Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pista)

le news dal "Città di Milano"
KL63
Messaggi: 2522
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda KL63 » mar 10 nov 2015, 23:42:57

apparentemente hanno mantenuto anche la previsione di abbattere gli edifici del catering ad est dell'hangar per creare lo spazio per una doppia fila di spazi di sosta per aeromobili fra i quali potrebbe starci un piccolo satellite lineare. quello che mi lascia perplesso è che vengono delineati zone per uffici e magazzini nei pressi del t2, l'area manutenzione viene confermata così come le modifiche accanto alla w di cui parlavi, quindi in sostanza il master plan è definito, me nessun miglioramento dei terminal, nemmeno del t2 che l'anno prossimo od il successivo raggiungerà la saturazione

Avatar utente
mxp98
Moderatore
Messaggi: 6946
Iscritto il: sab 06 ott 2007, 14:23:03
Località: between indav and farak

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda mxp98 » mer 11 nov 2015, 06:40:49

Infatti al momento per il T2 si parla solo di restyling in collaborazione con EZY ma non di ampliamento.
Marco
Linate è comodo però Malpensa è utile
The engine is the heart of an airplane but the pilot is its soul.

MUSICA
Messaggi: 3971
Iscritto il: mar 24 nov 2009, 14:34:11

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda MUSICA » mer 11 nov 2015, 09:37:32

Problema principale è la conferma che Linate non viene toccato...quindi vai vettori non solo non incrementano ma potrebbero anche "retrocedere".

Queste affermazioni sono di fatto un allontanamento da quei vettori extra europei che ancora speravano in un ridimensionamento di Linate per aggiungere voli LR importanti entro 2-3 anni. In questo modo ci diciamo addio a tanti potenziali scali rilevanti.

Ambire a 23 milioni in 5 anni mi sembra deprimente ed umiliante. Non so quanto la politica si renda minimamente conto di quanti potenziali soldi e sviluppo stiamo buttando. Senza parlare dei fessi che brindano per il freno allo sviluppo. L'Italia conferma di non avanzare per tarli ideologici seminati 40-50 anni orsono.

Positivo il satellite vicino all'hangar sperando sia collegato in sotterranea al T1...come abbiamo tanti di noi auspicato da anni... anche se come opera ancillare e non "fondamentale". Ora diventerà forse "l'investimento" dei prossimi anni.

Boh... mi auguro che l'arabo che vuole B Panorama non incontri altri ostacoli (a Roma e altrove) e dopo le fesserie di 24 AW applichi i progetti inclusi i 3-4 ATR di alimentazione e qualche volo di linea su destinazioni vacanze...sarebbe un piccolo passo. Diventano fondamentali i collegamenti via terra/ferro....questi se ben gestiti potrebbero portare ben oltre i 23 milioni in 5 anni.

Ora sta a SEA spingere giocando con quanto ha. E secondo me ce n'è comunque. E, paradossalmente si "fermi" lo sviluppo di Easy al T2. Servono voli al T1.

FlyCX
Messaggi: 4919
Iscritto il: gio 15 nov 2007, 15:57:33

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda FlyCX » mer 11 nov 2015, 09:43:38

MUSICA ha scritto:...
Positivo il satellite vicino all'hangar sperando sia collegato in sotterranea al T1...come abbiamo tanti di noi auspicato da anni... anche se come opera ancillare e non "fondamentale". Ora diventerà forse "l'investimento" dei prossimi anni.
...

Io sulla cartina allegata proprio non lo vedo.
“È bastato che O’Leary prevedesse il fallimento della nostra compagnia, che, da quel momento, è aumentato il nostro fatturato” il soggetto non è Alitalia ma Lufthansa

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12503
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015

Messaggio da leggereda malpensante » mer 11 nov 2015, 10:11:38

AeroportiLombardi ha scritto:la Presentazione è disponibile QUI

I numeri della presentazione sono abbastanza impietosi, ma l'analisi del sistema aeroportuale lombardo è anche più drammatica nei confronti di Malpensa. Rispetto a quanto si poteva ipotizzare nel 2000 vediamo che invece:

  1. non c'è l'hub Alitalia con il suo traffico di transito (6 mln pax con un vettore in coma)
  2. Linate ha 9 milioni di passeggeri, nonostante ne abbia persi 1,5 mln per Fiumicino
  3. Orio ha 9 milioni di passeggeri più di allora

Non si fatica ad arrivare a 25 milioni di passeggeri mancanti e un hub carrier decente ne avrebbe portati almeno altri 5 in transito. Se Malpensa fosse l'unico aeroporto lombardo, hub di un vettore decente, avrebbe oggi 45-50 milioni di passeggeri, ma a fine 2015 probabilmente ne conteremo soltanto 18,8 mln

Gli interventi sulle piste porteranno ad una capacità massima di 83 movimenti orari usando la 35R per i decolli e la 35L per gli atterraggi, mediamente 78/h con l'alternanza, per un totale di 340.000 movimenti annui. Nel 2014 sono stati circa 163.000, la terza pista ne permetterebbe 480.000, il triplo degli attuali.

Senza hub e a Linate aperto è difficile pensare che sia sensato spendere 150 milioni di euro per costruire la terza pista adesso. Tra l'altro la costruzione imporrebbe di alzare nominalmente le tasse aeroportuali, cosa che non entusiasma i vettori low cost da cui verrà il massimo della crescita di Malpensa nel breve periodo. Insomma, non pensate che easyJet, Ryanair o Vueling abbiano voglia di pagare per la terza pista.
And Malpensa is going to be our Hub

hkg
Messaggi: 672
Iscritto il: dom 22 ago 2010, 18:44:21

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda hkg » mer 11 nov 2015, 12:55:00

Da 163000 a 340000 movimenti /anno in 15 anni, ma quali compagnie???
MXP,CTA,LIN,CGD,VIE,AHO,CAG,OLB,KBP,TLL,LED,SVO,JFK,MBA,BKK,HKT,DPS,BLQ,SIN,TUN,BGY,LXR, PMV,DXB,TPE,HKG,KBV,AMM,UTH,LPQ,CNX,BWN,LBU,KCH,MYY,MNL,CRK,DOH,VLC,CGN,BCN,BUD,PRGAUH,CGK,JOG,KUL,TXL,LIS,STR,KIX,NRT,IST,HAM,CPH,KIV,PEK,SVQ,MCT,CPT,MJT,AGP,JKH,OPO,LXS,SKG,MAD

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12503
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda malpensante » mer 11 nov 2015, 13:49:54

340.000 movimenti annui non sono quelli previsti, ma quelli tecnicamente possibili.
And Malpensa is going to be our Hub

Avatar utente
mxp98
Moderatore
Messaggi: 6946
Iscritto il: sab 06 ott 2007, 14:23:03
Località: between indav and farak

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda mxp98 » mer 11 nov 2015, 14:59:17

"Il Piave mormorava calmo e placido il passaggio dei primi fanti il 24 maggio....."
Buona lettura:



“Perchè Malpensa non può crescere dentro ai suoi confini?”
L'associazione Viva Via Gaggio critica il piano Sea: "ogni espansione verso sud dell’attuale sedime non può trovarci d’accordo. Vincolano terreni oggi, per fare la terza pista domani"

Il commento di Viva Via Gaggio al nuovo masterplan Malpensa presentato da Sea. Viva Via Gaggio è un’associazione locale nata per difendere i boschi e le brughiere dell’area del Gaggio, tra Lonate Pozzolo e il fiume Ticino: lo slogan “viva Malpensa fino a via Molinelli, di lì in poi viva Via Gaggio” – sottolinea l’associazione – è ritornato attuale, perché il nuovo piano prevede ancora una espansione oltre via Molinelli (la strada provinciale che verrebbe anche deviata). Di seguito il testo integrale
La stampa lo aveva già annunciato qualche mese fa, alcune indiscrezioni erano apparse nelle scorse settimane. L’altro ieri, lunedì 9 Novembre, SEA ha incontrato i sindaci del territorio per presentare loro la “metodologia, le analisi preliminari e le linee guida del masterplan di sviluppo dell’aeroporto di Malpensa”

Nelle settimane passate i giornali locali avevano già accennato al fatto che la Terza Pista fosse sparita dal Master Plan. E’ vero, nelle linee guida del nuovo Master Plan si legge nero su bianco che detto sviluppo ora non prevede la terza pista. Questo ovviamente non vuol dire che il progetto sia stato cancellato per sempre.
Il presente Master Plan presenta delle migliorie (basate su un criterio di efficienza che abbiamo da sempre richiesto), le quali di fatto velocizzeranno le operazioni a terra di movimentazione degli aerei.
Gli interventi interni al sedime attuale sono sicuramente positivi, ma purtroppo non finisce così.
Nel nuovo piano sono previsti anche sviluppi in direzione sud-ovest con l’espansione di circa 90 ettari, che verranno utilizzati presumibilmente per costruire una serie di capannoni per la logisitica in continuità con i capannoni oggi già esistenti nella Cargo City.
Se è vero che rispetto al vecchio Master Plan ora si programma un’espansione di “solo” 90 ettari rispetto ai precedenti 433, è anche vero che questo ampliamento, come si può vedere dall’immagine qui sotto, avrà comunque la fatale conseguenza di cancellare in maniera definitiva e irreversibile l’habitat della brughiera.
A margine di questa zona inoltre, si pianifica di costruire anche la prosecuzione della Via Molinelli che verrà necessariamente interrotta dalla nuova area di sviluppo.
A questo punto dobbiamo e vogliamo essere chiari: qualsiasi ipotesi di potenziamento che preveda l’espansione verso sud dell’attuale sedime aeroportuale non può trovarci d’accordo, proprio perchè inevitabilmente comporterà la distruzione dell’habitat della nostra Brughiera.
Possibile che all’interno dell’attuale sedime aeroportuale non possano essere trovati 60/90 ettari dove poter installare questi capannoni? La zona Cargo non si potrebbe sviluppare verso il tracciato della S.S. 336 senza dover espandere il sedime attuale?
Forse non è possibile perchè SEA ha vincolato questa zona per poter realizzare in futuro la Terza Pista, qualora credesse che ce ne fosse bisogno, magari dopo il 203o.
L’intenzione di SEA, come si evince da questo filmato, è quella di ripartire con l’iter autorizzativo nel 2016. Prima di arrivare a questo obiettivo vorrebbero discutere e confrontarsi con il territorio per condividere il progetto di sviluppo aeroportuale.
Ci permettiamo quindi di porre alcune semplici domande, non avendo ancora avuto tutta la documentazione e in attesa di capire se e in che modo verremo coinvolti nella discussione dei prossimi mesi:
Non esistono zone all’interno del sedime aeroportuale per realizzare i capannoni che si vorrebbero realizzare negli ettari di espansione?
Come mai non si è pensato di ri-usare una parte delle zone delocalizzate di Lonate, Ferno e Somma per insediare questi capannoni?
Ci teniamo inoltre a ribadire che non siamo e non siamo mai stati contrari ad un potenziamento dell’aeroporto, ma questo deve assolutamente avvenire nel rispetto delle normative ambientali e salvaguardando la peculiarità del nostro territorio.
Per garantire la qualità della vita di oggi e delle generazioni future è fondamentale che l’aeroporto diventi “compatibile” con l’ambiente circostante e non viceversa.
In questi giorni abbiamo chiesto al nostro Sindaco di riceverci per conoscere le sue impressioni sull’incontro, visto che lui era presente e quali potrebbero essere le sinergie per lavorare insieme.
Chiederemo un incontro formale anche a SEA.
Ultima considerazione, dal ritiro del vecchio Master Plan ad oggi non ci siamo mai fermati. Abbiamo continuato a riversare in altri progetti di valorizzazione e tutela della Via Gaggio e della Brughiera le nostre energie. Dallo scorso lunedì abbiamo ricominciato anche ad occuparci di questa possibile minaccia.
E la Via Molinelli è ritornata ad essere la nostra linea del Piave.
http://www.varesenews.it/2015/11/perche ... ni/416960/
Marco
Linate è comodo però Malpensa è utile
The engine is the heart of an airplane but the pilot is its soul.

Avatar utente
belumosi
Messaggi: 2744
Iscritto il: mer 24 giu 2009, 01:11:11

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015

Messaggio da leggereda belumosi » mer 11 nov 2015, 17:05:11

malpensante ha scritto:
AeroportiLombardi ha scritto:la Presentazione è disponibile QUI

I numeri della presentazione sono abbastanza impietosi, ma l'analisi del sistema aeroportuale lombardo è anche più drammatica nei confronti di Malpensa. Rispetto a quanto si poteva ipotizzare nel 2000 vediamo che invece:

  1. non c'è l'hub Alitalia con il suo traffico di transito (6 mln pax con un vettore in coma)
  2. Linate ha 9 milioni di passeggeri, nonostante ne abbia persi 1,5 mln per Fiumicino
  3. Orio ha 9 milioni di passeggeri più di allora

Non si fatica ad arrivare a 25 milioni di passeggeri mancanti e un hub carrier decente ne avrebbe portati almeno altri 5 in transito. Se Malpensa fosse l'unico aeroporto lombardo, hub di un vettore decente, avrebbe oggi 45-50 milioni di passeggeri, ma a fine 2015 probabilmente ne conteremo soltanto 18,8 mln

Gli interventi sulle piste porteranno ad una capacità massima di 83 movimenti orari usando la 35R per i decolli e la 35L per gli atterraggi, mediamente 78/h con l'alternanza, per un totale di 340.000 movimenti annui. Nel 2014 sono stati circa 163.000, la terza pista ne permetterebbe 480.000, il triplo degli attuali.

Senza hub e a Linate aperto è difficile pensare che sia sensato spendere 150 milioni di euro per costruire la terza pista adesso. Tra l'altro la costruzione imporrebbe di alzare nominalmente le tasse aeroportuali, cosa che non entusiasma i vettori low cost da cui verrà il massimo della crescita di Malpensa nel breve periodo. Insomma, non pensate che easyJet, Ryanair o Vueling abbiano voglia di pagare per la terza pista.

Analisi concreta e misurata. Quoto.

Avatar utente
AeroportiLombardi
Messaggi: 462
Iscritto il: mer 25 nov 2009, 18:37:05

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda AeroportiLombardi » mer 11 nov 2015, 19:38:26

Malpensa nuovo masterplan 2015, la nostra opinione

Il progetto del nuovo Masterplan parte dalla corretta e amara constatazione che i precedenti volumi di crescita sono per ora pura fantasia e lo rimarranno anche per i prossimi anni con tutte le ricadute economiche e lavorative sull’indotto aeroportuale (oltre 6000 posti di lavoro persi dopo il 2007 col de hubbing). Purtroppo si mette una pietra sui sogni di gloria di “Malpensa hub” e si ragiona sul presente e futuro prossimo ovvero su un aeroporto con traffico point to point con una mediocre dotazione di voli lungo raggio che si accostano a una ottima presenza di voli a medio raggio in buona parte operati dalle low cost che prima o poi faranno sia voli intercontinentali sia transiti; del resto non si può pretendere di più senza una forte compagnia tradizionale basata con l’aggiunta della guerra fratricida di Linate ormai liberalizzato nei voli UE che alimenta hub stranieri.

Le attuali infrastrutture di terminal possono già soddisfare più del doppio dei passeggeri attuali (almeno 45 milioni senza alcun intervento) così come le attuali 2 piste di volo possono reggere il raddoppio dei movimenti senza affanni eccetto nei punti di picco.
Con le modiche sui raccordi per la costruzione di uscire veloci mancanti e la predisposizione sulla pista 35 destra di ulteriori punti attesa per il decollo si dovrebbe riuscire ad aumentare i movimenti senza eccessive conseguenze sulla puntualità dei decollo e atterraggi (finalmente dopo 17 anni dalla grande Malpensa!). Interventi che a prescindere dal succedersi dei vari Masterplan assumono anche una valenza migliorativa essenziale per i movimenti a terra, a tutto beneficio di minor consumo carburante, minor rumore, scusate se è poco…

Giustamente il traffico cargo nella zona più industrializzata e ricca del Paese tira così dopo cargo City 2 ormai in corso di realizzazione è bene iniziare a pensare a eventuali sviluppi con nuovi magazzini e piazzole: sarebbe assurdo non pensarci.
A tal proposito occorre precisare che i voli full cargo non sono brutti, sporchi e cattivi come li etichetta qualche sindaco ma al contrario sono ormai aerei moderni con una efficienza in termini di consumi, rumore e inquinamento assai bassi al pari dei voli passeggeri: nel caso di Malpensa spesso sono aerei di ultimissima generazione, come paragonare le auto Euro 2 alle Euro 5… Anche sul rumore si possono dormire sonni tranquilli: sono lontani i tempi dei circa 20 Md80 basati, sono un ricordo storico con buona pace di tutti per cui anche un ritorno ai volumi di movimenti aerei prossimi ai 800 movimenti non deve incutere paura perché sono senz’altro più silenziosi e meno inquinanti dei velivoli usati anche solo 8 anni fa.

Come Associazione Aeroporti Lombardi seguiremo da vicino i progetti e il lavoro del nuovo Masterplan dando come sempre ulteriori contributi da parte dei nostri esperti nella fase di apertura agli stake holders fortemente voluta dal Presidente Modiano.

Associazione Aeroportilombardi

- See more at: http://www.mxpairport.it/index.php?id=900

Tutti i masterplan di MXP in 60 anni di traversie
http://www.mxpairport.it/index.php?id=902
La voce ufficiale del portale Aeroporti Lombardi, visita il sito www.aeroportilombardi.it
mail to: aeroportilombardi @ virgilio.it - senza spazi -
ImmagineImmagineImmagine

KL63
Messaggi: 2522
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Aggiornamenti Malpensa Express e ipotesi collegamenti

Messaggio da leggereda KL63 » gio 12 nov 2015, 15:19:37

Veramente non c'è nulla in questo "master plan".
Mi ricordo quasi con certezza che le uscite veloci dalla 35l e dalla 17 l erano già previste nel masterplan di Malpensa 2000. Quindi non sono novità nemmeno quelle. Questa sera a casa tiro fuori i vecchi disegni, li scansiono e li posto. Attuano ciò che era già previsto. Hanno fatto in più solo il raccordo H ed in meno due satelliti.

Avatar utente
mxp98
Moderatore
Messaggi: 6946
Iscritto il: sab 06 ott 2007, 14:23:03
Località: between indav and farak

Re: Aggiornamenti Malpensa Express e ipotesi collegamenti

Messaggio da leggereda mxp98 » gio 12 nov 2015, 15:33:19

Che non ci sia nulla sono d'accordo con te ma se non erro nel vecchio MP del 2000/1 l'unico raccordo presente allora e ripreso oggi è quello in uscita dalla 17L. I due sulla 35 L così come lo sdoppiamento del CA 35R per me sono nuovi.
Marco
Linate è comodo però Malpensa è utile
The engine is the heart of an airplane but the pilot is its soul.

easyMXP
Messaggi: 4187
Iscritto il: mer 20 ago 2008, 16:00:52

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda easyMXP » gio 12 nov 2015, 21:13:01

Vabbe' stiamo parlando di due raccordi di qualche centinaio di metri in totale.
Niente al T2, niente molo con jetbridge aggiuntivi al T1 (nonostante quelli attuali saranno scarsi con la crescita prevista), niente di niente. Chiamarlo masterplan al 2030 è come definire falco un canarino.

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25614
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda I-Alex » gio 12 nov 2015, 21:55:34

easyMXP ha scritto:Vabbe' stiamo parlando di due raccordi di qualche centinaio di metri in totale.
Niente al T2, niente molo con jetbridge aggiuntivi al T1 (nonostante quelli attuali saranno scarsi con la crescita prevista), niente di niente. Chiamarlo masterplan al 2030 è come definire falco un canarino.


ma infatti bisognerebbe aspettare tra un anno quando sarà pronto e definitivo, secondo me qualcosa al T2 e al T1 è previsto seppur ridimensionato rispetto al molo centrale.
Questa qui è solo l'inizio del progetto
Malpensa airport user

KL63
Messaggi: 2522
Iscritto il: lun 12 mag 2008, 22:52:29
Località: Milano

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda KL63 » gio 12 nov 2015, 22:24:19

l'uscita veloce era prevista solo dalla 17 L,
uscita veloce.jpg
però .... sono un genio :cool2: ! saranno stati almeno 15 anni che non aprivo queste tavole che sono del 1985, e che ci trovo disegnato di mio pugno? la terza pista esattamente dove l'hanno prevista... altro che Mitre :green:
terza pista.jpg
! Le faccio io le consulenze per SEA, satellite centrale, terza pista... SEA costo la metà del Mitre! vIeni da me :annuncio:
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

kco
Messaggi: 4465
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda kco » ven 13 nov 2015, 08:33:50

Se u2 vorra veramente fare transiti in qualche forma da qui al 2030 allora dovranno pur pensare all impatto sul T2 e sistemi di comunicazione air side fra i terminal.

Inviato dal mio GT-S7582 utilizzando Tapatalk

robix
Messaggi: 1588
Iscritto il: mer 13 nov 2013, 12:30:35

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda robix » ven 13 nov 2015, 09:31:33

kco ha scritto:Se u2 vorra veramente fare transiti in qualche forma da qui al 2030 allora dovranno pur pensare all impatto sul T2 e sistemi di comunicazione air side fra i terminal.

Temo che nel caso il sistema di comunicazione sarebbe semplicemente un bus airside (che sia almeno frequente).

Avatar utente
malpensante
Messaggi: 12503
Iscritto il: mar 20 nov 2007, 18:05:14
Località: Milano

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda malpensante » ven 13 nov 2015, 12:18:49

Tutte le low cost faranno transiti nel 2030.
And Malpensa is going to be our Hub

Avatar utente
hal
Site Admin
Messaggi: 8133
Iscritto il: gio 04 ott 2007, 21:13:47
Località: MXP

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda hal » sab 14 nov 2015, 13:50:27

Della serie: Parlano di noi.

Articolo di Gabriele Ceresa Prealpina di oggi 14/11/2015

Masterplan punta sulle merci il cargo non è brutto e cattivo


Masterplan punta sulle merci il cargo non è brutto e cattivo Aeroporti Lombardi sostiene il sì nel dibattito sul piano di sviluppo MALPENSA - L'espansione della Cargo city di ulteriori 60 ettari, inserita nelle linee guida del nuovo Masterplan presentate da Sea lunedì scorso, è uno dei punti più critici del piano industriale di Malpensa e sarà sicuramente uno dei maggiori terreni di scontro con i sindaci del territorio nei prossimi mesi. Non sono i 433 ettari del vecchio Masterplan, ma sono pur sempre 60. Sea però potrà contare su un alleato in più. E' Aeroporti Lombardi, un'associazione di appassionati di aviazione e in particolare di tutto ciò che succede in brughiera. Il loro peso negli ultimi anni è aumentato considerevolmente, tanto che il loro sito non è più soltanto una piattaforma di nicchia per spotter e nerd internauti, ma è diventato un vero punto di riferimento di informazione e discussione per migliaia di lavoratori aeroportuali e di abitanti dell'intorno. Sono ormai noti a tutti gli effetti degli stakeholder di peso, e come tali non hanno paura a dire la loro, ovvero che «sarebbe assurdo non pensare ora» a un futuro ampliamento della zona aeroportuale dedicata al settore merci. «Giustamente il traffico cargo nella zona più industrializzata e ricca del Paese tira», scrivono in una nota di commento sul Masterplan. «E così, dopo Cargo city 2 ormai in corso di realizzazione (dove troverà casa Fedex nel 2016, ndr) è bene iniziare a pensare a eventuali sviluppi con nuovi magazzini e piazzole». L'associazione, presieduta da Roger Zanesco con a fianco Alessandro Quaglia, invita le amministrazioni locali a non alzare le barricate a priori, così come emerso nelle primissime dichiarazioni di commento sul nuovo Piano industriale di Sea. Nell'anno di trattative che il gestore aeroportuale ha concesso al territorio tra la presentazione delle linee guida (avvenuta lunedì scorso) e la consegna della bozza definitiva del Masterplan alle commissioni di valutazione (prevista entro novembre 2016), Aeroporti Lombardi chiede agli amministratori di valutare l'ampliamento della Cargo city senza paraocchi. «I voli full cargo non sono brutti, sporchi e cattivi come li etichetta qualche sindaco», spiegano Zanesco e soci. «Al contrario sono ormai aerei moderni con una efficienza in termini di consumi, rumore e inquinamento assai bassi, al pari dei voli passeggeri. E anche sul rumore possono dormire sonni tranquilli: sono lontani i tempi dei venti Md80 basati in brughiera, sono un ricordo storico con buona pace di tutti. Per cui anche un ritorno ai volumi di movimenti aerei prossimi agli 800 non deve incutere paura, perché le flotte attuali sono più silenziose e meno inquinanti dei velivoli usati anche solo otto anni fa». I malpensisti convinti di Aeroporti Lombardi commentano infine con sano realismo l'accantonamento della terza pista: «Le attuali infrastrutture di terminal possono già soddisfare più del doppio dei passeggeri attuali, così come le due piste possono reggere il raddoppio dei movimenti senza affanni, eccetto nei punti di picco. Le previste modifiche ai raccordi e agli svincoli avranno valenza migliorativa per i movimenti a terra».
Gabriele Ceresa

Il maggior nemico della conoscenza non è l’ignoranza,
è la presunzione della conoscenza.


Stephen Hawking

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 25614
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda I-Alex » mar 17 nov 2015, 12:51:18

Non tarda la risposta del Sindaco di Somma

Immagine
Malpensa airport user

romaneeconti
Messaggi: 1987
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda romaneeconti » mar 17 nov 2015, 13:28:19

....solo in Italia abbiamo consentito un "potere" in materia ai Sindaci dei Comuni che in qualunque altra parte d'Europa non e' consentito. Sarebbe ora di far decidere a Chi "e' preposto" e smetterla di dar retta ogni volta ai continui lamenti degli Amministratori locali...ecco perché l'Italia e' il Paese delle lungaggini...

S62
Messaggi: 659
Iscritto il: gio 20 nov 2008, 08:59:59

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda S62 » mar 17 nov 2015, 13:42:02

MAH.... mi sembra che il peso al decollo sia per cargo che per passeggeri abbia un limite massimo e che spesso per sopperire a tratte molto lunghe dove devono imbarcare più carburante e meno merce si preferisca una tratta più breve per aumentare le tonnellate imbarcate ma sempre di quel peso si parla. idem con i passeggeri, la stiva non contiene solo valigie ma anche tanto cargo specie negli intercontinentali.
quante ananas e aragoste arrivano da santo domingo o dal bacino dei caraibi? è sempre peso che si carica in stiva!!! ora ho fatto un esempio con un materiale deperibile che ho visivamente visto caricare/scaricare da un 767.

ovvio poi se mi si dice che un 747 cargo è più grosso e pesante di un A-318 e inquina di più in fase di decollo e crociera... beh inutile anche parlarne.

dovremmo mettere tutti cessna o similari max 4 posti così non inquinano troppo.


trovata tabella per i vari tipi di aerei commerciali in produzione con peso massimo al decollo MTOW
si in effetti tra l'A-380 e A-380F c'è una differenza di 36 tonnellate, ma al momento non ho ancora visto un A380F in circolazione, tutti gli altri sono uguali come peso max al decollo.
https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_airliners_by_maximum_takeoff_weight


ma se facessero una tangenziale dalla rotonda del tiro a segno fino a via Giusti zona industriale quanto meno smog e traffico subirebbero i cittadini di Somma Lombardo?? aspetto che mi risponda a questo punto!

Avatar utente
mxp98
Moderatore
Messaggi: 6946
Iscritto il: sab 06 ott 2007, 14:23:03
Località: between indav and farak

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda mxp98 » mar 17 nov 2015, 13:56:32

Varrebbe la pena far riascoltare al sindaco il rumore di Md11 B742 ed Md80 che decollavano su Somma 15 anni fà. Forse è passato tanto tempo e la memoria è un pò cortina.
Marco
Linate è comodo però Malpensa è utile
The engine is the heart of an airplane but the pilot is its soul.

romaneeconti
Messaggi: 1987
Iscritto il: sab 12 set 2015, 00:14:48

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda romaneeconti » mar 17 nov 2015, 14:57:01

Quoto.

kco
Messaggi: 4465
Iscritto il: sab 05 gen 2008, 09:01:18

Re: Malpensa: progetto nuovo Masterplan 2015 (senza terza pi

Messaggio da leggereda kco » mar 17 nov 2015, 16:15:08

Per avere meno rumore gli consiglio la terza pista :-)

Inviato dal mio GT-S7582 utilizzando Tapatalk


Torna a “NOVITA'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 25 ospiti