Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

le news dal "E.Forlanini"
BAlorMXP
Messaggi: 1854
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda BAlorMXP » mer 09 giu 2021, 15:18:51

In un momento dove il cargo sta salvando i vettori dal crollo totale sarebbe l’ennesima azione lungimirante nel panorama aeronautico milanese.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

okorop
Messaggi: 40
Iscritto il: mar 18 mag 2021, 14:21:44

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda okorop » mer 09 giu 2021, 15:23:02

BAlorMXP ha scritto: mer 09 giu 2021, 14:20:00 Si riempiono le pagine di discussioni e alibi di qualsiasi genere per evitare di vedere l’elefante nella stanza. È dal 2007 che si continua a leggere “senza qualcuno che investa non c’è speranza di avere un hub - nessuno investe con Linate aperto” quindi? Quindi la soluzione è aver rattoppato qua e là a suon di “si riparte con stile” (slogan anacronistico e di un provincialismo disarmante) e vedere qualche volo travasato da Malpensa qualche voletto per il sempreverde meridione, davvero?
Milano ha bisogno di essere collegata a quelle dieci destinazioni intercontinentali che riesce a reggere e con i dovuti modi e mezzi, qui nessuno pretende di avere un hub e nemmeno voli per Ouagadougou e Penang ma un caxxo di grande aeroporto internazionale si e con questo assetto e un Linate sempre più importante questo non potrà mai succedere.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Linate non è mai stato importante dal dehubbing in poi, e leggendo la strategia di ITA di certo non si faranno sfuggire gli slot del piccolo areoporto lombardo, indi per cui se il declino prima era evidente lo sarà anche in futuro (ha limiti di pista, movimenti e passeggeri, oltre ad essere monopolizzato da Alitalia prima, ITA dopo)....Ora le LC possono volarci, quando ci sarà ITA a settembre ottobre ritorneranno nuovamente su Malpensa ....il giochino lo conosciamo....
BAlorMXP ha scritto: mer 09 giu 2021, 15:18:51 In un momento dove il cargo sta salvando i vettori dal crollo totale sarebbe l’ennesima azione lungimirante nel panorama aeronautico milanese.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Il rifacimento del terminal è una scelta politica e basta, le compagnie che operano su malpensa per il cargo sono sempre di piu' e i numeri sono del 35% superiori in termini di merci transitate rispetto al 2019....sicuramente il ruolo di Malpensa come centro italiano merci via aereo non sarà messo in discussione nè dalla politica nè quantomento da sea che ha tutto l'interesse....se poi al cargo si aggiungessero rotte 50% cargo 50% passeggeri sarebbe l'ideale!!!!

Malpensa potrà avere tutti i difetti del caso, pero' una cosa gli va data, quando rientri in 5 minuti sei al ritiro bagagli, in 10 minuti senza bagagli in stiva sei fuori dall'areostazione.....Altri areoporti ti costringono a fare il giro per i duty free prima di uscire perdendoci un sacco di tempo.....
Connecting the world through Malpensa

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14289
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda malpensante » mer 09 giu 2021, 16:23:16

Se la memoria non mi inganna l'A321XLR a MTOW ha bisogno di 2.800 metri di pista, più di quelli che offre Linate.

grandemilano
Messaggi: 1520
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda grandemilano » mer 09 giu 2021, 16:37:56

belumosi ha scritto: mer 09 giu 2021, 10:27:11 . In queste condizioni chiudere LIN significa solo buttare nel cesso un aeroporto con 15M di pax di capacità per niente.
Tanto meno credo alle ipotesi illogiche (AZ che dimezza gli yield spostandosi da LIN a MXP )
Quindi per non buttare nel cesso un aeroporto (Linate) buttiamo bel cesso Malpensa, Alitalia (visto che dei più alti Yelds di Linate alla fine non se ne è fatta nulla), e buttiamo nel cesso pure Fiumicino e il mancato sviluppo dell'hub capitolino perché il suo vettore di riferimento (Alitalia) é costretta a disperdere flotta e risorse su Linate.
Ne valeva davvero la pensa? Sì: a quanto pare, per alcuni ne valeva davvero la pena. Ne prendo atto.


Per quanto riguarda il fatto che AZ non dovrebbe rinunciare ai più alti yeld di Linate spostandosi su malpensa, ora anche questa scusa verrà meno. Con l'ingresso delle altre major e low cost su Linate, gli yeld si abbasseranno ugualmente. Su Linate verranno a trovarsi nella stessa situazione in cui si troverebbero a malpensa

okorop
Messaggi: 40
Iscritto il: mar 18 mag 2021, 14:21:44

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda okorop » mer 09 giu 2021, 17:10:37

malpensante ha scritto: mer 09 giu 2021, 16:23:16 Se la memoria non mi inganna l'A321XLR a MTOW ha bisogno di 2.800 metri di pista, più di quelli che offre Linate.
grazie della spiegazione e dei tuoi post illuminanti...

In italia ho letto che le piste polivalenti debbano essere lunghe quantomento 3300 metri... L'unico aereoporto tra Piemonte, Lombardia, Friuli, Veneto che gode delle caratteristiche per ospitare WB è Malpensa, gli altri no eccetto Venezia.... è inutile girarci attorno, per il rilancio di Linate avrebero dovuto rimuovere l'idroscalo e farci una pista, ripensare il posizionamento della pista esistente per allungarla, tuttavia cio' non è stato fatto, indi per cui Linate rimarrà per evidenti vincoli e limiti (tra l'altro atmosferici vedasi nebbia, molto impattante in passato) un piccolo scalo (possono fare restiling su restiling ma la cosa non cambia)
Connecting the world through Malpensa

BAlorMXP
Messaggi: 1854
Iscritto il: dom 14 ott 2007, 12:59:55
Località: MILANO

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda BAlorMXP » mer 09 giu 2021, 17:21:42

grandemilano ha scritto:
belumosi ha scritto: mer 09 giu 2021, 10:27:11 . In queste condizioni chiudere LIN significa solo buttare nel cesso un aeroporto con 15M di pax di capacità per niente.
Tanto meno credo alle ipotesi illogiche (AZ che dimezza gli yield spostandosi da LIN a MXP )
Quindi per non buttare nel cesso un aeroporto (Linate) buttiamo bel cesso Malpensa, Alitalia (visto che dei più alti Yelds di Linate alla fine non se ne è fatta nulla), e buttiamo nel cesso pure Fiumicino e il mancato sviluppo dell'hub capitolino perché il suo vettore di riferimento (Alitalia) é costretta a disperdere flotta e risorse su Linate.
Ne valeva davvero la pensa? Sì: a quanto pare, per alcuni ne valeva davvero la pena. Ne prendo atto.


Per quanto riguarda il fatto che AZ non dovrebbe rinunciare ai più alti yeld di Linate spostandosi su malpensa, ora anche questa scusa verrà meno. Con l'ingresso delle altre major e low cost su Linate, gli yeld si abbasseranno ugualmente. Su Linate verranno a trovarsi nella stessa situazione in cui si troverebbero a malpensa
Guarda gli alibi sono sempre:

A) Il sonno, le levatacce e il deretano pesante dei milanesi
B) Yield stratosferici da GVA-LCY che tenevano in vita AZ.

Non ne verremo mai fuori.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

KittyHawk
Messaggi: 5480
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda KittyHawk » mer 09 giu 2021, 17:36:21

@okorop
In realtà Caselle ha già una pista di 3300 m e altri aeroporti del Nord Italia potrebbero essere allungati ai 3300 metri senza grandi difficoltà. Il problema non è tecnico, ma di che cosa si vuol fare.

KittyHawk
Messaggi: 5480
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda KittyHawk » mer 09 giu 2021, 17:40:12

BAlorMXP ha scritto: mer 09 giu 2021, 17:21:42 B) Yield stratosferici da GVA-LCY che tenevano in vita AZ.
Una volta passata la pandemia non so se su LCY si riuscirà ad avere gli stessi yield di prima, dato che diverse istituzioni finanziarie stanno lasciando la City, ricollocandosi in Europa (Dublino, Amsterdam, Parigi, Francoforte), dove i voli ci sono già e per tutte le tasche.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14289
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda malpensante » mer 09 giu 2021, 17:49:30

Anche BGY mi sembra in grado di far partire un 321XLR a pieno carico.

grandemilano
Messaggi: 1520
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda grandemilano » mer 09 giu 2021, 21:05:55

BAlorMXP ha scritto: mer 09 giu 2021, 17:21:42 Guarda gli alibi sono sempre:

A) Il sonno, le levatacce e il deretano pesante dei milanesi
B) Yield stratosferici da GVA-LCY che tenevano in vita AZ.

Non ne verremo mai fuori.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Purtroppo tempo che hai ragione. Non ne verremo mai fuori: tante volte ho sperato che la situazione cambiasse ma mi illudevo.

grandemilano
Messaggi: 1520
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda grandemilano » gio 10 giu 2021, 07:40:52

KittyHawk ha scritto: mer 09 giu 2021, 08:36:12
grandemilano ha scritto: mer 09 giu 2021, 07:02:12 Un paio di giorni fa Lufthansa ha dichiarato che 50 macchine per Ita sono poche per fare Massa critica su Fiumicino. Tra l'altro, molte di queste saranno basate per presidiare lo scalo milanese. E solo quelle che rimangono per sviluppare il proprio hub capitolino. Ci rendiamo conto? Sembra una logica normale?
L'affermazione la devi leggere nell'ottica di un LH Konzern che potrebbe affiancarsi a Ita come partner industriale. Da Colonia (Köln per i puristi) la vedono evidentemente così:
  • gli hub di ZHR e MUC devono essere preservati per non dar dispiacere a svizzeri e bavaresi; una crescita di Milano darebbe evidentemente fastidio;
  • Ita si arrocca su FCO e fa il suo hubbettino, per la felicità dei romani;
  • a LIN rimangono la navetta Milano-Roma, per far felici i parlamentari lombardi, e la continuità territoriale, per far felici i sardi;
  • con gli slot a LIN che così si liberano LH,Air Dolomiti e Swiss vanno ad alimentare gli hub di ZHR, MUC e FRA, completando il lavoro di aspirazione che già fanno dal resto del Nord Italia;
  • per Roma LH troverà un po' di rotte che non diano fastidio a LH Konzern e che contemporaneamente consentano ai politici capitolini di magnificare l'importanza della capitale; se servirà immagino che i tedeschi siano anche disposti a convogliare parte del loro traffico di minor pregio e stagionale attraverso FCO.
Detto questo, 50 macchine sono effettivamente pochine, dato che diverse fonti, LH in primis, hanno individuato in 60 velivoli (40 medio/corto raggio e 20 lungo raggio) il numero minimo per costruire un hub credibile.
Non sono molto d'accordo. Hai letto l'articolo di 2 giorni fa sul Corriere della sera ?
Lufthansa è stata chiara.
Hanno detto chiaramente che in AZ-Ita ci entreranno solo quando la compagnia italiana presenterà bilanci in utile. D'altra parte sono tedeschi: gli piace essere chiari fin da subito senza troppi giri di parole.
Ipotizzare che LH è disponibile a entrare in una mini alitalia di 50 macchine solo per fare un contentino a base Roma purché non disturbi gli hub in madrepatria, mi sembra più un auspicio irrealizzabile. Ita potrà essere ridimensionata ad appena 10 aerei, ma se questi 10 aerei a fine anno non generano utili, LH in Alitalia non ci entrerà mai. Scordiamocelo.

KittyHawk
Messaggi: 5480
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda KittyHawk » gio 10 giu 2021, 08:15:54

grandemilano ha scritto: gio 10 giu 2021, 07:40:52
KittyHawk ha scritto: mer 09 giu 2021, 08:36:12
grandemilano ha scritto: mer 09 giu 2021, 07:02:12 Un paio di giorni fa Lufthansa ha dichiarato che 50 macchine per Ita sono poche per fare Massa critica su Fiumicino. Tra l'altro, molte di queste saranno basate per presidiare lo scalo milanese. E solo quelle che rimangono per sviluppare il proprio hub capitolino. Ci rendiamo conto? Sembra una logica normale?
L'affermazione la devi leggere nell'ottica di un LH Konzern che potrebbe affiancarsi a Ita come partner industriale. Da Colonia (Köln per i puristi) la vedono evidentemente così:
  • gli hub di ZHR e MUC devono essere preservati per non dar dispiacere a svizzeri e bavaresi; una crescita di Milano darebbe evidentemente fastidio;
  • Ita si arrocca su FCO e fa il suo hubbettino, per la felicità dei romani;
  • a LIN rimangono la navetta Milano-Roma, per far felici i parlamentari lombardi, e la continuità territoriale, per far felici i sardi;
  • con gli slot a LIN che così si liberano LH,Air Dolomiti e Swiss vanno ad alimentare gli hub di ZHR, MUC e FRA, completando il lavoro di aspirazione che già fanno dal resto del Nord Italia;
  • per Roma LH troverà un po' di rotte che non diano fastidio a LH Konzern e che contemporaneamente consentano ai politici capitolini di magnificare l'importanza della capitale; se servirà immagino che i tedeschi siano anche disposti a convogliare parte del loro traffico di minor pregio e stagionale attraverso FCO.
Detto questo, 50 macchine sono effettivamente pochine, dato che diverse fonti, LH in primis, hanno individuato in 60 velivoli (40 medio/corto raggio e 20 lungo raggio) il numero minimo per costruire un hub credibile.
Non sono molto d'accordo. Hai letto l'articolo di 2 giorni fa sul Corriere della sera ?
Lufthansa è stata chiara.
Hanno detto chiaramente che in AZ-Ita ci entreranno solo quando la compagnia italiana presenterà bilanci in utile. D'altra parte sono tedeschi: gli piace essere chiari fin da subito senza troppi giri di parole.
Ipotizzare che LH è disponibile a entrare in una mini alitalia di 50 macchine solo per fare un contentino a base Roma purché non disturbi gli hub in madrepatria, mi sembra più un auspicio irrealizzabile. Ita potrà essere ridimensionata ad appena 10 aerei, ma se questi 10 aerei a fine anno non generano utili, LH in Alitalia non ci entrerà mai. Scordiamocelo.
Lufthansa ha sempre detto - sono anni che lo dice - che è disposta ad affiancare Alitalia come partner industriale e commerciale immediatamente, purché ovviamente le diano il potere di incidere nella gestione. È sulla partecipazione azionaria che hanno sempre detto "prima facciamo degli utili e poi ci mettiamo dei soldi".

Semplificando al massimo, la posizione dei tedeschi è: "Voi ci mettete i soldi e ce la lasciate gestire come vogliamo; se e quando ci saranno degli utili allora ce la compreremo. Nel frattempo cercheremo di trarne il massimo vantaggio per entrambi e non è detto che il vostro sia maggiore del nostro". È in questo scenario che si inquadrano gli accordi commerciali, la JV per il Nord America e anche l'ingresso in Star Alliance.

Italian1993
Messaggi: 58
Iscritto il: gio 20 dic 2018, 10:08:43

Re: Lavori rifacimento pista e molo imbarchi F

Messaggio da leggereda Italian1993 » gio 10 giu 2021, 14:58:17

malpensante ha scritto: mer 09 giu 2021, 17:49:30 Anche BGY mi sembra in grado di far partire un 321XLR a pieno carico.
Ecco, il mio pensiero, applicato più a linate che non a Bergamo, era proprio legato alla possibilità di sfruttare quel poco di mercato business con una configurazione quindi poco densa, che lascerebbe spazio anche a qualcosa in stiva.
Ovvio che le rotte fattibili sarebbero poche, però ad esempio proprio new york potrebbe essere una di quelle. Offrire dall'aeroporto "comodo" il volo diretto a quei passeggeri business che oggi si dividono tra chi preferisce partire da linate con scalo, piuttosto che malpensa e chi preferisce il diretto a malpensa piuttosto che lo scalo.
Le rotte sarebbero poche, ma potrebbe essere una nicchia redditizia per occupare qualche slot senza perderci


Torna a “info LINATE - LIN”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 29 ospiti