Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

le news dal "Città di Milano"
Fabri88
Messaggi: 2263
Iscritto il: ven 23 apr 2010, 00:21:06
Località: Büsti Grandi (Busto Arsizio)

Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda Fabri88 » sab 20 feb 2016, 21:06:54

Vorrei intavolare la discussione sul Brexit che per il mercato Milanese dell'aviazione civile commerciale ha parecchia rilevanza.

Il grosso della questione è che easyJet, compagnia Britannica, perderebbe tutte le libertà oltre la 4ª (a partire quindi dalla 5ª in su fino alla 9ª) e perciò credo che nei primi momenti sarà costretta a chiudere parecchie rotte in giro per l'Europa. E sarebbe credo un colpo brutale alla salute delle finanze della compagnia guidata da Carolyn McCall.

Ne approfitterebbe, seppur solamente tamponando per ovvie ragioni (non potrebbe fisicamente recuperare tutto), Ryanair che essendo una compagnia Irlandese e quindi comunitaria ha tutte e 9 le libertà garantite.

La cosa quindi avrebbe ripercussioni estremamente negative sul T2 che sarebbe quasi completamente svuotato di voli (rimarrebbero solo quelli da MXP al Regno Unito, ossia le tratte per LGW, LTN, MAN, EDI e GLA) mentre dei voli aggiuntivi di Ryanair andrebbero a rimpolpare le piazzole del T1, spesso sottoutilizzate.

Altro capitolo riguarda British Airways che, se la legge parla chiaro, dovrebbe essere costretta al trasloco da Linate verso Malpensa oppure potrebbe decidere di aprire dei voli da Bergamo.

Qualcuno che è più ferrato di me sulle normative può dirmi se ci sono effettivamente questi rischi (per noi ma anche e soprattutto per easyJet)?

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda FlyCX » sab 20 feb 2016, 23:16:01

Non è detto che accada quello che dici tu; se l'equiparazione tra compagnie comunitarie è sancito da un trattato che lo UK non rinnega, non cambia niente.

Alla peggio EZY dovrà fondare una EasyJet Italia o una EasyJet Irlanda, così come ha una filiale in Svizzera.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26523
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda I-Alex » dom 21 feb 2016, 08:43:17

il vero problema sarà economico sia per i britannici che per i paesi europei.
Alcune previsioni parlano di PIL inglese a -14% e forti contrazioni finanziarie e commerciali anche per i paesi partner tra i quali in primis Germania e Italia con forti ridimensionamenti di collaborazioni industriali (Eni, Finmeccanica, etc).

Dovrebbero essere almeno 27 i bilaterali Londra - UE da ridiscutere e potrebbero essere anni davvero difficili per le economie, non che ora si satira così bene...

Credo che sugli aerei la prima conseguenza sarà quella e non tanto un problema di bilaterali i Schengen che probabilmente come ha scritto FlyCx non sussistono
Malpensa airport user

belumosi
Messaggi: 3039
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda belumosi » dom 21 feb 2016, 09:52:48

La situazione sarebbe del tutto inedita, quindi è possibile fare solo ipotesi.
In caso di vittoria dei no al referendum, è previsto un periodo di transizione di 18-24 mesi per preparare il nuovo assetto legale.
Suppongo che per convenienza, per continuità legale e per buon senso, almeno inizialmente in GB si continuerebbero ad applicare le attuali disposizioni UE, mentre in futuro ci potrebbe essere convergenza o meno con quanto deciso da Bruxelles in base alla convenienza di Londra.
Credo che nel trasporto aereo ci sarebbe un open sky con la UE alla stregua di quello in vigore in Svizzera, per cui non mi aspetterei stravolgimenti. Così come non mi aspetterei stravolgimenti nell'economia della GB o dei restanti paesi UE.
Il vero problema sarebbe politico, perchè c'è il rischio che parta la fuga dall'Unione di tutti quei paesi che vedono in Bruxelles sempre più un peso ingombrante piuttosto che un'opportunità.
O anche per mero calcolo economico. Sarebbe comunque un problema di portata storica, perchè segnerebbe di fatto uno sfaldamento della casa europea costruita nel dopoguerra con immensa fatica, in nome degli interessi particolari.

easyMXP
Messaggi: 4577
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda easyMXP » dom 21 feb 2016, 11:28:49

Il primo sfaldamento e' stato proprio consentire allo UK di aderire a condizioni particolari.
Hanno sempre avuto uno status particolare, tendente a prendere i benefici dell'UE senza i lati negativi.
Nel momento in cui la maggioranza dell'Unione va verso una unione ancora piu' forte, e' giusto che lo UK decida una volta per tutte: o dentro con le regole degli altri, o fuori.

robix
Messaggi: 1588
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 12:30:35

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda robix » dom 21 feb 2016, 15:37:12

A mio avviso non ha molto senso per il UK di uscire dalla EU: di fatto il UK è già fuori dalla EU per una buona parte di ciò che dà fastidio agli inglesi e Cameron ha ottenuto ulteriori concessioni, e quindi di fatto la EU al UK dà più vantaggi che svantaggi. Comunque, anche se il UK dovesse uscire, dubito fortemente che la EU abbia gli attributi per trarne le conseguenze estreme (fino al ripristino dei dazi doganali): credo che si andrebbe piuttosto verso un'area di libero scambio economico per cui nulla cambierebbe per le banche e per le compagnie aeree UK (a Londra non sono fessi). E poi IAG mica si può sciogliere o diventare un gruppo extra EU.
Piccolo OT: se il UK esce dalla EU, spero che la Scozia rifaccia il referendum sull'indipendenza e che da nuova nazione indipendente aderisca alla EU (e magari che l'Irlanda si riunisca in una sola nazione con la definitiva frantumazione del UK ... OK, questo è impossibile).

Pelush
Messaggi: 489
Iscritto il: ven 12 ott 2007, 11:54:55
Località: Fora de ball el maresciall

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda Pelush » dom 21 feb 2016, 23:48:10

HSBC ha gia' fatto circolare per oltre un anno la notizia che se ne sarebbe venuta via da Londra cosa che ha scatenato il panico (circa 100K persone le ronzano intorno) poi, per calmare le acque hanno trovato una scusa permanere, ma qui nessuno ci crede.
il problema e' che chi voterà' sono solo i cittadini Inglesi, che, a maggioranza vivono lontani a Londra e che si sentono INK con la UE tanto quanto lo sono i nostri piccoli imprenditori che non sanno valutare il rapporto benefici/malefici.

minsk
Messaggi: 510
Iscritto il: gio 14 mag 2009, 15:12:20
Località: LIMC-UMMS

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda minsk » ven 24 giu 2016, 13:53:36

Buongiorno a tutti,

Quante volte abbiamo scritto che noi siamo un popolo bue perche'.................
L'Italia e' un paese che..........................
Beh oggi mi consolo vedendo che c'e' una nuova nazione che sara' extracomunitaria, e quindi cara BA apprestati a tornare a MXP, e un popolo che non e' bue come quello italiano ma oserei dire proprio co....ne. :ciapett: :ciapett: :ciapett:

Mauz
Messaggi: 2284
Iscritto il: gio 10 lug 2008, 18:41:39
Località: Milano

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda Mauz » ven 24 giu 2016, 14:08:34

Bah... secondo me alla fine un qualche accordo di libera circolazione per le persone rimarrà. Cambierà piuttosto il modo in cui verranno gestiti i visti lavorativi e per la lunga permanenza sul territorio.

Comunque tutto dipenderà dall'esito delle negoziazioni. Non è che ci sia un modello predefinito di "uscita dalla UE". È una strada tutta da tracciare...

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
Stiamo monitorando attentamente la situazione. (Claudia)

KittyHawk
Messaggi: 5225
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda KittyHawk » ven 24 giu 2016, 14:51:08

Il processo di uscita sarà piuttosto lungo e complicato. Un articolo del The Guardian illustra bene questo percorso visto da parte britannica. Quello che invece si sta delineando, se le cose non cambieranno, è la volontà dei principali stati europei di avere un atteggiamento duro, non conciliante e principalmente punitivo con il Regno Unito. In altre parole credo verrà applicata la massima maoista del "Colpirne uno per educarne cento", per evitare che altri stati si lancino in iniziative similari. O quanto meno far sì che eventuali imitatori sappiano da subito ciò che devono aspettarsi.

In quello che è successo ci sono d'altra parte diverse opportunità, se le si sanno cogliere. Occorre però avere un atteggiamento molto cinico ed essere pronti a spartirsi le spoglie del cadavere ancora caldo. Si prenda ad esempio U2, che dovrà trovare il modo di essere nuovamente compagnia comunitaria, per non mettere a rischio parte dei suoi affari. L'idea che già circolava che fossero pronti a richiedere un altro AOC probabilmente si concretizzerà prima di quanto si potesse pensare. Che fare, allora? Aspettare che con la loro più grande base continentale a MXP vadano magari a chiedere il nuovo AOC altrove o cercare di legarli maggiormente alla Lombardia?

Avatar utente
cesare.caldi
Messaggi: 5926
Iscritto il: lun 15 ott 2007, 22:55:42

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda cesare.caldi » ven 24 giu 2016, 15:30:21

Con la Brexit vedo diverse problematiche:

1) venendo meno la libera circolazione di persone, potrebbe essere imposto l'utilizzo del passaporto per l'ingresso? Altri riflessi sulla libera circolazione dei lavoratori che fine faranno le migliaia di italiani e altri cittadini UE che lavorano in UK?

2) Le due piu' grandi compagnie low cost europee avranno problemi. Easyjet ha un AOC inglese, quindi perderebbe i diritti di open sky UE con la conseguenza di poter operare solo le rotte tra l'UK e un Paese UE. Niene piu' voli intra UE, Italia-Spagna per esempio e niente piu' voli nazionali al di fuori di quelli domestici in UK. Easyjet ha dichiarato che punta a richiedere in breve tempo un AOC in un paese UE per poter continuare ad operare a pieno il suo network.

Ryanair ha un AOC irlandese, quindi potrà continuare tutte le rotte intra UE ma non piu' i voli UK-Europa e quelli interni al regno unito. Per farlo dovrà ottenere un AOC in UK

3) Frequenze e rotte dei voli Europa-UK quindi anche Italia-UK non saranno piu' libere ma verranno regolamentate da un nuovo accordo bilaterale che ciascun stato UE dovrà trattare con l'UK

4) Un altra importante problematica è relativa a Linate dove possono operare solo compagnie UE. Con la Brexit BA e Easyjet non lo sono piu' e non potrebbero piu' operare.

A questo punto o si modifica il decreto linate, ma come includere solo le compagnie inglesi e non portarsi dentro anche le altre extra UE? Oppure a BA e U2 serve un AOC comunitario. Oppure si accomodino a Malpensa.

I punti 2 e 3 si potrebbero evitare se l'UK negoziasse di entrare nello spazio economico europeo come la Norvegia, che permetterebbe di mantenere in gran parte il libero scambio e l'open sky senza essere membro UE

cpt riccardo
Messaggi: 68
Iscritto il: mer 26 dic 2012, 14:26:06

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda cpt riccardo » ven 24 giu 2016, 16:33:23

È inutile già fare tutto questo catastrofismo per quanto riguarda EZY e RYR. in questo momento abbiamo solo l'esito di un referendum consultivo che dovrà essere ratificato dal parlamento inglese. L'articolo 50 poi non verrà invocato sicuramente a breve. Ci vorranno almento 3 mesi, sentendo programmi della BBC questo lasso di tempo potrà essere anche più lungo. Dal momento in cui verrà invocato ci sarà un periodo di transizione di massimo 2 anni. Quindi ancora ci vorrà molto tempo. In questo lasso di tempo EZY chiederà, come detto oggi dalla McCall, garanzie riguardo gli accordi tra UK e UE, nel caso perso che in tutto questo tempo potrà acquistare un AOC comunitario


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

spanna
Messaggi: 3282
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda spanna » ven 24 giu 2016, 16:37:34

neanche la svizzera fa parte della UE eppure swiss ha operato voli per ZRH da LIN, quindi immagino che si trovera' una soluzione analoga per gli inglesi.

guardo le borse di oggi, milano -10% con le banche che crollano, londra -1.70% e penso: noi senza di loro siamo crollati, loro senza di noi hanno avuto una giornata negativa come ce ne sono tante. Dobbiamo ringraziare, tra l'altro, il nostro governo che costringe le banche a buttare via denaro con imprese da tenere a galla a tutti i costi (alitalia in primis, visto che siamo su un forum di aviazione) con le conseguenze che vediamo.

a proposito, adesso voglio vedere come ricapitalizzano alitalia, la prossima indiziata secondo me e' generali che ha gia' comprato qualche centinaio di milioni di obbligazioni di SAI l'anno scorso. Cosi' dopo le banche mandiamo a putzane anche le assicurazioni.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

KittyHawk
Messaggi: 5225
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda KittyHawk » ven 24 giu 2016, 16:52:40

Cesare, le cose sono più semplici di quanto prospetti:

1) Non occorre un passaporto, basta un documento di identità (valido per l'espatrio) riconosciuto dall'UK. Sulla libera circolazione dei lavoratori dovranno essere trovate delle soluzioni negoziali (ma ricordati che senza libera circolazione delle persone non viene concessa neppure la libera circolazione dei capitali e delle merci). Potrebbero, al limite esserci delle necessità di visto per chi volesse fermarsi a lavorare (e la cosa sarebbe reciproca).

2) U2 basti copi la soluzione che ha già applicato con la Svizzera. FR dovrà solo avere anche un AOC britannico (quello irlandese varrebbe per tutti i voli tra EU e UK).

3) La direzione in cui si muove l'UE è che tutti i trattati vengano stabiliti a livello europeo e non nazionale, quindi difficile che ci siano 27 bilaterali.

4) BA potrebbe creare una BA Europe per evitare i problemi. IAG è già formalmente una società spagnola. Se non sbaglio, parecchi anni fa c'è stata anche una BA Germany. U2 con un AOC comunitario potrà fare quello che vuole.

Per quanto riguarda l'ingresso nello spazio economico europeo, come la Norvegia o la Svizzera, bisogna ricordare che l'UK dovrebbe rispettare quasi tutte le cose che i Brexiters odiavano senza aver più voce in capitolo per modificarle.

Un problema reale potrebbe essere, invece, quello della proprietà di IAG, in cui britannici e non UE in genere dovranno scendere sotto il 50% per mantenere lo status di compagnia comunitaria. A meno che la clausola del 50% non salti a livello comunitario, con il sostegno attivo dell'Italia interessata a piazzare le sue decotte compagnie aeree.

KittyHawk
Messaggi: 5225
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda KittyHawk » ven 24 giu 2016, 17:04:28

È inutile già fare tutto questo catastrofismo per quanto riguarda EZY e RYR. in questo momento abbiamo solo l'esito di un referendum consultivo che dovrà essere ratificato dal parlamento inglese. L'articolo 50 poi non verrà invocato sicuramente a breve. Ci vorranno almento 3 mesi, sentendo programmi della BBC questo lasso di tempo potrà essere anche più lungo. Dal momento in cui verrà invocato ci sarà un periodo di transizione di massimo 2 anni. Quindi ancora ci vorrà molto tempo. In questo lasso di tempo EZY chiederà, come detto oggi dalla McCall, garanzie riguardo gli accordi tra UK e UE, nel caso perso che in tutto questo tempo potrà acquistare un AOC comunitario
Non serve nessuna ratifica da parte del Parlamento britannico. Come la chiamano? "Prerogativa reale". Tutto è in mano a Cameron, come tempistica, anche se le cariche istituzionali europee più importanti hanno già fatto capire che i britannici devono sbrigarsi a togliersi dai piedi. Intanto al commissario europeo del Regno Unito verrà facilmente tolto il portafoglio, se non la poltrona in toto, ci saranno 1500 funzionari britannici da licenziare a Bruxelles e dintorni, i rappresentanti dell'isola non caraibica perderanno praticamente qualsiasi potere e così via.

Il periodo di transizione dura almeno 2 anni, tempo che può essere allungato per poter ratificare eventuali accordi. Se al termine dei tempi concordati non si giunge comunque a un accordo ratificato i rapporti vengono gestiti come quelli tra due qualsiasi nazioni aderenti al WTO.

Nei prossimi mesi, 'a mio modesto parere', assisteremo a uno spostamento, più o meno visibile, di diverse società dall'UK verso i paesi dell'UE.

robix
Messaggi: 1588
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 12:30:35

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda robix » ven 24 giu 2016, 22:42:41

Onestamente il risultato del referendum mi consola. Un paese (UK) che sta(va) in Europa quasi solo per quello che fa comodo, essendo fuori da (quasi) tutte le scocciature e contribuendo al bilancio europeo la metà di quello che dovrebbe (grazie agli accordi negoziati a suo tempo dalla Lady di ferro) sceglie di fare un passo nel buio per questioni prevalentemente di cuore / nazionaliste (e ben poco di testa): quasi peggio che l'Italia. A questo punto voglio la Scozia indipendente nella EU e l'Irlanda unita !
Dal punto di vista areonautico, spero che la EU non cali le braghe (ma credo che lo farà) e quindi che EZY sia costretta a lasciare il UK per poter continuare ad operare voli intra-EU.

Good riddance England&Wales !

C-ALEX
Messaggi: 1100
Iscritto il: dom 20 set 2009, 18:55:55

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda C-ALEX » sab 25 giu 2016, 13:02:38

sarà bello capire le prenotazioni BA a lungo tempo come andranno ...
AF e LH saranno felici

Mauz
Messaggi: 2284
Iscritto il: gio 10 lug 2008, 18:41:39
Località: Milano

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda Mauz » sab 25 giu 2016, 13:35:50

Mah... secondo me un escamotage si trova. BA e co. apriranno sussidiarie comunitarie...

Sarà più interessante vedere che contratti di lavoro saranno applicati al personale. Ad esempio, FR potrà ancora applicare contratti irlandesi ai dipendenti GB?

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
Stiamo monitorando attentamente la situazione. (Claudia)

Avatar utente
cesare.caldi
Messaggi: 5926
Iscritto il: lun 15 ott 2007, 22:55:42

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda cesare.caldi » dom 26 giu 2016, 11:20:11

A questo punto dal giorno che l'UK lascerà ufficialmente l'UE, non ci potranno piu' essere voli Linate-Londra. Nessuno ne BA ne AZ ne U2 perchè Londra diventa destinazione extra UE e quindi vietata. Non serve a nulla per BA e U2 prendere un AOC in un paese UE.

A questo punto o si modifica il decreto linate o tutti i voli per UK si dovranno accomodare a MXP.

Ma qui si apre un altro problema: come includere l'UK nel decreto e non anche gli altri paesi extra UE?
Una deroga ad hoc credo vedrebbe il ricordo degli altri paesi extra UE esclusi come Russia e Turchia ad esempio, altri ricorsi verrebbero da LH e AF, infatti a loro sta benissimo che BA venga deportata a MXP, togliendosi un concorrente pesante che aspira da LIN.

Entra in gioco allora l'ipotesi piu' nefasta per MXP ovvero la liberalizzazione totale di LIN, ma questa è un arma a doppio taglio infatti AZ si porterebbe in casa tutta la concorrenza di compagnie come Aeroflot, Turkish e magari anche la stessa Qatar.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13721
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda malpensante » dom 26 giu 2016, 11:39:39

Senza offesa, bullshit.

easyMXP
Messaggi: 4577
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda easyMXP » dom 26 giu 2016, 12:51:46

A me pare che far ruotare tutta la Brexit intorno a come permettere a BA di volare da LIN sia un tantino assurdo.
Nei panni di BA e U2, chissenefrega di LIN, i problemi sono ben altri.

Con un approccio benevolo, lo UK (o quello che ne restera' se Scozia e Irlanda del Nord si separano) potrebbe essere equiparato alla Svizzera o alla Norvegia, quindi sostanzialmente non cambierebbe nulla dal punto di vista aeronautico.
Se invece la durezza propagandata in questi giorni da Germania&friends sara' autentica, e non le solite parole al vento ad uso giornalisti e popolino, si potrebbe mettere peggio.
Ma siccome nel modo d'oggi comanda la finanza, e la finanza ama Londra, penso che alla fine lo UK sara' trattato con i guanti bianchi.

robix
Messaggi: 1588
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 12:30:35

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda robix » dom 26 giu 2016, 13:41:33

Ma siccome nel modo d'oggi comanda la finanza, e la finanza ama Londra, penso che alla fine lo UK sara' trattato con i guanti bianchi.
Parole sante (salvo che la finanza decida di puntare su una città EU, su tutte Frankfurt, ed allora sarebbero c.... per il UK).

Pelush
Messaggi: 489
Iscritto il: ven 12 ott 2007, 11:54:55
Località: Fora de ball el maresciall

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda Pelush » lun 27 giu 2016, 00:14:03

Ma siccome nel modo d'oggi comanda la finanza, e la finanza ama Londra, penso che alla fine lo UK sara' trattato con i guanti bianchi.
Parole sante (salvo che la finanza decida di puntare su una città EU, su tutte Frankfurt, ed allora sarebbero c.... per il UK).
Non farei i salti di gioia nel caso le banche decidessero di venire nella mia città'
Il settore finanziario e' storicamente un settore che crea poco indotto industriale, mentre e' un settore che paga molto bene i propri dipendenti. Avere una city in Europa significa che in quella città' i prezzi delle abitazioni esploderebbero, come anche l'aspettativa di stipendio delle fasce interessanti della popolazione (informatici, trader e bancari) costringendo le altre aziende ad alzare il tiro. Qui a Londra nessuno può competere con le banche, se vogliono qualcuno se lo prendono, e l'industria resta a secco, per cui non ha altra speranza che andarsene altrove. I prezzi delle case esplodono come anche quelli di molti beni di consumo creando le disuguaglianze e le difficolta' sociali che hanno portato alla brexit. Il sistema bancario ha arricchito la UK, ma di questa ricchezza non hanno goduto tutti e chi e' rimasto fuori e' rimasto fuori di tanto ed e' molto ink...to.

KittyHawk
Messaggi: 5225
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda KittyHawk » lun 27 giu 2016, 01:56:02

Per il momento si sta proponendo di portarsi a Milano l'EBA (European Banking Authority), un'agenzia comunitaria con un bilancio di una quarantina di milioni di euro all'anno. Spostare le grandi banche è ben diverso, anche se poterne averne qualcuna in più non lo vedo come un grande male.
Scordarsi invece che la City si trasferisca in massa sulle rive dei Navigli.

spanna
Messaggi: 3282
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Brexit (Referendum Giovedì 23 Giugno 2016)

Messaggio da leggereda spanna » lun 27 giu 2016, 09:45:36

un bel quartiere finanziario nel sito dell'EXPO non mi dispiacerebbe :green:
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...


Torna a “NOVITA'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Google [Bot], Google Adsense [Bot] e 23 ospiti