaggi: 1849
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda romaneeconti » sab 03 nov 2018, 11:05:33

Belumosi scusa, ma sei tu che hai scritto simil post? fatico a crederci…. :ciao:

romaneeconti
Messaggi: 1849
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda romaneeconti » sab 03 nov 2018, 11:08:26

malpensante ha scritto:Dovendo scegliere di che morte morire, uno spezzatino di Alitalia che dia slot di Linate a easyJet sarebbe il minore dei mali, perché:

1) leverebbe ad Alitalia l'enorme peso politico che ha a Linate direttamente e su tutto il sistema lombardo indirettamente
2) sarebbe la soluzione che che più di tutte farebbe di Linate un aeroporto point-to-point e non l'aspirapolvere di un sistema di hub esteri
3) aumenterebbe il numero di passeggeri all'Idroscalo di una bella cifra, ma senza diminuire i passeggeri intercontinentali con fughe da Linate.
Worldwide by easyJet non sarà mai come un feed e, se lo diventasse, lo stesso avverrebbe anche a Malpensa
4) non credo che nel lungo periodo ci sarebbe un trasloco di pax easyJet da Malpensa a Linate
5) si tratterebbe di una mossa difensiva contro Ryanair, che a sua volta dovrebbe investire di più a Malpensa (e meno a Bergamo).
6) ovviamente meglio Linate a easyJet che a Lufthansa
7) SEA sarebbe più competitiva rispetto a SACBO

M.,onestamente credi anche tu realizzabile quanto scrivi e prima ancora quanto ha scritto Belumosi?

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2676
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda belumosi » sab 03 nov 2018, 11:51:51

romaneeconti ha scritto:Belumosi scusa, ma sei tu che hai scritto simil post? fatico a crederci…. :ciao:
E' solo uno dei possibili scenari. Credo che il punto fermo di ogni ragionamento debba essere che gli slot di LIN hanno un valore. Non illimitato, sia chiaro, ma un valore economico ce l'hanno.
Se AZ non riesce ad usarli profittevolmente in proprio, l'unica alternativa è cederli.
E siccome non credo che possa esistere un'AZ ibrida dove a FCO U2 faccia il corto raggio e DL il lungo (con FS a reggere il moccolo), l'unica ragione che mi viene in mente per giustificare l'offerta di U2 è rafforzare la propria presenza a Milano. Pensaci un attimo: a loro interessa poco o nulla federare altri, sono LC ma senza eccessi. Inoltre sono in crescita e probabilmente potrebbero prendersi in casa un certo numero di 320 da AZ con relativo personale, entrambi in esubero nella compagnia romana, ma probabilmente ben accetti in U2. Con un trasferimento in massa degli arancioni, LIN utilizzerebbe tutti i 18 m/h e arriverebbe intorno a 14-16M di pax, saturando di fatto tutti gli spazi e impedendo a chiunque altro di operare sull'Idroscalo.
In uno scenario del genere, nel semivuoto T2 di MXP si potrebbero trasferire tutte le LC, lasciando spazio al T1 per le varie compagnie premium e per l'eventuale (anche se a quel punto improbabile) sviluppo di IG. Infine si graverebbe SEA da qualsiasi investimento a MXP ancora per vari anni.
Come vedi ci sono parecchi soggetti che trarrebbero beneficio da un assetto del genere.

romaneeconti
Messaggi: 1849
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda romaneeconti » sab 03 nov 2018, 12:31:40

Come sempre le tue argomentazioni sono materia di riflessione, contributo importante per il forum direi. leggendo il tuo discorso, dai "possibile" l'ingresso di U2 nel carrozzone nazionale….io ritengo che di reale ci sia ben poco, nel senso che l'offerta vincolante fatta da U2 e' si vincolante nella forma, ma ben svincolata dalla realta' poiché come sai difficilmente la politica vorra' realmente la ristrutturazione del calderone Alitalia. Penso sia probabile un tirar alla lunga a vista,, con escamotage di vario genere, per poi passare tra "n" mesi al punto e a capo vita natural durante….come e' stato finora. Io in sostanza, non credero' mai a un risanamento di Alitalia.

Avatar utente
AMMINISTRAZIONE
Site Admin
Messaggi: 209
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 10:53:37

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda AMMINISTRAZIONE » sab 03 nov 2018, 14:08:19

AVVISO

il topic si trova in progetti e cantieri e il titolo è
“Malpensa progetto T1XL ampliamenti T1 e molo D”
Ulteriori OT verranno cancellati per rendere leggibile e in topic futuri aggiornamenti, grazie
for info, mailto: aeroportilombardi @ virgilio.it (senza spazi)
ImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1085
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda mattaus313 » sab 03 nov 2018, 19:59:55

Concordo finalmente con Belumosi. Ho gli stessi sospetti sulle intenzioni legittime di U2 e concordo pienamente sullo scenario T2 vuoto.
Potrebbe diventare la nuova casa di Air Italy?! Chissà, vedremo. Vero è che prima di costruire bisogna vedere che ne sarà sia di IG e AZ.

PS. un eventuale U2 a LIN farebbe scappare a Malpensa tutte le altre, forse tranne LH e AF. Chissà poi se BA potrà ancora volare...
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Avatar utente
mxp98
Moderatore
Messaggi: 6876
Iscritto il: sab 06 ott 2007, 14:23:03
Località: between indav and farak

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda mxp98 » sab 03 nov 2018, 20:21:19

@Mattaus313
ti ricordo di prendere in considerazione il post dell'amministratore di cui sopra.
Grazie.
Marco
Linate è comodo però Malpensa è utile
The engine is the heart of an airplane but the pilot is its soul.

Mauz®
Messaggi: 1858
Iscritto il: gio 10 lug 2008, 18:41:39
Località: Milano

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda Mauz® » dom 04 nov 2018, 13:27:20

Forse per me fare entrambe le estensioni nord e sud e in futuro pure il satellite interpista per racimolare quanti più jetbridge possibili. L'idea del collegamento pedonale sotterraneo non mi entusiasma (già la camminata è lunga, poi facciamo andare i pax al +2 (check-in) poi +1 (controlli), poi -1 (collegamento per satellite D) infine di nuovo +1 (gate). Comunque se non si può evitare...

Un prolungamento del terminal in continuità col corpo principale non è proprio possibile? Temo che taglierebbe una qualche via di rullaggio o ridurrebbe il (già ridotto) numero di jetbridge possibili...

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
Stiamo monitorando attentamente la situazione. (Claudia)

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1085
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda mattaus313 » dom 04 nov 2018, 14:25:19

tsud.jpg
Magari è insostenibile, ma un espansione in questo senso? Mi sembra più razionale, si arriverebbe ad avere praticamente i voli Schengen (dominati si spera un domani da IG) al satellite A (come penso sia ora, con qualche piazzola in più) e un satellite extra Schengen sud dedicato (sempre si spera a IG e magari le compagnie con cui IG potrebbe fare accordi QR, CX, LATAM, AA in caso di pace) più ampio, con tempi di rullaggio inferiori (anche se probabilmente di poco però non si butta via niente) e potenzialmente ulteriormente espandibile a sud qualora il calo del cargo un domani porti Sea a valutare un ridimensionamento delle attività.

Sarà che fatico ad immaginarmelo ma li dove è progettato ora mi sembra veramente limitato, mi sono ricreduto sulle dimensioni paragonandolo come mi è stato fatto notare al T5 B e C di LHR, ma se penso che vicino stanno costruendo SEA prime e c'è comunque l'hangar non mi convince fino in fondo!
Se ci fosse la possibilità di riorganizzare/spostare quelle funzioni presenti a sud per far spazio a un satellite in quell'area secondo me sarebbe molto meglio.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

robygun
Messaggi: 86
Iscritto il: lun 09 gen 2017, 12:50:06

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda robygun » dom 04 nov 2018, 14:52:05

A sud del Sat. A ci sono l'ex capannone transiti, il capannone di uno spedizioniere, il Punto Fuoco dei VVF e la centrale tecnologica.. a parte quest'ultima il resto è spostabile, ma ne vale la pena?

Più che un satellite vero e proprio si potrebbe pensare ad un molo sopraelevato a cavallo della strada con jetbridge per le piazzole 621-625 e 701-707..

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1085
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda mattaus313 » dom 04 nov 2018, 15:08:46

Secondo me si, tenendo conto che il terminal eventualmente partirebbe da un piano sopra il terreno quindi credo si potrebbe fare "sopra" la centrale tecnologica (salvo spostarla, se possibile) . In caso di 3a pista inoltre si troverebbe in posizione più che favorevole, oltre al fatto che non si dovrebbero scavare tunnel ma semplicemente si potrebbe trovare un passaggio ampliando la trincea della ferrovia, anzi un domani potrebbe avere una fermata già dedicata essendo sulla linea.

Comunque sicuramente SEA avrà dato mandato a società che sanno fare il loro mestiere, speriamo trovino soluzioni interessanti condivise da utenza e compagnie aree.
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Avatar utente
molival
Messaggi: 602
Iscritto il: ven 21 mar 2008, 09:13:08
Località: 10ml nord testata17R mxp
Contatta:

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda molival » dom 04 nov 2018, 16:05:37

mattaus313 ha scritto:Secondo me si, tenendo conto che il terminal eventualmente partirebbe da un piano sopra il terreno quindi credo si potrebbe fare "sopra" la centrale tecnologica (salvo spostarla, se possibile) . In caso di 3a pista inoltre si troverebbe in posizione più che favorevole, oltre al fatto che non si dovrebbero scavare tunnel ma semplicemente si potrebbe trovare un passaggio ampliando la trincea della ferrovia, anzi un domani potrebbe avere una fermata già dedicata essendo sulla linea.

Comunque sicuramente SEA avrà dato mandato a società che sanno fare il loro mestiere, speriamo trovino soluzioni interessanti condivise da utenza e compagnie aree.

Ma hai idea di cosa sia la centrale di cogenerazione di Malpensa? Fai conto che produce caldo/ freddo ed energia per tutto lapt oltre a reimmeterne in rete.

http://www.sea-energia.eu/it/impianti/centrale-malpensa
visto e considerato che i NIMBY sono contro tutto..... perche non se ne vanno in giro a dorso di mulo e non col SUV

LO STIVALE E' DI MODA nel cxxo di AZ

KL63
Messaggi: 2476
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda KL63 » dom 04 nov 2018, 16:51:13

Premesso appunto che sapranno fare il loro mestiere, non capisco la decisione di posizionare il nuovo terminal vip in quella posizione, già c'è l'hangar a dare fastidio, poi ci aggiungiamo anche il terminal vip, specie con tutto lo spazio disponibile che c'è a nord del terminal, per intenderci vicino allo spazio della polizia, ecc., a meno che il terminal vip non sia rivolto con stand di sosta posti tutti ad ovest dello stesso, per intenderci sul lato dove c'era il varco equipaggi alitalia.
In ogni caso tenete conto che su entrambi i lati il terminal ed il piazzale sono espandibili facilmente senza grandi costi dove ora ci sono i parcheggi e come del resto era previsto nel master plan originario.
I parcheggi possono facilmente essere spostati o resi multi piano sia in altezza che verso l'interrato.

I-GABE
Messaggi: 988
Iscritto il: sab 23 mag 2009, 18:35:41
Località: London, UK

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda I-GABE » dom 04 nov 2018, 16:54:29

Mauz® ha scritto:Forse per me fare entrambe le estensioni nord e sud e in futuro pure il satellite interpista per racimolare quanti più jetbridge possibili. L'idea del collegamento pedonale sotterraneo non mi entusiasma (già la camminata è lunga, poi facciamo andare i pax al +2 (check-in) poi +1 (controlli), poi -1 (collegamento per satellite D) infine di nuovo +1 (gate). Comunque se non si può evitare...


Niente di diverso da quanto capiti a LHR o LGW nord, con collegamenti in sotterranea (LHR) o sopraelevati (LGW nord).
Fa conto che MXP Sat C - Sat D saranno meno di 300m, cosi' come LGW; a LHR la distanza T5A-B e' di circa 400m (altrettanto B-C) e si fa tranquillamente su tapiro (stesso tempo che prendere la navetta).

Mauz® ha scritto:Un prolungamento del terminal in continuità col corpo principale non è proprio possibile? Temo che taglierebbe una qualche via di rullaggio o ridurrebbe il (già ridotto) numero di jetbridge possibili...


Esattamente, se fai qualcosa in continuita' devi per forza sacrificare spazio per i jet bridges, senza contare le maggiori difficolta' di movimento a terra.

Secondo me il gioco vale la candela, non sono i cambi di quota il problema (se il collegamento e' progettato bene...).

robygun
Messaggi: 86
Iscritto il: lun 09 gen 2017, 12:50:06

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda robygun » dom 04 nov 2018, 22:05:02

Spostare la Centrale è possibile, ma improbo.. avresti tutte le reti tecnologiche da spostare, i gruppi di cogenerazione, l'allacciamento alle reti esterne.. un sacco di soldi per nulla..

Un terminal vero e proprio non credo serva, quello che serve è l'airside.. e per quelli basta poco più di un corridoio davanti alle piazzole..

Fantasticando direi:

_piazzole per narrowbody, con jetbridge, sulle 62x ( 5 o forse 6)..
_piazzole widebody, con jetbridge, sulle 70x (6 o 7, con possibilità di prolungare se serve)..
_controllo passaporti, transiti, imbarchi bus al posto dell'ex transiti..
_collegamento al T1 con corridoio sopra la strada perimetrale ed innesto alla radice del tunnel Sat A (se si vuole scialare navetta automatica va-e-vieni sospesa)..



Ed ecco che il satellite dedicato ad Airitaly è bello che fatto..

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1085
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda mattaus313 » lun 05 nov 2018, 16:04:12

A giudicare dal progetto del 2015 però sembra che dal sat. D ci possano stare 4 WB e 4 regional (facciamo 3NB?)
Tenendo conto che il progetto prevede collegamento al sat C sarebbe tutto extra Schengen, corretto?
Sinceramente, predisporre altri JB per NB extra Schengen non so quanto senso abbia, è vero che ci sono destinazioni potenzialmente interessanti come TLV, Mosca, Il Cairo e forse Accra e Lagos, ma penso che il traffico pregiato sia solo Mosca e Tel Aviv, per il resto esistono i remoti.
Altra cosa sarebbe se fosse dedicato esclusivamente ai voli da/per Israele e USA e favorirebbe la pre Clarence di cui ho sentito molto parlare, allora si, penso che le dimensioni siano corrette.
Se però l'intenzione è quella di lavorare in ottica IG o comunque predisporre l'aeroporto per favorire l'insediamento di un hub carrier secondo me ci vuole già qualcosa di un pò più grosso e distinto dal T1.
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

gabbozzo
Messaggi: 140
Iscritto il: mer 10 ott 2018, 19:12:34

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda gabbozzo » lun 05 nov 2018, 18:37:46

Il satellite D è un aumento delle aree di aerostazione e di gate con finger che penso male non facciano, soprattutto in prospettiva futura. Meglio essere pronti a partire con ampliamenti qualora si rendesse necessario. Occorre però agire anche su altri punti critici nel terminal per far fronte all'aumento dei passeggeri. (aggiungo anche forse servirebbe un ragionamento anche sul sistema delle lounges)
Se tutto il satellite D fosse extra-shengen si potrebbe poi attuare la divisione del B da valutare in base alla ripartizione del traffico fra shengen ed extra shengen, nonché attrezzare uno dei due (B o D) con la pre-clearence USA.
Spero che questa pre clearence non imponga eccessiva rigidità nell'uso degli spazi aeroportuali e che, se non necessaria, possa essere bypassata consentendo l'uso delle aree come normali zona extra shengen.

Butto lì un paio di spunti se si vuole fantasticare un po':
- il capo Nord del T1 è sia schengen che extra shengen poiché il controllo passaporti è posizionato lì
- esistono i moli/satelliti "alla tedesca" che hanno shengen ed extra shengen collocati su piani differenti che permettono interessanti flessibilità di gestione operativa, nonché brevi tempi di connessione se progettati bene.. :fischio:

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1085
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Malpensa progetto T1XL: ampliamenti T1 e molo D

Messaggio da leggereda mattaus313 » lun 05 nov 2018, 19:03:00

Ma qualcuno sa che tipo di accordo ha U2 con SEA?
Voglio dire, U2 sfrutta tantissimo (ovviamente) i remoti, costruendo il T2 in quella zona, come da progetto, si potrebbe eventualmente pensare a una piccola espansione del T1 a nord sul parcheggio, con nuovi banchi check in, nuovi controlli di sicurezza, una espansione dell'area commerciale e nuovi Gate per i remoti. Il tutto, qualora IG crescesse come da programma, per spostare EasyJet al T1 e dedicare il T2 ad Air Italy (ed eventualmente Qatar + controllate)

Cosi facendo si avrebbe:
- U2 con area dedicata al T1 con maggiore possibilità e semplicità di collegamenti WorldWide
- Nuovo molo D (magari collegato come previsto al sat C, magari con pre-clarence dedicato a parte dei voli USA/Israele)
- Miglior utilizzo dei remoti e in generale del T1
- T2 dedicato all'hub carrier (incrociamo le dita e tutto quello che si può incrociare) e strette alleate, dove magari torniamo a vedere l'utilizzo di JB o addirittura la costruzione di un molo anche li (come avevo visto in qualche progetto).
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"


Torna a “PROGETTI e CANTIERI”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 7 ospiti