Malpensa hub Air Italy

le news su Air Italy
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare esclusivamente tutti gli argomenti inerenti la nuova AIRITALY dopo la presentazione del piano industriale avvenuta il 19 Febbraio 2018
Mattia
Messaggi: 2371
Iscritto il: sab 29 dic 2007, 14:35:09

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda Mattia » lun 03 set 2018, 12:01:45

ma con sto operativo non c'è volo che arriva a MXP prima delle 17 :fischio: mi pare poco realistico
Ad IB interessa di più far arrivare i feeder a Mad negli orari comodi per le ondate Loro , non per le ondate IG
si questo è chiaro, ma che riempia tre voli praticamente di soli transiti in 4 ore per MXP e addirittura due in un'ora per MAD mi pare strano, tanto è vero che ad oggi non è così l'operativo

Avatar utente
miguel
Messaggi: 1135
Iscritto il: mer 25 set 2013, 10:02:39
Località: Brianza

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda miguel » lun 03 set 2018, 12:09:12

Se ricordo bene in questa Summer hanno un volo alle 7 ed uno alle 8 in partenza da LIN, avranno visto che la domanda è più concentrata verso pomeriggio / sera ?

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13457
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » lun 03 set 2018, 12:34:58

La gran parte dei voli per il Sudamerica vola di notte.

Avatar utente
cesare.caldi
Messaggi: 5726
Iscritto il: lun 15 ott 2007, 22:55:42

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda cesare.caldi » lun 03 set 2018, 13:44:56

La gran parte dei voli per il Sudamerica vola di notte.
Iberia ha due ondate verso il sud america una in tarda mattinata con voli diurni e quella principale intorno a mezzanotte con voli notturni. I voli del mattino da LIN alimentano la prima, quelli da MXP del pomeriggio-sera la seconda.

MUSICA
Messaggi: 4001
Iscritto il: mar 24 nov 2009, 14:34:11

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda MUSICA » gio 13 set 2018, 10:41:30

Boston potrebbe non essere male anche se le cifre sono basse. Tuttavia un volo diretto amplierebbe le possibilità anche di chi ora vola altrove. Ha discrete frequenze su costa Ovest e Sud. Oltre alla parte Nord di NY che è sempre più in espansione per aziende che si muovono. Connecticut, e stati vicini hanno poca differenza di auto tra Bos e Jfk.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13457
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » mar 16 ott 2018, 10:38:05

Dai dati stimati IATA sui voli Air Italy di agosto

MXP-JFK, origine dei passeggeri lato Milano

MXP 40,2%
NAP 19,7%
PMO 18,3%
FCO 15,5%
CTA 3,4%
OLB 1,5%
CAI 1,1%

MXP-JFK, destinazione finale dei passeggeri lato JFK

JFK 99,9%


MXP-MIA, origine dei passeggeri lato Milano

MXP 60,3%
FCO 26,5%
NAP 5,8%
PMO 3,3%
CTA 2,0%
CAI 1,1%

MXP-MIA, destinazione finale dei passeggeri lato MIA

MIA 99,6%


Destinazione finale dei passeggeri in arrivo a Malpensa, per aeroporto di partenza

da FCO

MXP 74,2%
JFK 12,1%
MIA 11,8%

da NAP

MXP 77,5%
JFK 16,7%
MIA 2,8%

da PMO

MXP 75,5%
JFK 18,4%
MIA 1,9%
DME1,8 %

da CTA

MXP 87,6%
JFK 7,2%
MIA 2,8%

I passeggeri dei voli feed nazionali per MXP da FCO, NAP, PMO e CTA si sono fermati a Malpensa per il 76%, hanno fatto transito per il 24% (calcolato solo sui voli in andata verso MXP).

superpascal
Messaggi: 267
Iscritto il: dom 22 lug 2018, 16:35:23

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda superpascal » mar 16 ott 2018, 10:47:35

Dai dati stimati IATA sui voli Air Italy di agosto

MXP-JFK, origine dei passeggeri lato Milano

MXP 40,2%
NAP 19,7%
PMO 18,3%
FCO 15,5%
CTA 3,4%
OLB 1,5%
CAI 1,1%

MXP-JFK, destinazione finale dei passeggeri lato JFK

JFK 99,9%


MXP-MIA, origine dei passeggeri lato Milano

MXP 60,3%
FCO 26,5%
NAP 5,8%
PMO 3,3%
CTA 2,0%
CAI 1,1%

MXP-MIA, destinazione finale dei passeggeri lato MIA

MIA 99,6%


Destinazione finale dei passeggeri in arrivo a Malpensa, per aeroporto di partenza

da FCO

MXP 74,2%
JFK 12,1%
MIA 11,8%

da NAP

MXP 77,5%
JFK 16,7%
MIA 2,8%

da PMO

MXP 75,5%
JFK 18,4%
MIA 1,9%
DME1,8 %

da CTA

MXP 87,6%
JFK 7,2%
MIA 2,8%

I passeggeri dei voli feed nazionali per MXP da FCO, NAP, PMO e CTA si sono fermati a Malpensa per il 76%, hanno fatto transito per il 24% (calcolato solo sui voli in andata verso MXP).
Interessanti questi dati, addirittura per JFK risultano NAP e PMO superiori a FCO.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13457
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » mar 16 ott 2018, 10:50:57

I dati confermano quelli dei mesi precedenti: il feed da Roma è una componente notevole dei voli transatlantici di Air Italy, mentre Napoli e Palermo contano soltanto per JFK e Catania per nulla.

E' evidente l'apporto di pax che negli anni precedenti usavano i voli diretti Meridiana da Napoli e Palermo verso New York. L'anno prossimo è probabile che da Napoli optino per il nuovo volo diretto United.

Tolta l'eccezione di JFK, i voli feed dal sud e dalla Sicilia non servono a riempire i voli intercontinentali e vengono usati prevalentemente dal traffico point-to-point, tra l'altro con LF decisamente bassi. Non credo che aggiungendo destinazioni intercontinentali cambierà qualcosa, i voli diretti a sud di Roma continueranno a zavorrare il conto economico di Air Italy, cosa che personalmente trovo insensata, soprattutto perché nessun altra linea aerea sembra usare quei voli come feed dei propri voli intercontinentali da Malpensa.

Il mercato intercontinentale non si ferma a Eboli, si ferma a Roma, con l'eccezione New York da Napoli e Palermo, facilmente aggredibile da voli diretti altrui. Perciò o si decide di rendere attraenti per il mercato point-to-point i voli per Sud e Isole, sfruttando di risulta quel poco di feed che c'è o è meglio cassarli.
Ultima modifica di malpensante il mar 16 ott 2018, 10:58:16, modificato 1 volta in totale.

superpascal
Messaggi: 267
Iscritto il: dom 22 lug 2018, 16:35:23

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda superpascal » mar 16 ott 2018, 10:58:04

I dati confermano quelli dei mesi precedenti: il feed da Roma è una componente notevole dei voli transatlantici di Air Italy, mentre Napoli e Palermo contano soltanto per JFK e Catania per nulla.

E' evidente l'apporto di pax che negli anni precedenti usavano i voli diretti Meridiana da Napoli e Palermo verso New York. L'anno prossimo è probabile che da Napoli optino per il nuovo volo diretto United.

Tolta l'eccezione di JFK, i voli feed dal sud e dalla Sicilia non servono a riempire i voli intercontinentali e vengono usati prevalentemente dal traffico point-to-point, tra l'altro con LF decisamente bassi. Non credo che aggiungendo destinazioni intercontinentali cambierà qualcosa, quei voli continueranno a zavorrare il conto economico di Air Italy, cosa che personalmente trovo insensata, soprattutto perché nessun altra linea aerea sembra usare quei voli come feed dei propri voli intercontinentali da Malpensa.
Malpensante, a conferma di quanto hai scritto, ho saputo che anche a PMO si stanno attivando e probabilmente anche loro avranno a breve un volo diretto come e' capitato qui a NAP su New York. La domanda c'è e le compagnie giustamente ne approfittano. Mi stupisce CTA pensavo fosse sui valori di NAP e mi sorprende PMO superiore a CTA.

kco
Messaggi: 4695
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda kco » mar 16 ott 2018, 11:24:46

I dati confermano quelli dei mesi precedenti: il feed da Roma è una componente notevole dei voli transatlantici di Air Italy, mentre Napoli e Palermo contano soltanto per JFK e Catania per nulla.

E' evidente l'apporto di pax che negli anni precedenti usavano i voli diretti Meridiana da Napoli e Palermo verso New York. L'anno prossimo è probabile che da Napoli optino per il nuovo volo diretto United.

Tolta l'eccezione di JFK, i voli feed dal sud e dalla Sicilia non servono a riempire i voli intercontinentali e vengono usati prevalentemente dal traffico point-to-point, tra l'altro con LF decisamente bassi. Non credo che aggiungendo destinazioni intercontinentali cambierà qualcosa, i voli diretti a sud di Roma continueranno a zavorrare il conto economico di Air Italy, cosa che personalmente trovo insensata, soprattutto perché nessun altra linea aerea sembra usare quei voli come feed dei propri voli intercontinentali da Malpensa.

Il mercato intercontinentale non si ferma a Eboli, si ferma a Roma, con l'eccezione New York da Napoli e Palermo, facilmente aggredibile da voli diretti altrui. Perciò o si decide di rendere attraenti per il mercato point-to-point i voli per Sud e Isole, sfruttando di risulta quel poco di feed che c'è o è meglio cassarli.
Il problema è che senza Napoli e Palermo il New York non lo tieni in piedi. Senza feeder dal sud e senza NY di AirItaly che rimane?

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

romaneeconti
Messaggi: 2159
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda romaneeconti » mar 16 ott 2018, 11:31:10

non capisco KCO:.....pensi che un consuntivo per una rotta IC si debba fare dopo sei mesi dal lancio? Se in IG/QR son capaci di resistere, si avra' una corretta valutazione dell'andamentale tra almeno un paio d'anni, nel frattempo immagino (spero) che venga ampliato il network sui nazionali (BRI/CAG) e su alcune tratte europee ma soprattuto l'apertura di alcune destinazioni nel Mediterraneo (Tel Aviv in primis….), poi se ne potra' riparlare.Altrimenti se oltre ai commenti diffidenti, anche in QR staccano la spina Amen!

kco
Messaggi: 4695
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda kco » mar 16 ott 2018, 11:35:39

non capisco KCO:.....pensi che un consuntivo per una rotta IC si debba fare dopo sei mesi dal lancio? Se in IG/QR son capaci di resistere, si avra' una corretta valutazione dell'andamentale tra almeno un paio d'anni, nel frattempo immagino (spero) che venga ampliato il network sui nazionali (BRI/CAG) e su alcune tratte europee ma soprattuto l'apertura di alcune destinazioni nel Mediterraneo (Tel Aviv in primis….), poi se ne potra' riparlare.Altrimenti se oltre ai commenti diffidenti, anche in QR staccano la spina Amen!
Non capisco la tua risposta. Stavo obiettando sull ipotesi di tagliare tutti i feeder dal sud. Detto ciò sicuramente non miglioreranno se continuano a cancellare voli.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13457
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » mar 16 ott 2018, 11:49:04

Il problema è che senza Napoli e Palermo il New York non lo tieni in piedi.
Non sono d'accordo, tra l'altro è un apporto stagionale, per una tratta che eventualmente si deve lavorare per riempirla d'inverno e non d'estate.
Senza feeder dal sud e senza NY di AirItaly che rimane?
Premesso che il volo per New York sta in piedi da solo, basta prezzarlo adeguatamente, resta tutto il resto, a cominciare dalle rotte per l'Africa che intelligentemente hanno iniziato a fare con il MAX.

Non voglio diventare ossessivo, ma penso che i voli nazionali non servano a un hub carrier basato a Malpensa, salvo Roma e salvo quelli da Venezia, Firenze e Bologna che non ci sono (e dovrebbero essere fatti con aerei piccoli). Il sud è povero di soldi e di traffico e già c'è Alitalia ad aspirare.

romaneeconti
Messaggi: 2159
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda romaneeconti » mar 16 ott 2018, 11:58:22

non capisco KCO:.....pensi che un consuntivo per una rotta IC si debba fare dopo sei mesi dal lancio? Se in IG/QR son capaci di resistere, si avra' una corretta valutazione dell'andamentale tra almeno un paio d'anni, nel frattempo immagino (spero) che venga ampliato il network sui nazionali (BRI/CAG) e su alcune tratte europee ma soprattuto l'apertura di alcune destinazioni nel Mediterraneo (Tel Aviv in primis….), poi se ne potra' riparlare.Altrimenti se oltre ai commenti diffidenti, anche in QR staccano la spina Amen!
Non capisco la tua risposta. Stavo obiettando sull ipotesi di tagliare tutti i feeder dal sud. Detto ciò sicuramente non miglioreranno se continuano a cancellare voli.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
difficile spiegarti allora....cosa pretendi da una compagnia aerea con un nuovo modello di business in soli sei mesi? ma perche' devi sparare cavolate dicendo che "continuano a cancellare voli" ? Cosa avrebbero cancellato? Mosca, che apparteneva al vecchio network….e due frequenze su HAV...capirai...Rivedere gli operativi non significa cancellare…. hanno aperto dieci destinazioni in sei mesi! Il mondo e' bello xche' vario davvero...

kco
Messaggi: 4695
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda kco » mar 16 ott 2018, 12:27:37

non capisco KCO:.....pensi che un consuntivo per una rotta IC si debba fare dopo sei mesi dal lancio? Se in IG/QR son capaci di resistere, si avra' una corretta valutazione dell'andamentale tra almeno un paio d'anni, nel frattempo immagino (spero) che venga ampliato il network sui nazionali (BRI/CAG) e su alcune tratte europee ma soprattuto l'apertura di alcune destinazioni nel Mediterraneo (Tel Aviv in primis….), poi se ne potra' riparlare.Altrimenti se oltre ai commenti diffidenti, anche in QR staccano la spina Amen!
Non capisco la tua risposta. Stavo obiettando sull ipotesi di tagliare tutti i feeder dal sud. Detto ciò sicuramente non miglioreranno se continuano a cancellare voli.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
difficile spiegarti allora....cosa pretendi da una compagnia aerea con un nuovo modello di business in soli sei mesi? ma perche' devi sparare cavolate dicendo che "continuano a cancellare voli" ? Cosa avrebbero cancellato? Mosca, che apparteneva al vecchio network….e due frequenze su HAV...capirai...Rivedere gli operativi non significa cancellare…. hanno aperto dieci destinazioni in sei mesi! Il mondo e' bello xche' vario davvero...
La tua classe non migliora nel tempo. Non rispondo a una conversazione con questi toni. Saluti.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

rommix
Messaggi: 1021
Iscritto il: mar 08 apr 2008, 11:28:59

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda rommix » mar 16 ott 2018, 12:38:40

difficile spiegarti allora....cosa pretendi da una compagnia aerea con un nuovo modello di business in soli sei mesi? ma perche' devi sparare cavolate dicendo che "continuano a cancellare voli" ? Cosa avrebbero cancellato? Mosca, che apparteneva al vecchio network….e due frequenze su HAV...capirai...Rivedere gli operativi non significa cancellare…. hanno aperto dieci destinazioni in sei mesi! Il mondo e' bello xche' vario davvero...
forse si riferiva alle continue cancellazioni spot....Bangkok a Ottobre e NY a Novembre....

Avatar utente
Tulkas
Messaggi: 514
Iscritto il: gio 15 mag 2008, 10:12:16

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda Tulkas » mar 16 ott 2018, 13:25:49

Aggiungi pure le indiane, che a pochi giorni dal primo volo sono state rimandate di un paio di mesi.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13457
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » mar 16 ott 2018, 13:33:53

I voli di Air Italy sono stati modificati non poco. Quelli per l'India, oltre ad essere stati rinviati, da 6xw per DEL + 5xw per BOM sono stati entrambi ridotti a 3+3. Havana è stata cancellata, insieme a Mosca.

I voli nazionali sono stati ridotti, amputando 1xd Fiumicino e generalmente 2xw i restanti. L'impressione è quella di casino, comprensibile agli inizi, ma inaccettabile se si dovesse ripetere.

kco
Messaggi: 4695
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda kco » mar 16 ott 2018, 13:43:29

Il problema è che senza Napoli e Palermo il New York non lo tieni in piedi.
Non sono d'accordo, tra l'altro è un apporto stagionale, per una tratta che eventualmente si deve lavorare per riempirla d'inverno e non d'estate.
Senza feeder dal sud e senza NY di AirItaly che rimane?
Premesso che il volo per New York sta in piedi da solo, basta prezzarlo adeguatamente, resta tutto il resto, a cominciare dalle rotte per l'Africa che intelligentemente hanno iniziato a fare con il MAX.

Non voglio diventare ossessivo, ma penso che i voli nazionali non servano a un hub carrier basato a Malpensa, salvo Roma e salvo quelli da Venezia, Firenze e Bologna che non ci sono (e dovrebbero essere fatti con aerei piccoli). Il sud è povero di soldi e di traffico e già c'è Alitalia ad aspirare.
Quindi tu penseresti a mandare via tutti i Max e tenersi, per iniziare, qualche turboelica e qualche A330 poi si vedrà... Tattica audace di sicuro ma non so da Doha quanto ne sarebbero felici.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13457
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » mar 16 ott 2018, 14:02:33

No, però sono convinto che gli attuali voli di corto raggio di IG non siano né carne (feed) né pesce (p-t-p).

Dal sud non arriverà gran feed a Air Italy nemmeno se a Malpensa saranno disponibili venti destinazioni intercontinentali, quindi innanzitutto devono fare interline con Cani & Porci, poi bisognerà essere proprio sicuri che non sarebbe meglio avere night stop, almeno per non fotocopiare easyJet da Malpensa con frequenze molto inferiori e infine, dal lato p-t-p, ci vuole la frequenza.

I MAX sono macchine che possono fare ben altro che andare su e giù per la penisola e peccato che abbiano le limitazioni di tutti i 737 per il cargo, ovverosia non accettano pallet. Mandarli a Lagos, a Dakar eccetera è il loro mestiere.

Se a Air Italy hanno preso sul serio il proprio nome e hanno deciso che, per mantenergli fede, si devee avere un network dal sud, beh insomma quei voli per Milano già ci sono e invece mancano voli per Malpensa dagli aeroporti italiani che generano feed in quantità e qualità, cioè Venezia, Firenze e Bologna. Col senno di poi avevano molto più senso persino le idee di 24 Airways.

Flo
Messaggi: 624
Iscritto il: ven 14 nov 2008, 17:44:33

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda Flo » mar 16 ott 2018, 15:34:27

Tutto quanto sopra..stupisce non esser stato valutato a monte .. soprattutto con una QR che dava supporto in tal senso.

Vediamo le mosse future .. sia sul corto che lungo raggio.

Secondo me devono un pò capire se crescere e quindi accettare le sfide e diventare competitivi oppure se rimanere in un limbo marginale.

Certo è che a breve dovranno pure delineare gli sviluppi della summer 2019 ..

rogerwilco
Messaggi: 359
Iscritto il: mer 19 set 2018, 15:36:42

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda rogerwilco » mar 16 ott 2018, 15:43:47

Chiedo scusa per la domanda da profano in termini di "economia aeronautica", ma quale sarebbe il motivo principale per cui un MAX non potrebbe nel suo operato giornaliero utilizzare 4 ore per una rotazione su VCE o su FLR se effettivamente da li ci fosse un potenziale mercato interessante, piuttosto che essere utilizzato su una tratta più lunga per trasportare una trentina di pax? La mia è solo una pura curiosità....

romaneeconti
Messaggi: 2159
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda romaneeconti » mar 16 ott 2018, 15:51:12

Non capisco la tua risposta. Stavo obiettando sull ipotesi di tagliare tutti i feeder dal sud. Detto ciò sicuramente non miglioreranno se continuano a cancellare voli.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
difficile spiegarti allora....cosa pretendi da una compagnia aerea con un nuovo modello di business in soli sei mesi? ma perche' devi sparare cavolate dicendo che "continuano a cancellare voli" ? Cosa avrebbero cancellato? Mosca, che apparteneva al vecchio network….e due frequenze su HAV...capirai...Rivedere gli operativi non significa cancellare…. hanno aperto dieci destinazioni in sei mesi! Il mondo e' bello xche' vario davvero...
La tua classe non migliora nel tempo. Non rispondo a una conversazione con questi toni. Saluti.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
Thanks KCO. Mi spiace. Bye :ciao:

belumosi
Messaggi: 2984
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda belumosi » mar 16 ott 2018, 16:02:34

L'impressione è quella di casino, comprensibile agli inizi, ma inaccettabile se si dovesse ripetere.
Mi sembra riduttivo parlare di casino. Inizio a pensare che ci siano limiti propri del progetto e di come si sia scelto di implementarlo.
Credo anche sia giunto il momento di chiamare per nome il responsabile dell'attuale situazione: Akbar Al Baker. Che fin dal giorno 1 è stato il CEO occulto della compagnia e al quale vanno sicuramente imputate tutte le scelte di un certo rilievo. I rimpasti interni dei vari dirigenti, rispondono alla classica logica che quando qualcosa non va, qualcuno deve pagare. Poi nulla toglie che chi è stato licenziato avesse i propri limiti, come pure che chi è stato assunto, sia in possesso di un valido background.
Ma di certo non sono queste le persone che hanno deciso (o decideranno) flotta, network, alleanze e rapporti con politica e sindacati.
Partiamo dall'inizio. QR è entrata in IG dietro richiesta della politica italiana (soprattutto sarda), come contropartita per poter fare liberamente affari nel Belpaese, Sardegna in primis.
Una volta rilevato il 49% di IG, il buon Akbar Al Baker ha valutato come meglio rilanciare la compagnia e ha scelto di implementare l'hub a MXP. Che probabilmente era la scelta più logica a fronte dello scenario complessivo del mercato aereo.
Dove il nostro secondo me ha sbagliato, è stato nell'essere troppo ottimista nei risultati attesi nel breve termine. E suppongo (cifre ufficiali non ce ne sono e non mi fido troppo dei rumor) che questa sopravalutazione dei risultati attesi, stia costando parecchio di più del previsto.
A mio avviso, l'unica risposta corretta a questa situazione, sarebbe stata l'accettazione delle perdite come "normali" in quel contesto. E nel contempo si sarebbe dovuto, se possibile, accelerare lo sviluppo dell'hub a MXP per poter quanto prima avere un network sufficiente ad autoalimentarsi rotta-su-rotta. In pratica l'ABC del sistema hub&spoke.
Chiaramente far questo costa un mare di soldi, ma non ci sono altre strade.
Akbar Al Baker (se non direttamente l'emiro) a questo punto devono scegliere cosa fare da grandi. Le chiusure di rotte con un mese di anticipo e le cancellazioni random in un network già fortemente ridimensionato rispetto ai programmi, sono una tattica semplicemente suicida.
Un altro errore che secondo me ha fatto Akbar Al Baker, è stato nel non creare un terreno favorevole per IG all'interno di OW. Mi si dice che l'amico non appena messo piede nell'alleanza, abbia iniziato a trattare gli altri soci come Sordi faceva nel Marchese del Grillo (io so io e voi nun siete un c....). Modus operandi che difficilmente porta amicizia e collaborazione.
Intendiamoci, penso che sia un valido manager, ma probabilmente l'essere emanazione diretta di un emiro lo ha parzialmente condotto fuori dalla realtà. Nel senso che la sua normalità in QR, fatta di finanziamenti quasi illimitati, nessun ostacolo nella gestione, bilaterali comprati dall'emiro in cambio di altre contropartite, non è replicabile al di fuori del contesto qatariota.
Quando è stata decisa l'avventura in IG, la prima cosa da fare era prendere atto dell'ambiente in cui avrebbe dovuto operare, assicurarsi l'ingresso in OW attraverso la collaborazione (e non la denigrazione) degli altri soci e più in generale, partire dal presupposto che IG sarebbe stata per molto tempo il classico vaso di coccio in mezzo ai vasi di ferro. E per gestirla in un contesto non protetto come quello cui Akbar Al Baker è da sempre abituato, sarebbe stata necessaria tanta diplomazia, con l'accettazione che a volte, la controparte potesse essere la più forte.
Forse è chiedere troppo alla natura di questo manager, ma la realtà è che una foto attuale di IG ci mostra una compagnia platealmente allo sbando, senza nessun piano CERTO per il futuro.
Con l'impressione che al momento si tiri a campare alla giornata (o quasi), pensando solo a limitare le perdite piuttosto che alla fidelizzazione dei pax.
I feed con degli ATR da FLR, BLQ e VCE possono essere una buona idea, ma è illusorio pensare di riempirli senza un adeguato network di prosecuzioni (o senza voler svendere i voli). E comunque va detto che hanno un costo per pax più alto di un 737.
Detto questo, nulla è perduto. Ma secondo me a Doha devono schiarirsi bene le idee. Perchè andando avanti in questo modo possono solo schiantarsi contro un muro.
Viceversa se ci sarà l'umiltà di imparare dei propri errori (sarà dura...) e la volontà di investire cifre probabilmente più ingenti di quelle messe a budget, il progetto potrà tornare sulla retta via.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13457
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Malpensa hub Air Italy

Messaggio da leggereda malpensante » mar 16 ott 2018, 16:19:23

L'unico piano CERTO per Air Italy è che il piano deve cambiare.

Ci sono anche gli ovvii contrasti con la parte che detiene il 51%.


Torna a “AIR ITALY”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti