Aeroporti Lombardi Logo

Oggi è il 19-11-2017

Search

Aeroportilombardi->dossier

Primo semestre 2017- Relazione SEA

Documento ufficiale SEA

Nel primo semestre 2017 sul sistema aeroportuale milanese gestito dal Gruppo SEA sono transitati 14,8 milioni di passeggeri, con un incremento del 9,7% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. Mentre l’aeroporto di Linate ha registrato un traffico passeggeri in linea con l’anno precedente, Malpensa ha evidenziato una crescita del 14,8%. A tale positiva performance hanno contribuito sia il Terminal 1 (+19,8%) che il Terminal 2 dedicato a easyJet (+5,7%). Il risultato del Terminal 1 bene cia di una crescita organica di tutti i segmenti di traffico. Si segnalano in particolare lo sviluppo di Ryanair (+465 mila passeggeri rispetto al semestre 2016), la crescita de- gli altri vettori low cost (+174 mila pari a +22,1%, a cui Vueling ha contribuito con +74 mila passeggeri, +25,3%), il trasferimento da Linate a Malpensa di KLM (+95 mila passeggeri) e di Air France (+91 mila passeggeri), gli incrementi di Blue Panorama (+81 mila passeggeri, +84%) e il positivo andamento degli altri vettori legacy e leisure (complessivamente +232 mila passeggeri, +3,1%). Nel semestre in esame il trafficoco intercontinentale di Mal- pensa si attesta a 2,7 milioni di passeggeri, con una cresci- ta del 5,7% rispetto al 2016. Escludendo i paesi del Maghreb, che nel corso del primo semestre 2017 stanno evidenziando segnali di ripresa (principalmente verso Egitto e in minima parte verso Ma- rocco e Tunisia), si è realizzato uno sviluppo del 4,6%, pari a 2,4 milioni di passeggeri.

Malpensa

l traffico domestico registra un incremento del 17,9% dovuto all’operatività di Ryanair che, oltre a Comiso (attivato nel dicembre 2015) nella stagione winter 2016 ha introdotto la rotta per Catania, alle nuove rotte attivate da easyJet verso Catania, Napoli, Olbia, Lamezia Terme, Brindisi, Bari ed ai nuovi collegamenti di Meridiana Fly verso Cagliari, Olbia e Palermo.
Il traffico europeo registra uno sviluppo pari al 18,7%. Ryanair ha consolidato le destinazioni Londra Stansted, Bucarest e Siviglia già attivate nel dicembre 2015 ed ha ampliato il proprio network aggiungendovi So- a, Oporto, Bruxelles e Las Palmas. EasyJet ha attivato otto nuovi collegamenti nel 2016 verso Manchester, Cracovia, Tolosa, Lille, Lanzarote, Nantes, Alicante Bilbao e ulteriori tre dalla stagione summer 2017 (Grana- da, Santiago de Compostela e Stoccolma). Influenzano positivamente il risultato anche i parziali trasferimenti di KLM e Air France da Linate e Malpensa, avvenuti a partire dalla stagione summer 2017 e il buon andamento di Vueling verso Barcellona, Parigi Orly e Amsterdam.
Le destinazioni intercontinentali hanno registrato una crescita del +5,7%. In ripresa il traffico verso Egitto, Marocco e Tunisia. Nello specifico si segnalano:
i) Medio Oriente (40% del totale di segmento, +6,6% rispetto al primo semestre 2016): a fronte di una riduzione del numero dei movimenti aerei, si registra un incremento delle dimensioni medie degli aeromobili e un rilevante incremento dei load factor. Tra i principali vettori che operano su destinazioni dell’area in analisi, hanno registrato un incremento di passeggeri Emirates, Oman Air, Elal, easyJet, Blue Panorama ed Ethiad Airways, a fronte del lieve calo di Turkish, Alitalia e Neos;
ii) Estremo Oriente (17% del totale di segmento, +6,0% rispetto al primo semestre 2016): la crescita dei passeggeri è legata all’incremento di load factor, con una lieve riduzione della dimensione media degli aeromobili e un sostanziale allineamento dei movimenti. Si segnala la crescita dei vettori Air India, Neos, Thai Airways, e Cathay Paci c;
iii) Nord America (17% del totale di segmento, +1,8% rispetto al semestre 2016): il risultato positivo è determinato dall’incremento del numero dei movimenti, dalla crescita della dimensione media degli aeromobili e da un positivo andamento dei load factor. Si segnala la cr scita di tutti i vettori operanti nell’area (Emirates, Delta, Alitalia e Air Canada) ad esclusione di United Airlines;
iv) Nord Africa (11% del totale di segmento, +14,7% rispetto al semestre 2016): la buona performance è de- terminata dal positivo andamento di tutte le variabili (movimenti, dimensioni degli aeromobili e load factor); nel segmento operano Egypt Air e, tra i vettori leisure, Meridiana Fly, Neos e Jetairfly;
v) Centro/Sud America (11% del totale di segmento, -2,8% rispetto al semestre 2016): la flessione dei passeggeri deriva principalmente dalla minore capacità offerta, parzialmente compensata dalla crescita dei load factor. Si registrano in aumento il trasportato di Neos ed in riduzione quello di Blu Panorama, Alitalia e Meridiana;
vi) Centro/Sud Africa (4% del totale di segmento, +14,2% rispetto al semestre 2016): l’incremento verso l’anno precedente è legato all’aumento dei movimenti verso l’area. Meridiana Fly rappresenta il principale player nell’area, operando prevalentemente nel comparto leisure.

Malpensa Cargo

L’aeroporto di Malpensa si attesta a 292 mila tonnellate di merce processata realizzando un incremento del 13,1%.
I vettori all-cargo (+16,0%) che operano sull’aeroporto hanno contribuito al risultato connettendo tutti i mercati del settore e principalmente le aree asiatiche, medio orientali e il continente americano. Importante è risultato anche il contributo dei voli passeggeri a configurazione mista, che hanno incrementato il trasportato del 4,9%.
Il traffico all-cargo ha raggiunto le 215 mila tonnellate movimentate; hanno contribuito allo sviluppo nel semestre il Gruppo Cargolux (+19,3%), Qatar Airways (+21,3%), Nippon Cargo (+36,6%) e Air Bridge Cargo (+13,0%). Nel segmento courier si segnalano la crescita di Fedex pari al 3,7% e di TNT pari al 3,5%, a fronte della riduzione di DHL pari all’11,3%.
Il traffico belly ha registrato 77 mila tonnellate di merce trasportata. Tra i vettori con aeromobili con configurazione mista, Emirates si conferma principale vettore per quantità di merce movimentata, mentre i principali incrementi rispetto al semestre 2016 sono dovuti ad Oman Air e Qatar Airways.

Linate

Il traffico a Linate è equamente suddiviso tra domestico (50%) ed europeo (50%). Con riferimento alle compagnie aeree operanti sullo scalo, sono di seguito rilevate le principali dinamiche.
Alitalia ha incrementato la propria market share di un punto percentuale rispetto al semestre 2016 (58% vs 57%).
Tale incremento (che nel mese di giugno ha raggiunto il 61%) è dovuto al trasferimento da Linate a Malpensa dei vettori Air France e KLM che operavano sullo scalo cittadino con slot di ownership del vettore, che ha ripreso ad operarli in larga parte con macchine proprie.
Il traffico domestico effettuato da Alitalia è cresciuto dell’1,4% per effetto dei positivi andamenti delle tratte verso Cagliari, Bari, Alghero, Palermo e Pescara, mentre risultano in calo le destinazioni di Roma e Napoli che risentono della costante competizione dell’alta velocità e le rotte verso Brindisi e Comiso, quest’ultima sospesa per gran parte del semestre.
Il traffico europeo risulta pressoché allineato ai valori del semestre 2016 (0,3%): hanno avuto performance positive le tratte per Parigi Charles de Gaulle, Amsterdam, London City e Bruxelles mentre sono state cancellate quelle per Ber lino e Bucarest, entrambe operate nel primo semestre 2016.
La navetta Linate-Fiumicino si attesta a 616 mila passeggeri con una flessione del 1,8%, sebbene si rilevi un progressi vo recupero grazie all’utilizzo degli slot recuperati da Alitalia dagli ex partner KLM ed Air France.
Per quanto riguarda le altre principali compagnie Air Berlin integra le frequenze verso Berlino non più operate da Alitalia (+44 mila passeggeri, +76,7%), mentre easyJet evidenzia buone performance verso Parigi Charles de Gaulle (+28,9%), Parigi Orly (+13,4%) e Londra Gatwick (+7,4%). In crescita anche British Airways ver- so Londra Heathrow (+9,9%) e SN Brussels verso Bruxelles (+35,1%).
In riduzione Meridiana Fly (-9,1%) per effetto della cancellazione in marzo del collegamento verso Catania (-63,4%) e della riduzione del traffico verso Napoli (-10,1%, pur a fronte di un incremento nel numero di movimenti).

Intermodalità

Nell’ottica di ampliamento della catchment area di Mal- pensa, facendo leva sull’offerta intermodale presente, SEA ha promosso lo sviluppo di accordi commerciali tra società di trasporto su gomma, compagnie aeree e piattaforme distributive.
In particolare, sono stati definiti gli orari e le frequenze dei servizi bus sulle onde di arrivi e partenze dell’aeroporto. L’evoluzione del progetto prevede la realizza- zione di una piattaforma che permetta la prenotazione integrata tra le due modalità di trasporto.

Sviluppo del comparto retail

Nel primo semestre 2017 si afferma la coerenza dell’approccio di marketing teso a soddisfare l’evoluzione della domanda, anche in relazione alla forte crescita del traffico generato su Malpensa dai vettori low cost.
In particolare, per il segmento Fast fashion, prosegue presso il Terminal 1 di Malpensa il completamento del- la Piazza del Pop con nuovo layout in area Schengen e un arricchimento dell’offerta retail. Al contempo, è valorizzata l’offerta food d’eccellenza, tra cui spicca il format del nuovo store Cioccolati Italiani. Più in generale, la proposta healthy food, presente sia al Terminal 2 con Deli&Cia sia a Linate con Sweet & Begel Factory, continua a registrare un ampio gradimento, così come i format rilevanti per il target business (Ferrari spazio Bollicine).
La buona performance del sistema di parcheggi ViaMilano Parking è supportata dalle iniziative di contrasto dei competitor off-airport, basate su politiche di revenue management, in un contesto caratterizzato da un incremento dell’offerta dei mezzi di accessibilità aeroportuale (in particolare in collegamento del Terminal 2 di Malpensa con Milano). Si conferma il positivo andamento del canale e-commerce, supportato da specifiche campagne marketing soprattutto per il canale B2C. Sul fronte B2B è stata lanciata la piattaforma ViaMilano Parking powered by Parkwing, capitalizzando sul canale creato per la commercializzazione dei parcheggi ufficiali degli aeroporti italiani.
Le nuove funzionalità dell’ambiente dedicato ad Agen- zie di Viaggio ed Aziende convenzionate sono state promosse attraverso campagne trade ad hoc, partecipazione ad eventi e road show.

Accordi bilaterali

Nel mese di maggio 2017 si è svolto un negoziato con le autorità aeronautiche della Russia a seguito del quale è stato sottoscritto un nuovo accordo che prevede l’incremento delle frequenze sia sulle rotte per Mosca che sulle altre rotte, l’introduzione di un regime di ‘multidesignazione’, l’aumento delle frequenze sulle rotte transiberiane e dei punti di destinazione.
Nel mese di giugno 2017 è stato rivisto l’accordo bilaterale con l’Australia, che contempla la facoltà, precedentemente non prevista, di effettuare voli all-cargo nonché una parziale liberalizzazione della capacità operabile con voli in codesharing via Paesi terzi.

Self Bag Drop

Conclusa la fase di pilot del progetto nei due Terminal di Malpensa, è in via di definizione la modalità di adozione della tecnologia Self Service bag drop nel prossimo futuro. Si ipotizza l’adozione di due business model paralleli (tecnologia ed apparati forniti dal vettore e creazione di un’isola tecnologica in modalità common) per risponde- re alle diverse esigenze espresse dai vettori. È al vaglio l’adozione della stessa tecnologia anche su Linate.

Commenti ed approfondimenti QUI

Torna indietro
Vai all'elenco articoli della sezione