[progetto] autostrada Varese-Como-Lecco

progetti, cantieri futuri e lavori in corso a Mxp
Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25071
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

[progetto] autostrada Varese-Como-Lecco

Messaggio da leggereda I-Alex » lun 15 nov 2010, 18:46:49

Da Varese a Lecco in mezz'ora, ecco il progetto
Presentato dalle tre camere di commercio di Varese, Como e Lecco lo studio di fattibilità realizzato da Pedemontana e Liuc. Un tracciato lungo 37 km che costerebbe circa un miliardo e mezzo di euro


E' giunto il momento di passare ai fatti e le 23 associazioni imprenditoriali di categoria che hanno sottoscritto lo studio di fattibilità per la Varese-Como-Lecco lo hanno detto con i fatti, appunto, come è loro consuetudine. L'appello è stato rivolto, questa mattina lunedì da Malpensafiere di Busto Arsizio alla politica troppo spesso litigiosa e, in particolare, alle amministrazioni comunali e provinciali coinvolte oltre alla Regione Lombardia nella realizzazione di questa autostrada regionale considerata, come Pedemontana, non più rinviabile. Questa mattina a Malpensafiere il presidente del comitato promotore dell'autostrada Varese-Como-Lecco Claudio Taiana ha sinteticamente fatto capire che questi tre centri rappresentano qualcosa come 45 miliardi di Pil: «Siamo 23 associazioni, 3 Camere di Commercio, 130 mila imprese che esprimono 650 mila lavoratoti uniti nel chiedere quest'opera indispensabile per uscire dal Milanocentrismo che condiziona tutti gli spostamenti locali». Per questo è stato commissionato a Pedemontana lo studio di un tracciato con le possibili varianti e a lla facoltà di economia della Liuc lo studio di sostenibilità econmico-finanziaria dell'opera.

IL TRACCIATO – I primi documenti che ne parlano sono datati 1920 e questa era l'idea iniziale di Pedemontana che poi, negli anni, si è spostata più a sud. Nello studio presentato questa mattina l'autostrada partirebbe tra Lozza e dallo snodo di Vedano (foto sotto). Attraversando il corridoio presente tra Malnate e Vedano Olona per poi proseguire a sud di Binago entrando in territorio comasco. Dopo Binago si arriva a Lurate Caccivio e da qui cominciano le varianti per l'innesto in A9: due le possibilità studiate, una con sbocco allo svincolo di Grandate (più a nord) e una con lo sbocco all'altezza di Fino Mornasco. Nell'ipotesi Grandate il tratto sarebbe costruito in galleria. Tra Como e Lecco la nuova autostrada potrebbe passare tra Orsenigo, Alserio e Alzate del Parco, Lambrugo e così fino a Nibionno, punto d'arrivo alle porte di Lecco. I numeri di quest'opera: 37 km in totale divisi in tre tratte da Varese a Como (10,6 km), da Como ad Albese con Cassano (15,6 km) e da Albese a Nibionno (11,7 km). Sono circa 50 mila le autovetture che si spostano da Varese a Como mentre sono 30 mila quelle tra Como e Lecco, i cosiddetti pendolari tra Varese e Lecco sono 2400.

IL PIANO ECONOMICO – Lo studio economico-finanziario evidenzia diverse prospettive. In particolare il professor Donadonibus della Liuc ha stimato il costo del tracciato base (senza varianti) in un'investimento complessivo da 1 miliardo di euro mentre quello con varianti in quasi 1,5 miliardi di euro. La redditività dell'autostrada senza intervento del pubblico sarebbe negativa e i pedaggi non basterebbero a ripagare il costo dell'opera mentre con l'intervento del capitale pubblico e in presenza di un solo concessionario la redditività sarebbe assicurata. Nella prima ipotesi di tracciato senza varianti i costi andrebbero così suddivisi: il 39% capitale pubblico, il 12,2% dai privati e il 49,7 dalle banche. Nella seconda ipotesi servirebbe un impegno pubblico maggiore che salirebbe al 49,7%, un 10,7% verrebbe dai privati e il 39,1 dalle banche. In sostanza lo Stato dovrebbe mettere una cifra che va dai 500 milioni agli 832 nello scenario più costoso. Per visionare il progetto completo clicca qui.

Il risultato finale è presto detto: accorciare i tempi di percorrenza tra Varese e Lecco di circa 1 ora e portare a 10-15 minuti il tempo di percorrenza tra Varese e Como, che oggi si attesta ad oltre 35 minuti. Il risparmio di tempo sarebbe evidente e i benefici non sono di certo trascurabili ma l'opera trova sulla sua strada numerose difficoltà. In primis quella dei comuni che saranno attraversati dall'autostrada e della provincia di Como, attualmente poco incline alla realizzazione del collegamento, infine gli ambientalisti che chiedono più trasporto pubblico e meno opere infrastrutturali.
-----------------
Cattaneo: «Ottimo studio, ora passiamo ai fatti»
L'assessore regionale sposa la causa delle associazioni di categoria e delle Camere di Commercio e rilancia: «Formate una società e passiamo al progetto preliminare». Vanno seguiti gli esempi di Pedemontana e Brebemi


Ora che è stato presentato uno studio di fattibilità, che fare? E' questa la domanda principale rivolta dalla platea dei rappresentanti delle associazioni all'assessore regionale alle infrastrutture Raffaele Cattaneo presente al convegno dedicato alla Varese-Como-Lecco tenutosi questa mattina a MalpensaFiere di Busto Arsizio: «Già domani mattina incontrerò il presidente della provincia comasca Carioni. Dobbiamo costruire un’alleanza fra infrastruttura e territorio coinvolgendo la politica locale». E' questa la risposta che Cattaneo ha voluto dare immediatamente ai tanti presenti.

Di fronte ai dati snocciolati dal presidente della Camera di Commercio varesina Bruno Amoroso non ha potuto dire altro l'assessore del Pdl, dati che parlano chiaro: «La provincia di Varese ha una dotazione infrastrutturale carente rispetto alla media nazionale in un rapporto di 56 a 100, stessi dati per Como e Lecco – ha detto Amoroso – e qui abbiamo una densità di strutture produttive per kmq che è molto al di sopra della media lombarda e nazionale (200 aziende per kmq nel bustocco contro le 17 a livello nazionale e le 34 delle Lombardia, ndr). A tutto questo va aggiunto anche il dato delle auto per km di strada: 90 in provincia di Varese contro una media di 81 a livello regionale».

Di fronte ai dati incontrovertibili presentati da Amoroso anche il suo omologo della provincia di Como Paolo De Santis ha lanciato un sasso nello stagno dei finanziamenti puntando l'attenzione anche sul secondo lotto della tangenziale di Como e sul Cipe: «Non dobbiamo andare al Cipe col cappello in mano – ha detto De Santis – cominciamo a mettere in campo le risorse che già abbiamo a partire dai 15 milioni di euro a disposizione per le province di Como e Varese e dal milione di euro per lo studio Pedretti del 2002, un po' li metterà Pedemontana e il rimanente la Regione. Ce la possiamo fare». Un invito a muoversi e a non lasciare che passino gli anni. Il suggerimento è stato colto da Cattaneo che nel suo intervento ha sottolineato l'importanza dei metodi utilizzato per Pedemontana e Brebemi, per la realizzazione dell'opera tenendo conto del territorio: «Non vogliamo interventi calati dall'alto – ha detto – questo studio, che è un'ottima base di partenza, viene dal basso, dalla società che vuole quest'opera e per questo ora è necessario che da comitato promotore vi trasformiate in soggetto promotore, costituendo una società, per poi realizzare un progetto che sia il risultato di una conferenza dei servizi che tenga conto di tutte le realtà territoriali».

Cattaneo non dimentica l'ambiente: «Agli ambientalisti dico che le loro ragioni sono valide quanto se non di più di quelle che promuovono questa nuova infrastruttura – ha detto – è chiaro che, però, gli investimenti devono andare di pari passo sia nel trasporto pubblico che in quello privato».

fonte: Varesenews.it
Malpensa airport user

Avatar utente
rs4
Messaggi: 713
Iscritto il: ven 04 dic 2009, 22:45:59

Re: [progetto] autostrada Varese-Como-Lecco

Messaggio da leggereda rs4 » mar 16 nov 2010, 21:51:46

speriamo si faccia, per noi lecchesi e' un disastro muoversi oggi su strada in qualsiasi direttrice(MILANO,COMO,BERGAMO,VARESE,MALPENSA).
Io prolungherei anche la tangenziale est (A51) fino paesi limitrofi a sud di LECCO.
AP, AT, AY, AZ, B6, B7, BA, BK, BR, BT, CA, CI, CX, CZ, EI, EK, EN, EY, FB, FD, FM, FR, G7, GA, I8, IB, IG, J8, KE, KL, L4, LH, LX, MHS, MI, MU, NH, OK, OS, QR, OZ, SC, SK, SN, SQ, T2, TG, TK, TP, U2, U9, UA, VE, VN, VY, W6, WY, X3, ZH, ZS, 0B

MUSICA
Messaggi: 3953
Iscritto il: mar 24 nov 2009, 14:34:11

Re: [progetto] autostrada Varese-Como-Lecco

Messaggio da leggereda MUSICA » mar 16 nov 2010, 23:07:05

...speriamo...ma son 40 anni...

tra le altre beneficerebbe anche la Valtellina per Mxp. Sondrio-Lecco 40 minuti. Lecco-Grandate--Malpensa 40 Minuti... sogni...

io sarei per i tratti in galleria...

Avatar utente
michyh87
Messaggi: 2964
Iscritto il: ven 14 dic 2007, 18:44:41
Località: Milano

Re: [progetto] autostrada Varese-Como-Lecco

Messaggio da leggereda michyh87 » mar 16 nov 2010, 23:22:49

rs4 ha scritto:speriamo si faccia, per noi lecchesi e' un disastro muoversi oggi su strada in qualsiasi direttrice(MILANO,COMO,BERGAMO,VARESE,MALPENSA).
Io prolungherei anche la tangenziale est (A51) fino paesi limitrofi a sud di LECCO.


vero, è allucinante.... :indeciso:

kco
Messaggi: 4210
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: [progetto] autostrada Varese-Como-Lecco

Messaggio da leggereda kco » mer 17 nov 2010, 22:04:55

Mi sembra molto probabile una forte alzata di scudi come c'è sempre stata per la pedemontana. La vedo molto dura!

Avatar utente
CapHenry
Messaggi: 149
Iscritto il: dom 02 gen 2011, 11:47:48
Località: Milano

Re: [progetto] autostrada Varese-Como-Lecco

Messaggio da leggereda CapHenry » dom 02 gen 2011, 18:01:35

Una Pedemontana lombarda più a nord, quella che appunto unisce 4 capoluoghi di provincia nel nord della Lombardia, Varese, Como, (Erba), Lecco e Sondrio è un'opera tra quelle fondamentali sia per Mlapensa che per la mobilità di persone e merci in una fetta di Lombardia molto importante economicamente e socialmente, ma isolata e poco comunicante. Una autostrada da quelle parti in un paese civile avrebbe dovuto essere alla ribalta (a precindere dall'esistenza di Malpensa) almeno già 40 anni fa, sarebbe stata una importante infrastruttura di rete per razionalizzare i flussi di traffico e ridurre i costi della logistica nel medio raggio, quello dove la gomma è praticamente insostituibile. Questo è uno di quei progetti da sostenere con tutte le energie possibili, ben oltre che per l'interesse della accessibilità a Malpensa , che comunque costituisce un importante upgrading di allargamento della naturale catchment area, portando una notevole efficienza al sistema nel suo complesso, grazie anche alla cospicua fetta di abitanti lombardi e ticinesi interessati. Sarà importante prevedere un tragitto fatto di tante gallerie per ridurre i conflitti con i territori interessati. Teniamo vivo questo progetto il più possibile, è molto importante.
CapHenry


Torna a “PROGETTI e CANTIERI”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti