Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

le news dei vettori con Coa italiano
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare gli argomenti che riguardano i vettori con COA italiano
I-GABE
Messaggi: 3555
Iscritto il: sab 23 mag 2009, 18:35:41
Località: London, UK

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda I-GABE » lun 03 giu 2024, 22:13:45

belumosi ha scritto:Visto che ultimamente sta prendendo piede la vulgata che le le varie JV avrebbero smesso di farsi concorrenza e starebbero taglieggiando i passeggeri, credo sia illuminante leggere le previsioni IATA per il 2024, peraltro riviste al rialzo.
Scusa la domanda, ma dove avresti letto che le varie JV starebbero facendo cartello?


Sent from my iPhone using Tapatalk

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 4329
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda belumosi » lun 03 giu 2024, 22:31:18

KittyHawk ha scritto: mar 28 mag 2024, 15:31:31
maclover ha scritto: mar 28 mag 2024, 14:41:03
KittyHawk ha scritto: mar 28 mag 2024, 14:17:26 Che le 3 JV si possano mettere informalmente d'accordo per non pestarsi i piedi a vicenda e stabilire i prezzi che vogliono non è difficile da immaginare, con buona pace della concorrenza.
L’ho già chiesto diverse volte, senza avere purtroppo neppure una risposta.
Dove sta il problema di concorrenza?
O quanto meno i aspettate di pagare un volo per gli USA?

Perché al netto di chi pretenderebbe di fare S. Ambrogio a NY a 199€ e le vacanze estive a LA a 299€, inframezzate da weekend in Sardegna a 39€, sono davvero curioso di capire dove stia il problema di concorrenza.
Mai sentito parlare di cartelli, e non intendo quelli stradali?
Un esempio a caso, ma basta leggere le ultime pagine del 3d per osservare che è una percezione sentita da vari forumisti.

easyMXP
Messaggi: 5791
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda easyMXP » mar 04 giu 2024, 00:11:15

belumosi ha scritto: lun 03 giu 2024, 22:08:44 Visto che ultimamente sta prendendo piede la vulgata che le le varie JV avrebbero smesso di farsi concorrenza e starebbero taglieggiando i passeggeri, credo sia illuminante leggere le previsioni IATA per il 2024, peraltro riviste al rialzo. Da notare i margini percentuali di utile rispetto al revenue e l'utile per pax.
Vorrei farti notare che hai postato valori medi per area geografica, che nulla dicono dei profitti per passeggero delle JV sul mercato transatlantico.

KittyHawk
Messaggi: 6593
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 04 giu 2024, 01:08:04

belumosi ha scritto: lun 03 giu 2024, 22:31:18
KittyHawk ha scritto: mar 28 mag 2024, 15:31:31
maclover ha scritto: mar 28 mag 2024, 14:41:03
KittyHawk ha scritto: mar 28 mag 2024, 14:17:26 Che le 3 JV si possano mettere informalmente d'accordo per non pestarsi i piedi a vicenda e stabilire i prezzi che vogliono non è difficile da immaginare, con buona pace della concorrenza.
L’ho già chiesto diverse volte, senza avere purtroppo neppure una risposta.
Dove sta il problema di concorrenza?
O quanto meno i aspettate di pagare un volo per gli USA?

Perché al netto di chi pretenderebbe di fare S. Ambrogio a NY a 199€ e le vacanze estive a LA a 299€, inframezzate da weekend in Sardegna a 39€, sono davvero curioso di capire dove stia il problema di concorrenza.
Mai sentito parlare di cartelli, e non intendo quelli stradali?
Un esempio a caso, ma basta leggere le ultime pagine del 3d per osservare che è una percezione sentita da vari forumisti.
Visto che sono stato tirato in ballo, è bene precisare che non sto affermando che c'è un cartello, ma che ci sono le premesse perché ciò possa accadere. Se ci sono pochissimi grandi attori un modus vivendi ai vertici lo si trova, senza pestarsi i piedi. Che ciò accadrà non è ovviamente una certezza, come non lo è il suo contrario.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 19225
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda malpensante » mar 04 giu 2024, 08:17:34

Il modus vivendi si trova facilmente quando i mercati sono segmentati.

Nei supermercati dove si vende Dixan si vende anche Dash, ma non è lo stesso negli aeroporti, perché è improbabile che a Catania l’offerta di voli Star Alliance + ITA si confronterà con una pari offerta SkyTeam o oneworld, una volta raggiunto l’accordo italo-tedesco.

Non è solo questione di cartello, ma di sfere di influenza. L’accordo con LH sposta enormemente il punto di equilibrio attuale, dove l’appartenenza di AZ a SkyTeam era controbilanciato dal prevalere assoluto di LH nel ricco nordest.

L’importanza di SkyTeam diminuirebbe drasticamente e peggio sarebbe se LH sviluppasse il fin qui sottosviluppato Fiumicino o, nel lungo periodo, magari anche l’aeroporto della brughiera.

gabbozzo
Messaggi: 789
Iscritto il: mer 10 ott 2018, 19:12:34

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda gabbozzo » mar 04 giu 2024, 10:32:27

Credo che questi due messaggi riassumano i ragionamenti dell'antitrust.
Teniamo conto che che in commissione hanno accesso ad altri dati e competenze oltre alla ricerca voli su Skyscanner per fare valutazioni.
Poi resto anche io dell'idea che fa strano per il senso comune sentire parlare di problemi di concorrenza sulla BLQ-JFK quando da BLQ FR è in monopolio praticamente su tutte le rotte, o in Germania sul mercato interno non c'è altro operatore che LH/EW.
Purtroppo la normativa antitrust è molto complessa e difficilmente applicabile al pregresso salvo casi di cartello per cui si cerca di controllare il nuovo.
KittyHawk ha scritto: Visto che sono stato tirato in ballo, è bene precisare che non sto affermando che c'è un cartello, ma che ci sono le premesse perché ciò possa accadere. Se ci sono pochissimi grandi attori un modus vivendi ai vertici lo si trova, senza pestarsi i piedi. Che ciò accadrà non è ovviamente una certezza, come non lo è il suo contrario.
malpensante ha scritto: Il modus vivendi si trova facilmente quando i mercati sono segmentati.

Nei supermercati dove si vende Dixan si vende anche Dash, ma non è lo stesso negli aeroporti, perché è improbabile che a Catania l’offerta di voli Star Alliance + ITA si confronterà con una pari offerta SkyTeam o oneworld, una volta raggiunto l’accordo italo-tedesco.

Non è solo questione di cartello, ma di sfere di influenza. L’accordo con LH sposta enormemente il punto di equilibrio attuale, dove l’appartenenza di AZ a SkyTeam era controbilanciato dal prevalere assoluto di LH nel ricco nordest.

L’importanza di SkyTeam diminuirebbe drasticamente e peggio sarebbe se LH sviluppasse il fin qui sottosviluppato Fiumicino o, nel lungo periodo, magari anche l’aeroporto della brughiera.

robix
Messaggi: 1759
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 12:30:35

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda robix » mar 04 giu 2024, 10:56:33

Mi pare di capire che improvvisamente il forum si schiera a favore dei rilievi della Commissione perchè il matrimonio di AZ con LH sposterebbe radicalmente gli equilibri (magari anche sulla BLQ-JFK). Allora l'unico possibile acquirente di ITA è AFKL, che lascerebbe tutto sostanzialmente immutato (solo su LIN si creerebbero problemi di concentrazione): scriviamo subito a Macron e convinciamolo a prendersi il campione nazionale (è già blu, è sufficiente aggiungere un po' di bianco e rosso), basta che ci leviamo AZ per sempre dal portafoglio.
PS: io continuo a non essere d'accordo con la Commissione sulle eccezioni sul lungo raggio, che peraltro vanno valutate sulla situazione di oggi e non sulla base di un ipotetico e tutto da dimostrare futuro sviluppo di FCO (che come hub "importante" non ha mai funzionato) o addirittura di MXP

gabbozzo
Messaggi: 789
Iscritto il: mer 10 ott 2018, 19:12:34

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda gabbozzo » mar 04 giu 2024, 11:10:29

Secondo me è sbagliato che sul forum ci si "schieri" pro o contro l'antitrust e mi spiace che la si continui a buttare in caciara in questo modo.
Quello che personalmente sostengo da tempo sulla faccenda è che non abbiamo elementi per dire che la commissione stia sbagliando oppure che faccia bene ma possiamo, ed è giusto e bello farlo sul forum, condividere ragionamenti e spunti di riflessione per provare a capire cosa c'è dietro.
Per il resto possiamo solo prendere atto della realtà.

Avatar utente
maclover
Messaggi: 930
Iscritto il: sab 27 set 2008, 02:31:47

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda maclover » mar 04 giu 2024, 11:20:06

robix ha scritto: mar 04 giu 2024, 10:56:33 Mi pare di capire che improvvisamente il forum si schiera a favore dei rilievi della Commissione perchè il matrimonio di AZ con LH sposterebbe radicalmente gli equilibri

Io resto dell’idea (non certo applicabile per tutti) che sia solo un surrogato di schieramento a favore.
La motivazione, per quanto recondita e si faccia di tutto per non ammetterlo, è esorcizzare la paura che AZ possa sopravvivere.
La mazzata può arrivare da qualsiasi parte, anche dall’antitrust e anche basata sul quasi nulla. L’importante è che arrivi.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 19225
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda malpensante » mar 04 giu 2024, 12:08:20

robix ha scritto:Mi pare di capire che improvvisamente il forum si schiera a favore dei rilievi della Commissione perchè il matrimonio di AZ con LH sposterebbe radicalmente gli equilibri (magari anche sulla BLQ-JFK). Allora l'unico possibile acquirente di ITA è AFKL, che lascerebbe tutto sostanzialmente immutato (solo su LIN si creerebbero problemi di concentrazione):
Per quel che riguarda la mia opinione, no.

La Commissione rileva soprattutto che, con l’ingresso di ITA nella scuderia Lufthansa, il peso delle tre JV nordatlantiche aumenterebbe troppo. Se ITA entrasse nella scuderia AF però sarebbe esattamente la stessa cosa.

La Commissione non sta facendo osservazioni sul peso relativo di ciascuna JV, anche perché politicamente non potrebbe permetterselo, le sta facendo sul loro peso complessivo, dunque che ITA vada con una o con l’altra non cambia nulla.

Il tema che non vedo mai analizzato dai giornalisti è il peso dell’Italia nel mercato nordatlantico futuro. In SkyTeam la storia ci ha dimostrato che AF e KLM hanno sempre cercato di mantenerlo al minimo, con pochi voli da Fiumicino e sale sparso in brughiera, il tutto a favore della massimizzazione dei transiti a CDG e AMS. Delta la pensava diversamente e ricordo un colloquio con l’allora AD di Alitalia Cassano, che lo confermava. In SkyTeam, a parte l’ovvia ripartizione 50/50 fra le due sponde dell’Atlantico, il peso di Alitalia era definito, a un numero basso e fisso.

In Star Alliance credo che la musica sarebbe diversa, soprattutto quando il controllo di ITA da parte di Lufthansa fosse al 100%.

Che cosa fa la differenza? Che LH comprerebbe AZ e avrebbe l’eventuale interesse a farla funzionare, Air France invece vuole che ITA faccia come vuole Parigi, ma senza metterci i soldi, insomma vorrebbe che l’Italia continuasse a fare da vera colonia. Quelli di Colonia sono sicuro che sarebbero più generosi.

robix
Messaggi: 1759
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 12:30:35

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda robix » mar 04 giu 2024, 12:43:24

Peggio di SkyTeam è impossibile, visto che AZ serviva appunto solo a portare i pax ad AMS e CDG, con qualche “contentino” da FCO. Ma ho dubbi che con LH sarebbe sostanzialmente diverso: ammettendo anche che LH volesse sviluppare FCO come hub, oggi sarà anche uno dei migliori aeroporti in Europa (come riconosciuto anche qui) ma da questo ad essere un hub “profittevole” ce ne passa (pure con poco cargo, oltre alla forte stagionalità).
E sullo sviluppo di MXP dubito fortemente, visto che a LIN verrebbero necessariamente ceduti slots ai concorrenti di LH (e quindi ancora più aspirazione di oggi) e comunque LH ha già FRA, MUC e ZRH in zona e quindi non vedo perché dovrebbe sviluppare anche MXP (e di certo LH non sostituirebbe MUC o ZRH con MXP). In fondo anche VIE e BRU sono sostanzialmente “scomparsi” come hubs (proprio perché c’è un limite al numero di hubs “vicini”).
Quindi oggi non vedo come il passaggio di ITA in LH cambi sostanzialmente gli equilibri sul Nord Atlantico ed in futuro ne dubito (e comunque se si guardasse anche ai possibili sviluppi futuri, allora andrebbe vietato quasi tutto). E poi occorre guardare all'intera EU e non solo al mercato italiano (e fuori Italia direi che cambierebbe poco o nulla).

skyrobbie
Messaggi: 3156
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 19:55:01
Località: Milano e il mondo

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda skyrobbie » mar 04 giu 2024, 13:42:59

Piccolo OT, non saprei dove postarlo, news da aeroroutes:

ITA Airways today (03JUN24) opened reservations for its planned Rome Fiumicino – Dubai service, scheduled with Airbus A321neo LR aircraft. From 27OCT24, the Skyteam member will operate this route on daily basis.

AZ856 FCO1040 – 1950DXB 32Q D
AZ857 DXB0150 – 0600FCO 32Q D

Alitalia last served Rome – Dubai service until November 2008.


Ma io mi chiedo: perchè?????

robix
Messaggi: 1759
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 12:30:35

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda robix » mar 04 giu 2024, 15:11:23

Del nuovo volo di AZ su DXB se ne è già parlato sopra in questo thread, che si inserisce in un accordo commerciale tra AZ ed EK.
Oggi si legge (ad esempio su Italia Oggi: https://www.italiaoggi.it/news/ita-airw ... 1014226403) che il codeshare per quanto riguarda AZ a favore di EK sarebbe su “9 destinazioni nazionali in Italia da Roma Fiumicino, incluse località turistiche come Torino, Firenze, Genova, Napoli, Brindisi, Bari, Catania, Palermo e Trieste. Inoltre, (i clienti EK) potranno raggiungere anche le città europee di Tirana e Sofia.” In realtà l’elenco di città italiane ne comprende 9 in totale e quindi dovrebbero essere le uniche, escluso pertanto LIN? In un certo senso è peraltro logico visto che EK già vola su MIL, anche se sull’aeroporto sbagliato (ironico).
ITA dovrebbe invece avere il codeshare su EK su diverse destinazioni come “Australia, Estremo Oriente, Medio Oriente/GCC e Asia occidentale”.

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 4329
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda belumosi » mar 04 giu 2024, 23:43:47

maclover ha scritto: mar 04 giu 2024, 11:20:06
robix ha scritto: mar 04 giu 2024, 10:56:33 Mi pare di capire che improvvisamente il forum si schiera a favore dei rilievi della Commissione perchè il matrimonio di AZ con LH sposterebbe radicalmente gli equilibri

Io resto dell’idea (non certo applicabile per tutti) che sia solo un surrogato di schieramento a favore.
La motivazione, per quanto recondita e si faccia di tutto per non ammetterlo, è esorcizzare la paura che AZ possa sopravvivere.
La mazzata può arrivare da qualsiasi parte, anche dall’antitrust e anche basata sul quasi nulla. L’importante è che arrivi.
Lo credo anch'io, visto che fino all'altro ieri AZ, con un network analogo, era considerata (a ragione) un nano nel LR. Ora invece si vuole sostenere che inglobata nel LHG, ITA sconvolgerebbe gli equilibri globali...
Ma a prescindere dai discorsi sui massimi sistemi in qualsivoglia direzione, invito chi vede questi problemi di concorrenza che a me sfuggono (a parte i pochi casi già citati più volte), a circostanziarli attraverso gli operativi, descrivendo rotte che dall'operazione ITA-LHG, subirebbero una reale diminuzione o addirittura un azzeramento della concorrenza. Un esempio potrebbe essere Trieste, che attualmente ha feed solo per FRA e FCO che si verrebbero a trovare sotto un unica bandiera. Un blocco dei prezzi per tot anni potrebbe risolvere il problema, tanto più che a due passi c'è VCE con ben altra offerta.
Vorrei esempi di questo tipo in contesti di maggior peso, se ne vedete.
Perchè sono queste le reali limitazioni alla concorrenza. Sostenere che le JV (o ITA+LHG) sono un problema, così all'ingrosso, dice tutto e nulla. Approfondiamo con esempi concreti in che misura può essere vero.

I-GABE
Messaggi: 3555
Iscritto il: sab 23 mag 2009, 18:35:41
Località: London, UK

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda I-GABE » mer 05 giu 2024, 10:02:49

belumosi ha scritto:Sostenere che le JV (o ITA+LHG) sono un problema, così all'ingrosso, dice tutto e nulla. Approfondiamo con esempi concreti in che misura può essere vero.
Le JV secondo me possono portare sia benefici che svantaggi.

È ovvio che una JV (o un’alleanza in generale) tenda a far confluire i passeggeri sui propri hub (da cui il “danno” a MXP sul transatlantico), ma allo stesso tempo - secondo me - le JV e le alleanze consentono di rendere economici voli che altrimenti non starebbero in piedi.

Chiaramente questo va a vantaggio di quegli aeroporti dove c’è un membro basato della JV, piuttosto che altri tipo BCN o MXP.
Ma l’assenza di un hub a MXP non è certo colpa delle JV… tanto più che i membro delle varie alleanze hanno atteggiamenti completamente diversi (eg AA vs UA).


Sent from my iPhone using Tapatalk

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 4329
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda belumosi » gio 06 giu 2024, 14:52:37

Il governo italiano ha tolto il ban alla vendita di Collins (relativamente alla controllata Microtecnica), ai francesi di Safran.
Sicuramente un buon viatico per la conclusione positiva di altri dossier, ITA in testa.

Aerospace
Safran overcomes Italian objections to Collins flight-control acquisition
By David Kaminski-Morrow6 June 2024
Save articlePlease Sign in to your account to use this feature
French aerospace firm Safran’s proposed $1.8 billion acquisition of Collins Aerospace’s flight-control and actuation arm has advanced after overcoming Italian government objections to part of the sale.

The Italian government last year had opposed the sale of Microtecnica, which held assets in Italy.
But Safran says it subsequently offered a number of commitments which “address the concerns” expressed by the government and “provide adequate safeguards” for Italian national interests.

Microtecnica, based in Turin, has been a supplier of flight-control actuation and engine-control systems to a number of fixed-wing and helicopter programmes.
Safran adds that the UK government, having reviewed the proposed acquisition, is not taking any action.

“This constitute an unconditional clearance,” it says.
Completion of the deal is still subject to further regulatory approvals, notably merger controls. Collins is owned by RTX.
Safran disclosed the acquisition plan in July last year, stating that it would enable the company to offer an “end-to-end” actuation and flight-control portfolio, and provide exposure to “diverse” customer segments.

https://www.flightglobal.com/aerospace/ ... 59.article

canadian#affairs
Messaggi: 1500
Iscritto il: dom 30 nov 2008, 11:25:20

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda canadian#affairs » gio 06 giu 2024, 17:27:43

Quella che sembra un'ampia intervista a tutto campo a Spohr (sul portale tedesco airliners.de) è leggibile gratuitamente solo nei passaggi iniziali.
La seguente è una traduzione automatica.
Peccato perché sembra che quanto segua sia interessante (e non solo su ITA).


"L'UE ha una visione diversa del funzionamento dell'industria aeronautica"

Poco prima dell'imminente decisione dell'UE sull'acquisizione parziale di Ita, l'amministratore delegato di Lufthansa parla di Europa, di aerei a terra, di Lufthansa City Airlines, delle elezioni americane e di Boeing. Ci sono anche dichiarazioni interessanti sul nuovo Airbus A321 XLR.


Autore:Andreas Spaeth

6 giugno 2024, 12:30


Carsten Spohr ha rilasciato queste dichiarazioni nell'ambito di una tavola rotonda con giornalisti internazionali a margine dell'Assemblea generale della IATA a Dubai, incluso airliners.de. Documentiamo domande e risposte selezionate qui in traduzione.

Ha avuto la sensazione che in Commissione Ue ci fosse un parere preconcetto contrario all'accordo Ita?
Carsten Spohr : Sarebbe troppo semplice, ma non sempre siamo d'accordo sulla definizione del mercato. Per noi come hub carrier la definizione comprende anche altri hub dove cambiano le persone, non guardiamo solo alle singole tratte.

Il 62% di tutte le rotte intercontinentali verso l’Europa sono effettuate da una sola compagnia aerea perché disponiamo di hub che collegano l’Europa con il mondo. Poiché non esistono megalopoli in Europa oltre a Londra e Parigi, dobbiamo rafforzare la fattibilità di ulteriori hub per garantire la connettività dell’Europa.

L’Europa non può difendersi, l’Europa non può fornire da sola abbastanza energia, ma deve almeno essere in grado di connettersi con altri continenti, e per questo abbiamo bisogno di hub. Che utilizzano la propria logica per creare percorsi serviti da un solo fornitore.

E così abbiamo incontrato resistenze affinché questo venisse accettato come un fatto della logica degli hub europei. Ma non si tratta di pregiudizi, solo di una diversa comprensione di come funziona il settore.

Cosa succede dopo la decisione positiva di rilevare l'Ita?
Una volta che ci è permesso lavorare con Ita, la trattiamo come parte del gruppo. Reindirizzeremo i flussi di passeggeri e utilizzeremo la nuova connettività, questo significa far parte di un gruppo.

Ovviamente non puoi semplicemente premere un pulsante in un giorno. Negli ultimi anni abbiamo addestrato con successo l’integrazione di nuovi partner, tutto è iniziato con Swiss 20 anni fa e più recentemente si è aggiunta Bruxelles Airlines, stiamo diventando sempre più veloci. Prima ci volevano tre anni per integrare un nuovo membro, ma oggi possiamo farlo in 18 mesi.

[..]
https://www.airliners.de/interview-eu-v ... itet/74851

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 19225
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda malpensante » sab 08 giu 2024, 11:06:46

Immagine

Avatar utente
maclover
Messaggi: 930
Iscritto il: sab 27 set 2008, 02:31:47

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda maclover » sab 08 giu 2024, 12:13:38

“Potenti flussi di cassa”

:lol:

BAlorMXP
Messaggi: 3179
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda BAlorMXP » sab 08 giu 2024, 13:52:55

Sì vede che le elezioni sono alle porte. Daje Cipó


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

canadian#affairs
Messaggi: 1500
Iscritto il: dom 30 nov 2008, 11:25:20

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda canadian#affairs » sab 08 giu 2024, 15:00:14

Ita-Lufthansa, il capo della Iata: «L’Ue dica sì alle nozze o la compagnia aerea italiana non avrà un futuro»
di Leonard Berberi, inviato a Dubai
Lo dice al «Corriere» Willie Walsh, direttore generale dell’associazione internazionale dei vettori. «Ita da sola non può andare avanti. Il consolidamento ha fatto finora bene ai consumatori»


Il capo della principale associazione dei vettori invita la Commissione europea ad approvare le nozze tra Ita Airways e Lufthansa non solo perché le fusioni «fanno bene ai consumatori», ma anche per garantire un futuro al vettore italiano che altrimenti rischia di ridimensionarsi o sparire dal mercato. È quanto dice al Corriere Willie Walsh, direttore generale della Iata, a margine dell’assemblea generale che si è svolta a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti.

L’operazione
Il 30 novembre 2023 il ministero dell’Economia (che possiede Ita) e Lufthansa hanno notificato a Bruxelles l’operazione che prevede l’ingresso dei tedeschi, inizialmente con il 41% (per 325 milioni di euro) per salire al 90 e 100% per un investimento complessivo tedesco di 829 milioni. La Commissione europea ha sollevato dubbi sull’operazione perché teme che possa ridurre la concorrenza a Milano Linate, sui voli tra l’Italia e Germania, Austria, Svizzera, Belgio, e tra Roma e il Nord America (Usa, Canada). Per questo ha chiesto ai soggetti una serie di sacrifici per rispondere a quelle preoccupazioni. Una decisione Ue è attesa il 4 luglio, anche se il ceo di Lufthansa, Carsten Spohr, sostiene che l’orientamento dovrebbe arrivare a giorni.

Il caso Alitalia
«Sul dossier Ita-Lufthansa c’è una domanda da porsi — ragiona Walsh —: che succede se le due società non si mettono insieme? Sappiamo tutti che Ita nella sua precedente versione, Alitalia, ha sofferto per molti anni. L’attuale compagnia continua ad affrontare sfide importanti e non può sopravvivere da sola senza i benefici generati dall’appartenenza a un gruppo». «La storia si ripeterebbe e Ita avrebbe diversi problemi nel futuro, proprio com’è successo con Alitalia», prosegue il direttore generale della Iata.

Le alternative
Consideriamo lo scenario del veto della Commissione europea alle nozze italo-tedesche. «L’Antitrust Ue deve chiedersi quale sia l’alternativa», sottolinea il direttore generale della Iata. In assenza di una differente soluzione industriale, dice il direttore generale, «penso che Ita a quel punto rischia di diventare più piccola o sparire. E questo scenario non è certo nell’interesse del consumatore europeo».

Il consolidamento
Walsh, che prima di diventare capo della Iata è stato amministratore delegato di Iag (holding che controlla British Airways, Iberia, Vueling, Aer Lingus), conosce le dinamiche europee sulle fusioni nei cieli e l’approccio della Direzione generale della Concorrenza Ue. «Sostenere che il consolidamento è un male per i consumatori non corrisponde alla realtà. Non solo è una cosa buona per i passeggeri, ma ricordo anche che ogni consolidamento in Europa è stato approvato proprio perché un bene per i clienti».

Il rilancio di Iberia
«Se guardo alla mia precedente esperienza in Iag — ricorda — Iberia prima era un disastro. Ma dopo essersi fusa con British Airways si è ripresa e ora è messa decisamente bene. Questo perché con le sinergie ha potuto investire in nuovi aerei, nuovi prodotti di bordo, nuovi servizi». Nel 2023, secondo i dati depositati, Iberia ha registrato quasi 7 miliardi di euro di fatturato, 940 milioni di utile e un margine di profitto del 13,5%, il più alto nell’holding considerando i vettori. Dieci anni prima, da sola, la compagnia spagnola perdeva 400 milioni di euro all’anno.

Cieli frammentati
«Finora insomma il consolidamento in Europa è stato positivo per tutti», sintetizza Walsh. Che fa notare anche un altro aspetto: «Come Iata abbiamo 336 membri (che trasportano oltre otto passeggeri su dieci in tutto il mondo, ndr): il 38% di questi è basato in Europa, a dimostrazione che si tratta di un continente dove i cieli sono molto più frammentati del resto del mondo. Insomma: c’è spazio per consolidamento».

Le polemiche politiche
Su Ita-Lufthansa «ogni italiano ha capito che quello che ha fatto il governo è la cosa giusta. Dispiace moltissimo che in Europa ad oggi non l’abbiano capito», ha detto il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti. «Se fosse vero che Bruxelles sta aspettando il giorno dopo le elezioni per bocciare l’accordo sarebbe gravissimo», ha aggiunto il vicepremier Matteo Salvini.

L’Antitrust Ue
Nell’intervista al Corriere la commissaria europea per la Concorrenza, Margrethe Vestager, ha spiegato che le trattative con il Tesoro italiano e Lufthansa vanno avanti. E che la sua responsabilità «è che il consumatore alla fine abbia ancora la possibilità di scegliere e tariffe accessibili. Quello che abbiamo visto, in alcuni mercati, è che questo potrebbe non avvenire più in conseguenza dell’operazione Ita-Lufthansa». Ma dietro le parole diplomatiche il braccio di ferro con Italia e Germania continua.

Le ultime trattative
Fonti Ue dicono al Corriere che l’Antitrust non ha preso ancora alcuna decisione e che si proverà tra lunedì e mercoledì a sciogliere l’ultimo nodo rimasto: quello dei voli Italia-Nord America e il futuro di Ita nella joint venture che Lufthansa ha con United Airlines e Air Canada. «Al momento l’aria non è per niente buona», proseguono le fonti. «Resta da capire se passate le elezioni il clima a Bruxelles sarà più disteso o se con Roma e Berlino scoppierà la guerra».

lberberi@corriere.it

https://www.corriere.it/economia/aziend ... refresh_ce

KL63
Messaggi: 3366
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda KL63 » sab 08 giu 2024, 18:55:08

Speriamo che la Meloni abbia pronta l'alternativa. Magari MSC + LH al 19,9% con sommatoria quote azionarie dei nuovi proprietari ben maggiore del 50%. I costi di leasing ecc. scenderebbero drasticamente data l'affidabilità dei nuovi proprietari.
Ma visto l'abituale agitarsi scomposto di Salvini temo che non ci sia alcuna alternativa pronta.

KittyHawk
Messaggi: 6593
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 08 giu 2024, 22:17:39

Willie non si dimentica dei vecchi datori di lavoro. Il benestare a ITA costituirebbe un precedente anche per l'affaire iberico.

milmxp
Messaggi: 2804
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda milmxp » dom 09 giu 2024, 11:50:45

Su una pagina facebook fan di ITA dicono che pare che Malta e Tirana siano state completamente eliminate dallo schedule della Winter 2024/2025.
Insomma, se fosse confermato bene ma non benissimo... alla faccia dell'hub Naturale.

grandemilano
Messaggi: 2353
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Ita: Lufthansa firma accordo #ITA5

Messaggio da leggereda grandemilano » dom 09 giu 2024, 12:18:09

milmxp ha scritto: dom 09 giu 2024, 11:50:45 Su una pagina facebook fan di ITA dicono che pare che Malta e Tirana siano state completamente eliminate dallo schedule della Winter 2024/2025.
Insomma, se fosse confermato bene ma non benissimo... alla faccia dell'hub Naturale.
A questo punto, quando si libereranno un po' di aerei da Linate, mi chiedo dove li faranno girare. Se già ora non sanno dove mandarli


Torna a “COMPAGNIE ITALIANE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti