Analisi traffico sistema milanese anni 2013-2014

Suddivisione in % traffico (passeggeri) sistema milanese anno 2014

  • Nazionali 29,5%
  • UE 50,0%
  • Extra UE 21,5%

Analizziamo ora la composizione dei vettori di ogni singolo scalo:

  1. *i passeggeri Emirates comprendono sia Dubai (547.824pax) sia New York (129.575pax)
  2. **i passeggeri Alitalia includono New York (circa 150.000pax); Tokyo (98.127pax); Mosca (177.710pax); Tunisi
    (47.048pax); Tirana (130.727); Roma Fiumicino (211.336)

 Easyjet prima per i collegamenti totali e comunitari, Emirates è invece al primo posto per quanto riguarda i collegamenti Extra U.E. Alitalia al contrario dei 1.200.000 di passeggeri dichiarati dai piani alti si ferma ufficialmente a 800.000, in calo di 3 punti percentuali rispetto al 2013 quando era in parte ancora presente l’attività di corto-medio raggio con AirOne. interessante poi notare come il 25% dei passeggeri Alitalia viaggi sulla direttrice per Fiumicino e pochissimo su quella Extra U.E.
Le quote suddivise per Alleanza sono:

  • 19% dei passeggeri per Star Alliance
  • 11% dei passeggeri per SkyTeam
  • 10% dei passeggeri per OneWorld

Gruppo Alitalia che anche a Linate perde significative quote di mercato. L’alleata principale Air France segue il declino iniziato nel 2012, cedendo passeggeri a British Airways e al gruppo Lufthansa. Meridiana consolida la sua posizione grazie ad una migliore gestione dei voli e coefficienti di riempimento più alti.

La composizione dell’aeroporto bergamasco non è varia come Linate e Malpensa, qui infatti troviamo Ryanair con il 79,9% dei passeggeri, a seguire Wizz Air con circa l’8% dei restanti passeggeri, e poi, a chiudere la lista, altre compagnie minori non rilevanti per il confronto che andremo a fare dopo.

La tabella mostra come tutte le parole di Alitalia siano solo fumo. La riconquista del traffico del Nord non avverrà mai, la sua quota di mercato è destinata inesorabilmente a scendere sempre di più.
Questo ci dimostra anche come la presenza delle compagnie italiane, in Italia, sia assai limitata.


Tre compagnie, di cui 1 charter, l’altra metà charter e metà di linea, e l’altra ancora fallita fino ad oggi 2 volte, con una gestione imbarazzante e disastrosa. In altri paesi non è così, per esempio il Regno Unito ha addirittura 2 colossi dell’aria (EasyJet e British Airways). Non parliamo poi degli Stati Uniti (American Airlines, Delta Airlines, United Airlines, Southwest…)
A Roma non va sicuramente meglio, anzi, la quota di Alitalia è ancora più ridotta che a Linate e in continuo calo. Grande Base Ryanair a Ciampino, Mega base Vueling e base Ryanair a Fiumicino.
Tornando a Milano le Low Cost (EasyJet, Ryanair, Vueling Airlines, Wizz Air) gestiscono 15.543.760 passeggeri ossia il 42% dell’intero traffico, mentre le compagnie italiane 7.532.299 passeggeri ossia il 20%.