Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

le news su Alitalia
Regole del forum
Luogo dove analizzare la situazione ed il percorso di Alitalia visto dal sistema aeroportuale Lombardo.
FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda FlyCX » sab 14 ott 2017, 20:44:22

Paghiamo anche la mala gestione di ATAC che è ben più romana di AZ.

Qui mi so accende una lampadina: una fusione AZ-FS danneggerebbe queste ultime che si sono finalmente un po' modernizzate, ma una fusione AZ-ATAC potrebbe davvero funzionare.

Un turista straniero dopo un viaggio stipato come una sardina nella Y dei WB AZ, poterebbe avere un pass scontato (o addirittura gratis) per essere stipati ancora di più sui bus o sulla metro. AZ sarebbe davvero percepita a 5 stelle.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

easyMXP
Messaggi: 4475
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda easyMXP » dom 15 ott 2017, 01:41:35

Dai, come se nelle Y altrui si viaggiasse meglio!

A me invece viene in mente: non è che il Governo ha deciso di concludere la vendita proprio subito dopo le elezioni? Se AZ finisse i soldi esattamente quel momento, sul serio o con qualche trucco comunicativo, quale migliore occasione di tagliare pesantemente senza dover incolpare qualcuno, perché in quel momento realisticamente con la nuova legge elettorale non esisterà una maggioranza e i commissari saranno "costretti loro malgrado" a seguire solo criteri economici?

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13469
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda malpensante » dom 15 ott 2017, 02:14:05

Il Governo non vuole vendere

Avatar utente
mpx_forever
Messaggi: 69
Iscritto il: mer 26 giu 2013, 00:23:13
Località: Aprica (SO)

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda mpx_forever » dom 15 ott 2017, 02:37:05

Il Governo non vuole vendere
Il governo vuole vendere ma alle sue irrealistiche condizioni...

Inviato dal mio T5 utilizzando Tapatalk
Alitalia? abbiamo già dato!!!

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13469
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda malpensante » dom 15 ott 2017, 08:18:28

Sì, certo. Il Governo vorrebble vendere Alitalia all'IRI.

belumosi
Messaggi: 2987
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda belumosi » dom 15 ott 2017, 09:29:26

Il Governo non vuole vendere
Falso! Dal MISE hanno appena ribadito l'opposto!
Ah, se solo non fosse fallita Monarch... :green: :duro:

Alitalia

La gara è in corso e sta per scadere il termine per la presentazione delle offerte. La legge vigente prevede che l’aggiudicazione avvenga ai primi del mese di novembre. In questo quadro, si rende opportuna una proroga tecnica, fino al 30 aprile 2018, del termine per la conclusione della gara, tenuto conto che: a) il procedimento si è svolto in un contesto caratterizzato da una serie di accadimenti straordinari nell’ambito del settore del trasporto aereo, quali il dissesto di Air Berlin, il fallimento di Monarch Airlines e la crisi operativa di Ryan Air, che stanno modificando le dinamiche strategiche del settore; b) è presumibile che si renda necessario un tempo più lungo di trattativa per finalizzare al meglio le proposte degli interessati, in particolare nel caso in cui le offerte non siano corrispondenti al bando di gara; c) l’imminente scadenza del termine indebolisce il potere contrattuale della amministrazione straordinaria che avrebbe meno di un mese per concludere il negoziato.
E’ indispensabile poi garantire già da oggi la piena tranquillità operativa della Compagnia anche nel periodo transitorio di 4/6 mesi (necessario per le procedure autorizzatorie, prima tra tutte quella antitrust) che intercorrerà tra l’aggiudicazione e la effettiva immissione dell’acquirente nel possesso e nell’esercizio delle attività aziendali e che potrebbe svolgersi in un periodo in cui il Governo è autorizzato ai soli atti di ordinaria amministrazione.
Si rende quindi necessario intervenire anche sul finanziamento statale oneroso già disposto in favore di Alitalia, integrandolo per il tempo (fino al 30 settembre 2018) e nella misura necessaria ( € 300 milioni) a garantire la continuità del servizio di trasporto aereo sino all’effettivo trasferimento dei complessi aziendali.
L’operazione non costituirà un costo a carico della collettività, poiché l’intervento dello Stato è un finanziamento oneroso che sarà rimborsato dalla procedura, con interessi fissati - peraltro - ad un tasso molto elevato.
Rimane ferma intenzione dell’Esecutivo di procedere il più rapidamente possibile alla cessione della compagnia.

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/ind ... tobre-2017

romaneeconti
Messaggi: 2159
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda romaneeconti » dom 15 ott 2017, 09:41:37

Applausi al Governo! Tenace, combattivo...la costanza del Governo verra' premiata di sicuro e finalmente i cittadini italiani avranno un Alitalia efficiente e profittevole! Basta insistere che il risultato arrivera'...qualche altro piccolo sacrificio e avremo tutti questo piacere...E saran soddisfazioni!! W Alitalia!

robix
Messaggi: 1588
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 12:30:35

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda robix » dom 15 ott 2017, 11:44:00

L'unica cosa giusta è questa: "b) è presumibile che si renda necessario un tempo più lungo di trattativa per finalizzare al meglio le proposte degli interessati, in particolare nel caso in cui le offerte non siano corrispondenti al bando di gara". E' ovvio che nessun pazzo si prende AZ così come è, neppure il solo ramo aviation, e quindi è irrealistico concludere la vendita entro il 5 novembre. Tuttavia, lo si sapeva fin da subito che nessun pazzo si sarebbe preso AZ così come è e quindi era a mio avviso già tutto programmato per arrivare a dopo le elezioni. Speriamo che almeno dopo le elezioni la si finisca con questa tragedia nazionale che è AZ (escluso per Roma e dintorni e per Linate e dintorni), ma io resto assolutamente scettico: o la EU blocca la nazionalizzazione (con Poste, Ferrovie, Leonardo o chi volete voi), cosa che non darei per niente scontata, oppure si andrà avanti all'infinito a dover mantenere AZ.

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda FlyCX » dom 15 ott 2017, 13:17:12

Applausi al Governo! Tenace, combattivo...la costanza del Governo verra' premiata di sicuro e finalmente i cittadini italiani avranno un Alitalia efficiente e profittevole! Basta insistere che il risultato arrivera'...qualche altro piccolo sacrificio e avremo tutti questo piacere...E saran soddisfazioni!! W Alitalia!
L'unica riflessione è che il Governo che si beccherà gli onori sarà il prossimo!
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

grandemilano
Messaggi: 1266
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda grandemilano » dom 15 ott 2017, 13:45:51

secondo me se volevano (e potevano) nazionalizzare l'avrebbero già fatto. Io sono sempre più convinto che fra qualche mese avremo un'alitalia non più come quella di adesso.

romaneeconti
Messaggi: 2159
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda romaneeconti » dom 15 ott 2017, 13:47:04

Applausi al Governo! Tenace, combattivo...la costanza del Governo verra' premiata di sicuro e finalmente i cittadini italiani avranno un Alitalia efficiente e profittevole! Basta insistere che il risultato arrivera'...qualche altro piccolo sacrificio e avremo tutti questo piacere...E saran soddisfazioni!! W Alitalia!
L'unica riflessione è che il Governo che si beccherà gli onori sarà il prossimo!
Pensa che bella campagna elettorale verra' fuori!! Tutti uniti pro-Alitalia.

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda FlyCX » dom 15 ott 2017, 14:11:18

campagna elettorale verra' fuori!! Tutti uniti pro-Alitalia.
Secondo me no: AZ non è amata dal popolo e stavolta potrebbe davvero finir male.

I più taceranno, tanto gli argomenti non mancano, o diranno frasi di circostanza.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

spanna
Messaggi: 3229
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda spanna » dom 15 ott 2017, 17:09:01

interessante anche la parte successiva dell'articolo che riporto:
I conti

Il prestito statale concesso con decreto il 2 maggio scorso, lo stesso giorno di nomina dei tre commissari, avrebbe dovuto essere restituito dopo sei mesi, cioè alla fine di questo mese. E invece non solo non viene restituito, ma il governo ieri ha elevato il prestito statale a 900 milioni. Continuano a chiamarlo “prestito”, ma sembra improbabile che possa essere rimborsato.
Perché lo Stato dà altri 300 milioni?

La prima domanda che facciamo è: perché il governo dà altri 300 milioni ad Alitalia? Evidentemente la compagnia continua a versare in gravi difficoltà, nonostante le dichiarazioni di ottimismo sui conti.

Come quelle del commissario coordinatore, Luigi Gubitosi, in un’intervista al Corriere della sera il primo ottobre. Del resto, avendo la gestione di Alitalia perso più di 600 milioni di euro nel 2016 (anche se non c’è un bilancio consolidato ufficiale depositato) e con una previsione _ fatta prima del commissariamento _ di perdere fino a 650 milioni quest’anno, non si vede come un modesto incremento del fatturato dell’1,5% “nell’ultimo trimestre”, come dichiarato da Gubitosi al Corriere, possa modificare la sostanza della situazione. “Nel secondo semestre l’Ebitda tenderà al pareggio, ma questo non vuol dire che il problema sia risolto perché la strada è ancora lunga e molto complicata”, ha detto Gubitosi. Il quale ha condito l’intervista con frasi del tipo: “Il paziente sta meglio, ma avendo subito tre grandi interventi è ancora debole”.
Una domanda per Gubitosi & C.

Gubitosi, insieme a Enrico Laghi e Stefano Paleari, ovviamente fa del suo meglio per raddrizzare la situazione. Però i risultati non si vedono. Ci permettiamo di ricordare che nessuno dei tre commissari è esperto di trasporto aereo, un settore che continua ad andare a gonfie vele in tutto il mondo, sia come traffico sia come risultati economici, come ha certificato anche pochi giorni fa la Iata.

Tranne che per Alitalia e poche altre compagnie, tra cui anche Meridiana, nella quale è appena entrata con il 49% Qatar Airways. La domanda che facciamo a Gubitosi e agli altri commissari è: cosa sta facendo Alitalia di diverso rispetto al passato?
rispondo io: sta leggermente aumentando il LR e leggermente diminuendo lo SR. Ma si tratta di misure largamente insufficienti a riportare in attivo il bilancio di alitalia, per i seguenti motivi: 1) E' un falso clamoroso che il LR sia sinonimo di guadagno per alitalia. Questa e' una balla priva di qualsiasi fondamento messa in giro ai tempi di del torchio e a cui il governo si sta disperatamente attaccando in assenza di qualsiasi altra idea. La verita' e' che alitalia ha sempre fatto poco LR perche' non ha mai avuto un sistema hub and spoke efficace a supporto, in assenza del quale il LR ti fa perdere un sacco di quattrini. Quindi aumentare il LR per alitalia ha l'effetto contrario a quello auspicato, gli sta facendo bruciare cassa piu' rapidamente perche' occorrono investimenti ed i costi di gestione sono superiori agli introiti. Del resto basta guardare i bilanci (quelli disponibili) di alitalia per vedere che al recente sviluppo sul LR e' conseguito un peggioramento dei conti economici, ed in particolare i flussi finanziari sono in netto peggioramento. 2) Lo SR di alitalia pur sfruttando il vantaggio del quasi monopolio a linate e' totalmente diseconomico, non basta chiudere qualche voletto a MXP o in giro per l'italia per recuperare efficienza. Su LIN alitalia deve smettere di volare con la mainline ma dovrebbe fondare una LC, smettere di fare transiti ed assumere personale dedicato meno costoso. Non lo fa perche' non gli viene consentito dalla politica, ma sarebbe l'unica scelta per recuperare efficienza. Su FCO non ci sono alternative, occorre tagliare voli e collegamenti e mantenere solo quelli strettamente necessari per alimentare l'hub, fregandosene dei politici che comincerebbero a ragliare perche' gli manca il volo comodo per andare e tornare da roma. Rimarrebbero meta' dei voli attuali si e no. Anche questo non si puo' fare per motivi politici, quindi auguri. Ovviamente e' quello che LH farebbe immediatamente se gli vendessero alitalia, e quindi i nostri cari politici non gliela vendono.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...COVID

spanna
Messaggi: 3229
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda spanna » dom 15 ott 2017, 18:08:34

bell'articolo scritto da un collaboratore di oscar giannino nel noto programma radiofonico su radio24:
http://phastidio.net/2017/10/15/alitali ... -dei-guai/
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...COVID

Avatar utente
D960
Messaggi: 1285
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda D960 » dom 15 ott 2017, 18:19:56

http://www.giannidragoni.it/economia/al ... i-calenda/
Fresco fresco di giornata; un Dragoni è sempre più produttivo.

Alitalia, i soldi dei contribuenti e gli “accadimenti” di Calenda
La vendita di Alitalia è rinviata. Entro domani devono essere depositate le offerte vincolanti di vendita per le parti della compagnia. Si possono fare offerte per il Lotto Aviation o il Lotto Handling, mentre non ci sarebbero offerte per l’intero perimetro. Ma il governo ha già deciso, con il decreto di venerdì, che la vendita non dovrà più concludersi entro il mese prossimo, bensì entro fine aprile 2018.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

romaneeconti
Messaggi: 2159
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda romaneeconti » dom 15 ott 2017, 18:42:54

campagna elettorale verra' fuori!! Tutti uniti pro-Alitalia.
Secondo me no: AZ non è amata dal popolo e stavolta potrebbe davvero finir male.

I più taceranno, tanto gli argomenti non mancano, o diranno frasi di circostanza.
Mettendo da parte la mia ironia sul carrozzone mangiasoldi, condivido anch'io che la stragrande maggioranza delle persone non ne puo' piu' di questa farsa vergognosa e del protezionismo che assicura la politica che ormai e' squalificata da qualsivoglia parte la si prenda. Credo che hai ragione. Vedremo se basta...

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13469
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda malpensante » dom 15 ott 2017, 18:43:01

Si possono anche fare offerte al Lotto. Se sei una banca e azzecchi una cinquina puoi evitare di comprare Alitalia e hai vinto.

romaneeconti
Messaggi: 2159
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda romaneeconti » dom 15 ott 2017, 19:51:04

Si possono anche fare offerte al Lotto. Se sei una banca e azzecchi una cinquina puoi evitare di comprare Alitalia e hai vinto.
..Bingo Malpensante! ....basta che poi gli amici e gli amici degli amici trovino posto in banca!

spanna
Messaggi: 3229
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda spanna » lun 16 ott 2017, 08:08:51

prime anticipazioni sull'offerta di LH
http://www.corriere.it/economia/17_otto ... 5c9c.shtml
Un’offerta di circa 500 milioni di euro concentrata sulla sola parte aviation (la flotta, i piloti e gli assistenti di volo, gli slot), il dimezzamento del personale, la riduzione delle attività di corto e medio raggio — da anni in perdita per la concorrenza delle low cost — e un ruolo, ancora da definire, di Etihad, l’ex azionista di minoranza con il 49%. Eccole le intenzioni su Alitalia da parte del colosso dei cieli, il Gruppo Lufthansa, così come sintetizzato al Corriereda tre fonti alla vigilia della scadenza — per le 18 di oggi — dei termini per la presentazione delle proposte di acquisto di tutta o parte del vettore tricolore. Le stesse fonti sottolineano come il governo sia orientato a respingere — «per qualche mese» — l’ipotesi tedesca, ritenendo i «sacrifici occupazioni intollerabili». L’obiettivo dell’esecutivo sarebbe quello di spostare il confronto a dopo il voto, previsto per il marzo prossimo, negoziando magari sulla riduzione dei dipendenti in cambio dell’ingresso di fondi come F2i o Cassa Depositi e Prestiti.

I piani dei tedeschi

Niente «pacchetto intero», insomma. «Alitalia, così com’è, per noi non è interessante né da un punto di vista strategico né finanziario», ragionano ai piani alti di Lufthansa. Il personale di terra, per esempio, presenta numeri troppo elevati. E del resto con la concorrenza negli aeroporti l’handling si trasforma nella parte più sacrificabile. E questo comporta un’incognita sul futuro di circa seimila dipendenti su quasi 12 mila, tanti erano al 28 febbraio quelli dell’ex compagnia di bandiera. «L’Italia è il nostro secondo mercato più importante dopo gli Stati Uniti», ha ripetuto Carsten Spohr, l’amministratore delegato del Gruppo Lufthansa, nelle diverse conversazioni avvenute nel corso dell’anno con questo giornale. «E come la Germania ha un sistema decentralizzato del traffico aereo». L’interesse c’è tutto. «Ma Alitalia deve essere un’altra cosa rispetto a oggi e con Roma stiamo cercando di capire se c’è margine per pensare a una compagnia nuova e più snella», fanno filtrare dal quartier generale a Colonia. Ai tedeschi non basta conservare la quota di mercato nel nostro Paese: vorrebbero anzi incrementarla anche utilizzando la divisione a basso costo Eurowings sulla quale investiranno 1,5 miliardi di euro. La sola integrazione con la parte di Air Berlin rilevata — 81 velivoli, tremila dipendenti — richiederà almeno un anno e per i tedeschi è il momento migliore per rispondere agli attacchi delle low cost: a partire da quella Ryanair che da sola — come calcola proprio Lufthansa in un report interno — «possiede il 13% del mercato europeo contro il nostro 9%», primato che si conferma anche in Italia.

I progetti di Alitalia

Sul fronte Alitalia ora ci si prepara a un inverno difficile — come avviene sempre nell’aviazione — «dopo un’estate superiore alle attese». Del prestito-ponte di 600 milioni di euro sarebbero stati usati 80-90 milioni. Mentre i 300 milioni aggiunti pochi giorni fa serviranno soprattutto come deposito presso la «camera di compensazione» della Iata, un fondo-garanzia usato per salvaguardare i voli e i passeggeri in caso di fallimento di una compagnia. Se fossero stati prelevati dai 510-520 milioni rimanenti del primo prestito avrebbe significato lasciare il vettore tricolore con 210-220 milioni di euro per i sei mesi da novembre a marzo che sono quelli con guadagni molto bassi o quasi azzerati. «Mi sorprende l’interesse di Lufthansa, con tutto quello che hanno da fare a casa», spiega l’analista John Strickland, direttore di JLS Consulting. Ma se l’offerta arriverà «punterà alle attività profittevoli, come il lungo raggio. I treni ad alta velocità e le low cost causano perdite sui voli domestici ed europei». Non è un caso, forse, se nelle prossime settimane sei Airbus A320, presi in leasing da Air One e quindi ereditati al momento dell’acquisto, verranno restituiti. L’obiettivo è risparmiare 18-19 milioni di euro l’anno anche per «compensare» il noleggio del Boeing 777-300ER (preso da AerCap) che costa da 6,6 a 13,8 milioni. Sui voli intercontinentali Alitalia è molto attiva: a fine mese partono i collegamenti con Nuova Delhi e Malè (Maldive), si investe di più su Los Angeles e San Paolo, vengono confermati Seul, Santiago del Cile, Città del Messico, Pechino, L’Avana. E si punta a Johannesburg, Sudafrica.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...COVID

KL63
Messaggi: 2714
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda KL63 » lun 16 ott 2017, 09:26:04

Quindi, come previsto non sarebbe vero che non abbiano toccato i 600 milioni, anzi un terzo se ne sono andati durante la stagione migliore, durante la quale sono stati svenduti ed incassati voli per la stagione invernale che adesso vanno onorati. Di questo passo a primavera, dopo o durante le elezioni, ci arriverano più che in riserva ed occorrerà un altro prestito per scavallare le elezioni.
A questo punto prima si vota e meglio è, anche per non introdurre l'argomento in campagna elettorale.

robix
Messaggi: 1588
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 12:30:35

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda robix » lun 16 ott 2017, 09:35:48

Io purtroppo temo che la maggior parte degli italiani di AZ (i) o non gliene frega niente avendo ben altro a cui pensare (che vuoi che siano altri 300 milioni, peraltro "prestati", visti i miliardi che lo stato spreca ogni anno ?) oppure (ii) si sono bevuti le bufale dei giornali per cui grazie ai commissari AZ va benissimo, apre nuove rotte e quindi si può (forse) vendere ma non svendere (il che significa che non si venderà mai).
Purtroppo la difesa di AZ è tripartisan (e quindi nessuno ne parlerà in campagna elettorale se non, semmai, per chiedere che venga nazionalizzata in modo da salvare i posti di lavoro e non perdere il nostro "gioiello nazionale"), altrimenti ci sarebbe almeno qualche voce / media contrari (che la gente legge / ascolta, non "di nicchia") per "svegliare" il popolo (inteso che quello fuori da Roma e Linate, a cui AZ va benissimo così).

KittyHawk
Messaggi: 5051
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda KittyHawk » lun 16 ott 2017, 10:07:15

Considerazioni a ruota libera.

Incomincia a circolare la voce di elezioni il 4 marzo 2018. Se fosse vera, allora bisognerà che AZ giunga a quella data non in sofferenza. Se non compiono scelte catastrofiche, pur perdendo somme ingenti come è lecito aspettarsi visto il periodo, i commissari dovrebbero farcela a non mettere in difficoltà la politica nazionale.
Dopo di ché l'altra data da tenere d'occhio è il 1 aprile (Pasqua), altro momento in cui OCCORRE PER FORZA assicurare i viaggi aerei. Chiunque sia allora al governo, se AZ avesse difficoltà finanziarie, come penso sarà altamente probabile, la compagnia verrà immediatamente aiutata con qualche scusa. Non vorrete una sollevazione popolare degli italici vacanzieri, vero? Prepariamoci quindi a vedere sparire altri soldi pubblici.

Sul fatto di vendere e non svendere, ciò che non è chiaro alla politica italiana è che si può vendere quando si ha un acquirente che vuole veramente comprare, non quando c'è stato qualcuno che ha semplicemente chiesto delle informazioni per valutare l'opportunità, com'è accaduto. Ora, con un orizzonte temporale artificialmente più lungo, i vari attori della vicenda continueranno a cullarsi nell'illusione che salti fuori qualcuno a disposto a sovrastimare il valore di AZ e pronto ad accollarsi l'intero carrozzone. Ciò non accadrà mai, 'a mio modesto parere', e prima se ne renderanno conto, se vorranno farlo, prima si metterà fine a questa farsa.

Nel frattempo prepariamoci a veder sparire altri 900 milioni di soldi pubblici (15 euro a testa, compresi quelli che non solo non volano, ma che hanno proprio paura di volare).

KittyHawk
Messaggi: 5051
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda KittyHawk » lun 16 ott 2017, 12:28:28

L'obiettivo del governo sarebbe quello di negoziare sulla riduzione dei dipendenti in cambio di un ingresso di fondi come F2i, o Cassa Depositi e Prestiti.
https://www.agi.it/economia/alitalia_piano_lufthansa_500_milioni_e_6_000_tagli-2258056/news/2017-10-16/

Accordo del tipo: "tientene di più a libro paga e i soldi per coprire le inefficienze li mettiamo noi"?
A parte questo trascurabile particolare (abbiam visto ben di peggio), che cosa farà/vorrà F2i qualora fosse costretta a mettere soldi? Lascerà che continui il fallimentare binomio FCO-LIN o esigerà che a MXP siano presenti più voli, anche modificando se necessario i bilaterali per il lungo raggio? E a quel punto ADR rimarrà alla finestra a guardare o contrattaccherà?

Bei dilemmi.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13469
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda malpensante » lun 16 ott 2017, 12:42:51

Lufthansa ha imparato da Air France che l'unico modo per non perdere i soldi in Alitalia è avere il 100% e il Governo zitto. Niente CDP, niente banche, niente Colaninni e Montezemoli.

Naturalmente, vedete ILVA, è impensabile che il Governo taccia davanti ai necessari tagli, perché viviamo (da sempre) con un Governo populista/peronista, che ci conferma che siamo il Paese di Bengodi (a debito) o che ci vivremmo, se non fosse proprio per i cattivi Tedeschi. Quindi secondo voi i Tedeschi di Lufthansa si faranno additare come crudeli banditi che licenziano i bravi lavoratori romani?

Alitalia ha alzato bandiera bianca il 2 maggio scorso, il Governo italiano no, la politica italiana no. Non c'è nemmeno un parlamentare favorevole all'idea di intervenire con il necessario bisturi. Qualcuno della plebe mugugna per i 600 milioni, poi per i 300 milioni e poi... si pensa ad aprire Johannesburg.

Quindi non succederà niente, alla scadenza del prestito o dei 900 milioni se ne metteranno altri. Ma la UE, direte voi? La UE sta zitta finché:
a) ha paura che la fine di Alitalia faccia vincere Di Maio
b) spera che Alitalia venga ceduta a Lufthansa

Però prima o poi si faranno le elezioni e Lufthansa perderà la pazienza.

romaneeconti
Messaggi: 2159
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Alitalia: prorogato prestito ponte fino a Sett 2018 e aggiunti 300mln

Messaggio da leggereda romaneeconti » lun 16 ott 2017, 12:49:10

Lufthansa ha imparato da Air France che l'unico modo per non perdere i soldi in Alitalia è avere il 100% e il Governo zitto. Niente CDP, niente banche, niente Colaninni e Montezemoli.

Naturalmente, vedete ILVA, è impensabile che il Governo taccia davanti ai necessari tagli, perché viviamo (da sempre) con un Governo populista/peronista, che ci conferma che siamo il Paese di Bengodi (a debito) o che ci vivremmo, se non fosse proprio per i cattivi Tedeschi. Quindi secondo voi i Tedeschi di Lufthansa si faranno additare come crudeli banditi che licenziano i bravi lavoratori romani?

Alitalia ha alzato bandiera bianca il 2 maggio scorso, il Governo italiano no, la politica italiana no. Non c'è nemmeno un parlamentare favorevole all'idea di intervenire con il necessario bisturi. Qualcuno della plebe mugugna per i 600 milioni, poi per i 300 milioni e poi... si pensa ad aprire Johannesburg.

Quindi non succederà niente, alla scadenza del prestito o dei 900 milioni se ne metteranno altri. Ma la UE, direte voi? La UE sta zitta finché:
a) ha paura che la fine di Alitalia faccia vincere Di Maio
b) spera che Alitalia venga ceduta a Lufthansa

Però prima o poi si faranno le elezioni e Lufthansa perderà la pazienza.
Molto giusto quello che scrivi. aggiungo....ma i cittadini, perché continuano a comperare questi biglietti Alitalia? Ma non sarebbe giusto che fossero proprio i cittadini, i cosiddetto "utenti" a decretare la fine di Alitalia non facendole piu' da "banca"? Utopia sicuramente...ma sarebbe ora!


Torna a “ALITALIA VISTA DAL SISTEMA LOMBARDO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti