Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

le news dal "Città di Milano"
Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25532
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda I-Alex » sab 14 feb 2015, 10:36:02

Non ci sono più parole per descrivere il nostro malessere
I rappresentanti delle associazioni di categoria, sindacati e amministratori hanno affrontato con il ministro Maurizio Lupi il tema delle infrastrutture


Miniatura

Maurizio Lupi sapeva benissimo che venire a confrontarsi a Varese sulle infrastrutture non sarebbe stata una passeggiata. Nonostante la cortesia che ci ha messo il padrone di casa Renato Scapolan, gli interventi dei vari rappresentanti del territorio, compreso quello del presidente della Camera di Commercio, non hanno fatto sconti al ministro dell'Ncd.
Quella delle infrastrutture, nella undicesima provincia d'Europa per produzione di valore industriale, è una partita vitale o «uno spartiacque del destino» per usare le parole di Giovanni Brugnoli, presidente di Univa. Ci sono argomenti, poi, che più di qualsiasi altro, quando vengono toccati, fanno innervosire gli imprenditori. «Purtroppo su Malpensa, non c'è più niente da dire - ha commentato Brugnoli-. Il sistema economico locale ha finito il vocabolario dei termini necessari per testimoniare il proprio grado di malessere e malcontento nella gestione di una delle infrastrutture più importanti del Paese».


Il decreto del ministro Lupi, sulla liberalizzazione degli slot a Milano Linate, non convince del tutto nemmeno Claudio Del Bianco, responsabile relazioni esterne di Sea, la società che gestisce gli aeroporti milanesi, secondo cui «è ancora troppo presto per capire quali saranno gli effetti sul traffico aeroportuale sia di Malpensa che di Linate». E poi c'è la questione Sea-Handling e il destino di oltre duemila lavoratori, una vertenza delicatissima per i numeri e la portata dei suoi effetti su tutto l'indotto. Per il momento è risolta, ma «poteva rappresentare un grosso problema per tutti».
Il derby Linate-Malpensa non appassiona i sindacati. Ciò che preoccupa Umberto Colombo è invece la questione occupazione. «In questi anni - ha detto il segretario della Cgil - abbiamo perso 18mila posti di lavoro, ma se l'aeroporto rimane un'opportunità di sviluppo, questo non può' essere rappresentato solo dal cargo».
Il presidente dell'Associazione consumatori, Francesco De Lorenzo, rivendica un collegamento diretto tra Varese e l'aeroporto della brughiera, mentre l'assessore al Territorio del Comune di Luino, Alessandra Miglio, parlando della tratta Bellinzona-Luino-Gallarate, dice di «non voler essere un puntino grigio che vede passare i treni dell'Alp-Transit».
La vicinanza con la Svizzera rappresenta una fonte di occupazione e per molti imprenditori una vera e propria tentazione alla delocalizzazione, come ha ricordato il presidente di Uniascom Giorgio Angelucci. A quelli che hanno deciso di rimanere in Italia, Gunnar Vincenzi, neopresidente della Provincia di Varese, porta una buona novella: Villa Recalcati, nonostante le difficoltà della trasformazione in atto, ha messo a disposizione 5 milioni e 400mila euro per lo sblocco di pagamenti della pubblica amministrazione verso imprese che hanno effettuato lavori sul territorio.

La vera risorsa scarsa, secondo Davide Galli, presidente di Confartigianato Imprese Varese, è il tempo. In un'epoca dove le decisioni politiche arrivano sempre in ritardo va da sè che le infrastrutture nascano già vecchie. «Pensiamo a Malpensa - ha osservato Galli - un aeroporto passeggeri e uno cargo, con a poca distanza Hupac e l'alta velocità. Infrastrutture che andavano messe in rete già a suo tempo. Un'opportunità persa».
E se il consigliere regionale pentastellato Paola Macchi in tema di infrastrutture non condivide il metodo di una certa politica di calare le decisioni dall'alto, il sindaco di Gallarate Edoardo Guenzani inaugura un nuovo corso delle relazioni tra potere locale e centrale, annunciando la decisione presa con il presidente di Sea di studiare ed elaborare il nuovo masterplan con tutti i comuni interessati. «Una proposta accolta con i comuni di Busto Arsizio, Novara, Magenta e Legnano - ha concluso Guenzani -. E Pietro Modiano ci rappresenterà nei rapporti con il ministero delle infrastrutture».

da http://www3.varesenews.it/economia/non- ... 06383.html

----------

Arcisate-Stabio: a giugno riapriranno i cantieri. Parola di Lupi
Il ministro delle Infrastrutture ha partecipato al tavolo provinciale della competitività dove ha preso due impegni: far ripartire i cantieri per il collegamento ferroviario con il Canton Ticino e il passaggio dell'Alta velocità da Malpensa. «Chiudere Linate oggi è impossibile»


Miniatura

La salita del ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi a Varese sarà ricordata per due promesse pesanti prese di fronte ai rappresentanti delle istituzioni e delle parti sociali riuniti alle Ville Ponti dov'è stato convocato dalla Camera di Commercio il tavolo provinciale della competitività: la riapertura entro giugno dei cantieri dell'Arcisate-Stabio e il collegamento di Malpensa all'alta velocità. «Il 31 dicembre scorso abbiamo risolto consensualmente il contratto con l'impresa Ingegner Claudio Salini spa che lavorava ai cantieri dell'Arcisate- Stabio. Entro fine febbraio si rimetterà l'appalto all'interno dei fornitori di Rfi (Rete ferroviaria italiana, ndr) e il cantiere verrà aperto entro il 30 giugno».
Sul problema delle terre di scavo contenenti arsenico, Lupi ha riferito che il Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) ha approvato la delibera, già rinviata alla Corte dei Conti che deciderà entro 20 giorni. «Ora - ha aggiunto il ministro delle infrastrutture - bisogna recuperare il rapporto con i cittadini che in questi anni hanno vissuto una situazione di disagio notevole. Quindi con Rfi, entro due settimane, si inizierà a intervenire in quei comuni per fare le opere di mitigazione».

Il secondo grande argomento, sollecitato dai numerosi interventi, è stato il destino di Malpensa su cui Maurizio Lupi ha fatto un ragionamento di sistema. Il ministro ha illustrato il piano nazionale degli aeroporti, nel quale lo scalo della brughiera è destinato, insieme a quelli di Venezia e Roma-Fiumicino, a ricoprire il ruolo di aeroporto intercontinentale. «Il piano - ha spiegato Lupi - prevede la presenza di 12 aeroporti strategici e 27 di interesse nazionale. A Malpensa devono fare riferimento quelli di Bergamo, Genova, Torino e Brescia. È chiaro che se uno ha solo tremila passeggeri non puo' aspirare ad avere risorse dallo Stato, puo' continuare la sua attività ma senza soldi pubblici».
Sul secondo scalo milanese, il ministro è stato perentorio: «Oggi chiudere Linate è impossibile, occorre integrarlo nel sistema, recuperando il deficit che esiste. Mentre Malpensa va collegata alle grandi reti a cominciare dall'alta velocità. È stato un errore non averlo fatto in passato, ma ora bisogna guardare avanti».

da http://www3.varesenews.it/lombardia/arc ... 06377.html

---------

Lo "scontro" Cattaneo-Farioli sulle ferrovie
Il sindaco di Busto Arsizio replica al presidente del consiglio regionale: «La scelta di portare tutto su Garibaldi crea un danno ad oltre 800 pendolari»


Miniatura

Quando si parla di infrastrutture in provincia di Varese, l'invito di Raffaele Cattaneo è di non concentrarsi sul bicchiere mezzo vuoto. «In questo momento sbaglieremmo a guardare solo quello che manca: l'asse Milano-Varese è quello che è cresciuto di più dal punto di vista infrastrutturale, anche in prospettiva di Expo. E sbaglieremmo anche a dire che va tutto male. Pensiamo al tema Malpensa, su cui è stata fatta una lettura strumentale e forzata dei dati. I numeri dicono che il nostro aeroporto è cresciuto sotto il profilo del trasporto merci e per quanto riguarda i passeggeri intercontinentali, che sono coloro che ricadute maggiori per l'economia del nostro territorio» ha detto il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, intervenendo al Tavolo della Competitività della provincia di Varese organizzato dalla Camera di Commercio.

Alla destra di Cattaneo c'è Gigi Farioli, sindaco di Busto Arsizio, che ha ascoltato con attenzione il passaggio del presidente del consiglio regionale sul «No» dei comitati contro il terzo binario della tratta Rho -Gallarate, sui collegamenti ferroviari di Busto Arsizio con Milano, con il depotenziamento necessario di Cadorna in favore di Garibaldi e anche l'invito a non ascoltare solo «il rumore delle piante cadute, ma anche quello della foresta che cresce». Tra gli alberi che crescono ci sono anche due treni nuovi per la tratta Varese-Gallarate-Milano, per un totale di 503 posti, che secondo l'assessore regionale alla mobilità e infrastrutture, Alessandro Sorte, dovrebbero arrivare settimana prossima, insieme ad altri due destinati a Varese.
La metafora è piaciuta così tanto al sindaco di Busto, che lo stesso ha ammesso di lavorare per la crescita della foresta, ma di stare al contempo molto attento «agli acari che intaccano le piante». Farioli ha poi così precisato: «Busto Arsizio non si è mossa per lesa maestà e da noi non è mai nato un comitato. Ma la scelta di portare tutto su Garibaldi crea un danno enorme alla foresta dei pendolari che è formata da oltre 800 persone».
Tra gli uditori del tavolo provinciale c'è anche Amedeo Cocca in rappresentanza dei pendolari di Busto Arsizio che ogni giorno con Trenord vanno a Milano Cadorna. «Ha ragione Farioli - dice Cocca - quella di potenziare Garibaldi è una scelta inaccettabile perché danneggia la città che in questo momento è un ecosistema sottoposto a una scelta calata dall'alto che non considera il disagio provocato a tantissime persone che usano i mezzi per andare al lavoro. Oggi abbiamo inoltre sentito che l'alta velocità passerà da Malpensa, ma nessuno ricorda che le Frecce già partivano dal nostro aeroporto, mentre ora non più. Forse perché non c'erano abbastanza utenti?».
Farioli si alza prima che il ministro finisca di parlare. «Le priorità» di cui parla Maurizio Lupi, a Busto Arsizio, evidentemente non piacciono.

da http://www3.varesenews.it/economia/lo-s ... 06384.html
Malpensa airport user

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25532
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda I-Alex » sab 14 feb 2015, 12:33:06

Alessandro Sorte, Assessore trasporti Regione Lombardia



Aumentare i voli a lungo raggio, aprendo anche a nuove destinazioni; aprire nuove rotte in regime di quinta libertà; far operare voli low cost sul lungo raggio e far crescere le connessioni stradali e ferroviarie. E una verifica costante dell’assetto dei voli, così come previsto dal Tavolo di monitoraggio Linate-Malpensa. Sono queste le leve indicate dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Alessandro Sorte, durante il Tavolo della Competitività e Sviluppo per la provincia di Varese, per rilanciare lo scalo varesino.

MALPENSA PERNO DI UN UNICO SISTEMA AEROPORTUALE – “Malpensa – ha detto l’assessore – non solo è il nostro biglietto da visita dell’Expo, ma è anche il perno di un unico sistema aeroportuale, aperto a sinergie con gli scali del Nord Italia in una logica di sistema macro-territoriale. E’ quindi un volano per il sistema economico lombardo. Non va dunque trascurato l’impegno a potenziare i collegamenti ferroviari”.

ANCHE GOVERNO FACCIA LA SUA PARTE – In una prospettiva di specializzazione di Malpensa come hub intercontinentale, l’assessore ha chiesto al ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi di “assicurare la propria attenzione e collaborazione per rilanciare Malpensa affinché si possano migliorare le connessioni aeree da/per l’aeroporto”.

IL MALPENSA EXPRESS A BUSTO Durante il Tavolo, è stata affrontata anche la questione del Malpensa Express a Busto Arsizio. “Oggi gli utilizzatori del Mxp-Cadorna – ha detto Sorte – rappresentano il 10,5 per cento dei viaggiatori totali ‘prodotti’ dalla città di Busto in un giorno feriale – .

IL NUOVO PIANO DELL’OFFERTA – La soppressione della fermate a Busto non è fine a se stessa, ma rientra in un piano di migliorie sul servizio Malpensa Express. In particolare, aumenteranno le corse da/per Milano Centrale (17 nuove corse) con fermata a P.Garibaldi, Bovisa, Saronno, Busto FN). Tutti i treni da/per Milano Cadorna fermeranno esclusivamente a Bovisa e Saronno.

153 NUOVE FERMATE SUL TERRITORIO – “La nuova offerta – ha spiegato Sorte – è frutto di un lavoro congiunto Regione e Trenord e risponde all’esigenza di migliorare i collegamenti con l’aeroporto di Malpensa per Expo 2015. Basti pensare che comporterà 153 nuove fermate sul territorio. La nuova offerta garantisce infatti: – 1 treno ogni 15′ da/per Milano Bovisa tutto il giorno – 1 treno ogni 30′ da Cadorna e 30′ da Centrale/Garibaldi – Corse meglio intercalate tra loro – Tempi di percorrenza sempre uguali per tutti i servizi – nuove relazioni con Monza e Brianza, Como, Varese (grazie alla fermata Saronno) – nuove relazioni con il Passante e il ramo Brianza FN (grazie alla fermata Bovisa); – maggiore regolarità del servizio, dovuta alla migliore distribuzione dei treni sulla linea. (Ln) Per Busto Arsizio FN in particolare comporta: – 11 fermate/giorno in meno dei treni Malpensa Express – servizio Malpensa Express solo da/per P.Garibaldi e Centrale – viaggi da/per Cadorna solo con treni Milano-Novara (da aprile 2 nuove corse) o con treni Malpensa-Centrale + cambio a Bovisa.

292 CORSE AL GIORNO DA E PER BUSTO – Nel nuovo assetto i viaggiatori della città di Busto Arsizio possono far conto su 292 corse giorno (di cui 264 da/per Milano) del servizio ferroviario regionale distribuite sulle 2 stazioni presenti a Busto Arsizio (Busto FN e Busto FS) nei seguenti servizi: – 68 corse Malpensa – Milano Centrale ogni 30′ – 38 corse Novara Nord-Milano Cadorna ogni 60′ con tutte le fermate da Novara a Saronno; – 34 corse Varese-Milano P.Garibaldi ogni 60′ (ogni 30 minuti nella punta) con fermata a Gallarate, Busto FS, Legnano, Rho Fiera Expo; – 78 corse S5 ogni 30′ che oltre a Busto FS fermano da Varese a Treviglio – 28 corse Arona-Milano P.Garibaldi ogni 60′ con fermata a Rho Fiera, Busto FS, poi tutte fino ad Arona (ogni 120′ da/per Domo); – 18 corse Domodossola-Milano Centrale ogni 120′, con fermata a Rho Fiera Expo, Busto FS, Gallarate, Sesto Calende, Arona, Stresa, Verbania, Domodossola – 14 corse Malpensa-Bellinzona ogni 120′ con fermata a Ferno, Busto FN, Busto FS, Gallarate, Luino, Bellinzona – 14 corse Malpensa-Busto FS con bus ogni 120′ con fermata a Ferno, Busto.

FN BUSTO SECONDA CITTÀ LOMBARDA PER COLLEGAMENTI CON LA CENTRALE – Con questo nuovo assetto Busto perde la relazione diretta su Cadorna, ma acquista la migliore accessibilità a Milano Centrale (e quindi alla rete nazionale di lunga percorrenza e Alta Velocità) di qualsiasi altra località lombarda, compresi i capoluoghi, seconda solo a Brescia (84 collegamenti al giorno).
Malpensa airport user

MUSICA
Messaggi: 3968
Iscritto il: mar 24 nov 2009, 14:34:11

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda MUSICA » sab 14 feb 2015, 15:27:42

Mah, mi sembra che alla fine dicano sempre le stesse cose in tutti i convegni.

Bisogna fare in modo che Genova abbia le piste da sci, che a Milano ci sia il Mar Rosso e che, se il caso, in Piazza Duomo si possa costruire un piccolo aeroporto per le necessità dei negozianti di via della Spiga... no, non è una parodia. E' come ragionano-niamo tutti noi...alla fine tutti a guardare il proprio.

"Quello" che dice che è troppo presto per vedere gli effetti del piano Lupi (come dire: aspettiamo a vedere se con un'autopompa siamo riusciti a vuotare il Ticino).
Quell'altro "intelligentone" che dice che bisogna mettere più voli a lungo raggio per creare opportunità di voli alternativi...
Quell'altro che dice che è colpa del Governo... insomma: la prova di quello che dico sempre. :lol: il Sociologismo post '68. "La colpa è della Società", "...si dovrebbe, servirebbe, si faccia, si facesse...".... insomma si viene a capo di nulla perché ormai abbiamo instillato nella mente questa figura "marziana" dell' "Alter" (altro) che risolve tutto...o dovrebbe.

Il punto è che rimangono parole perché "l'Alter" è un'astratto/astrazione che nulla può. Quando dico dei risultati di certa ideologia deresponsabilizzante...non è un gioco...ecco cosa si crea a livello di mentalità. Come quelli che pensano di risolvere i problemi del denaro stampandone tanto e nuovo... se qualcuno non dice: "no, è sbagliato, perché...", automaticamente si crea questo tipo di mentalità. Quel "Qualcuno" (leggi società, il governo, il comune, il vicino di casa) dovrà fare...quindi non faccio nulla io. Quando questa mentalità viene portata sempre più in alto nella "piramide sociale" ecco dove si finisce. :ciao: Ne usciamo più...

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25532
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda I-Alex » sab 14 feb 2015, 16:21:40

Malpensa torna hub. Dei Cargo
L'annuncio del ministro Lupi venerdì 13 febbraio a Ville Ponti. "Basta demagogia, bisogna essere chiari"


Varese - Un timore e una rassicurazione. La prima è di Claudio Del Bianco, direttore delle relazioni esterne Sea, società che gestisce gli aeroporti di Malpensa e di Linate: «Ci preoccupa molto qualsiasi ipotesi di aumento di capacità di Linate».
La risposta è arrivata dal ministro dei Trasporti Maurizio Lupi a margine del Tavolo competitività e sviluppo: «Il tetto massimo dei movimenti orari sul city airport non si tocca. Abbiamo il dovere di fare sistema e oltretutto Linate ha limiti infrastrutturali. Entro un certo limite non si può andare».
Diciotto sono e diciotto rimarranno dunque i movimenti orari sul Forlanini. Parola di ministro. Potrebbe sembrare un dettaglio, all'apparenza, ma non lo è. Per Malpensa è addirittura una questione di sopravvivenza.
Perché se il decreto Lupi spaventa soltanto fino a un certo punto Sea («Stiamo monitorando costantemente gli andamenti di traffico, ma il primo dato positivo è che non è aumentata la capacità di Linate, perché chi è arrivato ha preso il posto lasciato da Alitalia», ha spiegato Del Bianco), mortale per Malpensa sarebbe invece una ulteriore liberalizzazione dei voli sul "cugino" milanese che finirebbe, questa volta per davvero, per cannibalizzare lo scalo varesino dandogli il colpo finale.
Alitalia, è ormai noto, ci prova, ma Lupi, ha dato la sua parola venerdì 13 febbraio a Varese, non è intenzionato a firmare altre concessioni oltre il decreto dello scorso ottobre che porta la sua firma.
Se con i passeggeri la strada del rilancio sarà ancora lunga e tortuosa, il settore merci è invece destinato a trainare Malpensa oltre livelli fino a poco tempo fa inimmaginabili. L'annuncio dato venerdì da Lupi - «Malpensa, Pechino e Abu Dhabi saranno i tre grandi hub cargo mondiali di Etihad» - si va ad aggiungere alle dichiarazioni del presidente di Sea, Pietro Modiano, rilasciate giovedì 12 febbraio: «Il punto di saturazione è più vicino di quanto pensassimo. Andranno rivalutati gli spazi di cargo city alla luce di uno scenario più dinamico del previsto».
Infine, i collegamenti. Sul punto Lupi è stato chiaro: «Il 2015 sarà un anno decisivo per tutti. Alitalia, come ho già ripetuto, parteciperà al rilancio di Malpensa con un aumento di voli intercontinentali, ma non è questo il punto. Bisogna essere chiari, basta con la demagogia: per il suo rilancio Malpensa deve essere collegata con il cuore nevralgico del trasporto nazionale e internazionale e questo si chiama Garibaldi-Repubblica. L'aeroporto sarà raggiungibile con l'alta velocità, compresa la Malpensa-Torino. Mi spiace tanto, ma i treni da Cadorna non passeranno più».

http://www.prealpina.it/notizie/gallara ... 060713/55/
Malpensa airport user

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2733
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda belumosi » sab 14 feb 2015, 16:41:51

I-Alex ha scritto:«Ci preoccupa molto qualsiasi ipotesi di aumento di capacità di Linate».
La risposta è arrivata dal ministro dei Trasporti Maurizio Lupi a margine del Tavolo competitività e sviluppo: «Il tetto massimo dei movimenti orari sul city airport non si tocca. Abbiamo il dovere di fare sistema e oltretutto Linate ha limiti infrastrutturali. Entro un certo limite non si può andare».
Diciotto sono e diciotto rimarranno dunque i movimenti orari sul Forlanini.
Parola di ministro.

Aeroporti: Lupi,decreto Linate valido solo per semestre Expo

mercoledì 17 settembre 2014

(ANSA) - MILANO, 17 SET - Il cosiddetto decreto Linate, che consentirà di aprire voli verso città europee 'non capitali' dall'aeroporto milanese, sarà "in funzione di Expo", valido solo per i sei mesi dell'Esposizione universale: lo ha spiegato il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, al termine di un incontro con il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e con il presidente di Sea, la società che gestisce gli aeroporti di Malpensa e Linate, Pietro Modiano. Pisapia ha consegnato a Lupi una lettera, firmata anche dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, con la richiesta che la deroga valga solo per il periodo di Expo. "Per quanto riguarda il decreto che faremo questa settimana, al massimo all'inizio della prossima - ha spiegato Lupi - è ovvio che questo sarà in funzione di Expo, non prevederà voli extra Ue e si applicherà a tutte le compagnie e non solo ad Alitalia".


http://www.regioni.it/territorio/2014/0 ... po-365101/

kco
Messaggi: 4418
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda kco » sab 14 feb 2015, 16:54:23

Il fatto che il ministro abbia specificato che non si andrá oltre i 18 movimenti ora vuol dire che verranno in breve superati. Ci si sta muovendo per farlo.

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2733
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda belumosi » sab 14 feb 2015, 16:58:23

Chissà perchè ho pensato la stessa, identica cosa.

spanna
Messaggi: 3058
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda spanna » sab 14 feb 2015, 17:05:13

perche' mai lupi dovrebbe aumentare gli slot orari a lin? Non mi risulta che prenda ordini da FR o da U2
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2733
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda belumosi » sab 14 feb 2015, 17:09:01

Mah, ho l'impressione che la cosa sarà connessa con la UE e le major. C'è stato troppo silenzio sulla porcata AZ-EY "controllata dagli italiani" e sulla mancata notifica del decreto Lupi a Bruxelles (o almeno io non ne ho avuto notizia).

kco
Messaggi: 4418
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda kco » sab 14 feb 2015, 17:14:17

spanna ha scritto:perche' mai lupi dovrebbe aumentare gli slot orari a lin? Non mi risulta che prenda ordini da FR o da U2


Prende ordini da AZ ed è quello che AZ vuole. Se le giovi o meno è tutto da discutere ma è quello che Hogan ha chiesto: parte gli è stato concesso subito, il resto a breve. Per evitare troppi casini la supposta è stata divisa in due più piccole.
Il fatto che si sia sentito in obbligo di discutere l' inamovibilità dei 18 mov/ora vuol dire che sono già circolate indiscrezioni in quel senso. A dire il vero circolano sempre più insistentemente da un pò.
A condire la cosa ci sono una serie di fantomatici progetti di rilancio che non sarebbe necessario sventolare ai 4 venti se non per tenere buono qualcuno: che bisogno ha Lupi di andare a dire che tutti i treni andranno a Garibaldi?! Non è lui a decidere. Che bisogno ha di sfanfarare progetti di connessioni AV. Ogni 3 mesi tira fuori nuovi progetti ognuno più ridicolo del precedente. Sta solo producendo carta per tenere buoni regione e SEA.
La realtà è che non ha bisogno di mansire nessuno ormai se non hai intenzione di fregarlo di nuovo. Prepararsi a 30 mov/ora.

spanna
Messaggi: 3058
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda spanna » sab 14 feb 2015, 17:35:33

kco ha scritto:Prende ordini da AZ ed è quello che AZ vuole. Se le giovi o meno è tutto da discutere ma è quello che Hogan ha chiesto: parte gli è stato concesso subito, il resto a breve. Per evitare troppi casini la supposta è stata divisa in due più piccole.

a me risulta che hogan abbia chiesto la liberalizzazione delle destinazioni, non l'aumento degli slot. L'aumento degli slot favorirebbe chi su linate non ne ha, FR in primis, e dubito molto che AZ trarrebbe giovamento da un ingresso in forze di FR.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...

spanna
Messaggi: 3058
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda spanna » sab 14 feb 2015, 17:37:03

belumosi ha scritto:Mah, ho l'impressione che la cosa sarà connessa con la UE e le major. C'è stato troppo silenzio sulla porcata AZ-EY "controllata dagli italiani" e sulla mancata notifica del decreto Lupi a Bruxelles (o almeno io non ne ho avuto notizia).

in questo caso lupi ha ragione, non e' lui che aumenta gli slot, e' la UE
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2733
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda belumosi » sab 14 feb 2015, 17:37:53

kco ha scritto:
spanna ha scritto:perche' mai lupi dovrebbe aumentare gli slot orari a lin? Non mi risulta che prenda ordini da FR o da U2


Prende ordini da AZ ed è quello che AZ vuole. Se le giovi o meno è tutto da discutere ma è quello che Hogan ha chiesto: parte gli è stato concesso subito, il resto a breve. Per evitare troppi casini la supposta è stata divisa in due più piccole.
Il fatto che si sia sentito in obbligo di discutere l' inamovibilità dei 18 mov/ora vuol dire che sono già circolate indiscrezioni in quel senso. A dire il vero circolano sempre più insistentemente da un pò.
A condire la cosa ci sono una serie di fantomatici progetti di rilancio che non sarebbe necessario sventolare ai 4 venti se non per tenere buono qualcuno: che bisogno ha Lupi di andare a dire che tutti i treni andranno a Garibaldi?! Non è lui a decidere. Che bisogno ha di sfanfarare progetti di connessioni AV. Ogni 3 mesi tira fuori nuovi progetti ognuno più ridicolo del precedente. Sta solo producendo carta per tenere buoni regione e SEA.
La realtà è che non ha bisogno di mansire nessuno ormai se non hai intenzione di fregarlo di nuovo. Prepararsi a 30 mov/ora.

Non credo che siano AZ o EY a spingere per un aumento dei movimenti. Hanno già più slot di quelli che riescono ad usare con profitto, semmai potrebbe far loro comodo l'abolizione delle restrizioni ai movimenti extra UE e all'uso dei WB, ma non vedo vantaggi nell'aumentare i movimenti.
Sono gli altri che stanno rosicando vedendo l'Idroscalo asservito a voli "importanti" come quelli per le isole greche, ma off limits per chi non è "amico" di AZ (o IG), al netto degli slot di cui possono già ora disporre. E il fatto che i 18 m/h siano un limite esclusivamente politico, ha sicuramente il suo peso.

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2733
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda belumosi » sab 14 feb 2015, 17:42:06

spanna ha scritto:
belumosi ha scritto:Mah, ho l'impressione che la cosa sarà connessa con la UE e le major. C'è stato troppo silenzio sulla porcata AZ-EY "controllata dagli italiani" e sulla mancata notifica del decreto Lupi a Bruxelles (o almeno io non ne ho avuto notizia).

in questo caso lupi ha ragione, non e' lui che aumenta gli slot, e' la UE

Esatto. Proprio come i licenziamenti in AZ erano stati imposti da EY. E gli italiani, dal pdr a scendere, non hanno potuto farci nulla se non allargare le braccia.
Se un domani arriverà qualche imposizione di terzi per aumentare i movimenti a LIN, sarà nuovamente una mano fatale contro la quale nulla si potrà fare.

spanna
Messaggi: 3058
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda spanna » sab 14 feb 2015, 18:14:03

belumosi ha scritto:
spanna ha scritto:
belumosi ha scritto:Mah, ho l'impressione che la cosa sarà connessa con la UE e le major. C'è stato troppo silenzio sulla porcata AZ-EY "controllata dagli italiani" e sulla mancata notifica del decreto Lupi a Bruxelles (o almeno io non ne ho avuto notizia).

in questo caso lupi ha ragione, non e' lui che aumenta gli slot, e' la UE

Esatto. Proprio come i licenziamenti in AZ erano stati imposti da EY. E gli italiani, dal pdr a scendere, non hanno potuto farci nulla se non allargare le braccia.
Se un domani arriverà qualche imposizione di terzi per aumentare i movimenti a LIN, sarà nuovamente una mano fatale contro la quale nulla si potrà fare.

beh, se dovesse arrivare un aumento di slot su linate, personalmente non avrei nulla in contrario, non farebbe altro che accelerare la dipartita di alitalia che e' l'ostacolo piu' grosso al rilancio di mxp. Via alitalia da milano, i milanesi potrebbero cominciare a gestire i loro scali in autonomia dalla politica romana. E allora molte cose potrebbero succedere.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...

grandemilano
Messaggi: 964
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 14 feb 2015, 19:19:03

spanna ha scritto:beh, se dovesse arrivare un aumento di slot su linate, personalmente non avrei nulla in contrario, non farebbe altro che accelerare la dipartita di alitalia che e' l'ostacolo piu' grosso al rilancio di mxp. Via alitalia da milano, i milanesi potrebbero cominciare a gestire i loro scali in autonomia dalla politica romana. E allora molte cose potrebbero succedere.


Appunto. Si parla tanto di malpensa e malpensa. Ma in caso di aumento dei movimenti a Linate la prima a rimetterci sarà proprio alitalia stessa. Pace all'anima sua...

KL63
Messaggi: 2512
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda KL63 » sab 14 feb 2015, 19:33:06

La parola di questo dipendente di Alitalia, alias ministro, vale meno della carta igienica usata. Detto questo non vedo quale vantaggio trarrebbe Alitalia da un aumento dei movimenti orari, altro sarebbe, forse, come scrivevo scettico altrove, se ci fosse una liberalizzazione delle destinazioni. Certo se allora avesse dei 787 e potesse piazzare un linate jfk o Abu dhabi, anche a stiva vuota, forse gli andrebbe bene, ma ci sarebbe la rivoluzione di tutti gli altri.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25532
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda I-Alex » sab 14 feb 2015, 23:25:36

Articolo di oggi su La Prealpina

Immagine

Immagine
Malpensa airport user

kco
Messaggi: 4418
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda kco » dom 15 feb 2015, 10:29:46

Lupi sta scaricando la situazione pessima di malpensa su regione e comuni che non hanno portato tutti i treni a Garibaldi. Non sta dicendo che verrà fatto sta facendo solo lo scarica barile. Su treni AV diretti a MXP non mi esprimo per decenza.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25532
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda I-Alex » dom 15 feb 2015, 11:06:15

Del resto è la Regione che non vuole spostare tutto a Garibaldi
Il primo nemico di Malpensa è sempre stato comune Milano e Regione Lombardia che guai a toccar Linate, è giusto che si prendano le loro responsabilità del fallimento
Malpensa airport user

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda FlyCX » lun 16 feb 2015, 10:00:15

belumosi ha scritto:
I-Alex ha scritto:«Ci preoccupa molto qualsiasi ipotesi di aumento di capacità di Linate».
La risposta è arrivata dal ministro dei Trasporti Maurizio Lupi a margine del Tavolo competitività e sviluppo: «Il tetto massimo dei movimenti orari sul city airport non si tocca. Abbiamo il dovere di fare sistema e oltretutto Linate ha limiti infrastrutturali. Entro un certo limite non si può andare».
Diciotto sono e diciotto rimarranno dunque i movimenti orari sul Forlanini.
Parola di ministro.

Aeroporti: Lupi,decreto Linate valido solo per semestre Expo

mercoledì 17 settembre 2014

(ANSA) - MILANO, 17 SET - Il cosiddetto decreto Linate, che consentirà di aprire voli verso città europee 'non capitali' dall'aeroporto milanese, sarà "in funzione di Expo", valido solo per i sei mesi dell'Esposizione universale: lo ha spiegato il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, al termine di un incontro con il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e con il presidente di Sea, la società che gestisce gli aeroporti di Malpensa e Linate, Pietro Modiano. Pisapia ha consegnato a Lupi una lettera, firmata anche dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, con la richiesta che la deroga valga solo per il periodo di Expo. "Per quanto riguarda il decreto che faremo questa settimana, al massimo all'inizio della prossima - ha spiegato Lupi - è ovvio che questo sarà in funzione di Expo, non prevederà voli extra Ue e si applicherà a tutte le compagnie e non solo ad Alitalia".


http://www.regioni.it/territorio/2014/0 ... po-365101/

Non so voi, ma io non posso far altro che gesti scaramantici :azz:

Comunque sul limite di 18 movimenti ora ho un minimo di speranza: se volevano farlo saltare l'avrebbero già fatto col decreto Lupi.
Aumentare i movimenti non è nell'interesse di AZ/EY e se qualcosa andasse storto, a qualcuno rimane il cerino in mano. Mi sembra troppo per aspettarsi mosse avventate.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda FlyCX » lun 16 feb 2015, 10:03:26

I-Alex ha scritto:...
292 CORSE AL GIORNO DA E PER BUSTO – Nel nuovo assetto i viaggiatori della città di Busto Arsizio possono far conto su 292 corse giorno (di cui 264 da/per Milano) del servizio ferroviario regionale distribuite sulle 2 stazioni presenti a Busto Arsizio (Busto FN e Busto FS) nei seguenti servizi: – 68 corse Malpensa – Milano Centrale ogni 30′ – 38 corse Novara Nord-Milano Cadorna ogni 60′ con tutte le fermate da Novara a Saronno; – 34 corse Varese-Milano P.Garibaldi ogni 60′ (ogni 30 minuti nella punta) con fermata a Gallarate, Busto FS, Legnano, Rho Fiera Expo; – 78 corse S5 ogni 30′ che oltre a Busto FS fermano da Varese a Treviglio – 28 corse Arona-Milano P.Garibaldi ogni 60′ con fermata a Rho Fiera, Busto FS, poi tutte fino ad Arona (ogni 120′ da/per Domo); – 18 corse Domodossola-Milano Centrale ogni 120′, con fermata a Rho Fiera Expo, Busto FS, Gallarate, Sesto Calende, Arona, Stresa, Verbania, Domodossola – 14 corse Malpensa-Bellinzona ogni 120′ con fermata a Ferno, Busto FN, Busto FS, Gallarate, Luino, Bellinzona – 14 corse Malpensa-Busto FS con bus ogni 120′ con fermata a Ferno, Busto.

FN BUSTO SECONDA CITTÀ LOMBARDA PER COLLEGAMENTI CON LA CENTRALE – Con questo nuovo assetto Busto perde la relazione diretta su Cadorna, ma acquista la migliore accessibilità a Milano Centrale (e quindi alla rete nazionale di lunga percorrenza e Alta Velocità) di qualsiasi altra località lombarda, compresi i capoluoghi, seconda solo a Brescia (84 collegamenti al giorno).

Dopo queste premesse, vedo fattibile un prossimo passaggio con l'unificazione dei MXP Express a Garibaldi.
Tra l'altro mantenedo anche solo le fermate a Bovisa o a Saronno, Cadorna sarebbe raggiungibile con un solo cambio, anche per i passeggeri aeroportuali.

SEA deve contunuare a far pressing.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

easyMXP
Messaggi: 4162
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda easyMXP » lun 16 feb 2015, 10:42:34

Mettici anche questo:
I-Alex ha scritto:Farioli ha poi così precisato: «Busto Arsizio non si è mossa per lesa maestà e da noi non è mai nato un comitato. Ma la scelta di portare tutto su Garibaldi crea un danno enorme alla foresta dei pendolari che è formata da oltre 800 persone»

I-Alex ha scritto:IL MALPENSA EXPRESS A BUSTO Durante il Tavolo, è stata affrontata anche la questione del Malpensa Express a Busto Arsizio. “Oggi gli utilizzatori del Mxp-Cadorna – ha detto Sorte – rappresentano il 10,5 per cento dei viaggiatori totali ‘prodotti’ dalla città di Busto in un giorno feriale – .

Con quei numeri, il servizio da Busto a Milano, anche senza MXP-Cadorna, è difficilmente contestabile. Mettendo insieme le 2 stazioni Busto ha un servizio fin sovra-dimensionato (rispetto al resto della Lombardia) per 8000 pendolari al giorno, di cui 800 con MXP Express.
Sorte sembra proprio dire "piantatela di lamentarvi, perché siete messi comunque molto meglio di altri". Il "danno enorme" è scendere a Bovisa e prendere il primo treno utile per Cadorna, tra 4 e 10 minuti dopo (quando va male).

S62
Messaggi: 658
Iscritto il: gio 20 nov 2008, 08:59:59

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda S62 » lun 16 feb 2015, 11:47:37

ed io che se devo andare a milano sulla luino-milano ho un treno ogni ora se va bene???


mamma mia come si lamentano per nulla!!!!
é vero che salire sui regionali a busto/legnano è quasi impossibile alle 7:30/8:00 del mattino.

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: Varese 13feb2015: tavolo provinciale competività

Messaggio da leggereda FlyCX » lun 16 feb 2015, 11:59:27

easyMXP ha scritto:...
Sorte sembra proprio dire "piantatela di lamentarvi, perché siete messi comunque molto meglio di altri". Il "danno enorme" è scendere a Bovisa e prendere il primo treno utile per Cadorna, tra 4 e 10 minuti dopo (quando va male).

Che è un messaggio abbatanza inedito.
Bello fargli vedere con i numeri che solo Brescia è collegata megli oa Centrale, ma tanti sono FB ben piu' cari dei regionali e del MXP Exp da Busto. Poi Brescia è pure un tantinello piu' grande di Busto (piu' del doppio).

Ci sono davvero tanti posti serviti peggio di Busto che non sono altrettanto capricciosi: Mantova, Arona, Abbiategrasso/Mortara ...
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa


Torna a “NOVITA'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 31 ospiti