Malpensa: principali dati 1° semestre 2011

le news dal "Città di Milano"
Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26644
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Malpensa: principali dati 1° semestre 2011

Messaggio da leggereda I-Alex » mar 08 nov 2011, 21:55:35

Milano Malpensa

A fine giugno 2011 a Malpensa si è registrata una crescita del 5,7% del traffico passeggeri, pari a
circa 500 mila in più rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Tale incremento è
stato sostenuto dall’aumento di attività dei principali vettori operanti sullo scalo, con easyJet
cresciuta di quasi 300 mila passeggeri, il Gruppo Lufthansa di oltre 130 mila, Neos di più di 37
mila, e il gruppo Alitalia di quasi 19 mila (prevalentemente attraverso il marchio Airone).
Nel corso del primo semestre del 2011 Malpensa ha registrato un significativo aumento del traffico
passeggeri da e verso i paesi BRIC (Brasile, Russia, India e Cina), che rappresentano oltre il 40%
della popolazione mondiale e che sono collegati a Milano almeno con un volo giornaliero. Lungo
tali direttrici di traffico i passeggeri serviti da Malpensa hanno registrato un incremento del 22,3%,
nonostante le penalizzazioni derivanti dalla sospensione dell’attività di Livingston (vettore charter,
con rotte anche verso il Brasile, non operativo dalla seconda metà del 2010) e dalla cancellazione
del volo Alitalia per San Paolo (da marzo 2010).
Nel semestre a Malpensa si conferma la presenza di tutte le principali alleanze internazionali di
vettori: a fine giugno 2011 Star Alliance rappresenta il 24,3% dei passeggeri, Skyteam il 15,8% e
Oneworld il 5%.
Di seguito si riporta un’analisi dell’andamento del traffico suddivisa fra i due terminal dello scalo.

Milano Malpensa 1
L’incremento di oltre 210 mila passeggeri sul Terminal 1 (+3,3% rispetto al primo semestre del
2010) è stato sostenuto dai seguenti fattori:
- l’ingresso di nuovi vettori internazionali: Transavia (operante su Amsterdam) e Gulf Air (4 voli
settimanali sul Bahrein) divenuto operativo a seguito della positiva revisione del relativo
accordo bilaterale nel 2010;
- l’incremento di attività delle compagnie aeree già presenti. In particolare fra i vettori che hanno
aumentato le proprie frequenze si segnalano:
o Delta Airlines, da 5 a 7 voli settimanali per Atlanta;
o Thai Airways, un volo in più a settimana per Bangkok;
o Etihad Airways, 2 frequenze settimanali in più verso Abu Dhabi;
o gruppo Alitalia, che ha introdotto un collegamento settimanale aggiuntivo con New York e
ha iniziato a operare due collegamenti settimanali con Corfù;
o Air China che, a seguito della revisione del relativo accordo bilaterale, ha introdotto una
nuova destinazione (un volo tri-settimanale verso Pechino).
Gli effetti positivi della crescita delle attività di tali vettori sono stati parzialmente ridotti dalla
sospensione dell’attività, nella seconda metà del 2010, di Livingston (circa 180 mila passeggeri in
meno nei primi sei mesi del 2011) e della giapponese JAL impegnata in un difficile piano di
risanamento (- 62 mila passeggeri), nonché dalla contrazione del traffico derivante dalle tensioni
geopolitiche dell’Africa mediterranea (che ha determinato una diminuzione di circa 210 mila
passeggeri).

Il recupero di traffico registrato su Milano Malpensa 1 è stato sostenuto dalla crescita dei
passeggeri verso le destinazioni dell’area Schengen (+8,5%) che ha più che compensato la
contrazione del traffico sulle direttrici extra Schengen (-2,9%), maggiormente penalizzate dalle
vicende nord africane e giapponesi, e dalla riduzione dei collegamenti verso l’America Latina (in
assenza di tali fenomeni il traffico verso le destinazioni extra Schengen avrebbe registrato un
incremento del 7,4%).
Le direttrici intercontinentali che, nel primo semestre 2011, hanno registrato gli incrementi di
traffico più significativi sono l’Estremo Oriente (+20,2%) e il Nord America (+18,7%), come di
seguito evidenziato

Immagine

L’andamento del traffico sulle rotte intercontinentali riportato nel precedente grafico non esprime la
totalità del traffico generato da Milano Malpensa 1 lungo tali direttrici, in quanto una parte
significativa dei passeggeri con destinazione Europa, prosegue poi verso destinazioni
intercontinentali, soprattutto dell’Estremo Oriente, del Nord e Sud America (che si attesterebbero
rispettivamente al 43,8%, al 18,1% e al 19,5% del totale del traffico intercontinentale),
confermando la centralità di Milano Malpensa per le rotte verso le aree a maggiore sviluppo
economico internazionale e la capacità di attrarre un traffico originante di qualità particolarmente
elevata.

Milano Malpensa 2
Nel corso del primo semestre del 2011 Milano Malpensa 2 ha servito oltre 2,7 milioni di passeggeri
(+12,0% rispetto al corrispondente periodo del 2010), sostenuto dalla significativa crescita del
traffico verso le destinazioni Schengen (+14,1%) e da quella più contenuta registrata sulle rotte
extra Schengen (+1,4%), attraverso l’attività di easyJet, vettore di riferimento dello scalo che, nel
periodo, ha registrato un incremento di passeggeri del 12,4% (+ 300 mila), con significative crescite
verso tutte le destinazioni, e in particolare Barcellona (+37 mila passeggeri), Catania (+27 mila),
Parigi (+25 mila), Roma (+23 mila) e Berlino (+23 mila).
L’incremento di attività di easyJet, che nel primo semestre del 2010 aveva subito gli effetti della
nube di cenere vulcanica islandese per le relative pesanti conseguenze sugli scali londinesi,
conferma il ruolo di Milano Malpensa 2 quale principale base del vettore per l’Europa continentale,
rappresentando il 29,5% del traffico passeggeri dell’aeroporto di Milano Malpensa.

Immagine


Merci
Nel corso del primo semestre del 2011 il traffico merci gestito dagli aeroporti di Malpensa e Linate
ha registrato una delle maggiori crescite a livello europeo (+11,3%), confermando l’importanza
della forte presenza di vettori del Medio ed Estremo Oriente a Malpensa, che rappresentano circa il
54% del traffico merci dello scalo. La particolare composizione geografica di tali vettori ha
consentito a Malpensa anche di limitare gli effetti della contrazione del traffico cargo derivante
dagli eventi giapponesi, che hanno impattato negativamente sui traffici merci mondiali.
Tale buona performance (233 mila tonnellate a fine giugno 2011) ha confermato il ruolo di SEA, e
di Malpensa in particolare, quale leader nella gestione del traffico merci via aerea in Italia: nel
primo semestre del 2011, negli scali di Malpensa e Linate è stato gestito circa il 49,2% della merce
trasportata via aerea in Italia.

Milano Malpensa
La significativa crescita dei vettori operanti sullo scalo, che nel primo semestre del 2011 hanno
trasportato circa 23 mila tonnellate di merce in più rispetto al corrispondente periodo del 2010, ha
consentito a Malpensa di registrare un incremento dell’11,4%, del traffico cargo, registrando buone
performance sia nel segmento all cargo (+13%), che rappresenta oltre il 73% del traffico merci dello
scalo, sia in quello dei voli misti (+7,2%).
Tale risultato, che conferma l’interesse dei primari vettori all cargo internazionali per lo scalo, è
stato sostenuto dalla crescita sia del comparto export (+16,6%) che da quello import (che ha
evidenziato un incremento più contenuto, pari al 5,6%).
Nel primo semestre del 2011, la forte attrattività di Malpensa quale scalo merci, la politica di
sviluppo di nuove rotte e frequenze attuata dal Gruppo SEA anche in tale segmento di attività,
nonché la prosecuzione delle attività di revisione degli accordi bilaterali, hanno portato:
· all’ingresso di due nuovi vettori all cargo: Jade Cargo e Silk Way, che hanno iniziato ad operare
rispettivamente due collegamenti settimanali verso Shanghai (da inizio maggio) e un volo a
settimana verso Baku (dalla fine dello stesso mese);
· all’incremento delle frequenze operate da Cargoitalia sulle direttrici Milano-New York-Atlanta
(un volo in più a settimana) e Milano-Shanghai (da due a tre voli settimanali);
· al raddoppio dei voli settimanali da parte di Saudi Arabian sulla tratta Milano-Jeddah-Riad.
Nei primi sei mesi del 2011, fra le compagnie aeree che hanno registrato le crescite più significative
nell’area cargo, si segnalano: Cargoitalia (+52,4%), Korean Air (+19,1%), China Cargo Airlines
(+86,5%) e Federal Express (+7,7%).

Immagine


Nel grafico seguente è riportato il traffico merci servito da Malpensa per aree di destinazione ed
evidenzia andamenti in crescita sulle rotte verso l’Estremo Oriente (+30,5% pari a circa 23 mila
tonnellate aggiuntive), il Nord America (+14,3% pari a circa 3 mila tonnellate in più) e il Medio
Oriente (+4,8% per circa 1,6 mila tonnellate aggiuntive). In particolare fra le destinazioni che, nei
primi sei mesi del 2011, hanno registrato i maggiori aumenti di traffico si segnalano: Shanghai
(+83,6% pari a oltre 10,5 mila tonnellate in più), Seoul (+40,5% per più di 6,2 mila tonnellate
aggiuntive) e Nuova Delhi (circa 4 mila tonnellate in più).

Immagine


Revisione degli accordi bilaterali nel primo semestre 2011

Nel corso del primo semestre del 2011, il Gruppo SEA, nell’ambito delle proprie strategie per
incrementare il traffico sugli scali di Milano Malpensa e Milano Linate, ha confermato l’impegno
per favorire la definizione e revisione di alcuni accordi bilaterali che regolano l’accesso al mercato
internazionale extra UE del trasporto aereo sulla base di specifiche intese fra gli stati.
Grazie all’impegno profuso dal Gruppo SEA, e all’interesse che lo scalo di Milano Malpensa
suscita in molteplici vettori, nel periodo sono stati sottoscritti accordi aeronautici fra l’Italia e
Ucraina, Israele, India, Hong Kong, Cina ed Arabia Saudita. Tali nuove intese contemplano
l’incremento della capacità operabile dei vettori su Milano, una maggiore flessibilità operativa ed in
alcuni casi sanciscono quanto previsto da autorizzazioni provvisorie extra bilaterali concesse da
ENAC, sulla base di quanto previsto nella legge finanziaria 2009, per l’avvio dell’attività di nuove
compagnie aeree.
Si segnala inoltre il nuovo accordo sottoscritto tra la Commissione Europea ed il Brasile, che
comporterà, gradualmente, un’ampia liberalizzazione delle rotte aree fra i 27 Stati membri
dell’Unione Europea e uno dei principali mercati dell’America Latina.
Nel corso del primo semestre del 2011 Singapore Airlines ha confermato la volontà di operare un
volo diretto Milano Malpensa – New York, da attuarsi come prolungamento dell’attuale
collegamento giornaliero fra Singapore e Milano, così come indicato nella richiesta già presentata al
Ministero dei Trasporti.


Milano Malpensa 1
Nel corso del primo semestre del 2011 sono proseguiti i lavori per l’ampliamento del terminal e per
la realizzazione del terzo satellite, che saranno completamente ultimati nel 2014; si segnala peraltro
che il terzo satellite e alcune aree commerciali del terminal saranno già operative a fine 2012. A
completamento di tutti i lavori (2014) l’aeroporto di Milano Malpensa 1 disporrà di circa 128 mila
mq di spazi aggiuntivi, di cui circa 67 mila dedicati a passeggeri ed attività commerciali e 20 mila
relativi al terzo satellite.
Al fine di migliorare ulteriormente la fruibilità del terminal di Milano Malpensa 1 da parte di
passeggeri, accompagnatori e operatori aeroportuali, nei primi sei mesi del 2011 sono stati avviati i
lavori per la realizzazione di alcuni nuovi ascensori, che saranno operativi da inizio 2012.

Milano Malpensa 2
Anche Milano Malpensa 2 nel corso dei primi sei mesi del 2011 è stato oggetto di alcuni interventi
di riqualifica volti a migliorarne la fruibilità da parte dei passeggeri, sono infatti iniziati i lavori per
la realizzazione di una nuova scala di collegamento con la zona imbarchi cui, nella seconda parte
dell’anno, seguirà una seconda che favorirà il deflusso dei passeggeri in arrivo verso l’area arrivi.

Milano Malpensa Cargo
Nel primo semestre del 2011 sono proseguiti i lavori per la realizzazione delle opere propedeutiche
alla costruzione del nuovo Polo Logistico nell’area di Milano Malpensa Cargo, in particolare i
lavori relativi alla copertura del raccordo ferroviario. Nella seconda metà del 2011 inoltre saranno
avviate le opere necessarie all’urbanizzazione di tale nuova area, con l’obiettivo di dotarla di un
adeguato sistema di accesso all’esistente rete di collegamenti stradali dell’aeroporto di Milano
Malpensa.

Infrastrutture di volo
Nel corso dei primi sei mesi del 2010 sono proseguite le opere per l’ammodernamento e
l’ampliamento delle infrastrutture di volo, in particolare:
- le attività di riqualifica del piazzale aeromobili di Milano Malpensa 2, che hanno riguardato
principalmente l’impianto luminoso delle piste di rullaggio, la rete di distribuzione dell’energia
elettrica e la realizzazione di un impianto centralizzato per la distribuzione del carburante;
- i lavori per l’ampliamento del piazzale aeromobili di Milano Malpensa Cargo che prevede la
realizzazione di 122 mila mq aggiuntivi destinati ad accogliere otto nuove piazzole di sosta
idonee ad aeromobili utilizzati dai vettori all-cargo.

Qualità
Anche nel 2010 il Gruppo SEA ha confermato la propria attenzione al continuo miglioramento della
qualità dei servizi che vengono offerti a vettori e passeggeri attestandosi su livelli migliori di quelli
indicati come obiettivo nella Carta dei Servizi.

Milano Malpensa
Nel corso del primo semestre del 2011 si è registrato un miglioramento della puntualità degli
aeromobili in partenza da Malpensa, misurata come percentuale di voli di linea partiti in orario o
con un ritardo massimo di 15 minuti. L’83,3% dei voli è partito in orario, segnando un aumento del
9% sostenuto anche dalla significativa puntualità dei voli in arrivo, pari all’80,6% .
L’attenzione posta dal Gruppo SEA ai tempi di riconsegna dei bagagli in arrivo, e le azioni di
miglioramento del servizio intraprese di concerto con gli handler operanti nello scalo di Malpensa,
hanno consentito di ritirare il primo bagaglio presso Milano Malpensa 1 entro 27 minuti per circa il
96,4% dei voli e presso Milano Malpensa 2 per circa il 95,9%, su livelli migliori di quelli previsti
dalla Carta dei Servizi, pari al 90% (nel corrispondente periodo del 2010 rispettivamente il 95,7% e
il 96,6%).
Nel medesimo periodo il numero di bagagli disguidati è significativamente diminuito, passando dai
4,3 (ogni mille passeggeri in partenza) di fine giugno 2010 ai 3,0 dei primi sei mesi del 2011. Tale
migliore performance ha riguardato entrambi i Terminal dello scalo: in Milano Malpensa 1 i bagagli
disguidati ogni mille passeggeri in partenza sono stati pari a 4,0 (6,2 nel primo semestre del 2010),
nel Terminal 2 0,8 (contro 0,7 dei primi sei mesi del 2010).

Andamento delle attività commerciali
Retail
L’area Retail è stata oggetto di una serie di interventi finalizzati alla soddisfazione del cliente finale,
da perseguire anche attraverso l’innovazione di spazi e concept di shops e punti ristoro, con
l’obiettivo di incentivare e facilitare la fruizione dei negozi e delle aree di food&beverage.

Shops
Milano Malpensa 1
Con l’obiettivo di attuare la politica commerciale precedentemente descritta, nel corso del primo
semestre del 2011 il Gruppo SEA ha ulteriormente rafforzato la presenza di fashion luxury brands
presso Milano Malpensa 1 con l’introduzione nell’area imbarchi Schengen dei marchi Brooks
Brothers e Tommy Hilfiger. Inoltre, con l’obiettivo di favorire la propensione al consumo dei
passeggeri ad alta capacità di spesa quali quelli provenienti dalle aree dell’Asia, nell’area imbarchi
Extra Schengen vi sono state le riqualifiche di alcuni importanti spazi commerciali (fra cui
Ferragamo, Zegna e Bruno Magli), che hanno anche ampliato la gamma dei prodotti offerti.
Nel corso del primo semestre 2011 sono proseguiti i lavori di ampliamento del terminal che
consentiranno di disporre, alla fine del 2012, di una più ampia superficie commerciale.
Nell’ambito della partnership del Gruppo SEA con il Gruppo Dufry, fra i più importanti operatori
internazionali del retail aeroportuale, nel corso dei primi mesi del 2011 è stata attuata la
riconversione degli spazi Duty Free del terminal di Milano Malpensa 1, precedentemente dedicati
alla moda, a favore di nuovi prodotti fra cui anche wine & food di etichette prestigiose.
La collaborazione con il Gruppo Dufry, che si estende anche alla compartecipazione di SEA in Cid
(società attraverso la quale sono gestite le attività di vendita di giornali e libri negli scali di Milano
Malpensa e Milano Linate), ha portato nel corso del primo semestre del 2011 alla prosecuzione
dell’introduzione del marchio Hudson News presso le edicole dell’aeroporto di Milano Malpensa,
riqualificandole in misura significativa. In tale ottica si collocano il restyling e il più favorevole
posizionamento del punto vendita giornali e riviste presso l’area imbarchi Extra Schengen,
connotato ora da un’offerta maggiormente adatta alle esigenza della clientela internazionale, e
l’inaugurazione di un nuovo spazio Hudson News nell’area check-in.
Tale politica di ampliamento dell’offerta, in linea con le esigenze della clientela di Milano
Malpensa 1, ha consentito di incrementare del 5,1% lo scontrino medio degli shops del terminal.
L’aumento dello scontrino medio, accompagnato dall’incremento del numero di scontrini emessi, si
è riflesso in un incremento più che proporzionale del fatturato relativo agli shops di Milano
Malpensa 1 (+7,6% ).

Milano Malpensa 2
Nei primi sei mesi del 2011, in linea con la politica di forte caratterizzazione di Milano Malpensa 2
quale scalo low cost di alta fascia, è proseguito l’ampliamento dell’offerta commerciale con
l’inaugurazione di un negozio di make-up a marchio Kiko in area imbarchi e di uno di pelletteria a
marchio Tosca Blu presso l’area partenze. Nel periodo sono stati inoltre avviati i contatti con
importanti brand per l’apertura di nuovi spazi commerciali nel corso della seconda parte dell’anno.
In area partenze, in linea con il progetto di re-branding e restyling dei punti vendita di giornali e
libri, è stato ampliato lo spazio Hudson News.
Nel corso del primo semestre del 2011, la riduzione del 2,4% dello scontrino medio degli shops di
Milano Malpensa 2 è stata determinata dalla scelta di modificare l’offerta commerciale,
allineandola maggiormente alle esigenze dalla clientela low cost che caratterizza il terminal ed
ampliando in tal modo il numero dei fruitori dei servizi, anche se su livelli medi di spesa inferiore.
Tale politica ha determinato un positivo effetto sul fatturato degli shops di Milano Malpensa 2
(+6,1%).

Parcheggi
Nel corso del primo semestre del 2011, il Gruppo SEA ha ulteriormente migliorato l’offerta
commerciale correlata alle attività di parcheggio con l’introduzione, per gli utenti, della possibilità
di pagamento della sosta mediante la tecnologia Telepass, e consentendo in tal modo tempi più
rapidi di ingresso/uscita dai parcheggi; tale modalità di pagamento inizialmente possibile solo per la
sosta nell’aeroporto di Milano Malpensa, dal mese di luglio è fruibile anche presso i parcheggi
dell’aeroporto di Milano Linate. Inoltre, nell’ultima parte del semestre è divenuto possibile
effettuare acquisti on line di posti auto per la sosta nei parcheggi di Milano Malpensa 1, Milano
Malpensa 2 e Milano Linate, attraverso il sito http://www.seamilano.eu, nel quale sono evidenziate le
molteplici offerte commerciali e promozionali.

Milano Malpensa 1
Nel corso del primo semestre del 2011, l’offerta di posti auto presso Milano Malpensa 1 è cresciuta
di 459 unità a seguito alla riapertura dei parcheggi a sosta breve, penalizzati dai lavori di
realizzazione dell’hotel Sheraton nel primo semestre del 2010.

Milano Malpensa 2
Nei primi sei mesi del 2011, l’offerta di parcheggi presso Milano Malpensa 2 è stata penalizzata
dall’indisponibilità di una quota dei posti auto (oltre il 30% della capacità) del parcheggio P5 per
lavori di ristrutturazione finalizzati a una riqualifica dell’infrastruttura. Al fine di promuovere
l’utilizzo di tale parcheggio, nonostante i disagi derivanti dai lavori in corso, è stata attuata una
specifica politica tariffaria in grado di attrarre la clientela di riferimento.

Handling rampa e passeggeri

Milano Malpensa

Nel corso del primo semestre 2011 le attività di handling gestite dal Gruppo SEA sullo scalo hanno
registrato un incremento di circa 1.500 movimenti (+2,2%) e di 144 mila passeggeri (+2,6%)
rispetto al corrispondente periodo del 2010. Tale incremento di attività, attestatosi su livelli più
contenuti rispetto alle performance registrate dallo scalo, è stata sostenuta dall’incremento di
attività di alcuni dei principali clienti (in particolare easyJet, il Gruppo Alitalia, Neos, Blue
Panorama, Turkish Airlines e Swiss Airlines), nonché l’acquisizione di alcuni nuovi clienti fra i
vettori che nel semestre hanno iniziato ad operare sullo scalo (Avion Express, Enter Air, Denim Air
e Silver Air).
Di seguito si riporta un’analisi dell’andamento delle attività di handling rampa e passeggeri sui due
terminal dello scalo.

Milano Malpensa 1
Nel primo semestre del 2011 SEA Handling, attestandosi a Milano Malpensa 1 a circa 47 mila
movimenti serviti e a quasi 3 milioni di passeggeri, ha registrato una riduzione di attività
rispettivamente pari allo 0,8% e al 4,9%. Su tale risultato hanno influito in modo differenziato
alcuni fattori, in particolare:
- l’incremento del traffico gestito da alcuni vettori clienti di SEA Handling, fra cui Meridiana Fly
(+31,9%), Blue Panorama (+28,7%), Delta Airlines (+28,6%), Swiss Airlines (+11,5%) e
Turkish Airlines (+12,7%);
- l’acquisizione di alcuni nuovi clienti fra i vettori che hanno iniziato ad operare sullo scalo (Avion
Express, Enter Air, Denim Air e Silver Air);
- l’incremento di attività del Gruppo Alitalia, che nei primi sei mesi del 2011 ha trasportato quasi
830 mila passeggeri (+2,3%) effettuando circa 7.900 movimenti (+7,3%), interamente serviti da
SEA Handling;
- la cessazione dell’attività nella seconda metà del 2010 di Livingston, che a fine giugno 2010
aveva trasportato circa 180 mila passeggeri effettuando oltre 1,1 mila movimenti;
- le tensioni geopolitiche nell’area dell’Africa mediterranea che hanno condizionato
significativamente l’attività di alcuni clienti di SEA Handling: EgyptAir e Tunis Air che hanno
registrato rispettivamente una contrazione del 19,4% e del 30,1% dei propri passeggeri;
Includendo Milano Malpensa 2, la quota di mercato complessiva di SEA Handling a Milano
Malpensa nel primo semestre 2011 si attesta al 62,4% per l’area passeggeri e al 73,5% dei
movimenti serviti.

Milano Malpensa 2
L’incremento di traffico servito da SEA Handling sullo scalo di Milano Malpensa è stato sostenuto
anche dalla significativa crescita conseguita da easyJet, cliente di SEA Handling in area rampa e
passeggeri, che nei primi sei mesi del si è attestato a circa 21 mila movimenti e a quasi 2,7 milioni
di passeggeri, registrando crescite rispettivamente del 9,6% e del 12,4%.
A fine giugno 2011 easyJet si conferma quale il principale cliente di SEA Handling a Malpensa,
attestandosi al 30,7% del mercato gestito da SEA Handling in area rampa e al 47,3% di quello in
area passeggeri.

Handling merci
Le attività di handling merci di SEA Handling sono concentrate sull’aeroporto di Milano Malpensa,
dove la società offre i servizi di handling merci alla quasi totalità dei vettori all cargo presenti sullo
scalo.
Nel corso del primo semestre del 2011 le attività di handling merci gestite a Milano Malpensa dalla
società hanno registrato un incremento di oltre 24 mila tonnellate (+14,1%), attestandosi su livelli di
crescita superiori a quelli registrati dallo scalo. Su tale risultato ha influito il buon andamento di
alcuni vettori fra cui Cargo Italia (+52,6%), Korean Air (+19,8%), Asiana Airlines (52,9%) e China
Cargo Airlines (+86,5%), nonché l’acquisizione quali nuovi clienti dei vettori cargo che hanno
iniziato ad operare a Malpensa corso dei primi sei mesi del 2011: Jade Cargo e Silk Way.
La quota di mercato gestita da SEA Handling nell’area cargo di Milano Malpensa a fine giugno
2011 è pari all’87,2% (in crescita del 2,3% rispetto al primo semestre del 2010, in cui era pari
all’85,2%).

Si ringrazia Sea-Aeroporti di Milano per i dati forniti
Malpensa airport user

Avatar utente
I-Alex
Moderatore
Messaggi: 26644
Iscritto il: sab 13 ott 2007, 01:13:01
Località: near Malpensa

Re: Malpensa: principali dati 1° semestre 2011

Messaggio da leggereda I-Alex » mar 08 nov 2011, 22:02:45

uno su tutti... apertura satellite C per Natale 2012 :beer:

Consiglio di leggere bene tutto...
Malpensa airport user

LIN-MXP
Messaggi: 473
Iscritto il: sab 22 gen 2011, 18:39:54
Località: Between Malpensa and Linate

Re: Malpensa: principali dati 1° semestre 2011

Messaggio da leggereda LIN-MXP » mar 08 nov 2011, 22:15:26

Un'ottima analisi!

Complimenti!
Fasten your seat belts!

Avatar utente
cesare.caldi
Messaggi: 6024
Iscritto il: lun 15 ott 2007, 22:55:42

Re: Malpensa: principali dati 1° semestre 2011

Messaggio da leggereda cesare.caldi » mar 08 nov 2011, 22:45:43

C'è qualche errore si dice che Transavia opera su Amsterdam invece è Rotterdam, inoltre di parla di un volo daily di DL su Atalanta invece è 4 o 5x week.

Avatar utente
fumap
Messaggi: 698
Iscritto il: sab 15 ott 2011, 12:18:26
Località: Milano

Re: Malpensa: principali dati 1° semestre 2011

Messaggio da leggereda fumap » mar 08 nov 2011, 23:29:36

Uhm, forse mi sbaglierò, ma quest'estate da Marzo a Luglio mi pare che Delta avesse potenziato per ATL a daily per poi tornare ai 5/4xw attuali alla fine di Luglio; dato che è l'analisi del primo semestre forse si riferiva a quel potenziamento (anche se, ripeto, non sono sicuro sicuro; mi pareva di averlo letto da qualche parte)...Su Transavia invece si, è errato, vanno su Rotterdam...

Per il resto molto bene l'apertura iniziale del 3° satellite a fine 2012...aspettiamo impazienti :ciao:

Paolo
Paolo Fumagalli
"Quando il volo supera la passione, per decollare basta chiudere gli occhi."

S62
Messaggi: 661
Iscritto il: gio 20 nov 2008, 08:59:59

Re: Malpensa: principali dati 1° semestre 2011

Messaggio da leggereda S62 » mer 09 nov 2011, 16:23:09

uhmm terzo satellite ancora senza aver tirato un cavo.... la vedo dura per l'anno prox.

speriamo diano una accelerata


Torna a “NOVITA'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 30 ospiti