Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

le news dei vettori con Coa italiano
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare gli argomenti che riguardano i vettori con COA italiano
grandemilano
Messaggi: 1950
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 18 mar 2023, 13:54:05

I-GABE ha scritto: sab 18 mar 2023, 11:54:10
grandemilano ha scritto: Dubitate della mia buona fede? :D
Eccolo qua

https://www.repubblica.it/economia/2022 ... 91730/amp/
Non dubito della tua buona fede, ma passare dal rischio che perdano alcuni slot (causa non utilizzo) al dire che
grandemilano ha scritto: Alcune settimane fa, si leggeva che ITA dopo la stagione estiva sarà costretta a lasciare Linate (o buona parte degli slot di Linate) se non si arriva rapidamente a una vendita.
A questo punto, l'abbandono di Linate potrà essere la prima mossa.
mi sembra un volo pindarico non da poco.


Sent from my iPhone using Tapatalk
D'altra parte è quello che riporta Repubblica. Stando all'articolo di Repubblica, se non si vende presto, ITA si trova costretta a tagliare almeno in parte le operazioni su Linate per risparmiare capitale

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 16466
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda malpensante » sab 18 mar 2023, 13:55:04

Tu chiamale se vuoi veline.
Ma saranno poi vere?
Ultima modifica di malpensante il sab 18 mar 2023, 13:55:04, modificato 1 volta in totale.

grandemilano
Messaggi: 1950
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 18 mar 2023, 13:56:43

canadian#affairs ha scritto: sab 18 mar 2023, 09:07:17
Il secondo nodo è sul mercato transatlantico e sull’evoluzione che deve avere per quanto riguarda le rotte tra l’Italia e Usa/Canada. Il
Questo pezzo non mi è ben chiaro

grandemilano
Messaggi: 1950
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 18 mar 2023, 13:58:11

malpensante ha scritto: sab 18 mar 2023, 13:55:04 Tu chiamale se vuoi veline.
Saranno poi vere?
Che poi tra l'altro le maggiori perdite di ITA sono a Fiumicino. Quindi non capisco perché tagliare su Linate

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 16466
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda malpensante » sab 18 mar 2023, 14:03:32

Ad esempio perché usare uno slot per Monaco, cedendolo graduidamende a mamma LH rende di più.

easyMXP
Messaggi: 5140
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda easyMXP » sab 18 mar 2023, 16:46:07

belumosi ha scritto: sab 18 mar 2023, 13:41:47Francamente non capisco il motivo di tanta negatività. Sono il primo a predicare prudenza sapendo che può ancora saltare tutto, ma al momento sta procedendo tutto secondo i piani. E questo sta avvenendo da quando è partita la trattativa con LH.
Magari per una volta sarebbe il caso di vedere il bicchiere mezzo pieno, pur toccandosi per scaramanzia.
Vediamolo pure mezzo pieno, e concordo con te che finora sembra che le cose siano andate secondo i piani, ma se leggo qui:
canadian#affairs ha scritto: sab 18 mar 2023, 09:07:17 I temi sul tavolo
Da quanto si apprende resterebbero tre nodi da sciogliere, magari già la settimana prossima. Il primo riguarda la cifra che Lufthansa proporrà per l’aumento di capitale che la porterà al 40% di Ita: la stima è di 200-250 milioni di euro. Il secondo nodo è sul mercato transatlantico e sull’evoluzione che deve avere per quanto riguarda le rotte tra l’Italia e Usa/Canada. Il terzo nodo tocca alcuni aspetti del contratto preliminare per l’ingresso dei tedeschi nel vettore tricolore: insomma certi passaggi dei patti parasociali andrebbero — a seconda dell’interlocutore sul tavolo — perfezionati o smussati.
mi sembra che da gennaio non abbiano fatto grandi progressi. Ricordati che l'offerta di LH è arrivata dopo mesi e mesi di analisi dei conti e trattative più o meno informali con il governo, mi sarei aspettato una situazione già ben definita con soltanto qualche dettaglio da sistemare, ma non sembra il caso.

KL63
Messaggi: 3108
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda KL63 » sab 18 mar 2023, 17:36:21

Ci sono degli aspetti da non sottovalutare. Quello della presunta "continuità aziendale" ha un peso determinante. Significherebbe far fallire l'operazione ed ITA il giorno stesso di una eventuale sentenza.

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk


easyMXP
Messaggi: 5140
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda easyMXP » sab 18 mar 2023, 17:53:19

Ci sarebbe quasi da augurarselo, LH una compagnia italiana ce l'ha già, rileva gli aerei che le servono dai lessors, assume il personale che serve tra quelli lasciati a casa da ITA, e in poco tempo riparte senza pesi inutili.
Forse la trattativa va per le lunghe per aspettare le sentenze e preparare il piano B.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 16466
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda malpensante » sab 18 mar 2023, 19:23:25

Se fossi Spohr non prenderei mai ITA prima di quella sentenza. Ma proprio mai.

RAV38
Messaggi: 1122
Iscritto il: sab 18 mag 2013, 18:08:42
Località: Roma-Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda RAV38 » sab 18 mar 2023, 20:11:52

E' probabile che il nodo più grosso sia proprio quello.

KL63
Messaggi: 3108
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda KL63 » sab 18 mar 2023, 23:55:13

malpensante ha scritto:Se fossi Spohr non prenderei mai ITA prima di quella sentenza. Ma proprio mai.
Aspettare una sentenza non è sufficiente. C'è il primo grado, l'appello ecc. Poi le cause per la riassunzione possono essere innumerevoli per cui o trovano uno sistema legale per cui LH non si ritrovi coinvolta in ogni caso o mi pare veramente uno scoglio enorme da superare. Intanto la cassa brucia e fra poco dovremo versare l'obolo da 250 milioni. Infine perché dovrebbero mollare gli slot di Linate per risparmiare 60 milioni all'anno? Ma non guadagnavano su Linate?

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk



Avatar utente
malpensante
Messaggi: 16466
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda malpensante » dom 19 mar 2023, 07:16:33

KL63 ha scritto: sab 18 mar 2023, 23:55:13Ma non guadagnavano su Linate?
Guadagno è ricavi meno costi, quindi innanzitutto dipende dai costi. Il risultato cambia se nell'analisi includi solo quelli relativi a quello specifico volo o se vai a includere voci dei costi generali dell'azienda e quali e se quei costi sono "sensati". Ad esempio quando includi i canoni di leasing dipende da se i relativi contratti sono favorevoli oppure se sono stati firmati in condizioni di debolezza o se magari qualcuno ci aveva fatto la cresta. Per il carburante dipende se hai potuto permetterti di fare hedging.

Poi dipende dai ricavi e i ricavi dipendono dalle singole rotte, dall'orario, dal giorno della settimana e dal periodo dell'anno in cui vengono effettuati i voli, nonché da che cosa fanno i passeggeri giunti a destinazione. Se l'arrivo era a CDG, AMS, persino FCO e i passeggeri proseguivano su voli intercontinentali ad alte tariffe è probabile che chi li ha portati fin lì ottenesse una parte dei guadagni dei voli in prosecuzione.

Infine se fai, per ipotesi, due Catania-Linate al giorno in monopolio potrai farli pagare cari, se ne fai ventidue no. Cancelli i venti ulteriori? O trovi un modo più remunerativo di usare quegli slot oppure li perdi e saranno i concorrenti a proporre altri Catania-Linate che abbasseranno anche i tuoi yield.

Non fatico a immaginare che, sotto LH, i conti dei voli di Linate potrebbero migliorare, mi sembra comunque che il numero di voli fatto da AZ a Linate sia troppo alto per concedere profitti garantiti a una linea aerea standalone. Ante Covid Linate aveva trecento slot al giorno, di questi duecento circa erano di Alitalia e di questi duecento la metà erano slot un tempo dedicati alla navetta per Fiumicino, che ai tempi d'oro vedeva cinquanta rotazioni.

Video Killed the Radio Star e l'AV ha ucciso non solo i profitti della Milano-Roma, ma in generale quelli di Linate, perché cancellare la gran parte di quelle cinquanta rotazioni e riversare decine di slot sul magro ventaglio di rotte che AZ può pensare di operare senza dissanguarsi ha compromesso la loro redditività, insieme all'offerta di voli delle low cost per le medesime destinazioni da MXP e BGY.

Sicuramente se AZ dovesse traslocare a Malpensa i propri voli di Linate, sempre operandoli in modalità point-to-point, sarebbe un bagno di sangue ancora maggiore, quindi per ITA avere Linate è condizione necessaria per poter essere presente sul mercato milanese non solo con i voli per l'hub romano. Per guadagnare probabilmente bisognerebbe avere dei partner e forse aerei di dimensione inferiore potrebbero essere utili nelle ore/giornate/rotte non di picco, a prezzo del mancato guadagno nei momenti migliori.

Se ITA dovesse continuare standalone sarebbe forse meglio abbandonare Milano, eliminando aerei ed equipaggi che finora le ha dedicato, ma sarebbe una linea aerea di dimensioni inferiori, di peso politico minore e farebbe ancora peggio il compito che le è stato assegnato dalla politica, quello di postificio.

KittyHawk
Messaggi: 6136
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda KittyHawk » dom 19 mar 2023, 08:13:01

KL63 ha scritto: sab 18 mar 2023, 23:55:13
malpensante ha scritto:Se fossi Spohr non prenderei mai ITA prima di quella sentenza. Ma proprio mai.
Aspettare una sentenza non è sufficiente. C'è il primo grado, l'appello ecc. Poi le cause per la riassunzione possono essere innumerevoli per cui o trovano uno sistema legale per cui LH non si ritrovi coinvolta in ogni caso o mi pare veramente uno scoglio enorme da superare.
Dovresti inserire nel contratto di vendita una manleva assoluta, in cui il venditore si fa carico di tutte le conseguenze delle cause in corso. Ma già così non basterebbe, almeno fintato che LH fosse socio di minoranza.

Inoltre è vero che l'atto di vendita con manleva verrebbe firmato da un ministro, che gode di immunità per le decisioni che prende, ma non sono sicuro che i funzionari coinvolti nella faccenda non possano successivamente essere portati a processo per danno erariale. E se tu fossi uno di questi funzionari veramente inseriresti nel contratto delle clausole che esimano LH da ogni responsabilità e conseguenza?

KL63
Messaggi: 3108
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda KL63 » dom 19 mar 2023, 08:53:21

malpensante ha scritto:
KL63 ha scritto: sab 18 mar 2023, 23:55:13Ma non guadagnavano su Linate?
Guadagno è ricavi meno costi, quindi innanzitutto dipende dai costi. Il risultato cambia se nell'analisi includi solo quelli relativi a quello specifico volo o se vai a includere voci dei costi generali dell'azienda e quali e se quei costi sono "sensati". Ad esempio quando includi i canoni di leasing dipende da se i relativi contratti sono favorevoli oppure se sono stati firmati in condizioni di debolezza o se magari qualcuno ci aveva fatto la cresta. Per il carburante dipende se hai potuto permetterti di fare hedging.

Poi dipende dai ricavi e i ricavi dipendono dalle singole rotte, dall'orario, dal giorno della settimana e dal periodo dell'anno in cui vengono effettuati i voli, nonché da che cosa fanno i passeggeri giunti a destinazione. Se l'arrivo era a CDG, AMS, persino FCO e i passeggeri proseguivano su voli intercontinentali ad alte tariffe è probabile che chi li ha portati fin lì ottenesse una parte dei guadagni dei voli in prosecuzione.

Infine se fai, per ipotesi, due Catania-Linate al giorno in monopolio potrai farli pagare cari, se ne fai ventidue no. Cancelli i venti ulteriori? O trovi un modo più remunerativo di usare quegli slot oppure li perdi e saranno i concorrenti a proporre altri Catania-Linate che abbasseranno anche i tuoi yield.

Non fatico a immaginare che, sotto LH, i conti dei voli di Linate potrebbero migliorare, mi sembra comunque che il numero di voli fatto da AZ a Linate sia troppo alto per concedere profitti garantiti a una linea aerea standalone. Ante Covid Linate aveva trecento slot al giorno, di questi duecento circa erano di Alitalia e di questi duecento la metà erano slot un tempo dedicati alla navetta per Fiumicino, che ai tempi d'oro vedeva cinquanta rotazioni.

Video Killed the Radio Star e l'AV ha ucciso non solo i profitti della Milano-Roma, ma in generale quelli di Linate, perché cancellare la gran parte di quelle cinquanta rotazioni e riversare decine di slot sul magro ventaglio di rotte che AZ può pensare di operare senza dissanguarsi ha compromesso la loro redditività, insieme all'offerta di voli delle low cost per le medesime destinazioni da MXP e BGY.

Sicuramente se AZ dovesse traslocare a Malpensa i propri voli di Linate, sempre operandoli in modalità point-to-point, sarebbe un bagno di sangue ancora maggiore, quindi per ITA avere Linate è condizione necessaria per poter essere presente sul mercato milanese non solo con i voli per l'hub romano. Per guadagnare probabilmente bisognerebbe avere dei partner e forse aerei di dimensione inferiore potrebbero essere utili nelle ore/giornate/rotte non di picco, a prezzo del mancato guadagno nei momenti migliori.

Se ITA dovesse continuare standalone sarebbe forse meglio abbandonare Milano, eliminando aerei ed equipaggi che finora le ha dedicato, ma sarebbe una linea aerea di dimensioni inferiori, di peso politico minore e farebbe ancora peggio il compito che le è stato assegnato dalla politica, quello di postificio.
Grazie per le considerazioni. La mia era una domanda che sottendeva la storia della gallina dalle uova d'oro, che evidentemente non sono così d'orate.

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk


Ultima modifica di KL63 il dom 19 mar 2023, 08:53:21, modificato 1 volta in totale.

KL63
Messaggi: 3108
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda KL63 » dom 19 mar 2023, 08:54:11

KittyHawk ha scritto:
KL63 ha scritto: sab 18 mar 2023, 23:55:13
malpensante ha scritto:Se fossi Spohr non prenderei mai ITA prima di quella sentenza. Ma proprio mai.
Aspettare una sentenza non è sufficiente. C'è il primo grado, l'appello ecc. Poi le cause per la riassunzione possono essere innumerevoli per cui o trovano uno sistema legale per cui LH non si ritrovi coinvolta in ogni caso o mi pare veramente uno scoglio enorme da superare.
Dovresti inserire nel contratto di vendita una manleva assoluta, in cui il venditore si fa carico di tutte le conseguenze delle cause in corso. Ma già così non basterebbe, almeno fintato che LH fosse socio di minoranza.

Inoltre è vero che l'atto di vendita con manleva verrebbe firmato da un ministro, che gode di immunità per le decisioni che prende, ma non sono sicuro che i funzionari coinvolti nella faccenda non possano successivamente essere portati a processo per danno erariale. E se tu fossi uno di questi funzionari veramente inseriresti nel contratto delle clausole che esimano LH da ogni responsabilità e conseguenza?
Assolutamente non firmerei un bel niente[emoji16]

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
belumosi
Messaggi: 3711
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda belumosi » dom 19 mar 2023, 11:46:09

malpensante ha scritto: dom 19 mar 2023, 07:16:33
KL63 ha scritto: sab 18 mar 2023, 23:55:13Ma non guadagnavano su Linate?
Guadagno è ricavi meno costi, quindi innanzitutto dipende dai costi. Il risultato cambia se nell'analisi includi solo quelli relativi a quello specifico volo o se vai a includere voci dei costi generali dell'azienda e quali e se quei costi sono "sensati". Ad esempio quando includi i canoni di leasing dipende da se i relativi contratti sono favorevoli oppure se sono stati firmati in condizioni di debolezza o se magari qualcuno ci aveva fatto la cresta. Per il carburante dipende se hai potuto permetterti di fare hedging.

Poi dipende dai ricavi e i ricavi dipendono dalle singole rotte, dall'orario, dal giorno della settimana e dal periodo dell'anno in cui vengono effettuati i voli, nonché da che cosa fanno i passeggeri giunti a destinazione. Se l'arrivo era a CDG, AMS, persino FCO e i passeggeri proseguivano su voli intercontinentali ad alte tariffe è probabile che chi li ha portati fin lì ottenesse una parte dei guadagni dei voli in prosecuzione.

Infine se fai, per ipotesi, due Catania-Linate al giorno in monopolio potrai farli pagare cari, se ne fai ventidue no. Cancelli i venti ulteriori? O trovi un modo più remunerativo di usare quegli slot oppure li perdi e saranno i concorrenti a proporre altri Catania-Linate che abbasseranno anche i tuoi yield.

Non fatico a immaginare che, sotto LH, i conti dei voli di Linate potrebbero migliorare, mi sembra comunque che il numero di voli fatto da AZ a Linate sia troppo alto per concedere profitti garantiti a una linea aerea standalone. Ante Covid Linate aveva trecento slot al giorno, di questi duecento circa erano di Alitalia e di questi duecento la metà erano slot un tempo dedicati alla navetta per Fiumicino, che ai tempi d'oro vedeva cinquanta rotazioni.

Video Killed the Radio Star e l'AV ha ucciso non solo i profitti della Milano-Roma, ma in generale quelli di Linate, perché cancellare la gran parte di quelle cinquanta rotazioni e riversare decine di slot sul magro ventaglio di rotte che AZ può pensare di operare senza dissanguarsi ha compromesso la loro redditività, insieme all'offerta di voli delle low cost per le medesime destinazioni da MXP e BGY.

Sicuramente se AZ dovesse traslocare a Malpensa i propri voli di Linate, sempre operandoli in modalità point-to-point, sarebbe un bagno di sangue ancora maggiore, quindi per ITA avere Linate è condizione necessaria per poter essere presente sul mercato milanese non solo con i voli per l'hub romano. Per guadagnare probabilmente bisognerebbe avere dei partner e forse aerei di dimensione inferiore potrebbero essere utili nelle ore/giornate/rotte non di picco, a prezzo del mancato guadagno nei momenti migliori.

Se ITA dovesse continuare standalone sarebbe forse meglio abbandonare Milano, eliminando aerei ed equipaggi che finora le ha dedicato, ma sarebbe una linea aerea di dimensioni inferiori, di peso politico minore e farebbe ancora peggio il compito che le è stato assegnato dalla politica, quello di postificio.
Ottima analisi.

grandemilano
Messaggi: 1950
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda grandemilano » lun 20 mar 2023, 04:42:43

malpensante ha scritto: dom 19 mar 2023, 07:16:33
KL63 ha scritto: sab 18 mar 2023, 23:55:13Ma non guadagnavano su Linate?
Guadagno è ricavi meno costi, quindi innanzitutto dipende dai costi. Il risultato cambia se nell'analisi includi solo quelli relativi a quello specifico volo o se vai a includere voci dei costi generali dell'azienda e quali e se quei costi sono "sensati". Ad esempio quando includi i canoni di leasing dipende da se i relativi contratti sono favorevoli oppure se sono stati firmati in condizioni di debolezza o se magari qualcuno ci aveva fatto la cresta. Per il carburante dipende se hai potuto permetterti di fare hedging.

Poi dipende dai ricavi e i ricavi dipendono dalle singole rotte, dall'orario, dal giorno della settimana e dal periodo dell'anno in cui vengono effettuati i voli, nonché da che cosa fanno i passeggeri giunti a destinazione. Se l'arrivo era a CDG, AMS, persino FCO e i passeggeri proseguivano su voli intercontinentali ad alte tariffe è probabile che chi li ha portati fin lì ottenesse una parte dei guadagni dei voli in prosecuzione.

Infine se fai, per ipotesi, due Catania-Linate al giorno in monopolio potrai farli pagare cari, se ne fai ventidue no. Cancelli i venti ulteriori? O trovi un modo più remunerativo di usare quegli slot oppure li perdi e saranno i concorrenti a proporre altri Catania-Linate che abbasseranno anche i tuoi yield.

Non fatico a immaginare che, sotto LH, i conti dei voli di Linate potrebbero migliorare, mi sembra comunque che il numero di voli fatto da AZ a Linate sia troppo alto per concedere profitti garantiti a una linea aerea standalone. Ante Covid Linate aveva trecento slot al giorno, di questi duecento circa erano di Alitalia e di questi duecento la metà erano slot un tempo dedicati alla navetta per Fiumicino, che ai tempi d'oro vedeva cinquanta rotazioni.

Video Killed the Radio Star e l'AV ha ucciso non solo i profitti della Milano-Roma, ma in generale quelli di Linate, perché cancellare la gran parte di quelle cinquanta rotazioni e riversare decine di slot sul magro ventaglio di rotte che AZ può pensare di operare senza dissanguarsi ha compromesso la loro redditività, insieme all'offerta di voli delle low cost per le medesime destinazioni da MXP e BGY.

Sicuramente se AZ dovesse traslocare a Malpensa i propri voli di Linate, sempre operandoli in modalità point-to-point, sarebbe un bagno di sangue ancora maggiore, quindi per ITA avere Linate è condizione necessaria per poter essere presente sul mercato milanese non solo con i voli per l'hub romano. Per guadagnare probabilmente bisognerebbe avere dei partner e forse aerei di dimensione inferiore potrebbero essere utili nelle ore/giornate/rotte non di picco, a prezzo del mancato guadagno nei momenti migliori.

Se ITA dovesse continuare standalone sarebbe forse meglio abbandonare Milano, eliminando aerei ed equipaggi che finora le ha dedicato, ma sarebbe una linea aerea di dimensioni inferiori, di peso politico minore e farebbe ancora peggio il compito che le è stato assegnato dalla politica, quello di postificio.
Ottima analisi ma c'è un effetto collaterale: questa situazione impone la scelta di avere la base principale a FCO.
Una scelta drammatica che ha portato al fallimento Alitalia e sta portando al fallimento anche ITA Airways.
Si parla tanto di integrazione in LH (come se fosse la soluzione di tutti i problemi). Ma già l'integrazione in AF/KM ha portato benefici di 200/300 milioni l'anno. Se non fosse per ciò, le perdite non sarebbero 500 milioni l'anno ma 700/800.
Quindi in Italia oltre al problema low cost, c'è anche un problema "logistico" degli aeroporti. Che impone scelte economicamente insostenibili

KittyHawk
Messaggi: 6136
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda KittyHawk » lun 20 mar 2023, 07:55:02

Alitalia prima e Ita adesso sono afflitte da quattro imperativi con cui da decenni la politica cerca di piegare il mercato alle sue esigenze, non riuscendoci peraltro.
1) L'ubicazione della base, che deve obbligatoriamente essere nella capitale.
2) La dimensione della compagnia, che deve essere grande a prescindere.
3) La nomea di compagnia di bandiera, che obbliga a coprire completamente e abbondantemente il territorio nazionale (Linate è solo la punta dell'iceberg).
4) Il mantenimento di posti di lavoro, utili o non utili.

Se si potessero non rispettare gli ultimi tre, il primo (FCO) non sarebbe un problema.

grandemilano
Messaggi: 1950
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda grandemilano » lun 20 mar 2023, 08:23:38

KittyHawk ha scritto: lun 20 mar 2023, 07:55:02 Alitalia prima e Ita adesso sono afflitte da quattro imperativi con cui da decenni la politica cerca di piegare il mercato alle sue esigenze, non riuscendoci peraltro.
1) L'ubicazione della base, che deve obbligatoriamente essere nella capitale.
2) La dimensione della compagnia, che deve essere grande a prescindere.
3) La nomea di compagnia di bandiera, che obbliga a coprire completamente e abbondantemente il territorio nazionale (Linate è solo la punta dell'iceberg).
4) Il mantenimento di posti di lavoro, utili o non utili.

Se si potessero non rispettare gli ultimi tre, il primo (FCO) non sarebbe un problema.
Considera che le low cost non sono più solo un "problema" di Milano e Malpensa. Ma ora anche su FCO stanno crescendo alla grande. Quindi anche avere una base a FCO potrebbe ormai costituire un problema

jetblue
Messaggi: 882
Iscritto il: gio 10 apr 2008, 17:34:22

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda jetblue » lun 20 mar 2023, 09:32:22

grandemilano ha scritto: lun 20 mar 2023, 08:23:38

Considera che le low cost non sono più solo un "problema" di Milano e Malpensa. Ma ora anche su FCO stanno crescendo alla grande. Quindi anche avere una base a FCO potrebbe ormai costituire un problema
Le low cost sono un competitor ormai presente ovunque.
Per la S23 ecco su MXP e FCO quanto pesano sul totale dei posti offerti:

MXP (totale circa 55,94%)
Easyjet 26,69%
Wizzair 9,92%
Ryanair 13,96%
Vueling 3,39%
Eurowings 1,47%
Altri (Norwegian, ecc.) 0,51%

FCO (totale circa 35,24%)
Easyjet 2,21%
Wizzair 10,53%
Ryanair 12,91%
Vueling 4,55%
Eurowings 1,01%
Altri (Norwegian, Volotea, Norse, ecc.) 4,03%

Su FCO ITA ha per la S23 una quota di mercato sui posti offerti del 29,1%

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 16466
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda malpensante » lun 20 mar 2023, 11:36:41

jetblue ha scritto: lun 20 mar 2023, 09:32:22 Per la S23 ecco su MXP e FCO quanto pesano sul totale dei posti offerti:
Grazie dei numeri, sarebbe interessante averli anche per MIL e ROM.

jetblue
Messaggi: 882
Iscritto il: gio 10 apr 2008, 17:34:22

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda jetblue » lun 20 mar 2023, 12:52:21

Per capire il poco peso di ITA, questa è la quota di mercato dei top 10 vettori che operano nel mercato Italiano per la S23 in base al numero di posti offerti.

Per ogni vettore sono incluse le varie sussidiarie tipo Ryanair UK, Easyjet Switzerland, ecc.

Tutto il mercato:

Ryanair 32,6%
ITA 13,58%
Easyjet 10,46%
Wizzair 8,19%
Gruppo LH (controllate dirette LH,EN,SN,OS,EW, LX): 5,91%
Gruppo IAG (inclusa Vueling): 5,33%
Volotea 3,76%
Gruppo AF/KL (inclusa Transavia) 3,15%
Neos Air 1,58%
AeroItalia 1,37%

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 16466
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda malpensante » lun 20 mar 2023, 13:20:28

Con gli ASK magari va meglio.

jetblue
Messaggi: 882
Iscritto il: gio 10 apr 2008, 17:34:22

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda jetblue » lun 20 mar 2023, 14:23:46

Usando ASK come parametro ITA passa al 11,05% peggiorando e FR al 22,71%

Come prevedibile entrano nella top 10 Delta, United, American e Emirates.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 16466
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda malpensante » lun 20 mar 2023, 14:48:19

jetblue ha scritto: lun 20 mar 2023, 14:23:46 Usando ASK come parametro ITA passa al 11,05% peggiorando e FR al 22,71%
Quindi ITA va peggio, perché nel lungo raggio è un peso piuma.

Non so se ci sia una definizione che lo misura, ma sarebbe bello sapere non solo numero pax e ASK dei vari segmenti offerti dalle compagnie aeree da/per l'Italia, ma quelli dell'intero itinerario, comprendendo il volo beyond il rispettivo hub. Per capirsi non solo MXP-DOH di QR o FCO-LHR di BA, ma MXP-DOH-BKK e FCO-LHR-YVR, che mostrerebbero meglio il peso del fatturato. Lì credo che ITA sarebbe ancora più insignificante sul mercato italiano.


Torna a “COMPAGNIE ITALIANE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 52 ospiti