Neos guarda agli Usa, Canada... evoluzione da Mxp

le news dal "Città di Milano"
Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14215
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda malpensante » sab 10 apr 2021, 00:26:35

easyMXP ha scritto: ven 09 apr 2021, 23:58:02 E chi altro da MXP a destinazioni italiane? Ego? Non mi dire FR che non ci credo.
C'è qualcuno, anzi più di uno, che è intenzionato a fare voli di alimentazione di MXP da aeroporti italiani.
Chi vivrà vedrà. Certo Ryanair non c'entra, perché fa un altro mestiere.

RAV38
Messaggi: 959
Iscritto il: sab 18 mag 2013, 18:08:42

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda RAV38 » sab 10 apr 2021, 13:11:03

Se son rose (forse solo rosette) fioriranno. Comunque sarebbe la strada giusta. Ma mi auguro che SEA ce la metta tutta per facilitare l'iniziativa.

I-GABE
Messaggi: 1838
Iscritto il: sab 23 mag 2009, 18:35:41
Località: London, UK

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda I-GABE » sab 10 apr 2021, 14:01:20

RAV38 ha scritto:Se son rose (forse solo rosette) fioriranno. Comunque sarebbe la strada giusta. Ma mi auguro che SEA ce la metta tutta per facilitare l'iniziativa.
Concordo, un bel in bocca al lupo ci vuole.
Senza per questo stare col fiato sospeso scambiandolo per un re-hubbing (chiarisco a beneficio di belumosi! [emoji847]).

Resta da capire a che clientela si vogliano rivolgere; personalmente credo che fidelizzati SA e clientela alto spendente continuerà a fare scalo via hub esteri.


Sent from my iPhone using Tapatalk

belumosi
Messaggi: 3174
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda belumosi » sab 10 apr 2021, 14:39:14

I-GABE ha scritto: sab 10 apr 2021, 14:01:20
RAV38 ha scritto:Se son rose (forse solo rosette) fioriranno. Comunque sarebbe la strada giusta. Ma mi auguro che SEA ce la metta tutta per facilitare l'iniziativa.
Concordo, un bel in bocca al lupo ci vuole.
Senza per questo stare col fiato sospeso scambiandolo per un re-hubbing (chiarisco a beneficio di belumosi! [emoji847]).
Quoto e apprezzo il senso della misura. In bocca al lupo anche da parte mia. :handgestures-thumbup:

BAlorMXP
Messaggi: 1837
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda BAlorMXP » sab 10 apr 2021, 14:49:33

Un augurio è più che doveroso perché i precedenti sono davvero poco lusinghieri.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Ale330
Messaggi: 158
Iscritto il: dom 02 ott 2016, 14:00:59

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda Ale330 » sab 10 apr 2021, 15:15:25

malpensante ha scritto: sab 10 apr 2021, 00:26:35
easyMXP ha scritto: ven 09 apr 2021, 23:58:02 E chi altro da MXP a destinazioni italiane? Ego? Non mi dire FR che non ci credo.
C'è qualcuno, anzi più di uno, che è intenzionato a fare voli di alimentazione di MXP da aeroporti italiani.
Chi vivrà vedrà. Certo Ryanair non c'entra, perché fa un altro mestiere.
Non mi dire che sono proprio quelli con l'aereo daa Lazzie (si scherza ;) )

Mauz
Messaggi: 2383
Iscritto il: gio 10 lug 2008, 18:41:39
Località: Milano

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda Mauz » gio 15 apr 2021, 02:09:50

malpensante ha scritto:
easyMXP ha scritto: ven 09 apr 2021, 23:58:02 E chi altro da MXP a destinazioni italiane? Ego? Non mi dire FR che non ci credo.
C'è qualcuno, anzi più di uno, che è intenzionato a fare voli di alimentazione di MXP da aeroporti italiani.
Chi vivrà vedrà. Certo Ryanair non c'entra, perché fa un altro mestiere.
Se non è U2, non è Ego e non è Neos in proprio, credo rimanga solo Tayaranjet, non fosse altro per chi la gestisce...

Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk


Stiamo monitorando attentamente la situazione. (Claudia)

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14215
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda malpensante » gio 15 apr 2021, 10:37:51

Tayaranjet e EGO Airways hanno intenzione di fare e hanno comunicato che vogliono fare voli di alimentazione dei voli di lungo raggio di Malpensa, che nel 2019 erano una trentina. Tayaranjet da parte sua ha già fatto quel lavoro per conto di Air Italy, dagli aeroporti del centro-sud Italia, su rotte che possono avere anche una componente point-to-point. EGO si dedicherebbe ai quelli più corti dagli aeroporti del centro-nord Italia, ma anche guardando aldilà dei confini nazionali, con aerei più piccoli e sempre mantenendosi su rotte dove non ci sono concorrenti.

Il progetto pare godere dell'appoggio di SEA, che dovrebbe presentarlo nel corso di Routes 2021 come stimolo per attrarre nuovi vettori intercontinentali e far tornare i vecchi.

Il fatto che si Tayaranjet e EGO pensino a voli feed per Malpensa non vuol dire che i loro aerei faranno solo quello. Un Embraer di EGO che parte la mattina presto da Firenze verso Malpensa e poi ritorna da dove era venuto non starà ad aspettare di partire nuovamente per la brughiera, ma volerà altrove, per poi magari tornare a Malpensa in un altro momento della giornata.

Un aspetto che va ricordato è che i voli intercontinentali a Malpensa erano tutt'altro che distribuiti uniformemente durante la giornata, Almeno la metà arrivava al mattino presto, ripartendo quasi subito (quelli dall'America) o più tardi (quelli dall'Asia). Quindi mi aspetto un arrivo di voli feed la mattina da tutti gli aeroporti collegati, con un'ondata vera e propria. Più in là nella giornata mi aspetto una seconda o una terza ondata parziali, in crescita con l'aumento del numero dei relativi voli intercontinentali e mi sembra logico procedere con i piedi di piombo.

Un vantaggio di questo sistema è che sarebbe aperto a tutti, mentre i voli feed da Firenze del fu hub Alitalia caricavano solo passeggeri di Alitalia&Friends. Sulla redditività e sostenibilità ci sarà tempo per discutere, ovviamente l'ingrediente principale sarà il numero di voli intercontinentali che faranno capo a Malpensa.

Mauz
Messaggi: 2383
Iscritto il: gio 10 lug 2008, 18:41:39
Località: Milano

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda Mauz » lun 19 apr 2021, 03:08:13

Più o meno è ciò che ho sempre auspicato: iniziare a offrire una rete feeder per tutte le compagnie di medio/lungo raggio che già volano a MXP. Ci sarà da fare un gran lavoro commerciale per convincere a mettere c/s a più non posso.

Un altro appunto: il brand "Tayaranjet" non si può vedere. Spero che un giorno lo rendano più "occidentale" e moderno. Un passeggero che leggesse di dover con Tayaranjet di immaginerebbe una compagnia aerea scalinata dell'entroterra turco o una regional pakistana... [emoji28]

Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk

Stiamo monitorando attentamente la situazione. (Claudia)

Avatar utente
I-Alex
Site Admin
Messaggi: 26773
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda I-Alex » lun 19 apr 2021, 07:09:08

Per far mettere il code share su voli di micro vettori nati da pochi mesi o anni da parte di Cathay o Singapore (per citarne un paio) è cosa tutt'altro che facile soprattutto se devi instradare passeggeri della business class, più probabile un interline agreement che non sarà comunque facile.

Alle spalle servono tanti soldi
Malpensa airport user

belumosi
Messaggi: 3174
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda belumosi » lun 19 apr 2021, 10:14:39

I-Alex ha scritto: lun 19 apr 2021, 07:09:08 Per far mettere il code share su voli di micro vettori nati da pochi mesi o anni da parte di Cathay o Singapore (per citarne un paio) è cosa tutt'altro che facile soprattutto se devi instradare passeggeri della business class, più probabile un interline agreement che non sarà comunque facile.

Alle spalle servono tanti soldi
Quoto il post e straquoto l'ultima frase.
Credo che senza essere nella IATA (con annessi e connessi), sia molto difficile ottenere la collaborazione di vettori di primo piano a livello di CS.
Un altro ostacolo potrebbero essere i diversi sistemi di prenotazione, vedo che negli USA le compagnie che fanno feed alle big3 su larga scala, hanno delle subflotte dedicate a ciascuna compagnia federata.
E' abbastanza scontato inoltre che per quanto possibile, le varie compagnie cerchino feed principalmente tra i soci della stessa alleanza, cosa che porta spesso i pax da/per l'Italia a transitare negli hub d'oltralpe.
E se proprio il vettore LR che vola in Italia non avesse questa possibilità, resta pur sempre l'interline con AZ volando via FCO verso tutto il Belpaese. Possibilità che MXP non può offrire.
Tutta questa pappardella per dire che tra il dire e il fare, c'è davvero di mezzo il mare.
Detto questo, rinnovo sempre l'"in bocca a lupo" a chi investe soldi propri in un momento del genere.

Ale330
Messaggi: 158
Iscritto il: dom 02 ott 2016, 14:00:59

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda Ale330 » lun 19 apr 2021, 10:23:16

Mauz ha scritto: lun 19 apr 2021, 03:08:13 Più o meno è ciò che ho sempre auspicato: iniziare a offrire una rete feeder per tutte le compagnie di medio/lungo raggio che già volano a MXP. Ci sarà da fare un gran lavoro commerciale per convincere a mettere c/s a più non posso.

Un altro appunto: il brand "Tayaranjet" non si può vedere. Spero che un giorno lo rendano più "occidentale" e moderno. Un passeggero che leggesse di dover con Tayaranjet di immaginerebbe una compagnia aerea scalinata dell'entroterra turco o una regional pakistana... [emoji28]

Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk
Occhio che qualcuno dall'altra parte non sarà contento! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14215
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda malpensante » lun 19 apr 2021, 10:25:46

belumosi ha scritto: lun 19 apr 2021, 10:14:39 E se proprio il vettore LR che vola in Italia non avesse questa possibilità, resta pur sempre l'interline con AZ volando via FCO verso tutto il Belpaese. Possibilità che MXP non può offrire.
Per colpa di Alitalia che non vola più fra Malpensa e Fiumicino, altrimenti Oman Air potrebbe offrire dei bei Muscat-Malpensa-Fiumicino-Palermo.

Rispondendo in modo più serio, può darsi che il vettore intercontinentale preferisca mandare passeggeri sul suo volo per Milano anziché su quello per Roma, ammesso che il volo per Roma ce l'abbia o su quello per Monaco, perché magari non c'è poi un volo "comodo" da Monaco alla destinazione finale o Lufthansa è esosa. Perché vuole tenersi stretto il volo per Milano dove è più facile riempire la J, ma magari è più difficile riempire la Y, perché magari i voli per Roma o per Monaco sono già relativamente più pieni, perché in fin dei conti il passeggero è interessato alla qualità del servizio nel volo intercontinentale e nemmeno si interessa a quella del volo di avvicinamento, eccetera, eccetera, eccetera.

Non si può capire il meccanismo se non si capisce che i voli di alimentazione, più che dalle compagnie che li faranno, saranno offerti di fatto da SEA stessa che ci mette la faccia e sponsorizza. Alla fine è semplicemente la logica evoluzione del ViaMilano, che poi che cosa offriva? Voli sulle low cost. Figurati se il passeggero questionerà il servizio di una Tayaranjet paragonandolo a quello magnifico de Alitalia, ahò.
Ultima modifica di malpensante il lun 19 apr 2021, 10:43:56, modificato 1 volta in totale.

belumosi
Messaggi: 3174
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda belumosi » lun 19 apr 2021, 10:43:56

Ribadisco, Ego, Tayaranjet, o chiunque altro intraveda spazi per un business proficuo nel federare MXP, può contare sui miei migliori auguri. Non può essere altrimenti.
I dubbi espressi sopra, al momento restano. Spetta alle compagnie operare per dissiparli.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14215
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda malpensante » lun 19 apr 2021, 10:52:58

Tutti i voli di avvicinamento di tutte le linee aeree sono in perdita, quindi se Tayaranjet e EGO li offriranno ai vettori intercontinentali, questi faranno due conti e vedranno se conviene comprarli da quelle due compagnie e rivenderli ai passeggeri, in modo analogo a quello che fa Emirates quando vende il biglietto del Frecciarossa come feeder.

L'importante è che siano garantiti la sicurezza, il rispetto degli orari e in generale che il meccanismo funzioni come funzionano i voli in interline/code share in qualunque parte del pianeta. Tayaranjet non è neanche nata ieri, ha portato centinaia di migliaia di passeggeri per conto di Air Italy, che non sarà stata campione nei bilanci, ma quanto a puntigliosità doveva rispondere a standard fissati da Al Baker, che tanto tenero non è. EGO poi parte con ambizioni di servizio superiori, per cui vedo solo eventuali problemi di marketing, cioè di vendere il prodotto alle linee aeree intercontinentali, m quel lavoro verrà fatto da SEA.

Tra l'altro voi, se foste una linea aerea intercontinentale, adesso vendereste ai vostri passeggeri un itinerario con segmenti Alitalia, che rischia il grounding da un momento all'altro? Non stiamo parlando di KLM o Swiss come alternativa...

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14215
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda malpensante » lun 19 apr 2021, 11:08:23

Non so nemmeno quante volte ho fatto connessioni fai-da-te a voli intercontinentali.

Se avessi avuto prosecuzioni garantite da interline sarei stato più felice, più tranquillo e avrei potuto evitare layover precauzionali lunghissimi, quando non erano addirittura notti in albergo. E tanto poi le prosecuzioni non erano certo con linee aeree da Trip Report di Sam Chui.

Ale330
Messaggi: 158
Iscritto il: dom 02 ott 2016, 14:00:59

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda Ale330 » lun 19 apr 2021, 11:42:16

I-Alex ha scritto: lun 19 apr 2021, 07:09:08 Per far mettere il code share su voli di micro vettori nati da pochi mesi o anni da parte di Cathay o Singapore (per citarne un paio) è cosa tutt'altro che facile soprattutto se devi instradare passeggeri della business class, più probabile un interline agreement che non sarà comunque facile.

Alle spalle servono tanti soldi
Quoto

RAV38
Messaggi: 959
Iscritto il: sab 18 mag 2013, 18:08:42

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda RAV38 » lun 19 apr 2021, 13:54:07

A parte e condividendo tutte le riserve prudenziali sulle prospettive di successo delle possibili iniziative di voli feed per MXP di cui si sta discutendo, condivido con un certo auspicio le considerazioni di Malpensante. In particolare ritengo fondamentale quel che potrà/vorrà fare SEA per favorire, più che specifici accordi sempre difficili fra le compagnie di feed e e quelle operanti sul LR, una efficace intermediazione operativa a Malpensa, riattivando e modificando sostanzialmente il servizio "via Milano". Quel che mi sembra importante è che i futuri ipotizzati voli feed siano offerti per i proseguimenti da tutti i vettori LR disponibili. In fondo, acquisire un po' di pax in più senza vincolarsi in procedure complesse come c/s (che mi sembra da escludere) può far comodo a tutti. Ma, come dicevo, molto dipende da SEA, la quale potrebbe preventivamente studiare bene il mercato (quando sarà il momento) e proporre i suoi servizi organizzativi e logistici sopratutto ai vettori IC che si presenteranno a MXP; servizi che, fra l'altro, potrebbero non essere del tutto gratuiti (anche in termini di co/marketing o altro).

BAlorMXP
Messaggi: 1837
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda BAlorMXP » lun 19 apr 2021, 23:42:21

Append ricevuto ok provvisorio da party USA

https://www.routesonline.com/news/29/br ... YweW6dygJ8


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

MUSICA
Messaggi: 4041
Iscritto il: mar 24 nov 2009, 14:34:11

Re: Neos guarda agli Usa

Messaggio da leggereda MUSICA » lun 19 apr 2021, 23:50:57

milmxp ha scritto: sab 13 mar 2021, 15:47:18
malpensante ha scritto: Ci metteranno appunto una pezza, con una divisione provvisoria.
Sarebbe interessante capire se ci saranno/sono sistemi definitivi che consentano di convertire velocemente da combi a full pax a seconda delle necessità, un po' come fanno sui voli europei coi sedili della business giusto per dare l'idea.
Del tipo: l'aereo arriva a MXP nella versione full pax e nelle 2-3 ore canoniche di stop tra un volo e l'altro chiudi la sezione posteriore dell'aereo trasformandolo in combi.
Per i più esperti: sarebbe fattibile una cosa del genere? Secondo me sarebbe una bella soluzione che aiuterebbe non poco a reggere alcuni voli a MXP (LAX? SFO?) che potrebbero soffrire, anche stagionalmente, di pochi pax da poter compensare con il cargo.
Gli aerei tecnicamente "combi" non esiston più: erano i B747 e gli Md11 (questi fatti solo per AZ). Coi portelloni posteriori (che pesano molto) a sinistra.
Oggi si riempiono le pance al posto dei bagagli (o misti merce-bagagli) e sui sedili protetti scatolame.
Ne hanno provate molte incluso dei comparti montabili (tolti i sedili) per merce non pesante ma é molto laboriosa.

Alla luce di quanto successo il frazionamento del rischio "obbligherebbe" ad una dotazione minima di aerei tutto merce per ogni grande compagnia. Le filosofie degli ultimi anni hanno imposto la "razionalizzazione" con massimizzazione degli yelds quindi tutto ciò che non guadagna ad un certo livello nell'immediato va scartato. Oggi si dimostra che questi "estremismi industriali" alla fine ti fanno perdere prima o poi. Come chi per risparmiare concentra tutti i dati su un server (magari fuori nazione) e con un solo black out annuale perde tutto quanto aveva guadagnao. Spesso oltre....

La malattia del carpe die esasperato non cambia mai...

E a breve sarà l'inverso: troppi si butteranno sul cargo, scenderanno le tariffe e....

Comunue AZ avrebbe potuto e dovuto agire per dotarsi di un paio di aerei almeno e basarli su Mxp. Invasa da aerei di ogni dove. Se solo avess preso il 10 % dei tutto cargo di Mxp sarebbe ricca.... discorso lungo...

MUSICA
Messaggi: 4041
Iscritto il: mar 24 nov 2009, 14:34:11

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda MUSICA » mar 20 apr 2021, 00:23:07

A mio avviso si potrebbero avere aerei P2F (pax to freighter) o viceversa ibrido grazie ad una porta anteriore più ampia.

Cioé, una aereo che diventi "courier" più che un freighter classico: un portellone ampio 3-4 volte le porte passeggeri.

All'occorrenza, togliendo (velocemente in 3-4 ore) sedili (ed attrezzature come i galley e toilet) si possa caricare pacchi "courier" dislocati in compartimenti contenitivi a soffitto, anche questi montabili e componibili in poco tempo.

Implicazioni? Grazie alla tecnologia 3d il bilanciamento, il dislocamento spaziale verrebbe programmato a terra,
e la "pallettizzazione" trasferita direttamente sull'aereo. Idem per lo sbarco.
Comunque anche dei mini contenitori che entrino dalla porta stoccabili sul MD sarebbero una soluzione integrativa fattibile specie per merce "courier", notamente più leggera e volumetrica, meno "densa" in peso.

Servirebbe più tempo di fermo macchina? Certo. Ma a parte l'allestimento (montaggio o smontaggio), in arrivo si avrebbero i pacchi "courier" già indirizzabili direttamente al ritiro. In partenza si avrebbe più tempo per ottimizzare lasciando un comparto "last minute" ed intanto cominciare il carico. Gli aerei "F" specie courier w. body stanno a terra molto tempo.

Problemi di tipping: Relativi. Ci sarebbe il teeter (un ancoraggio del carrello anteriore a terra).
Poi: basterebbe caricare l'anteriore lower deck (già pallettizzato in magazzino), caricare un lato anteriore dx main fino al al c.g. e proseguire normalmente.
Oppure usare anche i vecchi sostenitori di coda ad "Y" ammortizzati. Più ampia la fascia di "abbraccio" maggiore il sostegno in kgs per metro quadro.
Il lower deck posteriore caricato per ultimo...

Unico vero limite? servirebbero più operai in carico e scarico in un tempo ristretto per velocizzare... ma non si può avere tutto.

easyMXP
Messaggi: 4670
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda easyMXP » mar 20 apr 2021, 00:30:42

In 3 ore togliere tutti i sedili e l'arredo pax (addirittura galley e toilet!) e caricare tutto il cargo, o viceversa rimetterli? In un film, forse.

Avatar utente
cesare.caldi
Messaggi: 6110
Iscritto il: lun 15 ott 2007, 22:55:42

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda cesare.caldi » mar 20 apr 2021, 14:26:00

Ricevuta l'approvazione del DOT penso che a breve presenteranno le nuove rotte USA a cui seguirà la messa in vendita, le indiscrezioni parlano di JFK e MIA oltre a YYZ (già ricevuta autorizzazione dal Canada) al momento non si conoscono operativi e date di partenza. Parte dei posti potrebbero essere charterizzati e venduti abbinati a pacchetti turistici o crociere (in particolare per MIA).

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14215
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda malpensante » mar 20 apr 2021, 15:30:22

Se non hai un partner che vende i tuoi biglietti in USA e punti a trasportare milanesi le destinazioni possibili sono New York, Miami e poi Los Angeles, che però non permette una rotazione completa in 24 ore e dunque è molto più impegnativa.

Avatar utente
cesare.caldi
Messaggi: 6110
Iscritto il: lun 15 ott 2007, 22:55:42

Re: Neos guarda agli Usa e Canada

Messaggio da leggereda cesare.caldi » mar 20 apr 2021, 17:31:02

malpensante ha scritto: mar 20 apr 2021, 15:30:22 Se non hai un partner che vende i tuoi biglietti in USA e punti a trasportare milanesi le destinazioni possibili sono New York, Miami e poi Los Angeles, che però non permette una rotazione completa in 24 ore e dunque è molto più impegnativa.
Servirebbero anche dei cs lato USA per offrire dei proseguimenti e non solo p2p secco, potrebbero chiedere a Jetblue che è una compagnia di facili costumi... :mrgreen: nel senso che ha accordi di CS con moltissime compagnie anche facenti parte di alleanza diverse o fuori alleanza.


Torna a “NOVITA'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 84 ospiti