COME RIDURRE LIN?

le news dal "E.Forlanini"
kco
Messaggi: 4696
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda kco » ven 11 set 2009, 14:47:44

I-DANB ha scritto:Nessuno dubita che Linate sia una fonte di reddito per SEA, anche se non così grande come qualcuno pensa. Il problema è che Linate non si può ampliare (il discorso vale anche per gli spazi commerciali, che a quanto pare sono la fonte di guadagno più rilevante per i bilanci di SEA), mentre a Malpensa tali spazi abbondano, in particolare quando sarà in funzione ed a pieno regime anche il 3/3 del terminal.
Quindi, se 2 + 2 fa ancora 4, tutto fa pensare che se in SEA non vogliono perdere 10 per "guadagnare" solo 5, qualcosa dovranno modificare dell'attuale situazione.
Ci sono negozi chiusi a MXP perchè non li vuole nesuno?
Insomma tutti gli spazi commerciali a MXP sono occupati?

spanna
Messaggi: 3343
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda spanna » ven 11 set 2009, 15:23:52

Ricopio qui un messaggio che avevo originariamente scritto probabilmente nel posto sbagliato:


Scusate se faccio subito il polemico e/o il rompiscatole, ma nella diatriba tra linate e malpensa mi sono sempre chiesto qual e' l'influenza della compagine azionaria di sea. Mi spiego meglio. Sea gestisce entrambi gli aeroporti ed e' controllata all'85% dal comune di milano, mentre un 15% circa e' della provincia di milano. Poi ci sono alcune bricioline senza alcuna importanza. Mi chiedo se sia giusto che il comune di milano abbia l'85% di una struttura che interessa come minimo tutta la regione lombardia ed alcune aree limitrofe. Non me ne vogliano i milanesi, ma e' chiaro che e' nel loro interesse mantenere un aeroporto cittadino efficiente e raggiungibile rapidamente quale linate anche a discapito dello sviluppo di malpensa. Ed e' chiaro che questo si traduce in pressioni politiche sulla giunta milanese e di conseguenza sulle scelte di sea. Le stesse pressioni politiche, a livello di regione lombardia sarebbero meno forti in quanto bilanciate da altre pressioni di segno contrario provenienti dalle altre citta' lombarde. In fin dei conti milano conta un milione e trecentomila abitanti contro i nove dell'intera regione. E' giusto anteporre gli interessi di milano a quelli di un'intera regione? La mia proposta e' quindi che sea debba vedere l'ingresso nella compagine azionaria della regione lombardia, possibilmente con una quota di maggioranza. Che dite, vi sembra una fesseria?

Quando si dice che manca la volonta' politica di ridimensionare linate, non pensate che sia proprio a causa di questo?
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

Avatar utente
hal
Site Admin
Messaggi: 8289
Iscritto il: gio 04 ott 2007, 21:13:47
Località: MXP

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda hal » ven 11 set 2009, 20:47:44

Nella sostanza tu affermi quanto sia inopportuno che le sorti di Malpensa siano decise da dentro la cerchia dei Navigli e con la relativa ottica distorta.
Forse è vero. D'altronde nonostante la presenza del buon Bonomi ( varesino) il referente di SEA è pur sempre il consiglio comunale di Milano. Con tutto quello che ne consegue. Detto questo l'unica soluzione per superare questa caratteristica ( o chiamala distorsione a secondo dei casi e/o delle situazioni) sarebbe la privatizzazione di SEA medesima. Come ti è già stato risposto in altro post, a fare ciò già c'hanno provato. Nulla s'è fatto. E francamente vista la fine che fa fatto FCO con AdR, forse non è neppure il caso di rammaricarsi.
Il problema a mio avviso è tutto milanese, e non solo in campo aeronautico.
Questa città per prima cosa, in senso istituzionaledovrebbe ampliarsi a zona metropolitana, uscendo appunto, dalla ristrettezza "dei navigli. Dopodichè riassumere quei connotati di riferimento però a livello globale, che aveva a livello nazionale, negli anni 60 e 70.
Aspirazione illusoria? No. Assoluta necessità. Però tutto parte dalle teste che contano. Finchè avremo il clan La Russa e De Corato ( milanesi?) che dichiarano la disponibilità all'estremo sacrificio " sdraiandomi sulla pista di Linate pur di salvare il vero aeroporto di Milano", non andremo da nessuna parte.
Altro che Milano "punto di riferimento dell'intero Paese"!
Il maggior nemico della conoscenza non è l’ignoranza,
è la presunzione della conoscenza.


Stephen Hawking

KittyHawk
Messaggi: 5396
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda KittyHawk » ven 11 set 2009, 22:06:48

hal ha scritto: Finchè avremo il clan La Russa e De Corato ( milanesi?) che dichiarano la disponibilità all'estremo sacrificio " sdraiandomi sulla pista di Linate pur di salvare il vero aeroporto di Milano", non andremo da nessuna parte.
Altro che Milano "punto di riferimento dell'intero Paese"!
De Corato è di Andria (ex Bari, credo adesso sia/voglia diventare provincia), La Russa è di Paternò (CT), da dove proviene anche Salvatore Ligresti (lui e il padre di La Russa erano amici; ora il figlio di La Russa, Geronimo, siede nel consiglio di amministrazione di una delle società di Ligresti). Questo per quanto riguarda l'anagrafe.

Che poi l'attuale classe di amministratori "milanesi" creda che Milano finisca alla cerchia dei Navigli è risaputo. Neanche più ai Corpi Santi arrivano! :azz:

spanna
Messaggi: 3343
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda spanna » sab 12 set 2009, 11:40:43

hal ha scritto:Finchè avremo il clan La Russa e De Corato ( milanesi?) che dichiarano la disponibilità all'estremo sacrificio " sdraiandomi sulla pista di Linate pur di salvare il vero aeroporto di Milano", non andremo da nessuna parte.
Sono assolutamente d'accordo. La russa e de corato d'altronde si comportano in modo coerente con il mandato dei loro elettori, cioe' dei cittadini milanesi. Se non facessero cosi' non sarebbero rieletti. Per questo ritengo importante fare entrare nella sea nuovi soci. Tu proponi addirittura una privatizzazione. Puo' essere una soluzione, ma non e' necessaria. Una soluzione istituzionale in cui la regione lombardia magari affiancata da altre regioni limitrofe interessate possano entrare dalla porta principale nel capitale sea mi sembra altrettanto o forse anche piu' valida. Dopodiche' la russa e de corato possono anche sdraiarsi sulla pista di linate.
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

kco
Messaggi: 4696
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda kco » sab 12 set 2009, 11:48:51

alberto ha scritto:
hal ha scritto:Finchè avremo il clan La Russa e De Corato ( milanesi?) che dichiarano la disponibilità all'estremo sacrificio " sdraiandomi sulla pista di Linate pur di salvare il vero aeroporto di Milano", non andremo da nessuna parte.
Sono assolutamente d'accordo. La russa e de corato d'altronde si comportano in modo coerente con il mandato dei loro elettori, cioe' dei cittadini milanesi. Se non facessero cosi' non sarebbero rieletti. Per questo ritengo importante fare entrare nella sea nuovi soci. Tu proponi addirittura una privatizzazione. Puo' essere una soluzione, ma non e' necessaria. Una soluzione istituzionale in cui la regione lombardia magari affiancata da altre regioni limitrofe interessate possano entrare dalla porta principale nel capitale sea mi sembra altrettanto o forse anche piu' valida. Dopodiche' la russa e de corato possono anche sdraiarsi sulla pista di linate.
Ci hanno provato anni fa senza successo, alla fine la regione ha abdicato: non c'erano tutti i soldi che chiedeva il comune.
Per la privatizzazione può essere interessante a patto che finisca in mano a qualcuno intenzionato a sviluppare gli scali. Una SEA che non vale nulla, svenduta ad ADR comporterebbe la morte definitiva di MXP.
Ai tempi di AZ-KLM si parlava di vendere SEA agli olandesi. Si è parlato diverse volte di vendere il 30% di SEA sotto Albertini ma l'11 settembre e il disimpegno di AZ hanno fatto abbandonare il progetto già sotto l'era Fossa.

Avatar utente
flyEK
Messaggi: 2255
Iscritto il: mer 05 nov 2008, 16:17:05
Località: LAS

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda flyEK » sab 12 set 2009, 14:18:06

MATTEO1981 ha scritto:
Cosa intendi AV operativa?
Perchè riduzione scusa?
Frecciarossa, ogni mese un milione di passeggeri «Vinta la gara con l’aereo»
Segnala su OKNOtizie Moretti ha tracciato un bilancio dei primi nove mesi del Frecciarossa a Canale 5, in un’intervista a Maurizio Belpietro: «Questa è una sorta di grande metropolitana per il nostro Paese che ha la fortuna di avere una struttura policentrica: non ha una sola grande città come Parigi o Madrid, e le altre disposte come dei satelliti. Noi siamo una struttura policentrica, reticolare con questa grande linea, che tocca Torino, Milano, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Salerno: qui si concentra più o meno il 60-65% degli italiani, e con una sola linea, anche se di soli mille chilometri, facciamo quello che in altri Paesi fanno con quattromila chilometri».
Sulla linea centrale, ha aggiunto Moretti, «aumenteremo molto l’offerta con un aumento di circa il 30%, anche se già oggi ogni quarto d’ora nelle ore di punta parte un treno. Ci allargheremo soprattutto nelle ore serali e amplieremo il servizio anche su altre città, Verona, Venezia e naturalmente le città che stanno lì vicino, Brescia, Vicenza».
Un forte aiuto verrà dalle politiche di marketing: nei prossimi giorni sarà annunciato che le offerte in scadenza a settembre saranno prolungate, con sconti che premieranno l’anticipo di prenotazione e le andate-ritorno in giornata.
PStef
da ilgiornale.it
Federico
Non è la specie più forte a sopravvivere, nè la più intelligente, ma quella più pronta al cambiamento. C. Darwin

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26707
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda I-Alex » dom 13 set 2009, 13:23:05

privatizzare Sea? ci hanno provato anni fa e andò tutto tutto male, ricordate ai tempi del mitico Albertini sindaco?
Ora che l'handling è società a parte (di Sea ovviamente) qualcosa magari potrebbe cambiare ma non ne sono nemmeno certo. A mio avviso più che il Comune buona fetta di Sea dovrebbe comprarla la Regione visto l'ottica almeno regionale dell'apt per stare in difetto, poi con qualche quota minoritaria dei privati sempre che volgiano entrare e investire nell'aeroporto.

Però se guardiamo in Spagna (Aena) o a Londra (BAA) qualche spunto buono potremmo trovarlo sul come copiare
Malpensa airport user

S62
Messaggi: 661
Iscritto il: gio 20 nov 2008, 08:59:59

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda S62 » mar 15 set 2009, 17:23:37

la rpovincia di varese già anni fa ed ogni anno vorrebbe avere delle quote di sea ma il comune non vuole assolutamente cederle.

e si che malpensa è esclusivament ein territorio varesotto.

KittyHawk
Messaggi: 5396
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda KittyHawk » mar 15 set 2009, 18:12:28

S62 ha scritto:la rpovincia di varese già anni fa ed ogni anno vorrebbe avere delle quote di sea ma il comune non vuole assolutamente cederle.

e si che malpensa è esclusivament ein territorio varesotto.
Sono fermamente convinto che certe infrastrutture debbano rimanere in mano pubblica. Ma anche che non non debbano esserci troppi proprietari. La vicenda della Milano-Serravalle insegna.

Un ingresso della Provincia di Varese non migliorerebbe la situazione per MXP, anzi al limite la peggiorerebbe. Attualmente la provincia varesina è quella che gode maggiormente dell'indotto aeroportuale (occupazione etc.) di MXP; il Comune di Milano, se gli affari vanno bene e se c'è, si gode l'utile legato alle azioni. È uno scambio abbastanza equilibrato: soldi contro occupazione (voti). Se rompiamo questo equilibrio, riducendo i soldi a Milano con la diluizione della partecipazione azionaria e bruciando contemporaneamente occupazione su Linate riducendo il traffico (dietro pressione di futuri consiglieri varesini), rischiamo che i politici "milanesi" si buttino ancor di più a difendere Linate, anche quelli che al momento non si pronunciano. Ricordiamoci che la sola città di Milano vale in termini di voti quasi una volta e mezza l'intera provincia di Varese e che di fronte alla "poltrona" non c'è direttiva di partito che tenga.

spanna
Messaggi: 3343
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda spanna » mer 16 set 2009, 11:50:07

KittyHawk ha scritto:Un ingresso della Provincia di Varese non migliorerebbe la situazione per MXP, anzi al limite la peggiorerebbe. Attualmente la provincia varesina è quella che gode maggiormente dell'indotto aeroportuale (occupazione etc.) di MXP; il Comune di Milano, se gli affari vanno bene e se c'è, si gode l'utile legato alle azioni. È uno scambio abbastanza equilibrato: soldi contro occupazione (voti). Se rompiamo questo equilibrio, riducendo i soldi a Milano con la diluizione della partecipazione azionaria e bruciando contemporaneamente occupazione su Linate riducendo il traffico (dietro pressione di futuri consiglieri varesini), rischiamo che i politici "milanesi" si buttino ancor di più a difendere Linate, anche quelli che al momento non si pronunciano. Ricordiamoci che la sola città di Milano vale in termini di voti quasi una volta e mezza l'intera provincia di Varese e che di fronte alla "poltrona" non c'è direttiva di partito che tenga.
Quindi varese va bene perche' si becca l'indotto, milano va bene perche' si becca i soldi, e tutte le altre province lombarde o limitrofe alla lombardia che sono interessate si beccano un sistema aeroportuale sfigatissimo. Ricordati che la lombardia ha piu' di 7,5 milioni di abitanti non milanesi, 5 volte di piu' dei milanesi.
Questa secondo te e' una situazione equilibrata?
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

KittyHawk
Messaggi: 5396
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda KittyHawk » mer 16 set 2009, 22:30:37

alberto ha scritto:
KittyHawk ha scritto:Un ingresso della Provincia di Varese non migliorerebbe la situazione per MXP, anzi al limite la peggiorerebbe. Attualmente la provincia varesina è quella che gode maggiormente dell'indotto aeroportuale (occupazione etc.) di MXP; il Comune di Milano, se gli affari vanno bene e se c'è, si gode l'utile legato alle azioni. È uno scambio abbastanza equilibrato: soldi contro occupazione (voti). Se rompiamo questo equilibrio, riducendo i soldi a Milano con la diluizione della partecipazione azionaria e bruciando contemporaneamente occupazione su Linate riducendo il traffico (dietro pressione di futuri consiglieri varesini), rischiamo che i politici "milanesi" si buttino ancor di più a difendere Linate, anche quelli che al momento non si pronunciano. Ricordiamoci che la sola città di Milano vale in termini di voti quasi una volta e mezza l'intera provincia di Varese e che di fronte alla "poltrona" non c'è direttiva di partito che tenga.
Quindi varese va bene perche' si becca l'indotto, milano va bene perche' si becca i soldi, e tutte le altre province lombarde o limitrofe alla lombardia che sono interessate si beccano un sistema aeroportuale sfigatissimo. Ricordati che la lombardia ha piu' di 7,5 milioni di abitanti non milanesi, 5 volte di piu' dei milanesi.
Questa secondo te e' una situazione equilibrata?
A parte che il mantovano (perciò lombardo) Colaninno ha detto che lui vola da Verona su Francoforte :green: , la faccenda bisogna inquadrarla in termini "politici". Non tocca a me ricordare che noti personaggi politici "milanesi" hanno già detto "no" alla chiusura di Linate.

Facciamo un'ipotesi estrema, una divisione di SEA, tra una SEA1 solo milanese con Linate e una SEA2 con dentro le varie province lombarde (e contigue alla Lombardia) per MXP. Cosa pensi faranno politici e istituzioni milanesi (Camera di Commercio, istituzioni finanziarie etc. etc.) alla prima voce di ridimensionamento di Linate? A mio modestissimo parere non solo chiederanno di lasciare le cose come stanno, ma domanderanno a gran voce anche di liberalizzare i voli da Linate. Ci sono troppi interessi in gioco e troppo comodo un aeroporto a soli 7 km dal centro città.

Infine una domanda, forse un po' provocatoria. Ma siamo sicuri che bergamaschi, con l'eccellente Orio, e bresciani, con l'ectoplasmatico Montichiari, siano disposti a mettere da parte le loro ambizioni e ridurre anche i loro aeroporti per favorire la Malpensa varesina? Tutti i lombardi (compresi i monzesi) d'accordo contro i cattivi milanesi per affossare Linate? :fischio:

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26707
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda I-Alex » gio 17 set 2009, 09:26:30

Bonomi lo ripete da 2 anni: se Malpensa sarà Hub Linate sarà un city airport o a volte ha chiosato dire sarà chiuso!

Certo non decide ne lui ne Sea ma ha comunque forte voce in capitolo
Malpensa airport user

KittyHawk
Messaggi: 5396
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda KittyHawk » gio 17 set 2009, 10:36:26

I-Alex ha scritto:Bonomi lo ripete da 2 anni: se Malpensa sarà Hub Linate sarà un city airport o a volte ha chiosato dire sarà chiuso!

Certo non decide ne lui ne Sea ma ha comunque forte voce in capitolo
Giusto per rimanere coi piedi per terra: quando ci sono forti interessi in giro, tutto salta e non ci sono più amici. Se vi capita, leggete i giornali di questi giorni. Alcune società del costruttore Ligresti (amico di famiglia di La Russa, PdL ex-AN) hanno richiesto ufficialmente alla Provincia di Milano (Presidente Podestà, PdL ex-Forza Italia) che commissari l'assessorato all'urbanistica di Milano (assessore Masseroli, Pdl ex-Forza Italia, area CL) perché certi loro progetti edilizi non vanno avanti.

Bonomi può sicuramente dire la sua, ma ricordiamoci che la Lega che inveisce contro "Roma ladrona" ha tranquillamente avallato il finanziamento permanente di 500 milioni di euro all'anno all'amministrazione capitolina (legge "Roma Capitale"). Qualcosa ha avuto in cambio (sicuramente non le metropolitane per Milano, ad esempio), ma intanto sono oltre 8 euro all'anno che ogni italiano dona a Roma (oltre 80 milioni per la sola Lombardia).

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26707
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda I-Alex » gio 17 set 2009, 12:47:15

lasciando da parte Lega e politica... le parole di Bonomi di solito son quelle che contano (la sciura e altri assessori sono troppo politicamente sposrti e anche volendo non diranno mai "chiudiamo-limitiamo Linate).

Al di là di tutto sono 4 anni che lo penso e ogni tanto lo dico, ora lo scrivo pure: finchè non vedo non credo
Malpensa airport user

KittyHawk
Messaggi: 5396
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda KittyHawk » gio 17 set 2009, 14:42:23

I-Alex ha scritto:ora lo scrivo pure: finchè non vedo non credo
Giusto atteggiamento. È gente che non rispetta neppure quanto scrive, figurarsi quanto dice direttamente o per interposta persona.
Se qualcuno non ne è convinto esamini la faccenda delle linea 6 della metropolitana di Milano. Definita "indispensabile" nel dossier di candidatura, è stata cancellata senza rimorsi o problemi (e purtroppo indispensabile lo è davvero).

spanna
Messaggi: 3343
Iscritto il: lun 07 set 2009, 17:18:41

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda spanna » sab 19 set 2009, 16:50:36

KittyHawk ha scritto: A parte che il mantovano (perciò lombardo) Colaninno ha detto che lui vola da Verona su Francoforte :green: , la faccenda bisogna inquadrarla in termini "politici". Non tocca a me ricordare che noti personaggi politici "milanesi" hanno già detto "no" alla chiusura di Linate.
Ma neanche io credo si debba arrivare alla chiusura di linate, ma in una fase delicata come quella attuale in cui alitalia se ne e' andata e il nord italia e' privo di collegamenti decenti con il resto del mondo, occorre fare uno sforzo particolare - probabilmente temporaneo - per colmare la grave lacuna al piu' presto. Colaninno non parla da lombardo ma parla da amministratore di cai che ha fatto le sue scelte, e di conseguenza deve difenderle. Ha diritto di farlo in quanto gli eventuali errori li paghera' di tasca sua.
KittyHawk ha scritto: Facciamo un'ipotesi estrema, una divisione di SEA, tra una SEA1 solo milanese con Linate e una SEA2 con dentro le varie province lombarde (e contigue alla Lombardia) per MXP. Cosa pensi faranno politici e istituzioni milanesi (Camera di Commercio, istituzioni finanziarie etc. etc.) alla prima voce di ridimensionamento di Linate? A mio modestissimo parere non solo chiederanno di lasciare le cose come stanno, ma domanderanno a gran voce anche di liberalizzare i voli da Linate. Ci sono troppi interessi in gioco e troppo comodo un aeroporto a soli 7 km dal centro città.
Non credo che sia un bene dividere in due la Sea, anzi, penso al contrario che sarebbe ancora meglio se la sea inglobasse anche bergamo e montichiari, in modo da controllare la totalita' del sistema aeroportuale lombardo. La proprieta', coerentemnte, dovrebbe essere della regiene lombardia. In linea di massima ritengo che ci sia spazio per tutti e 4 gli aeroporti lombardi, a regime. Il problema e' che adesso non siamo affatto a regime, ed anzi siamo in una situazione di sofferenza estrema. In questa fase occorrono sforzi speciali. L'attuale struttura della proprieta' di sea e' un ostacolo, purtroppo.
KittyHawk ha scritto: Infine una domanda, forse un po' provocatoria. Ma siamo sicuri che bergamaschi, con l'eccellente Orio, e bresciani, con l'ectoplasmatico Montichiari, siano disposti a mettere da parte le loro ambizioni e ridurre anche i loro aeroporti per favorire la Malpensa varesina?
La tua domanda e' assolutamente pertinente, e credo di aver risposto qui sopra.
KittyHawk ha scritto: Tutti i lombardi (compresi i monzesi) d'accordo contro i cattivi milanesi per affossare Linate? :fischio:
Non credo sia giusto presentare la situazione in termini di buoni e cattivi. La proprieta' di una societa' imporante come sea non e' una bazzecola, occorrono molti soldi per rilevarla per esempio, bisogna vedere se ci sono. E poi non credo che ai milanesi - o monzesi - faccia piacere di non avere collegamenti diretti con il resto del mondo, no?
Countdown verso la dissoluzione della grande meretrice aerea: conteggio iniziato!
Ten... Nine... Eight... Seven...Six...Five...Four...Three...Two...One...

KittyHawk
Messaggi: 5396
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: COME RIDURRE LIN?

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 19 set 2009, 23:40:19

@alberto: come spero avrai capito, il mio intervento era volutamente un po' provocatorio.

Un aeroporto non è un'infrastruttura come un incrocio semaforizzato o una rotatoria, dove puoi passare da uno all'altra senza problemi, quante volte vuoi. Un aeroporto è un'infrastruttura che quando la perdi non la recuperi più, perché nel frattempo o ci hanno costruito nelle vicinanze o ci hanno costruito proprio sopra. Se hai tempo guarda quanti campi di volo c'erano intorno a Milano negli anni '30 e '40 e quanti ne sono rimasti oggi. Perciò la peggior cosa che si possa fare è pensare di chiudere Linate.

Anche la compagine azionaria è un discorso molto delicato. Perché dovrebbe andare bene che fosse in mano alla Regione Lombardia? Forse quelli di Novara non hanno interessi in (o non subiscono fastidi da) Malpensa? E poi chi mi garantisce che la Regione tuteli veramente gli interessi di tutti? Ogni amministratore locale tirerà acqua al suo mulino, per accontentare il suo elettorato, e l'amministrazione regionale dovrà accettare probabilmente più compromessi di quelli che ci sono oggi.

La battuta su buoni e cattivi era volutamente esasperata. Come molti penso sappiano, i monzesi hanno sempre cercato di distinguersi dai milanesi e non esserne "contagiati". Tant'è che sono arrivati a farsi una loro provincia. Questo atteggiamento ha portato anche a scelte assolutamente infelici, come quando all'epoca della costruzione della linea 1 della metropolitana (anni '50-60) i monzesi bocciarono in modo categorico il progetto di farla arrivare fino a Monza. Salvo successivamente lamentarsi perché non avevano collegamenti moderni ed efficienti con Milano per venirci a lavorare. Ora immagino che i monzesi, pur con tutta la diffidenza verso i milanesi, non rinuncerebbero a un aeroporto vicino come Linate per raggiungerne uno al momento ben più distante.

Comunque, comeavuto occasione di scrivere, il travaso di passeggeri da un aeroporto all'altro non si deve fare d'imperio, ma farlo avvenire naturalmente creando le condizioni per cui Malpensa sia, se non di più, almeno pari come appeti già ho bilità a Linate. Ad esempio riducendo i costi per arrivarci (treno e parcheggi, il costo dei taxi è folle) e migliorando notevolmente i collegamenti. Non tocca a me ricordare che giusto qualche giorno fa I-Alex si lamentava del tempo occorrente la mattina per raggiungere Milano dai dintorni di Malpensa.
Credo che anche tu ti sia stancato dei soliti proclami che ci sarà un nuovo collegamento nei prossimi mesi, che si è avviata la Pedemontana o la TEM. Chi credono di prendere in giro? Sono 15 anni che ci sono le stesse persone a governare la regione Lombardia, non possono accampare scuse per giustificare i ritardi. Prima facciano quello che rientra nelle loro competenze poi, se sarà necessario, si vedrà come farli entrare in SEA.

PS. Sto ancora aspettando il Consiglio dei Ministri a Malpensa, come era stato "promesso" prima delle ultime elezioni politiche, tanto per rimanere in tema.


Torna a “info LINATE - LIN”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 28 ospiti