Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

le news dei vettori con Coa italiano
Regole del forum
In questa sezione si dovranno trattare esclusivamente tutti gli argomenti inerenti la nuova AIRITALY dopo la presentazione del piano industriale avvenuta il 19 Febbraio 2018
KittyHawk
Messaggi: 5403
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 01 mag 2021, 09:44:37

Se, viste le precedenti esperienze di chi aveva investito in Alitalia, LH era riluttante anche prima della pandemia a mettere soldi nella compagnia romana, ora ha almeno una ragione in più. In uno dei tanti accordi di finanziamento per superare questa crisi sanitaria - l'ho letto, ma non mi ricordo a quale si riferissero - è scritto espressamente che i soldi elargiti a LH non potranno essere usati per acquisire altre compagnie.
Che fosse il governo federale, che non voleva vedere sprecati i soldi dei contribuenti tedeschi, che fosse una richiesta della Commissione europea, che voleva evitare che si approfittasse della debolezza di qualche concorrente, non importa. Il fatto è che, al momento, LH non solo non vuole, ma non può comprare Alitalia.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14087
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » sab 01 mag 2021, 09:46:54

Se restituisce i prestiti federali, la può comprare.

I-GABE
Messaggi: 1815
Iscritto il: sab 23 mag 2009, 18:35:41
Località: London, UK

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda I-GABE » sab 01 mag 2021, 09:49:05

Se pensi che qualcuno possa proporre un hub su MXP per Alitalia devi aver fumato qualcosa di pesante ieri sera. [emoji2957]
Non succederà MAI.
Che muoia romana!

Le uniche speranze per Milano, in ordine, sono
1) rimozione della distorsione causata da Alitalia (direttamente e indirettamente)
2) vettori IATA che facciano transiti a MXP
3) eventuale riduzione di LIN
4) eventuale chiusura di LIN
5) nuovo hub carrier a MXP

Per il momento penso che solo 1) sia concretamente possibile e già sarebbe qualcosa. Qualcosina si intravede su 2), che potrebbe portare a un “light hubbing” (Neos, EGO...) ma per arrivare a 5) bisogna che si verifichi quantomeno 3), se non 4). E Alitalia non figura da nessuna parte nello schema, se non al punto 1).


Sent from my iPhone using Tapatalk

grandemilano
Messaggi: 1492
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda grandemilano » sab 01 mag 2021, 09:54:39

I-GABE ha scritto: sab 01 mag 2021, 09:49:05 Se pensi che qualcuno possa proporre un hub su MXP per Alitalia devi aver fumato qualcosa di pesante ieri sera. [emoji2957]
Non succederà MAI.
Che muoia romana!

Le uniche speranze per Milano, in ordine, sono...

Sent from my iPhone using Tapatalk
La mia non era una speranza per Milano. Era per dare una speranza a quella povera azienda

KittyHawk
Messaggi: 5403
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » sab 01 mag 2021, 10:20:51

malpensante ha scritto: sab 01 mag 2021, 09:46:54 Se restituisce i prestiti federali, la può comprare.
Ma ciò accadrà tra anni e comunque prima ci saranno gli azionisti, che vorranno vedere di nuovo dei dividendi (sì, anche quelli sono bloccati, finché non si restituiscono i prestiti).

I-GABE
Messaggi: 1815
Iscritto il: sab 23 mag 2009, 18:35:41
Località: London, UK

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda I-GABE » sab 01 mag 2021, 10:29:20

grandemilano ha scritto:
I-GABE ha scritto: sab 01 mag 2021, 09:49:05 Se pensi che qualcuno possa proporre un hub su MXP per Alitalia devi aver fumato qualcosa di pesante ieri sera. [emoji2957]
Non succederà MAI.
Che muoia romana!

Le uniche speranze per Milano, in ordine, sono...

Sent from my iPhone using Tapatalk
La mia non era una speranza per Milano. Era per dare una speranza a quella povera azienda
Non vedo perché si debba dare qualsivoglia speranza a quella “povera azienda”. O la storia degli ultimi 30 anni non ha insegnato nulla?


Sent from my iPhone using Tapatalk

belumosi
Messaggi: 3146
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda belumosi » sab 01 mag 2021, 11:27:43

KittyHawk ha scritto: sab 01 mag 2021, 08:21:40 E intanto i vertici di Alitalia e ITA litigano come i più famosi capponi di Renzo. Da notare come anche dalle istituzioni giunge un rimbrotto per l'incontro previsto tra i vertici di Alitalia e ITA e i sindacati, perché la Commissione europea lo potrebbe classificare come «un elemento di continuità aziendale».
Essendo borderline il passaggio di parte di AZ SAI a ITA nei termini proposti dal governo, è probabile che i commissari vogliano (giustamente) pararsi il cuxo da eventuali rogne legali future.
Non dimentichiamo che, in teoria, i beni di AZ SAI andrebbero messi all'asta per massimizzarne il ricavo da destinare ai soci.
Mentre i desiderata del governo vanno in direzione diametralmente opposta.
Che scena pietosa.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14087
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » sab 01 mag 2021, 12:00:02

È il modo in cui la compagnia di bandiera tiene alta la bandiera del Paese.

KittyHawk
Messaggi: 5403
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » dom 02 mag 2021, 08:49:53

Che cosa ci racconta oggi il Messaggero? Che i sindacati, nonostante gli stipendi di aprile vengano pagati tra domani e martedì, chiedono di rendere esigibili i 3 miliardi già stanziati per ITA. E che diamine, non si può continuare ad aspettare ogni volta per qualche giorno lo stipendio!
Nel frattempo Margherita aspetta la proposta da Roma (quale, non è già sposata? :mrgreen: ) e ricorda che, se non c'è discontinuità tra Alitalia e ITA, quest'ultima potrebbe essere ritenuta responsabile degli aiuti ricevuti dalla prima, se così venisse appurato. E di stare attenti a quello che si fa, perché qualsiasi «lavoro di preparazione» (leggi partire con ITA senza autorizzazioni) potrebbe avere conseguenze non intenzionali o irreversibili per ITA.

grandemilano
Messaggi: 1492
Iscritto il: mar 08 mar 2011, 20:11:31

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda grandemilano » dom 02 mag 2021, 09:05:23

KittyHawk ha scritto: dom 02 mag 2021, 08:49:53 Che cosa ci racconta oggi il Messaggero? Che i sindacati, nonostante gli stipendi di aprile vengano pagati tra domani e martedì, chiedono di rendere esigibili i 3 miliardi già stanziati per ITA. E che diamine, non si può continuare ad aspettare ogni volta per qualche giorno lo stipendio!
Nel frattempo Margherita aspetta la proposta da Roma (quale, non è già sposata? :mrgreen: ) e ricorda che, se non c'è discontinuità tra Alitalia e ITA, quest'ultima potrebbe essere ritenuta responsabile degli aiuti ricevuti dalla prima, se così venisse appurato. E di stare attenti a quello che si fa, perché qualsiasi «lavoro di preparazione» (leggi partire con ITA senza autorizzazioni) potrebbe avere conseguenze non intenzionali o irreversibili per ITA.
Che cattivona questa europa.
Battute a parte, di certo in Alitalia non sono stati furbi proprio per niente.
Sono passati 12 anni da quando è stata privatizzata, potevano cambiare e aggiustare tante cose, ma invece sembra che si sia tirato a campare. Peccato che ormai sia troppo tardi.
Certe volte credo che neanche a mettersi d'impegno si riesce a finire con le spalle al muro come è finita quell'azienda.
Furbizia e lungimiranza, queste sconosciute.

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 14087
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda malpensante » dom 02 mag 2021, 10:33:36

Oggi 2 maggio 2021 si festeggia il quarto compleanno dell'Amministrazione Straordinaria di Alitalia SAI.

Auguri :occasion-birthday:

milmxp
Messaggi: 1783
Iscritto il: sab 02 lug 2016, 18:51:50

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda milmxp » dom 02 mag 2021, 10:46:34

malpensante ha scritto: dom 02 mag 2021, 10:33:36 Oggi 2 maggio 2021 si festeggia il quarto compleanno dell'Amministrazione Straordinaria di Alitalia SAI.

Auguri :occasion-birthday:
Ecco perché Lazzerini chiede di tenere gli slot di Linate, ma poteva dirlo subito che li vuole come regalo per il quarto compleanno!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

Avatar utente
D960
Messaggi: 1449
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda D960 » dom 02 mag 2021, 10:54:19

1,3 miliardi di auguri a tutti voi!
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter

KL63
Messaggi: 2809
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KL63 » dom 02 mag 2021, 12:25:37

Già scritto me è uno scandalo che in tutto questo, con una compagnia che non è nemmeno in grado di pagare gli stipendi, ENAC continui a tacere.
Nulla li smuove.
Fosse stata un'altra compagnia sarebbero già intervenuti da un pezzo. Ma si sa che in Italia funziona così e poi pretendono di attirare investitori esteri.

Mauz
Messaggi: 2363
Iscritto il: gio 10 lug 2008, 18:41:39
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda Mauz » dom 02 mag 2021, 12:41:24

I-GABE ha scritto:Se pensi che qualcuno possa proporre un hub su MXP per Alitalia devi aver fumato qualcosa di pesante ieri sera. [emoji2957]
Non succederà MAI.
Che muoia romana!

Le uniche speranze per Milano, in ordine, sono
1) rimozione della distorsione causata da Alitalia (direttamente e indirettamente)
2) vettori IATA che facciano transiti a MXP
3) eventuale riduzione di LIN
4) eventuale chiusura di LIN
5) nuovo hub carrier a MXP

Per il momento penso che solo 1) sia concretamente possibile e già sarebbe qualcosa. Qualcosina si intravede su 2), che potrebbe portare a un “light hubbing” (Neos, EGO...) ma per arrivare a 5) bisogna che si verifichi quantomeno 3), se non 4). E Alitalia non figura da nessuna parte nello schema, se non al punto 1).


Sent from my iPhone using Tapatalk
Sottolineo anche le virgole.
Che Alitalia muoia romana. Altro che portarcela qui a morire di nuovo in attesa che possa tornare a Roma lasciando che le colpe del fallimento ricadano su MXP per altri 20 anni. Non capisco per grandemilano sia ancora fissato con l'hub AZ a Malpensa o in generale col ritorno di AZ a Milano.


L'unica cosa da fare qui è lasciar morire AZ, ma solo per allentare le resistenze su LIN (e dico "allentare" perché non è solo AZ la causa) e per avere più imparzialità al governo.

Dopodiché trovare un modo che non faccia troppo clamore per iniziare gradualmente a soffocare LIN (riduzione slot/destinazioni, limitazioni ulteriori agli aeromobili, divieto transiti sia su LIN che altrove, tariffe alte ecc).

Nel frattempo iniziare a promuovere transiti tra compagnie IATA a MXP, compresa una prima rete di feeding a disposizione di tutti (Neos? Ego?).

Infine, quando Linate sarà meno sentito, arrivare alla chiusura o limitazione drastica. Deve rappresentare una percentuale irrisoria del traffico di tutto il bacino. Roba da 5% in giù. Altro che 10 milioni di pax.


In futuro poi iniziare a mettere gli occhi anche su BGY e fargli fare una sorte simile. Ma in un secondo momento.

Inviato dal mio JSN-L21 utilizzando Tapatalk


Stiamo monitorando attentamente la situazione. (Claudia)

RAV38
Messaggi: 940
Iscritto il: sab 18 mag 2013, 18:08:42

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda RAV38 » dom 02 mag 2021, 13:22:47

malpensante ha scritto: dom 02 mag 2021, 10:33:36 Oggi 2 maggio 2021 si festeggia il quarto compleanno dell'Amministrazione Straordinaria di Alitalia SAI.

Auguri :occasion-birthday:
Comincio a pensare che fare il commissario straordinario per AZ sia un bel mestiere.

KL63
Messaggi: 2809
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KL63 » dom 02 mag 2021, 15:18:08

https://www.startmag.it/smartcity/ita-d ... co-perche/

Vorrei sapere perché i lessor dovrebbero partecipare e dove sono i 737 max ed i 788/9 di Airitaly. :?
Poi un'altar cosa.. come fare a limitare Linate alla FCO-LIN ed ai collegamenti nord-sud? :geek:
Una cosa giusta la dice.. che tutto la faccenda di ITA sia una farsa.

KittyHawk
Messaggi: 5403
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » dom 02 mag 2021, 17:42:17

Ho dovuto leggere l'articolo due volte per essere sicuro di aver capito. Fantasia allo stato puro. Se qualcosa sulla carta si può teoricamente fare (e in questo caso neppure quello, vedi ad esempio Linate) non vuol dire che possa per forza realizzarsi.

belumosi
Messaggi: 3146
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda belumosi » dom 02 mag 2021, 18:38:19

KL63 ha scritto: dom 02 mag 2021, 15:18:08 https://www.startmag.it/smartcity/ita-d ... co-perche/

Vorrei sapere perché i lessor dovrebbero partecipare e dove sono i 737 max ed i 788/9 di Airitaly. :?
Poi un'altar cosa.. come fare a limitare Linate alla FCO-LIN ed ai collegamenti nord-sud? :geek:
Una cosa giusta la dice.. che tutto la faccenda di ITA sia una farsa.
5. impegno irrevocabile dell’azionista di controllo (ovvero colui che versa 1,5 miliardi di euro) alla quotazione in borsa entro 3 anni o in alternativa all’acquisto delle azioni dei creditori, dei dipendenti e anche dello Stato al valore nominale aumentato di un ITR del 2% su base annua
Praticamente servirebbe un plurimiliardario votato al martirio.

KittyHawk
Messaggi: 5403
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » dom 02 mag 2021, 20:04:27

belumosi ha scritto: dom 02 mag 2021, 18:38:19
5. impegno irrevocabile dell’azionista di controllo (ovvero colui che versa 1,5 miliardi di euro) alla quotazione in borsa entro 3 anni o in alternativa all’acquisto delle azioni dei creditori, dei dipendenti e anche dello Stato al valore nominale aumentato di un ITR del 2% su base annua
Praticamente servirebbe un plurimiliardario votato al martirio.
L'operazione, vista dalla parte di chi versa soldi virtuali (creditori e Stato), oppure un gettoncino di incoraggiamento (dipendenti, i cui 150 milioni sono meno del 5% che si ipotizza, ma garantirebbero almeno 3 anni di stipendi, anche per quelli in attesa della lettera di licenziamento) è sempre vincente.
Se si dovesse fare un IPO - e allora vorrebbe dire che la società guadagna o ha ben più che rosee prospettive - i soldi versati tornerebbero indietro aumentati. Se le cose dovessero andare male, molto più che probabile, l'unico che ha messo soldi veri e si è assunto l'onere della gestione, sicuramente non libera ma condizionata, dovrà comprare le altre quote al valore nominale maggiorato.

Altro che votato al martirio. Il plurimiliardario deve masochista nel profondo.

«Solo ciò che continua a farci del male è ricordato.» Friedrich Nietzsche

KL63
Messaggi: 2809
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KL63 » dom 02 mag 2021, 21:25:51

Quando l'ho letto ero indeciso... per capire come fossero state partorite idee così brillanti mi ero chiesto cosa fosse stato "l'incubatore" se rum, grappa, vodka o whiskey. :D

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26721
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda I-Alex » lun 03 mag 2021, 07:05:41

eppure chi lo ha scritto viene reputato esperto e collaboratore del settore, dai contenuti parrebbe il contrario
Malpensa airport user

KittyHawk
Messaggi: 5403
Iscritto il: mer 11 giu 2008, 23:29:09
Località: Milano

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda KittyHawk » lun 03 mag 2021, 07:43:02

I-Alex ha scritto: lun 03 mag 2021, 07:05:41 eppure chi lo ha scritto viene reputato esperto e collaboratore del settore, dai contenuti parrebbe il contrario
Facciamo finta che non si tratti di Alitalia.
Se l'azienda in questione fosse semplicemente in crisi finanziaria per errori di gestione, ma avesse il prodotto, il settore andasse a gonfie vele, la concorrenza non fosse particolarmente aggressiva, politici e sindacati non avessero grande influenza nelle scelte, chi la gestisce lo potesse fare nel modo più idoneo senza condizionamenti di sorta allora - e solo allora - lo schema proposto potrebbe funzionare, seppure sulla carta fino a prova dei fatti. Ma siccome mancano i presupposti neanche sulla carta può reggere.

Senza contare che se Alitalia offrisse grandi potenzialità di guadagno - e bastasse un'operazione di ingegneria finanziaria per risolvere i problemi - qualcuno coi soldi si sarebbe già fatto avanti autonomamente da diverso tempo.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26721
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda I-Alex » lun 03 mag 2021, 20:30:37

certo, ma se scrive di limitare Linate ai volo tra nord e sud del paese, vuol dire che non ne sa molto di come funziona il nuovo Regolamento Europeo in materia
Malpensa airport user

Avatar utente
D960
Messaggi: 1449
Iscritto il: mer 17 ago 2016, 10:53:17

Re: Nuntio vobis gaudium magnum, habemus piano

Messaggio da leggereda D960 » mar 04 mag 2021, 18:02:09

Malpensa addio anche per la nuova Alitalia
Costato oltre 9 miliardi, lo scalo varesino è ormai terreno di conquista per low cost, come Ryanair ed Easyjet, e altri vettori. A giugno il debutto statunitense di Neos.

Dall'audizione in Senato dell'amministratore delegato, Fabio Lazzerini, è arrivata la conferma definitiva: nel piano della newco Ita non c'è posto per Malpensa. L'hub sarà Fiumicino, mentre Linate è destinato a diventare lo scalo point-to-point per i collegamenti diretti con l'Europa. Malpensa, invece, resta appesa a un ruolo che nella migliore delle ipotesi sarà marginale, perché il futuro non prevede un ritorno sulle piste varesine, con l'eccezione di voli full-cargo.

Dello scalo, costato 9 miliardi di euro per diventare l'hub intercontinentale del Paese, Ita farà a meno. "Linate è un asset fondamentale del piano, a medio-lungo termine. Ha un'importanza strategica non indifferente, Milano sta investendo, è evidente che per noi è un asset importante da mantenere, rispettare e sostenere", ha premesso Lazzerini davanti alla commissione Lavori pubblici.

"Su Malpensa non posso non concordare sull'importanza, ma allo stesso tempo dobbiamo avere un piano onesto, che ci permetta di partire con le energie concentrate. Stiamo partendo durante una pandemia. La stessa Alitalia ha una flotta di 90 aerei passeggeri ma vola con 37, perché non c'è domanda. In questo momento dobbiamo concentrare le forze per rendere il piano sostenibile e cogliere le opportunità che arrivano". Il no, ha aggiunto Lazzerini, potrebbe non essere definitivo: "resta un impegno a valutare voli non appena si verificassero opportunità a livello di mercato", ha assicurato Lazzerini.

Fra tanti amministratori delegati che si sono avvicendati alla cloche di Alitalia, Domenico Cempella (scomparso di recente) è stato sicuramente il più convinto sostenitore di Malpensa, funzionale anche all'alleanza con Klm, poi interrotta bruscamente dagli olandesi. A conti fatti, perciò, è dal 2000 che il sogno della grande Malpensa con una grande Alitalia votata al lungo raggio, ha iniziato a tramontare. L'abbandono definitivo è arrivato però in piena pandemia Covid, a ottobre 2020.

L'abbandono di Ita, per quanto anticipato nel piano della nuova compagnia, preoccupa i sindacati, ma intanto altri vettori si sono organizzati per prendersi gli spazi lasciati liberi prima da Alitalia e ora da Ita. Neos, per esempio, ha già annunciato che da giugno volerà da Malpensa per New York col B787, avendo appena ottenuto l’autorizzazione da parte del Dipartimento Usa dei Trasporti. La rotta era già attiva per i voli cargo, e ora sarà adibita al trasporto passeggeri. L’inaugurazione sembra un'ideale staffetta proprio con Alitalia, che aveva operato il primo volo per il JFK nel 1960.

Anche Ryanair ha deciso di investire su Malpensa per la stagione estiva, con circa 170 milioni di euro e altri due aeromobili in aggiunti ai 5 già basati nello scalo varesino, così da coprire in totale una trentina di rotte (le 4 nuove sono Barcellona, Corfù, Santorini e Zante). Easyjet, che quest’anno festeggia i 15 anni di operatività a Malpensa, ha deciso invece di potenziare il suo centro di addestramento equipaggi, unico in Europa. (riproduzione riservata) - Milano Finanza
AHO-BLQ-BGY-CAG-DUB-FCO-GOA-GRO-KBP-LIN-MXP-MUC-OLB-PMF-PSA-STN-TBS-TPS-TRN-TRS-TSF-VCE

A Milén si va a Linate per i nazionali, a Bergamo per gli internazionali e a Malpensa per gli intercontinentali e i charter


Torna a “COMPAGNIE ITALIANE”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti