Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

le news dal "E.Forlanini"
easyMXP
Messaggi: 4189
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda easyMXP » dom 17 nov 2019, 01:04:04

I-Alex ha scritto:Può essere comodo se vai a Parigi, Roma, Palermo, Olbia, Londra... peraltro a che prezzo?

Se devo andare a New York, Hong Kong o Mosca io preferisco farmi la strada in più e volare diretto senza scalo.

Io personalmente abito a 8km da Malpensa ma in passato non ho disdegnato di farmi 70km attraversando la A4 cittadina per partire senza scalo da Bergamo verso mete europee allora non collegate da Malpensa e lo rifarei anche domani.

Vero, ma quante destinazioni LR dirette sono raggiungibili da MXP, e quante invece con scalo di 1-2 ore a FRA, CDG, LHR, MAD?
E a quale prezzo del diretto?
Scalo per scalo tanto vale partire da LIN, idem per spendere meno.
Non si può biasimare la gente comune che nulla sa di politiche aeroportuali se sceglie l'aeroporto più comodo.

Avatar utente
mxp98
Moderatore
Messaggi: 6946
Iscritto il: sab 06 ott 2007, 14:23:03
Località: between indav and farak

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda mxp98 » dom 17 nov 2019, 06:58:32

La decisione andava presa a livello governativo e a tempo debito con un serio piano dei trasporti, cosa inconcepibile per un paese come l'Italia carente di statisti che guardano alle future generazioni ma dove abbondano i politici che si preoccupano delle urne (cit.)
Marco
Linate è comodo però Malpensa è utile
The engine is the heart of an airplane but the pilot is its soul.

Leoo
Messaggi: 106
Iscritto il: dom 31 lug 2016, 16:58:34

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda Leoo » dom 17 nov 2019, 08:52:35

I-Alex ha scritto:Può essere comodo se vai a Parigi, Roma, Palermo, Olbia, Londra... peraltro a che prezzo?

Se devo andare a New York, Hong Kong o Mosca io preferisco farmi la strada in più e volare diretto senza scalo.

Io personalmente abito a 8km da Malpensa ma in passato non ho disdegnato di farmi 70km attraversando la A4 cittadina per partire senza scalo da Bergamo verso mete europee allora non collegate da Malpensa e lo rifarei anche domani.


De gustibus.
Io dopo un lungo volo preferisco atterrare vicino casa che farmi + di un'ora a casa, a BGY non ci andrei mai, a Linate dipende quanto possa risparmiare.
La gente comune, quella che si fa poche pippe sulla scelta dell'aeroporto che è anche la maggioranza, sceglie in base alla comodità e alle proprie possibilità economiche.
A volte sceglie le mete vacanziere anche rispetto a ciò che offre l'aeroporto sotto casa modulando i propri viaggi.
Poi a Malpensa non è che ci sono tutte queste miriadi di destinazioni che possano sempre dire ok, scelgo MXP.
Per dire, voglio andare a Austin; qualsiasi aeroporto debba scegliere devo fare scalo. L'utente di San Babila sceglierà il siti eirport mentre quello di Somma Lombarda andrà a MXP.
E' solo per questo che dico che, a volte, le crociate contro l'utente che utilizza linate mi paiono forzate, anche io sogno di avere una MXP simile JFK o HKG, ma bisognerebbe anche avere una compagnia forte e basata per avere questo risultato.

I-GABE
Messaggi: 1198
Iscritto il: sab 23 mag 2009, 18:35:41
Località: London, UK

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda I-GABE » dom 17 nov 2019, 10:10:30

mxp98 ha scritto:La decisione andava presa a livello governativo e a tempo debito con un serio piano dei trasporti, cosa inconcepibile per un paese come l'Italia carente di statisti che guardano alle future generazioni ma dove abbondano i politici che si preoccupano delle urne (cit.)


Basti vedere le discussioni anche qua sul forum in merito alla connettività. Il problema fondamentale è sempre la catchment area e che negli anni non si è fatto nulla per rendere MXP veramente accessibile.

Come visto durante il bridge la chiusura di LIN non ha portato ad un trasferimento 1:1 dei passeggeri, a favore di BGY (ed immagino BLQ, per esempio). Certo che se raggiungere MXP, che ne so, da Parma richiedesse praticamente lo stesso tempo che LIN in auto, la situazione sarebbe decisamente meglio.


Sent from my iPhone using Tapatalk

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2747
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda belumosi » dom 17 nov 2019, 12:21:29

Ho l'impressione che l'assioma LIN chiuso = grande MXP, sia un po' il rifugio nella mente di tanti amici sul forum. Una specie di "confort zone" dove coccolare ad oltranza il sogno che MXP sarebbe sicuramente un mega-hub chiudendo LIN.
Eppure i dati postati da Malpensante certificavano chiaramente che 3 fughe su 4 da Milano avvengono attraverso MXP e l'esperienza di AFKL dimostra che se non è possibile operare da LIN, i voli (e le fughe) vengono semplicemente spostati a MXP (o a BGY). Ma non spariscono.
Credo che ogni valutazione dovrebbe partire da questa realtà e trovo decisamente inopportuno far passare i pax che usano LIN come una via di mezzo tra i traditori della patria e dei poveri cogxioni che si ostinano a partire dall'Idroscalo non rendendosi conto delle opportunità che perdono evitando MXP.
Il pax medio, sceglie in base ad una miriade di fattori: geografici, economici, logistici, in base ai programmi fedeltà, alla preferenza per una compagnia, agli orari dei voli, ai contratti aziendali predefiniti e Dio solo sa che altro. E andrebbe rispettato a prescindere.

Avatar utente
Clipper_Mandarin
Messaggi: 246
Iscritto il: dom 10 feb 2008, 11:53:06

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda Clipper_Mandarin » dom 17 nov 2019, 15:16:44

I-GABE ha scritto:
mxp98 ha scritto:La decisione andava presa a livello governativo e a tempo debito con un serio piano dei trasporti, cosa inconcepibile per un paese come l'Italia carente di statisti che guardano alle future generazioni ma dove abbondano i politici che si preoccupano delle urne (cit.)


Basti vedere le discussioni anche qua sul forum in merito alla connettività. Il problema fondamentale è sempre la catchment area e che negli anni non si è fatto nulla per rendere MXP veramente accessibile.

Come visto durante il bridge la chiusura di LIN non ha portato ad un trasferimento 1:1 dei passeggeri, a favore di BGY (ed immagino BLQ, per esempio). Certo che se raggiungere MXP, che ne so, da Parma richiedesse praticamente lo stesso tempo che LIN in auto, la situazione sarebbe decisamente meglio.
Sent from my iPhone using Tapatalk


Secondo te con Linate chiuso i passeggeri vanno a Bologna invece che a Malpensa?
Ciao,
Massimo

Avatar utente
Clipper_Mandarin
Messaggi: 246
Iscritto il: dom 10 feb 2008, 11:53:06

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda Clipper_Mandarin » dom 17 nov 2019, 15:24:27

belumosi ha scritto:Ho l'impressione che l'assioma LIN chiuso = grande MXP, sia un po' il rifugio nella mente di tanti amici sul forum. Una specie di "confort zone" dove coccolare ad oltranza il sogno che MXP sarebbe sicuramente un mega-hub chiudendo LIN.
Eppure i dati postati da Malpensante certificavano chiaramente che 3 fughe su 4 da Milano avvengono attraverso MXP e l'esperienza di AFKL dimostra che se non è possibile operare da LIN, i voli (e le fughe) vengono semplicemente spostati a MXP (o a BGY). Ma non spariscono.
Credo che ogni valutazione dovrebbe partire da questa realtà e trovo decisamente inopportuno far passare i pax che usano LIN come una via di mezzo tra i traditori della patria e dei poveri cogxioni che si ostinano a partire dall'Idroscalo non rendendosi conto delle opportunità che perdono evitando MXP.
Il pax medio, sceglie in base ad una miriade di fattori: geografici, economici, logistici, in base ai programmi fedeltà, alla preferenza per una compagnia, agli orari dei voli, ai contratti aziendali predefiniti e Dio solo sa che altro. E andrebbe rispettato a prescindere.


Con Linate chiuso, Malpensa è un aeroporto che, allo stato attuale, farebbe almeno 36M di passeggeri: se a Roma togli l'hub carrier quanti passeggeri fa?
Ma si sa benissimo che con il moltiplicarsi dei collegamenti di breve e medio raggio, diventano economicamente fattibili anche rotte (di medio e lungo raggio) che attualmente non lo sono.
Poi, le fughe da MXP verso quali destinazioni sono? Anche verso quelle coperte da voli LR che ci sono o per destinazioni che non ci sono perchè, allo stato attuale, non sono economicamente operabili?
Oppure stai semplicemente dicendo che l'area metropolitana di Milano, una tra le più popolose e ricche d'Europa, non ha "fisicamente" la possibilità di avere un grande aeroporto?
Ciao,
Massimo

I-GABE
Messaggi: 1198
Iscritto il: sab 23 mag 2009, 18:35:41
Località: London, UK

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda I-GABE » dom 17 nov 2019, 15:28:07

Secondo te con Linate chiuso i passeggeri vanno a Bologna invece che a Malpensa?


Si'. Ho citato Parma apposta, ma non dimenticare tutto cio' che gravita dal Piacentino in giu', che raggiunge tranquillamente LIN (o al limite BGY) per viaggiare, ma non MXP.
A me pare che ci si continui a dimenticare che MXP, BGY e LIN non servono solo Milano e dintorni, ma ognuno dei tre ha aree sovrapposte, ma non completamente.
Secondo te un bresciano, se BGY e LIN venissero chiusi, andrebbe per forza a MXP o, piuttosto, penserebbe a VRN (per quanto possibile)?

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12526
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda malpensante » dom 17 nov 2019, 15:33:01

Clipper_Mandarin ha scritto:Secondo te con Linate chiuso i passeggeri vanno a Bologna invece che a Malpensa?

Se abitano a Parma e vogliono volare a LHR per fare transito, direi sicuramente.
And Malpensa is going to be our Hub

Avatar utente
Clipper_Mandarin
Messaggi: 246
Iscritto il: dom 10 feb 2008, 11:53:06

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda Clipper_Mandarin » dom 17 nov 2019, 15:41:42

I-GABE ha scritto:
Secondo te con Linate chiuso i passeggeri vanno a Bologna invece che a Malpensa?


Si'. Ho citato Parma apposta, ma non dimenticare tutto cio' che gravita dal Piacentino in giu', che raggiunge tranquillamente LIN (o al limite BGY) per viaggiare, ma non MXP.
A me pare che ci si continui a dimenticare che MXP, BGY e LIN non servono solo Milano e dintorni, ma ognuno dei tre ha aree sovrapposte, ma non completamente.
Secondo te un bresciano, se BGY e LIN venissero chiusi, andrebbe per forza a MXP o, piuttosto, penserebbe a VRN (per quanto possibile)?


Parma dista da Linate quasi 130 km e da Bologna meno di 100; secondo me i parmensi vanno già a Bologna anche con Linate aperto. Tutti? Certamente no, ma in che percentuale e quanto "peserebbe" sul totale di Malpensa? La stessa cosa, più o meno, direi che vale anche per il piacentino.
Se BGY e LIN venissero chiusi la "gran parte" finirebbe a Malpensa (se ha capacità) e una piccola parte finirebbe a VRN sicuramente. Quanti? Una percentuale che si può definire "modesta" rispetto al traffico che potrebbe avere Malpensa.
Oppure pensi che Verona possa arrivare a 10M di passeggeri da un momento all'altro? :green:
Ciao,
Massimo

Avatar utente
Clipper_Mandarin
Messaggi: 246
Iscritto il: dom 10 feb 2008, 11:53:06

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda Clipper_Mandarin » dom 17 nov 2019, 15:42:40

malpensante ha scritto:
Clipper_Mandarin ha scritto:Secondo te con Linate chiuso i passeggeri vanno a Bologna invece che a Malpensa?

Se abitano a Parma e vogliono volare a LHR per fare transito, direi sicuramente.


Io direi che lo fanno anche adesso visto che Bologna è più vicina di Linate.
Ciao,
Massimo

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12526
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda malpensante » dom 17 nov 2019, 15:54:10

Da Bologna ci sono tre voli al giorno, da Linate otto, un valido motivo per scegliere l'Idroscalo.
And Malpensa is going to be our Hub

Avatar utente
Clipper_Mandarin
Messaggi: 246
Iscritto il: dom 10 feb 2008, 11:53:06

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda Clipper_Mandarin » dom 17 nov 2019, 15:56:54

malpensante ha scritto:Da Bologna ci sono tre voli al giorno, da Linate otto, un valido motivo per scegliere l'Idroscalo.


Con Linate chiuso ... ... ... a Linate ce ne sarebbero zero.
Però potremmo ipotizzare che a quel punto BA metta cinque voli al giorno in più a Bologna per accontentare i passeggeri parmensi :green:
Ciao,
Massimo

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12526
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda malpensante » dom 17 nov 2019, 16:07:22

belumosi ha scritto:Ho l'impressione che l'assioma LIN chiuso = grande MXP, sia un po' il rifugio nella mente di tanti amici sul forum. Una specie di "confort zone" dove coccolare ad oltranza il sogno che MXP sarebbe sicuramente un mega-hub chiudendo LIN.

Milano non ha avuto un hub per gran parte della sua storia recente perché si trova in un Paese in cui lo Stato ha stabilito (e a marzo 2008 ha ri-stabilito) che la compagnia di bandiera fosse basata nella capitale politica anziché in quella economica, per il semplice motivo che le considerazioni di tipo economico hanno avuto valore soltanto durante il governo Prodi I.

Linate è solo una conseguenza. Un approccio diverso avrebbe portato a:
1) completamento della Pedemontana
2) collegamento ferroviario ogni 15 minuti fra Malpensa e Milano Centrale via Rho Fiera
3) allargamento della Tangenziale Ovest/costruzione della Tangenziale Ovest esterna

interventi con i quali Linate avrebbe minore senso di esistere/alla maggior parte della gente non fregherebbe nulla di andarci. Tra l'altro sarebbero interventi per cui i vantaggi a favore di Malpensa sarebbero poca cosa rispetto ai vantaggi in genere per il territorio e chi ci vive.

Detto questo un hub c'è se c'è l'hub carrier. A Fiumicino c'è perché glielo paga lo Stato (anche se vuole che AdR faccia la sua parte nella colletta 2019).

Giuricin notoriamente non capisce una fava di aviazione, perché è un liberista dogmatico e guai a chi gli tocca la possibilità di scegliere fra volare da Linate, Malpensa, Bergamo, Montichiari e Parma.

A Monaco di Baviera, Berlino, Atene, Madrid eccetera gli risponderebbero con una pernacchia.
And Malpensa is going to be our Hub

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12526
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda malpensante » dom 17 nov 2019, 16:14:33

belumosi ha scritto:Ho l'impressione che l'assioma LIN chiuso = grande MXP, sia un po' il rifugio nella mente di tanti amici sul forum. Una specie di "confort zone" dove coccolare ad oltranza il sogno che MXP sarebbe sicuramente un mega-hub chiudendo LIN.

Così sarebbe stato se si fossero mantenuti gli impegni presi a suo tempo con KLM.
And Malpensa is going to be our Hub

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2747
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda belumosi » dom 17 nov 2019, 16:27:32

Clipper_Mandarin ha scritto:Con Linate chiuso, Malpensa è un aeroporto che, allo stato attuale, farebbe almeno 36M di passeggeri: se a Roma togli l'hub carrier quanti passeggeri fa?
Ne farebbe alcuni milioni in meno e perderebbe lo status di hub. Ma cosa c'entra?
Clipper_Mandarin ha scritto:Ma si sa benissimo che con il moltiplicarsi dei collegamenti di breve e medio raggio, diventano economicamente fattibili anche rotte (di medio e lungo raggio) che attualmente non lo sono.
Mi elenchi gli aeroporti serviti con frequenze plurigiornaliere da LIN (e quindi atte ai transiti) che non siano collegati con frquenze plurigiornaliere anche da MXP?
Clipper_Mandarin ha scritto:Poi, le fughe da MXP verso quali destinazioni sono? Anche verso quelle coperte da voli LR che ci sono o per destinazioni che non ci sono perchè, allo stato attuale, non sono economicamente operabili?
Non ricordo se erano stati pubblicati i dati così dettagliati. Suppongo che ci sia la consueta diffusione pulviscolare.
Clipper_Mandarin ha scritto:Oppure stai semplicemente dicendo che l'area metropolitana di Milano, una tra le più popolose e ricche d'Europa, non ha "fisicamente" la possibilità di avere un grande aeroporto?

Dipendi cosa intendi per grande aeroporto. Uno scalo da 50M di pax (tipo BCN) o uno che abbia basato un hub carrier di dimensioni almeno discrete (Zurigo, Helsinki, Lisbona)?
Nel primo caso credo sia solo questione di tempo, la crescita naturale del traffico (Greta permettendo...) porterà a medio termine a quei numeri e la crescita della domanda permetterà nuovi collegamenti LR ora non sostenibili.
Nel secondo caso dipende da quanti soldi sborseranno i soci di IG. Questo semplice fattore, costituisce il 95% del problema. Ordinare aerei, aprire rotte e mettere il tutto in rete per farlo lavorare al meglio, è relativamente semplice. Ma servono davvero tanti soldi.
Comunque la mia risposta alla tua domanda è no. Milano come qualsiasi altro posto, non nasce con diritti particolari. La dimensione delle proprie infrastrutture aeroportuali andrà rapportata alla domanda di traffico. La scommessa sta nell'aumentare in ogni modo quella domanda.
Partendo dalla tua logica, Atlanta o Dubai non sarebbero mai diventati gli attuali hub in quanto non avevano grandi metropoli alle spalle.

Avatar utente
D960
Messaggi: 892
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda D960 » dom 17 nov 2019, 16:35:41

Secondo me è anche una questione ideologica perché il fatto che Lin sia aperto ha portato ad abbandonare quei progetti che erano previsti per MXP e ad arenarsi. Con Lin chiuso, è vero che le fughe sarebbero in parte diminuite e in parte rimaste,ma a quel punto Milano sarebbe stata forzata a provvedere a collegamenti migliori sia per MXP sia per BGY, posto che i tre apt non servano solo gli abitanti della città ma in parte anche Genova, Torino, Padova, Venezia, Bologna e zone limitrofe.
BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2747
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda belumosi » dom 17 nov 2019, 16:36:51

malpensante ha scritto:
belumosi ha scritto:Ho l'impressione che l'assioma LIN chiuso = grande MXP, sia un po' il rifugio nella mente di tanti amici sul forum. Una specie di "confort zone" dove coccolare ad oltranza il sogno che MXP sarebbe sicuramente un mega-hub chiudendo LIN.

Così sarebbe stato se si fossero mantenuti gli impegni presi a suo tempo con KLM.

Sfondi una porta aperta. Ma da allora sono passati 20 anni e tante cose sono cambiate.
Chiudendo LIN oggi cosa si otterrebbe? Probabilmente la fuga di AZ che sarebbe incapace di reggere la concorrenza LC sul nazionale/europeo, lo spostamento delle major a MXP e BGY e il passaggio di quasi tutto il traffico per Roma (e parte di quello per Napoli) al treno.
A MXP e BGY ci sarebbe un aumento del nazionale, che finirebbe in larga misura preda di U2 ed FR.
IG sta completando il suo network nazionale con 3 daily dal Centro-Sud, voli che stante la propria struttura di costo, opera sicuramente in perdita. E che quindi non ha interesse ad aumentare oltre la misura necessaria ad un corretto federaggio.

Avatar utente
carloz
Messaggi: 159
Iscritto il: gio 14 feb 2008, 09:41:25
Località: Milano
Contatta:

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda carloz » dom 17 nov 2019, 16:57:19

malpensante ha scritto:
belumosi ha scritto:Ho l'impressione che l'assioma LIN chiuso = grande MXP, sia un po' il rifugio nella mente di tanti amici sul forum. Una specie di "confort zone" dove coccolare ad oltranza il sogno che MXP sarebbe sicuramente un mega-hub chiudendo LIN.

Così sarebbe stato se si fossero mantenuti gli impegni presi a suo tempo con KLM.


Quoto.

Non è certo sufficiente la chiusura di LIN affinchè Malpensa torni ad accarezzare sogni di gloria. Quell'ipotesi, uccisa sul nascere nel 1998, doveva essere solo uno dei tasselli per la costruzione della "Grande Malpensa", che avrebbe dovuto essere accompagnato dalla ferma posizione di mantenere l'hub al nord, con la realizzazione/completamento delle infrastrutture necessarie e le azioni politiche di supporto a questa decisione. Quanto invece accaduto è ormai storia ben nota.
Non nascondo di avere sperato che quei tre mesi dichiusura nascondessero qualche manovra subdola finalizzata a rimandare via via la riapertura di Linate, ma non è successo e non avrebbe potuto succedere niente, perchè "non è nei piani" quello di riproporre il grande aeroporto del nord (anzi, ormai chi si azzarda a rispolverare questa locuzione rischia lo sbeffeggiamento). Ormai i dadi sono tratti e l'hub italiano, una volta tornato a Roma, è stato ben puntellato. Tanto è vero che nell'ultima tornata di salvataggio di Alitalia, a differenza delle precedenti, non si è mai nemmeno sfiorato alcun dualismo MXP/FCO, ma anzi la stampa ha sempre puntualizzato il ruolo di Milano con Linate in ogni fanta-piano industriale futuro, indipendentemente dalla cordata.

Per concludere. Se si voleva chiudere Linate lo si chiudeva senza troppi se e ma, pazianza se si fossero persi i Parmensi (magari a vantaggio dei Ticinesi), il resto se ne sarebbe fatto una ragione, volente o nolente. Ma stante la situazione attuale, trovo anche io insensato inveire contro i "milanesi imbruttiti" che adorano atterrare e poter vedere dall'aereo se c'è traffico in tangenziale. Gli è stato concesso di poter scegliere da dove volare e giustamente scelgono ciò che più fa comodo a loro, con buona pace della famigerata "accessibilità intercontinentale di Milano".

Avatar utente
Clipper_Mandarin
Messaggi: 246
Iscritto il: dom 10 feb 2008, 11:53:06

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda Clipper_Mandarin » dom 17 nov 2019, 17:02:12

belumosi ha scritto:
Clipper_Mandarin ha scritto:Con Linate chiuso, Malpensa è un aeroporto che, allo stato attuale, farebbe almeno 36M di passeggeri: se a Roma togli l'hub carrier quanti passeggeri fa?
Ne farebbe alcuni milioni in meno e perderebbe lo status di hub. Ma cosa c'entra?

Tu hai scritto che l'assioma "LIN chiuso=grande MXP" non è valido; ti ho risposto che con LIN chiuso allo stato attuale MXP avrebbe 36M di passeggeri e (considerazione) già probabilmente più di Roma (che dovrebbe essere un grande aeroporto), se l'hub carrier non ci fosse basato per motivi politici e non economici. 36M di passeggeri non fanno un grande aeroporto?

belumosi ha scritto:
Clipper_Mandarin ha scritto:Ma si sa benissimo che con il moltiplicarsi dei collegamenti di breve e medio raggio, diventano economicamente fattibili anche rotte (di medio e lungo raggio) che attualmente non lo sono.
Mi elenchi gli aeroporti serviti con frequenze plurigiornaliere da LIN (e quindi atte ai transiti) che non siano collegati con frquenze plurigiornaliere anche da MXP?

Fino a ieri praticamente tutte quelle italiane (escludendo, ovviamente, le rotte di Easyjet); da poco c'è qualche rotta italiana che definire "plurigiornaliera" agli effetti dei transiti mi sembra eccessivo.

belumosi ha scritto:
Clipper_Mandarin ha scritto:Poi, le fughe da MXP verso quali destinazioni sono? Anche verso quelle coperte da voli LR che ci sono o per destinazioni che non ci sono perchè, allo stato attuale, non sono economicamente operabili?
Non ricordo se erano stati pubblicati i dati così dettagliati. Suppongo che ci sia la consueta diffusione pulviscolare.

Ma possiamo anche supporre che se ci fosse la sostenibilità economica per un volo LR, probabilmente le fughe per quella destinazione via altri aeroporti diminuirebbero.

belumosi ha scritto:
Clipper_Mandarin ha scritto:Oppure stai semplicemente dicendo che l'area metropolitana di Milano, una tra le più popolose e ricche d'Europa, non ha "fisicamente" la possibilità di avere un grande aeroporto?

Dipendi cosa intendi per grande aeroporto. Uno scalo da 50M di pax (tipo BCN) o uno che abbia basato un hub carrier di dimensioni almeno discrete (Zurigo, Helsinki, Lisbona)?
Nel primo caso credo sia solo questione di tempo, la crescita naturale del traffico (Greta permettendo...) porterà a medio termine a quei numeri e la crescita della domanda permetterà nuovi collegamenti LR ora non sostenibili.
Nel secondo caso dipende da quanti soldi sborseranno i soci di IG. Questo semplice fattore, costituisce il 95% del problema. Ordinare aerei, aprire rotte e mettere il tutto in rete per farlo lavorare al meglio, è relativamente semplice. Ma servono davvero tanti soldi.

Un grande aeroporto ... ... 40, 50M di passeggeri, non necessariamente un hub. Certo che ci arriverà anche MXP ma ci sarebbe probabilmente già arrivata senza LIN. Indipendentemente dalle fortune di IG.

Clipper_Mandarin ha scritto:Comunque la mia risposta alla tua domanda è no. Milano come qualsiasi altro posto, non nasce con diritti particolari. La dimensione delle proprie infrastrutture aeroportuali andrà rapportata alla domanda di traffico. La scommessa sta nell'aumentare in ogni modo quella domanda.
Partendo dalla tua logica, Atlanta o Dubai non sarebbero mai diventati gli attuali hub in quanto non avevano grandi metropoli alle spalle.

Non è la mia logica ma è che a seguire il tuo ragionamento sembra che Malpensa non possa essere un grande aeroporto a prescindere.
Ciao,
Massimo

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1352
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda mattaus313 » dom 17 nov 2019, 19:11:53

Purtroppo Malpensa ha troppi difetti, di cui molti sono superabili con importanti investimenti, altri no. Direi che sarebbe un gran successo se il piano di Air Italy venisse quanto più possibile realizzato e Linate trovasse una sua "dimensione" nel vero ruolo di City Airport. Il chiudere aeroporti, come ampiamente dimostrato anche dal bridge, non solo dimostra che il travaso non è 1:1, ma anche che molti, per diversi motivi, potrebbero decidere di non prendere proprio l'aereo.
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2747
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda belumosi » dom 17 nov 2019, 20:39:52

Clipper_Mandarin ha scritto:
belumosi ha scritto:
Clipper_Mandarin ha scritto:Con Linate chiuso, Malpensa è un aeroporto che, allo stato attuale, farebbe almeno 36M di passeggeri: se a Roma togli l'hub carrier quanti passeggeri fa?
Ne farebbe alcuni milioni in meno e perderebbe lo status di hub. Ma cosa c'entra?

Tu hai scritto che l'assioma "LIN chiuso=grande MXP" non è valido; ti ho risposto che con LIN chiuso allo stato attuale MXP avrebbe 36M di passeggeri e (considerazione) già probabilmente più di Roma (che dovrebbe essere un grande aeroporto), se l'hub carrier non ci fosse basato per motivi politici e non economici. 36M di passeggeri non fanno un grande aeroporto?

belumosi ha scritto:
Clipper_Mandarin ha scritto:Ma si sa benissimo che con il moltiplicarsi dei collegamenti di breve e medio raggio, diventano economicamente fattibili anche rotte (di medio e lungo raggio) che attualmente non lo sono.
Mi elenchi gli aeroporti serviti con frequenze plurigiornaliere da LIN (e quindi atte ai transiti) che non siano collegati con frquenze plurigiornaliere anche da MXP?

Fino a ieri praticamente tutte quelle italiane (escludendo, ovviamente, le rotte di Easyjet); da poco c'è qualche rotta italiana che definire "plurigiornaliera" agli effetti dei transiti mi sembra eccessivo.

belumosi ha scritto:
Clipper_Mandarin ha scritto:Poi, le fughe da MXP verso quali destinazioni sono? Anche verso quelle coperte da voli LR che ci sono o per destinazioni che non ci sono perchè, allo stato attuale, non sono economicamente operabili?
Non ricordo se erano stati pubblicati i dati così dettagliati. Suppongo che ci sia la consueta diffusione pulviscolare.

Ma possiamo anche supporre che se ci fosse la sostenibilità economica per un volo LR, probabilmente le fughe per quella destinazione via altri aeroporti diminuirebbero.

belumosi ha scritto:
Clipper_Mandarin ha scritto:Oppure stai semplicemente dicendo che l'area metropolitana di Milano, una tra le più popolose e ricche d'Europa, non ha "fisicamente" la possibilità di avere un grande aeroporto?

Dipendi cosa intendi per grande aeroporto. Uno scalo da 50M di pax (tipo BCN) o uno che abbia basato un hub carrier di dimensioni almeno discrete (Zurigo, Helsinki, Lisbona)?
Nel primo caso credo sia solo questione di tempo, la crescita naturale del traffico (Greta permettendo...) porterà a medio termine a quei numeri e la crescita della domanda permetterà nuovi collegamenti LR ora non sostenibili.
Nel secondo caso dipende da quanti soldi sborseranno i soci di IG. Questo semplice fattore, costituisce il 95% del problema. Ordinare aerei, aprire rotte e mettere il tutto in rete per farlo lavorare al meglio, è relativamente semplice. Ma servono davvero tanti soldi.

Un grande aeroporto ... ... 40, 50M di passeggeri, non necessariamente un hub. Certo che ci arriverà anche MXP ma ci sarebbe probabilmente già arrivata senza LIN. Indipendentemente dalle fortune di IG.

Clipper_Mandarin ha scritto:Comunque la mia risposta alla tua domanda è no. Milano come qualsiasi altro posto, non nasce con diritti particolari. La dimensione delle proprie infrastrutture aeroportuali andrà rapportata alla domanda di traffico. La scommessa sta nell'aumentare in ogni modo quella domanda.
Partendo dalla tua logica, Atlanta o Dubai non sarebbero mai diventati gli attuali hub in quanto non avevano grandi metropoli alle spalle.

Non è la mia logica ma è che a seguire il tuo ragionamento sembra che Malpensa non possa essere un grande aeroporto a prescindere.

Prendo atto del tuo concetto di grande aeroporto. Per quanto mi riguarda, un grande aeroporto è dato da tante qualità messe insieme: un network ampio, delle adeguate infrastrutture, dei validi collegamenti, ed una gestione competente.
Strategicamente parlando, non credo che travasare 6-7M di pax da LIN che volano su destinazioni già ben servite farebbe molta differenza. Se non a livello statistico.
Quello che mi stupisce un po' da "esterno", è la cronica capacità di vedere sempre il bicchiere mezzo vuoto. Stiamo assistendo da tempo ad un aumento di pax a doppia cifra e se la cosa era preventivabile in ottica Expo, è invece stata sorprendente nel periodo successivo. Eppure nel leggere i commenti ai dati postati da Alex, si ha spesso l'impressione di un certo distacco, come se un aumento del 10% o più fosse del tutto normale e non un fatto straordinario. Sembra quasi che quello che non è LR (che pure è cresciuto bene) sia irrilevante. E ovviamente non è vero.
MXP negli ultimi anni è stata ristrutturata quasi interamente, è stato completato il 3° satellite, sono arrivati i varchi passaporti automatici, il terminal AG e il prolungamento al T2 della ferrovia.
Permangono i limiti tipici di una gestione pubblica, a partire dalla cura per le piccole cose.
Detto questo, MXP è cresciuta tanto e in varie direzioni. Ed è un piacere constatarlo.
Eppure non leggo quasi mai post soddisfatti, che tendano a vedere il bicchiere mezzo pieno. E questo francamente, mi stupisce un po'.
Pur senza smettere di migliorare, ogni tanto farebbe bene anche guardarsi dietro ed apprezzare la strada già fatta.
Tu vuoi sapere se MXP è un grande aeroporto? Quello che posso dirti è che lo è molto più di 10 anni fa. E che non era affatto scontato arrivare ai numeri di oggi.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12526
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda malpensante » dom 17 nov 2019, 21:31:37

Come ricordava il pennello Cinghiale, c’è differenza fra un aeroporto grande e un grande aeroporto, come quello di Zurigo che nel 2018 ha fatto 31 milioni di passeggeri e non 50.

Nello stesso 2018 MXP+LIN+BGY ne hanno fatti 46.357.717 ma senza Air Italy non ci sarebbe un volo per Los Angeles. Ora la molteplicità di aeroporti rende un po’ più difficile riempire di passeggeri point-to-point i voli feed, ma è molto diverso da quando, come nel 1997, i tre aeroporti insieme non facevano 20 milioni.

Il problema è Alitalia, malattia inguaribile dell’aviazione italiana. Se non fosse la chiavica che è sempre stata, Malpensa avrebbe da 21 anni il suo hub, grande o piccolo. Linate a questo punto sarebbe stato ripompato, perché Malpensa con il bridge ha tirato il proprio collo e non avrebbe spazio per crescere, senza investimenti seri e “pesanti” come la terza pista.
And Malpensa is going to be our Hub

Avatar utente
maclover
Messaggi: 124
Iscritto il: sab 27 set 2008, 02:31:47

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda maclover » dom 17 nov 2019, 22:27:07

malpensante ha scritto:Il problema è Alitalia, malattia inguaribile dell’aviazione italiana. Se non fosse la chiavica che è sempre stata, Malpensa avrebbe da 21 anni il suo hub, grande o piccolo. Linate a questo punto sarebbe stato ripompato, perché Malpensa con il bridge ha tirato il proprio collo e non avrebbe spazio per crescere, senza investimenti seri e “pesanti” come la terza pista.


Forse il passare del tempo offusca i ricordi. 21 anni fa Alitalia aveva puntato decisamente forte su MXP.
A dare il colpo di grazia al progetto fu il sindaco di Milano, Albertini, che si schierò a fianco delle altre compagnie aeree (capitanate da LH poi tripudiata 10 anni più tardi cone salvatrice di MXP).

Az c’entra poco o nulla

Avatar utente
carloz
Messaggi: 159
Iscritto il: gio 14 feb 2008, 09:41:25
Località: Milano
Contatta:

Re: Il nuovo capannone di Linate, gate A01-09

Messaggio da leggereda carloz » dom 17 nov 2019, 22:57:15

maclover ha scritto:
Forse il passare del tempo offusca i ricordi. 21 anni fa Alitalia aveva puntato decisamente forte su MXP.
A dare il colpo di grazia al progetto fu il sindaco di Milano, Albertini, che si schierò a fianco delle altre compagnie aeree (capitanate da LH poi tripudiata 10 anni più tardi cone salvatrice di MXP).

Az c’entra poco o nulla


Sì però c'è da dire che, a parte il voltafaccia del sindaco in mutande, il fatto che LIN non venisse chiuso ma limitato alla Milano-Roma (FCO, perché l'uovo di colombo del collegamento LIN-CIA fu bocciato dal sindaco romano) ha prestato il fianco a tutti i ricorsi possibili da parte delle compagnie europee. Se da una parte è pur vero che l'alta velocità non era ancora realtà (e quindi mancava un'alternativa paragonabile), è altrettanto vero che la LIN-FCO era la gallina dalle uova d'oro di AZ alla quale non avrebbe potuto mai rinunciare. Pertanto la non chiusura di LIN risale a questo peccato originale.


Torna a “info LINATE - LIN”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 4 ospiti