AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

le news su Alitalia
Regole del forum
Luogo dove analizzare la situazione ed il percorso di Alitalia visto dal sistema aeroportuale Lombardo.
KittyHawk
Messaggi: 5351
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 05 set 2020, 13:39:30

malpensante ha scritto: sab 05 set 2020, 13:05:08 Entro 500 nm dall’aeroporto di Istanbul c’è solo Istanbul, a parte Paesi a basso potere d’acquisto. Eppure...
Istanbul, o meglio Turkish, ha dei vantaggi non facilmente replicabili: la proprietà effettiva è statale (gli azionisti del flottante pubblico, pari a oltre il 50% del capitale, possono nominare solo 2 membri su 8 del board) e può decidere in base a criteri non esclusivamente economici (anche se poi riesce a fare utili); gli stipendi del personale sono sicuramente inferiori a quelli delle aerolinee europee (e la stessa condizione vale per le altre aerolinee turche).

Inoltre Instanbul si trova, grossomodo, sulle rotte ortodromiche che fanno le ME3 verso l'Europa. Può quindi offrire lo stesso tipo di servizio di emiratini e qatarioti utilizzando però, verso l'Europa, aerei più piccoli con costi di gestione inferiori e potendo servire direttamente anche un maggior numero di aeroporti (qui credo entrino in gioco anche accordi tra UE e Turchia).

milmxp
Messaggi: 1771
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda milmxp » sab 05 set 2020, 13:52:37

Hallenius ha scritto: sab 05 set 2020, 13:10:40 @milmxp
Dipende, se penso ad Hainan, China Southern, China Eastern ed ad altre realtà anche regional, ma comunque utili, vedo un interesse reale verso AZ decisamente meno opportunistico di quanto non sia quello del trio DL/AF/KL. Un interesse che peraltro lascia spazio ad uno sviluppo come quello ipotizzato da Cempella, ma su scala globale.
MXP ha problemi logistici rilevanti considerando il contesto in cui si colloca, se il covid offre una possibilità è quella di concentrare la ripartenza su FCO e nel frattempo lavorare sul sistema aeroportuale lombardo in modo tale che diventi possibile operare sul LR da un aeroporto posto in una posizione migliore rispetto agli assi di comunicazione.
Banalmente: se si volessero investire un tot di miliardi su LIN con un peoplemover Rogoredo-LIN-Segrate + M4 si risolverebbero tutti i problemi e si arriverebbe facilmente ad un sistema à la Schiphol.
Tecnicamente difficile? Esprori costosi? Sequela infinita di problemi vari? Sì, assolutamente, ma se si vuole avere un hub a Milano (città che può certamente "meritare" un hub) sì deve ripartire da LIN o da qualcosa tra lo stesso e la TEEM.
Come scenario più che d'accordo, anche se fantascientifico, però se poi a monte non si risolvono i problemi sindacali o non si assume gente del posto, siamo punto e a capo (AZ e IG docet).

Avatar utente
Clipper_Mandarin
Messaggi: 352
Iscritto il: dom 10 feb 2008, 11:53:06

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda Clipper_Mandarin » sab 05 set 2020, 14:04:07

Hallenius ha scritto: sab 05 set 2020, 13:10:40 MXP ha problemi logistici rilevanti considerando il contesto in cui si colloca, ...
A me non sembra che MXP abbia problemi logistici rilevanti o comunque nessuno che non si possa risolvere con un po' di volontà politica.
E' servito da due autostrade e la ferrovia che in 45 minuti ti porta al T1 dal centro di Milano, lo stesso tempo del treno che raggiunge MUC dal centro di Monaco.
Hallenius ha scritto: sab 05 set 2020, 13:10:40 ... se il covid offre una possibilità è quella di concentrare la ripartenza su FCO e nel frattempo lavorare sul sistema aeroportuale lombardo in modo tale che diventi possibile operare sul LR da un aeroporto posto in una posizione migliore rispetto agli assi di comunicazione.
Banalmente: se si volessero investire un tot di miliardi su LIN con un peoplemover Rogoredo-LIN-Segrate + M4 si risolverebbero tutti i problemi e si arriverebbe facilmente ad un sistema à la Schiphol.
Tecnicamente difficile? Esprori costosi? Sequela infinita di problemi vari? Sì, assolutamente, ma se si vuole avere un hub a Milano (città che può certamente "meritare" un hub) sì deve ripartire da LIN o da qualcosa tra lo stesso e la TEEM.
Banalmente in che senso?
Non è che magari allungare la pista esistente, costruirne un'altra, rifare l'aerostazione oppure aggiungere un altro terminal, fare i collegamenti necessari con le ferrovie costa molto "ma molto" di più che realizzare una linea a levitazione magnetica da Milano a MXP?
Certo che se poi uno abita in viale Corsica, a Lambrate o a San Donato, forse nemmeno con il teletrasporto sarebbe contento di andare a MXP :mrgreen:
Ciao,
Massimo

Avatar utente
Clipper_Mandarin
Messaggi: 352
Iscritto il: dom 10 feb 2008, 11:53:06

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda Clipper_Mandarin » sab 05 set 2020, 14:09:30

Hallenius ha scritto: sab 05 set 2020, 13:57:16 Rendiamoci conto che l'unico modo per far funzionare davvero Malpensa (escludendo un investimento serio sul Grande Aeroporto ad Est di Milano) sarebbe far saltare la 16R/34L e la 16L/34R di FCO lasciando solo la 07/25 accorciata di quasi 1,5 km, unitamente ad una consistente riduzione della capacità dei terminal.
Quindi intendi dire che "atomizzando" FCO, automaticamente vengono risolti anche i "problemi logistici rilevanti" di MXP? :shock:
Ciao,
Massimo

KittyHawk
Messaggi: 5351
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 05 set 2020, 14:43:48

Hallenius ha scritto: sab 05 set 2020, 13:10:40 Banalmente: se si volessero investire un tot di miliardi su LIN con un peoplemover Rogoredo-LIN-Segrate + M4 si risolverebbero tutti i problemi e si arriverebbe facilmente ad un sistema à la Schiphol.
Il banalmente, per riprodurre MUC ad est di LIN collegandolo con l'esistente e giungere, quindi, a un sistema aeroportuale con 3 piste parallele di cui 2 di 4 km, richiede l'esproprio di circa 30 kmq di territorio, molti dei quali abitati. Sarebbe bello, ma sfortunatamente il tot di miliardi sarebbe un tot piuttosto cospicuo attualmente non concedibile.

PS. Non serve il people mover da Rogoredo: costruisci una bretella che reinstrada i treni della linea di Bologna sulla linea di Venezia e la fai passare sotto la nuova aerostazione. Molto più efficiente.

Avatar utente
D960
Messaggi: 1419
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda D960 » sab 05 set 2020, 14:47:09

Hallenius ha scritto: sab 05 set 2020, 14:28:01 Se "atomizzi" FCO neutralizzi le compagnie che operano su Roma con i WB e a quel punto un cospicuo numero di pax dovrà passare necessariamente attraverso un gateway intercontinentale, sperabilmente MXP, andando a sommare parte dell'utenza di Roma (alcuni ovviamente continuerebbero a passare via CDG, LHR ecc...) a quella della Lombardia. Ovviamente in un quadro fantascientifico del genere la massa critica su Milano si creerebbe anche a Malpensa indipendentemente dalle difficoltà logistiche sul mercato del nord che comunque resterebbero tali.
Mica vero, è lo stesso ragionamento che fece AZ per altro chiudendo l'hub di Milano, eppure di pax fidelizzati con i vettori d'oltralpe ne esistono. E non è vero perché non è automatico, anzi esistono altri vettori che aspirano e che possono prendere da altri apt esattamente come accade ora.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

Avatar utente
Clipper_Mandarin
Messaggi: 352
Iscritto il: dom 10 feb 2008, 11:53:06

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda Clipper_Mandarin » sab 05 set 2020, 15:38:13

Hallenius ha scritto: sab 05 set 2020, 15:01:45 Si realizza un masterplan con la visione definitiva e si fasizza il lavoro in base alle previsioni di crescita e alle possibilità economiche. Non sto assolutamente asserendo che sia uno scherzo, ma è un qualcosa che andrebbe valutato prima di investire altri soldi su MXP.
Non stai parlando seriamente perchè la cosa è "sostanzialmente" infattibile.
A parte l'acquisto (o la requisizione) dei terreni, si tratterebbe di delocalizzare alcune decine di migliaia di abitanti oltre a decine e decine di aziende.
Figuriamoci, mi ricordo che a MXP era stato un problema spostare i pochi abitanti di Case Nuove e non so nemmeno se ci siano riusciti.
Ciao,
Massimo

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13961
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda malpensante » sab 05 set 2020, 16:21:53

Nell’anno 2020 le linee aeree legacy di tutto il mondo hanno ricevuto miliardi dai rispettivi Stati e sono le linee aeree che fanno voli intercontinentali.

Quindi i voli intercontinentali sono operati da vettori che, gratta gratta, sono espressione dello Stato. Se anche Malpensa fosse al centro dell’universo o avesse yield stellari non importerebbe, la linea aerea della Repubblica Italiana è Alitalia e avrà hub, fallimentare o di successo, dove fa comodo alla politica, cioè a Roma capoccia der monno ‘nfame.

Se volete un hub a Malpensa votate la Lega Nord di Bossi, che non c’è più e fate una secessione, anche dal Comune di Milano.

grandemilano
Messaggi: 1475
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 05 set 2020, 16:58:55

A questo punto l'hub ideale non sarebbe neanche Linate ma bensì Brescia. Come aveva ipotizzato Caprotti un po' di anni.
Collegato all'alta velocità si trova al centro della pianura padana e a un'ora di treno da Milano e Venezia. Altro che Linate!
Sarebbe la soluzione ideale, ma irrealizzabile allo stesso tempo. Suvvia.
C'è già un aeroporto (malpensa) e va bene quello

KittyHawk
Messaggi: 5351
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 05 set 2020, 18:02:31

Conservare vecchie riviste porta via spazio in casa, ma aiuta a tornare alla realtà.
Nel 1975 le compagnie aeree italiane (Alitalia, Ati, Itavia e Alisarda; sì c'erano ancora!) trasportarono, in tutto, meno di 8.800.000 passeggeri. Erano gli anni in cui le compagnie nazionali, ovunque, monopolizzavano il traffico. Non ho trovato i dati complessivi, ma a essere generosi non penso che il totale dei passeggeri, compresi quelli trasportati da compagnie straniere, possa aver superato i 12 milioni. C'era crisi e c'erano scioperi, ma questi sono i dati con cui doveva confrontarsi chi doveva o voleva pianificare il futuro del trasporto aereo italiano. Pensare di bloccare lo sviluppo dell'Est di Milano sarebbe stato quanto meno azzardato, allora.

Dato che qui si dovrebbe parlare di Alitalia mi pare significativo chiudere il post riportando quello che scriveva un giornalista, all'inizio del 1976, su una rivista specializzata e che mi è ovviamente saltato all'occhio:
I gestori aeroportuali si lamentano che le tariffe dei servizi ed i diritti di atterraggio e decollo (per quegli aeroporti nei quali vengono direttamente percepiti dai gestori) siano i più bassi del mondo. ... Si dice che Civilavia esitasse ad applicare gli aumenti per non influire dannosamente sui bilanci della compagnia di bandiera. Ora, a parte il fatto che questi aumenti avrebbero dovuto essere concessi da molti anni, fin da quando i bilanci di Alitalia erano saldamente attivi, il ragionamento è capzioso: infatti l'Alitalia effettua circa il 50% del traffico aereo italiano (l'Alitalia con le sue consociate, ovviamente). Vale a dire che per non danneggiare l'Alitalia si «regala» a compagnie di altri paesi una parte del servizio che ricevono sui nostri aeroporti sottocosto.
Cambiano gli uomini, cambiano gli aerei, ma la solfa sembra rimanere la stessa. Per aiutare Alitalia c'è sempre qualcuno che ci rimette (tipicamente, in un modo o l'altro, il contribuente).

milmxp
Messaggi: 1771
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda milmxp » sab 05 set 2020, 19:33:35

Alla fine però è il sistema Italia che ci ha perso, come al solito, per l'interesse di pochi.

Avatar utente
Clipper_Mandarin
Messaggi: 352
Iscritto il: dom 10 feb 2008, 11:53:06

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda Clipper_Mandarin » sab 05 set 2020, 21:51:43

Hallenius ha scritto: sab 05 set 2020, 16:24:04 Se dovesse risultare infattibile sarebbe a causa di chi ha preferito speculare sul territorio piuttosto che investire su un'infrastruttura fondamentale per il Nord mettendo in questo modo e sin dal principio una pietra tombale sulle aspirazioni aeronautiche di Milano.
Se il sistema aeroportuale di Milano è strutturato come si trova adesso non è certo a causa della speculazione edilizia operata nelle aree limitrofe a Linate.
E' già dalla metà degli anni '60 che il MIT aveva determinato che l'aeroporto principale di Milano dovesse essere Malpensa per "la vastità del comprensorio, in grado di consentire adeguamenti ed ampliamenti, alla distanza da centri urbani di notevole entità, alla presenza di due piste e di ampi piazzali di sosta, ... ..." (cfr. Alma Pizzi, Malpensa 2000, ed. Giorgio Mondadori).
Qualcuno ha mai contestato questa scelta rispetto a Linate?
Ciao,
Massimo

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13961
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda malpensante » sab 05 set 2020, 21:56:50

L’errore fu costruire Linate al risparmio con una sola posta corta, anziché due lunghe a est dell’Idroscalo. Però allora c’era la scighera, non avrebbe mai potuto essere l’aeroporto del Paese. Nessuno avrebbe potuto immaginare che il riscaldamento globale avrebbe eliminato la nebbia.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13961
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda malpensante » sab 05 set 2020, 21:58:55

Errore numero due non mettere due binari fra Gallarate e Malpensa negli anni sessanta, errore numero tre fare il Malpensa Express invece che un people mover da Gallarate. Errore numero quattro non aver costruito la Pedemontana.

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1807
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda mattaus313 » sab 05 set 2020, 22:21:18


Hallenius ha scritto:
Si realizza un masterplan con la visione definitiva e si fasizza il lavoro in base alle previsioni di crescita e alle possibilità economiche. Non sto assolutamente asserendo che sia uno scherzo, ma è un qualcosa che andrebbe valutato prima di investire altri soldi su MXP.
Io tendenzialmente preferisco l'accesso ferroviario diretto rispetto al people mover. Nel caso specifico tra Rogoredo/Segrate e LIN saremmo nell'ordine dei quattro minuti per quanto riguarda la percorrenza quindi se proprio non si riuscisse a realizzare il collegamento diretto non mi dispererei troppo. Se si riuscisse tanto meglio.

Se solo Telegram potesse parlare (...)



Inviato dal mio ONEPLUS A6013 utilizzando Tapatalk

"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26651
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda I-Alex » dom 06 set 2020, 10:10:14

rimaniamo IN TOPIC, basta OT su tutti gli argomenti su storie trite e ritrite
Malpensa airport user

spanna
Messaggi: 3338
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda spanna » mar 08 set 2020, 18:26:14

Umberto Mancini per “il Messaggero”

Trattativa in salita per far decollare Alitalia. La proposta di holding messa a punto dal governo per dimostrare la discontinuità rispetto al passato non ha convinto fino in fondo i tecnici della concorrenza di Bruxelles.
Così come non convince il fatto che lo Stato, almeno nel primo schema illustrato informalmente all' Europa, controlli al 100% l' azienda, non prevedendo, almeno per ora, una data di uscita o la possibile apertura a soci privati. Deboli, sempre secondo le prime reazioni di Bruxelles, le argomentazioni sul cambio delle rotte, l' assetto societario e impostazione industriale che ricalcherebbe troppo quella attuale.

I NODI

Prima di andare avanti nella definizione del pacchetto da portare ufficialmente alla Commissaria Margrethe Vestager, l' esecutivo vuole provare a sciogliere alcuni di questi nodi. Primo tra tutti quello del decreto che istituisce la newco e che, senza i correttivi chiesti da Bruxelles, rischia di nascere già vecchio.
Da qui l' idea - che sarà al centro del prossimo vertice tra i ministri (Guarnieri, Patuanelli, De Micheli, Catalfo) che hanno in mano il dossier - di stabilire una data certa di uscita dello Stato dall' azionariato. Si parla di 48 mesi dalla costituzione della società, ma c' è chi spinge per stringere ancor di più tempi.
E chi, sopratutto nel Pd, sollecita ad avviare sin da subito una alleanza commerciale, un patto propedeutico allo sbarco poi nell' azionariato. Con Delta Airlines, oggetto del desiderio dell' ad Fabio Lazzerini, ormai in pole position rispetto all' altro contendente Lufthansa, sponsorizzato invece dai 5Stelle. Il summit tra i ministri dovrà anche risolvere alcune questione pratiche ma di vitale importanza per la compagnia.
Sia l' ad Lazzerini che il presidente Francesco Caio sono stati solo indicati dalla Presidenza del Consiglio ai vertici, ma mai nominati con un provvedimento ufficiale. Una situazione paradossale, come l' assenza degli altri membri del cda, che suscita non poche preoccupazioni non solo tra i sindacati ma anche a Bruxelles.
Proprio i sindacati sono convinti che le difficoltà a trovare la quadra sulle nomine (è in corso un braccio di ferro sul ruolo del direttore generale Zeni e su quello del Commissario straordinario Leogrande) facciano slittare ancora la definizione della governance con grave danno per il vettore. Il rischio, sostengono Cgil, Cisl e Uil, è che l' impasse finisca per paralizzare l' attività già semi bloccata dall' emergenza virus e bruciare così la poca liquidità rimasta nei serbatoi del bilancio (poco più di 100 milioni).
A rischio, senza l' ok Ue, ci sono i 3 miliardi di dote già decisa dal governo e i numerosi prestiti ponte concessi per oltre 1 miliardo. Misure che, secondo le altre compagnie aeree europee, Air France e Ryanair in testa, sono dei chiari aiuti di Stato.
Per la ministra delle Infrastrutture Paola De Micheli siano comunque alla stretta finale: «È una questione di qualche giorno e quindi, spero davvero di avere novità verso la metà della settimana». Più cautela al Tesoro che sta limando il decreto sulla Newco che avrà un capitale di 20 milioni, potrà contare su circa 70 aerei e 6,500 dipendenti. Gli altri 4.500 finiranno nella bad company in attesa di ricollocamento.
https://www.dagospia.com/rubrica-4/busi ... 246584.htm
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

romaneeconti
Messaggi: 2218
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda romaneeconti » mar 08 set 2020, 18:40:31

...e la buffonata continua... :dance:

grandemilano
Messaggi: 1475
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda grandemilano » mar 08 set 2020, 19:09:28

"L'impostazione industriale ricalcherebbe troppo quella attuale".
E certo! È lo stesso copia e incolla di 12 anni a questa parte: hub a Fiumicino e city airport a Linate.
Tra l'altro sono corsi a farsi riaprire in monopolio Linate senza neanche l'astuzia di aspettare che prima si costituisse la newco con l'ok di Bruxell.
Se fino a ieri a Bruxell avevano chiuso un occhio perché tanto LH e AF non erano in difficoltà, ora con l'attuale crisi che sta colpendo i colossi europei dubito che a Bruxell sia ancora tolleranti

BAlorMXP
Messaggi: 1773
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda BAlorMXP » mer 09 set 2020, 22:31:08

Ho uno strano “Déjà-vu” come se il tempo mi avesse riportato su Aviazionecivile.it fra il 2008 e il 2012[emoji23]


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

KittyHawk
Messaggi: 5351
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda KittyHawk » mer 09 set 2020, 23:55:54

Bisogna ormai cambiare definizione del CEO di Alitalia e competenze. Deve diventare Chief Exorcism Officer e agire di conseguenza, come suggerito tanti anni fa da Spinettà. Sempre sperando che il cambiamento possa servire a qualcosa.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13961
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda malpensante » gio 10 set 2020, 08:55:30

BAlorMXP ha scritto:Ho uno strano “Déjà-vu” come se il tempo mi avesse riportato su Aviazionecivile.it fra il 2008 e il 2012[emoji23]
Nel frattempo Alitalia ha incenerito molti miliardi di euro e la posizione dell’aviazione italiana si è radicata nella cacca.

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1807
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda mattaus313 » gio 10 set 2020, 12:12:59

E non vedo come le cose possano migliorare finché pressoché ovunque la mano destra non sa quello che fa la mano sinistra e le questioni sono sempre di campanile, in un senso o nell'altro.

Inviato dal mio ONEPLUS A6013 utilizzando Tapatalk

"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Avatar utente
hal
Site Admin
Messaggi: 8287
Iscritto il: gio 04 ott 2007, 21:13:47
Località: MXP

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda hal » gio 10 set 2020, 19:00:59

Commissione trasporti, ministra su Alitalia



Lupi da minuto 23
Il maggior nemico della conoscenza non è l’ignoranza,
è la presunzione della conoscenza.


Stephen Hawking

Avatar utente
D960
Messaggi: 1419
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda D960 » gio 10 set 2020, 22:30:31

grandemilano ha scritto: mar 08 set 2020, 19:09:28 "L'impostazione industriale ricalcherebbe troppo quella attuale".
E certo! È lo stesso copia e incolla di 12 anni a questa parte: hub a Fiumicino e city airport a Linate.
Tra l'altro sono corsi a farsi riaprire in monopolio Linate senza neanche l'astuzia di aspettare che prima si costituisse la newco con l'ok di Bruxell.
Se fino a ieri a Bruxell avevano chiuso un occhio perché tanto LH e AF non erano in difficoltà, ora con l'attuale crisi che sta colpendo i colossi europei dubito che a Bruxell sia ancora tolleranti

AZ ha scelto di morire a FCO come quando i gatti in fin di vita tornano a casa :lol:
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter


Torna a “ALITALIA VISTA DAL SISTEMA LOMBARDO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti