Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

le news dal "Città di Milano"
Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26717
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda I-Alex » mer 08 nov 2017, 21:38:55

Qualche dato interessante che riguarda i primi 6 mesi del 2017...

Nel primo semestre 2017 sul sistema aeroportuale mila- nese gestito dal Gruppo SEA sono transitati 14,8 milioni di passeggeri, con un incremento del 9,7% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. Mentre l’aeropor- to di Linate ha registrato un traf co passeggeri in linea con l’anno precedente, Malpensa ha evidenziato una crescita del 14,8%. A tale positiva performance hanno contribui- to sia il Terminal 1 (+19,8%) che il Terminal 2 dedicato a easyJet (+5,7%).
Il risultato del Terminal 1 bene cia di una crescita organica di tutti i segmenti di traf co.
Si segnalano in particolare lo sviluppo di Ryanair (+465 mila passeggeri rispetto al semestre 2016), la crescita de- gli altri vettori low cost (+174 mila pari a +22,1%, a cui Vueling ha contribuito con +74 mila passeggeri, +25,3%), il trasferimento da Linate a Malpensa di KLM (+95 mila
passeggeri) e di Air France (+91 mila passeggeri), gli in- crementi di Blue Panorama (+81 mila passeggeri, +84%) e il positivo andamento degli altri vettori legacy e leisure (complessivamente +232 mila passeggeri, +3,1%).
Nel semestre in esame il traf co intercontinentale di Mal- pensa si attesta a 2,7 milioni di passeggeri, con una cresci- ta del 5,7% rispetto al 2016.
Escludendo i paesi del Maghreb, che nel corso del primo semestre 2017 stanno evidenziando segnali di ripresa (principalmente verso Egitto e in minima parte verso Ma- rocco e Tunisia), si è realizzato uno sviluppo del 4,6%, pari a 2,4 milioni di passeggeri.

Malpensa

l traffico domestico registra un incremento del 17,9% dovuto all’operatività di Ryanair che, oltre a Comiso (attivato nel dicembre 2015) nella stagione winter 2016 ha introdot- to la rotta per Catania, alle nuove rotte attivate da easyJet verso Catania, Napoli, Olbia, Lamezia Terme, Brindisi, Bari ed ai nuovi collegamenti di Meridiana Fly verso Cagliari, Ol- bia e Palermo.
Il traf co europeo registra uno sviluppo pari al 18,7%. Ryanair ha consolidato le destinazioni Londra Stan- sted, Bucarest e Siviglia già attivate nel dicembre 2015 ed ha ampliato il proprio network aggiungendovi So- a, Oporto, Bruxelles e Las Palmas. EasyJet ha attivato otto nuovi collegamenti nel 2016 verso Manchester, Cracovia, Tolosa, Lille, Lanzarote, Nantes, Alicante Bil- bao e ulteriori tre dalla stagione summer 2017 (Grana- da, Santiago de Compostela e Stoccolma). In uenzano positivamente il risultato anche i parziali trasferimenti di KLM e Air France da Linate e Malpensa, avvenuti a partire dalla stagione summer 2017 e il buon anda- mento di Vueling verso Barcellona, Parigi Orly e Am- sterdam.
Le destinazioni intercontinentali hanno registrato una cre- scita del +5,7%. In ripresa il traf co verso Egitto, Marocco e Tunisia. Nello speci co si segnalano:
i) Medio Oriente (40% del totale di segmento, +6,6% rispetto al primo semestre 2016): a fronte di una riduzione del numero dei movimenti aerei, si regi- stra un incremento delle dimensioni medie degli ae- romobili e un rilevante incremento dei load factor. Tra i principali vettori che operano su destinazioni dell’area in analisi, hanno registrato un incremento di passeggeri Emirates, Oman Air, Elal, easyJet, Blue Panorama ed Ethiad Airways, a fronte del lieve calo di Turkish, Alitalia e Neos;
ii) Estremo Oriente (17% del totale di segmento, +6,0% rispetto al primo semestre 2016): la crescita dei passeg- geri è legata all’incremento di load factor, con una lieve riduzione della dimensione media degli aeromobili e un sostanziale allineamento dei movimenti. Si segnala la crescita dei vettori Air India, Neos, Thai Airways, e Cathay Paci c;
iii) Nord America (17% del totale di segmento, +1,8% ri- spetto al semestre 2016): il risultato positivo è determi- nato dall’incremento del numero dei movimenti, dalla crescita della dimensione media degli aeromobili e da un positivo andamento dei load factor. Si segnala la cre- scita di tutti i vettori operanti nell’area (Emirates, Delta, Alitalia e Air Canada) ad esclusione di United Airlines;
iv) Nord Africa (11% del totale di segmento, +14,7% ri- spetto al semestre 2016): la buona performance è de- terminata dal positivo andamento di tutte le variabili (movimenti, dimensioni degli aeromobili e load factor); nel segmento operano Egypt Air e, tra i vettori leisure, Meridiana Fly, Neos e Jetair y;
v) Centro/Sud America (11% del totale di segmento, -2,8% rispetto al semestre 2016): la essione dei pas- seggeri deriva principalmente dalla minore capacità of- ferta, parzialmente compensata dalla crescita dei load factor. Si registrano in aumento il trasportato di Neos ed in riduzione quello di Blu Panorama, Alitalia e Meri- diana;
vi) Centro/Sud Africa (4% del totale di segmento, +14,2% rispetto al semestre 2016): l’incremento verso l’anno precedente è legato all’aumento dei movimenti verso l’area. Meridiana Fly rappresenta il principale player nell’area, operando prevalentemente nel comparto lei- sure.


Malpensa Cargo
L’aeroporto di Malpensa si attesta a 292 mila tonnellate di merce processata realizzando un incremento del 13,1%.
I vettori all-cargo (+16,0%) che operano sull’aeroporto hanno contribuito al risultato connettendo tutti i mercati del settore e principalmente le aree asiatiche, medio orien- tali e il continente americano. Importante è risultato anche il contributo dei voli passeggeri a con gurazione mista, che hanno incrementato il trasportato del 4,9%.
Il traf co all-cargo ha raggiunto le 215 mila tonnellate mo- vimentate; hanno contribuito allo sviluppo nel semestre il Gruppo Cargolux (+19,3%), Qatar Airways (+21,3%), Nippon Cargo (+36,6%) e Air Bridge Cargo (+13,0%). Nel segmento courier si segnalano la crescita di Fedex pari al 3,7% e di TNT pari al 3,5%, a fronte della riduzione di DHL pari all’11,3%.
Il traf co belly ha registrato 77 mila tonnellate di merce trasportata. Tra i vettori con aeromobili con con gurazione mista, Emirates si conferma principale vettore per quan- tità di merce movimentata, mentre i principali incrementi rispetto al semestre 2016 sono dovuti ad Oman Air e Qatar Airways.

Linate

Il traffico a Linate è equamente suddiviso tra domestico (50%) ed europeo (50%). Con riferimento alle compagnie aeree operanti sullo scalo, sono di seguito rilevate le prin- cipali dinamiche.
Alitalia ha incrementato la propria market share di un pun- to percentuale rispetto al semestre 2016 (58% vs 57%).
Tale incremento (che nel mese di giugno ha raggiunto il 61%) è dovuto al trasferimento da Linate a Malpensa dei vettori Air France e KLM che operavano sullo scalo citta- dino con slot di ownership del vettore, che ha ripreso ad operarli in larga parte con macchine proprie.
Il traffico domestico effettuato da Alitalia è cresciuto dell’1,4% per effetto dei positivi andamenti delle tratte verso Cagliari, Bari, Alghero, Palermo e Pescara, mentre risultano in calo le destinazioni di Roma e Napoli che risen- tono della costante competizione dell’alta velocità e le rot- te verso Brindisi e Comiso, quest’ultima sospesa per gran parte del semestre.
Il traf co europeo risulta pressoché allineato ai valori del semestre 2016 (-0,3%): hanno avuto performance positive le tratte per Parigi Charles de Gaulle, Amsterdam, London City e Bruxelles mentre sono state cancellate quelle per Ber- lino e Bucarest, entrambe operate nel primo semestre 2016.
La navetta Linate-Fiumicino si attesta a 616 mila passeggeri con una essione del -1,8%, sebbene si rilevi un progressi- vo recupero grazie all’utilizzo degli slot recuperati da Alitalia dagli ex partner KLM ed Air France.
Per quanto riguarda le altre principali compagnie Air Berlin integra le frequenze verso Berlino non più ope- rate da Alitalia (+44 mila passeggeri, +76,7%), mentre easyJet evidenzia buone performance verso Parigi Char- les de Gaulle (+28,9%), Parigi Orly (+13,4%) e Londra Gatwick (+7,4%). In crescita anche British Airways ver- so Londra Heathrow (+9,9%) e SN Brussels verso Bru- xelles (+35,1%).
In riduzione Meridiana Fly (-9,1%) per effetto della cancel- lazione in marzo del collegamento verso Catania (-63,4%) e della riduzione del traf co verso Napoli (-10,1%, pur a fronte di un incremento nel numero di movimenti).

Intermodalità

Nell’ottica di ampliamento della catchment area di Mal- pensa, facendo leva sull’offerta intermodale presente, SEA ha promosso lo sviluppo di accordi commerciali tra società di trasporto su gomma, compagnie aeree e piat- taforme distributive.
In particolare, sono stati de niti gli orari e le frequenze dei servizi bus sulle onde di arrivi e partenze dell’ae- roporto. L’evoluzione del progetto prevede la realizza- zione di una piattaforma che permetta la prenotazione integrata tra le due modalità di trasporto.

Sviluppo del comparto retail

Nel primo semestre 2017 si afferma la coerenza dell’ap- proccio di marketing teso a soddisfare l’evoluzione della domanda, anche in relazione alla forte crescita del traf- co generato su Malpensa dai vettori low cost.
In particolare, per il segmento Fast fashion, prosegue presso il Terminal 1 di Malpensa il completamento del- la Piazza del Pop con nuovo layout in area Schengen e un arricchimento dell’offerta retail. Al contempo, è valorizzata l’offerta food d’eccellenza, tra cui spicca il format del nuovo store Cioccolati Italiani. Più in gene- rale, la proposta healthy food, presente sia al Terminal 2 con Deli&Cia sia a Linate con Sweet & Begel Factory, continua a registrare un ampio gradimento, così come i format rilevanti per il target business (Ferrari spazio Bollicine).
La buona performance del sistema di parcheggi ViaMilano Parking è supportata dalle iniziative di contrasto dei competitor off-airport, basate su politiche di reve- nue management, in un contesto caratterizzato da un incremento dell’offerta dei mezzi di accessibilità aero- portuale (in particolare in collegamento del Terminal 2 di Malpensa con Milano). Si conferma il positivo anda- mento del canale e-commerce, supportato da speci - che campagne marketing soprattutto per il canale B2C. Sul fronte B2B è stata lanciata la piattaforma ViaMilano Parking powered by Parkwing, capitalizzando sul canale creato per la commercializzazione dei parcheggi uf ciali degli aeroporti italiani.
Le nuove funzionalità dell’ambiente dedicato ad Agen- zie di Viaggio ed Aziende convenzionate sono state promosse attraverso campagne trade ad hoc, parteci- pazione ad eventi e road show.

Accordi bilaterali

Nel mese di maggio 2017 si è svolto un negoziato con le autorità aeronautiche della Russia a seguito del quale è stato sottoscritto un nuovo accordo che prevede l’in- cremento delle frequenze sia sulle rotte per Mosca che sulle altre rotte, l’introduzione di un regime di “mul- tidesignazione”, l’aumento delle frequenze sulle rotte transiberiane e dei punti di destinazione.
Nel mese di giugno 2017 è stato rivisto l’accordo bi- laterale con l’Australia, che contempla la facoltà, pre- cedentemente non prevista, di effettuare voli all-cargo nonché una parziale liberalizzazione della capacità ope- rabile con voli in codesharing via Paesi terzi.

Self Bag Drop

Conclusa la fase di pilot del progetto nei due Terminal di Malpensa, è in via di de nizione la modalità di adozione della tecnologia Self Service bag drop nel prossimo futu- ro. Si ipotizza l’adozione di due business model paralleli (tecnologia ed apparati forniti dal vettore e creazione di un’isola tecnologica in modalità common) per risponde- re alle diverse esigenze espresse dai vettori. È al vaglio l’adozione della stessa tecnologia anche su Linate.
Malpensa airport user

KittyHawk
Messaggi: 5401
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Malpensa Express: continua la crescita pax nel 2017

Messaggio da leggereda KittyHawk » gio 09 nov 2017, 01:51:47

Interessante che pur in presenza di una scarsa offerta di voli, il traffico merci belly (77mila tonnellate) di MXP superi il 25% del totale cargo nello stesso aeroporto.
Tanto per fare un raffronto, l'intero traffico cargo di FCO (all-cargo + belly) nello stesso periodo è stato poco di più di 84mila tonnellate, pur in presenza di un numero enormemente superiore di movimenti.
Immaginarsi cosa potrebbe fare MXP se potesse avere un maggior numero di voli passeggeri con stive capienti.

kco
Messaggi: 4696
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda kco » gio 09 nov 2017, 07:46:35

Interessante che U2 continui a crescere...

Inviato dal mio ASUS_Z00VD utilizzando Tapatalk

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14078
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda malpensante » gio 09 nov 2017, 08:39:57

All'arrivo di Ryanair ha deciso di abbassare i prezzi e questo è il risultato.

kco
Messaggi: 4696
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda kco » gio 09 nov 2017, 09:55:44

malpensante ha scritto:All'arrivo di Ryanair ha deciso di abbassare i prezzi e questo è il risultato.
Si comunque gia gira a lf altini e non ci sono incrementi enormi di capacità oltre la sostituzione dei A319 con gli A320...

Inviato dal mio ASUS_Z00VD utilizzando Tapatalk

Avatar utente
cesare.caldi
Messaggi: 6076
Iscritto il: lun 15 ott 2007, 22:55:42

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda cesare.caldi » sab 11 nov 2017, 10:20:40

Interessanti gli sviluppi del bilaterale sulla Russia e il self bag drop. Sapete se Easyjet lo introdurrà in manierà massiccia come a LGW?

spanna
Messaggi: 3345
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda spanna » sab 11 nov 2017, 11:37:12

alitalia ha aumentato la sua quota di mercato su linate dell'1%, mentre a FCO sta perdendo quote di mercato notevoli come evidenziato dalla relazione semestrale di ADR:
Alitalia, vettore di riferimento dello scalo di Fiumicino, ha registrato, nei primi sei mesi del 2017, un decremento dei passeggeri trasportati pari al -5,6%, con una riduzione dei posti offerti (-4,0%) e dei movimenti (-7,5%). Nella suddivisione per ambito, l’andamento del traffico è stato negativo sia per il segmento Domestico (-7,2%), sia per quello Internazionale (-3,7%).
La riduzione del volume di passeggeri trasportati, maggiore rispetto a quella della capacità offerta, determina una diminuzione del load factor che si attesta al 73,9%, in calo di 1,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno
La tendenza quindi, che pare confermata anche dai commissari viste le nuove aperture per la W17/18 su LIN, e' quella di trasferire voli da FCO a LIN. Quali motivi ci possono essere dietro questa manovra? La semplice volonta' di conservare gli slot di LIN non mi sembra sufficiente: infatti il numero di voli attuali su LIN e' significativamente superiore ai minimi storici toccati alcuni anni fa. Quindi una riduzione dei voli senza perdere slot sarebbe possibile. E allora per quale motivo si stanno levando voli dall'hubbe per andare a posizionarli a LIN? L'unica spiegazione che mi viene da pensare e' che evidentemente i rendimenti di FCO, pur in presenza dell'hub di LR con relativi transiti, sono inferiori a quelli che si possono conseguire a LIN, pur in assenza di transiti LR. E questo nonostante ci siano state dichiarazioni significative che parlano di perdite di alitalia a LIN. In ogni caso, stiamo toccando nuove vette di assurdita' gestionale. Ah gia' ma secondo i commissari sta andando tutto benone, certo.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26717
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda I-Alex » sab 11 nov 2017, 11:49:15

Per mantenere gli slot il vettore deve utilizzarli almeno 80% durante la stagione Iata... per semplice calcolo algebrico fatto 100 il monte slot di Linate, Alitalia può diminuire i voli del 20% usando sistematicamente uno slot piuttosto che l’altro a settimane o giorni alterni.

Non so a quale livello fossero gli utilizzi negli scorsi anni (alcuni peraltro prestato apposta a Af e Klm) ma questa elasticità nei movimenti di Az su Linate rimane
Malpensa airport user

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14078
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda malpensante » sab 11 nov 2017, 12:37:11

Alitalia deve usare gli slot o affittarli. Quello che sembra un aumento della sua quota di mercato è effetto della diminuzione degli slot una volta affittati ad AF-KLM e Air Berlin.

Alitalia fa di necessità virtù. A naso ha 200 dei 300 slot giornalieri di Linate, per mantenerli a naso deve fare almeno 160 movimenti giornalieri (80 A/R), di più perché deve tenere conto dei problemi operativi.

RAV38
Messaggi: 940
Iscritto il: sab 18 mag 2013, 18:08:42

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda RAV38 » sab 11 nov 2017, 13:58:36

alitalia ha aumentato la sua quota di mercato su linate dell'1%, mentre a FCO sta perdendo quote di mercato notevoli come evidenziato dalla relazione semestrale di ADR:
Alitalia, vettore di riferimento dello scalo di Fiumicino, ha registrato, nei primi sei mesi del 2017, un decremento dei passeggeri trasportati pari al -5,6%, con una riduzione dei posti offerti (-4,0%) e dei movimenti (-7,5%). Nella suddivisione per ambito, l’andamento del traffico è stato negativo sia per il segmento Domestico (-7,2%), sia per quello Internazionale (-3,7%).
La riduzione del volume di passeggeri trasportati, maggiore rispetto a quella della capacità offerta, determina una diminuzione del load factor che si attesta al 73,9%, in calo di 1,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dello scorso anno
La tendenza quindi, che pare confermata anche dai commissari viste le nuove aperture per la W17/18 su LIN, e' quella di trasferire voli da FCO a LIN. Quali motivi ci possono essere dietro questa manovra? La semplice volonta' di conservare gli slot di LIN non mi sembra sufficiente: infatti il numero di voli attuali su LIN e' significativamente superiore ai minimi storici toccati alcuni anni fa. Quindi una riduzione dei voli senza perdere slot sarebbe possibile. E allora per quale motivo si stanno levando voli dall'hubbe per andare a posizionarli a LIN? L'unica spiegazione che mi viene da pensare e' che evidentemente i rendimenti di FCO, pur in presenza dell'hub di LR con relativi transiti, sono inferiori a quelli che si possono conseguire a LIN, pur in assenza di transiti LR. E questo nonostante ci siano state dichiarazioni significative che parlano di perdite di alitalia a LIN.
In ogni caso, stiamo toccando nuove vette di assurdita' gestionale. Ah gia' ma secondo i commissari sta andando tutto benone, certo.
Anche secondo Lazzerini (a New York).

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14078
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda malpensante » sab 11 nov 2017, 17:25:37

Alitalia a Linate è disposta a volare in perdita per mantenere gli slot, ma a Fiumicino non ce n'è bisogno.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26717
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda I-Alex » sab 11 nov 2017, 17:47:59

malpensante ha scritto:Alitalia deve usare gli slot o affittarli.
non ora, il regolamento prevede che un vettore in Amministrazione Straordinaria mantenga gli slot anche in caso di inutilizzo
Malpensa airport user

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14078
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda malpensante » sab 11 nov 2017, 23:35:50

Il Regolamento UE?

MUSICA
Messaggi: 4032
Iscritto il: mar 24 nov 2009, 14:34:11

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda MUSICA » sab 11 nov 2017, 23:46:50

Salvo inprevisti il 2018 vedrebbe un possibile 26 milioni. O anche più.

Sapete? Io spero fortemente che AZ metta i paventati 4xd. Sarebbe un bello sfogo. E, specie in estate si rastrellano pax sul LR.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26717
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda I-Alex » sab 11 nov 2017, 23:47:55

malpensante ha scritto:Il Regolamento UE?

http://www.mxpairport.it/forum/viewtopic.php?t=11581
Malpensa airport user

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14078
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda malpensante » dom 12 nov 2017, 01:43:20

Alitalia non ha più la licenza provvisoria.

skyrobbie
Messaggi: 2413
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 19:55:01
Località: Milano-Lugano

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda skyrobbie » mar 14 nov 2017, 14:35:22

http://www.dagospia.com/rubrica-4/busin ... 160744.htm

La crisi Alitalia "rimescola" le gerarchie degli aeroporti italiani e regala un anno d' oro a Malpensa. Lo scalo intercontinentale di Milano, messo in ginocchio dieci anni fa dall' addio della ex-compagnia di bandiera, si avvia ad archiviare un 2017 da incorniciare: i passeggeri sono cresciuti nei primi nove mesi dell' anno del 14,9% a quasi 17 milioni, più del doppio del tasso di crescita del traffico nazionale.



Non solo. I guai del vettore tricolore - quasi una sorta di nemesi storica - hanno ribaltato (almeno per qualche mese) gli equilibri dei due derby nei cieli tricolori. Nella stracittadina meneghina Malpensa - dopo anni di sconfitte - ha iniziato da qualche mese a surclassare Linate - dove il traffico è in calo dello 0,4% da gennaio - azzoppata dai tanti slot di decollo e atterraggio lasciati inutilizzati da Alitalia.


Stesso discorso per l' eterna sfida con Fiumicino dove il vettore in amministrazione straordinaria pesa per circa il 35% dei voli: il Leonardo da Vinci segna un -1% dei passeggeri da inizio anno e un -2% a settembre e per la prima volta dopo molto tempo il suo vantaggio sul "cugino milanese" - salito di sette milioni in dodici mesi con il de-hubbing del 2008 ha ripreso ad assottigliarsi.


Malpensa a fine 2017 potrebbe avvicinarsi ai 21 milioni di passeggeri, il terzo miglior risultato della sua storia. Due milioni in meno degli anni d' oro in cui faceva da "hub di scorta" all' Alitalia e quando dalla brughiera decollavano ogni settimana 1.238 jet con la livrea tricolore (oggi sono solo 64).

Quattro in più però del minimo del 2009, quando lo scalo lombardo ha toccato il fondo prima di riprendere poco alla volta a risalire la china.

Gioie e dolori degli scali italiani sono del resto da sempre legati a filo doppio ai destini (e ai capricci) dell' aerolinea tricolore di riferimento. Quelli più piccoli hanno imparato da un po' a fare da sè e hanno attirato a suon di sussidi pubblici - ormai qualcosa come 150 milioni l' anno - i voli delle low-cost, affidando a Ryanair & C. le proprie fortune. Il modello ha funzionato visto che il traffico passeggeri in Italia è cresciuto dai 136 milioni di passeggeri del 2007 ai 175 milioni previsti quest' anno malgrado i clienti Alitalia siano scesi dai 25 milioni di dieci anni fa ai 20 più o meno di oggi. Segno che il mercato del trasporto aereo nazionale può fare persino a meno di una compagnia di bandiera.



Malpensa invece ha dovuto fare tutto da sola. Reinventandosi dal nulla per rinascere dalle proprie ceneri dopo quel 30 marzo 2008 in cui Alitalia ha cancellato in poche ore oltre 120 voli al giorno.



A tappare una parte del buco hanno pensato proprio le low-cost: prima Eyjet, che dal terminal due trasporta ormai 8 milioni di persone l' anno. Ora anche Ryanair con un network che sta crescendo a ritmi vertiginosi. L' appeal del ricco traffico premium del Nord Italia ha fatto da volano pure per nuovi collegamenti intercontinentali.



Alitalia ha ridotto da 17 a due (New York e Tokio) le destinazioni servite dalla Lombardia, ma l' arrivo di nuovi vettori globali, specie quelli da e per il Far East e i big del Golfo, ha consentito già da 2016 di recuperare volumi di traffico a lungo raggio superiori a quelli del 2007.



Il futuro dell' aeroporto milanese, come quello di Fiumicino e Linate, continuerà però a esse condizionato nei prossimi mesi dai destini dell' aerolinea commissariata. Meridiana, dopo l' ingresso nel capitale di Qatar Airways, deciderà a breve se creare un mini-hub su Milano o su Roma .



Malpensa, abituata a fare da sè, non si aspetta regali. A breve potrebbe annunciare un accordo tra Easyjet ed Emirates che farà della low-cost il partner per riempire gli intercontinentali di Dubai. L' ultimo passo per cancellare per sempre l' addio di Alitalia.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14078
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda malpensante » mar 14 nov 2017, 15:04:39

Queste "sfide" non significano niente, servirebbero al massimo al bar ai tifosi degli aeroporti. Bullshit.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14078
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda malpensante » mar 14 nov 2017, 15:07:16

...
Ultima modifica di malpensante il mar 14 nov 2017, 15:07:16, modificato 1 volta in totale.

Ale330
Messaggi: 155
Iscritto il: dom 02 ott 2016, 14:00:59

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda Ale330 » mar 14 nov 2017, 15:17:19

Che paroloni, resuscitato. Come se avesse avuto 0 passeggeri da qualche anno a questa parte.

easyMXP
Messaggi: 4651
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda easyMXP » mar 14 nov 2017, 15:23:05

malpensante ha scritto:Queste "sfide" non significano niente, servirebbero al massimo al bar ai tifosi degli aeroporti. Bullshit.
Vero, e i giornalisti decidono sempre vincenti e perdenti sulla base dei dati differenziali (poi fa niente che quello con -1% abbia comunque il doppio del traffico), ma ultimamente c'è un cambio di atteggiamento verso MXP.
Penso sia la prima volta dal 1998 che si leggono frequentemente articoli a favore, piuttosto che contro.

robix
Messaggi: 1588
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 12:30:35

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda robix » mar 14 nov 2017, 15:45:15

easyMXP ha scritto:Penso sia la prima volta dal 1998 che si leggono frequentemente articoli a favore [ndr: di MXP], piuttosto che contro.
E' un complotto: i giornali improvvisamente parlano bene di MXP, AZ riapre il volo MXP-FCO; non vorrei che come prossima mossa si tentasse di chiudere (o per lo meno ridurre) LIN, il comodissimo hub globale (?) nel centro di Milano, nel qual caso mi "sdraierei sulla pista di LIN" (cit.). Arridacete Schisano !!!

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda FlyCX » mar 14 nov 2017, 16:19:04

easyMXP ha scritto:
malpensante ha scritto:Queste "sfide" non significano niente, servirebbero al massimo al bar ai tifosi degli aeroporti. Bullshit.
Vero, e i giornalisti decidono sempre vincenti e perdenti sulla base dei dati differenziali (poi fa niente che quello con -1% abbia comunque il doppio del traffico), ma ultimamente c'è un cambio di atteggiamento verso MXP.
Penso sia la prima volta dal 1998 che si leggono frequentemente articoli a favore, piuttosto che contro.
No, non è affatto la prima volta.
Il vento è cambiato quando se n'è andata Alitalia; le notizie negative si sono spostate e FCO che è pure andato fuoco ed ha avuto enormi problemi.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

easyMXP
Messaggi: 4651
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Sea: dati traffico e info varie 1 semestre 2017

Messaggio da leggereda easyMXP » mar 14 nov 2017, 17:21:01

Ma no dai, pensa cosa sarebbe uscito sui giornali se l'incendio fosse stato a MXP e come invece è stato trattato FCO, non se lo ricorda più nessuno.
Il vento è cambiato da pochi mesi, dall'ennesimo crac di AZ dopo aver puntato ancora una volta tutto su FCO e LIN, mentre MXP vola oltre il +15%.


Torna a “NOVITA'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 64 ospiti