Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

le news su Alitalia
Regole del forum
Luogo dove analizzare la situazione ed il percorso di Alitalia visto dal sistema aeroportuale Lombardo.
Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1653
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda mattaus313 » lun 06 apr 2020, 01:08:17

Infatti era una delle cose che volevo sottolineare quando ho linkato l'altro 3d.
E' evidente che ogni sistema aeroportuale ha punti di forze e di debolezza.
Sisi infatti, volevo avvalorare la tua tesi con un contributo grafico che mi sembrava chiaro e semplice!
Quello che conta non è il traffico totale, pompato in entrambi gli aeroporti in estate dalle low cost, ma il traffico LR, che sarebbe il target principale dell'hub carrier.
FCO ha molta, molta, più stagionalità di MXP, che è quasi piatto.
Il grafico indica chiaramente che l'andamento dei sistemi è simile. Appena posso proverò a fare il confronto sui singoli aeroporti.
Resta il fatto che è un problema comunque minore rispetto alla guerra con le LCC che mangiano il p2p insieme all'AV. In una ipotetica analisi SWOT la lista debolezze e minacce per Malpensa inizia a farsi decisamente lunghina, forse ben più di quella di FCO.
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

belumosi
Messaggi: 2872
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda belumosi » lun 06 apr 2020, 01:22:43

Signori, non ho scritto da nessuna parte che FCO sia il posto ideale dove basare una compagnia aerea.
ideale davvero proprio no
Però resta il fatto che di traffico ce n'è tanto e seppur stagionalizzato, non è affatto irrilevante nemmeno fuori dal picco estivo.
E con un fatturato decisamente alto.
A barcellona c'e' piu' traffico di FCO eppure non c'e' vettore hub and spoke tradizionale, ci sono solo vettori LC, quindi come vedi i volumi da soli non bastano per poter sostenere un hub. E Barcellona ha anche un traffico di affari probabilmente superiore a FCO quindi a mio avviso e' un candidato migliore di FCO anche sotto l'aspetto della composizione del traffico, oltre che della quantita'.
Eppure vedo spesso mettere l'accento solo sui limiti dello scalo romano, non di rado con evidenti forzature.
Non vedo nessuna forzatura nell'evidenziare che FCO non riesce a sostenere nessun vettore hub, ci sono fatti chiari a dimostrazione di cio', visto che nessun vettore ci ha mai fatto profitto negli ultimi 20 anni, ovverosia da quando esiste il concetto di vettore hub. Al contrario non si vedono fatti che possano dimostrare che FCO e' in grado di sostenere vettori hub, come abbiamo gia' visto nel caso di barcellona, ma anche di palma di majorca per esempio, i volumi da soli non giustificano un hub, anche se sono volumi che generano grande ricchezza in chi li sostiene.
E' un po' come se a parti invertite qualcuno giudicasse Milano dai fallimenti degli hub di AZ e IG o dalla presunta scarsa redditività che giustificherebbe la marea di pax LC.
Ma infatti c'e' chi lo fa, anche tu sei tra quelli se non sbaglio, ed ovviamente c'e' chi non e' d'accordo. L'importante e' argomentare.
Sarebbe una visione distorta che partendo da fatti reali, pretende di dimostrare determinate tesi.
Non mi sembra il modo migliore di fare analisi.
Quindi tu scrivi che per dimostrare determinate tesi, partire da fatti reali potrebbe non essere il modo migliore. Invece inventare di sana pianta un fantomatico patto governo - LC, questo si' che e' il modo migliore di dimostrare determinate tesi, giusto? Beh... permettimi di non essere d'accordo. Partiamo da fatti reali, non dalle invenzioni, e da li' discutiamo, questo mi sembra molto piu' serio.
Mi sembra che parliamo due lingue diverse, comunque:
-non ho scritto che FCO sia il posto ideale per fare un hub.
-disapprovo chi sostiene che FCO è un aeroporto dove non si fanno soldi, come pure chi sostiene che il fallimento degli hub di AZ e IG sia colpa di MXP. Sono luoghi comuni.
-sul discorso politica-LC, sei libero di credere quello che preferisci.

grandemilano
Messaggi: 1159
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda grandemilano » lun 06 apr 2020, 07:38:10

Semplicemente, su Fiumicino non si fanno soldi.
Bisognerà farlo sapere a quel centinaio di compagnie diverse da AZ che ogni anno si ostinano a portare a Roma 30M di pax per rimetterci dei soldi.
Probabilmente fanno tutte parte del complotto contro MXP.

Dopo tutti i dati postati da Malpensante e l'esperienza di IG, credevo che certi luoghi comuni appartenessero al passato.
Malpensante ha anche postato tempo fa dei dati dove si vedeva chiaramente che gli yeld del sistema aeroportuale milanese (LIN e MXP) erano ben più alti di Fiumicino, in alcuni casi doppi e tripli

grandemilano
Messaggi: 1159
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda grandemilano » lun 06 apr 2020, 07:53:04

Signori, non ho scritto da nessuna parte che FCO sia il posto ideale dove basare una compagnia aerea.
ideale davvero proprio no
Però resta il fatto che di traffico ce n'è tanto e seppur stagionalizzato, non è affatto irrilevante nemmeno fuori dal picco estivo.
E con un fatturato decisamente alto.
A barcellona c'e' piu' traffico di FCO eppure non c'e' vettore hub and spoke tradizionale, ci sono solo vettori LC, quindi come vedi i volumi da soli non bastano per poter sostenere un hub. E Barcellona ha anche un traffico di affari probabilmente superiore a FCO quindi a mio avviso e' un candidato migliore di FCO anche sotto l'aspetto della composizione del traffico, oltre che della quantita'.
Eppure vedo spesso mettere l'accento solo sui limiti dello scalo romano, non di rado con evidenti forzature.
Non vedo nessuna forzatura nell'evidenziare che FCO non riesce a sostenere nessun vettore hub, ci sono fatti chiari a dimostrazione di cio', visto che nessun vettore ci ha mai fatto profitto negli ultimi 20 anni, ovverosia da quando esiste il concetto di vettore hub. Al contrario non si vedono fatti che possano dimostrare che FCO e' in grado di sostenere vettori hub, come abbiamo gia' visto nel caso di barcellona, ma anche di palma di majorca per esempio, i volumi da soli non giustificano un hub, anche se sono volumi che generano grande ricchezza in chi li sostiene.
E' un po' come se a parti invertite qualcuno giudicasse Milano dai fallimenti degli hub di AZ e IG o dalla presunta scarsa redditività che giustificherebbe la marea di pax LC.
Ma infatti c'e' chi lo fa, anche tu sei tra quelli se non sbaglio, ed ovviamente c'e' chi non e' d'accordo. L'importante e' argomentare.
Sarebbe una visione distorta che partendo da fatti reali, pretende di dimostrare determinate tesi.
Non mi sembra il modo migliore di fare analisi.
Quindi tu scrivi che per dimostrare determinate tesi, partire da fatti reali potrebbe non essere il modo migliore. Invece inventare di sana pianta un fantomatico patto governo - LC, questo si' che e' il modo migliore di dimostrare determinate tesi, giusto? Beh... permettimi di non essere d'accordo. Partiamo da fatti reali, non dalle invenzioni, e da li' discutiamo, questo mi sembra molto piu' serio.
Mi sembra che parliamo due lingue diverse, comunque:
-disapprovo chi sostiene che FCO è un aeroporto dove non si fanno soldi.
Il problema, per il bene del sistema Paese, è che i soldi su Fiumicino li deve fare AZ o una compagnia italiana. Non le varie LH, AF, BA o qualche low cost irlandese o inglese

spanna
Messaggi: 3173
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda spanna » lun 06 apr 2020, 08:58:04

Mi sembra che parliamo due lingue diverse, comunque:
anche io credo che parliamo due lingue diverse, io mi attengo ai fatti e cerco di analizzarli, tu?
-non ho scritto che FCO sia il posto ideale per fare un hub.
e ci mancherebbe altro
-disapprovo chi sostiene che FCO è un aeroporto dove non si fanno soldi,
ma vedi che non c'e' nessuno che dica che a FCO non si fanno i soldi, infatti tutti quelli che ci volano li fanno, stai dicendo una cosa su cui tutti siamo d'accordo, io per primo. Quello su cui non siamo d'accordo e' una cosa diversa, che a FCO si possono fare i soldi costruendoci un hub, e questo mi pare ampiamente dimostrato. Tu continui a non vedere la differenza tra i 2 concetti, ma la differenza e' enorme e la vedono tutti, a parte te.
come pure chi sostiene che il fallimento degli hub di AZ e IG sia colpa di MXP. Sono luoghi comuni.
Anche su questo io e te siamo completamente d'accordo (e sono due di fila), e come te non approvo chi lo dice.
-sul discorso politica-LC, sei libero di credere quello che preferisci.
di nuovo, io credo a cio' che i fatti dicono, non credo a fantomatici patti come quello che ti sei inventato tu. E il motivo per cui te lo sei inventato a me sembra abbastanza chiaro: stai cercando di accreditare FCO come hub credibile, e non trovando nessun argomento reale te ne sei inventato uno fantasioso. Salvo poi accusare gli altri (penso che tu ti riferisca a me, vero?) di non fare analisi serie. Questo francamente non lo capisco.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...COVID

grandemilano
Messaggi: 1159
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda grandemilano » lun 06 apr 2020, 10:57:19

Mi sembra che parliamo due lingue diverse, comunque:
anche io credo che parliamo due lingue diverse, io mi attengo ai fatti e cerco di analizzarli, tu?
-non ho scritto che FCO sia il posto ideale per fare un hub.
e ci mancherebbe altro
-disapprovo chi sostiene che FCO è un aeroporto dove non si fanno soldi,
ma vedi che non c'e' nessuno che dica che a FCO non si fanno i soldi, infatti tutti quelli che ci volano li fanno, stai dicendo una cosa su cui tutti siamo d'accordo, io per primo. Quello su cui non siamo d'accordo e' una cosa diversa, che a FCO si possono fare i soldi costruendoci un hub, e questo mi pare ampiamente dimostrato. Tu continui a non vedere la differenza tra i 2 concetti, ma la differenza e' enorme e la vedono tutti, a parte te.
come pure chi sostiene che il fallimento degli hub di AZ e IG sia colpa di MXP. Sono luoghi comuni.
Anche su questo io e te siamo completamente d'accordo (e sono due di fila), e come te non approvo chi lo dice.
-sul discorso politica-LC, sei libero di credere quello che preferisci.
di nuovo, io credo a cio' che i fatti dicono, non credo a fantomatici patti come quello che ti sei inventato tu. E il motivo per cui te lo sei inventato a me sembra abbastanza chiaro: stai cercando di accreditare FCO come hub credibile, e non trovando nessun argomento reale te ne sei inventato uno fantasioso. Salvo poi accusare gli altri (penso che tu ti riferisca a me, vero?) di non fare analisi serie. Questo francamente non lo capisco.
E comunque, anche se esistessero questi patti su Fiumicino, non sarebbero ancora sufficienti a garantire la redditività a una compagnia aerea lì basata. Il che é molto significativo sulla reale possibilità per Fiumicino di diventare un hub

gabbozzo
Messaggi: 330
Iscritto il: mer 10 ott 2018, 19:12:34

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda gabbozzo » lun 06 apr 2020, 11:36:10

Per il totoflotta occorrerebbe aumentare la dote e non di poco.
La cassa sarà prossima allo zero immagino.
Qualcuno qui od altrove l'ha già scritto.
Gli aerei dalla badcompany non si potranno certo avere gratis, altrimenti i creditori penso che avrebbero qualcosa da ridire. Ipotizzando 10 milioni a macchina per 30 macchine e più di metà della dote che se ne è già andata. Ora e per i prossimi due anni si vola in perdita e quindi la dote nel non è sufficiente nemmeno per arrivare a Natale. Se proprio si vuole fare l'ennesima porcata, dato che il momento è per questo favorevole, bisogna metterci almeno 4/5 miliardi. Ci sono?
Riguardo a Linate fino a che AZ non avrà forza per presidiarlo rimarrà chiuso o, prendendo spunto da quanto detto da Brunini in altro argomento, si procederà ad una sostanziale riduzione degli slot con la scusa del distanziamento sociale necessario negli aeroporti.
Per quanto riguarda hub a FCO o MXP penso che siamo tutti d'accordo che sarà FCO, come potrebbe essere diversamente? Si rianima ogni volta il cadavere perché da da magna' a Roma e nel Lazio, non certo in Lombardia.
Non pensavo volessero rinnovare la flotta di lungo raggio. Ma costa meno prendere macchine nuove che non trattare un prezzo scontato con i lessor degli attuali 332 e 772?

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1653
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda mattaus313 » lun 06 apr 2020, 11:41:54

Sia Malpensa che Fiumicino hanno grosse criticità per sviluppare un hub di natura tecnica ed economica, se si tiene conto delle volontà politiche e sindacali alla fine Fiumicino rimane la scelta più ovvia, dove comunque Alitalia - anche se in condizioni completamente diverse da oggi e per un breve periodo - degli utili li ha fatti.

Io sono convinto che se si riuscisse a tagliare qualche privilegio del personale, ad incastrare bene rotte e transiti e soprattutto trovare partner validi andandosene da SkyTeam un hub modesto potrebbe anche uscire. Devono però concentrarsi su Roma e salutare Milano, se non con i classici voli su Roma, i codeshare e la JFK (più a mio avviso MIA) su metallo proprio che si reggono da sole.
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Avatar utente
Tropicalista
Messaggi: 226
Iscritto il: lun 11 mar 2019, 21:46:46
Località: Lomellina

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda Tropicalista » lun 06 apr 2020, 11:53:13

Continuate a fare l'errore di considerare Alitalia una major competitiva, quando invece è una compagnia parassita che prende pesci in faccia da tutti.

Il mercato è un soggetto dinamico, non statico.
Un esempio estremo è quello del mercato dei telefoni cellulari: quando tutti spendevamo poche centinaia di euro per dei telefoni sempre più miniaturizzati, è arrivata Apple che ha convinto mezzo mondo a SVENARSI per comprarsi telefoni giganteschi. Praticamente dei palmari (che tra l'altro esistevano già prima, ma non se li cagava nessuno se non qualche raro dirigente d'azienda).

Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk
...per favore... non diciamo sciocchezze dai....

Avatar utente
Tropicalista
Messaggi: 226
Iscritto il: lun 11 mar 2019, 21:46:46
Località: Lomellina

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda Tropicalista » lun 06 apr 2020, 11:53:39

Continuate a fare l'errore di considerare Alitalia una major competitiva, quando invece è una compagnia parassita che prende pesci in faccia da tutti.

Il mercato è un soggetto dinamico, non statico.
Un esempio estremo è quello del mercato dei telefoni cellulari: quando tutti spendevamo poche centinaia di euro per dei telefoni sempre più miniaturizzati, è arrivata Apple che ha convinto mezzo mondo a SVENARSI per comprarsi telefoni giganteschi. Praticamente dei palmari (che tra l'altro esistevano già prima, ma non se li cagava nessuno se non qualche raro dirigente d'azienda).

Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk
...per favore... non diciamo sciocchezze dai....

gabbozzo
Messaggi: 330
Iscritto il: mer 10 ott 2018, 19:12:34

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda gabbozzo » lun 06 apr 2020, 11:56:53

Sia Malpensa che Fiumicino hanno grosse criticità per sviluppare un hub di natura tecnica ed economica, se si tiene conto delle volontà politiche e sindacali alla fine Fiumicino rimane la scelta più ovvia, dove comunque Alitalia - anche se in condizioni completamente diverse da oggi e per un breve periodo - degli utili li ha fatti.
Ma il periodo degli utili non era l'era Cempella, ovvero quando c'era l'hub (anche) a Milano? ..io mi sto perdendo
Io sono convinto che se si riuscisse a tagliare qualche privilegio del personale, ad incastrare bene rotte e transiti e soprattutto trovare partner validi andandosene da SkyTeam un hub modesto potrebbe anche uscire. Devono però concentrarsi su Roma e salutare Milano, se non con i classici voli su Roma, i codeshare e la JFK (più a mio avviso MIA) su metallo proprio che si reggono da sole.
Se perdono più a Milano che a Roma: ok. Altrimenti è tutto da vedere.

BAlorMXP
Messaggi: 1607
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda BAlorMXP » lun 06 apr 2020, 12:26:47

In un'Italia scevra da ogni scelta di convenzione politica l'hub di riferimento sarebbe quello più vicino alla parte centrale del continente europeo sia per popolazione che per scambi economici/merci che rendono tutto molto più fluido e veloce.

milmxp
Messaggi: 1583
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda milmxp » lun 06 apr 2020, 13:08:14

In un'Italia scevra da ogni scelta di convenzione politica l'hub di riferimento sarebbe quello più vicino alla parte centrale del continente europeo sia per popolazione che per scambi economici/merci che rendono tutto molto più fluido e veloce.
Ecco un'altra considerazione cruciale. Milano è posizionata nel cuore dell'Europa e ha una posizione geografica invidiabile che consente di organizzare i voli su tre ondate quasi perfette. Sei se vuoi servire il ptp in entrambe le direzioni.
A FCO la posizione geografica è pessima se si vuole puntare ad un hub internazionale. Hai voli che durano un'oretta insieme a voli per capitali importanti che durano anche più di due ore. Con queste durate le connessioni sono poco efficienti. È vantaggiosa per il cross country, ma appunto sarebbe valida solo per un hub regional. Credo che AZ e FCO abbiano fatto molta leva su questo per avere consenso popolare.
Che poi fare un PMO-FCO-VCE o un PMO-MXP-VCE poco cambia se con i tempi di connessione la durata complessiva è uguale.

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1653
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda mattaus313 » lun 06 apr 2020, 13:34:07

Sui transiti intercontinentali per feed provenienti da altri stati dell'Unione Milano è in vantaggio rispetto a FCO su NA e in misura minore per l'estremo Oriente. Però in posizione nettamente più sfavorevole rispetto agli altri hub. Abbastanza indifferente sul Sud America, Africa e sud est asiatico. Però sono mercati sicuramente meno remunerativi, se non forse il sud america che da FCO e con un po' di feed adeguati potrebbe funzionare bene. Praticamente l'hub a Milano sarebbe vantaggioso veramente per il nord America, tenendo conto che comunque, oltre ai soliti problemi ben noti, per portare transiti bisognerebbe comunque competere sul prezzo e di certo le altre major di certo non starebbero a guardare.
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

BAlorMXP
Messaggi: 1607
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda BAlorMXP » lun 06 apr 2020, 13:44:15

Sui transiti intercontinentali per feed provenienti da altri stati dell'Unione Milano è in vantaggio rispetto a FCO su NA e in misura minore per l'estremo Oriente. Però in posizione nettamente più sfavorevole rispetto agli altri hub. Abbastanza indifferente sul Sud America, Africa e sud est asiatico. Però sono mercati sicuramente meno remunerativi, se non forse il sud america che da FCO e con un po' di feed adeguati potrebbe funzionare bene. Praticamente l'hub a Milano sarebbe vantaggioso veramente per il nord America, tenendo conto che comunque, oltre ai soliti problemi ben noti, per portare transiti bisognerebbe comunque competere sul prezzo e di certo le altre major di certo non starebbero a guardare.
Io parlo di vicinanza al continente perché è quella la grande differenza altrimenti ogni aeroporto differirebbe di qualche centinaio di km di vantaggio o svantaggio riguardante il lungo raggio. Aggiungiamo il fatto che relative posizioni geografiche favorevoli non sono più un punto a vantaggio a far si che un aeroporto sia leader di un market piuttosto che un altro anche perché il treno verso l'Africa è perso e in appannaggio di chi ha forti scambi economici ed etnico senza troppe pezze al cxlo e alludo a Francia/Belgio/Olanda. Stessa cosa per il SA dove tolto il mercato brasiliano e argentino il resto riempirebbe si ma con yield veramente al pavimento. Bisognava specializzarsi 25 anni fa, ora anche con TK che regna incontrastata sul mediterraneo il treno è passato. L'Italia ha la fortuna di avere rapporti importanti da est ad ovest quindi una mini global che raggiunga un 5/7 destinazioni fra USA e Canada, quelle due imprescindibili in SA, India ed Estremo Oriente potrebbe benissimo esistere ma con modalità più snella e soprattutto con in testa di guadagnarci e non sopravvivere per portare il turismo in Italia, ma per far volare l'Italia laddove ne ha necessità.

gabbozzo
Messaggi: 330
Iscritto il: mer 10 ott 2018, 19:12:34

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda gabbozzo » lun 06 apr 2020, 16:14:45

In termini di alleanze come potrebbe evolvere la situazione? Quest'anno non scade la JV?

Formalmente è già partita la nuova Alitalia pubblica?

Avatar utente
cesare.caldi
Messaggi: 5529
Iscritto il: lun 15 ott 2007, 22:55:42

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda cesare.caldi » lun 06 apr 2020, 17:26:47

Nazionalizzazione Alitalia: arriva l’ok dell’Unione Europea

Alitalia tornerà nelle mani dello Stato. Dopo la conferma della decisione di nazionalizzare la compagnia aerea, arriva anche l’ok dell’UE

La notizia della nazionalizzazione di Alitalia per salvarla dal fallimento, come era stato previsto anche nell’ormai noto decreto Cura Italia, era stata già confermata. Adesso, è arrivato anche l’ok dell’UE.

La compagnia aerea ha affrontato momenti di estrema incertezza, anche prima di doversi misurare con una pandemia globale, che ha reso il quadro ancor più incerto. Nelle ultime settimane, però, la via della nazionalizzazione ha aperto un nuovo capitolo per l’azienda.

Nascerà una newco interamente controllata dal Ministero dell’economia e delle finanze, ovvero controllata da una società a prevalente partecipazione pubblica, anche indiretta, che avrà il compito di affiancare le aziende private interessate alla compagnia aerea.

Intanto, sarebbe imminente anche lo stop della gara privata indetta proprio allo scopo di raccogliere eventuali offerte per il rilevamento della compagnia, che finora sono state otto in totale.

L’ok dell’UE alla nazionalizzazione di Alitalia
Il salvataggio di Alitalia è ancora sotto i riflettori nazionali e internazionali. Da Bruxelles si è espressa Margrethe Vestager, vicepresidente della Commissione Ue, che ha fatto cadere il veto dell’Unione Europea alla nazionalizzazione della compagnia.

Quest’ultima ha confermato la neutralità della Commissione sulla proprietà, sottolineando come in situazioni del genere sia plausibile che uno Stato decida di acquistare le azioni di una compagnia. Tale acquisto, se fatto sul mercato e con i prezzi di mercato, che in questo momento sono anche bassi, non sarà un problema per l’UE.

Comunque, secondo la Vestager:

“non si può parlare in astratto, perché dipende dalle modalità dell’operazione, se sia un aiuto di Stato o meno. Dipende dalla cornice che verrà stabilita e da come sarà esercitata. Non si può dare una risposta in generale. Poi, se le modalità fossero altre, potrebbero esserci problemi, in quel caso, non è esclusa la richiesta di una notifica individuale”.

https://www.money.it/nazionalizzazione- ... me-notizie

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13123
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda malpensante » lun 06 apr 2020, 17:42:09

Alitalia tornerà nelle mani dello Stato.
E' successo il 2 maggio 2017.
Chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c'è certezza.

belumosi
Messaggi: 2872
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda belumosi » lun 06 apr 2020, 18:17:25

di nuovo, io credo a cio' che i fatti dicono, non credo a fantomatici patti come quello che ti sei inventato tu. E il motivo per cui te lo sei inventato a me sembra abbastanza chiaro: stai cercando di accreditare FCO come hub credibile, e non trovando nessun argomento reale te ne sei inventato uno fantasioso. Salvo poi accusare gli altri (penso che tu ti riferisca a me, vero?) di non fare analisi serie. Questo francamente non lo capisco.
Al netto delle fantasie di cui sopra, ho sempre pensato che sia l'hub carrier a determinare il peso dell'hub e solo in misura secondaria la location.
Quando è nata Emirates nel 1985, Dubai era un buco con 370.000 anime e il pil degli EAU era poco più di un decimo di quello attuale (che per inciso è appena 1/5 di quello italiano).
Se questo forum fosse stato attivo 35 anni fa, immagino le sganasciate nei confronti di quei c*****i che a fronte di una popolazione ridicola, volevano metter su una grande compagnia aerea. Ma hanno messo sul piatto qualche decina di miliardi, tutto qui.
Per cui queste seghe mentali MXP vs FCO, non hanno minimamente senso.
Trova qualche miliardario pazzo che metta 20 o 30 MLD€ sul piatto e vedrai che anche Montichiari svernicia sia MXP che FCO e diventa un hub con i controcaxxi.
Questa ossessiva contrapposizione tra i due scali italiani non è altro che la danza delle ambizioni intorno ad un osso spolpato.
La storia recentissima di IG ha chiarito fin troppo bene le cifre necessarie a per avere determinate ambizioni, ma a quanto pare dopo nemmeno due mesi dal fallimento è già stata dimenticata. Meglio tornare all'evergreen LIN chiuso = MXP hub. Che almeno permette di continuare a sognare.
Ma siccome in un'analisi seria non c'è posto per i sogni, la realtà ci dice che gli investimenti necessari a fare un hub con ambizioni globali (che è quello che tu e gran parte dei presenti vorrebbero), stanno nella fantascienza.
Mentre AZ continuerà ad avere il proprio hubbettino a FCO perchè, come sai benissimo, quasi tutti gli interessi che ruotano intorno alla compagnia stanno a Roma e dintorni.
E quello che ho appena scritto, non è quello che auspico, spero o trovo giusto, ma è quello che è VERO. E che quando si toglie la testa dalla sabbia, è impossibile non vedere.
Se poi si sceglie per principio di non guardare in faccia la realtà (tutta, non solo la parte che fa comodo) perchè fa male, allora alzo le mani.

Avatar utente
D960
Messaggi: 1115
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda D960 » lun 06 apr 2020, 18:31:29

Perché in fondo non c'è differenza fra costruire un hub a Perugia o a Cagliari con quattro piste e uno a Dubai in mezzo al deserto con persone che pagano enne volte il prezzo del biglietto in uno dei territori più ricchi del mondo e in assenza di concorrenza. Se così fosse allora perché Air France non ha l'hub ad Avignone? Perché Lufthansa non ha l'hub a Norimberga? Perché British non a Lancaster?
BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

belumosi
Messaggi: 2872
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda belumosi » lun 06 apr 2020, 18:35:43

Perché in fondo non c'è differenza fra costruire un hub a...
Dove ho scritto che non c'è differenza?

Avatar utente
D960
Messaggi: 1115
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda D960 » lun 06 apr 2020, 18:41:39

Dove è secondaria la location. Se ho soldi da buttare, certo che lo è ma bisogna vedere se sia sostenibile o meno.
Ultima modifica di D960 il lun 06 apr 2020, 18:43:56, modificato 1 volta in totale.
BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

belumosi
Messaggi: 2872
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda belumosi » lun 06 apr 2020, 18:43:29

Dove è secondaria la location
Significa che ci sono aspetti più importanti, non che la location è irrilevante.

belumosi
Messaggi: 2872
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda belumosi » lun 06 apr 2020, 18:56:12

Dove è secondaria la location. Se ho soldi da buttare, certo che lo è ma bisogna vedere se sia sostenibile o meno.
Ho preso Dubai come caso limite, volevo rendere l'idea delle priorità.
Noi stiamo consumando giga su giga, ma la semplice realtà è che per fare un grande hub servirebbe un grande hub carrier con centinaia di aerei, che costerebbe cifre a 10 zeri.
Ed è del tutto irrealistico pensare che qualcuno investa cifre del genere.

milmxp
Messaggi: 1583
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: Alitalia-Fs, tempi lunghi e idee poco chiare

Messaggio da leggereda milmxp » lun 06 apr 2020, 19:10:33

L'assurdità è che si buttano un mare di soldi per investire in una compagnia che non ha senso di esistere. Perché se ci vogliono miliardi per far funzionare una compagnia è ovvio che Alitalia non funzionerà mai.


Torna a “ALITALIA VISTA DAL SISTEMA LOMBARDO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti