Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

le news su Alitalia
Regole del forum
Luogo dove analizzare la situazione ed il percorso di Alitalia visto dal sistema aeroportuale Lombardo.
easyMXP
Messaggi: 4346
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda easyMXP » ven 16 mag 2014, 12:04:08

Sicuramente, perché contiene le solite ca***te che da 5 anni mandano in rosso CAI.
Fantastico il Messaggero a bersele, come possano pensare che ci possa essere un rilancio con 7 nuove rotte LR da FCO in 4 anni, quando gli altri le aprono in un anno o due oppure già hanno il triplo di destinazioni di CAI, tra l'altro verso destinazioni già chiuse (Pechino) o in zone dove AZ non regge un annuale (San Francisco, vicino a LAX dove AZ vola solo in estate), lo sanno solo loro.
Per non dire che nello stesso articolo scrivono chiaramente che l'eventuale piano di EY è aspirare verso est via AUH e sostituire LH con AB per l'aspirazione verso Europa e nord-America.
Ridicoli.

grandemilano
Messaggi: 1169
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda grandemilano » ven 16 mag 2014, 18:54:04

E quindi il piano di "rilancio" di alitalia sarebbe tutto lì? :lol:
Adesso ho capito perchè le banche non sono disposte a cedere su quasi nulla. Non ci credono neppure loro che non vedono l'ora di sbarazzarsene.
Contrariamente alle previsioni (o ai desideri), fra tutte le decine di WB che etiad ha in ordine appena 5-6 verrano basate su FCO per aprire 7 destinazioni (sicuramente non daily e di sicuro insuccesso come lo insegna la storia degli ultimi 5 anni). :lol: :lol:
Da notare anche il numero di passeggeri previsti entro il 2017: 23 milioni: nè più nè meno qualli trasportati lo scorso anno.
Se questo è il piano di rilancio agogniato da molti mesi a questa parte, non vorrei essere nei panni dei fans di CAI e dell'hubbe naturale. :contento
Da notare anche la presa per il c**o: "Fiumicino deve diventare un hub intercontinentale". :lol:

Andrea80
Messaggi: 270
Iscritto il: gio 14 giu 2012, 14:09:39

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda Andrea80 » ven 16 mag 2014, 22:57:00

Il problema è che Lupi ci crede... e non solo lui probabilmente....

grandemilano
Messaggi: 1169
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 17 mag 2014, 12:52:43

Il problema è che Lupi ci crede... e non solo lui probabilmente....
Ci credono o fanno finta di crederci (cit.) :contento

easyMXP
Messaggi: 4346
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda easyMXP » lun 19 mag 2014, 08:48:36

Da Il messaggero
http://economia.ilmessaggero.it/economi ... 8199.shtml
Alitalia, pronta la lettera di Etihad: accordo in dirittura d'arrivo

Siamo al d-day per Alitalia. Salvo sorprese dell’ultima ora, il verdetto di Etihad dovrebbe arrivare sul tavolo di Roberto Colaninno e Gabriele Del Torchio questa mattina o al massimo domani. Nel week end gli arabi hanno lavorato sodo, analizzando nei dettagli le risposte ricevute dagli italiani e formulando alcune richieste di chiarimento. Si tratterebbe, spiegano fonti vicine al dossier, di questioni marginali visto che nei fatti pressoché tutti i desiderata degli arabi sono stati accolti. Dettagli però che potrebbero allungare ancora i tempi della trattativa che, almeno a sentire Palazzo Chigi, è comunque ormai avviata a conclusione. Ne è convinto il sottosegratario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, il quale in un’intervista a Maria Latella ha assicurato: «Entro giugno ci sarà il pre-accordo». Del resto, sarebbe assurdo perdere l’occasione e far precipitare di nuovo Alitalia sull’orlo del fallimento con il rischio di «perdere oltre 10 mila posti di lavoro». Una linea condivisa anche dai sindacati. Sia Raffaele Bonanni della Cisl che Luigi Angeletti della Uil auspicano tempi ancora più stretti e sono fiduciosi sulla chiusura finale.

NODO ESUBERI
L’ottimismo dei sindacati è legato al fatto che il governo con il rifinanziamento del Fondo Volo è pronto ad aprire il paracadute per gli esuberi. Etihad ne chiede circa 3 mila e dà per scontato che l’intervento governativo assorba tutti i costi della riduzione di personale, mentre Alitalia è invece a quota 2.600. La partita sembra quindi tutta interna al campo italiano che ha la possibilità di modulare le misure, rispettando contestualmente l’indicazione sui risparmi strutturali che viene dal nuovo partner.

Per acquistare fino al 49% di Alitalia, Abu Dhabi ha posto come condizione un taglio con i contenziosi fiscali e legali del passato che i soci italiani hanno accettato. Ci sarà un fondo rischi appositamente costituito nella old company, insieme ad un altro fondo che garantirà Etihad dalle eventuali perdite del 2014. Da parte loro gli arabi investiranno circa 550 milioni per trasformare - è scritto nel loro piano industriale - Alitalia in una compagnia a 5 stelle in cinque anni...

Continua a leggere sul Messaggero in edicola o sul Messaggero Digital

Avatar utente
hal
Site Admin
Messaggi: 8210
Iscritto il: gio 04 ott 2007, 21:13:47
Località: MXP

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda hal » mar 20 mag 2014, 15:28:24

http://www.affaritaliani.it/economia/al ... 52014.html

Etihad chiede almeno 3.000 esuberi, Alitalia ne vorrebbe non più di 2.600, i sindacati molto di meno. Attenzione però: il Fondo di Solidarietà del settore Volo è stato rifinanziato recentemente fino al 2017/2018. La possibilità per i dipendenti Alitalia ed ex Airone di poter beneficiare, in alternativa o prima del licenziamento, di 4 anni di cassa integrazione e di 3 di mobilità, con indennità mensili fino all'80% della retribuzione e senza massimali, dovrebbe rendere la trattativa su questo punto molto più semplice e percorribile.
Il maggior nemico della conoscenza non è l’ignoranza,
è la presunzione della conoscenza.


Stephen Hawking

Avatar utente
mxp98
Moderatore
Messaggi: 6978
Iscritto il: sab 06 ott 2007, 14:23:03
Località: between indav and farak

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda mxp98 » mar 20 mag 2014, 16:32:54

Certo che hanno sistemato proprio tutto per bene senza lasciare nulla al caso.
Marco
Linate è comodo però Malpensa è utile
The engine is the heart of an airplane but the pilot is its soul.

Avatar utente
hal
Site Admin
Messaggi: 8210
Iscritto il: gio 04 ott 2007, 21:13:47
Località: MXP

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda hal » mar 20 mag 2014, 18:53:34

http://www.lastampa.it/2014/05/20/econo ... agina.html
Alitalia, l’ira di Air France: le condizioni di Etihad sono più severe delle nostre

L’ad Alexandre de Juniac: se l’operazione con gli Emirati ci sarà ostile, dovremo riflettere se ritirarci in modo più importante dal capitale del gruppo italiano.


luca fornovo
Ti consigliamo:
ANSA
+ Alitalia, trattativa avanti a ritmi serrati Del Torchio a Milano vede le banche poi ad Abu Dhabi il vertice con Etihad
REUTERS
+ Nuova Alitalia senza debiti e cause per convincere Etihad
+ Alitalia cerca l’intesa su 1100 esuberi


Dopo mesi di bocconi amari da digerire, alla fine i francesi di Air France non ce l’hanno più fatta a rimanere zitti di fronte alle trattative che Alitalia sta conducendo con la compagnia araba Etihad.



«Le condizioni poste da Etihad per investire in Alitalia sono «analoghe, anzi probabilmente più severe» di quelle poste nell’autunno scorso da Air France-Klm» ha sbottato oggi l’amministratore delegato del gruppo franco-olandese, Alexandre de Juniac, rispondendo a una domanda durante l’assemblea degli azionisti di Air France.

In ogni caso, ha aggiunto de Juniac, la decisione sull’ingresso di Etihad in Alitalia «sta agli attori
coinvolti, agli azionisti italiani e soprattutto alle banche, che decideranno se accettare queste condizioni» imposte dal vettore arabo. Air France-Klm, ha ricordato ancora il top manager francese, dopo la diluizione dell’autunno scorso ha una quota «che è scesa al 6 o 7%» in Alitalia, ed è quindi oggi «un piccolo azionista, ben lontano dall’essere il primo azionista» come in passato.



Poi de Juniac ha rincarato la dose criticando ancora più aspramente il negoziato tra il vettore italiano e la compagnia degli Emirati arabi. «Se l’operazione di Etihad non sarà amichevole e ci sarà ostile, dovremo riflettere se ritirarci in modo più importante» dal capitale di Alitalia - ha concluso il numero uno di Air France, ribadendo che se sarà amichevole «possiamo pensare di fare qualcosa con Etihad in Alitalia», con cui c’è una «partnership molto positiva».
Il maggior nemico della conoscenza non è l’ignoranza,
è la presunzione della conoscenza.


Stephen Hawking

Fabri88
Messaggi: 2263
Iscritto il: ven 23 apr 2010, 00:21:06
Località: Büsti Grandi (Busto Arsizio)

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda Fabri88 » mar 20 mag 2014, 19:15:12

E allora speriamo sia ostile ad AF/KL!

KL63
Messaggi: 2649
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda KL63 » mar 20 mag 2014, 20:06:16

Dell'intervista manca un pezzettino, il più succoso, l'ultima frase.... Brussel vigilera' affinché la proprietà ed il controllo effettivo rimangano europei...
Mi sa tanto di messaggio d'avvertimento ad EY che non si metta in testa di trasformare Alitalia in una compagnia con un po' di LR serio. L'altro messaggio è questo: se volete ci spartiamo il mercato, verso ovest via CDG, verso EST via EY. Altrimenti solleviamo il problema all'UE.
In ogni caso per MXP sono rogne, ma così cessano anche i sogni sulla compagnia a cinque stelle!

grandemilano
Messaggi: 1169
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda grandemilano » mar 20 mag 2014, 22:04:53

Per la prima volta sono d'accordo con AirFrance. AF è una compagnia comunitaria, e prima di andare a nozze con una compagnia araba, è meglio salvaguardare le compagnie comunitarie.
Quello che mi lascia più stupito, è che in altri lidi si parla di queste cose solo in occasione del volo Emitares MXP-NYC: secondo molti ingiusto perchè danneggerebbe le compagnie comunitarie. Invece, nel caso di alitalia, AF sarebbe la cattivona, fa arrabbiare, fa infastidire, e mette i bastoni tra le ruote al matrimonio con gli arabi.
Coerenza, meno di zero. :confuso:
Io tifo AF, penso che sia la soluzione migliore per alitalia. Non foss'altro per il fatto che così si salvaguardia il mercato aereo delle compagnie europee, già sotto pressione dalle compagnie medio-orientali. Dobbiamo superare logiche campanilistiche-nazionalistiche e fare squadra tra i paesi europei. Penso che la pensino allo stesso modo anche quelli che accusano EK di danneggiare le compagnie europee su malpensa...
:ciao: :ciao:

Andrea80
Messaggi: 270
Iscritto il: gio 14 giu 2012, 14:09:39

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda Andrea80 » mar 20 mag 2014, 22:30:31

Per la prima volta sono d'accordo con AirFrance. AF è una compagnia comunitaria, e prima di andare a nozze con una compagnia araba, è meglio salvaguardare le compagnie comunitarie.
Quello che mi lascia più stupito, è che in altri lidi si parla di queste cose solo in occasione del volo Emitares MXP-NYC: secondo molti ingiusto perchè danneggerebbe le compagnie comunitarie. Invece, nel caso di alitalia, AF sarebbe la cattivona, fa arrabbiare, fa infastidire, e mette i bastoni tra le ruote al matrimonio con gli arabi.
Coerenza, meno di zero. :confuso:
Io tifo AF, penso che sia la soluzione migliore per alitalia. Non foss'altro per il fatto che così si salvaguardia il mercato aereo delle compagnie europee, già sotto pressione dalle compagnie medio-orientali. Dobbiamo superare logiche campanilistiche-nazionalistiche e fare squadra tra i paesi europei. Penso che la pensino allo stesso modo anche quelli che accusano EK di danneggiare le compagnie europee su malpensa...
:ciao: :ciao:
Air France è già stata partner di Alitalia per un po' di anni e non mi pare che gli abbia fatto raggiungere notevoli traguardi...
Ma il problema qui non è più Air France, Etihad o chiunque altro.... è Alitalia ed il nostro governo, sarà una compagnia fallimentare sempre, con qualunque capitale e in qualunque aeroporto e con qualunque flotta.

Fin che non cambia la dirigenza, o meglio, la mentalità della dirigenza non cambierà mai nulla.

MUSICA
Messaggi: 3987
Iscritto il: mar 24 nov 2009, 14:34:11

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda MUSICA » mer 21 mag 2014, 00:33:21

la dirigenza può solo peggiorare. Potrei raccontare episodi "di vita giornaliera" nostra che spiegherebbero tanto. Di questi ultimissimi giorni. Da un popolo così di maleducati, aggressivi, irrispettosi cosa ci possiamo aspettare se qualcuno arriva in alto?

Stamane ho avuto un esempio tanto eclatante quanto non raccontabile per non suscitare ire di molti sensibili dove non c'entra colore politico ma semplice educazione o "quotidiana mafiosità" che, mi spiace ripeterlo, a noi alpini erano semplicemente sconosciute.

E chi vuole si scandalizzi pure. Che ci fa a vivere qua se ci sta così male? Non me ne frega nulla. Se siamo a questo punto è anche perché ipocritamente abbiamo negato e neghiamo differenze educative che ci hanno peggiorati tutti. Lo diceva anche Sciascia che certo non era di Feltre: quando la "cultura della palma arriverà a Milano, l'Italia non sarà più tale ma sarà (come la sua Sicilia) il Paese più evoluto del Medio Oriente.

E noi di qui abbiamo la suprema colpa di aver accettato certi comportamenti. Quindi anche quelli di Alitalia.
Qualcuno mi spieghi perché in SEA si stiano ancora "infornando" -nonostante tutto- varie persone di "alto profilo" (di basso non è possibile) dati come salvatori della situazione. E da Roma in su sono ben pochi o nulli. Io la chiamo mafia diffusa. Che è ovunque
in certe zone. Anche tra la gente comune. Forse soprattutto. E che s'impone ovunque spingendo incapaci.

Ci meravigliamo di Etyhad? Io spero che salti tutto. O che alla fine cambino tutto. Ma temo non sia così. Sembra che alla direzione Italia di Milano (dove è nata) stiano già consigliando a tutti di cercare casa a Roma ! E che nonostante Europa matrigna, almeno si rimanga nel contesto non arabo...
Stanno comprando tutto e fra poco ci imporranno anche cosa bere e dire le preghiere (loro) sugli aerei ? Lo so: io spingo sempre la provocazione ma spero di muovere le pigra menti di chi dà per scontato che dobbiamo subire. Terra di conquista. A me non va.

Rivendico di tirar fuori calore, cultura, tradizioni che abbiamo dimenticato pensando di essere furbi.
Nossignore, non mi va bene l'ennesimo direttore commerciale SEA (o burattino di turno) che arriva dai raccomandati di Alitalia (vecchia). "Casualmente da Roma". Ormai i vertici di Sea sono tutti o quasi romani e napoletani...razzista? No. Il contrario semmai. Tra noi non c'è qualcuno che possa fare bene in una società lombarda per i lombardi? Noi dobbiamo solo lavorare e subire per sistemare la peggiore romanità che colonizza imperialmente ogni cosa imponendo debiti a tutti? E siamo pronti ad una "nuova"
bad company?

No: fallisca a questo punto. E chi mi conosce sa quanto mi dispiaccia, anche come ex. Ma c'è un limite a tutto. E, comunque: meglio francese che arabo.

Muoia Etyhad, ALitalia e i Filistei. E anche il comune di milano.

Avatar utente
rs4
Messaggi: 783
Iscritto il: ven 04 dic 2009, 22:45:59

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda rs4 » mer 21 mag 2014, 09:00:23

:applausi: :applausi: :applausi: :applausi:
la dirigenza può solo peggiorare. Potrei raccontare episodi "di vita giornaliera" nostra che spiegherebbero tanto. Di questi ultimissimi giorni. Da un popolo così di maleducati, aggressivi, irrispettosi cosa ci possiamo aspettare se qualcuno arriva in alto?

Stamane ho avuto un esempio tanto eclatante quanto non raccontabile per non suscitare ire di molti sensibili dove non c'entra colore politico ma semplice educazione o "quotidiana mafiosità" che, mi spiace ripeterlo, a noi alpini erano semplicemente sconosciute.

E chi vuole si scandalizzi pure. Che ci fa a vivere qua se ci sta così male? Non me ne frega nulla. Se siamo a questo punto è anche perché ipocritamente abbiamo negato e neghiamo differenze educative che ci hanno peggiorati tutti. Lo diceva anche Sciascia che certo non era di Feltre: quando la "cultura della palma arriverà a Milano, l'Italia non sarà più tale ma sarà (come la sua Sicilia) il Paese più evoluto del Medio Oriente.

E noi di qui abbiamo la suprema colpa di aver accettato certi comportamenti. Quindi anche quelli di Alitalia.
Qualcuno mi spieghi perché in SEA si stiano ancora "infornando" -nonostante tutto- varie persone di "alto profilo" (di basso non è possibile) dati come salvatori della situazione. E da Roma in su sono ben pochi o nulli. Io la chiamo mafia diffusa. Che è ovunque
in certe zone. Anche tra la gente comune. Forse soprattutto. E che s'impone ovunque spingendo incapaci.

Ci meravigliamo di Etyhad? Io spero che salti tutto. O che alla fine cambino tutto. Ma temo non sia così. Sembra che alla direzione Italia di Milano (dove è nata) stiano già consigliando a tutti di cercare casa a Roma ! E che nonostante Europa matrigna, almeno si rimanga nel contesto non arabo...
Stanno comprando tutto e fra poco ci imporranno anche cosa bere e dire le preghiere (loro) sugli aerei ? Lo so: io spingo sempre la provocazione ma spero di muovere le pigra menti di chi dà per scontato che dobbiamo subire. Terra di conquista. A me non va.

Rivendico di tirar fuori calore, cultura, tradizioni che abbiamo dimenticato pensando di essere furbi.
Nossignore, non mi va bene l'ennesimo direttore commerciale SEA (o burattino di turno) che arriva dai raccomandati di Alitalia (vecchia). "Casualmente da Roma". Ormai i vertici di Sea sono tutti o quasi romani e napoletani...razzista? No. Il contrario semmai. Tra noi non c'è qualcuno che possa fare bene in una società lombarda per i lombardi? Noi dobbiamo solo lavorare e subire per sistemare la peggiore romanità che colonizza imperialmente ogni cosa imponendo debiti a tutti? E siamo pronti ad una "nuova"
bad company?

No: fallisca a questo punto. E chi mi conosce sa quanto mi dispiaccia, anche come ex. Ma c'è un limite a tutto. E, comunque: meglio francese che arabo.

Muoia Etyhad, ALitalia e i Filistei. E anche il comune di milano.
AP, AT, AY, AZ, B6, BA, BK, BR, BT, CA, CI, CX, CZ, EI, EK, EN, EY, FB, FD, FM, FR, G7, GA, I8, IB, IG, J8, KE, KL, L4, LH, LX, MHS, MI, MU, NH, NZ, OK, OS, QF, QR, SC, SK, SN, SQ, T2, TG, TK, TP, U2, U9, VE, VN, VY, W6, WY, X3, ZH, ZS, 0B

Fabri88
Messaggi: 2263
Iscritto il: ven 23 apr 2010, 00:21:06
Località: Büsti Grandi (Busto Arsizio)

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda Fabri88 » mer 21 mag 2014, 09:53:17

Non so, Musica, ma in Air Berlin è cambiato qualcosa da quando è entrata Etihad?

Io so solo che da quando è entrata Air France in Alitalia una delle prime cose che ha fatto è stata quella di combattere in ogni modo Lufthansa Italia con Air One più o meno sulle stesse rotte ma a costi inferiori e, una volta mollato il colpo da parte Tedesca, non avendo quindi più nessuno contro cui combattere a Malpensa si sono ritirati ed hanno imposto il passaggio totale su Linate dapprima a loro stessi e 5 mesi dopo ai loro partner Olandesi (KLM), oltre a chiaramente smantellare il network comunitario di Air One pezzo per pezzo.

A me piace pensare che se il partner è extracomunitario o fa la grandissima ca***ta di far su la navetta coi narrowbodies da Linate ad Abu Dhabi (sulla quale però mi chiedo come ci vada almeno a pareggio visto che non caricherebbe nulla di cargo e in ogni caso terrebbe impegnato un numero maggiore di piloti che costano di più degli AA/VV) oppure se deve fare qualcosa su Milano deve farlo assolutamente da Malpensa.

Altrimenti l'obiettivo qual è? Da Milano feederare Berlino, Düsseldorf e Zurigo? Cioè, a Roma non gli basta già che da Milano la loro Alitalia feederi Parigi ed Amsterdam, vogliono altri 3 hub esteri da feederare?

Guardate che su questa cosa parlando con gente di Roma non sono così contenti che Alitalia sia da Milano tutti quei passeggeri a...Parigi ed Amsterdam.

Io penso solo a rotte tipo la Parigi - Lima: la Francia ha solo una sparuta comunità di Peruviani mentre l'Italia ne ha a bizzeffe. Eppure il volo per Lima, con ovviamente tanto di c/s Alitalia, è a Parigi e non a Roma.

Se entrasse Etihad al posto di AF/KL cosa succederebbe di peggio di quanto già successo?

easyMXP
Messaggi: 4346
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda easyMXP » mer 21 mag 2014, 11:18:43

Che oltre ad avere AF/KL aspiratutto per l'ovest ci sarebbe EY aspiratutto per l'est, entrambe favorite spudoratamente dal Governo.
Con AF/KL almeno qualche V è arrivata, con EY scordatele a vita, giusto per fare un esempio.

RAV38
Messaggi: 832
Iscritto il: sab 18 mag 2013, 18:08:42

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda RAV38 » mer 21 mag 2014, 16:24:12

AF-KLM semplicemente non ha i mezzi per sostituire EY. Ma anche se li avesse il suo obiettivo è chiaro e lo si è già visto: convogliare il massimo possibile del traffico itercontinentale italiano su CDG in primis e su Ams. E Malpensa, come già visto, sarebbe marginalizzata in modo drastico. Anche le prospettive di V libertà sarebbero ridotte a zero comunque. Forse la soluzione più probabile è quella di un accordo spartitorio, come già detto sopra, fra AF e EY, ma con qualche contentino in più ad AZ anche percercare di migliorare gradualmente la sua performance finanziaria.Una soluzione del genere eviterebbe che AF (e in tal caso con il concorso delle altre principali compagnie europee) si vendichi ricorrendo alla Commissione europea. L'ideale per noi (e per Alitalia) sarebbe che EY si rendesse conto che non le conviene perdere il mercato del Nord Italia e che, sia pure gradualmente dovrebbe sviluppare la propria operatività, sopratutto intercontinentale, a MXP.

Avatar utente
wrth
Messaggi: 759
Iscritto il: sab 07 giu 2008, 12:56:19
Località: Castano Primo

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda wrth » ven 23 mag 2014, 16:52:45

Risposta abbastanza polemica da parte di Intesa.


Clicca

Avatar utente
mxp98
Moderatore
Messaggi: 6978
Iscritto il: sab 06 ott 2007, 14:23:03
Località: between indav and farak

Re: R: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda mxp98 » gio 29 mag 2014, 08:32:35

Ci siamo?
http://www.passionetecno.com/2014/05/29 ... talia-6708

Inviato dal mio ALCATEL ONE TOUCH 7041D utilizzando Tapatalk
Marco
Linate è comodo però Malpensa è utile
The engine is the heart of an airplane but the pilot is its soul.

Avatar utente
hal
Site Admin
Messaggi: 8210
Iscritto il: gio 04 ott 2007, 21:13:47
Località: MXP

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda hal » gio 29 mag 2014, 10:34:55

Il maggior nemico della conoscenza non è l’ignoranza,
è la presunzione della conoscenza.


Stephen Hawking

Avatar utente
EK412
Messaggi: 2219
Iscritto il: ven 15 feb 2008, 14:55:30
Località: Londra, Regno Unito

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda EK412 » gio 29 mag 2014, 17:54:42

E intanto su altri lidi qualcuno dice che il responsabile alleanze di AZ è passato in SEA...
:azz:

KL63
Messaggi: 2649
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda KL63 » dom 01 giu 2014, 15:44:35

Su repubblica si dice che l'epistola è arrivata e che ha contenuto positivo. Detto dal ministro lupi.
ecco il link:
http://www.repubblica.it/economia/2014/ ... ref=HREA-1

belumosi
Messaggi: 2883
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda belumosi » dom 01 giu 2014, 16:51:05

DICHIARAZIONE CONGIUNTA ALITALIA-ETIHAD

01-06-2014

Etihad Airways ha confermato oggi che invierà una lettera che preciserà le condizioni e i criteri per il proposto investimento nel capitale da parte della compagnia che, negli ultimi mesi, ha negoziato con Alitalia e i suoi stakeholder.

Il Governo Italiano riconosce l'importanza strategica di questa operazione e guarda favorevolmente alla collaborazione fra Etihad Airways e Alitalia.

Dopo l’approvazione, con la conferma dell’accettazione delle condizioni da parte del Consiglio di Amministrazione di Alitalia e dei suoi stakeholder, le compagnie aeree procederanno alla preparazione della documentazione finale per completare l'operazione proposta, in linea con le regole dell’Unione Europea e gli altri requisiti normativi.

James Hogan, Presidente e Chief Executive Officer di Etihad Airways, ha dichiarato: "Siamo lieti di poter andare avanti con questa operazione e confidiamo di raggiungere la positiva conclusione della transazione proposta ad Alitalia. Una partecipazione azionaria in Alitalia sarà utile non solo alle due compagnie, ma ciò che più conta è che questa partecipazione darà più scelta e maggiori opportunità di viaggio a chi si muove per affari o per turismo da e per l'Italia”.

Gabriele Del Torchio, Amministratore Delegato di Alitalia, ha dichiarato: “E’ un’eccellente prospettiva per Alitalia. Questo investimento assicurerà una stabilità finanziaria ed è la conferma del ruolo chiave di Alitalia quale asset infrastrutturale strategico per lo sviluppo del settore dei viaggi e del turismo nel nostro Paese”.

Roberto Colaninno, Presidente di Alitalia, ha dichiarato: "Siamo lieti che l’operazione prosegua con Etihad Airways che rappresenta per Alitalia un partner strategico ideale per rafforzare le prospettive di crescita a lungo termine della Compagnia".

http://corporate.alitalia.it/it/media/c ... -2014.html

grandemilano
Messaggi: 1169
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda grandemilano » dom 01 giu 2014, 18:24:57

Mah. Vedremo come andrà a finire.
Io comunque rimango dell'idea che la soluzione migliore per Alitalia sia AirFrance, soprattutto perchè è una compagnia comunitaria.

KL63
Messaggi: 2649
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Messaggio da leggereda KL63 » dom 01 giu 2014, 18:33:30

domani, quindi avremo il decreto ammazza Malpensa?
Certamente ci sarà una rapida revisione dei bilaterali per favorire l'aspirazione verso Abu Dhabi da tutta Italia e sfavorire i cugini di Emirates se questi ci staranno, oppure potranno aspirare di più anche loro! Ad Alitalia rimarranno proprio le briciole fra AF ed EY!


Torna a “ALITALIA VISTA DAL SISTEMA LOMBARDO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti