Editoriale AL: quale percorso futuro per AirItaly?

le news dal "Città di Milano"
Avatar utente
AeroportiLombardi
Messaggi: 452
Iscritto il: mer 25 nov 2009, 18:37:05

Editoriale AL: quale percorso futuro per AirItaly?

Messaggio da leggereda AeroportiLombardi » sab 02 feb 2019, 11:50:08

Riportiamo integralmente il nostro editoriale dal sito AeroportiLombardi

E adesso quale percorso futuro per AIRITALY?
Quale futuro?


Miniatura

Quale futuro? Questa è la domanda che ci si pone sul forum ed in rete all’indomani della notizia confermata in seguito dalla stessa Air Italy, in merito alla cancellazione delle due rotte indiane inaugurate lo scorso dicembre e di quella annunciata per la prossima estate su Chicago, anch’essa annullata e che forse vedrà la luce solo nel 2020.
È risaputo che creare quasi da zero una compagnia aerea con ambizioni da hub carrier, composta da una flotta di 50 (cinquanta) aeromobili 30 dei quali per il lungo raggio, in un ambiente in forte competizione ed in un paese come l’Italia non è sicuramente un gioco da ragazzi. Ci aspettavamo momenti di difficoltà, rallentamenti, e perché no, anche soppressioni di rotte, magari con l’idea che il vettore volesse sondare particolari mercati. Eravamo oltretutto consapevoli che a vigilare alle spalle ci fosse, anzi c’è tuttora una garanzia, una delle “firme” più prestigiose la cui fama è riconosciuta a livello mondiale tra gli operatori del settore.

Proprio per questo, da osservatori, per come si sono susseguiti i fatti e dopo il repentino cambio di management mai ci saremmo aspettati una gestione cosi ballerina che vista dall’ esterno denota quasi una mancanza di pianificazione, un navigare a vista che genera incredulità e che forse ha eroso certezze che a torto o a ragione pensavamo inattaccabili.

Volendo fare una valutazione ormai storica che vede Malpensa coinvolta nel tentativo di tornare in qualche misura hub la memoria va al tentativo di Lufthansa Italia, finito come tutti sappiamo. Allora in molti tra noi osservatori, senza la pretesa di essere specialisti accademici, ci chiedemmo come potesse funzionare il tentativo puntando, almeno all’inizio, esclusivamente sulla offerta d’un servizio sul corto – medio raggio, senza offrire già da subito opportunità sul lungo raggio. Forse, anzi, certamente non fu quella la causa esclusiva del fallimento, certamente però noi la considerammo una anomalia. Questa volta siamo stati colpiti dalla improvvisa ed esplosiva gamma offerta sul lungo raggio, non supportata adeguatamente da una rete di alimentazione medio – corto raggio, operata con mezzi di prestigio ( forse troppo) ma troppo scarna per la il piano messo sul tavolo. Inoltre oltre che scarsa alimentazione fatta in proprio per alimentare il progetto hub, Airitaly è partita senza alcun accordo di collaborazione (code share) con altre compagnie, a parte con LATAM (Cile-Brasile). Eccesso di ottimismo? Valutazioni inadeguate?

Non spetta di certo a noi giudicare e dare una risposta alla domanda iniziale; più che altro il nostro è un augurio che il management di Air Italy possa fare tesoro di questa esperienza non molto positiva, fornendo nuova linfa ad un progetto ambizioso che noi tutti supportiamo, con il fine di salvaguardare gli attuali posti di lavoro e possibilmente di crearne molti altri anche all’interno dell’aeroporto.

Come Aeroporti Lombardi, grazie anche a chi quotidianamente contribuisce alla discussione attraverso il forum, crediamo di avere sempre mantenuto una linea moderata senza eccedere in facili entusiasmi e voli pindarici, come spesso avviene altrove, ma affrontando la questione con spirito critico. Del resto, una dose di sano realismo non guasta mai. Farsi prendere da derive emozionali non serve a nessuno. Anzi è sintomo di grave limite e disonestà intellettuale.
Sforziamoci di essere osservatori, certamente appassionati ma, in grado sempre di valutazioni raziocinanti.
Aspettiamo lo svolgersi degli avvenimenti

Associazione Aeroporti Lombardi

Ne parliamo e discutiamo QUI sul Forum
La voce ufficiale del portale Aeroporti Lombardi, visita il sito www.aeroportilombardi.it
mail to: aeroportilombardi @ virgilio.it - senza spazi -
ImmagineImmagineImmagine

Torna a “NOVITA'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 27 ospiti