Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

le news dei vettori con Coa italiano
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare gli argomenti che riguardano i vettori con COA italiano
KittyHawk
Messaggi: 5462
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » lun 05 apr 2021, 18:43:21

@RAV38
AZ si riduce sempre più, ergo diminuisce il bacino di potenziali elettori che si porta dietro. Anche per i fornitori (indotto) si avvia a essere un cliente di minor peso e comunque inaffidabile. Di conseguenza AZ sta diventando un soggetto meno interessante per la politica e, prima o poi, per Roma e dintorni varrà (molto) meno di altre realtà.
Da quel momento credo che la politica laziale e italiana in generale abbandonerà AZ al suo destino, bello o brutto che sia. Ne vuoi una conferma? Pensa ad Air Italy: tranne che in Sardegna, dove aveva un peso preponderante, per il resto della politica italiana la sua chiusura non ha generato altro che frasi di circostanza.

Avatar utente
D960
Messaggi: 1477
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda D960 » lun 05 apr 2021, 18:44:20

KittyHawk ha scritto: lun 05 apr 2021, 18:43:21 @RAV38
Pensa ad Air Italy: tranne che in Sardegna* [...]
*Olbia
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

RAV38
Messaggi: 957
Iscritto il: sab 18 mag 2013, 18:08:42

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda RAV38 » lun 05 apr 2021, 21:14:00

KittyHawk ha scritto: lun 05 apr 2021, 18:43:21 @RAV38
AZ si riduce sempre più, ergo diminuisce il bacino di potenziali elettori che si porta dietro. Anche per i fornitori (indotto) si avvia a essere un cliente di minor peso e comunque inaffidabile. Di conseguenza AZ sta diventando un soggetto meno interessante per la politica e, prima o poi, per Roma e dintorni varrà (molto) meno di altre realtà.
Da quel momento credo che la politica laziale e italiana in generale abbandonerà AZ al suo destino, bello o brutto che sia. Ne vuoi una conferma?
Pensa ad Air Italy: tranne che in Sardegna, dove aveva un peso preponderante, per il resto della politica italiana la sua chiusura non ha generato altro che frasi di circostanza.
Appunto. Air Italy era basata a MXP non a FCO e quindi dava fastidio, malgrado la sua piccolezza e fragilità. La sua fine , tranne che a Olbia, è stata accolta nei migliori dei casi da una fredda indifferenza.

KittyHawk
Messaggi: 5462
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 06 apr 2021, 04:14:28

Il piano industriale rimane valido, al massimo si calano un po' le brache:
Alitalia-Ita, per decollare a luglio tagli a slot a Linate e servizi a terra
Il piano per far decollare Ita a luglio è pronto. Il governo ha lavorato sodo anche in questi giorni di festa per mettere a punto la proposta di mediazione da inviare a Bruxelles. E domani, salvo ulteriori aggiustamenti che potrebbero determinare un slittamento di altre 48 ore, il compromesso tecnico finirà sul tavolo della commissione Antitrust europea. L’obiettivo politico è invece di stringere il cerchio in settimana, accogliendo, almeno in parte, le richieste degli uomini della Vestager, pur di sbloccare l’impasse e chiudere una volta per tutte il dossier Alitalia.

I ministri Giorgetti, Franco e Giovannini, che si sono tenuti in stretto contatto in queste ore, sanno bene che un altro rinvio determinerebbe il sicuro fallimento della vecchia Az, paralizzata da una amministrazione straordinaria che negli ultimi mesi non ha fatto altro che galleggiare, e a cascata la fine anche di Ita, che rischia di morire in culla. Ebbene, per evitare tutto questo, il ministro dello Sviluppo, quello dell’Economia e quello delle Infrastrutture, d’intesa con i vertici di Ita, e Palazzo Chigi, avrebbero ideato uno schema articolato per arrivare al traguardo. L’agnello sacrificale oltre agli slot di Linate - prevista una riduzione inferiore al 50% già richiesto ma comunque sostanziosa intorno al 10-15% - sarebbe il settore dell’handling che, secondo il diktat della Ue, va ceduto completamente sul mercato.
Sul punto l’esecutivo cercherà di ottenere almeno la possibilità di consentire a Ita l’auto produzione dei servizi di terra a Fiumicino e Milano. Insomma, di salvare qualcosa per gestire in proprio un minimo di attività.

Il perimetro attuale di oltre 2800 dipendenti si potrebbe ridurre così a poco più di 700-800. Discorso ancora più complesso per la manutenzione che la Ue vorrebbe fuori dalla newco e sul quale si sta trattando per arrivare a un punto d’incontro. Probabilmente anche qui il perimetro dagli attuali 1700 dipendenti scenderà a 700. Il resto dovrà trovare una nuova collocazione o essere assorbito da altre società. Tagli pesanti anche allo staff amministrativo. Per marcare, come vuole sempre la Ue, la discontinuità con il passato. Gli esuberi sarebbero in sostanza circa 6 mila rispetto agli 11 mila dipendenti di Alitalia.

L’organico con cui proverà a partire Ita, secondo fonti autorevoli, dovrebbe oscillare, almeno in una prima fase, tra 4500 e 4700 dipendenti, con oltre 55 aerei. Sempre che Bruxelles non imponga sacrifici ancora più duri. Di fatto l’urgenza, al di là della chiusura del negoziato in corso, è quella da un lato di pagare gli stipendi il prossimo mese, iniziando un nuovo percorso con Ita, e, dall’altro, evitare di portare i libri in tribunale. In pratica solo acquisendo personale da Alitalia, la newco può partire e, parallelamente, solo così possono entrare in cassa risorse finanziarie utili alla vecchia compagnia di bandiera per andare avanti con una gestione ordinata e in bonis.

Piloti e assistenti di volo saranno i meno penalizzati, almeno in teoria, visto che Ita ne assumerà un numero congruo per far fonte alla stagione “summer” alle porte e, si spera, per affrontare l’autunno con una politica commerciale aggressiva sul lungo raggio. Ma ovviamente l’ultima parola spetterà ora a Bruxelles che si trova ad un bivio: accettare un compromesso o andare incontro ad un clamoroso strappo con l’Italia.
https://www.ilmessaggero.it/economia/news/alitalia_news_newco_ita_salvataggio_esuberi_cig_stipendi_slot_ultime_notizie_oggi_6_aprile-5878564.html

hkg
Messaggi: 800
Iscritto il: dom 22 ago 2010, 18:44:21

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda hkg » mar 06 apr 2021, 07:06:34

E i vertici SEA, assessori regionali che fanno?? tacciono....
MXP,CTA,LIN,CGD,VIE,AHO,CAG,OLB,KBP,TLL,LED,SVO,JFK,MBA,BKK,HKT,DPS,BLQ,SIN,TUN,BGY,LXR, PMV,DXB,TPE,HKG,KBV,AMM,UTH,LPQ,CNX,BWN,LBU,KCH,MYY,MNL,CRK,DOH,VLC,CGN,BCN,BUD,PRG,AUH,CGK,JOG,KUL,TXL,LIS,STR,KIX,NRT,IST,HAM,CPH,KIV,PEK,SVQ,MCT,CPT,MJT,AGP,JKH,OPO,LXS,SKG,MAD, KWI,JIK,ATH

KittyHawk
Messaggi: 5462
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 06 apr 2021, 08:43:26

RAV38 ha scritto: lun 05 apr 2021, 21:14:00
KittyHawk ha scritto: lun 05 apr 2021, 18:43:21 @RAV38
AZ si riduce sempre più, ergo diminuisce il bacino di potenziali elettori che si porta dietro. Anche per i fornitori (indotto) si avvia a essere un cliente di minor peso e comunque inaffidabile. Di conseguenza AZ sta diventando un soggetto meno interessante per la politica e, prima o poi, per Roma e dintorni varrà (molto) meno di altre realtà.
Da quel momento credo che la politica laziale e italiana in generale abbandonerà AZ al suo destino, bello o brutto che sia. Ne vuoi una conferma?
Pensa ad Air Italy: tranne che in Sardegna, dove aveva un peso preponderante, per il resto della politica italiana la sua chiusura non ha generato altro che frasi di circostanza.
Appunto. Air Italy era basata a MXP non a FCO e quindi dava fastidio, malgrado la sua piccolezza e fragilità. La sua fine , tranne che a Olbia, è stata accolta nei migliori dei casi da una fredda indifferenza.
Non perché era basata a MXP ma perché, tutto sommato, aveva pochi dipendenti, non arrivando a 1500 persone e neppure tutte concentrate nello stesso posto. Questo è il motivo per cui non c'è stato interesse della politica, tranne che a Olbia. È lo stesso atteggiamento per cui la chiusura di una decina di laboratori artigianali è ignorata dai politici locali, mentre non lo è la chiusura di una fabbrica con una cinquantina di dipendenti.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » mar 06 apr 2021, 08:55:11

hkg ha scritto: mar 06 apr 2021, 07:06:34 E i vertici SEA, assessori regionali che fanno?? tacciono....
Che cosa dovrebbero fare? Non è in gioco nessun posto di lavoro in Lombardia e non si riduce Linate.
D'altro non si interessano.

KittyHawk
Messaggi: 5462
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 06 apr 2021, 09:08:05

Segnalo un altro articolo sul Corriere della Sera sugli slot di Linate, comprensivo di grafici.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » mar 06 apr 2021, 10:09:03

KittyHawk ha scritto: mar 06 apr 2021, 09:08:05 Segnalo un altro articolo sul Corriere della Sera sugli slot di Linate, comprensivo di grafici.
Hai un link?

spanna
Messaggi: 3360
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda spanna » mar 06 apr 2021, 10:14:43

https://www.corriere.it/economia/aziend ... e853.shtml
i toni sono sempre quelli, l'europa non ci vuole bene e ci bastona ingiustificatamente, agli altri chiede pochi slot in cambio di miliardate mentre ad alitalia chiede una marea di slot per 4 spiccioli. Sono toni che in questo momento tutti i giornalisti stanno usando col risultato di ispirare un senso antieuropeo, quindi sovranista, totalmente ingiustificato.
Poi gli stessi giornalisti dovranno correre ai ripari se qualche politico comincera' a sfruttare questi sentimenti per portare avanti l'italexit.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » mar 06 apr 2021, 10:26:11

Direi che scrivendo che a Francoforte il gruppo Lufthansa ha il 90% degli slot la credibilità del Corriere sia manifesta.
Non posso controllare e potrei sbagliarmi, ma mi sembrerebbe più vero se leggessi che il cielo è verde.

Immagine

Non commento l'affermazione del giornalista che articolo, ragionamenti e grafici sarebbero farina del suo sacco, ma sono malpensante e quindi sono scusabile per avere un peccato originale.

Questo Paese non va da nessuna parte se la stampa pubblica veline in modo acritico.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » mar 06 apr 2021, 10:47:47

Il meglio che ho trovato è questo grafico dal report 2020 di Fraport. È tutto salvo che chiaro, ma mi sembra evidente che attribuire al gruppo LH il 90% degli slot di FRA sia assurdo, perché gli "Other" avevano già il 17,3% dei movimenti e tra loro non sono inclusi nemmeno British Airways, Air France, Aeroflot, Emirates etc..

Immagine

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » mar 06 apr 2021, 11:15:22

Dunque funziona così: qualcuno in Alitalia fabbrica un grafico FALSO, confeziona una velina, la spedisce alla stampa che, senza controllare e probabilmente senza nemmeno essere in grado di controllare, la pubblica come frutto delle proprie elaborazioni. I lettori ci credono, abbasso i cattivoni di Bruxelles.

Sarebbe molto più serio riportare il tutto attribuendo l'origine ai veri autori, che magari hanno preso i movimenti 2020 (post Covid) come percentuali di slot detenuti a Francoforte. Con gente così è ovvio che Alitalia perderà in eterno.

KittyHawk
Messaggi: 5462
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 06 apr 2021, 12:19:08

Fosse solo il grafico. La vulgata corrente rende noto al popolino che Lufthansa ha ricevuto 9 miliardi di euro e Alitalia solo 3, quindi i tedeschi hanno ricevuto molto di più e cedono molto di meno.
Peccato che la realtà dica che i 9 miliardi siano stati forniti/garantiti dai governi tedesco, austriaco, svizzero e belga e che serviranno per Lufthansa, Eurowings, Swiss, Edelweiss, Austrian e Brussells Airlines (spero di non averne dimenticata nessuna; Air Dolomiti non l'ho controllata). Per riceverli LH ha dovuto inoltre garantire di mettere al prato fino a 4 velivoli a FRA e altrettanti a MUC (credo, l'azione viene definita come to station nel report di LH), oltre a cedere 24 slot nei due aeroporti.
Infine, occorre ricordarsi che LH Konzern ha pagato tasse per 484 milioni di euro nel 2019 e per 761 milioni nel 2018 SUGLI UTILI (non tasse dei dipendenti o tasse aeroportuali o tasse di sorvolo, si noti bene), ma deve evidentemente essere un dato poco interessante, visto che nessuno di quelli importanti ne parla. Sarò evidentemente io che ho strane curiosità.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » mar 06 apr 2021, 12:30:21

Berberi mi risponde che i dati vengono da fonte affidabilissima, cioè LH.

Può darsi, ma fatico a crederlo, che pure il
gruppo Lufthansa a Francoforte facesse il giochino di usare gli slot al minimo per mantenerli, tuttavia la quota di movimenti degli altri vettori a FRA non è certo del 10% e non ci sono aeroporti alternativi a pochi chilometri, che fanno sconti.

A Linate Alitalia ha il filetto della Lombardia e non lo vuole mollare, anche se alla Lombardia fa un disservizio e non in servizio.

E poi perché mai una linea aerea che ha hub a Roma dovrebbe controllare i due terzi degli slot dell’aeroporto più vicino a Milano? E farsi dare soldi dalle tasse dei lombardi per annichilire la loro connettività intercontinentale?

Con il giornale più diffuso a Milano che applaude?

Lombardi somari.

KittyHawk
Messaggi: 5462
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 06 apr 2021, 13:16:42

Nel momento che devi cedere qualcosa l'ultima cosa che fai è mostrare/dichiarare più di quello che veramente hai.
In quella scuola di vita che è Topolino, zio Paperone si veste sempre da mendicante quando deve incontrare i funzionari del fisco. :D
Non è che Berberi si sia confuso tra posti messi a disposizione da LH Konzern (immagino comprendano anche code/sharing e simili) e slot?

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » mar 06 apr 2021, 13:39:25

KittyHawk ha scritto: mar 06 apr 2021, 13:16:42 Nel momento che devi cedere qualcosa l'ultima cosa che fai è mostrare/dichiarare più di quello che veramente hai.
In quella scuola di vita che è Topolino, zio Paperone si veste sempre da mendicante quando deve incontrare i funzionari del fisco. :D
Non è che Berberi si sia confuso tra posti messi a disposizione da LH Konzern (immagino comprendano anche code/sharing e simili) e slot?
Berberi mi ha scritto che all'assemblea dei soci nello scorso giugno LH ha dichiarato:
slot giornalieri totali a Francoforte 1.870
slot assegnati al gruppo Lufthansa 1.730 (92,51% !!!!!)

Questi numeri sono palesemente in contrasto con le percentuali dei movimenti di cui al grafico Fraport che ho postato sopra, salvo credere che Lufthansa a Francoforte nel 2019 facesse lo stesso giochino del non usare gli slot che fa Alitalia a Linate. Io non lo credo e che il gruppo LH abbia il 92,51% degli slot di Francoforte mi sembra davvero difficile.

Nel lungo Annual Report LH 2020 (283 pagine) con la ricerca della parola "slot" non si vede nulla di quanto mi dice Berberi, ma non l'ho certo letto tutto.
https://investor-relations.lufthansagro ... 2020-e.pdf

Un recente articolo di VOX, rivista di economisti europei di livello, afferma
As a condition, Lufthansa agreed to give up 24 slots per day at each of the Frankfurt and Munich hub airports. Lufthansa held about one-half of capacity on average in summer 2019 and more than 75% at peak times at these hubs.
Da lì al 90% ce ne corre.

https://voxeu.org/article/it-time-aucti ... d-airports
Ultima modifica di malpensante il mar 06 apr 2021, 14:12:18, modificato 1 volta in totale.

KL63
Messaggi: 2826
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KL63 » mar 06 apr 2021, 14:06:44

però nei dati che hai postato non si parla di slot ma di percentuale di traffico passeggeri, in più certamente LH considera anche gli slot occupati con i cargo insieme a quelli passeggeri o se li considera separati Berberi li somma per dimostrare la sua tesi

KittyHawk
Messaggi: 5462
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 06 apr 2021, 14:53:49

malpensante ha scritto: mar 06 apr 2021, 13:39:25 Berberi mi ha scritto che all'assemblea dei soci nello scorso giugno LH ha dichiarato:
slot giornalieri totali a Francoforte 1.870
slot assegnati al gruppo Lufthansa 1.730 (92,51% !!!!!)
A FRA, se le cose non sono cambiate, è in vigore il coprifuoco dalle 23:00 alle 6:00, applicato rigorosamente da quel che mi è capitato di leggere. I 1870 slot disponibili equivalgono a 110 movimenti/ora, che probabilmente è la capacità di FRA e che immagino comprendano anche i voli cargo.
Se togliamo gli slot assegnati a LH rimangono 140 slot nell'arco della giornata, sufficienti a soli 70 voli non LH. Mi paiono proprio pochini. Non è che LH, intesa come gruppo, affitti i suoi slot anche a compagnie amiche?

Mattia
Messaggi: 2421
Iscritto il: sab 29 dic 2007, 14:35:09

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda Mattia » mar 06 apr 2021, 18:08:17

malpensante ha scritto: mar 06 apr 2021, 10:47:47 Il meglio che ho trovato è questo grafico dal report 2020 di Fraport. È tutto salvo che chiaro, ma mi sembra evidente che attribuire al gruppo LH il 90% degli slot di FRA sia assurdo, perché gli "Other" avevano già il 17,3% dei movimenti e tra loro non sono inclusi nemmeno British Airways, Air France, Aeroflot, Emirates etc..

Immagine
Non capisco in base a cosa siano colorati...non per Gruppo non per Allenza non per area geografica non per full carrier o low cost...

Mattia
Messaggi: 2421
Iscritto il: sab 29 dic 2007, 14:35:09

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda Mattia » mar 06 apr 2021, 18:16:25

Comunque 92% secondo me è assurdo anche considerando Star Alliance

Mattia
Messaggi: 2421
Iscritto il: sab 29 dic 2007, 14:35:09

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda Mattia » mar 06 apr 2021, 18:32:52

Leggo sull’Annual Report 2019 di Fraport che i pax Deutsche LH sono il 60% a FRA

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » mar 06 apr 2021, 18:55:21

Aggiungi Swiss, Austrian, Brussels etc. e difficilmente sorpassi il 90%.
Diciamo che se uno si occupa di aviazione dovrebbe almeno sospettarlo.

KittyHawk
Messaggi: 5462
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 06 apr 2021, 20:16:06

Mattia ha scritto: mar 06 apr 2021, 18:08:17
malpensante ha scritto: mar 06 apr 2021, 10:47:47 Il meglio che ho trovato è questo grafico dal report 2020 di Fraport. È tutto salvo che chiaro, ma mi sembra evidente che attribuire al gruppo LH il 90% degli slot di FRA sia assurdo, perché gli "Other" avevano già il 17,3% dei movimenti e tra loro non sono inclusi nemmeno British Airways, Air France, Aeroflot, Emirates etc..

Immagine
Non capisco in base a cosa siano colorati...non per Gruppo non per Allenza non per area geografica non per full carrier o low cost...
Le compagnie sono riunite a gruppi di 5. Per ogni categoria (passeggeri, cargo e movimenti) devi leggerle come, ad esempio, "le prime 5 compagnie per passeggeri sono LH, DE, FR, UA e OS e complessivamente totalizzano il 72,5% dei passeggeri, le seconde 5 sono AC, TUI EK... etc."
Se vedi i raggruppamenti continuano a cambiare secondo la categoria presa in considerazione. Air Dolomiti è nel quarto gruppo come numero di passeggeri, ma nel primo come numero di movimenti, che deriva dal fatto che fa tanti voli feeder con aerei piccoli.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » mar 06 apr 2021, 20:42:00

Facciamo due conti: il secondo gruppo di 5 ha fatto il 5,4% dei movimenti, diciamo che la numero 6, United, ha fatto l’1,1% o più.

Quindi la seconda, terza e quarta compagnia hanno fatto almeno altrettanto e la prima non può aver fatto più del 65% e sommando Austrian e Air Dolomiti non può aver superato il 68%.

Aggiungo Swiss, non più dell’1,1%. Manca Brussels, che non può essere più dello 0,6% perché non sta neanche nel quarto gruppo, che ha media 0,6%.

Nella migliore delle ipotesi la somma rasenta il 70% dei movimenti. Come possa avere il 90% degli slot, se li usa e non li affitta, cose che ritengo ambedue improbabili, lo sanno solo dio e lo sdegnato, incontestabile Berberi.


Torna a “COMPAGNIE ITALIANE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti