Nasce e decolla ITA

le news dei vettori con Coa italiano
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare gli argomenti che riguardano i vettori con COA italiano
Avatar utente
maclover
Messaggi: 188
Iscritto il: sab 27 set 2008, 02:31:47

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda maclover » ven 15 ott 2021, 22:14:19

grandemilano ha scritto: ven 15 ott 2021, 21:49:55
Che servono 10 aeroporti in pianura padana? Perchè l'Italia non ha ancora un piano strategico di riorganizzazione degli aeroporti? Che serve continuare a tenere aperto Linate che non è servito a nulla alla fu Alitalia? Perchè continuare?
Perchè se a Monaco hanno chiuso l'aeroporto vicino la città per costruire un hub che è un successo per il colosso LH, noi dobbiamo continuare a tenere aperto Linate? E lo stesso stanno ripetendo a Berlino. Perchè noi invece tutta questa autocastrazione?
Tristezza veramente... :roll: :roll:

Questo dovresti scriverlo ai politici (comune e regione in primis) non alle compagnie aeree.
Quelle vanno dove possono atterrare/decollare, preferibilmente piene di pax

spanna
Messaggi: 3433
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda spanna » ven 15 ott 2021, 22:28:33

il giorno dopo il 2 maggio 2017, quando alitalia porto' i libri in tribunale, avviai un conto alla rovescia perche' ero convinto che non si sarebbe salvata dalla morsa delle leggi europee e del mercato. Sapevo che il governo italiano e tutte le forze politiche di maggioranza ed opposizione non avrebbero esitato a bruciare enormi quantita' di nostri soldi pur di mantenere in vita il carrozzone ma ero sicuro che non avrebbero prevalso. Beh, direi che non mi sono sbagliato. Alitalia non esiste piu', e' morta uccisa dalle folli decisioni dei suoi dirigenti e dei suoi proprietari che non le hanno lasciato scampo. Certo, devo ammettere che non pensavo che ci sarebbero voluti quasi 4 anni e mezzo prima di vedere la mia profezia avverata, la lotta e' stata dura ed ha preteso un alto numero di vittime (penso soprattutto ai nostri soldi bruciati in questo lasso di tempo), ma alla fine e' successo esattamente quello che avevo previsto. Ripenso brevemente a tutti i commenti letti su questo ed altri forum che attribuivano ad alitalia la capacita' di restare in vita in barba a tutto e a tutti. Mi ricordo in particolare un commento sulla riforma dello statuto della CDP, che era stato visto come un segnale dell'imminente salvataggio di alitalia. Ahahhhahahah, che ridere. Per non parlare di tutti i vari progetti di salvataggio che si sono susseguiti, le ferrovie, i benetton, delta airlines. I viaggi in cina di di maio che cercava di attirare investimenti cinesi. Cerberus. Ahhahahhaha Cerberus, quasi me lo stavo scordando. Ma il conto alla rovescia avanzava inesorabile, ed e' arrivato a compimento. Questa e' una lezione tremenda per le forze politiche italiane, a cui servira' tempo per elaborarla. La nascita di ITA airways puo' essere considerata non certo come la prosecuzione di alitalia con altri mezzi, ma uno sfogo, il parto di una ribellione all'ineluttabilita' del mercato e delle leggi, un modo per rendere piu' accettabile un lutto politico. Tanto difficile e' stato sbarazzarsi di alitalia, con il suo carico di storia e di emozioni, di istantanee in bianco e nero, quanto facile sara' sbarazzarsi di ITA airways, un miliardo e rotti per commemorare cio' che non e' piu'.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...BOOM

KittyHawk
Messaggi: 5579
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 16 ott 2021, 02:47:37

È morto il nome Alitalia, anzi è stato solo congelato. Per il resto tutto è assolutamente come prima, solo in scala minore.
Temo che il risultato, a meno che la nuova compagnia non venga prontamente venduta, non sarà dissimile da quello che già abbiamo visto. Spero di sbagliarmi.

KL63
Messaggi: 2883
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda KL63 » sab 16 ott 2021, 09:37:16

KittyHawk ha scritto: sab 16 ott 2021, 02:47:37 È morto il nome Alitalia, anzi è stato solo congelato. Per il resto tutto è assolutamente come prima, solo in scala minore.
Temo che il risultato, a meno che la nuova compagnia non venga prontamente venduta, non sarà dissimile da quello che già abbiamo visto. Spero di sbagliarmi.
Quoto completamente, è la classica operazione gattopardesca che al momento ci è costata 1.300 milioni solo per l'avvio oltre a quelli buttati in Alitalia per avere un compagnia la metà della precedente e destinata a sicuro fallimento.

spanna
Messaggi: 3433
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda spanna » sab 16 ott 2021, 11:50:32

malpensante ha scritto: ven 15 ott 2021, 14:30:49 A parte il folklore del cambio d livrea, mi sorprende la scelta di entrare in SkyTeam. Visto che saranno sicuramente previste penali di uscita, vuol dire niente Lufthansa. A parte che, come dicono gli anglosassoni, l'Italia non finisce mai una guerra con quelli con cui l'aveva iniziata.
l'ho scritto settimana scorsa, ITA ha gia' un accordo da qualche settimana con delta per codesharare negli USA, e' chiaro che questo poneva sky team in vantaggio su star alliance. Dragoni sul sole di ieri sosteneva che l'eventuale fuoriuscita da ST sara' senza penali nel momento in cui ITA trovasse una compagnia che entra in societa', ma mi pare un'eventualita' piuttosto remota.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...BOOM

spanna
Messaggi: 3433
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda spanna » sab 16 ott 2021, 11:57:04

KL63 ha scritto: sab 16 ott 2021, 09:37:16
KittyHawk ha scritto: sab 16 ott 2021, 02:47:37 È morto il nome Alitalia, anzi è stato solo congelato. Per il resto tutto è assolutamente come prima, solo in scala minore.
Temo che il risultato, a meno che la nuova compagnia non venga prontamente venduta, non sarà dissimile da quello che già abbiamo visto. Spero di sbagliarmi.
Quoto completamente, è la classica operazione gattopardesca che al momento ci è costata 1.300 milioni solo per l'avvio oltre a quelli buttati in Alitalia per avere un compagnia la metà della precedente e destinata a sicuro fallimento.
mah... ha cambiato nome e logo, COA, ha assunto un 30% di persone che non vengono da alitalia (a quanto si dice), a me sembra una discontinuita' simile a swiss con swissair. Certo non c'e' stato il mese di grounding, ma per contro swiss e' partita molto decisa mentre ita airways e' stata un caos fino all'ultimo, ed e' tutt'ora nel caos. Aver deciso all'ultimissimo istante di partire con il nuovo marchio, probabilmente spinti dalla paura che i giudici avrebbero ravvisato continuita' e costretto ita a pagare i prestiti ponte, costringe ita a sopportare dei costi probabilmente maggiori di un grounding di 1 mese con ripartenza decisa.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...BOOM

KittyHawk
Messaggi: 5579
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 16 ott 2021, 12:02:35

Il sito di SkyTeam riporta ancora come associata Alitalia. Chissà quando la toglieranno.
Mi era parso di capire che Ita avesse solo attivato accordi di codesharing con compagnie di ST, o stesse per farlo. È così o mi sono perso qualcosa?
Se Ita non fosse ancora entrata in ST - cosa più che probabile dato che ha iniziato a operare solo ieri e che per diventarne parte, immagino, debba essere accettata quanto meno dalla maggioranza degli aderenti - non ci sarebbero penali da pagare e potrebbe maritarsi con la compagnia che più le aggrada (o più facilmente con l'unica disposta a prendersela).

skyrobbie
Messaggi: 2476
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 19:55:01
Località: Milano-Lugano

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda skyrobbie » sab 16 ott 2021, 13:04:05

Su wikipedia nella versione inglese di alcuni aeroporti nel mondo in cui opera (pochi), hanno fatto sparire Alitalia e hanno messo ITA Airways ... :shock: :shock: :shock: che velocità!!

Poi c'è comunque anche la nuovissima ITA Transportes Aereos (ovvero ITA Pemirim) con base a San Paolo Guarulhos, omonimia evidente e troppo marcata! :D


Sanhttps://en.wikipedia.org/wiki/ITA_Transportes_A%C3%A9reos

KittyHawk
Messaggi: 5579
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 16 ott 2021, 13:13:47

spanna ha scritto: sab 16 ott 2021, 11:57:04
KL63 ha scritto: sab 16 ott 2021, 09:37:16
KittyHawk ha scritto: sab 16 ott 2021, 02:47:37 È morto il nome Alitalia, anzi è stato solo congelato. Per il resto tutto è assolutamente come prima, solo in scala minore.
Temo che il risultato, a meno che la nuova compagnia non venga prontamente venduta, non sarà dissimile da quello che già abbiamo visto. Spero di sbagliarmi.
Quoto completamente, è la classica operazione gattopardesca che al momento ci è costata 1.300 milioni solo per l'avvio oltre a quelli buttati in Alitalia per avere un compagnia la metà della precedente e destinata a sicuro fallimento.
mah... ha cambiato nome e logo, COA, ha assunto un 30% di persone che non vengono da alitalia (a quanto si dice), a me sembra una discontinuita' simile a swiss con swissair. Certo non c'e' stato il mese di grounding, ma per contro swiss e' partita molto decisa mentre ita airways e' stata un caos fino all'ultimo, ed e' tutt'ora nel caos. Aver deciso all'ultimissimo istante di partire con il nuovo marchio, probabilmente spinti dalla paura che i giudici avrebbero ravvisato continuita' e costretto ita a pagare i prestiti ponte, costringe ita a sopportare dei costi probabilmente maggiori di un grounding di 1 mese con ripartenza decisa.
Il piano industriale è la fotocopia ridotta di quelli precedenti. Il cargo non è pervenuto. I primi accordi di codesharing sono con compagnie SkyTeam. Questa grande discontinuità sostanziale io non la vedo. Per cambiare nome e tornare all'antico bastano un'assemblea straordinaria di un paio d'ore davanti a un notaio. La stessa CAI era una società partita per trattamenti termici, convertitasi poi al commercio tessile per terminare come acquirente di Alitalia mentre era ferma in un cassetto di Intesa San Paolo.
Non credo che ci saranno costi maggiorati rispetto a un grounding. In un mese non riesci a fare nulla normalmente, immaginati se sai già che denominazione e logo molto probabilmente cambieranno. Stampi un po' di carta intestata e biglietti da visita provvisori, i badge altrettanto provvisori per il personale, sfrutti i fondi di magazzino AZ per divise e altro e se proprio vuoi qualche personalizzazione a targhe et similia stampante colori, busta di plastica e scotch e passa la paura.

Anche per la nuova livrea degli aeromobili passeranno mesi e mesi prima dell'adozione sulla maggioranza della flotta. Finora abbiamo visto solo un rendering (il "Born in 2021" è semplicemente uno special una tantum).
Mi sto facendo un'idea per la versione definitiva, che potrebbe prendere il via tra almeno un paio di mesi, immaginando che vogliano recuperare il nome Alitalia e differenziarsi contemporaneamente dall'Eurowhite predominante della vecchia livrea.
Basta prendere l'immagine del rendering diffuso (fusoliera azzurra e ali bianche), sostituire la scritta "Ita Airways" con "Alitalia" (A tricolore e altre lettere bianche) e su deriva e timone di coda riproporre la tradizionale A tricolore. Magari Landor ha già pronto anche questo rendering.

grandemilano
Messaggi: 1565
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 16 ott 2021, 13:28:34

maclover ha scritto: ven 15 ott 2021, 22:14:19
grandemilano ha scritto: ven 15 ott 2021, 21:49:55
Che servono 10 aeroporti in pianura padana? Perchè l'Italia non ha ancora un piano strategico di riorganizzazione degli aeroporti? Che serve continuare a tenere aperto Linate che non è servito a nulla alla fu Alitalia? Perchè continuare?
Perchè se a Monaco hanno chiuso l'aeroporto vicino la città per costruire un hub che è un successo per il colosso LH, noi dobbiamo continuare a tenere aperto Linate? E lo stesso stanno ripetendo a Berlino. Perchè noi invece tutta questa autocastrazione?
Tristezza veramente... :roll: :roll:

Questo dovresti scriverlo ai politici (comune e regione in primis) non alle compagnie aeree.
Quelle vanno dove possono atterrare/decollare, preferibilmente piene di pax
I politici sicuramente, ma anche il management alitalia ha grosse responsabilità. Perché hanno continuato a ripresentare lo stesso piano industriale fino al definitivo fallimento?
Negli ultimi 12 anni potevano provare altre strade. Potevano provare a fare hub a Malpensa. Magari non funzionava e dopo 3 anni tornavano a Fiumicino; o invece magari si scopriva che funzionava.
Invece nulla. Perché?

grandemilano
Messaggi: 1565
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 16 ott 2021, 13:34:35

spanna ha scritto: ven 15 ott 2021, 22:28:33 i. Alitalia non esiste piu', e' morta uccisa dalle folli decisioni dei suoi dirigenti e dei suoi proprietari che non le hanno lasciato scampo... Ripenso brevemente a tutti i commenti che attribuivano ad alitalia la capacita' di restare in vita in barba a tutto e a tutti.
Penso che questo sia stato il problema della dirigenza AZ.
Ovvero, la presunzione che tanto Alitalia non sarebbe mai stata lasciata fallire.
E probabilmente è proprio questa presunzione o certezza, che ha spinto il management AZ a ripresentare ad ogni fallimento lo stesso fallimentare piano industriale. Nella convinzione (errata) che in un modo o nell'altro Alitalia non sarebbe mai fallita.
Altrimenti in 12 anni avrebbero provato altre strade, altre strategie

KittyHawk
Messaggi: 5579
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 16 ott 2021, 14:15:13

grandemilano ha scritto: sab 16 ott 2021, 13:34:35
spanna ha scritto: ven 15 ott 2021, 22:28:33 i. Alitalia non esiste piu', e' morta uccisa dalle folli decisioni dei suoi dirigenti e dei suoi proprietari che non le hanno lasciato scampo... Ripenso brevemente a tutti i commenti che attribuivano ad alitalia la capacita' di restare in vita in barba a tutto e a tutti.
Penso che questo sia stato il problema della dirigenza AZ.
Ovvero, la presunzione che tanto Alitalia non sarebbe mai stata lasciata fallire.
E probabilmente è proprio questa presunzione o certezza, che ha spinto il management AZ a ripresentare ad ogni fallimento lo stesso fallimentare piano industriale. Nella convinzione (errata) che in un modo o nell'altro Alitalia non sarebbe mai fallita.
Altrimenti in 12 anni avrebbero provato altre strade, altre strategie
I manager avallavano ciò che prezzolate società di consulenza scrivevano e che la classe politica, che pagava coi soldi di tutti gli Italiani, volevano sentirsi dire. I manager sono la versione moderna dei capitani di ventura, combattono dove e contro chi vuole chi li paga.

Quelli che veramente pensavano che nulla sarebbe cambiato sono i dipendenti, abituati fin troppo bene nel corso degli anni: CIGS faraoniche, assunzioni quasi scontate, etc. etc. Il risveglio è stato molto doloroso per parecchi di loro e lo si capisce da diverse dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi, un misto di stupore e incredulità.

Mauz
Messaggi: 2474
Iscritto il: gio 10 lug 2008, 18:41:39
Località: Milano

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda Mauz » sab 16 ott 2021, 19:16:13

grandemilano ha scritto:
maclover ha scritto: ven 15 ott 2021, 22:14:19
grandemilano ha scritto: ven 15 ott 2021, 21:49:55
Che servono 10 aeroporti in pianura padana? Perchè l'Italia non ha ancora un piano strategico di riorganizzazione degli aeroporti? Che serve continuare a tenere aperto Linate che non è servito a nulla alla fu Alitalia? Perchè continuare?
Perchè se a Monaco hanno chiuso l'aeroporto vicino la città per costruire un hub che è un successo per il colosso LH, noi dobbiamo continuare a tenere aperto Linate? E lo stesso stanno ripetendo a Berlino. Perchè noi invece tutta questa autocastrazione?
Tristezza veramente... :roll: :roll:

Questo dovresti scriverlo ai politici (comune e regione in primis) non alle compagnie aeree.
Quelle vanno dove possono atterrare/decollare, preferibilmente piene di pax
I politici sicuramente, ma anche il management alitalia ha grosse responsabilità. Perché hanno continuato a ripresentare lo stesso piano industriale fino al definitivo fallimento?
Negli ultimi 12 anni potevano provare altre strade. Potevano provare a fare hub a Malpensa. Magari non funzionava e dopo 3 anni tornavano a Fiumicino; o invece magari si scopriva che funzionava.
Invece nulla. Perché?
Quello che ti è sempre sfuggito è il fatto che lo scopo di Alitalia non fosse "fare soldi", ma fare arrivare "soldi e voti" in tasche ben specifiche. Qualunque fosse il prezzo da pagare. Se il prezzo era l'insostenibilità economica del piano industriale andava bene lo stesso, perché li scopo UNICO era che i soldi e i voti andassero nelle tasche di specifici ambienti romani.

Al limite l'unico aspetto non calcolato è che Alitalia possa un giorno fallire veramente. E di fatti ancora non lo è: si è solo reincarnata in ITA, attualmente di dimensione ridottissima, ma completamente STATALE. Ergo capacissima di tornare a mettere come priorità l'impiego romano e i voti romani rispetto alla sostenibilità del piano industriale.

Inviato dal mio CPH2211 utilizzando Tapatalk

Stiamo monitorando attentamente la situazione. (Claudia)

hkg
Messaggi: 830
Iscritto il: dom 22 ago 2010, 18:44:21

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda hkg » dom 17 ott 2021, 09:16:04

Giusto, sempre condiviso il fatto che Az fosse un "metodo" per attirare soldi pubblici da distribuire. Come del resto è la attuale Rai....
Per me Lazzerini tra W22/23 lascerà il posto, con gli italiani a elergire in modo spontaneo le proprie fedi nuziali :D
MXP,CTA,LIN,CGD,VIE,AHO,CAG,OLB,KBP,TLL,LED,SVO,JFK,MBA,BKK,HKT,DPS,BLQ,SIN,TUN,BGY,LXR,PMV,DXB,TPE,HKG,KBV,AMM,UTH,LPQ,CNX,BWN,LBU,KCH,MYY,MNL,CRK,DOH,VLC,CGN,BCN,BUD,PRG,AUH,CGK,JOG,KUL,TXL,LIS,STR,KIX,NRT,IST,HAM,CPH,KIV,PEK,SVQ,MCT,CPT,MJT,AGP,JKH,OPO,LXS,SKG,MAD, KWI,JIK,ATH

spanna
Messaggi: 3433
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda spanna » dom 17 ott 2021, 09:35:25

KittyHawk ha scritto: sab 16 ott 2021, 13:13:47 Il piano industriale è la fotocopia ridotta di quelli precedenti. Il cargo non è pervenuto. I primi accordi di codesharing sono con compagnie SkyTeam. Questa grande discontinuità sostanziale io non la vedo. Per cambiare nome e tornare all'antico bastano un'assemblea straordinaria di un paio d'ore davanti a un notaio. La stessa CAI era una società partita per trattamenti termici, convertitasi poi al commercio tessile per terminare come acquirente di Alitalia mentre era ferma in un cassetto di Intesa San Paolo.
Non credo che ci saranno costi maggiorati rispetto a un grounding. In un mese non riesci a fare nulla normalmente, immaginati se sai già che denominazione e logo molto probabilmente cambieranno. Stampi un po' di carta intestata e biglietti da visita provvisori, i badge altrettanto provvisori per il personale, sfrutti i fondi di magazzino AZ per divise e altro e se proprio vuoi qualche personalizzazione a targhe et similia stampante colori, busta di plastica e scotch e passa la paura.

Anche per la nuova livrea degli aeromobili passeranno mesi e mesi prima dell'adozione sulla maggioranza della flotta. Finora abbiamo visto solo un rendering (il "Born in 2021" è semplicemente uno special una tantum).
Mi sto facendo un'idea per la versione definitiva, che potrebbe prendere il via tra almeno un paio di mesi, immaginando che vogliano recuperare il nome Alitalia e differenziarsi contemporaneamente dall'Eurowhite predominante della vecchia livrea.
Basta prendere l'immagine del rendering diffuso (fusoliera azzurra e ali bianche), sostituire la scritta "Ita Airways" con "Alitalia" (A tricolore e altre lettere bianche) e su deriva e timone di coda riproporre la tradizionale A tricolore. Magari Landor ha già pronto anche questo rendering.
eh no, sbagli di grosso secondo me. E' una tua pura speculazione non supportata da fatti che ITA possa usare il marchio alitalia, e non esistono dichiarazioni ufficiali in tal senso della vestager. Marghi ha sempre detto che ITA poteva acquistare il marchio sul mercato - cosa che ha fatto - ma mai, che io sappia, che potesse usarlo. Magari esistono dichiarazioni in tal senso dei politici italiani, o del management di ITA, ma vista l'abitudine di questi soggetti a mentire, io non le considererei affidabili. Anche swiss ha acquisito fin da subito il marchio swissair, ma non lo ha mai usato ben sapendo che era necessario che ci fosse discontinuita' per evitare di diventare corresponsabile del fallimento precedente. Secondo me fin da principio la marghi ha messo in chiaro che il marchio poteva essere acquistato ma non usato, solo che i politici italiani fino all'ultimo istante hanno provato a farle cambiare idea, con le conseguenze del pasticcio che stiamo vedendo oggi, l'aereo bornin2021 compreso, il sito, la nuova livrea lanciata il giorno stesso della partenza, l'assenza dai social. Secondo me tutto spiegabile col fatto che i politici italiani fino all'ultimo hanno creduto di far cambiare idea alla marghi, cosi' come era successo cogli slot di linate. Invece la marghi ha tirato fuori il dito medio e gli italiani hanno dovuto accettare la realta'.
Alla fine la UE ha avuto quello che chiedeva, la discontinuita', e che discontinuita'. Poi e' vero che ITA nasce con un network che e' una versione ridotta di quello di alitalia, ma d'altronde anche swiss e' nata con un network versione ridotta di swissair, no? Solo che quest'ultimo era un network sano, mentre quello di alitalia no. Ed anche gli aerei di swiss erano presi da swissair. E anche il personale. Ma la discontinuita' e' fuori di dubbio.
Certo, poi tra qualche anno sara' possibile ritirare fuori dal cassetto il marchio alitalia ed usarlo. Ma chissa' se ITA ci sara' ancora per poterlo fare. Comunque la marghi per qualche anno sara' ancora li' a fare buona guardia, questo mi conforta.
PS
alla fine, come commento a lato della vicenda, devo dire che sono felice di come la UE si e' comportata. Marghi ha fatto un grande lavoro, poche dichiarazioni, sempre puntuali, ed ha ottenuto il risultato principale, assicurare una buona discontinuita'. Per me che sono un deluso dalla politica italiana che vede nella UE un'ancora di salvezza non e' poco. Grazie UE, grazie marghi.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...BOOM

grandemilano
Messaggi: 1565
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda grandemilano » dom 17 ott 2021, 09:58:48

spanna ha scritto: dom 17 ott 2021, 09:35:25 devo dire che sono felice di come la UE si e' comportata. Marghi ha fatto un grande lavoro, poche dichiarazioni, sempre puntuali, ed ha ottenuto il risultato principale, assicurare una buona discontinuita'. Per me che sono un deluso dalla politica italiana che vede nella UE un'ancora di salvezza non e' poco. Grazie UE, grazie marghi.
Anche io la penso come te. Essere sovranisti non vuol dire fare quello che si vuole in barba a ogni regola.
Essere sovranisti vuol dire anzitutto saper fare gli interessi della propria nazione. E in Italia, nell'ambito aviatorio, proprio non ci siamo riusciti.
Chi, tra politici e cittadini, ha sempre creduto (e continua a credere) che Linate sia un valore, politici che si sdraiano sulla pista di Linate, top manager che sembra che abbiano fatto di tutto pur di portare al fallimento la compagnia di bandiera...
Quando si vedono queste cose, come ci si fa ancora a credere?
La UE non solo non è stata cattiva con noi. E nanche solo ci ha trattato come dicono le regole.
La UE ci ha trattato come meritavamo che ci trattasse. Spiace dirlo.
Vista la nostra ingenuità e incapacità in ambito aeroportuale a aviatorio :(

Avatar utente
D960
Messaggi: 1549
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda D960 » dom 17 ott 2021, 10:12:47

Ammetto che non pensavo l'UE ci andasse così dura ma devo dire che sembra sia accaduto quasi un nuovo 2008. Difficile pensare che senza il Covid questo sarebe successo, ma tant'è.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

KittyHawk
Messaggi: 5579
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda KittyHawk » dom 17 ott 2021, 11:17:52

Mah, vedremo. Se Marghi non ha confermato che si potrà utilizzare il marchio Alitalia altrettanto vero è che non ha neanche affermato che non si potrà assolutamente utilizzarlo, a meno che non mi sia sfuggito il fatto. I marchi vengono venduti, ceduti parzialmente, licenziati (a proposito, questo è uno dei sistemi utilizzati per eludere le tasse) secondo volontà e necessità.
Una volta accertata ufficialmente la discontinuità tra Ita e AZ, ossia scampato il pericolo di dover rispondere del fallimento della vecchia Alitalia, non mi meraviglierei che il marchio Alitalia venga riutilizzato. Magari non per tutta la compagnia, magari solo per una tipologia di servizio, ma la cosa non è da escludere.
E, qualora dovesse succedere, accadrebbe in tempi abbastanza rapidi, perché trascorsi alcuni anni la memoria collettiva viene persa e lo sforzo sarebbe pari a quello necessario per introdurre sul mercato un nuovo marchio.

Avatar utente
AeroportiLombardi
Messaggi: 490
Iscritto il: mer 25 nov 2009, 18:37:05

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda AeroportiLombardi » dom 17 ott 2021, 11:26:13

In bocca al lupo Ita Airways

Immagine

In questi ultimi giorni quasi tutti i giornali, telegiornali, semplici cittadini ed esperti di aviazione rimpiangono la scomparsa di Alitalia dopo 75 anni di "onorato servizio", compagnia aerea che ha bruciato secondo un recente articolo de il Sole 24 Ore oltre 13 miliardi di Euro dei contribuenti Italiani. La newco Ita Airways promette discontinuità sia per poter sopravvivere alle sfide del mercato sia perché imposta dalla Commissione Europea ma nel frattempo ha già speso 90 milioni per comprarsi il marchio Alitalia (che lascerà nel cassetto) e ha virtualmente ipotecato tutta la liquidità per acquistare i 28 nuovi Airbus (annuncio di poche settimane fa) che verosimilmente saranno però presi in leasing come gli ulteriori 31 previsti dal contratto di noleggio con Air Lease Corporation.
I veri elementi di cambiamento rispetto ad Alitalia sono proprio il dimezzamento della flotta (che verrà appunto rinnovata nei prossimi anni) e la ripartenza con solo 2800 dipendenti scelti in parte dal vecchio vettore e dall'enorme disponibilità di personale navigante disponibile sul mercato del lavoro (leggasi dipendenti ex Air Italy, ex Blue Panorama, ex Ernest, etc...).
Per molti dipendenti si è aperta così la strada della cassa integrazione, a questi lavoratori va tutta la nostra solidarietà nella speranza che possano trovare presto una nuova occupazione, va altresì ricordato che la cigs sarà per loro molto più generosa rispetto ai comuni lavoratori di qualsiasi altra azienda privata.

Il piano industriale di Ita Airways è un copia incolla di quelli già visti negli ultimi 10 anni, punterà sul hub di Roma Fiumicino e inizialmente ancor più sull'aeroporto di Milano Linate dove gli slot contingentati devono essere utilizzati almeno all'80% per non rischiare di perderli a favore dei concorrenti, proprio questo punto farà sì che sullo scalo milanese ci saranno tantissimi voli, in buona parte semivuoti e operati con aerei di medie dimensioni col rischio di fare un bagno di sangue nelle casse aziendali ma tanto i soldi li mette ancora lo Stato.
Tutti i voli partono o arrivano negli scali di Linate o Fiumicino, non ci sono quindi voli da altri aeroporti nazionali su altri aeroporti nazionali o internazionali: molti italiani voleranno quindi come "polli in batteria" caro presidente Altavilla non solo per scelta ma anche per necessità!
Nessun volo è programmato dallo scalo di Orio a Bergamo e nessun volo è schedulato dallo scalo di Malpensa (rispettivamente terzo e secondo aeroporto per numero di passeggeri in Italia): i milanesi e i lombardi voleranno così sulle tratte di lungo raggio con vettori stranieri, anche stavolta la compagnia aerea lascia il mercato più redditizio nelle mani dei concorrenti... Come se non bastasse non si hanno notizie di voli cargo, un altro segmento che mai come in questi ultimi 18 mesi è andato per la maggiore e - non a caso - molti vettori continuano a imbarcare merce su aeromobili passeggeri proprio per sfruttare al massimo le possibilità della flotta.

Con queste premesse è difficile credere a un rilancio del vettore italiano senza iniettare ulteriore denaro pubblico nei prossimi anni a meno che nel giro di 12/18 mesi non trovi un serio accordo commerciale e finanziario con un partner europeo.
In bocca al lupo Ita Airways.

Associazione Aeroporti Lombardi

La voce ufficiale del portale Aeroporti Lombardi, visita il sito www.aeroportilombardi.it
mail to: aeroportilombardi @ virgilio.it - senza spazi -
ImmagineImmagineImmagine

skyrobbie
Messaggi: 2476
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 19:55:01
Località: Milano-Lugano

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda skyrobbie » dom 17 ott 2021, 14:20:41

Come disse qualcuno:

"Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”

anche se in questo caso la trasformazione è solo apparente....forse con la nuova livrea (peraltro a mio parere veramente brutta!) si vuole fare credere ad una svolta, amplificata dal tam tam di questi giorni su giornali e tv.
Questa nuova livrea durerà ancora meno delle divise che ad un certo momento sono state acquistate quando c'è stato il "matrimonio" con EY (quelle rosse con calze verdi o viceversa dello stilista Billotta), sostituite dopo meno di due anni con quelle di Alberta Ferretti. Le divise in questione sono rimaste nei magazzini del fornitore che non ha ancora visto un soldo...
E' possibile che la denominazione ITA durerà ben poco e si tornerà ad Alitalia? Secondo me si.
Per il resto non è cambiato nulla, ci si ritroverà entro breve con i soliti teatrini già visti.
Solidarietà agli onesti lavoratori di Alitalia che hanno perso il posto.

spanna
Messaggi: 3433
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda spanna » mar 19 ott 2021, 09:08:10

mamma mia altavilla, con queste affermazioni da' l'idea di essere finito nelle sabbie mobili e di non avere idea di come uscirne, poveretto...
"Non voglio favoritismi, ma regole uguali per tutti: se ci sono amministrazioni locali o aeroporti che vogliono dare incentivi li diano a tutti, anche a noi. Ma se non vogliono darli allora non li diano a nessuno. Non trovo ammissibile la disparità di trattamento. Durante il covid le low cost sono scappate, gli italiani li ha riportati a casa Alitalia". Lo sottolinea Alfredo Altavilla, presidente della nuova compagnia pubblica Ita Airways in un'intervista su 'Il Corriere della Sera', riferendosi agli incentivi aeroportuali delle low cost.

"Quando è inverno le low cost tagliano le frequenze e restava a volare Alitalia. Non è giusto", aggiunge. Quanto agli incentivi, Altavilla sottolinea che, visto che sono dati per volare negli scali piccoli, come accade per le low cost, se vengono erogati anche a Ita "gli stessi contributi magari ci voliamo pure noi".

Riguardo le alleanze internazionali, Altavilla annuncia accordi "entro il 2022", e precisa di non aver voluto mantenere il nome Alitalia per i voli intercontinentali, anche se il brand è più conosciuto, perché "la maggior parte dei potenziali alleati con i quali abbiamo discusso del marchio mi ha detto che Alitalia sarebbe stata una zavorra in una discussione di alleanza. Era necessaria una discontinuità".
https://www.agi.it/economia/news/2021-1 ... -14243791/
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...BOOM

milmxp
Messaggi: 1884
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda milmxp » mar 19 ott 2021, 09:31:03

Ma vuole anche che gli si dia il bacino sulla bua?

robygun82
Messaggi: 15
Iscritto il: dom 20 dic 2020, 15:22:55

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda robygun82 » mar 19 ott 2021, 10:24:12

"Non voglio favoritismi, ma regole uguali per tutti
Quindi rinuncia ad un qualsiasi aiuto economico/normativo da parte dello stato?
"Quando è inverno le low cost tagliano le frequenze e restava a volare Alitalia. Non è giusto",
Maledette loucost che modulano l'offerta sulla domanda, ma dove credono di essere in un'economia di mercato?!?!?

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14564
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda malpensante » mar 19 ott 2021, 10:43:44

Niente discontinuità per il chiagne e fotte.

Alitalia si è presa l’aiutino non concordato di non pagare neanche un euro agli aeroporti italiani da novembre 2020 al 14 ottobre 2021. Ha rubato agli aeroporti italiani più di cento milioni. Dopo tale furto, che lo Stato più che tollerare ha favorito, sarebbe dignitoso un silenzio almeno decennale.

Attendo fiducioso le lamentazioni sul Malpensa-JFK di Emirates e sulla perdita della rotta per i peggiori bar di Caracas.

BAlorMXP
Messaggi: 1995
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

Re: Nasce e decolla ITA, cioè andata... direbbe il poeta.

Messaggio da leggereda BAlorMXP » mar 19 ott 2021, 11:29:37

malpensante ha scritto:Niente discontinuità per il chiagne e fotte.

Alitalia si è presa l’aiutino non concordato di non pagare neanche un euro agli aeroporti italiani da novembre 2020 al 14 ottobre 2021. Ha rubato agli aeroporti italiani più di cento milioni. Dopo tale furto, che lo Stato più che tollerare ha favorito, sarebbe dignitoso un silenzio almeno decennale.

Attendo fiducioso le lamentazioni sul Malpensa-JFK di Emirates e sulla perdita della rotta per i peggiori bar di Caracas.
Ho letto che Marpenza nun va’ bbène perché ce stanno e’ lowcoste e la concorrènza de Linate. Immaginiamo che tutto ciò sia stato partorito mentre si mangiavano una carbonara da Maccheroni.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk


Torna a “COMPAGNIE ITALIANE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 26 ospiti