La mancata seduta di laurea? 500 euro.

le news dei vettori con Coa estero
Regole del forum
in questa sezione si trattano tutti gli argomenti riguardanti vettori aerei con COA estero
KittyHawk
Messaggi: 5483
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

La mancata seduta di laurea? 500 euro.

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 13 mar 2021, 14:25:01

Ci sono perdite irreparabili? Certamente. Ma non poter assistere alla seduta di laurea di un figlio non mi pare possa essere compresa in questi casi. Un grande dispiacere sì, forse anche il rammarico di non aver trovato una soluzione alternativa, ma sicuramente non può essere stata LA tragedia. Eppure un giudice di pace di Bari l'ha pensata in modo diverso.
Lungi da me giudicare lo sfortunato protagonista della storia, di cui non conosciamo niente, né sotto il lato personale né sotto quello lavorativo né sotto quello economico, ma molti di noi, immagino, non si sarebbero affidati solo a un biglietto a/r scontato di FR per «un evento unico e irrinunciabile». E se sono bastati 500 euro di risarcimento si vede che anche il giudice qualche dubbio sull'importanza dell'evento deve avercelo avuto.
Non aver potuto partecipare alla seduta di laurea del proprio figlio a causa di un ritardo del volo, "cancellato soltanto dopo molte ore di inutile attesa", è una "perdita irreparabile": la sentenza firmata dalla giudice di pace di Bari, Marilia Bonelli, è destinata a fare scuola in tema di ritardi o voli cancellati, dopo il ricorso presentato dall'avvocato foggiano Michele Tarquinio.

Questa storia comincia il 10 settembre 2019, quando il Coronavirus non aveva ancora stravolto le nostre vite e Nicolò aveva la sua seduta di laurea al Politecnico di Milano. Quel giorno il volo Ryanair FR4659, da Bari a Bergamo, sarebbe dovuto partire alle 6,30. Invece il Boeing della low cost irlandese lascia la pista dell'aeroporto Karol Wojtyla 12 ore dopo, alle 19,17. Risultato: il padre di Nicolò non può assistere alla laurea del figlio, ma, persa quell'occasione irripetibile non si è dato per vinto e ha portato la compagnia davanti al giudice.

Che nella sentenza depositata negli uffici di viale Europa a Bari scrive: "Non vi è dubbio che per un genitore la seduta di laurea del proprio figlio costituisca un evento unico e irrinunciabile di grande soddisfazione". E se il volo è stato cancellato "solo dopo molte ore di inutile attesa, è evidente che tutto questo per il genitore - si legge nella sentenza - costituisce un grave e irreparabile danno". Del resto il padre di Nicolò ha fornito "la prova documentale dell'essenzialità del volo per la realizzazione dei propri interessi familiari, tra i quali devono essere ricompresi anche quelli affettivi".

Allora non c'è dubbio: la compagnia deve risarcire il danno morale. Ovvero 500 euro, più una compensazione da 250 euro prevista dai regolamenti dell'Unione europea, altri 73,04 euro per il rimborso dei voli di andata e ritorno, e ancora 308 euro per le spese legali. Fanno 1.131 euro.

“La cancellazione del volo, il ritardo aereo, la mancata coincidenza, il negato imbarco e i problemi con i bagagli sono certamente i casi di disagio più frequenti che capitano ai passeggeri. Noi ci adoperiamo quotidianamente per tutelarli e lo facciamo gratuitamente", spiega Tarquinio, che nel 2005 ha fondato la piattaforma online 'rimborsovoli.it', offrendo un tutela legale ai passeggeri alle prese con gli inconvenienti dei viaggi aerei.

"Nessuno dei nostri clienti ha mai pagato i costi della nostra assistenza, i profitti aziendali derivano esclusivamente dalle spese legali ottenute dalle compagnie”, aggiunge il legale.
https://bari.repubblica.it/cronaca/2021/03/13/news/la_seduta_di_laurea_di_un_figlio_e_irripetibile_ryanair_deve_risarcire_i_danni_morali_al_papa_per_il_ritardo_-292059989/?ref=RHTP-BH-I288512892-P1-S9-T1

Torna a “COMPAGNIE STRANIERE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 44 ospiti