Malpensa hub Air Italy

le news su Air Italy
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare esclusivamente tutti gli argomenti inerenti la nuova AIRITALY dopo la presentazione del piano industriale avvenuta il 19 Febbraio 2018
kco
Messaggi: 4695
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda kco » ven 19 ott 2018, 08:57:52

Akbar Al Baker dopo aver minacciato a destra e a manca l'uscita da OW (che sarebbe stata accolta con gioia da gran parte dei soci, partecipate incluse), ora se ne esce così:
Do I think Qatar Airways will leave oneworld alliance?

No, I do not think we’ll see Qatar Airways withdraw from oneworld, purely because it makes better business sense to remain a member.
Per sperare che il progetto IG abbia ancora qualche remota speranza di successo, prima ancora che gli aerei serve che quest'uomo se ne stia ZITTO e la smetta di rilasciare interviste frignando come un bambino perchè altre compagnie non sono disposte a sacrificare i propri interessi in sua grazia.
Ma come fa a non capire che uno scontro frontale con l'establishment USA è l'unico modo in cui può essere sicuro di perdere?
Mai sentita la parola "diplomazia"? Oppure amenità come "lavorare sotto traccia"?
Io credo che la seconda parte sia una specie di intervista ad Alex Macheras. Non sono parole di Akbar Al Baker.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13395
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » ven 19 ott 2018, 09:28:03

Per il resto condivido, mi sembra che Al Baker non abbia il senso della mediazione o sappia cosa sia essere diplomatici.
Però è più diplomatico dei diplomatici del consolato saudita a Istanbul.

Avatar utente
Tulkas
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 15 mag 2008, 10:12:16

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda Tulkas » ven 19 ott 2018, 09:42:52

O magari è più furbo e non si è ancora fatto beccare. :green:

grandemilano
Messaggi: 1237
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda grandemilano » ven 19 ott 2018, 12:12:00

Akbar Al Baker dopo aver minacciato a destra e a manca l'uscita da OW (che sarebbe stata accolta con gioia da gran parte dei soci, partecipate incluse), ora se ne esce così:
Do I think Qatar Airways will leave oneworld alliance?

No, I do not think we’ll see Qatar Airways withdraw from oneworld, purely because it makes better business sense to remain a member.
Per sperare che il progetto IG abbia ancora qualche remota speranza di successo, prima ancora che gli aerei serve che quest'uomo se ne stia ZITTO e la smetta di rilasciare interviste frignando come un bambino perchè altre compagnie non sono disposte a sacrificare i propri interessi in sua grazia.
Ma come fa a non capire che uno scontro frontale con l'establishment USA è l'unico modo in cui può essere sicuro di perdere?
Mai sentita la parola "diplomazia"? Oppure amenità come "lavorare sotto traccia"?
"sperare che il progetto IG abbia ancora qualche remota speranza di successo" :lol:
Mi fai muorire dal ridere.
Non hanno ancora iniziato e già li dai spacciati... :lol:

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1748
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda mattaus313 » ven 19 ott 2018, 13:42:56

Ma basta, ma ha ragione Al Baker. AA continua ad attaccare a caso il Qatar, io veramente non capisco, QR non è concorrente di AA. AA è fortissima sui voli nazionali, sul lungo raggio ha una flotta che non è nulla rispetto a quella di QR nonostante i 40 e passa 787 in ordine. AA sul lungo raggio è buona a trasportare pax tra l'UE e gli USA (talvolta con il 767 che meglio se me la faccio a nuoto), tra estremo oriente e USA e soprattutto sul sud America. QR porta principalmente passeggeri tra Europa e Asia/Africa. Sono mercati che non centrano nulla uno con l'altro anzi, dove vola QR AA potrebbe essere la scelta naturale per una prosecuzione verso città minori. Qualcuno spieghi a Parker il concetto di vantaggio comparato, che diamine. Cosa spera? Di piazzare voli da JFK, DFW, LAX, ORD e MIA per DOHA guadagnandoci? Non lo so, a me, visto l'andazzo generale gli ULR mi sembrano una follia da lasciare in mano alle mediorientali/asiatiche.
Penso che Parker e Al Baker dovrebbero piantarla con queste scenate e banalmente mettersi d'accordo "dividendosi" il mercato e lavorando sui CS e le prosecuzioni. Altrimenti sul ponte USA Asia saranno altre a guadagnarci: Emirates, IAG, LH Group e AF KLM. E guarda a caso, se ci guadagna una di queste in parte anche Al Baker.

Parker invece, cosa ottiene?
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

gabbozzo
Messaggi: 340
Iscritto il: mer 10 ott 2018, 19:12:34

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda gabbozzo » ven 19 ott 2018, 14:07:22

Ma basta, ma ha ragione Al Baker. AA continua ad attaccare a caso il Qatar, io veramente non capisco, QR non è concorrente di AA. AA è fortissima sui voli nazionali, sul lungo raggio ha una flotta che non è nulla rispetto a quella di QR nonostante i 40 e passa 787 in ordine. AA sul lungo raggio è buona a trasportare pax tra l'UE e gli USA (talvolta con il 767 che meglio se me la faccio a nuoto), tra estremo oriente e USA e soprattutto sul sud America. QR porta principalmente passeggeri tra Europa e Asia/Africa. Sono mercati che non centrano nulla uno con l'altro anzi, dove vola QR AA potrebbe essere la scelta naturale per una prosecuzione verso città minori. Qualcuno spieghi a Parker il concetto di vantaggio comparato, che diamine. Cosa spera? Di piazzare voli da JFK, DFW, LAX, ORD e MIA per DOHA guadagnandoci? Non lo so, a me, visto l'andazzo generale gli ULR mi sembrano una follia da lasciare in mano alle mediorientali/asiatiche.
Penso che Parker e Al Baker dovrebbero piantarla con queste scenate e banalmente mettersi d'accordo "dividendosi" il mercato e lavorando sui CS e le prosecuzioni. Altrimenti sul ponte USA Asia saranno altre a guadagnarci: Emirates, IAG, LH Group e AF KLM. E guarda a caso, se ci guadagna una di queste in parte anche Al Baker.

Parker invece, cosa ottiene?
quoto!
Il comportamento di AA potrebbe far parte della strategia politica in atto di isolamento del Qatar..mah..

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1748
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda mattaus313 » ven 19 ott 2018, 14:58:45

E non mi incazzo perché questo potrebbe determinare il successo o meno di IG, mi incazzo perché veramente non ha senso, se non politico.
Quanto riguarda il discorso che forse a tutti più ci interessa, cioè Air Italy, Parker può frignare quanto vuole ma di certo Europa e USA non si mettono a rivedere fior fior di accordi per queste sceneggiate (voglio sperare, riponendo un briciolo di fiducia non tanto in Donald o JeanClaude quanto nelle rispettive istituzioni più in generale). AirItaly può e deve aprire rotte per gli USA mercato permettendo e non essendo di fatto in OneWorld può stringere accordi con chi vuole, in maniera ancora più libera. Certo è che ogni giorno che passa trovare partner diventa sempre più importante. Se AA non ci sta, peccato, ma di compagnie in USA ce ne sono un pò e si potrebbe tentare qualche altra strada, o addirittura puntare su rotte che stanno in piedi con il p2p e feed lato Europa. A proposito di questo penso sia arrivata l'ora di cercare rotte che portino veramente un contributo al lungo raggio e non "puntiamo sul sud italia perché ci sta scritto Italy nel nome". Penso che agli azionisti freghi poco dell'Italy nel nome se i risultati non sono adeguati. Quindi, aggiustare già da subito quello che non va, IG non è una Onlus e non fare sparate megalomani ma crescere in maniera costante ed equilibrata sul lungo e sul corto raggio.
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

kco
Messaggi: 4695
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda kco » ven 19 ott 2018, 17:11:51

I rapporti internazionali non sono luogo in cui rivendicare che si ha ragione tanto contano solo questioni di forza e chi è più forte vince. Akbar Al Baker può lamentarsi quanto vuole ma AA non fa cs né con lui né con AirItaly e questa manfrina è iniziata quando QR ha cercato una partecipazione in AA. Ora mentre QR se ne può fregare dei cs di AA, IG un po' meno. Però nulla vieta IG di operare quanti voli sul nord atlantico vuole e connettersi con compagnie americane non soggette a JV.
Continuare a lamentarsi di OW non servirà a molto.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

belumosi
Messaggi: 2955
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda belumosi » ven 19 ott 2018, 18:27:48

"sperare che il progetto IG abbia ancora qualche remota speranza di successo" :lol:
Mi fai muorire dal ridere.
Non hanno ancora iniziato e già li dai spacciati... :lol:
Non li do per spacciati, ma visti gli ultimi sviluppi, in seria difficoltà. Beato te che lo trovi divertente.

belumosi
Messaggi: 2955
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda belumosi » ven 19 ott 2018, 19:05:15

E non mi incazzo perché questo potrebbe determinare il successo o meno di IG, mi incazzo perché veramente non ha senso, se non politico.
MIA e JFK sono state in assoluto le prime due rotte di lungo raggio aperte sotto il nuovo corso.
Ti aspettavi il comitato di benvenuto da parte di AA?
Lo ripeto: USA, Canada, Francia e Germania non vogliono aprire il mercato tra Europa e Nord America alle mediorientali. Né attraverso 5e libertà, né attraverso compagnie gestite di fatto dagli emiri.
Inoltre se sei fuori dalle alleanze e dalle JV, non puoi realizzare le economie e le ottimizzazioni che queste permettono. Pensa solo alle grandi aziende che hanno programmi fidelizzati con le varie alleanze, ma anche ai singoli pax che utilizzano più compagnie e che sono portati per convenienza a volare con vettori della stessa famiglia per ottenere i maggiori benefici.
Questa è una grande fetta della potenziale clientela e soprattutto comprende la quasi totalità dei pax altospendenti. Che al momento, ben difficilmente prende in considerazione IG.
Rimanere soli in mezzo al mare, significa al 90% far fallire il progetto.
Siccome parliamo di soldi, buon senso vorrebbe che chi comanda in IG cercasse un compromesso con gli americani lasciando giocoforza a questi ultimi la fetta più grossa della torta (i rapporti di forza sono quelli che sono), ma permettendo ad IG di entrare in OW, nella JV e avere la marea di CS che AA può offrire lato USA. E che cercasse di portare a casa quanto più è possibile con la diplomazia.
Se poi la si vuole mettere sui massimi sistemi e su cosa è giusto o sbagliato, allora alzo le mani.
Perchè non è così che funziona il mondo.

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1748
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda mattaus313 » ven 19 ott 2018, 19:23:24

E non mi incazzo perché questo potrebbe determinare il successo o meno di IG, mi incazzo perché veramente non ha senso, se non politico.
MIA e JFK sono state in assoluto le prime due rotte di lungo raggio aperte sotto il nuovo corso.
Ti aspettavi il comitato di benvenuto da parte di AA?
Lo ripeto: USA, Canada, Francia e Germania non vogliono aprire il mercato tra Europa e Nord America alle mediorientali. Né attraverso 5e libertà, né attraverso compagnie gestite di fatto dagli emiri.
Inoltre se sei fuori dalle alleanze e dalle JV, non puoi realizzare le economie e le ottimizzazioni che queste permettono. Pensa solo alle grandi aziende che hanno programmi fidelizzati con le varie alleanze, ma anche ai singoli pax che utilizzano più compagnie e che sono portati per convenienza a volare con vettori della stessa famiglia per ottenere i maggiori benefici.
Questa è una grande fetta della potenziale clientela e soprattutto comprende la quasi totalità dei pax altospendenti. Che al momento, ben difficilmente prende in considerazione IG.
Rimanere soli in mezzo al mare, significa al 90% far fallire il progetto.
Siccome parliamo di soldi, buon senso vorrebbe che chi comanda in IG cercasse un compromesso con gli americani lasciando giocoforza a questi ultimi la fetta più grossa della torta (i rapporti di forza sono quelli che sono), ma permettendo ad IG di entrare in OW, nella JV e avere la marea di CS che AA può offrire lato USA. E che cercasse di portare a casa quanto più è possibile con la diplomazia.
Se poi la si vuole mettere sui massimi sistemi e su cosa è giusto o sbagliato, allora alzo le mani.
Perchè non è così che funziona il mondo.
Premesso che IG quasi non l'ho tirata in ballo nella diatriba.
Allora con i dovuti distinguo:

ECONOMICAMENTE sia a QR che ad AA converrebbe lavorare assieme al posto di farsi guerra in quanto, a mio avviso, hanno mercati di riferimento che non cozzano.
Parlando di IG, visto che alla fine questo è il nodo, certo che gli conviene ANCHE a lei avere buoni rapporti con OW a prima vista. Poi bisogna vedere le condizioni alle quali entra se entra. Ma dal momento che ancora dentro non ci è ci sono tante altre alternative: Delta (se mai volesse/potesse), idem United. C'è JetBlue, C'è Alaska, C'è Frontier (che tra l'altro fa riferimento allo stesso gruppo di Wizz con la quale si potrebbero fare accordi sia lato Europa che lato USA), C'è SouthWest anche se non mi sembra la scelta più azzeccata.
Ci sono un sacco di possibilità, ma francamente preoccuparsi ora delle prosecuzioni lato USA mi pare prematuro dato che, come ho detto, si dovrebbe mirare a destinazioni che possono stare in piedi DA SOLE E/O CON FEED LATO EUROPA/ASIA.

In conclusione, sono più preoccupato dal fatto che non si siano ancora aperte destinazioni Europee che possano aiutare a riempire i voli lato Europa (al posto di forzare anche la winter sul sud che non porta grossi feed), che non questa diatriba con AA (che secondo me si risolve con una delegazione di IG che vada dal nostro caro Parker e gli dica qualcosa tipo: "dai oh, se tutto va bene miriamo a fare 10 milioni di pax annui, non sentirai neanche il solletico, non siamo Qatar)
"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13395
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » ven 19 ott 2018, 19:50:20

@belumosi

MIA e JFK sono di gran lunga le destinazioni USA più importanti che permettano una rotazione in 24 ore. Che le abbia programmate Air Italy ha pure tenuto alla larga Norwegian. Non sono rotte che le legacy delle JV potevano pensare di tenere in esclusiva.

Fra AA e QR la questione è a livello superiore, ma non collaborare e mettere pure i 767 sulla tratta è una scelta commercialmente idiota.

milmxp
Messaggi: 1650
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda milmxp » ven 19 ott 2018, 20:23:40

@belumosi

MIA e JFK sono di gran lunga le destinazioni USA più importanti che permettano una rotazione in 24 ore. Che le abbia programmate Air Italy ha pure tenuto alla larga Norwegian. Non sono rotte che le legacy delle JV potevano pensare di tenere in esclusiva.

Fra AA e QR la questione è a livello superiore, ma non collaborare e mettere pure i 767 sulla tratta è una scelta commercialmente idiota.
...e lamentarsi pure che EK offre le docce sull'A380.
AA è un colosso, ma sicuramente collaborando con QR non ci perderebbe, anzi... sarebbe anche un modo di prevalere sulle altre americane. È tutta una questione politica. Gli americani sono bravi, gli arabi cattivi. Sempre lo stesso minestrone.

kco
Messaggi: 4695
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda kco » ven 19 ott 2018, 20:27:45

@belumosi

MIA e JFK sono di gran lunga le destinazioni USA più importanti che permettano una rotazione in 24 ore. Che le abbia programmate Air Italy ha pure tenuto alla larga Norwegian. Non sono rotte che le legacy delle JV potevano pensare di tenere in esclusiva.

Fra AA e QR la questione è a livello superiore, ma non collaborare e mettere pure i 767 sulla tratta è una scelta commercialmente idiota.
...e lamentarsi pure che EK offre le docce sull'A380.
AA è un colosso, ma sicuramente collaborando con QR non ci perderebbe, anzi... sarebbe anche un modo di prevalere sulle altre americane. È tutta una questione politica. Gli americani sono bravi, gli arabi cattivi. Sempre lo stesso minestrone.
IG è solo un piccolo dettaglio di uno scontro molto più grande.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

milmxp
Messaggi: 1650
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda milmxp » ven 19 ott 2018, 21:05:33

@belumosi

MIA e JFK sono di gran lunga le destinazioni USA più importanti che permettano una rotazione in 24 ore. Che le abbia programmate Air Italy ha pure tenuto alla larga Norwegian. Non sono rotte che le legacy delle JV potevano pensare di tenere in esclusiva.

Fra AA e QR la questione è a livello superiore, ma non collaborare e mettere pure i 767 sulla tratta è una scelta commercialmente idiota.
...e lamentarsi pure che EK offre le docce sull'A380.
AA è un colosso, ma sicuramente collaborando con QR non ci perderebbe, anzi... sarebbe anche un modo di prevalere sulle altre americane. È tutta una questione politica. Gli americani sono bravi, gli arabi cattivi. Sempre lo stesso minestrone.
IG è solo un piccolo dettaglio di uno scontro molto più grande.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
Infatti ho parlato di AA che dovrebbe collaborare con QR, non con IG. :ciao:

belumosi
Messaggi: 2955
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda belumosi » ven 19 ott 2018, 21:43:07

MIA e JFK sono di gran lunga le destinazioni USA più importanti che permettano una rotazione in 24 ore. Che le abbia programmate Air Italy ha pure tenuto alla larga Norwegian. Non sono rotte che le legacy delle JV potevano pensare di tenere in esclusiva.
Dipende dagli obiettivi che ci si pongono. Se il primo della lista fosse stato entrare in OW, una proposta di collaborazione con AA sarebbe potuta passare attraverso la rinuncia (almeno all'inizio) del volo su MIA in cambio di una serie di CS reciproci (a partire da quella stessa tratta). Il volo per NY, vista la quantità di player, probabilmente sta dando molto meno fastidio alla compagnia americana.
Magari si potevano pubblicizzare le destinazioni italiane attraverso i media AA, lasciando un minimo di visibilità anche per IG.
Chiaramente parlo in base al buon senso, non conoscendo se e quali negoziati possano essere eventualmente intercorsi tra le due compagnie.
Fra AA e QR la questione è a livello superiore,
La questione è quella che ho scritto prima: bannare le M3 dal mercato Europa-NA.
Non è un caso che le big3 USA abbiano iniziato a rognare seriamente solo quando è arrivato il MXP-NY di EK. Ed è anche logico, perchè era chiaro che una volta riempite tutte le destinazioni possibili tra gli USA e i rispettivi hub nel MO, il passo successivo sarebbe stato l'ingresso nel mercato Europa-NA.
Più che mai in una situazione del genere, sarebbe stato opportuno per IG tenere un basso profilo e almeno mediaticamente, marcarne al massimo l'italianità. Cosa che non è stata fatta.
ma non collaborare e mettere pure i 767 sulla tratta è una scelta commercialmente idiota.
Premesso che i 767 dovrebbero sparire dalla flotta entro un paio d'anni, nell'ottica di una collaborazione come quella di cui sopra, si sarebbe potuto chiedere ad AA di usare per i voli italiani i 787. Non credo sarebbe stato difficile ottenerli.

Più in generale, secondo me andava tenuta presente l'enorme asimmetria tra le parti: AA con i suoi 200M di pax, il proprio peso in OW e nella JV, nonchè i quasi 2 MLD USD di utile del 2017, non ha certo bisogno di IG per tirare avanti.
Per IG, con i suoi 2.5M di pax, l'incertezza del periodo di startup e una situazione aziendale strutturalmente in perdita, la situazione è diametralmente opposta.

I-GABE
Messaggi: 1565
Iscritto il: sab 23 mag 2009, 18:35:41
Località: London, UK

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda I-GABE » ven 19 ott 2018, 21:56:30

@belumosi - hai evidenza che non ci sia stata richiesta da IG a AA del CS e la risposta non sia stata f**k u?



Sent from my iPhone using Tapatalk

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13395
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » ven 19 ott 2018, 22:03:12

Appunto, con quei 767 su una rotta dove Delta, United, Emirates, Alitalia e Air Italy offrono ben di meglio, American fa la figura di miserabile. Immagina la soddisfazione di chi aveva prenotato e PAGATO la Business del 777 e si è trovato buggerato con i 767, adatti al massimo a rotte estive fra aeroporti di secondaria importanza.

Prima di Emirates, fra Milano e New York vigevano prezzi da rapina, con aerei di me.da. Purtroppo la concorrenza fa male, soprattutto a chi è abituato a dare ai clienti il meno possibile.
Ultima modifica di malpensante il ven 19 ott 2018, 22:03:12, modificato 1 volta in totale.

kco
Messaggi: 4695
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda kco » ven 19 ott 2018, 22:05:01

@belumosi I problemi con AA sono esplosi con la scalata di QR rispedita al mittente. Per l occasione AA ha pure cancellato tutti i cs, io credo che la cosa si estenda a qualsiasi sua consociata IG in prima linea. Io credo che la mediazione possibile per AA sia non far aprire a IG nessuna rotta USA.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13395
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » ven 19 ott 2018, 22:08:36

Le rotte interessanti da/per l'Italia sono Open Skies o i diritti sono in mano ad Alitalia (Tokyo, Sudamerica).

Quelle per l'India non sono nemmeno pensabili senza quelle per gli USA. Rinunciare ai voli per gli Stati Uniti è improponibile

AA prosegua con i 767, a Milano farà molta strada. Tanto in Italia i suoi alleati arrivano in tutti gli aeroporti...

kco
Messaggi: 4695
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda kco » ven 19 ott 2018, 22:10:07

Le rotte interessanti da/per l'Italia sono Open Skies o i diritti sono in mano ad Alitalia (Tokyo, Sudamerica).

Quelle per l'India non sono nemmeno pensabili senza quelle per gli USA. Rinunciare ai voli per gli Stati Uniti è improponibile

AA prosegua con i 767, a Milano farà molta strada...
Sono convinto, ma questo significa che con AA non ci può essere mediazione.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

milmxp
Messaggi: 1650
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda milmxp » ven 19 ott 2018, 22:24:38

Le rotte interessanti da/per l'Italia sono Open Skies o i diritti sono in mano ad Alitalia (Tokyo, Sudamerica).

Quelle per l'India non sono nemmeno pensabili senza quelle per gli USA. Rinunciare ai voli per gli Stati Uniti è improponibile

AA prosegua con i 767, a Milano farà molta strada...
Sono convinto, ma questo significa che con AA non ci può essere mediazione.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
Se non apri nemmeno negli USA non vedo cosa abbiano aperto IG a fare. Questo non toglie ovviamente che QR e AA debbano cercare di andare d'accordo.

belumosi
Messaggi: 2955
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda belumosi » ven 19 ott 2018, 22:32:24

@belumosi - hai evidenza che non ci sia stata richiesta da IG a AA del CS e la risposta non sia stata f**k u?
parlo in base al buon senso, non conoscendo se e quali negoziati possano essere eventualmente intercorsi tra le due compagnie.
Appunto, con quei 767 su una rotta dove Delta, United, Emirates, Alitalia e Air Italy offrono ben di meglio, American fa la figura di miserabile. Immagina la soddisfazione di chi aveva prenotato e PAGATO la Business del 777 e si è trovato buggerato con i 767, adatti al massimo a rotte estive fra aeroporti di secondaria importanza.

Prima di Emirates, fra Milano e New York vigevano prezzi da rapina, con aerei di me.da. Purtroppo la concorrenza fa male, soprattutto a chi è abituato a dare ai clienti il meno possibile.
Questo è il punto di vista di un pax o di un gestore aeroportuale. Per comprendere le scelte di AA, è necessario considerare le cose dal suo punto di vista. A prescindere che lo si condivida o meno.
E per AA probabilmente è meglio cercare di soffocare IG nella culla, piuttosto che avere qualche pax in più federato dalla compagnia italiana. Anche se è brutto da dire.
@belumosi I problemi con AA sono esplosi con la scalata di QR rispedita al mittente. Per l occasione AA ha pure cancellato tutti i cs, io credo che la cosa si estenda a qualsiasi sua consociata IG in prima linea.
Quella è stata probabilmente la goccia che ha fatto traboccare il vaso, ed è stata vissuta anche come uno sgarbo istituzionale dagli USA.
Io credo che la mediazione possibile per AA sia non far aprire a IG nessuna rotta USA.
A questo punto è probabile.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13395
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » ven 19 ott 2018, 23:48:30

Probabile allo 0%

Se tanto AA non vuole più fare alcun c/s con QR, cosa che risale a prima della nascita di Air Italy, perché Air Italy non dovrebbe volare negli USA, unico mercato rilevante dove i diritti non sono in mano ad Alitalia?

belumosi
Messaggi: 2955
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda belumosi » sab 20 ott 2018, 00:04:51

Probabile allo 0%

Se tanto AA non vuole più fare alcun c/s con QR, cosa che risale a prima della nascita di Air Italy, perché Air Italy non dovrebbe volare negli USA, unico mercato rilevante dove i diritti non sono in mano ad Alitalia?
Avevo letto male il post che ho quotato. Intendevo dire che è probabile che non si trovi una mediazione.


Torna a “AIR ITALY”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti