Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

le news su Alitalia
Regole del forum
Luogo dove analizzare la situazione ed il percorso di Alitalia visto dal sistema aeroportuale Lombardo.
belumosi
Messaggi: 2881
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda belumosi » ven 25 apr 2014, 10:47:38

Infatti io credo che EY prima di dare mezzo quattrino voglia vedere Malpensa in fiamme un decreto che "vieta" a FR e U2 di volare dall' Italia, etc, etc.
Il ministro sta dicendo agli arabi che farà tutto e nel contempo sta dicendo a Maroni and company che Malpensa non verrà toccata. Nel frattempo si mantiene fuori dalla mischia, perchè litigare ora quando la patata bollente ce l'ha in mano AZ?
Le richieste di EY sono pesantine anche per gli attuali proprietari di AZ, quindi dicano loro prima di si, poi si vedrà.
EY forte della sua posizione, sta chiedendo di tutto e di più. Comprese cose marginali come il blocco delle sovvenzioni alle LC. Dico marginali perchè stante la struttura di costo di queste ultime, non può esistere una rotta che sopravvive con FR+sovvenzioni, che possa diventare redditizia per AZ senza sovvenzioni. Eventuali sprechi nel settore, sono fondamentalmente un problema delle amministrazioni locali e nulla più.
Quanto a MXP, non condivido il concetto che ci sia qualcuno che si danni l'anima per far fuori lo scalo .
Un aeroporto senza hub carrier non fa paura a nessuno. E come già detto millemila volte, di grandi hub carrier UE che intendono mettere una schiera di WB in Brughiera non ce ne sono e non ce ne saranno. Perchè ognuno si sviluppa a casa sua.
Se EY vuole spostarsi a LIN, è perchè ritiene vantaggioso farlo. Stop. Non gliene può fregare di meno di LIN, MXP o FCO. L'importante è avere il massimo ritorno possibile. Sia economico che politico.

C-ALEX
Messaggi: 1095
Iscritto il: dom 20 set 2009, 18:55:55

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda C-ALEX » ven 25 apr 2014, 15:33:51

ribadisco,
Infatti io credo che EY prima di dare mezzo quattrino voglia vedere Malpensa in fiamme un decreto che "vieta" a FR e U2 di volare dall' Italia, etc, etc.
Il ministro sta dicendo agli arabi che farà tutto e nel contempo sta dicendo a Maroni and company che Malpensa non verrà toccata. Nel frattempo si mantiene fuori dalla mischia, perchè litigare ora quando la patata bollente ce l'ha in mano AZ?
Le richieste di EY sono pesantine anche per gli attuali proprietari di AZ, quindi dicano loro prima di si, poi si vedrà.
Ieri sera volo PMO - FCO delle ore 19:00 fermo in pista, persone imbarcate e poi sbarcate, volo cancellato. Problema ad aereo ?
sta di fatto che ci sono stati tutti o quasi su quello dopo che è un A319!!!!!
Inutile dire che c'era anche un RYANAIR sulla stessa tratta con stessi aeroporti.

C-ALEX
Messaggi: 1095
Iscritto il: dom 20 set 2009, 18:55:55

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda C-ALEX » ven 25 apr 2014, 15:49:09

un altro OT forse.... ma forse è meglio tracciare qui, ancora non è iniziato il lavoro per EY e dunque caro firmatario del nuovo Bersani e cosi via pro Alitalia, comincia a contare quanti esuberi sono perciò somma ALITALIA + MALPENSA + .....

fresca di giornata

(ANSA) - VARESE, 25 APR - Una quarantina di lavoratori licenziati da una delle cooperative che gestiscono i servizi parcheggio all'aeroporto di Malpensa (Varese) stamani hanno bloccato gli ingressi di uno dei posteggi per i passeggeri vicini allo scalo, a Somma Lombardo. Al centro della protesta i licenziamenti per via del passaggio dell'appalto da una cooperativa all'altra e i ritardi nei pagamenti degli stipendi.
La manifestazione si è conclusa dopo la decisione di aprire un tavolo con le parti in causa.

Avatar utente
AeroportiLombardi
Messaggi: 478
Iscritto il: mer 25 nov 2009, 18:37:05

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda AeroportiLombardi » dom 27 apr 2014, 11:41:41

Alitalia-Etihad, arriva il decreto per Linate
Palazzo Chigi si prepara a “liberalizzare” lo scalo milanese. Allo studio anche regole anti-low cost

Il governo tira fuori dal cassetto il decreto per “liberalizzare” l’aeroporto di Linate e accelera sulle regole per ridurre gli spazi alle compagnie low cost. Un doppio pacchetto di norme che Palazzo Chigi intende varare per venire incontro alle richieste di Etihad, così da dare la spinta giusta per far decollare l’alleanza tra Alitalia e la compagnia araba. Nozze che per la verità sono ancora un po’ lontane dall’essere celebrate: secondo fonti finanziarie, la lettera di Etihad potrebbe non ...

http://www.lastampa.it/2014/04/27/econo ... emium.html

-------------------


Alitalia, Etihad s'impunta: vuole garanzie sugli esuberi e sul ruolo di Linate. «Il governo sciolga i nodi»

C’è grande attesa per il verdetto. Tutte le parti in causa, dai soci di Alitalia al governo fino ai sindacati, si aspettano che Eithad sciolga il nodo già domani. Ma è probabile che domenica, contrariamente alle attese, non accada nulla. A meno che in queste ore arrivino ad Abu Dhabi, scritte nero su bianco, le garanzie chieste dalla compagnia del Golfo. Perché - ed è l’unico dato certo - gli emiri hanno quasi perso la pazienza e non ne possono più del tira e molla in corso. Resta, è vero, la volontà di chiudere una trattativa durata fin troppo, ma non a tutti i costi per fare «beneficenza».

CORSA CONTRO IL TEMPO
In questi giorni l’ad di Alitalia, Gabriele Del Torchio, ha ricucito lo strappo dopo la lettera di James Hogan anticipata da Messaggero, e smussato gli angoli, ma tutto questo lavoro diplomatico non è ancora sufficiente. Lo stesso Hogan sarebbe poi in difficoltà perché ad Abu Dhabi non sono affatto contenti di come si è sviluppata la trattativa. C’è delusione per l’atteggiamento di Palazzo Chigi che, nonostante l’impegno del ministro dei Trasporti Maurizio Lupi e i tweet di Matteo Renzi, non ha ancora fornito, a sentire gli arabi, delle risposte nette. Al momento i punti caldi sono sostanzialmente due: esuberi e rotte. Da una parte Etihad chiede un taglio permanente del costo del lavoro. E preme, come noto, per alleggerire la compagnia di almeno 3.000 persone, tra piloti, hostess e personale di terra. Servono, è il suggerimento, soluzioni all’esterno della compagnia che garantiscano un taglio secco. Una partita complessa che richiede l’impegno del governo per ricollocare gli esuberi. Il nodo è drammaticamente aperto. Così come è tutta da giocare la partita per Linate. La compagnia del Golfo si aspetta che l’esecutivo vari un decreto ad hoc per utilizzare al meglio lo scalo milanese, con slot e nuove rotte. Allo scopo. è evidente, di contrastare le low cost e sfruttare sinergie ed network emiratino. Se queste due condizioni si verificheranno - e il ministero dei Trasporti è al lavoro - anche gli altri due tasselli del puzzle - debito e manleva - potranno comporsi in fretta. Non è infatti un mistero che Unicredit abbia già dato disponibilità a dare una mano sul fronte del debito, così come Intesa che, sempre nel week end, avrebbe fatto sapere di essere pronta a fare altrettanto se ci sarà una «risposta di sistema». Insomma, la palla sembra tutta nel campo del governo che ora deve chiudere il cerchio con una sintesi complessiva e, dicono i soci Alitalia, coraggiosa. Palazzo Chigi è infatti stretto tra la dura tattica negoziale di Etihad e la necessità di assicurare un futuro ad Alitalia e al trasporto aereo italiano.

Da http://economia.ilmessaggero.it/economi ... 4773.shtml
La voce ufficiale del portale Aeroporti Lombardi, visita il sito www.aeroportilombardi.it
mail to: aeroportilombardi @ virgilio.it - senza spazi -
ImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
mxp98
Moderatore
Messaggi: 6978
Iscritto il: sab 06 ott 2007, 14:23:03
Località: between indav and farak

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda mxp98 » dom 27 apr 2014, 11:45:39

Alitalia-Etihad, arriva il decreto per Linate
Palazzo Chigi si prepara a “liberalizzare” lo scalo milanese. Allo studio anche regole anti-low cost

Il governo tira fuori dal cassetto il decreto per “liberalizzare” l’aeroporto di Linate e accelera sulle regole per ridurre gli spazi alle compagnie low cost. Un doppio pacchetto di norme che Palazzo Chigi intende varare per venire incontro alle richieste di Etihad, così da dare la spinta giusta per far decollare l’alleanza tra Alitalia e la compagnia araba. Nozze che per la verità sono ancora un po’ lontane dall’essere celebrate: secondo fonti finanziarie, la lettera di Etihad potrebbe non ...

http://www.lastampa.it/2014/04/27/econo ... emium.html
Una parola sola: FANXXLO!!!!
Marco
Linate è comodo però Malpensa è utile
The engine is the heart of an airplane but the pilot is its soul.

kco
Messaggi: 4683
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: R: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda kco » dom 27 apr 2014, 12:28:14

Aspettiamo che anche gli altri battano la notizia e poi diamogli contro per quanto serve.

Inviato dal mio GT-S6102 con Tapatalk 2

Avatar utente
michyh87
Messaggi: 2964
Iscritto il: ven 14 dic 2007, 18:44:41
Località: Milano

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda michyh87 » dom 27 apr 2014, 13:35:58

è assurdo che dicono che sarà una liberalizzazione ad-hoc solo su certe rotte sottili che non andrà a danneggiare molto Malpensa. Questo si chiama AIUTO DI STATO!! Meno male che si tratta di una compagnia privata! :duro:

kco
Messaggi: 4683
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: R: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda kco » dom 27 apr 2014, 14:10:09

Non funziona una liberalizzazione ad hoc con l ue che ha il fucile spianato su questa operazione

Inviato dal mio GT-S6102 con Tapatalk 2

belumosi
Messaggi: 2881
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda belumosi » dom 27 apr 2014, 14:26:19

Non funziona una liberalizzazione ad hoc con l ue che ha il fucile spianato su questa operazione
Esatto. Esclusa l'abolizione totale dl BB, qualsiasi altro provvedimento PRIMA deve essere approvato dalla UE, POI può entrare in vigore.

canadian#affairs
Messaggi: 1212
Iscritto il: dom 30 nov 2008, 11:25:20

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda canadian#affairs » dom 27 apr 2014, 14:48:30

Non funziona una liberalizzazione ad hoc con l ue che ha il fucile spianato su questa operazione
Esatto. Esclusa l'abolizione totale dl BB, qualsiasi altro provvedimento PRIMA deve essere approvato dalla UE, POI può entrare in vigore.
ma un'eventuale abolizione totale del BB, quindi con permesso di volare verso qualsiasi destinazione, comporta in automatico un aumento dei movimenti orari che oggi sono sotto il livello "strutturale" dello scalo?
O si può abolirlo pur rimanendo nei 18 movimenti contingentati?

Fabri88
Messaggi: 2263
Iscritto il: ven 23 apr 2010, 00:21:06
Località: Büsti Grandi (Busto Arsizio)

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda Fabri88 » dom 27 apr 2014, 14:57:36

I 18 movimenti orari mi pare non facciano parte del Bersani Bis.

In ogni caso sarebbe ora di chiudere un aeroporto. Malpensa! Visto che i milanesi sono così legati a Linate bene, li facciamo volare da lì.

Così si rendono tutti conto cosa significa castrarsi annullando Malpensa!

Se fa una cosa del genere Lupi non si dovrà permettere di calcare il suolo di Malpensa. E se calcherà quello di Linate lo si va a prendere e a contestare lì.

KL63
Messaggi: 2649
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda KL63 » dom 27 apr 2014, 15:20:36

Se in Sea avessero un po' di nerbo renderebbero l'esperienza di viggiare via Linate indimenticabile.
un solo varco di sicurezza aperto, no fast track, specie per AZ+AF+kl+EY. Nessun adeguamento dei varchi extra schengen, obbligo di uscire e rientrare in caso di transiti, ecc. Se in Regione avessero un po' di nerbo applicazione Iresa differenziata in base alla gente disturbata.
In ogni caso quanto impiegherà Turkish ad affittare un congruo numero di slot da qualche compsgnia italiana disastrata, e ce ne sono.
Infine quel d..e di Lupi, non si chiede perché a Malpensa verso il nord america ci sono voli solo verso NY. Così da Mxp non ci saranno nemmeno più voli per l'oriente. Ma Bonomi non doveva essere il consulente di Lupi? Ora è disoccupato?

invece alla fine Lupi si prenderà il merito di avere salvato Alitalia e di avere restituito Linate ai milanesi e verrà anche eletto sindaco di Milano!

belumosi
Messaggi: 2881
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda belumosi » dom 27 apr 2014, 15:24:27

Non funziona una liberalizzazione ad hoc con l ue che ha il fucile spianato su questa operazione
Esatto. Esclusa l'abolizione totale dl BB, qualsiasi altro provvedimento PRIMA deve essere approvato dalla UE, POI può entrare in vigore.
ma un'eventuale abolizione totale del BB, quindi con permesso di volare verso qualsiasi destinazione, comporta in automatico un aumento dei movimenti orari che oggi sono sotto il livello "strutturale" dello scalo?
O si può abolirlo pur rimanendo nei 18 movimenti contingentati?
I 18 movimenti orari non sono nel BB, quindi possono restare tali.
Annullando il decreto senza altre iniziative, lo scenario vedrebbe LIN a 18 m/h senza nessuna restrizione di nessun tipo.
Va da se che sarebbe una situazione tagliata su misura per AZ ed amici.
Potrebbe però sorgere il problema del controllo effettivo di AZ una volta entrata EY. Controllo che da RE deve rimanere in mani italiane, mentre nella realtà gli emiratini farebbero il bello e il cattivo tempo.
Renzi è molto ben visto a Bruxelles, specie dopo un Berlusconi estraneo all'establishment politico e nel timore della scheggia impazzita Grillo (riporto la visione dominante in sede UE).
Per cui non mi stupirei se riuscisse ad ottenere un compromesso per salvare AZ che veda da un lato la UE benedire l'ingresso di EY nella compagnia italiana, dall'altro compensare le major europee che ne subirebbero un danno attraverso un aumento degli slot a LIN. E sicuramente LH o BA sarebbero molto interessate alla possibilità di concentrare tutto sull'idroscalo. E 2 o 3 M. di pax aggiuntivi LIN riuscirebbe comunque ad accoglierli, sia pure un po' strettini.

KL63
Messaggi: 2649
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda KL63 » dom 27 apr 2014, 15:29:26

Sono molto deluso da tutti questi avvenimenti, pensavo speravo che su Linate le richieste non fossero di EY ed invece mi sbagliavo. Io la vivo solo come appassionato, ma mi metto nei panni di chi fra voi lavora direttamente od indirettamente per Malpensa e capisco che possiate provare rabbia, delusione e sconforto.

Avatar utente
M.C.205 Veltro
Messaggi: 185
Iscritto il: dom 06 ott 2013, 18:36:06

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda M.C.205 Veltro » dom 27 apr 2014, 15:49:50

Sono molto deluso da tutti questi avvenimenti, pensavo speravo che su Linate le richieste non fossero di EY ed invece mi sbagliavo. Io la vivo solo come appassionato, ma mi metto nei panni di chi fra voi lavora direttamente od indirettamente per Malpensa e capisco che possiate provare rabbia, delusione e sconforto.
io a MXP non ci lavoro ne direttamente, ne indirttamente, ma una sua chiusura o forte riduzione, andrà a svantaggio del nord, locomotiva economica, e di conseguenza di tutto questo paese; isole comprese.
Qui non ci sono in gioco gli interessi dei lavoratori aeroportuali e simili, ma quello di un'intera economia e se credete che la sto facendo più grande di quello che è, mi spiace, ma vi state sbagliando.
O si è collegati al mondo direttamente, o si è subalterni ad altri. Se vogliamo tornare a crescere, i collegamenti sono strategici. Dalle repubbliche marinare, ai valichi alpini, dalle autostrade all'alta velocità, dove le merci transitano e si scambiano, su di esse crescono le economie.
Dobbiamo solo decidere se ci vogliamo essere: io ci voglio essere e un aeroporto intercontinentale è
ASSOLUTAMENTE FONDAMENTALE.
Bisogna essere fatti col fil di ferro, per ammirare il creato e non sentire l'alito del creatore che ci accarezza la faccia. Simone Moro (alpinista).

canadian#affairs
Messaggi: 1212
Iscritto il: dom 30 nov 2008, 11:25:20

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda canadian#affairs » dom 27 apr 2014, 15:57:51

I 18 movimenti orari non sono nel BB, quindi possono restare tali.
Annullando il decreto senza altre iniziative, lo scenario vedrebbe LIN a 18 m/h senza nessuna restrizione di nessun tipo.
Va da se che sarebbe una situazione tagliata su misura per AZ ed amici.
Potrebbe però sorgere il problema del controllo effettivo di AZ una volta entrata EY. Controllo che da RE deve rimanere in mani italiane, mentre nella realtà gli emiratini farebbero il bello e il cattivo tempo.
Renzi è molto ben visto a Bruxelles, specie dopo un Berlusconi estraneo all'establishment politico e nel timore della scheggia impazzita Grillo (riporto la visione dominante in sede UE).
Per cui non mi stupirei se riuscisse ad ottenere un compromesso per salvare AZ che veda da un lato la UE benedire l'ingresso di EY nella compagnia italiana, dall'altro compensare le major europee che ne subirebbero un danno attraverso un aumento degli slot a LIN. E sicuramente LH o BA sarebbero molto interessate alla possibilità di concentrare tutto sull'idroscalo. E 2 o 3 M. di pax aggiuntivi LIN riuscirebbe comunque ad accoglierli, sia pure un po' strettini.
grazie per la spiegazione, sempre molto preciso e puntuale.

KL63
Messaggi: 2649
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda KL63 » dom 27 apr 2014, 16:09:19


io a MXP non ci lavoro ne direttamente, ne indirttamente, ma una sua chiusura o forte riduzione, andrà a svantaggio del nord, locomotiva economica, e di conseguenza di tutto questo paese; isole comprese.
Qui non ci sono in gioco gli interessi dei lavoratori aeroportuali e simili, ma quello di un'intera economia e se credete che la sto facendo più grande di quello che è, mi spiace, ma vi state sbagliando.
O si è collegati al mondo direttamente, o si è subalterni ad altri. Se vogliamo tornare a crescere, i collegamenti sono strategici. Dalle repubbliche marinare, ai valichi alpini, dalle autostrade all'alta velocità, dove le merci transitano e si scambiano, su di esse crescono le economie.
Dobbiamo solo decidere se ci vogliamo essere: io ci voglio essere e un aeroporto intercontinentale è
ASSOLUTAMENTE FONDAMENTALE.
scusa ma questo è ed era sottointeso, ed è chiaro a tutti gli iscritti a questo forum, in più ed immediata c'è l'alta probabilità di perdere il lavoro per tutti coloro che sono direttamente interessati e sopratutto di essere considerati figli di un Dio minore rispetto ai colleghi di Roma.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13160
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda malpensante » dom 27 apr 2014, 16:21:48

Nei film sulla mafia a ucciderti mandano il tuo migliore amico, per Malpensa c'è il milanese Lupi.

kco
Messaggi: 4683
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: R: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda kco » dom 27 apr 2014, 16:42:57

Comporterebbe comunque la liquidazione di mxp che e allo stremo. Non e indolore.

Inviato dal mio GT-S6102 con Tapatalk 2

RAV38
Messaggi: 832
Iscritto il: sab 18 mag 2013, 18:08:42

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda RAV38 » dom 27 apr 2014, 16:52:00

Sono perfettamente d'accordo con KL63. Se veramente il Governo emanerà un decreto per la "liberalizzazione" di Linate, SEA da una parte e la Regione dall'altra avrebbero i mezzi per castrare il provvedimento (vedi quanto detto sopra da KL63). Se non lo facessero vorrebbe dire che sono consenzienti!!! e che le loro proteste preventive sono balle.

belumosi
Messaggi: 2881
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda belumosi » dom 27 apr 2014, 17:08:16

grazie per la spiegazione, sempre molto preciso e puntuale.
Di nulla, è sempre un piacere. :ciao:
Sono perfettamente d'accordo con KL63. Se veramente il Governo emanerà un decreto per la "liberalizzazione" di Linate, SEA da una parte e la Regione dall'altra avrebbero i mezzi per castrare il provvedimento (vedi quanto detto sopra da KL63). Se non lo facessero vorrebbe dire che sono consenzienti!!! e che le loro proteste preventive sono balle.
A nessuno di lor signori, a Milano come Roma, importa nulla, ripeto NULLA di MXP, LIN, FCO o AZ Perchè costoro si muovono esclusivamente nell'ottica di un tornaconto personale e di partito.
E' inutile cercare i buoni da opporre ai cattivi. I buoni si sono estinti da tempo.

grandemilano
Messaggi: 1169
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda grandemilano » dom 27 apr 2014, 17:54:36

Comunque un incremento su Linate stride con il numero di esuberi e flotta. Se è previsto un taglio del 20-25 % tra macchine e personale e invece su Linate è previsto un incremento, può essere che altri aeroporti (penso soprattutto a Fiumicino) debbano subire un pesante taglio di netowork? Su questo ancora non si è sentito nulla... :indeciso:

Fabri88
Messaggi: 2263
Iscritto il: ven 23 apr 2010, 00:21:06
Località: Büsti Grandi (Busto Arsizio)

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda Fabri88 » dom 27 apr 2014, 18:23:55

Comunque un incremento su Linate stride con il numero di esuberi e flotta. Se è previsto un taglio del 20-25 % tra macchine e personale e invece su Linate è previsto un incremento, può essere che altri aeroporti (penso soprattutto a Fiumicino) debbano subire un pesante taglio di netowork? Su questo ancora non si è sentito nulla... :indeciso:
Gran bella osservazione!

È previsto un taglio alla flotta di corto-medio raggio ed assieme è previsto un incremento di Linate.

Ergo, già tagliano narrowbodies ed in più ne trasferiscono degli altri a Linate. Da Fiumicino ovviamente dato che a Malpensa di narrowbodies basati non ne è rimasto neanche uno (correggetemi se sbaglio).

Nel mentre a Fiumicino è arrivata Ryanair e da Giugno cala in massa pure Vueling.

La corposa presenza di Norwegian, Blu Express, WizzAir e soprattutto easyJet è cosa assodata a Roma.

Come lo renderanno profittevole il corto raggio a FCO? Come alimenteranno i voli a lungo raggio se già adesso fanno fatica ed hanno più aerei basati?

Praticamente Alitalia sta in piedi grazie al mercato Milanese, dato che Linate è un po' difficile farlo passare per aeroporto di Roma.

Ma non era un mercato asfittico dal quale non ci si guadagnava niente ed era meglio tornarsene a Roma?

KittyHawk
Messaggi: 4876
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda KittyHawk » dom 27 apr 2014, 19:40:51

Se aprono LIN secondo i desideri di AZ, allora basterà loro trasferire i NB che attualmente operano da MXP. Al limite rimodulano la flotta operante su LIN cambiando le proporzioni tra Airbus e Embraer.

grandemilano
Messaggi: 1169
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda grandemilano » dom 27 apr 2014, 20:41:59

Se su Milano il numero di macchine rimarrà pressochè stabile, vuol dire che su Fiumicino taglieranno, e pure di molto. Già ora fanno fatica a federare, voglio vedere come faranno se daranno un'ulteriore sforbiciata al corto-medio raggio. Riempiranno gli IC con i transiti da Abu dabi? :confuso: :confuso: :indeciso:


Torna a “ALITALIA VISTA DAL SISTEMA LOMBARDO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti