lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

progetti, cantieri futuri e lavori in corso a Mxp
Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 22937
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda I-Alex » dom 23 set 2012, 13:05:11

Sono ormai iniziati da qualche mese i lavori per l'ampliamento del teleriscaldamento a Malpensa
I nuovi lavori dovrebbero portare il teleriscaldamento alle caserme, c'era anche un progetto per i paesi del sedime una volta

Immagine

Riporto i dettagli del vecchio lavoro svolto e un ottimo video

CLIENTE
SEA Aeroporto Malpensa

ESIGENZE
Un aeroporto è come una città: una città con le sue centrali termiche, le sue reti di teleriscaldamento, di gas, di acqua, le reti antincendio.
L’incarico di CPL CONCORDIA a Malpensa riguarda la progettazione e la realizzazione delle reti termiche ed idriche dei task 1-2-3-4 nell’Aeroporto. Questo appalto è stato acquisito in ATI da F.I.M.E.T. S.p.A. di Brescia e dal Consorzio Cooperative Costruzioni di Bologna che ha affidato i lavori di sua competenza, in qualità di capogruppo, alla consorziata CPL CONCORDIA.
Diverse le complessità: dovendo posare 12 Km di tubazioni all’interno dell’area aeroportuale. E’ stato necessario procedere effettuando delle demolizioni del solaio dei cunicoli in corrispondenza del piazzale aeroportuale, dei raccordi di manovra dove c’è lo smistamento degli aerei e dalla pista di decollo ed atterraggio.
L’ENAC e gli altri enti di riferimento aeroportuale hanno stabilito precisi vincoli sui lavori che avvengono in queste aree. Inoltre il personale
CPL CONCORDIA hanno dovuto sostenere corsi per qualificarsi come operatori di scalo e sostenete l’esame per l’ottenimento della
patente Aeroportuale.

CARATTERISTICHE DELL’IMPIANTO
Il lavoro consiste nel collegare le utenze del Terminal 2, alla centrale termica esistente a turbogas del Terminal 1. La centrale termica a turbogas con cogenerazione dovrà servire tutta l’area aeroportuale.
Il lavoro consiste nell’installare la rete di distribuzione ad acqua surriscaldata; nel realizzare una centrale di rilancio accanto al
raccordo Nord della pista e riqualificare le vecchie centrali termiche; CPL CONCORDIA, inoltre, ha rifatto completamente tutti gli
impianti meccanici, elettrici e di supervisione con telecontrollo alla centrale operativa dell’aeroporto ivi comprese le opere civili.
Tutte le opere civili sono state progettate, realizzate e collaudate in base alle direttive Enac che richiedono un verifica di staticità
e tenuta pari al peso di un Aeromobile.

VANTAGGI
Risparmio energetico e risparmio economico in quanto consentirà a SEA:
- minori costi di gestione e manutenzioni su caldaie, bruciatori ed impianti
- ottimizzazione di temperature, in funzione degli orari di servizio
- telegestione, installata presso la “Control Room di Malpensa Energia” dalla quale si visualizzano le pagine grafiche per la verifica degli impianti.




Altre info Sea Energia
Malpensa airport user

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 22937
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda I-Alex » sab 24 nov 2012, 19:26:43

mentre i lavori per l'ampliamento del teleriscaldamento sono ormai quasi ultimanti, continuano altri lavori all'apparenza poco visibile ma nella sostanza molto importanti per continuare l'opera di minor impatto ambientale dello scalo sotto molteplici aspetti.
In queste settimane sono state sostituite tutte le luci tradizionali in luci led sia per quanto riguarda i parcheggi al T2 (P6, il P5 ormai era già stato fatto) sia per quanto concerne le strade perimetrali interne ed esterne che dal T2 conducono al T1... ulteriori led verranno estesi a tutti i parcheggi dipendenti e in altri punti (es. stazione ferroviaria e P3 ormai completati)...

a tal proposito ecco un articolo de La Prealpina del 9 novembre 2012

Immagine
Malpensa airport user

marioper
Messaggi: 12
Iscritto il: mar 10 feb 2009, 22:05:14

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda marioper » sab 24 nov 2012, 22:00:17

se non sbaglio anche l'illuminazione all'interno degli arrivi del T2 è stata da poco sostituita con quella a led.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 22937
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda I-Alex » lun 06 apr 2015, 13:14:12

Ricordavo bene... Anche a Malpensa la cooperativa aveva preso qualche appalto, speriamo ovviamente senza aiutini vari

http://www.cpl.it/main/azienda/media/ca ... i-malpensa
Malpensa airport user

MUSICA
Messaggi: 3645
Iscritto il: mar 24 nov 2009, 14:34:11

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda MUSICA » lun 06 apr 2015, 22:22:07

Riuscite ad avere un'idea di quanto potremmo guadagnare a Mxp ed Fco con energia alternativa? Leggi pannelli solari.

Quello che forse tanti non sono (anch'io fin quando un tecnico addentro mi ha spiegato). E' nata dal caso: volevo comprare una partecipazione di una pala per sentirmi "verde". Spiegò:
Con l'ossessione italiana del No al nucleare compriamo energia di derivazione atomica da Francia, Croazia, Slovenia. In pratica centrali a 50-10 kms dai noi nostri confini !!!! :green: Furbi eh? Centrali, specie quelle Slovene e dell'Est, del periodo Sovietico quindi 200 volte meno sicure di quelle che si sarebbero fatte in Italia e 50 volte meno sicure di quelle francesi che sono più vecchie... Ognimodo, sapete qual è vera la beffa? Che per altri 15 anni (accordo firmato da Prodi per far stare tranquilli gli --falsi-- "ambientalisti" qualche anno fa ma cui nessuno ha obiettato) noi dovremo continuare ad acquistare energia "fissa" dal Lunedì al Venerdì in quantità "X" a prescindere dalle vere necessità. Qualcosa meno nei festivi.
E col calo industriale abbiamo pagato ugualmente ed anche l'energia alternativa tanto voluta dai (finti ed ideologizzati) Verdi non poteva essere spenta.
Quindi anche l'energia eolica non potendo venire immagazzinata non veniva utilizzata...idem i pannelli ad uso collettivo. Quelli privati si possono utilizzare per risparmiare certo. Ma lo Stato deve comunque comprare una sorta di "vuoto per pieno" per altri 15 anni a certi Stati. E lo fa da altrettanti. Senza contare gli accordi di gas e petroli fatti per scambio merce (elicotteri, aerei militari, armi, contratti vari, ecc...).

Quindi? Prepariamoci per eventuali eccessi di necessità energetica e per il futuro. Ma comunque quell'aquila che ha fatto quell'accordo per accontentare i Verdi ha fatto un danno che non serve a nessuno. Solo spreco. Intanto costruiamo in modo che tra 15 anni agli europei, agli arabotti del petrolio e gas di colpo potremmo dire: no grazie facciamo da soli quindi non mi ricatti più. Tieniti i tuoi prodotti, tieniti la tua feccia di immigrati che dovresti sfamare tu, ho la mia energia pulita. Raus !!!

Clipper_Mandarin
Messaggi: 114
Iscritto il: dom 10 feb 2008, 11:53:06

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda Clipper_Mandarin » lun 06 apr 2015, 23:00:36

MUSICA ha scritto:Riuscite ad avere un'idea di quanto potremmo guadagnare a Mxp ed Fco con energia alternativa? Leggi pannelli solari.

Quello che forse tanti non sono (anch'io fin quando un tecnico addentro mi ha spiegato). E' nata dal caso: volevo comprare una partecipazione di una pala per sentirmi "verde". Spiegò:
Con l'ossessione italiana del No al nucleare compriamo energia di derivazione atomica da Francia, Croazia, Slovenia. In pratica centrali a 50-10 kms dai noi nostri confini !!!! :green: Furbi eh? Centrali, specie quelle Slovene e dell'Est, del periodo Sovietico quindi 200 volte meno sicure di quelle che si sarebbero fatte in Italia e 50 volte meno sicure di quelle francesi che sono più vecchie... Ognimodo, sapete qual è vera la beffa? Che per altri 15 anni (accordo firmato da Prodi per far stare tranquilli gli --falsi-- "ambientalisti" qualche anno fa ma cui nessuno ha obiettato) noi dovremo continuare ad acquistare energia "fissa" dal Lunedì al Venerdì in quantità "X" a prescindere dalle vere necessità. Qualcosa meno nei festivi.
E col calo industriale abbiamo pagato ugualmente ed anche l'energia alternativa tanto voluta dai (finti ed ideologizzati) Verdi non poteva essere spenta.
Quindi anche l'energia eolica non potendo venire immagazzinata non veniva utilizzata...idem i pannelli ad uso collettivo. Quelli privati si possono utilizzare per risparmiare certo. Ma lo Stato deve comunque comprare una sorta di "vuoto per pieno" per altri 15 anni a certi Stati. E lo fa da altrettanti. Senza contare gli accordi di gas e petroli fatti per scambio merce (elicotteri, aerei militari, armi, contratti vari, ecc...).

Quindi? Prepariamoci per eventuali eccessi di necessità energetica e per il futuro. Ma comunque quell'aquila che ha fatto quell'accordo per accontentare i Verdi ha fatto un danno che non serve a nessuno. Solo spreco. Intanto costruiamo in modo che tra 15 anni agli europei, agli arabotti del petrolio e gas di colpo potremmo dire: no grazie facciamo da soli quindi non mi ricatti più. Tieniti i tuoi prodotti, tieniti la tua feccia di immigrati che dovresti sfamare tu, ho la mia energia pulita. Raus !!!


Mi spiace ma non è proprio così. Compriamo energia elettrica prodotta con centrali nucleari perché di notte viene "svenduta": non è possibile modulare il funzionamento delle centrali atomiche come si fa con quelle termoelettriche, in particolare a turbogas, per cui di notte continuano a produrre energia elettrica che serve a pochi e per non sprecarla viene venduta a poco prezzo. In questo modo le centrali termoelettriche italiane, nei momenti di basso consumo come è appunto di notte o nei fine settimana, vengono tenuto a basso carico o addirittura spente, con evidente risparmio perché il kWh svenduto costa meno del kWh prodotto con centrali a combustibile fossile.
E comunque già adesso il 20% delle esigenze di energia elettrica in Italia viene coperto con rinnovabili (fotovoltaico, eolico, idroelettrico e biomasse).
Ciao,
Massimo

kco
Messaggi: 3178
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda kco » mar 07 apr 2015, 08:24:27

Gli incentivi al rinnovabile stanno per ridursi di molto. Oggi il 20 per cento della bolletta va a pagare incentivi.

S62
Messaggi: 640
Iscritto il: gio 20 nov 2008, 08:59:59

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda S62 » mar 07 apr 2015, 08:36:06

musica perdonami ma dici cose non troppo veritiere a parte quello che ha spiegato Clipper mandarin, volevo farti capire che c'è un blocco dei verdi e della politica oltre a certi comitati locali impediscono l'installazione e lo sviluppo di parchi eolici perchè danneggiano la linea dell'orizzonte, fa niente se poi costruiscono e cementificano tutto!
Potremmo essere la nazione che produce tantissimo con eolico e fotovoltaico siamo la terra del sole e del mare, il fotovoltaico di notte non rende ok ma l'eolico si e visto che i consumi sono inferiori potrebbe bastare, ma ci sono organizzazioni che hanno grandi interessi nel mantenere le centrali a CARBONE e combustibili fossili. Il nucleare è molto pericoloso, si costa poco produrre la corrente ma poi costa uno sproposito smaltire le scorie, poi ti rendi conto che siamo in italia dove c'è un menefreghismo stratosferico!!! guarda che disastro è successo in giappone dove sono iperprecisi, da noi costruirebbero la centrale su una faglia freatica. i luoghi che sicuramente sceglierebbero sono: l'aquila, mirandola, campi flegrei ed altri posti molto intelligenti.

un bel campo eolico in mare no? siamo circondati da mare e sulla cresta degli appennini???

forza energie alternative, c'è solo la necessità di buona volontà.

io ho contribuito con 6kw di pannelli FV, non sono in modalità ad isola per problemi economici ma tra un pò magari passerò a tale configurazone.

KittyHawk
Messaggi: 3498
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 07 apr 2015, 08:48:00

Aggiungiamo qualche altra informazione. La rete di distribuzione elettrica deve sempre trovare un sostanziale equilibrio tra consumi e produzione.
Se non si riesce a mantener questo equilibrio la rete elettrica collassa e ciò avviene sia se la produzione è inferiore ai consumi sia nel caso opposto, quando si produce più energia elettrica di quella che serve. Per ovviare la produzione deve seguire (in realtà la anticipa su base statistica) i consumi, "accendendo" o "spegnendo" le centrali secondo necessità.
Per chi fosse interessato ai consumi previsti ed effettivi italiani può esaminare i grafici in tempo reale di Terna (http://www.terna.it/DesktopModules/GraficoTerna/GraficoTernaEsteso/ctlGraficoTerna.aspx?sLang=it-IT).

Qual è il vero problema nella gestione del sistema? Che non tutti gli impianti di generazione hanno la stessa reattività. Le centrali nucleari non si possono accendere e spegnere a piacere e devono funzionare interrottamente. Ciò fa sì che nelle ore di morta l'energia venga svenduta, perché non si può fare altrimenti.
Le centrali termiche vanno meglio, ma se la memoria non mi inganna occorre almeno mezz'ora per mettere in produzione una centrale. La produzione da energie rinnovabili dipende, invece, come capacità produttiva, dal volere degli dei e non è pertanto prevedibile.
Gli unici impianti di produzione che potremmo definire "istantanei" sono quelli idroelettrici, che difatti servono alla regolazione del sistema più che alla produzione elettrica pura.

Per quanto riguarda il NO al nucleare esso non necessariamente dipende da considerazioni ideologiche. Personalmente non ho nessun timore preconcetto sul lato della tecnologia (i più grandi disastri avvenuti in Lombardia sono di origine chimica), ma nutro scarsissima fiducia nella capacità della nostra classe dirigente a gestirla e ciò mi ha portato a votare due volte NO. Perché? Perché a distanza di quasi 52 anni dall'entrata in funzione della prima centrale nucleare italiana e a quasi 30 anni dal disastro di Chernobyl, ancora in Italia non si è deciso dove costruire il deposito di stoccaggio definitivo delle scorie nucleari. Deciso, non costruito, si badi bene. E con queste premesse dovrei lasciare in mano a degli incompetenti una tecnologia critica?

PS. Gli incompetenti, ovviamente, fanno parte della classe politica. I tecnici puri, e gli ingegneri in modo particolare, almeno una volta, avevano una formazione di primissimo ordine.

KL63
Messaggi: 2087
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda KL63 » mar 07 apr 2015, 11:03:27

Il problema delle rinnovabili, a parte l'idroelettrico, è che dipendono da fattori non controllabili, il fotovoltaico specie di piccola taglia produce energia quando serve meno e l'eolico è incostante. La soluzione saranno batterie di accumulo efficienti e non inquinanti che sono in fase di sviluppo. Lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici, specie di vecchio tipo sarà molto costoso. Gli incentivi abnormi concessi con i primi conti energia al fotovoltaico ci sono costati e ci costeranno una follia per gli anni a venire, hanno drogato il mercato con la creazione di tantissime aziende che ora hanno chiuso. Le pale eoliche sono effettivamente molto "impattanti". C'è tantissimo da fare per ridurre il fabbisogno. Io mi occupo proprio di questo in edilizia. Il miglior risparmio è l'energia di cui non hai bisogno.

FlyCX
Messaggi: 4674
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda FlyCX » mar 07 apr 2015, 12:07:28

KL63 ha scritto:Il problema delle rinnovabili, a parte l'idroelettrico, è che dipendono da fattori non controllabili, il fotovoltaico specie di piccola taglia produce energia quando serve meno ...

L'abbinata vincente è fotovoltaico-condizionamento.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

KL63
Messaggi: 2087
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda KL63 » mar 07 apr 2015, 13:08:15

FlyCX ha scritto:
KL63 ha scritto:Il problema delle rinnovabili, a parte l'idroelettrico, è che dipendono da fattori non controllabili, il fotovoltaico specie di piccola taglia produce energia quando serve meno ...

L'abbinata vincente è fotovoltaico-condizionamento.

Mi permetto di correggerti perché è proprio il mio campo, e la combinazione vincente sono involucro molto prestante, perdite per ventilazione quasi nulle, impianti per la ventilazione meccanica controllata con recuperatore termodinamico e pannelli fotovoltaici. Poi non è possibile generalizzare perché dipende da caso a caso, però sul residenziale questo è il futuro. Però bisogna saperlo progettare. Se vuoi più spiegazioni scrivimi via mp. Ciao

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 22937
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda I-Alex » mar 07 apr 2015, 17:21:13

S62 ha scritto:musica perdonami ma dici cose non troppo veritiere a parte quello che ha spiegato Clipper mandarin, volevo farti capire che c'è un blocco dei verdi e della politica oltre a certi comitati locali impediscono l'installazione e lo sviluppo di parchi eolici perchè danneggiano la linea dell'orizzonte, fa niente se poi costruiscono e cementificano tutto!
Potremmo essere la nazione che produce tantissimo con eolico e fotovoltaico siamo la terra del sole e del mare, il fotovoltaico di notte non rende ok ma l'eolico si e visto che i consumi sono inferiori potrebbe bastare, ma ci sono organizzazioni che hanno grandi interessi nel mantenere le centrali a CARBONE e combustibili fossili. Il nucleare è molto pericoloso, si costa poco produrre la corrente ma poi costa uno sproposito smaltire le scorie, poi ti rendi conto che siamo in italia dove c'è un menefreghismo stratosferico!!! guarda che disastro è successo in giappone dove sono iperprecisi, da noi costruirebbero la centrale su una faglia freatica. i luoghi che sicuramente sceglierebbero sono: l'aquila, mirandola, campi flegrei ed altri posti molto intelligenti.

un bel campo eolico in mare no? siamo circondati da mare e sulla cresta degli appennini???

forza energie alternative, c'è solo la necessità di buona volontà.

io ho contribuito con 6kw di pannelli FV, non sono in modalità ad isola per problemi economici ma tra un pò magari passerò a tale configurazone.


:clapp: :clapp: condivido in pieno
E poi basta dar sempre contro agli ambientalisti, io non mi reputo tale ma non voglio nemmeno colate di cemento ogni dove
Malpensa airport user

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 7759
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda malpensante » mar 07 apr 2015, 18:10:47

Parere diametralmente opposto. Ne ho le scatole piene degli ambientalisti filomedioevo. Tra l'altro non mi sembra molto In Topic.
Malpensa is the airport everyone loves to hate

FlyCX
Messaggi: 4674
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda FlyCX » mar 07 apr 2015, 21:59:48

malpensante ha scritto:Parere diametralmente opposto. Ne ho le scatole piene degli ambientalisti filomedioevo. Tra l'altro non mi sembra molto In Topic.

Quoto.

In Italia sono ciecamente contrari a tutto, pure ai treni e, udite - udite, a Genova hanno addirittura criticato i filobus!!!
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

Pelush
Messaggi: 455
Iscritto il: ven 12 ott 2007, 11:54:55
Località: Fora de ball el maresciall

Re: lavori estensione teleriscaldamento e Smart city Airport

Messaggio da leggereda Pelush » lun 14 mar 2016, 23:27:37

FlyCX ha scritto:
KL63 ha scritto:Il problema delle rinnovabili, a parte l'idroelettrico, è che dipendono da fattori non controllabili, il fotovoltaico specie di piccola taglia produce energia quando serve meno ...

L'abbinata vincente è fotovoltaico-condizionamento.

un ciclo frigorifero ad assorbimento aiuterebbe di più, oltre fare freddo quasi gratis assorbirebbe buona parte del calore da irraggiamento che scalda l'edificio.


Torna a “PROGETTI e CANTIERI”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti