AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

le news su Alitalia
Regole del forum
Luogo dove analizzare la situazione ed il percorso di Alitalia visto dal sistema aeroportuale Lombardo.
I-GABE
Messaggi: 1500
Iscritto il: sab 23 mag 2009, 18:35:41
Località: London, UK

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda I-GABE » mar 21 lug 2020, 08:57:57

Pronto a scommettere che il rilancio industriale sarà basato sul consolidato binomio di successo FCO+LIN.


Sent from my iPhone using Tapatalk

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13302
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda malpensante » mar 21 lug 2020, 09:12:54

Se fosse vera, sarebbe una buona notizia un’Alitalia ridotta a 60-70 aerei. Tolti quelli per l’irrinunciabile roccaforte dell’Idroscalo, sarebbe stata la misura giusta per l’era pre-Covid.

Avatar utente
D960
Messaggi: 1191
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda D960 » mar 21 lug 2020, 09:32:31

Cura dimagrante in vista della prova costume?
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13302
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda malpensante » mar 21 lug 2020, 09:55:38

Dimito di solito è affidabile e a Bruxelles in questo periodo l’Italia non è in grado di sbattere pugni sul tavolo, ma il ministro De Micheli aveva parlato di 90 aerei una settimana fa, perciò aspetto a stappare la gazzosa. Non vorrei che i conti tornassero con il progetto di dare 20 aerei a Air Italy.

Avatar utente
D960
Messaggi: 1191
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda D960 » mar 21 lug 2020, 09:59:25

Dimito di solito è affidabile e a Bruxelles in questo periodo l’Italia non è in grado di sbattere pugni sul tavolo, ma il ministro De Micheli aveva parlato di 90 aerei una settimana fa, perciò aspetto a stappare la gazzosa. Non vorrei che i conti tornassero con il progetto di dare 20 aerei a Air Italy.
Ma tu seriamente riesci a immaginare 20 aerei in Sardegna d'inverno di IG? Io no, manco per sbaglio e nemmeno erano così tanti ai tempi d'oro della CT2. Per altro se noti si parla sempre di Air Italy made in Sardegna e nulla dei dipendenti della base di Malpensa che paiono essere l'ultima ruota del carro.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13302
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda malpensante » mar 21 lug 2020, 10:12:18

A una decina si può arrivare, per la CT sarda. Per andare oltre bisognerebbe mettere la CT anche verso Ajaccio, Algeri e Malta.

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1702
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda mattaus313 » mar 21 lug 2020, 10:20:36

La dimensione giusta 70 aerei posto che non perda un euro di fatturato, ci sia un operativo decente e la crisi passi alla svelta. Altrimenti non so quanto regga con 3 miliardi

Inviato dal mio ONEPLUS A6013 utilizzando Tapatalk

"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13302
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda malpensante » mar 21 lug 2020, 10:30:11

È quello che diceva Lufthansa, ma prima del Covid.

BAlorMXP
Messaggi: 1681
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda BAlorMXP » mar 21 lug 2020, 10:35:33

Alitalia è il simbolo indiscusso dell’assistenzialismo italiano. Questa è la prova


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

KittyHawk
Messaggi: 4939
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 21 lug 2020, 11:23:24

Alitalia, nella nuova compagnia 70 aerei e 4 mila persone in meno

Una nuova Alitalia con al massimo una settantina di aerei e quattromila persone meno di quelle di oggi. Sono questi i principali elementi contenuti nelle linee guida del piano industriale che lunedì pomeriggio la rappresentanza italiana — il ministero dell’Economia e delle finanze, i vertici designati della newco (l’ad Fabio Maria Lazzerini e il presidente Francesco Caio) e gli advisor (Grimaldi, Oliver Wyman, Deloitte) — ha presentato in una call per la prima volta ai tecnici dell’Antitrust europea. Un dossier che sarà tenuto sotto stretta osservazione da Bruxelles non soltanto per come verranno utilizzati i tre miliardi di euro stanziati dal governo, ma anche per assicurarsi che venga rispettata la piena discontinuità dall’azienda attuale.

Le linee guida
Nella chiacchierata il ministero ha presentato la sua bozza (di una sessantina di pagine) che prevede una newco con 65-70 velivoli, meno dei 112 aerei dell’attuale Alitalia. Ma è una flotta ridotta quasi obbligata: fonti della Commissione europea confermano di aver chiesto alle autorità italiane di tenere conto delle analisi di mercato. Analisi che stimano un 2021 che inizia con un -40% rispetto ai livelli pre-Covid. Per questo negli scorsi giorni da Bruxelles non hanno mancato di sottolineare che il piano proposto dal ministero dei Trasporti per un’Alitalia con 93 aerei sarebbe stata respinto. Meno aerei (presi tutti dalla flotta dell’attuale società), ma anche meno personale: la nuova Alitalia dovrebbe così avere a disposizione 6.500 dipendenti, 4 mila in meno di quelli attuali.

La bad company
Dall’Europa sottolineano che tecnicamente non si tratta di esuberi: sarà la newco, separata dall’attuale società, ad assorbire con un nuovo contratto di assunzione le 6.500 persone, lasciando alla «bad company» le altre. A livello internazionale i vertici designati vedrebbero un’Alitalia ancora dentro il sistema SkyTeam e agganciato a Delta Air Lines e Air France-Klm, chiudendo così la porta a qualsiasi tentativo di Lufthansa.

Patuanelli: 70 aerei ma nessun esubero
Che tecnicamente non si tratterà di «esuberi» lo conferma anche il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli a margine dell’assemblea dei presidenti di Coldiretti: «Non esistono i 4 mila esuberi. Esiste una dotazione iniziale con un range di 70 aerei che è il numero di quelli che servono oggi per volare. Questo non significa 4 mila esuberi. Non ci sono esuberi nel Piano che ha in testa il governo».

Le richieste europee
Quello di lunedì pomeriggio è stato un appuntamento che nella Ue si aspettavano la scorsa settimana. Si tratta anche di un primo passaggio ufficiale per convincere la controparte comunitaria della bontà del progetto di rilancio della compagnia aerea tricolore (in amministrazione straordinaria dal 2 maggio 2017) e per avere così il via libera della Commissione europea a una Alitalia a trazione pubblica: senza l’ok di Bruxelles, infatti, non potrebbe nascere alcuna newco. Da diverse settimane i tecnici dell’Antitrust europea chiedevano la discontinuità azionaria, di perimetro e dimensione, manageriale e un piano industriale che preveda un pareggio di bilancio in tre anni e un ritorno all’utile in cinque anni dall’avvio della newco.

I prossimi passi
Da Bruxelles avvertono che quello di lunedì non è stato il vertice definitivo. I tecnici dell’Antitrust comunitaria temono che le linee guida del piano industriale esposte durante la call — «diverse dal piano industriale vero e proprio» — possano finire per essere ritoccate durante i passaggi che in Europa chiamano «politici», cioè negli uffici del ministero dello Sviluppo economico e in quello delle Infrastrutture e dei trasporti, stravolgendo l’impostazione discussa. Il timore della Ue, insomma, è che gli italiani — come confida un funzionario — dopo aver ottenuto l’ok su un documento, poi lo modifichino sensibilmente «per renderlo socialmente più accettabile agli occhi dei connazionali». Motivo per cui Bruxelles intende seguire l’iter per diversi mesi anche dopo l’avvio della newco.

I tempi
Una volta ottenuto l’ok europeo si potrà procedere alla costituzione della newco. Secondo il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli «l’obiettivo è avere la newco che vola ovviamente per quest’anno, ma tra ottobre e novembre», ha detto in un’intervista all’Ansa. «Sicuramente già nelle prossime due-tre settimane avremo un quadro più chiaro della composizione societaria», ha aggiunto, ricordando che «bisognerà capire assieme al commissario straordinario e assieme all’Europa come procedere anche in presenza di un bando che è stato sospeso per il Covid». Il periodo autunnale — fanno notare gli esperti — sarebbe preferibile perché consentirebbe di mettere a punto il piano commerciale per la stagione estiva 2021 (cioè da fine marzo al termine di ottobre), periodo in cui le compagnie aeree di solito fanno profitti e che dopo il coronavirus diventa essenziale per la sopravvivenza.
https://www.corriere.it/economia/aziende/20_luglio_21/alitalia-nuova-compagnia-70-aerei-4-mila-persone-meno-5309a770-cae8-11ea-b15c-cd9b33ddf899.shtml

Ed ecco la notizia riproposta dal Corriere, con un paio di interessanti aggiunte.
La prima è Patuanelli che dice «Non esistono i 4 mila esuberi. Esiste una dotazione iniziale con un range di 70 aerei che è il numero di quelli che servono oggi per volare. Questo non significa 4 mila esuberi. Non ci sono esuberi nel Piano che ha in testa il governo». Impossibile commentare senza rischiare una denuncia.
L'altra che Bruxelles non fidandosi - giustamente visti diversi precedenti non solo in campo aeronautico - seguirà la nuova Alitalia per parecchi mesi dopo l'avvio della newco per essere sicura che nulla cambi.

KL63
Messaggi: 2694
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda KL63 » mar 21 lug 2020, 13:33:25

Vorrei sapere cosa faranno e chi manterrà i 4000 fortunati che confluiranno nell'ennesima bar Company. Che schifezza!
Anch'io voglio essere mantenuto a vita con i soldi degli altri.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26187
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda I-Alex » mer 22 lug 2020, 07:37:43

non ci saranno esuberi, il piano è modulare, blablabla...

Ecco la smentita del ministro dei trasporti De Micheli

http://www.askanews.it/economia/2020/07 ... 721_00136/

in sostanza il piano industriale non lo fanno sulle proiezioni economiche e di mercato ma sul desiderio dei politici di non far dimagrire il nuovo Ministero Alitalia, prevedo un gran successo Immagine
Malpensa airport user

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1702
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda mattaus313 » mer 22 lug 2020, 09:54:34

Che poi altro non è che il politico dar ragione a tutti senza far torto a nessuno. Tradotto da politichese a italiano è qualcosa del tipo: "nessuno perderà il lavoro, semplicemente questi 4000 verranno pagati dalla badco senza gravare sulle casse della newco, poi man mano che c'è un sentore di bisogno li giriamo alla newco"

L'incredibile arte del far contenti tutti con affermazioni contrastanti. Sarà comunque interessante capire come la Vestager farà finta di farsi ingannare sul discorso della discontinuità. Che noia però continuare a dover racimolare compassione oltre ai soldi.

Inviato dal mio ONEPLUS A6013 utilizzando Tapatalk

"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

Avatar utente
mattaus313
Messaggi: 1702
Iscritto il: sab 29 set 2018, 15:51:39

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda mattaus313 » mer 22 lug 2020, 10:20:01

https://phastidio.net/2020/07/22/niente ... litaliani/

Inviato dal mio ONEPLUS A6013 utilizzando Tapatalk

"Because you needed a lot of capital in an airline, you needed to be where the financial markets were, and obviously that's New York"

spanna
Messaggi: 3192
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda spanna » ven 31 lug 2020, 07:58:14

LA TRASFORMAZIONE
ROMA Alitala cambia pelle per superare l'esame europeo. Il via libera agli aiuti di Stato (3 miliardi stanziati dal governo, oltre ai rinnovi dei vari prestiti ponte), impone una forte discontinuità con il passato. Altrimenti Bruxelles non darà l'ok al progetto. Per questo l'ad Fabio Lazzerini, insieme al governo, è al lavoro per convincere la Ue, in particolare la Direzione che regola la Concorrenza, che si sta aprendo davvero una fase nuova e che niente sarà più come prima, almeno in teoria.
Il dossier che sta mettendo insieme il top manager e che verrà presentato ai commissari europei prevede una rivoluzione. Non solo sotto il profilo amministrativo e legale (cambieranno la sede e il logo sociale), ma per dimostrare che sta nascendo dalle ceneri di Alitalia un compagnia nuova di zecca o quasi.
IL DOSSIER
Si parte dal tema più spinoso, quello del personale. I dipendenti della New Alitalia saranno circa 7-7500, proprio per dimostrare che non c'è continuità con il vettore che impiegava, al netto della Cig, circa 11 mila dipendenti. Gli esuberi, circa 2-2.500, resteranno di fatto nella bad company in amministrazione straordinaria, pagati sempre dallo Stato attraverso gli ammortizzatori sociali, ma a disposizione di altre società pubbliche o para-pubbliche come, ad esempio le Ferrovie dello Stato. Proprio dalle Ferrovie in passato era emersa una generica disponibilità ad assorbire una parte del personale di Alitalia
Lo schema in sostanza è quello di costruire una sorta di contenitore da cui attingere per ricollocare in tempi rapidi i dipendenti in sovrappiù. Ovviamente anche nella Nuova Alitalia, par di capire, quando il mercato tornerà a decollare.
RAZIONALIZZAZIONI

Cambierà anche la flotta che, per evitare sprechi e inefficienza, punterà, almeno in una prima fase, su una sola famiglia di velivoli, in questo caso gli Airbus, tagliando i ponti con Embraeur. Stop quindi ai leasing più costosi, stop agli alti costi di manutenzione e stop, infine, ai costi legati ai diversi tipi di addestramento dei piloti. Gli aerei copriranno inizialmente sopratutto il medio-corto raggio, poi ci sarà lo sviluppo sul lungo in relazione alla graduale riapertura legata alla fine dell'emergenza Covid. Per questo la flotta partirà da quota 70, lasciando negli hangar gli altri velivoli. Anche il network cambierà e, almeno in parte, le rotte.
Il tutto per tentare di convincere Bruxelles che è iniziato un nuovo ciclo. Il dossier che si sta mettendo a punto che dovrebbe essere valutato entro le prime due settimane d'agosto.
Nei primi giorni del mese verrà definito invece lo scadenzario per la costituzione della newco. La ministra dei Trasporti e Infrastrutture, Paola De Micheli, ha infatti intensificato il pressing per accorciare i tempi e anche al Tesoro si lavora ventre a terra per chiudere in fretta il complesso passaggio procedurale. «I nuovi vertici - ha detto la ministra dei Trasporti - stanno completando la predisposizione della prima bozza del Piano industriale, poi partirà il confronto con l'Europa. Nella prima settimana di agosto ci sarà lo scadenzario per la formazione della società». «Il decollo della nuova compagnia - ha concluso De Micheli - ci sarà quando verrà completato il Piano industriale». Se arriverà, come probabile, il via libera europeo, a settembre ci sarà il decollo. Tant'è che Lazzerini sta già progettando la strategia per la stagione invernale e, sopratutto, quella estiva del prossimo anno.
Umberto Mancini
https://www.ilgazzettino.it/pay/economi ... 78394.html
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...COVID

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 13302
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda malpensante » ven 31 lug 2020, 08:42:25

Così eccitante che mi viene voglia di investire i miei risparmi in questa New Alitalia che sicuramente farà sfracelli.

P.S. Perché in Italia siamo tanto ipocriti? È tutta una manfrina per fingere che non sia un aiuto di Stato che tiene ulteriormente in vita una compagnia aerea già morta e stramorta da decenni e che non diventerà mai normale, perché chi ci lavora, pardon chi ci prende lo stipendio, non vuole e perché la politica costringe i contribuenti a pagare sempre il conto.

KittyHawk
Messaggi: 4939
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda KittyHawk » ven 31 lug 2020, 09:09:57

Dal Gazzettino:
Non solo sotto il profilo amministrativo e legale (cambieranno la sede e il logo sociale), ma per dimostrare che sta nascendo dalle ceneri di Alitalia un compagnia nuova di zecca o quasi.
Meno male, ero preoccupato che abbandonassero le tradizioni vincenti. Rimango ora in trepidante e fiduciosa attesa per scoprire quando modificheranno la livrea agli aerei e rinnoveranno la foggia delle divise. Che diamine, con 3 miliardi a disposizione mica vorranno continuare con quelle che hanno?
Cambierà anche la flotta che, per evitare sprechi e inefficienza, punterà, almeno in una prima fase, su una sola famiglia di velivoli, in questo caso gli Airbus, tagliando i ponti con Embraeur. Stop quindi ai leasing più costosi, stop agli alti costi di manutenzione e stop, infine, ai costi legati ai diversi tipi di addestramento dei piloti.
E aggiungerei stop a LCY, dato che gli Airbus, tranne l'A318, non possono operarci. Ops, forse il particolare è sfuggito a chi ha preparato la velina? (perdoniamo pure l'Embraeur errato).

spanna
Messaggi: 3192
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda spanna » ven 31 lug 2020, 10:13:09

la manfrina la fanno gli italiani ma poi ci sono le forche caudine della UE, e li' le manfrine non aiutano molto. La vestager e' commissaria alla DG comp da oltre 5 anni, ed ha seguito tutta la vicenda alitalia fin dal fallimento. Essendo stata confermata commissaria alla DG comp anche per i prossimi 5 anni questo da' una buona garanzia che la politica europea su alitalia rimarra' costante. Da quando la proposta FS e' decaduta ormai e' passato quasi un anno ed il focus si e' spostato dalla ricerca della compagine azionaria (ormai la proprieta' al 100% statale e' certa) all'approvazione del piano di rinascita da parte della UE. In tutto questo tempo il governo ha fatto manfrina perche' tutti i tentativi di far passare il suo piano si sono infranti contro la vestager come le onde sugli scogli di capo horn. La vestager vuole imporre un taglio al perimetro di alitalia come condizione per riconoscere la discontinuita' aziendale, mentre il governo non lo vuole fare pressato da sindacati ed opinione pubblica. Alitalia TAI nascera' quando il tiro alla corda con la UE si sara' risolto, solo che la vestager tirera' per altri 5 anni, questo governo 5 anni non li ha, e ci sarebbe anche il problemino che senza nuovi "prestiti" alitalia non campa, ci sono gia' 2 procedure aperte non chiuse e per tirare a campare 5 anni ce ne vorranno ancora altri. Saranno tollerati dalla vestager? Chi lo sa.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...COVID

milmxp
Messaggi: 1603
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda milmxp » ven 31 lug 2020, 10:34:51

Dal Gazzettino:
Non solo sotto il profilo amministrativo e legale (cambieranno la sede e il logo sociale), ma per dimostrare che sta nascendo dalle ceneri di Alitalia un compagnia nuova di zecca o quasi.
Meno male, ero preoccupato che abbandonassero le tradizioni vincenti. Rimango ora in trepidante e fiduciosa attesa per scoprire quando modificheranno la livrea agli aerei e rinnoveranno la foggia delle divise. Che diamine, con 3 miliardi a disposizione mica vorranno continuare con quelle che hanno?
Cambierà anche la flotta che, per evitare sprechi e inefficienza, punterà, almeno in una prima fase, su una sola famiglia di velivoli, in questo caso gli Airbus, tagliando i ponti con Embraeur. Stop quindi ai leasing più costosi, stop agli alti costi di manutenzione e stop, infine, ai costi legati ai diversi tipi di addestramento dei piloti.
E aggiungerei stop a LCY, dato che gli Airbus, tranne l'A318, non possono operarci. Ops, forse il particolare è sfuggito a chi ha preparato la velina? (perdoniamo pure l'Embraeur errato).
In realtà a LCY opera Swiss con l'A220. Quindi se prendessero quello non avrebbero problemi ad operare.

KittyHawk
Messaggi: 4939
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda KittyHawk » ven 31 lug 2020, 13:26:32

Dal Gazzettino:
Non solo sotto il profilo amministrativo e legale (cambieranno la sede e il logo sociale), ma per dimostrare che sta nascendo dalle ceneri di Alitalia un compagnia nuova di zecca o quasi.
Meno male, ero preoccupato che abbandonassero le tradizioni vincenti. Rimango ora in trepidante e fiduciosa attesa per scoprire quando modificheranno la livrea agli aerei e rinnoveranno la foggia delle divise. Che diamine, con 3 miliardi a disposizione mica vorranno continuare con quelle che hanno?
Cambierà anche la flotta che, per evitare sprechi e inefficienza, punterà, almeno in una prima fase, su una sola famiglia di velivoli, in questo caso gli Airbus, tagliando i ponti con Embraeur. Stop quindi ai leasing più costosi, stop agli alti costi di manutenzione e stop, infine, ai costi legati ai diversi tipi di addestramento dei piloti.
E aggiungerei stop a LCY, dato che gli Airbus, tranne l'A318, non possono operarci. Ops, forse il particolare è sfuggito a chi ha preparato la velina? (perdoniamo pure l'Embraeur errato).
In realtà a LCY opera Swiss con l'A220. Quindi se prendessero quello non avrebbero problemi ad operare.
Ma se l'idea è avere una flotta monotipo (non mono costruttore), per ottimizzare certificazioni etc etc., non è che prendere l'A220 invece dell'Embraer cambierebbe le carte in tavola rispetto a oggi.

Avatar utente
D960
Messaggi: 1191
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda D960 » ven 31 lug 2020, 13:38:21

[
Ma se l'idea è avere una flotta monotipo (non mono costruttore), per ottimizzare certificazioni etc etc., non è che prendere l'A220 invece dell'Embraer cambierebbe le carte in tavola rispetto a oggi.
L'A220 copre mansioni oggi operate dagli Embraer 75-190 e anche dall'Airbus 319. Con una tipologia di flotta per il lungo raggio, 787-9 secondo i rumor ed infine un aereo intermedio come A320/A321 neo, direi che la razionalizzazione è notevole rispetto ad oggi.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

KittyHawk
Messaggi: 4939
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda KittyHawk » ven 31 lug 2020, 14:29:43

[
Ma se l'idea è avere una flotta monotipo (non mono costruttore), per ottimizzare certificazioni etc etc., non è che prendere l'A220 invece dell'Embraer cambierebbe le carte in tavola rispetto a oggi.
L'A220 copre mansioni oggi operate dagli Embraer 75-190 e anche dall'Airbus 319. Con una tipologia di flotta per il lungo raggio, 787-9 secondo i rumor ed infine un aereo intermedio come A320/A321 neo, direi che la razionalizzazione è notevole rispetto ad oggi.
Continuerebbe ad avere 2 linee di velivoli per il breve/medio raggio, che significano 2 diverse abilitazioni per i tecnici, 2 per i piloti, 2 per gli A/V, oltre alla gestione di un maggior numero di ricambi. A livello di semplificazione della flotta e della logistica non cambierebbe nulla.

Avatar utente
D960
Messaggi: 1191
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda D960 » ven 31 lug 2020, 14:39:51

Non consideri che potresti fare ruotare gli aeromobili più facilmente in base alle destinazioni, anche quelle più sottili senza lasciar pascolare velivoli al prato. Per il corto e medio raggio, se sei una compagnia hub & spoke devi avere per forza due tipologie di velivoli differenti, altrimenti vai a fare la low cost o al limite lo smart carrier ma in mercati più forti e che riempiono senza problemi.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

KittyHawk
Messaggi: 4939
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda KittyHawk » ven 31 lug 2020, 14:45:07

Ma allora cosa cambierebbe rispetto a tenersi gli Embraer che già sono in flotta e che hanno tecnici ed equipaggi formati (esclusi perciò eventuali discorsi su minori consumi o costi di manutenzione, bellezza dell'aeromobile, configurazione della cabina etc.)?

Avatar utente
D960
Messaggi: 1191
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: AZ ennesimo cambio della guardia 29 Giugno 2020

Messaggio da leggereda D960 » ven 31 lug 2020, 15:18:56

Ma allora cosa cambierebbe rispetto a tenersi gli Embraer che già sono in flotta e che hanno tecnici ed equipaggi formati (esclusi perciò eventuali discorsi su minori consumi o costi di manutenzione, bellezza dell'aeromobile, configurazione della cabina etc.)?
Sebbene l'A220 sia nato come Bombardier, ora appartiene comunque alla galassia Airbus. Penso sia da vedere in tal senso. Faccio notare come gli ultimi cadet di AZ erano previsti in A320 e non Embraer come nei precedenti corsi.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter


Torna a “ALITALIA VISTA DAL SISTEMA LOMBARDO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti