Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

le news dei vettori con Coa italiano
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare gli argomenti che riguardano i vettori con COA italiano
Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » sab 17 apr 2021, 10:22:31

I-Alex ha scritto: sab 17 apr 2021, 10:15:11Qui il video completo
https://webtv.camera.it/evento/17849
Saranno le stesse slide, ma quello della settimana scorsa era il webinar di un'associazione privata.

www.sipotra.it

BAlorMXP
Messaggi: 1835
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda BAlorMXP » sab 17 apr 2021, 11:31:49

malpensante ha scritto:Qualche slide dell’AD di Aeroporti di Roma della scorsa settimana.
Notate il numero degli occupati, il peso dei transiti a rischio e il non sapere che nel sistema aeroportuale di Milano va incluso anche Bergamo (chissà come mai l’hanno dimenticato).

Immagine

Immagine

Immagine
Stesso identico errore voluto anche da ENAC quando in un report stilato ad inizio 2020 non incluse BGY. È l’ultima “cosa” dj pregio rimasta nella capitale, capisco che facciano fatica ad essere obiettivi


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

belumosi
Messaggi: 3174
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda belumosi » sab 17 apr 2021, 12:00:10

@Malpensante

Con una flotta così limitata non è possibile nemmeno farne uno di hub decenti. Figuriamoci due.
O MXP (con LIN chiuso) o FCO.
Per ora manterrei molta cautela sui feed con compagnie che devono ancora dimostrare di saper sopravvivere sul mercato.
E anche così secondo me non starebbe in piedi, per i motivi scritti giorni fa.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » sab 17 apr 2021, 12:21:00

belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 12:00:10 @Malpensante

Con una flotta così limitata non è possibile nemmeno farne uno di hub decenti. Figuriamoci due.
O MXP (con LIN chiuso) o FCO.
Dipende anche da che cosa intendi come "hub".
Secondo me Heathrow, Amsterdam, Francoforte e Parigi CDG sono irraggiungibili a prescindere, Madrid perché non può esserci una specializzazione equivalente eccetera. In Italia puoi fare "hub" prendendo i passeggeri dalla provincia e portandoli a far transito nell'aeroporto intercontinentale, nient'altro.

Però spiegami perché sarebbe meglio per ITA volare dall'Italia a Linate, dove troverà pure concorrenza dalle low cost che fin qui non ha avuto, invece che a Malpensa (con Linate chiuso) dove si possono alimentare 30 voli intercontinentali altrui senza che le low cost possano interferire. Perché così danneggerebbe il suo hub di Roma, fatto di 6-9 WB?
belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 12:00:10 Per ora manterrei molta cautela sui feed con compagnie che devono ancora dimostrare di saper sopravvivere sul mercato.
Ma non ci metti un euro e poi sei tu ITA a dover dimostrare di saper sopravvivere sul mercato. Tayaranjet è in piedi da tre anni senza aver preso soldi dallo Stato, per dire. Alitalia non mi pare che possa dire lo stesso.
Se il subfornitore fallisce ne cerchi un altro.

belumosi
Messaggi: 3174
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda belumosi » sab 17 apr 2021, 12:30:37

malpensante ha scritto: sab 17 apr 2021, 12:21:00
belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 12:00:10 @Malpensante

Con una flotta così limitata non è possibile nemmeno farne uno di hub decenti. Figuriamoci due.
O MXP (con LIN chiuso) o FCO.
Dipende anche da che cosa intendi come "hub".
Secondo me Heathrow, Amsterdam, Francoforte e Parigi CDG sono irraggiungibili a prescindere, Madrid perché non può esserci una specializzazione equivalente eccetera. In Italia puoi fare "hub" prendendo i passeggeri dalla provincia e portandoli a far transito nell'aeroporto intercontinentale, nient'altro.

Però spiegami perché sarebbe meglio per ITA volare dall'Italia a Linate, dove troverà pure concorrenza dalle low cost che fin qui non ha avuto, invece che a Malpensa (con Linate chiuso) dove si possono alimentare 30 voli intercontinentali altrui senza che le low cost possano interferire. Perché così danneggerebbe il suo hub di Roma, fatto di 6-9 WB?
Un hub è un aeroporto dove è presente una compagnia che utilizza su larga scala connessioni hub & spoke. Grande o piccolo.
Come ho scritto sopra, se AZ fa hub a MXP, LIN va chiuso in modo da portare tutti i voli in Brughiera a federare i propri voli.
Facendo hub a FCO, i feed devono portare i pax sull'aeroporto romano e MXP diventa di troppo.
LIN in questo caso è a lato del discorso hub & spoke. Le tariffe da LIN sul nazionale che avevi postato se ben ricordo erano circa doppie di quelle da MXP. Se con un personale minimo sull'Idroscalo, mantenere una decina di aerei extra e affittare qualche slot è redditizio, bene, altrimenti AZ è bene che molli Milano.
E LIN se lo spartiranno tutti gli altri.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » sab 17 apr 2021, 12:52:30

belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 12:30:37 Come ho scritto sopra, se AZ fa hub a MXP, LIN va chiuso in modo da portare tutti i voli in Brughiera a federare i propri voli.
Facendo hub a FCO, i feed devono portare i pax sull'aeroporto romano e MXP diventa di troppo.
Non hai considerato che oltre ai passeggeri in transito ci sono quelli Origine/Destinazione.
Se sono tanto remunerativi quelli di Milano da permettere voli point-to-point nazionali ed europei, nonostante l'abbondante offerta delle low cost tutt'intorno, allora vuol dire che sarebbe conveniente, anzi molto più conveniente, prendersi anche quelli di lungo raggio, con voli diretti che né le low cost né i concorrenti europei possono offrire. Stiamo parlando proprio di quei passeggeri altospendenti che a Roma sull'intercontinentale proprio non ci sono e che da Milano (Torino, Venezia, Bologna) non transiteranno mai a Roma.
belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 12:30:37 Se con un personale minimo sull'Idroscalo, mantenere una decina di aerei extra e affittare qualche slot è redditizio, bene, altrimenti AZ è bene che molli Milano.
E LIN se lo spartiranno tutti gli altri.
La compagnia di bandiera in sé non può essere un obiettivo, ma soltanto lo strumento per ottenere un obiettivo, che è la massimizzazione della connettività intercontinentale del Paese, che in Italia è pessima rispetto agli altri Paesi europei. Se questa viene danneggiata dall'esistenza dell'aeroporto di Linate quell'aeroporto va chiuso, anche se per caso facesse comodo ai conti di Alitalia. Invece fa solo comodo a tenere in aria aerei e sul libro paga equipaggi di Alitalia su voli in perdita.

grandemilano
Messaggi: 1508
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 17 apr 2021, 13:10:59

belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 12:30:37 [ Le tariffe da LIN sul nazionale che avevi postato se ben ricordo erano circa doppie di quelle da MXP.
Non erano doppie, ma un 30% in più. Doppie vuol dire 100% in più

belumosi
Messaggi: 3174
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda belumosi » sab 17 apr 2021, 13:16:39

Se fatti tutti i debiti conti, dovesse risultare che l'hub più redditizio sarebbe a MXP piuttosto che a FCO, LIN sarebbe di troppo e FCO pure.
A quel punto porti tutto a MXP, fai connessioni interne e con gli alleati e magari interline con le altre compagnie. E abbatti la quota di ptp dove sei in concorrenza con le LC.
Se viceversa la scelta cade su FCO, diventa l'aeroporto romano lo scalo da federare come sopra. E siccome le compagnie che fanno LR nei due principali scali italiani sono il larga misura le stesse, diventa logico per AZ cercare una collaborazione via FCO.
A quel punto agli occhi di AZ a Milano resta solo il ptp su LIN, qualora convenga. In caso contrario l'unica cosa da fare sarebbe lasciare Milano, che diventerebbe uno spoke come tutti gli altri. Esattamente come lo sarebbe FCO a parti invertite.
Non credo ci possa essere una via di mezzo.
Tutto questo naturalmente parlando in chiave accademica, sappiamo bene che la realtà è un'altra.

belumosi
Messaggi: 3174
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda belumosi » sab 17 apr 2021, 13:17:49

grandemilano ha scritto: sab 17 apr 2021, 13:10:59
belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 12:30:37 [ Le tariffe da LIN sul nazionale che avevi postato se ben ricordo erano circa doppie di quelle da MXP.
Non erano doppie, ma un 30% in più. Doppie vuol dire 100% in più
Andavo a memoria. Le ho cercate ma non sono riuscito a trovarle. Le hai a portata di mano?

grandemilano
Messaggi: 1508
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 17 apr 2021, 13:23:30

belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 13:17:49
grandemilano ha scritto: sab 17 apr 2021, 13:10:59
belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 12:30:37 [ Le tariffe da LIN sul nazionale che avevi postato se ben ricordo erano circa doppie di quelle da MXP.
Non erano doppie, ma un 30% in più. Doppie vuol dire 100% in più
Andavo a memoria. Le ho cercate ma non sono riuscito a trovarle. Le hai a portata di mano?
Eh no. Anche io vado a memoria.

Avatar utente
D960
Messaggi: 1477
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda D960 » sab 17 apr 2021, 13:34:01

AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

Avatar utente
I-Alex
Site Admin
Messaggi: 26769
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda I-Alex » sab 17 apr 2021, 13:40:57

Malpensa airport user

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » sab 17 apr 2021, 13:52:54

belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 13:16:39 Se fatti tutti i debiti conti, dovesse risultare che l'hub più redditizio sarebbe a MXP piuttosto che a FCO, LIN sarebbe di troppo e FCO pure.
Siamo sempre a fare i conti con i passeggeri O/D. Mi pare assodato che non abbia senso far passare da Roma passeggeri che vanno da Milano a New York, con cui si riempivano più aerei al giorno, né viceversa.

Il tuo ragionamento varrebbe per un hub normale, in cui ci si dovrebbe chiedere se è meglio far passare da Roma o da Milano i passeggeri che vengono da tutta l'Europa e vanno a Santiago del Cile, ma Alitalia, ITA o chi per lei dovrà limitarsi, sia per logica che per dimensione della flotta, a volare verso le destinazioni principali: New York, Tokyo, ma anche Miami, Los Angeles, San Paolo e Buenos Aires, per cui c'è un alto numero di passeggeri sia da Roma (più turisti incoming) che da Milano (più business).

Il feed dall'Europa è un sogno in generale e su Roma è veramente impossibile, si può contare solo sul traffico da e per l'Italia. A quel punto se non cerchi di intercettare il più possibile l'originante, che origina da due punti, ti stai sparando nei piedi. A meno che non ragioni da romano Caputmundi.

Avere due mini-hub ti costa l'avere voli feed sia su Milano che su Roma, che però hai già, quindi maggior costo zero. Ti consente anche di adattare le frequenze, spostando capacità da uno all'altro a seconda di come si evolve la remuneratività. Altrimenti o decidi di perdere tutto il traffico intercontinentale O/D dal nord Italia, cioè quello che succede adesso o te ne vai da Milano.

Ma se te ne vai da Milano poi che fai? Metti per legge le ganasce a Malpensa? Se per caso ti capita una Neos che vola a Toronto, New York e magari altro la saboti perché la linea aerea statale va protetta insieme all'Hub Naturale di Diritto Divino?

belumosi
Messaggi: 3174
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda belumosi » sab 17 apr 2021, 13:59:01

I-Alex ha scritto: Esempi yields da MIL

http://www.mxpairport.it/forum/viewtopic.php?t=12492
D960 ha scritto: sab 17 apr 2021, 13:34:01 http://www.mxpairport.it/forum/viewtopi ... 91#p173391
Link sopra forse :whistle:
Grazie ad entrambi. La pagina che cercavo è quella segnalata da Alex, dalla quale riporto gli yield sul nazionale postati da Malpensante.

Yield voli nazionali 2018, considerando soltanto i passeggeri point-to-point

AZ LIN AHO 0,103
FR BGY AHO 0,098
U2 MXP AHO 0,098
AZ LIN BDS 0,109
FR BGY BDS 0,082
U2 MXP BDS 0,075
AZ LIN BRI 0,125
FR BGY BRI 0,090
U2 MXP BRI 0,076
FR BGY CAG 0,094
AZ LIN CAG 0,086
U2 MXP CAG 0,086
FR MXP CIY 0,066
FR BGY CRV 0,065
AZ LIN CTA 0,093
FR BGY CTA 0,078
FR MXP CTA 0,071
U2 MXP CTA 0,066
IG MXP CTA 0,051
AZ LIN FCO 0,234
AZ MXP FCO 0,078
IG MXP FCO 0,052
BV BGY LMP 0,075
AZ LIN NAP 0,157
FR BGY NAP 0,080
U2 MXP NAP 0,075
IG MXP NAP 0,035
IG BGY OLB 0,138
IG LIN OLB 0,131
U2 MXP OLB 0,108
IG MXP OLB 0,097
AZ LIN PMO 0,096
FR BGY PMO 0,083
U2 MXP PMO 0,077
FR MXP PMO 0,065
IG MXP PMO 0,048
AZ LIN PSR 0,179
FR BGY PSR 0,089
BV LIN REG 0,085
AZ LIN REG 0,084
AZ LIN SUF 0,096
FR BGY SUF 0,075
U2 MXP SUF 0,067
FR MXP SUF 0,063
IG MXP SUF 0,049
AZ LIN TPS 0,078
FR BGY TPS 0,076
AZ LIN TRS 0,293

In effetti la situazione è molto variegata. Si va da yield davvero alti per i voli verso FCO, NAP PSR e TRS, mentre altrove la differenza è più limitata, in qualche caso quasi nulla.
Una cosa che in precedenza non avevo notato, è che tutte le destinazioni servite da BGY hanno yield più elevati dei servizi analoghi effettuati da MXP.
Resta valido il ragionamento (seppur teorico) fatto prima: se conveine bene, altrimenti ciao ciao.

belumosi
Messaggi: 3174
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda belumosi » sab 17 apr 2021, 14:25:05

malpensante ha scritto: sab 17 apr 2021, 13:52:54
belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 13:16:39 Se fatti tutti i debiti conti, dovesse risultare che l'hub più redditizio sarebbe a MXP piuttosto che a FCO, LIN sarebbe di troppo e FCO pure.
Siamo sempre a fare i conti con i passeggeri O/D. Mi pare assodato che non abbia senso far passare da Roma passeggeri che vanno da Milano a New York, con cui si riempivano più aerei al giorno, né viceversa.

Il tuo ragionamento varrebbe per un hub normale, in cui ci si dovrebbe chiedere se è meglio far passare da Roma o da Milano i passeggeri che vengono da tutta l'Europa e vanno a Santiago del Cile, ma Alitalia, ITA o chi per lei dovrà limitarsi, sia per logica che per dimensione della flotta, a volare verso le destinazioni principali: New York, Tokyo, ma anche Miami, Los Angeles, San Paolo e Buenos Aires, per cui c'è un alto numero di passeggeri sia da Roma (più turisti incoming) che da Milano (più business).

Il feed dall'Europa è un sogno in generale e su Roma è veramente impossibile, si può contare solo sul traffico da e per l'Italia. A quel punto se non cerchi di intercettare il più possibile l'originante, che origina da due punti, ti stai sparando nei piedi. A meno che non ragioni da romano Caputmundi.

Avere due mini-hub ti costa l'avere voli feed sia su Milano che su Roma, che però hai già, quindi maggior costo zero. Ti consente anche di adattare le frequenze, spostando capacità da uno all'altro a seconda di come si evolve la remuneratività. Altrimenti o decidi di perdere tutto il traffico intercontinentale O/D dal nord Italia, cioè quello che succede adesso o te ne vai da Milano.
Non credo proprio che sia possibile federare due hub con il solo traffico italiano (anzi, del solo Centro-Sud nel caso di MXP).
Se il pax che deve andare da CTA a NY lo fai passare per FCO, non sarà più disponibile per un transito a MXP. Anche con LIN chiuso e i voli AZ spostati in Brughiera.
malpensante ha scritto: sab 17 apr 2021, 13:52:54 Ma se te ne vai da Milano poi che fai? Metti per legge le ganasce a Malpensa? Se per caso ti capita una Neos che vola a Toronto, New York e magari altro la saboti perché la linea aerea statale va protetta insieme all'Hub Naturale di Diritto Divino?
Anche se non sono mai stati stesi tappeti rossi plurimi come per le varie AZ, per onestà va riconosciuto che chiunque abbia voluto volare a MXP ha potuto farlo senza particolari limitazioni, se non quelle normative (tipo i bilaterali).
Anzi, paradossalmente se AZ fosse andata via da MXP anni fa, la richiesta della 5a libertà per EK probabilmente sarebbe stata più indolore per la compagnia romana, che magari avrebbe evitato il pressing per abolire la legge "salvaMXP" con annesso open sky virtualmente aperto a chiunque.
Comunque la sempre maggior apertura globale sui bilaterali, unita al ridimensionamento del LR AZ, mi fa pensare che a maggior ragione non ci saranno problemi nemmeno in futuro.

grandemilano
Messaggi: 1508
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 17 apr 2021, 14:28:54

belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 13:59:01 .
Una cosa che in precedenza non avevo notato, è che tutte le destinazioni servite da BGY hanno yield più elevati dei servizi analoghi effettuati da MXP.
Probabilmente ha il vantaggio del monopolio in aeroporto.
Addirittura c'è una tratta che ha yeld più alti FR su Bergamo, di AZ su Linate.
Significativo anche l'esempio della Milano-Parigi CDG: AF su Linate ha yelds più bassi di U2 su Malpensa

belumosi
Messaggi: 3174
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda belumosi » sab 17 apr 2021, 14:47:00

grandemilano ha scritto: sab 17 apr 2021, 14:28:54
belumosi ha scritto: sab 17 apr 2021, 13:59:01 .
Una cosa che in precedenza non avevo notato, è che tutte le destinazioni servite da BGY hanno yield più elevati dei servizi analoghi effettuati da MXP.
Probabilmente ha il vantaggio del monopolio in aeroporto.
Addirittura c'è una tratta che ha yeld più alti FR su Bergamo, di AZ su Linate.
Significativo anche l'esempio della Milano-Parigi CDG: AF su Linate ha yelds più bassi di U2 su Malpensa
Probabilmente è corretto il discorso del monopolio a BGY, mentre credo che AF paghi la scarsità di frequenze a LIN.

KL63
Messaggi: 2826
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KL63 » sab 17 apr 2021, 18:58:34

Con questa differenza di yelds dovuta al sostanziale monopolio ci credo che AZ voglia restare a Linate.
Però gli converrebbe trovare un accordo con la Commissione perché se andasse al grounding ed il governo facesse nascere Alitalia 2 essendo una nuova compagnia in teoria dovrebbe mettersi in coda a tutti gli altri per gli slot di Linate.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14212
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » sab 17 apr 2021, 19:49:52

Se la ritrovo metto la slide di Gianni Rossi ex AD di Meridiana e ex dirigente di Alitalia al
Webinar del CUB.

Se si guardano gli yields senza guardare i LF non si immagina che il ricavo medio di EasyJet a Linate era superiore a quello di Alitalia, perché gli aerei di easyJet volavano pieni e a tariffe interessanti e quelli di Alitalia semivuoti anche se con yields leggermente più alti.

spanna
Messaggi: 3360
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda spanna » dom 18 apr 2021, 18:22:10

Ma infatti, guardare gli yields da soli è come guardare i LF da soli, è altamente sconsigliato se vuoi capire la redditività di una rotta. L'unico parametro che ti dice veramente quanto è redditiva una rotta è il RASK, in, quanto comprende sia informazioni sul LF sia sull'yield, che poi va comunque sempre paragonato al CASK per estrapolare la profittabilità, altrimenti si corre il rischio di prendere grosse cantonate.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

hkg
Messaggi: 800
Iscritto il: dom 22 ago 2010, 18:44:21

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda hkg » lun 19 apr 2021, 22:07:05

Un doveroso saluto a mr Domenico Cempella.
Buon volo
MXP,CTA,LIN,CGD,VIE,AHO,CAG,OLB,KBP,TLL,LED,SVO,JFK,MBA,BKK,HKT,DPS,BLQ,SIN,TUN,BGY,LXR, PMV,DXB,TPE,HKG,KBV,AMM,UTH,LPQ,CNX,BWN,LBU,KCH,MYY,MNL,CRK,DOH,VLC,CGN,BCN,BUD,PRG,AUH,CGK,JOG,KUL,TXL,LIS,STR,KIX,NRT,IST,HAM,CPH,KIV,PEK,SVQ,MCT,CPT,MJT,AGP,JKH,OPO,LXS,SKG,MAD, KWI,JIK,ATH

KittyHawk
Messaggi: 5462
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » lun 19 apr 2021, 22:25:03

Secondo quanto riporta Il Messaggero, da Roma si offre la rinuncia al brand Alitalia, almeno per due anni, come contropartita per la maggioranza dell'handling e la minoranza della manutenzione. Se non ci si riuscisse sono pronti a scendere sotto il 50% nell'handling e nella manutenzione, chiedendo di conservare almeno il logo storico della “A”.
Alcune televendite mi sembrano più serie.

Sempre secondo il quotidiano, Palazzo Chigi vuole comunque accelerare i tempi: accordo entro 24 ore o Ita partirà autonomamente, affittando gli aerei da Alitalia.
Aspettiamo trepidanti la risposta da Bruxelles.

gabbozzo
Messaggi: 398
Iscritto il: mer 10 ott 2018, 19:12:34

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda gabbozzo » mar 20 apr 2021, 08:35:07

Mamma mia..ma come fanno a pensare certe cose?..

È da folli partire senza accordo con UE: i provvedimenti antitrust possono arrivare anche ex post ma su quelli non si può trattare. Quindi rischio mazzata sull'offerta di servizio e salasso da pagare come multa.
Anche affittare asset da alitalia-privata senza adeguate procedure pubbliche espone a rischi non indifferenti che vengano aperte procedure di infrazione. Gabbia di matti.

robygun82
Messaggi: 8
Iscritto il: dom 20 dic 2020, 15:22:55

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda robygun82 » mar 20 apr 2021, 10:13:10

Tanto mica pagano loro..

RAV38
Messaggi: 957
Iscritto il: sab 18 mag 2013, 18:08:42

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda RAV38 » mar 20 apr 2021, 13:54:31

Già, è vero, le eventuali multe le paga lo Stato, cioè noi. Ma mi domando: una compagnia aerea che volasse in flagrante infrazione delle norme comunitarie potrebbe incorrere nel divieto di operare in aeroporti di paesi membri dell'Unione? Non so se una previsione del genere esista, e comunque una sanzione così pesante potrebbe essere adottata solo dopo una pronuncia della Corte europea.


Torna a “COMPAGNIE ITALIANE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti