Aeroporti Lombardi Logo

Oggi è il 17-06-2019

Search

Aeroportilombardi->strutture

Continua il lavoro sul masterplan di MXP

Esattamente un anno fa presentavamo il Masterplan di Malpensa QUI.
Con il comunicato odierno viene testimoniato come l’attenzione sui vari progetti compresi nel Masterplan sia assolutamente venuta meno.
Riportiamo:

SEA HA INTEGRATO LA DOCUMENTAZIONE PER LA PROCEDURA DI VIA DEL MASTERPLAN DI MALPENSA

08 Giugno 2012 La nuova documentazione parte dall’analisi delle osservazioni prodotte dal territorio e registra, a parità di riferimenti, una diminuzione superiore al 20% dell’impatto acustico inizialmente modellizzato, una razionalizzazione di 500.000 mc/anno dei consumi idrici ed interventi compensativi che aumentano le aree verdi del 140%.

Milano, 8 giugno 2012 – SEA, per conto di ENAC, Ente proponente del procedi-mento di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) del nuovo Masterplan di Mal-pensa, ha messo a disposizione di tutti gli stakeholder coinvolti dalla procedura, una nuova documentazione integrativa.
Questa documentazione è stata prodotta volontariamente da SEA a seguito di un intenso lavoro con la commissione VIA nazionale partendo proprio dalle osservazioni prodotte dal territorio.

Le integrazioni, raccolte in tre volumi per circa 400 pagine, approfondiscono e in-tegrano gli elementi di riferimento, senza che ne siano variati principi ed imposta-zioni di quanto già predisposto, già approvato da ENAC da un punto di vista tecnico.

Gli approfondimenti hanno ribadito la bontà dell’impianto progettuale, in coerenza con gli scenari di riferimento di medio-lungo termine e con l’orizzonte temporale al 2030. Sono stati confermati:

• i trend di crescita del traffico,
• lo sviluppo del sistema infrastrutturale e di collegamenti del bacino di rife-rimento,
• l’omogeneità con il Piano Nazionale degli Aeroporti, in fase di approvazio-ne,
• l’allineamento con il quadro di pianificazione territoriale esistente.

Per quanto riguarda le componenti ambientali si sottolinea come le soluzioni iden-tificate, insieme al continuo miglioramento delle tecnologie aeronautiche e ai pro-spettati interventi di mitigazione e compensazione ambientale, permetteranno un adeguato inserimento del sistema aeroportuale previsto nel contesto di riferimento.

In particolare si sottolineano i principali aspetti.

1. Rumore: l’impatto del rumore migliorerà, a parità di riferimenti, di oltre il 20% rispetto alle stime inizialmente modellizzate dal MITRE.

SEA ha affidato al MITRE, ente no-profit americano, consulente da oltre 40 anni della Federal Aviation Administration (FAA) con esperienze a livello mondiale per lo sviluppo del trasporto aereo, l’analisi delle potenzialità e delle direttrici di crescita dell’aeroporto.
Lo studio concluso nel 2005 ha suggerito l’attuale localizzazione della terza pista prevista a piano, in quanto gli effetti dell’incremento del traffico reso possibile dal nuovo assetto aeroportuale andranno a interessare porzioni territoriali sostanzial-mente connotate da bassa densità abitativa o del tutto prive di aree residenziali. In altri termini è la soluzione che garantisce la maggior limitazione dell’estensione dell’impronta acustica.

Le ipotesi a suo tempo fatte dal MITRE riguardanti la composizione delle flotte ae-ree sono state aggiornate alla luce delle recenti evoluzioni tecniche che si stanno determinando nel campo della progettazione e della realizzazione dei nuovi velivo-li.

E’ quindi oggi stimabile, a parità di riferimenti, un miglioramento del trend di oltre il 20% rispetto alle previsioni elaborate dal MITRE e già inserite nella Valutazione d’Impatto Ambientale.

2. Piantumazioni: gli interventi compensativi previsti a piano aumentano del 140% le aree verdi.
SEA è fortemente impegnata dal 2006 a contribuire alle problematiche connesse al cambiamento climatico (Climate Change). Le necessità di compensazione conse-guenti al Piano di Sviluppo di Malpensa hanno fornito un’ulteriore occasione d’impegno sul fronte ambientale in sinergia con quanto è stato fatto sino ad ora ed è in corso.

La nuova documentazione ribadisce la volontà di SEA di prevedere piantuma-zioni a compensazione che permetteranno di aumentare del 140% le aree ver-di (previsione di ca 600 ettari di riforestazioni a fronte di interventi su ca 250 ettari).
Le nuove piantumazioni si realizzeranno con una progettualità specifica con-cordata con i Parchi.

3. Gestione della risorsa idrica: 500.000 metri cubi risparmiati all’anno.

SEA sta promuovendo a livello internazionale un progetto di evoluzione sul tema della gestione idrica. In particolare si stanno sostenendo una serie di azioni per “risparmiare” sui consumi di acqua, salvaguardando quindi il bene comune rappresentato dalla falda, alla quale attinge tutto il contesto territoriale e non solo quello circostante l’aeroporto.
SEA intende promuovere azioni sinergiche anche con le municipalità circostanti e gli enti istituzionali per delineare un “water management system” (un sistema di gestione delle acque) che permetterà di risparmiare già a medio termine 500.000 metri cubi l’anno. Questa direttrice produrrà risultati ancora più significa-tivi sul lungo termine ed è stata uno dei temi maggiormente approfonditi e ri-focalizzati nel contesto degli approfondimenti operati sul progetto di sviluppo dell’aeroporto.

Ne parliamo QUI nel forum

Tutte le sezioni del masterplan scaricabili!

Allegato00_Relazione introduttiva
Allegato01
Allegato02
Allegato03
Allegato04
Allegato05
Allegato06
Allegato07
Allegato08

Torna indietro
Vai all'elenco articoli della sezione