Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

le news dei vettori con Coa italiano
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare gli argomenti che riguardano i vettori con COA italiano
Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14291
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » ven 02 apr 2021, 10:00:38

Questo però non vale nel Paese delle convergenze parallele, dove si vuole la continuità nella discontinuità e soprattutto dove le regole UE sono semplicemente un ostacolo da aggirare.

Del resto, che cosa pretendi da un Paese dove i parenti di una p u t t a n a d a quattro soldi, invece di sparire dalla circolazione/suicidarsi per la vergogna dicono ai giornali che "lo ha fatto per la famiglia".

Non c'è senso dell'onore e del dovere. Aldilà delle questioni di aviazione io mi vergogno per come il governo sta cercando di fottere la UE per l'inutile Alitalia, che non merita nulla.

spanna
Messaggi: 3367
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda spanna » ven 02 apr 2021, 11:03:03

poi c'e' qualcuno che frigna perche' la germania e la francia condizionano l'europa, ma che credibilita' puo' avere l'italia in europa se financo draghi cerca di f0tterla in questo modo?
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14291
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » ven 02 apr 2021, 11:30:17

Dunque vale anche per Draghi quello che diceva Modiano ai tempo del decreto Lupi:

“Non posso prendermi io la responsabilità di far fallire Alitalia”.

grandemilano
Messaggi: 1520
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda grandemilano » ven 02 apr 2021, 12:10:07

spanna ha scritto: ven 02 apr 2021, 11:03:03 poi c'e' qualcuno che frigna perche' la germania e la francia condizionano l'europa, ma che credibilita' puo' avere l'italia in europa se financo draghi cerca di f0tterla in questo modo?
A me pare che Draghi abbia rispedito i 3 ministri a trattare con l'UE

spanna
Messaggi: 3367
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda spanna » ven 02 apr 2021, 12:35:52

grandemilano ha scritto: ven 02 apr 2021, 12:10:07
spanna ha scritto: ven 02 apr 2021, 11:03:03 poi c'e' qualcuno che frigna perche' la germania e la francia condizionano l'europa, ma che credibilita' puo' avere l'italia in europa se financo draghi cerca di f0tterla in questo modo?
A me pare che Draghi abbia rispedito i 3 ministri a trattare con l'UE
lo so, commentavo solo un'ipotesi, ancora non si sa cosa succedera'
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

Avatar utente
D960
Messaggi: 1498
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda D960 » ven 02 apr 2021, 13:08:55

Mi chiedo: non hanno realmente i soldi per pagare gli stipendi o è una messinscena per far vedere che lo hanno più duro della UE?
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

KL63
Messaggi: 2846
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KL63 » ven 02 apr 2021, 13:39:55

Anche ENAC perde completamente la credibilità. Ad Ernst, Azzurra ecc. hanno immediatamente revocato la licenza ad AZ non la revocherebbero nemmeno con tutta la flotta al prato.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14291
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Messaggio da leggereda malpensante » ven 02 apr 2021, 13:54:44

Contro l'Europa per Alitalia, ne vale la pena?

Il ministro Giorgetti sembra intenzionato a partire lancia in resta contro l'Unione Europea, che vuole mettere qualche paletto alla rinascita della stra-fallita Alitalia, che il due maggio festeggerà quattro anni di Amministrazione Straordinaria e di aiuti di Stato, che Bruxelles aveva concesso in misura limitata e purché fossero restituiti entro sei mesi.

Lo Stato italiano, che prometteva di cercare un compratore, tutte le volte che i soldi finivano ne ha dati altri, sempre ufficialmente come "prestiti" al tasso d'interesse del 9%,  ma poi cancellando gli interessi, poi ancora, mentre dava nuovi soldi, decidendo di far partire una nuova linea aerea "vergine", ITA, con altri tre miliardi di euro di dote da scialare e senza che la vecchia Alitalia restituisse un solo euro di quelli che aveva avuto in "prestito".

Il governo italiano pretende che ITA sia considerata da Bruxellles totalmente "nuova" e indipendente da Alitalia e quindi non debba restituire i debiti di quella, però vuole anche che prenda liberamente aerei e dipendenti della vecchia, il nome Alitalia, il programma fedeltà MilleMiglia, i diritti di traffico e gli slot negli aeroporti eccetera eccetera.

Che cosa impedisce allo Stato italiano, dopo aver tenuto in vita per quattro anni la vecchia linea aerea con aiuti di Stato di cui ipocritamente prometteva la restituzione, di fregare per bene la UE facendo partire con ben tre miliardi una linea aerea nuova, ma almeno evitando per pudore di ereditare dalla vecchia quello che fa comodo? Nulla.

Se voi foste un funzionario di Bruxelles non  vi sentireste preso per i fondelli?

Prima del Covid Alitalia portava in Italia l' 8% (otto per cento) degli stranieri in arrivo, una percentuale irrisoria. Lufthansa porta in decine di aeroporti del mondo i Tedeschi che vanno a fare affari e procurare esportazioni al loro Paese, Air France porta i Francesi, British Airways i Britannici, tutte con la stiva piena di merce e a dire il vero anche con tanti Italiani a bordo. Swiss fa la stessa cosa, pur essendo di proprietà tedesca.

Alitalia non fa niente di tutto questo, dal cuore economico del Paese volava a New York, da Roma faceva soltanto una manciata di voli, quasi tutti in perdita. Il Paese si muove usando aerei e aeroporti altrui, per fortuna, ma che cosa intende Salvini quando reclama il diritto ad avere una "compagnia di bandiera", che la Spagna, la Svizzera, l'Irlanda, i Paesi Bassi e il Belgio non hanno?

La politica e i sindacati reclamano il diritto a mantenere in vita un carrozzone pressoché inutile, che perde soldi dei contribuenti ininterrottamente da decenni. Alitalia andrebbe invece chiusa, seguendo l'esempio della Svizzera, che nel 2001 chiuse Swissair e ripartì da capo.

Dopo ci si potrebbe chiedere che cosa dovrebbe veramente fare una "compagnia di bandiera" ed eventualmente farla partire anche con capitali pubblici e riutilizzando i piloti e gli assistenti di volo che servono.

Perciò, se si arriverà allo scontro con l'Unione Europea, conviene turarsi il naso e tifare Bruxelles.

https://www.glistatigenerali.com/govern ... e-la-pena/

spanna
Messaggi: 3367
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda spanna » ven 02 apr 2021, 16:43:15

intanto caio diventa CEO di saipem, potra' rimanere presidente di ITA?
https://www.milanofinanza.it/news/saipe ... 1540026705
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14291
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » ven 02 apr 2021, 17:30:56

Meglio che lasci la poltrona a Tizio e Sempronio.

Avatar utente
wrth
Messaggi: 797
Iscritto il: sab 07 giu 2008, 12:56:19
Località: Castano Primo

Re:

Messaggio da leggereda wrth » ven 02 apr 2021, 18:37:10

Se voi foste un funzionario di Bruxelles non vi sentireste preso per i fondelli?
Mi sento preso per i fondelli anche da semplice cittadino e contribuente italiano.
E' incredibile come Alitalia sia un'azienda strategica da salvare ad ogni costo per tutta la politica italiana da destra a sinistra.
Politica, che da più di un decennio, persevera in un errore madornale e che costringe i suoi cittadini ad aprire il portafogli per pagare i propri errori e la propria incapacità di prendersi delle responsabilità.

Avatar utente
D960
Messaggi: 1498
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda D960 » ven 02 apr 2021, 22:51:55

https://www.ilsole24ore.com/art/alitali ... e-ADw83lUB

Alitalia a fine corsa: accordo Ue o aerei a terra per fine mese
Stipendi versati al 50%, restano solo i 24,7 milioni autorizzati da Bruxelles. Negoziato a oltranza, dal governo no a forzature o nuove iniezioni di risorse


Alitalia ha solo un mese di vita. A fine aprile, se non sarà risolto il braccio di ferro con la Commissione europea sulla nascita di una nuova mini-compagnia pubblica, l’Alitalia commissariata potrebbe mettere a terra gli aerei. Come accadde a Swissair con il «grounding» del 2 ottobre 2001. Da cui nacque Swiss, poi comprata da Lufthansa e rilanciata.
Lo stallo con l’Unione europea

Negli ambienti del governo che seguono il dossier c’è la consapevolezza del rischio di un fine corsa imminente, dopo l’irrigidimento della commissaria Ue alla Concorrenza, Margrethe Vestager. Il dialogo aperto dai ministri Giancarlo Giorgetti, Daniele Franco ed Enrico Giovannini non ha portato a un accordo non eccessivamente penalizzante sul piano industriale di Ita, la Newco che, secondo il governo, potrebbe essere dotata di tre miliardi di euro. Ita ad ora è solo una società di carta, con 39 dipendenti, nove consiglieri di amministrazione (scelti con il manuale Cencelli dal precedente governo) e molti consulenti.

Soldi in cassa terminati
Alitalia ha finito i soldi. Può contare solo sull’erogazione dei residui 24,7 milioni di indennizzi per i danni Covid del 2020, è l’ultima tranche autorizzata da Bruxelles, non ancora nella disponibilità dei commissari. L’1 aprile i dipendenti hanno ricevuto il 50% degli stipendi di marzo, in ritardo di sei giorni.
Secondo dati visionati dal Sole 24 Ore, ci sono assistenti di volo che hanno ricevuto chi solo 9 (nove) euro, chi 72 o 75,50 euro. I più fortunati hanno ricevuto «poche centinaia di euro», denunciano i sindacati confederali e l’Anpav. Sulla busta paga dei naviganti incide molto la quota variabile, legata alle ore di volo. Da quando c’è la pandemia le ore di volo sono crollate.

Nelle cifre dell’acconto mancano l’anticipo della Cigs base che da marzo viene versata dall’Inps (fino a circa mille euro al mese) e l’integrazione all’80% degli stipendi effettivi pre-Covid, anch’essa versata dall’Inps. Il costo degli stipendi di un mese era di 18 milioni fino a febbraio. Con il passaggio all’Inps dell’erogazione della cigs base, l’onere degli stipendi per la compagnia si riduce a 12 milioni. Alitalia però non aveva questa somma per saldare le buste paga di marzo. Quando riceverà i 24,7 milioni di indennizzi dovrà pagare anche le spese necessarie per far volare gli aerei: il carburante, gli aeroporti con i quali c’è un debito scaduto non pagato importante («alcune decine di milioni per Aeroporti di Roma», ha detto l’ad Marco Troncone), le tasse di navigazione.

A causa dell’incertezza Alitalia non può neppure far conto sugli anticipi dei clienti che comprano biglietti per volare nei prossimi mesi. Secondo il Mise, «il mandato del governo è negoziare con l’Ue un piano per la Newco Ita in grado di mantenersi da sola. Il piano deve essere ulteriormente affinato per raggiungere l’obiettivo». Dunque Ita dovrà di nuovo modificare il piano che prevede una mini-compagnia con solo 45 aerei (solo 4 per il lungo raggio) e meno di 4mila dipendenti, senza attività di manutenzione e handling. Il contrasto maggiore con la Ue è sulla pretesa di Bruxelles di dimezzare gli slot che Alitalia ha a Linate, per darli alla concorrenza. Hanno già annunciato nuovi voli da Linate easyJet e la ultra low cost spagnola Volotea.

Le prossime mosse del Governo
Il governo intende riaprire rapidamente un confronto con la Ue con il nuovo piano. C’è anche un «piano B», il passaggio in affitto del lotto «aviation» di Alitalia a Ita. Ma anche per questo bisogna ottenere il disco verde di Vestager. Il governo esclude iniziative unilaterali ed esclude nuovi finanziamenti pubblici. Senza una schiarita, a fine mese dovrebbe arrivare anche la sentenza della Ue di condanna di Alitalia a restituire 1,3 miliardi di aiuti di Stato ricevuti dopo il commissariamento. Sarebbe la mazzata definitiva.

Conti in rosso
Secondo i dati che la compagnia ha predisposto per l’Enac e il Mise, l’anno scorso i ricavi si sono ridotti dai 3.141 milioni del 2019 a 829 milioni. Tenendo conto dei 272 milioni di indennizzi Covid già incassati, Alitalia “arrotonda” i ricavi a 1.101 milioni. Su questa base, ha spiegato il d.g. Giancarlo Zeni, nel 2020 ci sarebbe una perdita operativa di -464 milioni, il peggioramento rispetto al 2019 sarebbe di -20 milioni. Se si escludono gli indennizzi Covid però la perdita operativa peggiorebbe a -715 milioni. La perdita netta calcolata da Alitalia è -484 milioni (ma salirebbe a -756 milioni senza ristori Covid), rispetto ai -619 milioni del 2019. Le grandi compagnie europee hanno chiuso i bilanci 2020 con perdite che vanno dai -6,7 miliardi del gruppo Lufthansa ai -6,9 miliardi di Iag ai -7,08 miliardi di Air France-Klm. Ma fino al 2019 tutte le altre facevano profitti, mentre Alitalia era già in profonda crisi.
--------------------------------------------------------------------------

Ricapitolando, per ora mancano all'appello: 7.2 milioni di euro all'aeroporto di Cagliari, 26 milioni ad Enav, 30 milioni a SEA, ''diversi milioni ad ADR'' e 3.3 milioni all'aeroporto di Genova.
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

robygun82
Messaggi: 8
Iscritto il: dom 20 dic 2020, 15:22:55

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda robygun82 » ven 02 apr 2021, 23:35:20

Che sia ora di parcheggiare gli spazzaneve davanti agli aerei? :think:

KittyHawk
Messaggi: 5481
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 03 apr 2021, 01:36:36

Secondo quanto riporta Il Messaggero, Lufthansa starebbe facendo pressione sulla Commissione dell'Unione Europea non per prendersi gli slot di LIN più redditizi, ma per raccattare tutto quanto resterebbe di buono di Alitalia dopo il sempre più probabile fallimento della compagnia (poca roba, secondo me). Dato che LH non può intervenire direttamente (se non sbaglio non è possibile per via degli aiuti che LH ha ricevuto causa Covid) si starebbe costituendo un pool di banche per l'operazione.

Qualche anno fa a Roma blateravano di surrounding Lufthansa, ora temono il surrendering to Lufthansa. Sarebbe bello sapere se la tragicità con cui viene riportata la notizia sia solo per impressionare i lettori della Capitale oppure se dietro ci sia il timore, o la consapevolezza, che FCO non sarà hub.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14291
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » sab 03 apr 2021, 08:15:25

Giulia Lupo ha già organizzato pubbliche proiezioni di Roma città aperta, pe' sensibbilizzà a' popolazzione ar pericolo.

grandemilano
Messaggi: 1520
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 03 apr 2021, 08:31:42

KittyHawk ha scritto: sab 03 apr 2021, 01:36:36 Secondo quanto riporta Il Messaggero, Lufthansa starebbe facendo pressione sulla Commissione dell'Unione Europea non per prendersi gli slot di LIN più redditizi, ma per raccattare tutto quanto resterebbe di buono di Alitalia dopo il sempre più probabile fallimento della compagnia (poca roba, secondo me). Dato che LH non può intervenire direttamente (se non sbaglio non è possibile per via degli aiuti che LH ha ricevuto causa Covid) si starebbe costituendo un pool di banche per l'operazione.
Se è questo il probabile partner della futura AZ-Ita, il matrimonio non comincia di certo nel migliore dei modi.

grandemilano
Messaggi: 1520
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 03 apr 2021, 08:40:01

KittyHawk ha scritto: sab 03 apr 2021, 01:36:36 . Sarebbe bello sapere se la tragicità con cui viene riportata la notizia sia solo per impressionare i lettori della Capitale oppure se dietro ci sia il timore, o la consapevolezza, che FCO non sarà hub.
Fiumicino hub in orbita LH, io non ci ho mai creduto. E probabilmente in tanti non ci hanno mai creduto.
LH ha sempre favorito i propri hub mitteleuropei instradando traffico dall'Italia. L'unica aerea dove ha provato ad investire veramente è stato su Malpensa. Penso a Lufthansa-Italia. Ma anche alla proposta di prendersi AZ nel 2008 proponendo l'hub a Malpensa. Proposta poi naufragata perchè AZ è stata ceduta ai vincenti capitani coraggiosi.
Lufthansa ha sempre dimostrato (con molta furbizia, tipico di chi sa fare affari e non gestisce una aviolinea in perdita secca da decenni), Lufthansa ha sempre dimostrato di prediligere il remunerativo traffico milanese e lombardo. Quindi, alla storia del partner commerciale e oprattutto di FCO quinto hub del gruppo, io non ci ho mai creduto.

Ah, dimenticavo: i bastoni tra le ruote che gli sono stati messi all'epoca di Lufthansa-Italia, penso che se li ricordino ancora.

spanna
Messaggi: 3367
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda spanna » sab 03 apr 2021, 08:51:51

scusate, ho un buco di memoria, esattamente quali sarebbero gli asset pregiati di alitalia a cui e' interessata LH se togliamo gli slot di linate?
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

easyMXP
Messaggi: 4684
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda easyMXP » sab 03 apr 2021, 09:08:19

spanna ha scritto: sab 03 apr 2021, 08:51:51 scusate, ho un buco di memoria, esattamente quali sarebbero gli asset pregiati di alitalia a cui e' interessata LH se togliamo gli slot di linate?
Il massimo che mi viene in mente è qualche slot a LHR, HND, JFK e i diritti tra Italia e Brasile.
Il personale, se proprio servisse, potrebbe assumerlo dopo il fallimento a condizioni migliori per lei.

KittyHawk
Messaggi: 5481
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 03 apr 2021, 09:25:11

malpensante ha scritto: sab 03 apr 2021, 08:15:25 Giulia Lupo ha già organizzato pubbliche proiezioni di Roma città aperta, pe' sensibbilizzà a' popolazzione ar pericolo.
Badogliana. :mrgreen:

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14291
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » sab 03 apr 2021, 09:42:45

grandemilano ha scritto: sab 03 apr 2021, 08:40:01 Fiumicino hub in orbita LH, io non ci ho mai creduto. E probabilmente in tanti non ci hanno mai creduto.
Dipende dalle dimensioni dell'hub.

Non ha senso far passare da Francoforte i passeggeri che volano da New York a Roma e nemmeno quelli diretti a Palermo, quindi un volo JFK-FCO ci può stare, insieme al FCO-PMO. Aggiungi qualche voletto intercontinentale e qualche volo feed per l'Italia e lo chiami hub.

Avatar utente
cesare.caldi
Messaggi: 6137
Iscritto il: lun 15 ott 2007, 22:55:42

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda cesare.caldi » sab 03 apr 2021, 10:36:45

Intanto a causa del parere negativo dell' antitrust UE è saltata la fusione tra Air Canada e Air Transat, pare che il niet definitivo alla fusione sia arrivato della commissaria Vestager, proprio quella che sta trattando la nascita della nuova Alitalia...

milmxp
Messaggi: 1801
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda milmxp » sab 03 apr 2021, 10:57:54

cesare.caldi ha scritto: sab 03 apr 2021, 10:36:45 Intanto a causa del parere negativo dell' antitrust UE è saltata la fusione tra Air Canada e Air Transat, pare che il niet definitivo alla fusione sia arrivato della commissaria Vestager, proprio quella che sta trattando la nascita della nuova Alitalia...
Come mai l'UE ha voce in capitolo per operazioni canadesi?

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14291
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » sab 03 apr 2021, 11:04:13

Perché hanno effetto sul mercato dei voli fra UE e Canada (e non solo, facendo scalo a Toronto si vola a LAX, MEX etc.).

Ovviamente Air Canada potrebbe lo stesso fondersi con Air Transat, ma perderebbe il diritto di volare in UE e non le conviene.

milmxp
Messaggi: 1801
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda milmxp » sab 03 apr 2021, 11:06:17

malpensante ha scritto: sab 03 apr 2021, 11:04:13 Perché hanno effetto sul mercato dei voli fra UE e Canada. Ovviamente Air Canada potrebbe lo stesso fondersi con Air Transat, ma perderebbe il diritto di volare in UE e non le conviene.
Grazie. Vediamo se saranno così zelanti e intransigenti anche con Alitalia.


Torna a “COMPAGNIE ITALIANE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti