Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

le news dei vettori con Coa italiano
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare gli argomenti che riguardano i vettori con COA italiano
spanna
Messaggi: 3782
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda spanna » lun 27 mar 2023, 18:37:47

da europeista moderato qual ero, osservando il trattamento riservato ad alitalia da parte della UE sono diventato europeista oltranzista, e mi sono convinto che l'unica possibilita' di salvezza per questo martoriato e disunito paese risiede nella UE. Nel fallimento 2008 la UE ha usato una mano delicata con alitalia imponendole piccoli sacrifici (la manutenzione pesante, se non vado errato, fu forzatamente ceduta) di fronte ad una privatizzazione reale che ha portato ad una fusione con airone e alla creazione di una base azionaria di assoluto rispetto.
Certo poi la UE non puo' andare a sindacare sul piano industriale che e' stato una fetecchia e che ha portato molte aziende private a perdere fior di quattrini, a partire da AFKLM che si sarebbe dovuta mangiare l'intero boccone.
Nel 2015 la UE non ebbe nulla da dire giustamente, perche' CAI non falli', e SAI nacque con l'inserimento di un nuovo privato ed il pubblico si limito' a mettere pochi quattrini tramite le poste.
Nel 2021 la UE ci ando' veramente pesante, anche se non capisco perche' pare che nessuno se ne sia accorta. Tanto e' vero che i dipendenti ITA sono attualmente forse un terzo o forse meno dell'ultima alitalia. Levare l'handling e la manutenzione e' stata una mossa da maestro per garantire che la nuova ITA andasse a scontrarsi ancora piu' duramente col suo problema ormai eterno: i voli che non rendono. In pratica la UE gli ha soffiato da sotto il naso la parte piu' o meno sana dell'azienda che infatti e' stata venduta senza problemi a chi sa come gestirla, lasciando alla povera ITA la fonte unica delle sue perdite, l'aviazione. E in questo modo ha ottenuto un grandissimo risultato: ITA viene messa di fronte impietosamente alle sue perdite, al 100% generate dal settore aviazione (avrete notato, penso, che le perdite non siano diminuite a fronte di una forza alvoro che e' meno di un terzo), non c'e' modo di tirar fuori storielle sull'handling che fa schifo, sulla manutenzione che e' inefficiente, sono proprio i voli e solo i voli a perdere in maniera esorbitante.
Il governo - espressione di un popolo diviso e non in grado di fare una piccola rinuncia a fronte di un grande bene comune - e' debole, ed invece di imporre scelte precise e dure per qualcuno, ma in grado di portare un grande risultato da condividere con tutti gli italiani, non sa fare altro che piegarsi alla volonta' popolare sovrana, fatta di individui che scrivono sul forum senza avere una minima cognizione di quello che stanno scrivendo, fatta di gente che protesta nei modi piu' pacchiani per assicurarsi un'audience sui mezzi di informazione. E cosi' passo dopo passo siamo arrivati alla situazione di oggi. Il mercato bussa ancora alle porte di ITA sottoforma di un'offerta di LH, ma nessun governo, ne' quello attuale, ne' quelli passati e nemmeno quelli futuri, si sogna di permettere ad ITA di piegarsi a non fare cio' che il governo, espressione del popolo di cui sopra, pretende che ITA faccia. Meglio farla fallire, a questo punto. Meglio ma molto meglio il fallimento, la cui responsabilita' politica e' di tutti e di nessuno, alla fine, piuttosto che lasciare che ITA venga sottoposta alle forze di mercato liberamente, per trovare una via di profitto. Certo, farlo 15 anni fa sarebbe stato molto meglio, e' chiaro, ora il mercato ha gia' distrutto una buona parte di ITA e non e' che si possa recuperare terreno facilmente. Io intanto rido pensando che il prossimo fallimento portera' ad una rinascita, ammesso che ci potra' essere, come minimo senza gli slot di LIN, visto che ITA non ha altro da sacrificare. Sara' ancora una strada costosa? Sicuramente, ma immaginiamo che cosa sarebbe successo senza la UE. Il governo aveva gia' stanziato 3 mld€, dico 3 mld, una cifra pazzesca, per fare le stesse cose che si stanno facendo adesso con 1,35 mld€, e per avere gli stessi risultati. Alla prossima rinascita quanto capitale sara' permesso ad ITA? Sicuramente ancora meno. E senza gli slot di LIN, a chi volete che interessi una compagnia basata a FCO, fuori dai grandi flussi internazionali (a parte quelli turistici che abbiamo visto quanto rendono)? La UE a poco a poco sta smantellando alitalia/ITA facendo risparmiare un sacco di soldi a noi italiani. A Bruxelles bisognerebbe erigere un monumento per l'inflessibilita' con cui sta costringendo uno dei paesi fondatori a privarsi completamente della sua compagnia di bandiera. E lo sta facendo a poco a poco, senza rumore, tanto che la gente nemmeno se ne accorge. Se non se ne accorgono gli appassionati che frequentano i forum, figuriamoci gli altri. Sarebbe bello poter osservare l'italia da lontano, con una lente di ingrandimento, come si fa con i formicai. Solo che le formiche sanno bene che devono fare dei sacrifici personali a fronte del bene comune, gli italiani no. Va beh, ringraziamo la UE per come si sta comportando, ringraziamola per l'inflessibilita' con cui ha trattato una rogna difficilissima, ringraziamola per la coerenza con cui sta facendo a fette un'azienda protetta dallo stato in modo che non disturbi il mercato comune. Margherita, ad majora [cin cin]
20 anni di perdite senza soluzione di continuità per liberarsi di alitalia. Per ITA airways ne occorreranno molti meno.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 19209
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda malpensante » lun 27 mar 2023, 19:02:30


grandemilano
Messaggi: 2351
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda grandemilano » lun 27 mar 2023, 19:34:15

spanna ha scritto: lun 27 mar 2023, 18:37:47 da europeista moderato qual ero, osservando il trattamento riservato ad alitalia da parte della UE sono diventato europeista oltranzista, e mi sono convinto che l'unica possibilita' di salvezza per questo martoriato e disunito paese risiede nella UE. Nel fallimento 2008 la UE ha usato una mano delicata con alitalia imponendole piccoli sacrifici (la manutenzione pesante, se non vado errato, fu forzatamente ceduta) di fronte ad una privatizzazione reale che ha portato ad una fusione con airone e alla creazione di una base azionaria di assoluto rispetto.
Certo poi la UE non puo' andare a sindacare sul piano industriale che e' stato una fetecchia e che ha portato molte aziende private a perdere fior di quattrini, a partire da AFKLM che si sarebbe dovuta mangiare l'intero boccone.
Nel 2015 la UE non ebbe nulla da dire giustamente, perche' CAI non falli', e SAI nacque con l'inserimento di un nuovo privato ed il pubblico si limito' a mettere pochi quattrini tramite le poste.
Nel 2021 la UE ci ando' veramente pesante, anche se non capisco perche' pare che nessuno se ne sia accorta. Tanto e' vero che i dipendenti ITA sono attualmente forse un terzo o forse meno dell'ultima alitalia. Levare l'handling e la manutenzione e' stata una mossa da maestro per garantire che la nuova ITA andasse a scontrarsi ancora piu' duramente col suo problema ormai eterno: i voli che non rendono. In pratica la UE gli ha soffiato da sotto il naso la parte piu' o meno sana dell'azienda che infatti e' stata venduta senza problemi a chi sa come gestirla, lasciando alla povera ITA la fonte unica delle sue perdite, l'aviazione. E in questo modo ha ottenuto un grandissimo risultato: ITA viene messa di fronte impietosamente alle sue perdite, al 100% generate dal settore aviazione (avrete notato, penso, che le perdite non siano diminuite a fronte di una forza alvoro che e' meno di un terzo), non c'e' modo di tirar fuori storielle sull'handling che fa schifo, sulla manutenzione che e' inefficiente, sono proprio i voli e solo i voli a perdere in maniera esorbitante.
Il governo - espressione di un popolo diviso e non in grado di fare una piccola rinuncia a fronte di un grande bene comune - e' debole, ed invece di imporre scelte precise e dure per qualcuno, ma in grado di portare un grande risultato da condividere con tutti gli italiani, non sa fare altro che piegarsi alla volonta' popolare sovrana, fatta di individui che scrivono sul forum senza avere una minima cognizione di quello che stanno scrivendo, fatta di gente che protesta nei modi piu' pacchiani per assicurarsi un'audience sui mezzi di informazione. E cosi' passo dopo passo siamo arrivati alla situazione di oggi. Il mercato bussa ancora alle porte di ITA sottoforma di un'offerta di LH, ma nessun governo, ne' quello attuale, ne' quelli passati e nemmeno quelli futuri, si sogna di permettere ad ITA di piegarsi a non fare cio' che il governo, espressione del popolo di cui sopra, pretende che ITA faccia. Meglio farla fallire, a questo punto. Meglio ma molto meglio il fallimento, la cui responsabilita' politica e' di tutti e di nessuno, alla fine, piuttosto che lasciare che ITA venga sottoposta alle forze di mercato liberamente, per trovare una via di profitto. Certo, farlo 15 anni fa sarebbe stato molto meglio, e' chiaro, ora il mercato ha gia' distrutto una buona parte di ITA e non e' che si possa recuperare terreno facilmente. Io intanto rido pensando che il prossimo fallimento portera' ad una rinascita, ammesso che ci potra' essere, come minimo senza gli slot di LIN, visto che ITA non ha altro da sacrificare. Sara' ancora una strada costosa? Sicuramente, ma immaginiamo che cosa sarebbe successo senza la UE. Il governo aveva gia' stanziato 3 mld€, dico 3 mld, una cifra pazzesca, per fare le stesse cose che si stanno facendo adesso con 1,35 mld€, e per avere gli stessi risultati. Alla prossima rinascita quanto capitale sara' permesso ad ITA? Sicuramente ancora meno. E senza gli slot di LIN, a chi volete che interessi una compagnia basata a FCO, fuori dai grandi flussi internazionali (a parte quelli turistici che abbiamo visto quanto rendono)? La UE a poco a poco sta smantellando alitalia/ITA facendo risparmiare un sacco di soldi a noi italiani. A Bruxelles bisognerebbe erigere un monumento per l'inflessibilita' con cui sta costringendo uno dei paesi fondatori a privarsi completamente della sua compagnia di bandiera. E lo sta facendo a poco a poco, senza rumore, tanto che la gente nemmeno se ne accorge. Se non se ne accorgono gli appassionati che frequentano i forum, figuriamoci gli altri. Sarebbe bello poter osservare l'italia da lontano, con una lente di ingrandimento, come si fa con i formicai. Solo che le formiche sanno bene che devono fare dei sacrifici personali a fronte del bene comune, gli italiani no. Va beh, ringraziamo la UE per come si sta comportando, ringraziamola per l'inflessibilita' con cui ha trattato una rogna difficilissima, ringraziamola per la coerenza con cui sta facendo a fette un'azienda protetta dallo stato in modo che non disturbi il mercato comune. Margherita, ad majora [cin cin]
Discorso che io condivido. Soprattutto, con la sentenza di oggi, l'UE potrebbe aver aperto un precedente. Nel senso: ogni ulteriore esborso dello stato italiano a ITA, oggi a priori potrebbe essere visto come aiuto di stato. E questo rende più difficile buttare nel cesso altri soldi degli italiani dopo tutti quelli buttati sinora.

jetblue
Messaggi: 1179
Iscritto il: gio 10 apr 2008, 17:34:22

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda jetblue » lun 27 mar 2023, 19:51:22

La cosa positiva di questa sentenza dovrebbe essere la difficoltà in futuro di fare operazioni simili e quindi evitare che i nostri soldi siano sprecati in una voragine senza fondo.

Niobium
Messaggi: 20
Iscritto il: ven 01 giu 2018, 21:22:23

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda Niobium » lun 27 mar 2023, 20:25:11

Buonasera a tutti, mi è sorta una curiosità in merito al prestito ponte.
La causa intentata dai lavoratori ex-Alitalia per il reintegro in ITA è fondata sulla presunta non-discontinuità economica tra le due compagnie. Se la causa andasse in porto, e quindi se il tribunale sancisse la non-discontinuità, significherebbe anche automaticamente che il rimborso dei prestito-ponte sarebbe adesso in capo a ITA?

RAV38
Messaggi: 1204
Iscritto il: sab 18 mag 2013, 18:08:42
Località: Roma-Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda RAV38 » lun 27 mar 2023, 20:33:04

Mi colpisce il timing di questa sentenza. La UE ci ha messo due anni per capire che il prestito ponte ad AZ era fasullo e che non sarebbe mai più restituito e dunque che si è trattato di aiuto di stato. E si sveglia solo ora quando, guarda caso, la trattativa per la vendita parziale a LH sembra sul punto di impantanarsi. E ciò perchè (ma forse è un malevolo pregiudizio) da parte italiana si cerca ancora una volta di far percorre al vettore tricolore la stessa strada del passato, con gli stessi sotterfugi e le furbizie da....reddito di cittadinanza. Forse qualcuno a Bruxelles sta perdendo la pazienza (forse imboccato da Colonia?)

KL63
Messaggi: 3365
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda KL63 » lun 27 mar 2023, 21:17:05

Ma Alitalia era già stata condannata per la prima tranche del prestito ponte, questa è la condanna per la seconda. La questione è proprio che se venisse dichiarata la continuità aziendale sarebbe ITA a doverlo rimborsare. E con le improvvide dichiarazioni di Lazzerini di circa un mese e mezzo fa è probabile che ciò avvenga.

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
belumosi
Messaggi: 4321
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda belumosi » lun 27 mar 2023, 21:40:51

Il percorso della magistratura italiana per valutare l'effettiva discontinuità aziendale tra AZ e ITA, non ha nulla a che fare con i vari procedimenti in sede UE.
La commissione UE aveva già deliberato in merito, riconoscendo la discontinuità tra AZ e ITA qualora fossero state rispettate le note condizioni: spezzatino, max 1.35 MLD€ di investimenti pubblici in 3 anni, flotta limitata e via dicendo.
Non so se qualcuno l'ha notato, ma tutte le decisioni UE nei decenni, hanno sempre avuto come comune denominatore il contenimento di AZ come dimensioni e come capitalizzazione. A queste condizioni, la sopravvivenza della compagnia non è mai stata un grosso problema per la UE come per i competitor. Perchè come diceva a Rocky il suo allenatore, "non fa male".

KL63
Messaggi: 3365
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda KL63 » lun 27 mar 2023, 22:20:36

Se non il prestito ponte, nel caso venisse dichiarata dalla magistratura la continuità aziendale fra Alitalia ed ITA, tutti i creditori del fallimento potrebbero rifarsi su ITA. O sbaglio?

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
belumosi
Messaggi: 4321
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda belumosi » lun 27 mar 2023, 22:37:09

KL63 ha scritto: lun 27 mar 2023, 22:20:36 Se non il prestito ponte, nel caso venisse dichiarata dalla magistratura la continuità aziendale fra Alitalia ed ITA, tutti i creditori del fallimento potrebbero rifarsi su ITA. O sbaglio?
No, anche perchè AZ e ITA hanno perimetri aziendali completamente diversi.
La continuità aziendale che alcuni ex dipendenti AZ stanno cercando di farsi riconoscere, riguarda esclusivamente la parte volo di AZ in AS.
La verità è che fin dal primo giorno, a Roma come a Bruxelles sapevano perfettamente che i prestiti ponte non erano altro che finanziamenti pubblici occulti. Ma siccome non creavano grossi danni a nessuno (a parte le nostre tasche), hanno tutti recitato la loro parte affinchè l'operazione andasse a buon fine e i soldi arrivati ad AZ non subissero contestazioni in tempi sufficientemente brevi da creare problemi. Una palese farsa.

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 4321
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda belumosi » mar 28 mar 2023, 16:00:48

Sono alcuni giorni che stanno uscendo articoli a raffica sui problemi di ITA.
Articoli che leggo con un certo sospetto, visto che in realtà non aggiungono nulla, ma proprio nulla, a quanto noto da mesi.
La condanna UE per gli aiuti ad AZ in AS era scontata, le grosse perdite pure (imho concentrate soprattutto nel 1° trimestre), così come le cause degli ex dipendenti di AZ, sono notizie trite e ritrite.
Non credo che sia casuale questo bombardamento negativo proprio nelle settimane finali della trattativa per la cessione.
Ho più di un sospetto che sia il tentativo mediatico finale da parte degli statalisti di spaventare LH (o più probabilmente l'opinione pubblica tedesca), inducendola a rinunciare.
Forza Giancarlo, tieni duro, manda tutti 'sti parassiti a caxare e porta a casa la vendita.

grandemilano
Messaggi: 2351
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda grandemilano » mar 28 mar 2023, 17:04:54

belumosi ha scritto: mar 28 mar 2023, 16:00:48 Sono alcuni giorni che stanno uscendo articoli a raffica sui problemi di ITA.
Articoli che leggo con un certo sospetto, visto che in realtà non aggiungono nulla, ma proprio nulla, a quanto noto da mesi.
La condanna UE per gli aiuti ad AZ in AS era scontata, le grosse perdite pure (imho concentrate soprattutto nel 1° trimestre), così come le cause degli ex dipendenti di AZ, sono notizie trite e ritrite.
Non credo che sia casuale questo bombardamento negativo proprio nelle settimane finali della trattativa per la cessione.
Ho più di un sospetto che sia il tentativo mediatico finale da parte degli statalisti di spaventare LH (o più probabilmente l'opinione pubblica tedesca), inducendola a rinunciare.
Forza Giancarlo, tieni duro, manda tutti 'sti parassiti a caxare e porta a casa la vendita.
Quindi dopo i complotti a danno di Malpensa, ora assistiamo ai complotti a danno di AZ-ITA?

RAV38
Messaggi: 1204
Iscritto il: sab 18 mag 2013, 18:08:42
Località: Roma-Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda RAV38 » mar 28 mar 2023, 17:07:49

I sospetti sono certo giustificati. C'è da dire anche che i giornalisti non hanno elementi di informazione nuovi e certi mentre siamo ormai alla scadenza dei termini temporali che erano stati indicati dal governo per la conclusione delle trattative (i famosi ultimi dettagli) senza che si abbia la sensazione che il travagliatissimo parto sia imminente. Anche le veline sembrano essersi fatte più rare. Speriamo che l'uovo di Pasqua ci porti una bella sorpresa.

spanna
Messaggi: 3782
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda spanna » mar 28 mar 2023, 19:15:55

grandemilano ha scritto: mar 28 mar 2023, 17:04:54
belumosi ha scritto: mar 28 mar 2023, 16:00:48 Sono alcuni giorni che stanno uscendo articoli a raffica sui problemi di ITA.
Articoli che leggo con un certo sospetto, visto che in realtà non aggiungono nulla, ma proprio nulla, a quanto noto da mesi.
La condanna UE per gli aiuti ad AZ in AS era scontata, le grosse perdite pure (imho concentrate soprattutto nel 1° trimestre), così come le cause degli ex dipendenti di AZ, sono notizie trite e ritrite.
Non credo che sia casuale questo bombardamento negativo proprio nelle settimane finali della trattativa per la cessione.
Ho più di un sospetto che sia il tentativo mediatico finale da parte degli statalisti di spaventare LH (o più probabilmente l'opinione pubblica tedesca), inducendola a rinunciare.
Forza Giancarlo, tieni duro, manda tutti 'sti parassiti a caxare e porta a casa la vendita.
Quindi dopo i complotti a danno di Malpensa, ora assistiamo ai complotti a danno di AZ-ITA?
complotti insidiosissimi, per spaventare l'opinione pubblica tedesca fanno pubblicare articoli su quotidiani italiani. Pensa se volevano spaventare l'opinione pubblica italiana...
20 anni di perdite senza soluzione di continuità per liberarsi di alitalia. Per ITA airways ne occorreranno molti meno.

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 4321
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda belumosi » mar 28 mar 2023, 19:46:29

I complotti sono la risposta di quelle menti troppo deboli per accettare la realtà.
Che ci siano vari potentati che si oppongono alla vendita di ITA, è cosa nota a tutti.
E che il loro tempo per tentare qualcosa stia scadendo, lo dice il calendario.

spanna
Messaggi: 3782
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda spanna » mar 28 mar 2023, 21:43:55

ma come? Fino a ieri ci dicevi che era gia' tutto fatto, che erano gia' d'accordo, e adesso dici che ci sono i potentati che non vogliono l'accordo? Ok ne prendo atto. Ma quindi i potentati si sono formati da poco, deve essere roba recente, perche' sembravi cosi' sicuro.
20 anni di perdite senza soluzione di continuità per liberarsi di alitalia. Per ITA airways ne occorreranno molti meno.

canadian#affairs
Messaggi: 1499
Iscritto il: dom 30 nov 2008, 11:25:20

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda canadian#affairs » mar 28 mar 2023, 23:01:30

Ita Airways, il 2022 si è chiuso con un rosso di 486 milioni. Si avvicina l’accordo con Lufthansa
di Leonard Berberi

Ita Airways, la principale compagnia italiana, ha chiuso il 2022 con 1,58 miliardi di euro di ricavi, poco più di 10 milioni di passeggeri e una perdita netta di 486 milioni. I numeri — discussi e approvati dal consiglio di amministrazione del vettore al 100% del ministero dell’Economia — secondo gli analisti sottolineano l’urgenza di affidare l’azienda a un gruppo maggiormente in grado di garantirle un futuro. E collocano Ita tra i primi posti nella classifica delle compagnie che hanno fatto peggio in Europa. Nei prossimi giorni, stando a quanto apprende il Corriere da fonti governative, il Mef e Lufthansa dovrebbero siglare l’accordo per l’ingresso dei tedeschi in Ita in un primo tempo con il 40%.

Il bilancio
L’anno passato, spiega l’azienda in una nota, Ita «ha operato circa 97 mila voli di linea e trasportato circa 10,1 milioni di passeggeri». Quanto ai ricavi quelli complessivi ammontano a 1,576 miliardi di euro: di questi 1,272 miliardi derivanti dal trasporto dei passeggeri, mentre il resto è da dividere tra attività cargo e altro. Se si guarda all’Ebitda (il margine operativo lordo) nel 2022 è stato pari a -338 milioni di euro, il patrimonio netto ammonta a 524 milioni mentre la cassa al 31 dicembre 2022 era di 418 milioni di euro. Quest’ultima cifra tiene conto dei 400 milioni di euro di secondo aumento di capitale da parte del Tesoro alla fine di novembre 2022, segno che l’aviolinea a gennaio avrebbe rischiato di restare senza liquidità.

L’anno prima
Nel 2021, secondo i bilanci depositati, Ita aveva chiuso con 90 milioni di euro di ricavi e una perdita di esercizio di 147,9 milioni nei due mesi e mezzo di operazioni: la compagnia, infatti, era decollata il 15 ottobre subentrando ad Alitalia. Un periodo quello, va ricordato, caratterizzato dalle diverse varianti del coronavirus, dalle restrizioni sugli spostamenti (soprattutto intercontinentali) e dal decollo dell’azienda. I passeggeri trasportati erano stati 1,32 milioni.

Le prestazioni
Nella sua nota Ita ricorda di aver toccato «il 99% di regolarità delle operazioni e l’81% di puntualità». E sottolinea che «il risultato dell’esercizio risulta coerente con la fase di “start -up” della società in un contesto di mercato ancora debole nei primi mesi dell’esercizio per effetto del perdurare della pandemia Covid». Il rosso, sottolinea la società, è dovuto in particolare allo «scenario macroeconomico», a partire dall’invasione russa dell’Ucraina.

Il contesto
I risultati dell’esercizio 2022 — prosegue la nota — «sono stati significativamente impattati» anche «al rilevante deterioramento del tasso di cambio euro/dollaro». Quest’anno Ita Airways prevede «un’ulteriore consistente crescita del volume dei ricavi trainati dall’espansione del network delle destinazioni servite garantita dall’incremento della flotta».

L’intesa con Lufthansa
I numeri vengono resi noti nei giorni in cui il ministero dell’Economia e Lufthansa provano a stringere per trovare l’accordo sull’ingresso (in minoranza) della compagnia tedesca in Ita. Da settimane le due parti sono impegnate in una trattativa delicata con l’obiettivo di affidare il prima possibile — e solo dopo il via libera dell’Antitrust Ue — la gestione operativa al vettore di Francoforte. L’intesa è a un passo, confidano le fonti governative, e si è alla «limatura» dei dettagli.

Le tappe
L’annuncio dell’accordo preliminare — salvo intoppi e sorprese che non sono certo mancati nel dossier Ita — dovrebbe essere fatto agli inizi di aprile, come anticipato dal Corriere. Subito dopo Mef e Lufthansa chiederanno i via libera alle autorità regolatorie italiane ed europee: l’Antitrust Ue potrebbe dare l’ok tra fine luglio e inizio agosto. Solo a quel punto i tedeschi potranno iniziare a gestire l’aviolinea tricolore.

lberberi@corriere.it

https://www.corriere.it/economia/aziend ... 119f.shtml

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 19209
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda malpensante » mar 28 mar 2023, 23:24:41

Appena 48 euro di perdita a passeggero.
Di che cosa vi lamentate?

KL63
Messaggi: 3365
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda KL63 » mar 28 mar 2023, 23:26:44

Adesso è colpa della guerra fra Russia ed Ucraina e del COVID che nel 2022 è stato veramente impattante. Certo che alla Magliana sono sempre fortunati, o il COVID, o l'aviaria, o la guerra in qualche luogo sperduto, o l'invasione delle cavallette, una scusa c'è sempre.

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
belumosi
Messaggi: 4321
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda belumosi » mer 29 mar 2023, 00:21:09

canadian#affairs ha scritto: mar 28 mar 2023, 23:01:30 Ita Airways, il 2022 si è chiuso con un rosso di 486 milioni. Si avvicina l’accordo con Lufthansa
di Leonard Berberi

Ita Airways, la principale compagnia italiana, ha chiuso il 2022 con 1,58 miliardi di euro di ricavi, poco più di 10 milioni di passeggeri e una perdita netta di 486 milioni. I numeri — discussi e approvati dal consiglio di amministrazione del vettore al 100% del ministero dell’Economia — secondo gli analisti sottolineano l’urgenza di affidare l’azienda a un gruppo maggiormente in grado di garantirle un futuro. E collocano Ita tra i primi posti nella classifica delle compagnie che hanno fatto peggio in Europa. Nei prossimi giorni, stando a quanto apprende il Corriere da fonti governative, il Mef e Lufthansa dovrebbero siglare l’accordo per l’ingresso dei tedeschi in Ita in un primo tempo con il 40%.

Il bilancio
L’anno passato, spiega l’azienda in una nota, Ita «ha operato circa 97 mila voli di linea e trasportato circa 10,1 milioni di passeggeri». Quanto ai ricavi quelli complessivi ammontano a 1,576 miliardi di euro: di questi 1,272 miliardi derivanti dal trasporto dei passeggeri, mentre il resto è da dividere tra attività cargo e altro. Se si guarda all’Ebitda (il margine operativo lordo) nel 2022 è stato pari a -338 milioni di euro, il patrimonio netto ammonta a 524 milioni mentre la cassa al 31 dicembre 2022 era di 418 milioni di euro. Quest’ultima cifra tiene conto dei 400 milioni di euro di secondo aumento di capitale da parte del Tesoro alla fine di novembre 2022, segno che l’aviolinea a gennaio avrebbe rischiato di restare senza liquidità.

L’anno prima
Nel 2021, secondo i bilanci depositati, Ita aveva chiuso con 90 milioni di euro di ricavi e una perdita di esercizio di 147,9 milioni nei due mesi e mezzo di operazioni: la compagnia, infatti, era decollata il 15 ottobre subentrando ad Alitalia. Un periodo quello, va ricordato, caratterizzato dalle diverse varianti del coronavirus, dalle restrizioni sugli spostamenti (soprattutto intercontinentali) e dal decollo dell’azienda. I passeggeri trasportati erano stati 1,32 milioni.

Le prestazioni
Nella sua nota Ita ricorda di aver toccato «il 99% di regolarità delle operazioni e l’81% di puntualità». E sottolinea che «il risultato dell’esercizio risulta coerente con la fase di “start -up” della società in un contesto di mercato ancora debole nei primi mesi dell’esercizio per effetto del perdurare della pandemia Covid». Il rosso, sottolinea la società, è dovuto in particolare allo «scenario macroeconomico», a partire dall’invasione russa dell’Ucraina.

Il contesto
I risultati dell’esercizio 2022 — prosegue la nota — «sono stati significativamente impattati» anche «al rilevante deterioramento del tasso di cambio euro/dollaro». Quest’anno Ita Airways prevede «un’ulteriore consistente crescita del volume dei ricavi trainati dall’espansione del network delle destinazioni servite garantita dall’incremento della flotta».

L’intesa con Lufthansa
I numeri vengono resi noti nei giorni in cui il ministero dell’Economia e Lufthansa provano a stringere per trovare l’accordo sull’ingresso (in minoranza) della compagnia tedesca in Ita. Da settimane le due parti sono impegnate in una trattativa delicata con l’obiettivo di affidare il prima possibile — e solo dopo il via libera dell’Antitrust Ue — la gestione operativa al vettore di Francoforte. L’intesa è a un passo, confidano le fonti governative, e si è alla «limatura» dei dettagli.

Le tappe
L’annuncio dell’accordo preliminare — salvo intoppi e sorprese che non sono certo mancati nel dossier Ita — dovrebbe essere fatto agli inizi di aprile, come anticipato dal Corriere. Subito dopo Mef e Lufthansa chiederanno i via libera alle autorità regolatorie italiane ed europee: l’Antitrust Ue potrebbe dare l’ok tra fine luglio e inizio agosto. Solo a quel punto i tedeschi potranno iniziare a gestire l’aviolinea tricolore.

lberberi@corriere.it

https://www.corriere.it/economia/aziend ... 119f.shtml
E' interessante confrontare questi dati con quei pochi emersi nei mesi scorsi.
Innanzitutto va detto che il primo trimestre è stato pesantissimo. La ripartenza, il covid e la flotta ridotta e lo scarso numero di voli, hanno fatto la loro parte.
In un'intervista al Corriere, Lazzerini quantificava in 100M€ il ricavo da trasporto pax nel Q1, cifra salita a 300M€ scarsi nel Q2 e a circa 500M€ nel Q3. Per differenza, il Q4 dovrebbe quindi essersi chiuso con circa 400M€ scarsi.
Molto interessante il confronto fra l'EBITDA dei primi 6 mesi (circa -260M€) e quello dell'intero anno (-338 M€). Per differenza, nel secondo semestre il valore è quindi stato di circa -78M€. L'impressione è che il giocattolo perda si fior di quattrini, ma che il Q1 2022 particolarmente negativo dipinga un quadro peggiore di quello effettivo (che per inciso non brilla, sia ben chiaro).
Sarebbe interessante avere i dati del Q1 2023 e calcolare un bilancio Aprile/2022-Marzo 2023. Ci fornirebbe la situazione di ITA in condizioni standard.

https://www.corriere.it/economia/aziend ... f89d.shtml

https://www.corriere.it/economia/aziend ... ffa6.shtml

KittyHawk
Messaggi: 6592
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda KittyHawk » mer 29 mar 2023, 06:57:33

Più che analizzare le prestazioni di ITA nel periodo Q2 2022 - Q1 2023, sarebbe più utile confrontare (trimestre per trimestre 2022) i dati di ITA con quelli di altre compagnie europee comparabili per dimensioni.

grandemilano
Messaggi: 2351
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda grandemilano » mer 29 mar 2023, 07:48:06

belumosi ha scritto: mer 29 mar 2023, 00:21:09 [
Molto interessante il confronto fra l'EBITDA dei primi 6 mesi (circa -260M€) e quello dell'intero anno (-338 M€). Per differenza, nel secondo semestre il valore è quindi stato di circa -78M€. L'impressione è che il giocattolo perda si fior di quattrini, ma che il Q1 2022 particolarmente negativo dipinga un quadro peggiore di quello effettivo (
Ah ok: quindi la situazione è in miglioramento e va tutto bene. Capito.
Speriamo che alcune voci di perdita degli ultimi mesi del 2022, non li abbiano messi alla voce del 2023. Per figurare pedite nel 2022 meno peggiori di quello che sono state

KL63
Messaggi: 3365
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda KL63 » mer 29 mar 2023, 09:32:26

https://www.ilsussidiario.net/news/ita- ... 11960/amp/
C'è questo articolo che non ho avuto tempo di leggere tutto dove si traccia una situazione diversa rispetto al matrimonio con LH.

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
malpensante
Messaggi: 19209
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda malpensante » mer 29 mar 2023, 09:35:43

Gira che ti rigira è sempre colpa di Malpensa.

Avatar utente
I-Alex
Site Admin
Messaggi: 29564
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Ita: nuovo decreto Presidente Consiglio per favorire la vendita a Lufthansa #ITA4

Messaggio da leggereda I-Alex » mer 29 mar 2023, 13:59:53

malpensante ha scritto:Gira che ti rigira è sempre colpa di Malpensa.
mal pensa!
Malpensa airport user


Torna a “COMPAGNIE ITALIANE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti