Fregnacce su Linate in rete

le news dal "E.Forlanini"
Avatar utente
malpensante
Messaggi: 11917
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Fregnacce su Linate in rete

Messaggio da leggereda malpensante » lun 04 gen 2016, 15:21:22

Chi vuol ridere o rodersi il fegato può leggere amenità dei lepidotteri, volte a giustificare il prossimo venturo allargamento dell'uso di Linate.

La prima istruzione per la lettura è ricordare sempre che l'Italia non ha mai cercato di limitare l'aeroporto di Linate per favorire l'aeroporto di Malpensa, ma che l'Italia a fine anni '90 ha cercato di limitare Linate per favorire l'hub Alitalia a Malpensa.

Seconda regola da tenere a mente è che favorire l'hub Alitalia a Malpensa non era nemmeno una richiesta di Alitalia nel suo complesso, ma del suo AD Cempella e del partner KLM.

CHIUDERE LINATE non è mai stata un'opzione presa in considerazione, perché avrebbe comportato la chiusura dei voli per Fiumicino che erano venduti a prezzi altissimi e su cui Alitalia ha fatto una montagna di soldi fino all'avvento dell'AV. Peraltro il mondo economico non avrebbe accettato di rinunciarvi.

La UE ha sempre eccepito sulla discriminazione insita nel decreto Burlando, che è stato svuotato fino alla liberalizzazione totale a cui probabilmente dovremo assistere fra qualche mese.

Per essere onesti dobbiamo riconoscere che il primo allargamento delle maglie, da 12 a 18 movimenti/ora (almeno 6 erano da/per FCO) non fu fatto per favorire Alitalia, ma i vettori nazionali minori, perché ancora prima del decreto Burlando c'era l'idea di fare di Linate un aeroporto per i voli nazionali, ovviamente contro le regole UE.

Si diede loro un po' di pascolo e vediamo com'è finita: sono tutti morti, salvo Blue Panorama e Meridiana, che sono in coma profondo da anni.

Quando Alitalia ha deciso che non le interessava più la difesa di Malpensa le si è lasciato comprare uno ad uno i microbi moribondi e così ha incamerato gli slot di Gandalf, di Volare, di AirOne, fino al punto di non sapere che cosa farne e doverli affittare agli amici.

Quindi la regolamentazione di Linate ha sempre e soltanto seguito i supposti interessi di Alitalia e degli altri inetti che hanno guidato le compagnie aeree italiane. Di Malpensa non è mai fregato niente a nessuno, se non a Prodi che ci vedeva la salvezza di Alitalia e a Cempella. Men che meno a quelli di Palazzo Marino, da Albertini a Pisapia, nonostante ne fossero i proprietari. Tanto si facevano mangiare i profitti dall'handling che perdeva un milione a settimana.

Per far sopravvivere delle linee aeree di me*da il più possibile, cioè i loro padroni furbetti e i dipendenti ipersindacalizzati, abbiamo azzoppato gli aeroporti, cosicché abbiamo dei gateway intercontinentali insignificanti (MXP, VCE) o penosi (FCO).

Non so che effetto vi faccia leggere che in Sardegna, regione che difende allo stremo il cadavere Meridiana, fanno la colletta ad Alghero per pagare Michael O'Leary, con Paolo Fresu che contribuisce come ai tempi dell'oro alla Patria del Ventennio.

La politica dell'aviazione italiana degli ultimi decenni è stata un fallimento totale, in cui gli Italiani hanno perso soldi, che invece fanno a palate gli stranieri.

I responsabili dovrebbero comparire davanti ad una corte marziale, invece spadroneggiano indisturbati.

Paghiamo il contributo, riscatto o pizzo, dite voi, agli Irlandesi, un Ministro dice che di Linate si fa quello che decidono ad Abu Dhabi, come se fossimo e lo siamo, uno Stato insignificante. Però si aumenta di 2,50 euro la tassa sui voli, con altri euro di aumento previsti nei prossimi anni, per far fare la bella vita eterna agli ex Alitalia, Meridiana etc. Che vergogna.
And Malpensa is going to be our Hub

spanna
Messaggi: 2994
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Fregnacce su Linate in rete

Messaggio da leggereda spanna » lun 04 gen 2016, 17:17:51

nessuno che non abbia la faccia come il c*** potrebbe sostenere che tutta la decretazione relativa a linate non sia stata fatta sotto la spinta del desiderio del governo di favorire lo sviluppo di alitalia. Il che non significa affatto che il governo italiano sia un'eccezione nel panorama europeo, o mondiale. Tutti i governi lo fanno, chi piu' chi meno, e' cosa risaputa ed anzi l'europa si e' data delle regole proprio per evitare che questi aiuti travalichino un certo limite. Per non ammetterlo, ripeto, occorre essere in malafede, e certamente essere pagati da alitalia (mi riferisco sia ai dipendenti sia ad eventuali altri prestatori d'opera tipo spin doctors) puo' spiegare gran parte di queste facce di bronzo.
Il problema italiano pero' e' un altro: che il governo faccia di tutto per aiutare il campione nazionale ci sta, quello che non ci sta e' che tutti gli sforzi e i sacrifici (compresi i miliardi di euro dei contribuenti gettati al vento) non solo non abbiano affatto aiutato alitalia, ma l'abbiano via via ostacolata fino a farla diventare lo zimbello di compagnia aerea che e' adesso, con prospettive di ulteriore sottosviluppo e fallimenti. E' questa l'anomalia tutta italiana di cui tutti i governi di qualsiasi colore si sono resi responsabili e finche' non se ne comprendono le ragioni continueremo allegramente a buttare soldi in alitalia, facendola passare da fallimento a fallimento, vedendola sempre piu' rimpicciolire, e contemporaneamente zavorrando l'italia intera (particolarmente milano ed il nord, ma non solo) impedendo che abbia quei collegamenti che sono vitali in una economia moderna.
Personalmente non penso che il governo italiano - e gli italiani che lo eleggono, basta leggere certi forum per capirlo - capira' mai che una visione di alitalia come ministero romano e' cio' che ha impedito fino ad ora all'italia di avere una compagnia aerea degna di questo nome. Se non lo ha capito fino ad ora, dopo due fallimenti, dubito che lo capira' mai. Ma so che e' una visione che se danneggia milano direttamente, vedi decreti imbecilli su linate, non porta nessun beneficio a nessun altro, nemmeno a roma, che nei due fallimenti precedenti ha gia' pagato un tributo in termini di occupazione. Ed al prossimo fallimento paghera' piu' di tutti.
Che gli italiani si mettano il cuore in pace, il ministero alitalia e' un molosso che esige sacrifici continui per il suo sostentamento, ed il governo e' disposto a tutto pur di mantenerlo in vita, passando sopra agli obbiettivi e alle speranze di chiunque gli si pari innanzi. Nessuno puo' sentirsi al riparo da una tale cieca e determinata imbecillita'.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three

KittyHawk
Messaggi: 4426
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Fregnacce su Linate in rete

Messaggio da leggereda KittyHawk » lun 04 gen 2016, 18:30:16

Ricordiamo anche che all'epoca si sarebbero potuti salvare capra e cavoli, lasciando la sola navetta Milano-Roma tra LIN e CIA. Tutti i voli verso altre destinazioni, compreso FCO, sarebbero partiti da MXP. Ma grazie alle lungimiranti menti che ci governavano a tutti i livelli e a tutte le latitudini, si volle che (per motivi di prestigio? per comodità a Roma?) la navetta viaggiasse tra LIN e FCO, fornendo il grimaldello con cui le altre compagnie poterono invocare il sostegno della UE per collegare i loro hub da LIN.

Avatar utente
mxp98
Moderatore
Messaggi: 6867
Iscritto il: sab 06 ott 2007, 14:23:03
Località: between indav and farak

Re: Fregnacce su Linate in rete

Messaggio da leggereda mxp98 » lun 04 gen 2016, 20:01:24

Aggiungiamo anche le proteste di sindaci e presidenti di regione del sud che mai avrebbero voluto rinunciare al comodo Linate per i loro affari.
Marco
Linate è comodo però Malpensa è utile
The engine is the heart of an airplane but the pilot is its soul.

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: Fregnacce su Linate in rete

Messaggio da leggereda FlyCX » lun 04 gen 2016, 20:33:32

mxp98 ha scritto:Aggiungiamo anche le proteste di sindaci e presidenti di regione del sud che mai avrebbero voluto rinunciare al comodo Linate per i loro affari.

Vero, ma alcuni di loro "frignano" per qualsiasi cosa e nell'economia generale sono poco rilevanti.

Trovo peggio gli ambienti ministeriali e para-ministeriali (Enac, Enav, Assocleareance...) che sono sotto l'influenza diretta di Alitalia e del sud descritto sopra.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

Avatar utente
hal
Site Admin
Messaggi: 8091
Iscritto il: gio 04 ott 2007, 21:13:47
Località: MXP

Re: Fregnacce su Linate in rete

Messaggio da leggereda hal » ven 08 gen 2016, 13:38:44

Tuttee consideraziuoni valide, e tutte considerazioni opinabili.
Tanto ho la netta sensazione che a breve avremo la soluzione più disastrosamente logica.
Sbragamento generale, UE ed extra UE. Evviva!!!
Intanto a Bergamo sempre più con spirito battagliero sognano la totale solitudine con un apt a 15 mln.
15 mln a BGY
15 mln a LIN

... a mxp pista go kart!!!

Scusate, pessimismo d'inizio anno.
Il maggior nemico della conoscenza non è l’ignoranza,
è la presunzione della conoscenza.


Stephen Hawking

Avatar utente
mxp98
Moderatore
Messaggi: 6867
Iscritto il: sab 06 ott 2007, 14:23:03
Località: between indav and farak

Re: Fregnacce su Linate in rete

Messaggio da leggereda mxp98 » ven 08 gen 2016, 14:03:47

Bell'esordio!!
Marco
Linate è comodo però Malpensa è utile
The engine is the heart of an airplane but the pilot is its soul.


Torna a “info LINATE - LIN”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti