MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

le news dei vettori con Coa italiano
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare gli argomenti che riguardano i vettori con COA italiano
spanna
Messaggi: 3654
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda spanna » mar 16 ago 2022, 09:43:58

KL63 ha scritto: lun 15 ago 2022, 18:21:25 FCO ed indotto sono la più grande azienda del Lazio, per cui va salvaguardato ad ogni costo dalla politica di tutti i partiti. Ricordiamoci di quali entrature gode la proprietà di ADR....
Se quello è l'obbiettivo della politica allora il governo dovrà trovare una soluzione diversa da ITA. Già adesso il suo impatto su FCO si è ridotto di oltre il 50% rispetto ad Alitalia, ma dubito che potrà rimanere a questo livello a lungo, le perdite generate a fco sono già ad un livello insopportabile.
20 anni di perdite senza soluzione di continuità per liberarsi di alitalia. Per ITA airways ne occorreranno molti meno.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 15608
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda malpensante » mar 16 ago 2022, 10:25:44

Ai politici italiani non interessa mai che un settore economico sia fiorente, interessa far vedere che “salvano posti di lavoro”, quelli di chi non può essere mandato subito in pensione. Non c’è nessuna lungimiranza.

Poi c’è una fortissima lobby di interessi romani che ha voluto chiamare la città “Roma capitale” e non ha mai capito i suoi limiti e che economicamente non ha nulla a che fare con Londra, Parigi, Istanbul, Madrid e Amsterdam. Non ha molte delle basi indispensabili per avere un hub, ma pretende che i contribuenti del resto del Paese gliene paghino il costo.

Immagino che con il gruppo LH ci sia stato un accordo di compromesso, così entusiasmante che i Tedeschi cercano di fingere che “non c’ero e se c’ero dormivo”.

Nel nord Italia non c’è mai stato un desiderio di avere un aeroporto di valore, ognuno pensa solo al proprio campanile, per quanto ridicolo (Parma, Forlì, Cuneo). Il Piemonte fa di tutto per non avere collegamenti terrestri con Malpensa, la politica lombarda vorrebbe avere chissà che cosa a Montichiari, Linate è intoccabile eccetera. Poi ci si stupisce se il PIL e i redditi pro capite sono fermi da decenni e l’Italia attira forza lavoro solo tra disperati.

L’Italia interessa alle low cost, ma non alle compagnie aeree tradizionali, che sono sempre legate allo Stato di origine, che le salva quando ci sono guai (Covid) se ne hanno i soldi.

Vedremo se l’acquirente di ITA avrà voglia di sviluppare in proprio il mercato del nord Italia o se si accontenterà di portare oltralpe il traffico intercontinentale, magari tenendo a Roma qualche volo che si riempie da solo.

Avatar utente
D960
Messaggi: 1670
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda D960 » mar 16 ago 2022, 11:18:00

malpensante ha scritto: mar 16 ago 2022, 10:25:44 Nel nord Italia non c’è mai stato un desiderio di avere un aeroporto di valore, ognuno pensa solo al proprio campanile, per quanto ridicolo (Parma, Forlì, Cuneo). Il Piemonte fa di tutto per non avere collegamenti terrestri con Malpensa, la politica lombarda vorrebbe avere chissà che cosa a Montichiari, Linate è intoccabile eccetera. Poi ci si stupisce se il PIL e i redditi pro capite sono fermi da decenni e l’Italia attira forza lavoro solo tra disperati.
Perché fa semplicemente comodo lagnarsi di non avere un vettore forte, dire che potrebbe essere il più bello del mondo - su quali basi? - ma al tempo stesso di volerlo avere più grande degli altri. I danni del de-hub di Alitalia sono stati incalcolabili su più fronti perché hanno sput*anato la stessa aviazione di cui oggi si lamentano tanto, con la complicità di tutto ciò che sta attorno. Per quanto mi riguarda, questo sarà sempre imperdonabile e possono anche eclissarsi.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

grandemilano
Messaggi: 1776
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda grandemilano » mar 16 ago 2022, 11:21:38

jetblue ha scritto: mar 16 ago 2022, 08:26:34
Con la nuova ITA che è decisamente più snella della vecchia AZ forse qualcosa di buono si tirava fuori anche su FCO con un network p2p.
Ormai la percentuale di lowcost operanti su Fiumicino non è molto diversa da Malpensa. Quindi non so quanti margini di manovra ci possano essere su Fiumicino.
Se si sostiene che non si può avere una base lagacy su Malpensa per la presenza delle lowcost, non capisco come possa essere diversamente per Fiumicino

Avatar utente
D960
Messaggi: 1670
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda D960 » mar 16 ago 2022, 11:22:50

grandemilano ha scritto: mar 16 ago 2022, 11:21:38
jetblue ha scritto: mar 16 ago 2022, 08:26:34
Con la nuova ITA che è decisamente più snella della vecchia AZ forse qualcosa di buono si tirava fuori anche su FCO con un network p2p.
Ormai la percentuale di lowcost operanti su Fiumicino non è molto diversa da Malpensa. Quindi non so quanti margini di manovra ci possano essere su Fiumicino.
Se si sostiene che non si può avere una base lagacy su Malpensa per la presenza delle lowcost, non capisco come possa essere diversamente per Fiumicino
Stagionalità, traffico business, equilibrio fra passeggeri e cargo in ingresso e uscita differente non ti suggerisce nulla?
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

milmxp
Messaggi: 2247
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda milmxp » mar 16 ago 2022, 11:23:33

grandemilano ha scritto: mar 16 ago 2022, 11:21:38
jetblue ha scritto: mar 16 ago 2022, 08:26:34
Con la nuova ITA che è decisamente più snella della vecchia AZ forse qualcosa di buono si tirava fuori anche su FCO con un network p2p.
Ormai la percentuale di lowcost operanti su Fiumicino non è molto diversa da Malpensa. Quindi non so quanti margini di manovra ci possano essere su Fiumicino.
Se si sostiene che non si può avere una base lagacy su Malpensa per la presenza delle lowcost, non capisco come possa essere diversamente per Fiumicino
Infatti, a questa domanda non risponde mai nessuno.
Ultima modifica di milmxp il mar 16 ago 2022, 11:39:13, modificato 1 volta in totale.

grandemilano
Messaggi: 1776
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda grandemilano » mar 16 ago 2022, 11:26:11

malpensante ha scritto: mar 16 ago 2022, 10:25:44 Ai politici italiani non interessa mai che un settore economico sia fiorente, interessa far vedere che “salvano posti di lavoro”, quelli di chi non può essere mandato subito in pensione. Non c’è nessuna lungimiranza.

Poi c’è una fortissima lobby di interessi romani che ha voluto chiamare la città “Roma capitale” e non ha mai capito i suoi limiti e che economicamente non ha nulla a che fare con Londra, Parigi, Istanbul, Madrid e Amsterdam. Non ha molte delle basi indispensabili per avere un hub, ma pretende che i contribuenti del resto del Paese gliene paghino il costo.

Immagino che con il gruppo LH ci sia stato un accordo di compromesso, così entusiasmante che i Tedeschi cercano di fingere che “non c’ero e se c’ero dormivo”.

Nel nord Italia non c’è mai stato un desiderio di avere un aeroporto di valore, ognuno pensa solo al proprio campanile, per quanto ridicolo (Parma, Forlì, Cuneo). Il Piemonte fa di tutto per non avere collegamenti terrestri con Malpensa, la politica lombarda vorrebbe avere chissà che cosa a Montichiari, Linate è intoccabile eccetera. Poi ci si stupisce se il PIL e i redditi pro capite sono fermi da decenni e l’Italia attira forza lavoro solo tra disperati.

L’Italia interessa alle low cost, ma non alle compagnie aeree tradizionali, che sono sempre legate allo Stato di origine, che le salva quando ci sono guai (Covid) se ne hanno i soldi.

Vedremo se l’acquirente di ITA avrà voglia di sviluppare in proprio il mercato del nord Italia o se si accontenterà di portare oltralpe il traffico intercontinentale, magari tenendo a Roma qualche volo che si riempie da solo.
Purtroppo siamo il paese dei mille campanili.
La cosa curiosa, è che pure lo status quo di Fiumicino hub (difeso sempre strenuamente con le unghie e con i denti) sta uscendo fortemente penalizzato e ridimensionato.
Quindi a maggior ragione io mi chiedo: ne valeva davvero la pena?

grandemilano
Messaggi: 1776
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda grandemilano » mar 16 ago 2022, 11:27:29

D960 ha scritto: mar 16 ago 2022, 11:22:50
grandemilano ha scritto: mar 16 ago 2022, 11:21:38
jetblue ha scritto: mar 16 ago 2022, 08:26:34
Con la nuova ITA che è decisamente più snella della vecchia AZ forse qualcosa di buono si tirava fuori anche su FCO con un network p2p.
Ormai la percentuale di lowcost operanti su Fiumicino non è molto diversa da Malpensa. Quindi non so quanti margini di manovra ci possano essere su Fiumicino.
Se si sostiene che non si può avere una base lagacy su Malpensa per la presenza delle lowcost, non capisco come possa essere diversamente per Fiumicino
Stagionalità, traffico business, equilibrio fra passeggeri e cargo in ingresso e uscita differente non ti suggerisce nulla?
Riferito a Fiumicino intendi? Puoi spiegarti meglio?

Avatar utente
D960
Messaggi: 1670
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda D960 » mar 16 ago 2022, 11:40:48

grandemilano ha scritto: mar 16 ago 2022, 11:27:29 Riferito a Fiumicino intendi? Puoi spiegarti meglio?
Certo, come per altro ripetuto più volte da Malpensante.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

KittyHawk
Messaggi: 5933
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 16 ago 2022, 12:17:46

grandemilano ha scritto: mar 16 ago 2022, 11:21:38 Ormai la percentuale di lowcost operanti su Fiumicino non è molto diversa da Malpensa. Quindi non so quanti margini di manovra ci possano essere su Fiumicino.
ITA è in IATA, quindi margini di manovra su FCO ci sono, basta saperli usare.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 15608
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda malpensante » mar 16 ago 2022, 13:23:09

grandemilano ha scritto:Ormai la percentuale di lowcost operanti su Fiumicino non è molto diversa da Malpensa. Quindi non so quanti margini di manovra ci possano essere su Fiumicino.
Se si sostiene che non si può avere una base lagacy su Malpensa per la presenza delle lowcost, non capisco come possa essere diversamente per Fiumicino
Il problema per Malpensa non è dovuto alle low cost, ma alla contemporanea presenza di vettori legacy e non a Linate, se parliamo di traffico point-to-point.

Un volo legacy Malpensa-Catania dovrebbe affrontare sia la concorrenza delle low cost a Malpensa, sia la maggiore attrattiva dei Linate-Catania.

Mauz
Messaggi: 2648
Iscritto il: gio 10 lug 2008, 18:41:39
Località: Milano

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda Mauz » mar 16 ago 2022, 15:10:33

Come ho sempre detto, le low-cost ti fanno concorrenza su tutto il bacino aeroportuale. Non è che se le tieni a Bergamo non facciano concorrenza a MXP.

Detto questo, rimangono solo una questione di mercato, di minore o maggiore successo sul territorio di alcune leve di marketing rispetto ad altre. Per intenderci: a Zurigo faranno presa delle leve diverse rispetto a quelle che possono risultare efficaci a Lamezia Terme.


Per questo ho sempre considerato la presenza di compagnie LC su Milano un problema molto relativo ai fini dello sviluppo di un hub: si concentri pure tutto sullo stesso aeroporto e poi vinca il migliore, ovvero quello che verrà premiato dal mercato MILANESE.

Il vero problema è il vantaggio competitivo regalato agli aspiratori europei grazie all'esistenza di Linate.

Inviato dal mio CPH2211 utilizzando Tapatalk

Stiamo monitorando attentamente la situazione. (Claudia)

BAlorMXP
Messaggi: 2276
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda BAlorMXP » mar 16 ago 2022, 16:13:51

Sono ormai 25 anni che parliamo di questi problemi ma sembra che oltre ad acuirsi non ci sia una reale voglia di affrontarli e parlarne a tavolino.

Lobby romana a parte che è molto brava ed influente a mantenere vivo un elemento importante come il quoziente sentimentale che per buona parte dell’opinione pubblica è elemento essenziale e imprescindibile su scelte strategiche che riguardano la capitale dove tutto è naturale, connaturato, più grande e in perenne apologia laddove ne venga anche messo in discussione il primato proveniente da elezione divina, i problemi sono altri.

Linate è utilissimo e imprescindibile agli interessi romani e non solo perché è il cavallo di t*** a Milano per perseguire la propria strada con successo. Linate è il primo elemento di disturbo a qualsiasi velleità di sviluppo degli aeroporti milanesi, se si risolve quel problema è tutto da rimettere in discussione.

Io e Malpensante su Sala la pensiamo diversamente su tanti livelli ma sul fattore SEA siamo decisamente allineati: Sala sarà anche il simbolo della Milano Expo e dei grandi investimenti internazionali ma è anche il simbolo di quel “paesone” che non riesce a guardare oltre il 20121, quel gruppetto piccolo ma influente in cui le distanze per Raggiungere Malpensa si misurano in taxi e non in investimenti per rendere lo scalo principale della tua città più attrattivo sia al passeggero, che alla compagine e alla comunitá, di quel milanese che crede che un giorno la sua Milano sarà una piccola londra e allora deve avere il diritto di partire anche lui dal suo city airport, di quella Milano che investe solo se ne ha un subitaneo ritorno economico perché tanto di aeroporti ne abbiamo due, vecchi e malconci ma ne abbiamo due e si potrebbe andare avanti all’infinito.

BGY alla fine non è un grosso problema perché saremo anche il paese dei campanili ma senza Milano, Orio non avrebbe raggiunto tali livelli.
SEA se fosse stata lungimirante ad inizio 2000 avrebbe iniziato ad investire in SACBO anziché farci sciocche guerre di cortile.

Questi sono i risultati, pietosi, in cui si versa dove qualsiasi aeroporto dei livelli di Malpensa ha investito e sta investendo per essere pronto nei prossimi anni. Noi abbiamo SEA che per la seconda volta ha errato alla grande i dati di crescita e perché? Perché non c’è interesse, non c’è voglia, impegno, studio. Niente.

Poco importa se il servizio fa schifo, se le legacy che atterrano a Milano ricevono un livello pietoso dall’handler, se le compagnie decidono magari di traslocare da Malpensa ad Orio oppure, nelle peggiore delle ipotesi, instradare i propri passeggeri su altri aeroporti esteri, avremo sempre come priorità quel maledetto aeroporto in fondo a viale Forlanini.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Mauz
Messaggi: 2648
Iscritto il: gio 10 lug 2008, 18:41:39
Località: Milano

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda Mauz » mar 16 ago 2022, 22:16:31

Orio è un problema relativo finché non inizia a fare transiti. Detto questo, utopisticamente preferirei che tutte le compagnie che collegano Milano lo facessero dallo stesso aeroporto e si facessero concorrenza da lì sulla sola base dei prezzi e dei servizi...

Inviato dal mio CPH2211 utilizzando Tapatalk

Stiamo monitorando attentamente la situazione. (Claudia)

KittyHawk
Messaggi: 5933
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda KittyHawk » gio 18 ago 2022, 05:42:46

Alcuni aggiornamenti apparsi su La Stampa:
1) MSC-LH e Certares-AF-DL presenteranno le loro proposte definitive lunedì, alla scadenza.
2) Il governo temporaneamente in carica è propenso a scegliere l'offerta MSC-LH, ma occorrerà esaminare l'ultimissima versione delle due offerte.
3) Fratelli d'Italia ovviamente insiste nel chiedere che a occuparsi della vendita sia il prossimo governo e non Draghi (che vorrebbe vendere per non doversi occupare della ricapitalizzazione), con la non nascosta speranza di riprendere nome e logo Alitalia per il rilancio.
4) Incredibilmente, i sindacati sono compatti a favore della privatizzazione.
5) Per l'Anpac la proposta migliore è MSC-LH, mentre gli altri sindacati non esprimono preferenze sulle cordate.

grandemilano
Messaggi: 1776
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda grandemilano » gio 18 ago 2022, 08:49:33

KittyHawk ha scritto: gio 18 ago 2022, 05:42:46 Alcuni aggiornamenti apparsi su La Stampa:
, mentre gli altri sindacati non esprimono preferenze sulle cordate.
Il che la dice lunga sulle prospettive di sviluppo che offrirebbe MSC-LH.
Anche i sindacati sono ormai rassegnati, e non ci credo più neanche loro al rilancio dell'azienda. Ora, l'unico scopo, è salvare quei 3.000-4.000 posti di lavoro

spanna
Messaggi: 3654
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda spanna » gio 18 ago 2022, 09:56:19

Dalla pagina Facebook di rampelli:
🔴 LA MIA INTERVISTA SU MILANO FINANZA (versione integrale)

Perché a suo avviso il dimissionario governo Draghi non è legittimato a chiudere la cessione di Ita? L’operazione è fuori dagli affari correnti, o non la convince la cessione in sé?

Certo, il trasporto aereo di una nazione che gioca la sua economia sul marchio italiano, turismo, beni culturali, manifattura, enogastronomia, Made in Italy è questione strategica e non può essere ipotecata da un governo che non c’è più se non, appunto, per gestire l’ordinaria amministrazione. Oltretutto ogni nuovo passo è tecnicamente superfluo perché potrà essere rimaneggiato da chi vincerà il 25 settembre le elezioni. Dunque, cui prodest?

Il governo attende comunque per il 22 agosto le offerte vincolanti con gli aggiustamenti indicati alle due cordate finaliste. Pensa che riusciranno ad arrivare al closing prima del voto? Siamo comunque in ritardo di oltre due mesi sulla tabella di marcia

Se Draghi vuole forzare la mano al punto di giungere al closing prima del voto mi pare evidente che esista un accordo inconfessabile per consegnare il business del trasporto aereo italiano ai tedeschi. Non si capisce perché una nazione che è al primo posto in classifica nei desideri di soggiorno dei cittadini del mondo intero debba rinunciare a trasformare in ricchezza questo primato. Agevolando l’economia di altri stati. Nessuno riesce a spiegarlo, neanche Draghi.

Quale soluzione propone in alternativa per il futuro di Ita?

Completare il risanamento ancora non raggiunto di Ita, riesumare il marchio Alitalia, raddoppiare la flotta, realizzare parteniship bilaterali con chiunque abbia desiderio di farne, soprattutto valorizzando le tratte intercontinentali, senza però accettare sottomissioni, tenere lo Stato dentro la compagnia in quota maggioritaria ricordando che la Francia è proprietaria di Airfrance e la Germania di Lufthansa, scegliere manager che sappiano di trasporto aereo e non siano legati a lobbies industriali, come accaduto quando troppi soloni hanno danzato sul corpo sano di Alitalia, sfinendolo e depredandolo.

Un esecutivo a guida centro-destra dovrebbe ridiscutere anche le condizioni imposte a Ita da Bruxelles?

No, Bruxelles non ha mai chiesto di cedere la proprietà di Alitalia ad altri vettori, le indicazioni date sono compatibili con un rilancio in grande stile della compagnia di bandiera. Ricordo che tutte le principali nazioni hanno una compagnia di bandiera, pur non avendo le potenzialità italiane. E noi possiamo vendere insieme al viaggio il ricercatissimo prodotto italiano. Abbiamo un tesoro da mettere a frutto, dobbiamo gestirlo al meglio, non regalarlo a terzi.

Intanto però la compagnia è in rosso, l’ebitda è negativo per 270 milioni di euro. Non crede che sia un fardello troppo gravoso per le casse pubbliche dopo i miliardi bruciati da Alitalia?

Questa gestione voleva solo venderla e non far quadrare i conti, anche perché Altavilla si è da subito dimostrato incapace e arrogante. Oltretutto l’assunzione dei vertici sindacali con promozione in cambio del silenzio è stata uno squallore che grida vendetta. Più altre cadute di stile che meriterebbero le immediate dimissioni di Altavilla. Con una gestione seria saremo in grado di dare alla nazione una vera compagnia di bandiera.
I miliardi sono stati bruciati dai privati che andrebbero perseguiti per le ruberie di cui sono stati artefici, quando Alitalia era pubblica aveva un deficit fisiologico del 7%, quando è stata privatizzata è arrivata al 25%. Andrebbero indagati anche i manager che hanno esternalizzato i servizi remunerativi, non contrastato le low cost, fatto uscire Alitalia dalla proprietà degli aeroporti virtuosi, facendo arricchire i Benetton, firmato contratti capestro su leasing e carburante… Altro che.

Guido Crosetto, molto vicino a Giorgia Meloni, in un tweet seguito alle dimissioni di Draghi ha scritto invece che il dossier Ita non può aspettare settembre. Due anime in Fratelli d’Italia o c’è una posizione comune?

Ho personalmente parlato con Crosetto, mi ha garantito di essere d’accordo con me e con Giorgia Meloni. Il suo messaggio non aveva il significato che certa stampa gli ha attribuito. Non aspettare settembre significa anche dichiarare decaduta subito la procedura voluta per favorire l’acquisizione di Ita da parte di Lufthansa. Del resto Guido si fa sempre domande intelligenti e una che gli ho sentito fare è stata: quanto ci costerebbe non avere una compagnia di bandiera posto che ora sappiamo solo quanto ci costa averla?
20 anni di perdite senza soluzione di continuità per liberarsi di alitalia. Per ITA airways ne occorreranno molti meno.

KittyHawk
Messaggi: 5933
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda KittyHawk » gio 18 ago 2022, 10:31:38

L'intervista di Rampelli è la prova provata che esiste un universo parallelo e speculare, dove evidentemente vive l'intervistato e dove l'antimateria la fa da padrona, esiste la gravità inversa e Alitalia, meglio ailatilA, produce immensi utili.

milmxp
Messaggi: 2247
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda milmxp » gio 18 ago 2022, 10:45:09

Sostanzialmente si vuole manetere lo status quo e non lasciare campo libero a LH che, si sa, rivolterebbe ITA come un calzino.

Avatar utente
D960
Messaggi: 1670
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda D960 » gio 18 ago 2022, 10:46:23

Brace, brace...

E non di Ferragosto!
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

BAlorMXP
Messaggi: 2276
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda BAlorMXP » gio 18 ago 2022, 12:27:35

Il pattume ha più utilità.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Avatar utente
EK412
Messaggi: 2259
Iscritto il: ven 15 feb 2008, 14:55:30
Località: Londra, Regno Unito

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda EK412 » gio 18 ago 2022, 12:54:08

Se non vi fosse bastato, ascoltate questo.

Questo è direttore di MF. Raramente sentita una tale quantità di sciocchezze senza alcun fondamento.

https://youtu.be/eOU6UWVmyXE

KittyHawk
Messaggi: 5933
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda KittyHawk » gio 18 ago 2022, 14:14:54

EK412 ha scritto: gio 18 ago 2022, 12:54:08 Se non vi fosse bastato, ascoltate questo.

Questo è direttore di MF. Raramente sentita una tale quantità di sciocchezze senza alcun fondamento.

https://youtu.be/eOU6UWVmyXE
Per non tralasciare alcunché:
https://www.la7.it/coffee-break/rivedila7/coffee-break-estate-12082022-12-08-2022-448167
dal minuto 45:50.

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 3490
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda belumosi » gio 18 ago 2022, 14:37:57

KittyHawk ha scritto: gio 18 ago 2022, 14:14:54
EK412 ha scritto: gio 18 ago 2022, 12:54:08 Se non vi fosse bastato, ascoltate questo.

Questo è direttore di MF. Raramente sentita una tale quantità di sciocchezze senza alcun fondamento.

https://youtu.be/eOU6UWVmyXE
Per non tralasciare alcunché:
https://www.la7.it/coffee-break/rivedila7/coffee-break-estate-12082022-12-08-2022-448167
dal minuto 45:50.
Iniziano a parlare di ITA un po' prima, al minuto 33:35.
Interessante la posizione della De Micheli (PD), che ci informa che il proprio partito avrebbe voluto cedere solo una quota di minoranza di ITA, ma Draghi avrebbe deciso diversamente.
Se anche i partiti che hanno supportato il pdc nell'operazione, iniziano a rinnegare il lavoro fatto fino ad oggi, ho paura che la partita di ITA sia chiusa.

C-ALEX
Messaggi: 1122
Iscritto il: dom 20 set 2009, 18:55:55

Re: MSC e Lufthansa in cordata su ITA #2

Messaggio da leggereda C-ALEX » gio 18 ago 2022, 15:13:59

belumosi ha scritto:
KittyHawk ha scritto: gio 18 ago 2022, 14:14:54
EK412 ha scritto: gio 18 ago 2022, 12:54:08 Se non vi fosse bastato, ascoltate questo.

Questo è direttore di MF. Raramente sentita una tale quantità di sciocchezze senza alcun fondamento.

https://youtu.be/eOU6UWVmyXE
Per non tralasciare alcunché:
https://www.la7.it/coffee-break/rivedila7/coffee-break-estate-12082022-12-08-2022-448167
dal minuto 45:50.
Iniziano a parlare di ITA un po' prima, al minuto 33:35.
Interessante la posizione della De Micheli (PD), che ci informa che il proprio partito avrebbe voluto cedere solo una quota di minoranza di ITA, ma Draghi avrebbe deciso diversamente.
Se anche i partiti che hanno supportato il pdc nell'operazione, iniziano a rinnegare il lavoro fatto fino ad oggi, ho paura che la partita di ITA sia chiusa.
Mi dite il nome di una società (nel mondo) che ha interesse nell'investire una quota di minoranza (di ITA) ?
Già per me è grasso che cola trovarne un paio che investono una di maggioranza. Tutto per quanti 2 seggi a Roma ?


Torna a “COMPAGNIE ITALIANE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite