Pagina 26 di 38

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 12:54:47
da KittyHawk
Al momento AZ effettua su LIN dei transiti "fai da te", che non sono assolutamente l'ideale dal punto di vista del passeggero.
Questa non l'ho capita.
AZ a LIN fa transiti veri e propri, con banco transiti, assistenza, ecc.
Peraltro penso comodissimi, con le ridotte distanze da percorrere.
Correggimi se sbaglio: chi arriva ed è in transito deve ritirare il bagaglio ed effettuare un nuovo check-in. Almeno questo è quanto era stato riportato sul forum qualche tempo fa. Un bel sbattimento, rispetto ai transiti dei veri hub. Le cose sono cambiate?

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 13:02:26
da S62
non mi sembra ma non vorrei sbagliarmi. perchè i bagagli in transito vanno nell'hangar (una parte ) adibito a deposito transiti e vengono divisi manualmente per i voli.

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 14:03:44
da EK412
non mi sembra ma non vorrei sbagliarmi. perchè i bagagli in transito vanno nell'hangar (una parte ) adibito a deposito transiti e vengono divisi manualmente per i voli.
Credo anch'io che non ci sia da ritirare il bagaglio e rifare il check-in.

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 14:08:08
da Andrea80
Beh ma non sarebbe consentito dal Bersani Bis, mi pare che Linate dovrebbe essere destinato al solo p2p quindi i transiti dovrebbero essere assolutamente vietati....
Va bene chiudere un occhio sui COA però qui gli occhi devono essere bendati con almeno 7 o 8 giri di scotch Americano.....

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 14:15:34
da I-Alex
Il nuovo hub di Linate monopolio di Alihad

Immagine


--------------------------
Sent from my iPhone using Tapatalk

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 14:25:03
da easyMXP
Quelle destinazioni OLTRE a quelle già esistenti?
Considerando che se AZ volerà da LIN, gli altri stati pretenderanno pari trattamento per le loro compagnie?
E le compagnie UE pianteranno un bel ricorso all'antitrust per aumentare anche i loro slot?
Dove li mettono i pax???
E gli aerei sul piazzale????
Dai torna peggio degli anni '90, quando LIN era una perla per confusione e ritardi!

E poi a nessuno viene in mente che quei voli dal nord-Africa a LIN con transiti verso l'Europa sono altrettanti transiti in meno da FCO sui feeder europei, riducendo ulteriormente la sostenibilità economica dei voli breve raggio da FCO, già picconata dall'apertura in massa delle rotte low-cost quest'anno?

Ma chi li pensa questi piani???? Ah già, i geni che li pensano da 20 anni...
Dai ditemi che Hogan e il suo team non sono così stupidi
Correggimi se sbaglio: chi arriva ed è in transito deve ritirare il bagaglio ed effettuare un nuovo check-in. Almeno questo è quanto era stato riportato sul forum qualche tempo fa. Un bel sbattimento, rispetto ai transiti dei veri hub. Le cose sono cambiate?
Credo che le cose non siano mai state così. AZ non fa transiti fai da te AZ su AZ, m'è capitato di dover fare la carta di imbarco in un transito a JFK qualche anno fa (DL su AZ verso MXP), ma con il bagaglio comunque spedito direttamente.
LIN è un ottimo hub tra sud-Italia e Europa, molto usato. Ad es. da Palermo a Londra AZ vende parecchie combinazioni via LIN, con transiti poco sopra l'ora, irrealistico che si debba rifare il checkin.
Di sicuro la struttura di LIN non è ottimizzata per gestire i bagagli in transito, quindi un rafforzamento di LIN come quello voluto da CAI/EY la manderebbe in crisi.

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 15:00:56
da wrth
Naturalmente chi ha scritto quell'articoletto, non sa che se mai dovessero arrivare tutti quei voli, Linate chiuderebbe dopo una settimana, i passeggeri sarebbero costretti a fare check-in direttamente dal parcheggio taxi, le code per la sicurezza arriverebbero fino alla zona arrivi, non esito a pensare a bivacchi per carenza di sedute.
Dilettanti disinformati.
Così prima o poi ci si imbarcherà direttamente da piazza Duomo per la gioia di tutti i milanesi che vogliono l'aeroporto sotto casa "L'aeroporto perfetto"
Ci si è dimenticati della situazione pre 1998 quando si partiva e tornava da Linate con code incredibili per il recupero bagagli e per l'accesso all'aeroporto. "Ma è così comodo"...

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 15:26:09
da KL63
Se guardate bene le uniche destinazioni UE sono in spagna, voli vacanzieri, ed in Germania.
Le altre sono tutte destinazioni extra UE, quindi l'Italia potrà fare quello che vuole, o no?
L'unico paese con potere contrattuale forte è la Russia ma Aeroflot ed Az sono alleate per cui potrebbero mettersi d'accordo per un code share.
L'unico problema potrebbe essere rappresentato dalle reazioni di Turchia ed Israele.
Certamente è tutto traffico sottratto alle connessioni di FCO.
Poi esistono problemi strutturali dell'aerostazione che se fossi in SEA non penserei nemmeno di risolvere però la costringeranno a farlo, ma i tempi non saranno affatto brevi.

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 15:41:05
da wrth
Quelle destinazioni OLTRE a quelle già esistenti?
Considerando che se AZ volerà da LIN, gli altri stati pretenderanno pari trattamento per le loro compagnie?
E le compagnie UE pianteranno un bel ricorso all'antitrust per aumentare anche i loro slot?
Dove li mettono i pax???
E gli aerei sul piazzale????
Dai torna peggio degli anni '90, quando LIN era una perla per confusione e ritardi!

E poi a nessuno viene in mente che quei voli dal nord-Africa a LIN con transiti verso l'Europa sono altrettanti transiti in meno da FCO sui feeder europei, riducendo ulteriormente la sostenibilità economica dei voli breve raggio da FCO, già picconata dall'apertura in massa delle rotte low-cost quest'anno?

Ma chi li pensa questi piani???? Ah già, i geni che li pensano da 20 anni...
Dai ditemi che Hogan e il suo team non sono così stupidi
Correggimi se sbaglio: chi arriva ed è in transito deve ritirare il bagaglio ed effettuare un nuovo check-in. Almeno questo è quanto era stato riportato sul forum qualche tempo fa. Un bel sbattimento, rispetto ai transiti dei veri hub. Le cose sono cambiate?
Credo che le cose non siano mai state così. AZ non fa transiti fai da te AZ su AZ, m'è capitato di dover fare la carta di imbarco in un transito a JFK qualche anno fa (DL su AZ verso MXP), ma con il bagaglio comunque spedito direttamente.
LIN è un ottimo hub tra sud-Italia e Europa, molto usato. Ad es. da Palermo a Londra AZ vende parecchie combinazioni via LIN, con transiti poco sopra l'ora, irrealistico che si debba rifare il checkin.
Di sicuro la struttura di LIN non è ottimizzata per gestire i bagagli in transito, quindi un rafforzamento di LIN come quello voluto da CAI/EY la manderebbe in crisi.
Al primo inconveniente, ci si accorgerà della scomodità di dipendere da un aeroporto con una sola pista...

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 16:25:36
da belumosi
Il nuovo hub di Linate monopolio di Alihad

Immagine


--------------------------
Sent from my iPhone using Tapatalk
Guardando questa mappa, ho l'impressione che il patto Italia-UE su LIN, potrebbe prevedere il mantenimento dei 18 M/h e l'utilizzo degli slot AZ in tutt'Europa e poco oltre. Senza AUH e soprattutto senza alterare gli equilibri con le major europee.
In fondo AZ ne avrebbe comunque un vantaggio economico, LIN crescerebbe poco e MXP all'opposto non vedrebbe un esodo verso l'Idroscalo.
Partendo dall'assunto che la situazione attuale sia accettabile (il pensiero dominante volente o nolente è quello), il nuovo assetto non stravolgerebbe equilibri difficili da ricalibrare.

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 16:52:15
da I-DANB
Ce la vedo bene la Tel Aviv da Linate con queste temperature...
Mi sono sempre domandato cosa ne pensano le grandi firme che hanno spazi commerciali a Malpensa, di questa faccenda. :confuso:

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 17:00:22
da KittyHawk
La vera domanda è: quante di queste nuove destinazioni sono utili a chi dovrebbe sborsare quasi 600 milioni di euro?
Amburgo e Düsseldorf possono essere operate da Air Berlin, Belgrado da Air Serbia. Su Ginevra EY ha un volo dal Golfo, ma per le altre dove sono i vantaggi per gli arabi (a meno di non aprire un volo LIN-AUH)?

Mi pare che inoltre, considerando attuali e future destinazioni da LIN, ci siano poche coppie di città non già collegate direttamente, per cui un volo con scalo a Milano dovrebbe essere venduto a un prezzo minore per essere allettante. E per tante delle nuove destinazioni la durata del volo è tale che la maggior comodità di LIN rispetto a MXP non è più un fattore determinante.

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 17:28:37
da I-Alex
Il nuovo hub di Linate monopolio di Alihad

Immagine


--------------------------
Sent from my iPhone using Tapatalk
Guardando questa mappa, ho l'impressione che il patto Italia-UE su LIN, potrebbe prevedere il mantenimento dei 18 M/h e l'utilizzo degli slot AZ in tutt'Europa e poco oltre. Senza AUH e soprattutto senza alterare gli equilibri con le major europee.
In fondo AZ ne avrebbe comunque un vantaggio economico, LIN crescerebbe poco e MXP all'opposto non vedrebbe un esodo verso l'Idroscalo.
Partendo dall'assunto che la situazione attuale sia accettabile (il pensiero dominante volente o nolente è quello), il nuovo assetto non stravolgerebbe equilibri difficili da ricalibrare.
Credo che Malpensa qualche pax lo perderà e alcune rotte esistenti rischierebbero la chiusura dalla brughiera...

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 17:51:55
da KL63
Ripensandoci le destinazioni intra UE, secondo me non saranno richieste, perché altrimenti non potrebbero negare ad LH un Monaco-Linate. Gli slot LH li affitterebbe da qualche compagnia messa male.

L'altra porcata del piano, secondo me, è la vendita degli slot di LHR ed il riaffitto ad AZ, in pochi anni EY si ripagherà del valore della cessione in ogni caso, sia che operi AZ che operi qualcun altro. Si tratta dell'unico asset con un po' di valore di CAI. Quindi per questa parte si tratta di una vendita tramite il banco dei pegni.


un altra cosa al 31-12-2014 come ci arrivano?
con le poste celeri, infatti il nuovo ad ha già detto che vuole aumentare la quota di "partecipazione strategica" in CAI, Benetton e Colaninno metteranno altro grano, così come Percassi, voglio vedere se le banche metteranno altri soldi buoni su quelli cattivi

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: mer 11 giu 2014, 18:39:57
da RAV38
In ogni caso avete notato che il supposto piano di nuovi voli previsti da Linate NON prevede mete che possano infastidire AF-KLM? Inoltre la marginalizzazione di MXP non può che far piacere a Parigi. Quanto ai mezzi finanziari per arrivare a dicembre il governo si sta già muovendo per convincere (moral suasion) gli enti partecipati al 100% dal Tesoro a qualche gesto generoso.

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: gio 12 giu 2014, 10:45:08
da luca lampertico
Volevo chiedervi una cosa... Qualcuno sa quante destinazioni ( sia IC che non) AZ aveva da MXP nel 2007?? E quanti aerei erano basati?
Gracias

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: gio 12 giu 2014, 11:17:52
da michyh87
Le destinazioni approssimative erano (in ordine sparso):

(Orario Estivo 2007)

Italia ed Europa
Venezia
Trieste
Bologna
Ancona
Firenze
Pisa
Roma
Lamezia-Terme
Palermo
Napoli
Catania
Bari

Atene
Berlino
Dusseldorf
Francoforte
Amsterdam
Brussels
Parigi
Madrid
Valencia
Varsavia
Berlino
Tirana
Budapest
Sofia
Stoccarda
Strasburgo
Cracovia
Timisoara
Bilbao
Lamezia-Terme
Belgrado
Monaco
Praga
Barcellona
Ginevra
Zurigo
Vienna
Sarajevo
Lione
Malaga
Londra LHR
Bucharest
Cluj
Minsk
Nizza
San Pietroburgo
Mosca
Stoccolma
Copenhagen
Kiev'
Malta
Skopje
Istanbul

IC
Cairo
Casablanca
Tripoli
Tunisi
Beirut
Tel Aviv
Tehran
Damasco
Delhi
Mumbai
Osaka
Tokyo
Lagos-Accra
Dakar
Dubai
Shanghai
Caracas
San Paolo
Buenos Aires
Toronto
Boston
Newark
New York JFK
Chicago
Miami

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: gio 12 giu 2014, 11:59:12
da KL63
a quanto ho letto su SCC, sul Corriere di oggi c'è un articolo, nel quale c'è scritto che pare che si siano resi conto che un'apertura di Linate come vuole EY, senza aprire anche ad altre compagnie non sia possibile, per i vincoli europei, (avranno chiesto?) per cui stiano valutando cosa convenga fare.
Posso suggerire io:
limitazione drastica dei movimenti, della lunghezza pista, del tonnellaggio degli aerei che possano operare su Linate, massimo 100 posti, con conseguente contrazione dell'offerta ed aumento dei prezzi, magari anche operatività per fasce orarie diversificata, mattino presto e sera di più, durante il giorno molto meno. trasferimento di tutto il resto a Malpensa. O meglio ancora chiusura del cessy e tutti a MXP.

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: gio 12 giu 2014, 13:35:52
da KL63
Confermo, letto con i miei occhi durante la pausa pranzo.
In più c'è scritto "Malpensa hub cargo del gruppo insieme ad Abu Dhabi e Pechino".
Hub del vettore chiaramente, non principale hub a livello europeo in assoluto, come qualcuno ha inteso e qualcuno ha voluto far intendere...

Re: R: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: gio 12 giu 2014, 14:23:11
da mxp98
a quanto ho letto su SCC, sul Corriere di oggi c'è un articolo, nel quale c'è scritto che pare che si siano resi conto che un'apertura di Linate come vuole EY, senza aprire anche ad altre compagnie non sia possibile, per i vincoli europei, (avranno chiesto?) per cui stiano valutando cosa convenga fare.
Posso suggerire io:
limitazione drastica dei movimenti, della lunghezza pista, del tonnellaggio degli aerei che possano operare su Linate, massimo 100 posti, con conseguente contrazione dell'offerta ed aumento dei prezzi, magari anche operatività per fasce orarie diversificata, mattino presto e sera di più, durante il giorno molto meno. trasferimento di tutto il resto a Malpensa. O meglio ancora chiusura del cessy e tutti a MXP.
Finalmente si sono resi conto? Mi viene la pelle d'oca solo al pensiero di che branco d' incompetenti stia al comando di questo povero paese. Non oso immaginare su questioni a noi poco note.

Inviato dal mio ALCATEL ONE TOUCH 7041D utilizzando Tapatalk

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: gio 12 giu 2014, 15:36:56
da Fabri88
Speriamo se ne rendano conto e non liberalizzino Linate più di quanto libero lo è già.

Circa la riduzione della lunghezza pista non porterebbe a nulla dato che la famiglia Embraer ha corse di decollo analoghe a quelle della A320 family e la famiglia 737NG ha corse di lunghezza addirittura inferiori.

Piuttosto adotterei le stesse norme antirumore di London City → http://www.boeing.com/commercial/noise/ ... y.html#cur

Re: R: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: gio 12 giu 2014, 16:00:08
da easyMXP
a quanto ho letto su SCC, sul Corriere di oggi c'è un articolo, nel quale c'è scritto che pare che si siano resi conto che un'apertura di Linate come vuole EY, senza aprire anche ad altre compagnie non sia possibile, per i vincoli europei, (avranno chiesto?) per cui stiano valutando cosa convenga fare.
Posso suggerire io:
limitazione drastica dei movimenti, della lunghezza pista, del tonnellaggio degli aerei che possano operare su Linate, massimo 100 posti, con conseguente contrazione dell'offerta ed aumento dei prezzi, magari anche operatività per fasce orarie diversificata, mattino presto e sera di più, durante il giorno molto meno. trasferimento di tutto il resto a Malpensa. O meglio ancora chiusura del cessy e tutti a MXP.
Finalmente si sono resi conto? Mi viene la pelle d'oca solo al pensiero di che branco d' incompetenti stia al comando di questo povero paese. Non oso immaginare su questioni a noi poco note.
Sarebbe bastato ordinare a uno degli scagnozzi del ministro di passare qualche ora nei forum di aviazione per capirlo, incredibile la cialtroneria che abbonda in politica! A meno che...
non sia un modo per giustificare il fallimento di CAI dando la colpa a qualcun altro. Non alle banche, che a parole hanno accettato le condizioni, non al Governo (idem), non a EY (ci mancherebbe che il compratore non possa dettare le condizioni), non ai sindacati (poverini...), ma a quei cattivoni dell'UE.
Tanto le prossime elezioni sono tra 5 anni e i trattati impediscono al Governo di fare qualcosa, così il Bomba ha la scusa pronta.

Ma oltre alla politica, se davvero le cose stanno così, EY ha davvero l'intenzione di comprare? Avranno stuoli di legali esperti in qualunque cosa, e nessuno si è preso la briga di leggere poche pagine di regolamento UE prima di chiedere aperture a LIN?

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: gio 12 giu 2014, 16:10:31
da hosvir
QUASI OT

http://milano.corriere.it/notizie/crona ... ab8c.shtml

SEGRATE, ARRIVANO LE Galeries Lafayette- LO SHOPPING MALL PIU' GRANDE DI ITALIA

Le gallerie Lafayette apriranno a Milano, all’interno di quello che sarà il più grande centro commerciale in Italia. Il progetto è del gruppo Percassi e del colosso australiano Westfield: l’imponente complesso commerciale, da 175 mila metri quadrati, aprirà tra il 2017 e il 2018, dopo investimenti previsti per 1,3 miliardi. Negli spazi del Westfield Milan i celebri grandi magazzini francesi, con l’Italia alla seconda apertura europea, occuperanno quattro piani, per 18 mila metri quadri. Percassi partecipa alla joint venture paritetica con Westfield tramite Arcus Real Estate, controllata da Stilo Immobiliare, l’unità cui fanno capo le attività immobiliari del gruppo bergamasco. Il nuovo centro commerciale si chiamerà Westfield Milan e sarà situato a Segrate, in prossimità dell’aeroporto di Milano Linate e dell’Idroscalo. Secondo le previsioni ospiterà più di 300 negozi di grandi firme, con servizi turistici, attività per il tempo libero come cinema e una cinquantina di ristoranti, oltre a un parcheggio per 10 mila posti auto.

Il Westfield Milan, viene stimato, punta a un bacino di utenza di oltre 7 milioni di consumatori, con un potenziale di spesa di 4,9 miliardi. «Siamo entusiasti di dare il benvenuto al primo negozio Galeries Lafayette in Italia nel nuovo Westfield Milan - afferma Antonio Percassi, presidente di Stilo Immobiliare Finanziaria -. Il centro sorgerà in una zona chiave d’Italia, con un bacino domestico e turistico molto attraente per i retailer. Il reddito pro capite nella Regione supera la media europea del 35% ed attira mediamente ogni anno oltre 13 milioni di turisti. Siamo estremamente orgogliosi di promuovere un progetto che permetterà di creare migliaia di nuovi posti di lavoro per l’Italia». Per Westfield si tratterà del primo «shopping mall» nell’Europa continentale, precisa Michael Gutman, ad di Westfield Europa. Galerie Lafayette, dopo il celebre grande magazzino nel cuore di Parigi, ha aperto in oltre 100 anni di attività 65 negozi: 60 in Francia e gli altri a Berlino, Casablanca, Dubai, Giacarta e Pechino.

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: gio 12 giu 2014, 16:52:41
da KL63
il primo pensiero di ieri guardando la piantina postata con le rotte è stato: " questi vogliono farsi dire no dalla UE e poi in alternativa chiedere la chiusura di Linate", poi riguardandola ho fatto altre considerazioni. Oggi mi torna il sospetto.
Un'apertura solo ai voli extra UE, lasciando stare i problemi infrastrutturali dell'aerostazione, dovrebbe essere approvata dalla UE?
Con Marocco, Tunisia, Egitto, Turchia, Croazia, Slovenia, Serbia mi pare ci siano accordi di open skies, o sbaglio?

Re: Dal Golfo, Etihad in vista del traguardo col 49%.?

Inviato: gio 12 giu 2014, 18:22:34
da grandemilano
Alla fine della fiera, io questo grande sviluppo di Alitalia da parte di Etiad non ce lo vedono. Per quanto riguarda il LR, su Malpensa incrementano di circa 15 frequenza, e su Fiumicino di circa 25.
Certo, altrove c'è chi sta facendo buon viso a cattivo gioco e sviano parlando di altro (i soliti discorsi riguardo Linate-Malpensa :yeah: ): ma in verità non c'è nessun piano ambizioso di rilancio di Alitalia nè tantomeno del mega hub di Fiumicino come era stato scritto e ventilato in questi mesi. ù
A loro (gli emiratini) interessano solo i diritti per federare su Abu Dabi. E noi glieli stiamo regalando. Come gli stiamo regalando tutto quello che vogliono in esuberi, azzeramento del debito, sputt***mento del sistema aeroportuale italiano e milanese (che tra l'altro non è di loro competenza visto che qui non siamo negli Emirati arabi ma in Italia).