Terremoto ai vertici AIR ITALY

presentazione e sviluppo attività di AIR ITALY (by Meridiana e Qatar Airways)
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare esclusivamente tutti gli argomenti inerenti la nuova AIRITALY dopo la presentazione del piano industriale avvenuta il 19 Febbraio 2018
Avatar utente
GinoPino
Messaggi: 157
Iscritto il: ven 27 lug 2012, 14:02:21

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda GinoPino » gio 04 ott 2018, 08:14:14

Secondo voi non può essere una mossa voluta dall’interno ?? Questo Dimitrov non era un ex Qatar?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

canadian#affairs
Messaggi: 1178
Iscritto il: dom 30 nov 2008, 11:25:20

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda canadian#affairs » gio 04 ott 2018, 09:01:56

GinoPino ha scritto:Secondo voi non può essere una mossa voluta dall’interno ?? Questo Dimitrov non era un ex Qatar?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Sicuramente è noto in Qatar.
Negli ultimi anni si è alternato tra WestJet (2011-2012-2013), Qatar Airways (2014-2015-2016-2017), poi di nuovo in WestJet un altro anno (da maggio '17 a maggio di quest'anno quando è entrato in Air Italy).
Dovrebbe essere tra l'altro proprio canadese, probabilmente di origine russa.

Ha maturato esperienza nella gestione del personale, nella qualità dei servizi a bordo, nel lancio di nuovi interni, il catering etc
Mi sembra però la prima volta che assuma un ruolo di questo tipo, di COO.

https://apex.aero/2017/05/11/rossen-dim ... ce-officer


Comunque lasciando perdere i 3 ex Meridiana di cui si è già detto, e posto che il "lascia per ragioni personali" di Mills serve giusto a non stonare in un comunicato stampa, quali le ragioni reali per l'uscita di quest'ultimo?
Il suo nome, quale sorta di nuovo direttore generale, era stato partorito dopo un'attenta analisi, così dicevano, tra vari CV e colloqui.
Infatti il suo incarico arrivò solo a fine aprile, due mesi dopo la presentazione del nuovo progetto.
Chi lo aveva individuato e selezionato costui? Dopo 5 mesi era inadeguato?

KittyHawk
Messaggi: 4550
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda KittyHawk » gio 04 ott 2018, 09:09:47

Air Italy è partita poco prima della stagione estiva, il periodo dell'anno in cui si fanno i soldi. Cambiare tutto a febbraio era impensabile, a meno di non volersi creare dei problemi.
Secondo me i qatarioti hanno messo dentro qualcuno di fiducia per osservare e riferire, capire chi tenere e chi sostituire e apprendere il funzionamento della macchina isolana. Ora, con la stagione invernale alle porte e minori rischi, si può procedere al vero cambiamento.
Nulla di diverso di quanto accade quando un'azienda cambia proprietà e si installano i nuovi padroni, o più semplicemente un dipartimento cambia direttore. Per qualche mese c'è una calma apparente, ma i più furbi capiscono che l'andazzo è variato e che sono sotto osservazione, i più "ingenui" continuano come se tutto fosse rimasto come prima, tranne accorgersene quando ormai è troppo tardi.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25401
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda I-Alex » gio 04 ott 2018, 09:46:20

Il tuo discorso potrebbe aver senso se:

- non sei alla vigilia della Winter (tipico periodo di morbida) con un network invernale in continuo cambiamento e una Summer 2019 da inventare
- non stai perdendo quasi il triplo (o forse anche più) di quanto programmato
- non lasci la compagnia in mano al capo del servizio cabina (catering, qualità AA bordo, etc).

Mi aspetto entro 15gg un valido nome (a influenza qatariota) che sostituica Mills, dovesse rimanere in mano a Dimitrov mi puzza
Malpensa airport user

romaneeconti
Messaggi: 1914
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda romaneeconti » gio 04 ott 2018, 09:50:17

Chiuderanno entro l'estate.

Mattia
Messaggi: 2272
Iscritto il: sab 29 dic 2007, 14:35:09

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda Mattia » gio 04 ott 2018, 10:11:31

se è vero che stanno perdendo il triplo o più di quanto programmato, e con i soliti ostacoli di ogni tipo per chi non si chiami Alitalia, sto progetto temo faccia una brutta fine in poco tempo, anche perchè oltretutto nemmeno da OW le porte siano spalancate, anzi

romaneeconti
Messaggi: 1914
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda romaneeconti » gio 04 ott 2018, 10:18:57

...intanto stiamo a vedere se arriva il quinto A330 programmato….

kco
Messaggi: 4344
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda kco » gio 04 ott 2018, 10:24:53

Mattia ha scritto:se è vero che stanno perdendo il triplo o più di quanto programmato, e con i soliti ostacoli di ogni tipo per chi non si chiami Alitalia, sto progetto temo faccia una brutta fine in poco tempo, anche perchè oltretutto nemmeno da OW le porte siano spalancate, anzi
Quoto

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12256
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda malpensante » gio 04 ott 2018, 10:34:56

I-Alex ha scritto:Mi aspetto entro 15gg un valido nome (a influenza qatariota) che sostituica Mills, dovesse rimanere in mano a Dimitrov mi puzza

Non ci vuole uno bravo, ci vuole uno molto molto bravo.

Come è già accaduto con altri vettori blasonati, si arriva in Italia e, pensando di essere molto fighi e avere tanti soldi, al contrario delle linee aeree nazionali pezzenti, si è certi che sarà una passeggiata. Finora però il risultato è sempre stato quello del Bollettino Diaz:

I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti del mondo risalgono in disordine e senza
speranza le valli, che avevano disceso con orgogliosa sicurezza.


Lufthansa, Etihad, adesso anche Qatar?
And Malpensa is going to be our Hub

Flo
Messaggi: 483
Iscritto il: ven 14 nov 2008, 17:44:33

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda Flo » gio 04 ott 2018, 10:41:21

Dopo solo 5 mesi di attività siamo a questi livelli?
.. considerando pure che giugno/luglio/agosto sono pure stati mesi interessanti per i riempimenti.

Come si muoverà adesso QR? Quali strategie adotterà?

Dite che la situazione è già molto critica e stanno pensando al peggio?

Se così fosse, ancora una volta siamo alla dimostrazione che in italia è meglio non investire.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12256
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda malpensante » gio 04 ott 2018, 10:52:21

Parliamo di Linate?

Linate nel 1998 andava chiuso perché altrimenti non ci sarebbero stati abbastanza passeggeri per riempire gli aerei per Malpensa, passeggeri in aggiunta a quelli in transito.

Ora, vi sembra che nel 2018 non ci siano abbastanza passeggeri da Napoli, Palermo, Catania e Lamezia per riempire aerei a Malpensa e a Bergamo? Che per Ryanair e easyJet sia un problema? I loro Load Factor superano il 90%. (Malpensa-Fiumicino è un discorso a parte, il volo Alitalia ha un 60% di passeggeri in transito).

Tirando le somme, i voli per New York e Miami d'estate si sono riempiti bene. Svendendo? Se sei l'Emiro del Qatar non è un problema, almeno per un po' di tempo.

Non va bene invece che i voli dal sud Italia a Malpensa abbiano trasportato aria. L'obiettivo minimo è che, sbracando sui prezzi, siano pieni come quelli della concorrenza. Siccome i numeri sono a disposizione di tutti nel mestiere, il traffico intercontinentale da e per il sud Italia è insignificante, con la piccola eccezione di Napoli e un po' Palermo verso New York, d'estate, non è una novità.

Quindi a che cosa servono i feed a Malpensa dal sud, se tra l'altro hai solo due voli intercontinentali due da offrire? Quei voli possono servire a fare uno, due, cinque transiti ciascuno ai vettori intercontinentali che atterrano a Malpensa, ma io non vedo transiti sui feed Air Italy da nessun altro vettore.

Questi problemi sono evidenti anche all'osservatore più superficiale come me, voglio vedere se e quando li risolveranno ed è meglio che li risolvano subito.
And Malpensa is going to be our Hub

Avatar utente
D960
Messaggi: 805
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda D960 » gio 04 ott 2018, 11:08:33

Con un nazionale corroso dalle low cost nel nostro Paese è chiaro che tutto sia più difficile. Mi domando per quale motivo non hanno stretto da subito interline con un ventaglio di compagnie più numeroso, posto che l'entrata in OneWorld - se accadrà - avrebbe impiegato più tempo.
BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-MXP-MUC-OLB-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

Avatar utente
Tulkas
Messaggi: 493
Iscritto il: gio 15 mag 2008, 10:12:16

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda Tulkas » gio 04 ott 2018, 11:11:17

Gli accordi bisogna farli in due, non è detto che abbiano trovato compagnie interessate a lavorare con una compagnia di fatto nuova e senza avere certezze sulla sua affidabilità.

kco
Messaggi: 4344
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda kco » gio 04 ott 2018, 11:46:16

malpensante ha scritto:Parliamo di Linate?

Linate nel 1998 andava chiuso perché altrimenti non ci sarebbero stati abbastanza passeggeri per riempire gli aerei per Malpensa, passeggeri in aggiunta a quelli in transito.

Ora, vi sembra che nel 2018 non ci siano abbastanza passeggeri da Napoli, Palermo, Catania e Lamezia per riempire aerei a Malpensa e a Bergamo? Che per Ryanair e easyJet sia un problema? I loro Load Factor superano il 90%. (Malpensa-Fiumicino è un discorso a parte, il volo Alitalia ha un 60% di passeggeri in transito).

Tirando le somme, i voli per New York e Miami d'estate si sono riempiti bene. Svendendo? Se sei l'Emiro del Qatar non è un problema, almeno per un po' di tempo.

Non va bene invece che i voli dal sud Italia a Malpensa abbiano trasportato aria. L'obiettivo minimo è che, sbracando sui prezzi, siano pieni come quelli della concorrenza. Siccome i numeri sono a disposizione di tutti nel mestiere, il traffico intercontinentale da e per il sud Italia è insignificante, con la piccola eccezione di Napoli e un po' Palermo verso New York, d'estate, non è una novità.

Quindi a che cosa servono i feed a Malpensa dal sud, se tra l'altro hai solo due voli intercontinentali due da offrire? Quei voli possono servire a fare uno, due, cinque transiti ciascuno ai vettori intercontinentali che atterrano a Malpensa, ma io non vedo transiti sui feed Air Italy da nessun altro vettore.

Questi problemi sono evidenti anche all'osservatore più superficiale come me, voglio vedere se e quando li risolveranno ed è meglio che li risolvano subito.
Da Mxp e BGY si riempe vendendo come una low cost e organizzati come un low cost. Ma fare gubbing ha costi superiori.
Detto questo se i voli per il sud non vanno bene IG da dove dovrebbe attingere perché le fonti qui scarseggiano...

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12256
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda malpensante » gio 04 ott 2018, 11:59:39

Guarda che il problema non è di costi, è che i voli dal sud e da Roma sono vuoti.
And Malpensa is going to be our Hub

Avatar utente
D960
Messaggi: 805
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda D960 » gio 04 ott 2018, 12:03:35

malpensante ha scritto:Guarda che il problema non è di costi, è che i voli dal sud e da Roma sono vuoti.


Nel senso che i voli Sud-MXP sono vuoti e quelli MXP-Sud sono pieni?
BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-MXP-MUC-OLB-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

KL63
Messaggi: 2494
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda KL63 » gio 04 ott 2018, 12:05:59

Scusate ma ci sono dati effetivi che indichino che le perdite sono il triplo o addiritura il quadruplo rispetto a quanto preventivato? O sono supposizioni o sentito dire?
Penso che sia Sua Altezza ecc. che l'altro 51% avessero messo in conto perdite ingenti per i primi anni.
Certamente non ho capito l'idea di aprire solo destinazioni già coperte da altri, passi per la JFK ma Miami, BKK e Delhi sono già ampiamente coperte e poi partire con i feed da destinazioni tipo SUF che sinceramente non mi pare generino grandi quantità di traffico, forse sarebbe piuttosto partire con Bari o Brindisi piuttosto o con qualche città europea dove non ci sia un hub di terzi. Esempio DUS o Amburgo o Manchester pensando all'India. Alcune scelte mi sono parse veramente incomprensibili. Ad esempio dato che con IB ci sono già rapporti conoslidati per l'affitto degli slot su Lin perchè non fare un accordo di cs per i voli sull'India?

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12256
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda malpensante » gio 04 ott 2018, 12:06:21

D960 ha scritto:
malpensante ha scritto:Guarda che il problema non è di costi, è che i voli dal sud e da Roma sono vuoti.

Nel senso che i voli Sud-MXP sono vuoti e quelli MXP-Sud sono pieni?

No, hanno riempimenti bassi in tutt'e due le direzioni.
And Malpensa is going to be our Hub

kco
Messaggi: 4344
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda kco » gio 04 ott 2018, 12:09:52

malpensante ha scritto:
D960 ha scritto:
malpensante ha scritto:Guarda che il problema non è di costi, è che i voli dal sud e da Roma sono vuoti.

Nel senso che i voli Sud-MXP sono vuoti e quelli MXP-Sud sono pieni?

No, hanno riempimenti bassi in tutt'e due le direzioni.
Certo sei in concorrenza con due delle LC più potenti del pianeta che hanno sede a Mxp. Su Roma e Napoli poi il treno fa strage. Gli spazi per il p2p intercontinentale sono stati occupati già da altri con sede altrove.
Se metti piede a Mxp devi avere la forza di scalzare l esistente se no sei morto. Il tutto condito con Ow che ti gioca contro.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk

Avatar utente
Tulkas
Messaggi: 493
Iscritto il: gio 15 mag 2008, 10:12:16

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda Tulkas » gio 04 ott 2018, 12:14:02

malpensante ha scritto:No, hanno riempimenti bassi in tutt'e due le direzioni.

Se sono vuoti e non apportano feed significativi andrebbero chiusi e semmai riaperti in futuro quando ci saranno molti più voli da alimentare. In questa fase non servono a fare hub, occupano inutilelmente macchine e drenano liquidità per niente.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12256
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda malpensante » gio 04 ott 2018, 12:15:32

KL63 ha scritto:Certamente non ho capito l'idea di aprire solo destinazioni già coperte da altri, passi per la JFK ma Miami, BKK e Delhi sono già ampiamente coperte

Da Milano a Miami il volo diretto AA si prendeva solo metà del traffico, per Bangkok Thai ne ha appena un terzo. Il resto dei passeggeri fa scalo, non tanto per partire da Linate, ma per risparmiare. C'è opportunità per chi offre tariffe buone e volo diretto, come già si è visto con Emirates per New York, naturalmente per quelle destinazioni che hanno un'alta elasticità al prezzo, se offri voli quasi gratis per Milwakee e Tiruchirapalli non funziona.

Delhi va vista in ottica transiti fra India e Nordamerica, non per il solo mercato italiano.
And Malpensa is going to be our Hub

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12256
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda malpensante » gio 04 ott 2018, 12:16:44

Tulkas ha scritto:
malpensante ha scritto:No, hanno riempimenti bassi in tutt'e due le direzioni.

Se sono vuoti e non apportano feed significativi andrebbero chiusi e semmai riaperti in futuro quando ci saranno molti più voli da alimentare. In questa fase non servono a fare hub, occupano inutilelmente macchine e drenano liquidità per niente.

Quoto. Va tenuta Roma, ma con un'altra macchina.
And Malpensa is going to be our Hub

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12256
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda malpensante » gio 04 ott 2018, 12:22:42

kco ha scritto:Certo sei in concorrenza con due delle LC più potenti del pianeta che hanno sede a Mxp. Su Roma e Napoli poi il treno fa strage. Gli spazi per il p2p intercontinentale sono stati occupati già da altri con sede altrove.
Se metti piede a Mxp devi avere la forza di scalzare l esistente se no sei morto. Il tutto condito con Ow che ti gioca contro.

Distinguiamo fra un problema di costi/ricavi e un problema di riempimenti.

E' lapalissiano che sul p-t-p rispetto alle low cost perdi soldi, anche se Air Italy non ha la struttura elefantiaca di Alitalia. Ti dovresti rifare con i transiti, proprio come succede sulla tratta Milano-Madrid, dove ci sono sia legacy che low cost.

Però devi almeno riempire gli aerei, a costo di vendere i sedili a 0,99 euro come faceva Ryanair. Per farlo però devi avere voli alla stessa ora tutti i giorni, non è come il Bergamo-Fez in cui Ryanair ha il monopolio e lo fa 2xw, hai contro Alitalia, Ryanair e easyJet che offrono multiple frequenze tutti i giorni sulle destinazioni sud e isole.
And Malpensa is going to be our Hub

rommix
Messaggi: 930
Iscritto il: mar 08 apr 2008, 11:28:59

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda rommix » gio 04 ott 2018, 12:28:42

malpensante ha scritto:
Tulkas ha scritto:
malpensante ha scritto:No, hanno riempimenti bassi in tutt'e due le direzioni.

Se sono vuoti e non apportano feed significativi andrebbero chiusi e semmai riaperti in futuro quando ci saranno molti più voli da alimentare. In questa fase non servono a fare hub, occupano inutilelmente macchine e drenano liquidità per niente.

Quoto. Va tenuta Roma, ma con un'altra macchina.


che però oggi IG non ha...e non ci sara nemmeno nel medio termine

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12256
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano Linate

Re: Terremoto ai vertici AIR ITALY

Messaggio da leggereda malpensante » gio 04 ott 2018, 12:41:17

Air Italy sta per dare in wet lease a Finnair un 330, non ci vuole molto a procurarsi un Embraer, che farebbe comodo anche per Venezia e Firenze e magari Bologna, quando ci saranno voli per Hong Kong e Shanghai.
Sono macchine con alti costi, ma non stanno andando a ruba e le tratte sono corte, per non parlare degli ATR, che andrebbero bene lo stesso.
And Malpensa is going to be our Hub


Torna a “AIR ITALY”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti